Articoli filtrati per data: Martedì, 15 Novembre 2016

Montegiorgio. Il Palio dei Comuni dell’Ippodromo San Paolo scalderà i comitati, i comuni invitati, gli appassionati di ippica. Sì, perché quando si parla di Palio è sempre battaglia. Ci sarà la lotta per accaparrarsi i cavalli e i driver migliori e alle miglior condizioni. Nelle piazze dei 21 comuni invitati si faranno feste, cene e incontri. Il giorno del Palio si approfitterà dell’evento per promuovere al meglio il proprio territorio e le proprie specialità enogastronomiche e artigianali. E domenica si arriverà all’Ippodromo con cori, striscioni preparati in gran segreto all’interno dei bar. E proprio per ben accogliere tutti e coccolarli un po’ l’ippodromo San Paolo ha chiesto l’aiuto a Maga Cacao che nella domenica del Palio proporrà le sue magie a base di cioccolate calde, dolci e leccornie varie con il cibo degli dei, che risale pare a oltre 2600 anni fa. Ecco il programma.
MERCOLEDÌ 16 NOVEMBRE alle ore 21.00 è il giorno dell’abbinamento dei cavalli e della diretta sui canali Sky della Snai Sat. Un Gran Gala a partire dalle 21.00 nell’area tribune del primo piano. Ci sarà una fantastica sfilata di moda in cui si potranno ammirare le nuove proposte di Mara Boutique (Magliano di Tenna), Cafedelmar (Campiglione Di Fermo), Ottica Viozzi (Porto Sant' Elpidio), Gdr Sigaretta Elettronica (Porto San Giorgio), Polaris Calzature (Porto San Giorgio), Cappellificio Punto 5 (Montappone), Gioielleria Berdini (Servigliano), Parrucchieri Nicoletta e Sandro (Porto Sant' Elpidio). Un iniziativa tra l’altro sostenuta da Homes 4 You (Porto San Giorgio), Talamonti Auto (Pedaso), Studio Domina (Montegiorgio), Silenzi Arredamenti (Montegiorgio), Cuccioliu di Lorenza (San Ginesio), Blue Bar (Montefortino), Esthetique du Monde e dall’ Hotel Solarium (Civitanova Marche). Per l’occasione il San Paolo ospiterà gli atleti della Videx M&G di Grottazolina, la squadra che milita con successo nella A2 di Pallavolo. Oggi il volley targato M&G Universe può descriversi con fierezza come un’espressione territoriale più che paesana, la massima realtà pallavolistica provinciale senza alcun timore di essere smentiti. E questo, ben attenti, non si misura tanto e solo per la categoria di appartenenza della “prima squadra” societaria, quanto per la vastità del movimento che rappresenta: oltre 200 praticanti, dal minivolley fino ai campionati seniores. La serata sarà l’occasione per una gustosa cena buffet. Ma il momento più atteso è quello in cui i comitati per il Palio dei Comuni di Assisi, Campofilone, Castel Frentano, Civitanova Marche, Falerone, Fermo, Force, Loreto, Magliano Di Tenna, Massa Fermana, Mogliano, Monsapietro Morico, Montappone, Montegiorgio, Montegranaro, Petritoli, Porto Sant’Elpidio, Rapagnano, Ripatransone, Sant’Elpidio A Mare, Servigliano assisteranno agli abbinamenti, circostanza in cui sperano di poter legare il nome del proprio comune al cavallo più in forma del momento. Come abbiamo già detto ci sarà una lunga diretta sul canale Sky di Snai Sat e le telecamere di Tvrs e Tv Centro Marche.
VENERDÌ 18 NOVEMBRE è una giornata di corse al trotto con tanta «Voglia di Palio». Non c’è Palio dei Comuni senza «Voglia di Palio» e dunque anche quest’anno l'Ippodromo San Paolo di Montegiorgio organizza per le giornate del 18 e 20 novembre 2016 la seconda edizione del “Trofeo Voglia di Palio”, riservato ai Comuni partecipanti al Palio dei Comuni. «Voglia di Palio» è una manifestazione ippico-benefica parallela al tradizionale Palio dei Comuni di Montegiorgio, classica in batteria e finale riservata ai campioni a quattro zampe del trotto e ai 21 Comuni. La manifestazione è articolata in 4 corse, tre da disputarsi venerdì 18 e una, la finale, domenica 20. Le tre corse del venerdì -tutte con la formula a invito e per cavalli anziani- vedranno ognuna al via 8 cavalli e saranno una riservata al Circuito delle Stelle, una ai gentlemen ed amazzoni e l'altra ai cosiddetti Alfieri, cioè ai rappresentanti dei Comuni, sindaci, amministratori o cittadini, indicati ed eventualmente ingaggiati dai Comitati. In ognuna delle tre corse del venerdì parteciperà anche un Media-Partner, che andrà ad aggiungersi ai 7 Comuni indicati dagli organizzatori. I media partner partecipano alle corse senza possibilità, quindi con effetto neutrale in caso di piazzamento nei primi tre, di accedere alla finale della domenica. I Comuni classificati ai primi 3 posti della Corsa delle Stelle, della Corsa riservata ai Gentlemen ed Amazzoni e di quella riservata agli Alfieri, accedono alla finale del Trofeo, in programma domenica 20, cui parteciperanno con la guida (e la giubba) del cavallo ingaggiato per il Palio dei Comuni.
DOMENICA 20 NOVEMBRE è il giorno del Palio dei Comuni intitolato a Lanfranco Mattii. L’ippodromo sarà in fermento già di prima mattina. Arriveranno gli stands dei comuni, di associazioni folkloristiche e di Maga Cacao. La mattina sarà dedicata agli appassionati dei cani con il Gran Gala della Cinofilia. Un’esposizione canina per cani con pedigree e senza che mette in palio un viaggio in una capitale europea per due persone. I cani potranno essere iscritti dalla 08.30 alle 10.30 con un contributo di 15 euro, che comprende anche un pasto per l’accompagnatore. La giuria valuterà tutti i cani iscritti dalle 10.30 alle 13.00, seguirà il pet show alle 14.30. i migliori dieci cani sfileranno in pista davanti al pubblico del San Paolo. Il ristorante Ala dell’ippodromo si preparerà per accogliere i numerosi ospiti che arriveranno al San Paolo per assistere al Palio. E poi la grande festa con Il Palio dei Comuni e il Gran Premio San Paolo. E da quel momento in poi esploderà il tifo mentre i campioni a quattro zampe lotteranno nella racchetta del San Paolo per portare sul podio più alto il comune a cui è stato abbinato. Ma per la gioia di tutti durante le corse al trotto sul parterre dell’ippodromo San paolo sarà festa nonstop, con artisti di strada, artisti del circo, musica, manifestazioni folkloristiche e così via. Non ci si annoierà e si divertiranno piccoli e grandi. E poi per chi non ha trovato posto al ristorante durante la giornata sarà attivo il barquadrato per gustare le specialità enogastronomiche dei nostri territori e ci si potrà leccare i baffi con le cioccolate calde di MagaCacao e tutte le loro specialità tutte, esclusivamente, a base di cioccolato. Sarà una giornata piena di eventi e di iniziative, si potranno conoscere le eccellenze dei comuni partecipanti al Palio. Il Palio offrirà una grande esposizione mediatica alle gare in pista, ai nostri territori, ai comuni di Marche, Umbria e Abruzzo e alle loro eccellenze enogastronomiche e artigianali.
Come già accaduto nelle ultime tre edizioni anche quest’anno l’evento ippico più importante dell’anno dell’Ippodromo San Paolo di Montegiorgio, il Palio Dei Comuni, sarà interamente prodotto televisivamente in alta definizione. le immagini televisive dell’evento Palio 2016 invece saranno interamente fornite da un grande Video Service HD esterno (OBVAN) con oltre dodici telecamere in alta definizione, un mezzo tecnico che normalmente si utilizza per la produzione dei più importanti eventi sportivi come le partite di calcio di serie A, Champions League, mondiali di Sci, Ciclismo, Tennis, Automobilismo etc. L’evento sarà trasmesso in diretta su UNIRE SAT HD canale 220 del bouquet SKY a partire dalle ore 13.45 di domenica 20 Novembre fino al termine della manifestazione prevista intorno alle 18.45, l’evento sarà anche trasmesso da alcune emittenti regionali. La regia e l’organizzazione dell’evento televisivo saranno come sempre a cura di Adalberto Zeller, mentre alla conduzione giornalistica troveremo Matteo Muccichini, Daniela Gurini e Rolando Luzi voci storiche del San Paolo e di UNIRE SAT.

PROGRAMMA XXVIII PALIO DEI COMUNI
DOMENICA 20 NOVEMBRE 2016

08.00/10.30 Iscrizione GRAN GALA’ DELLA CINOFILIA
10.30 Inizio Giudizi Gran Galà della Cinofilia
11.00 pausa pranzo
14.30 Best in Show GRAN GALA’ DELLA CINOFILIA
12.15 Apertura Stand Gastronomici
13.50 Benedizione del Palio
14.30 1° Corsa
15.00 2° Corsa Prima Batteria Palio dei Comuni
15.30 3° Corsa Seconda Batteria Palio dei Comuni
16.00 4° Corsa Terza Batteria Palio dei Comuni
16.35 5° Corsa
17.05 6°Corsa GRAN PREMIO SAN PAOLO
17.35 7° Corsa FINALE “VOGLIA DI PALIO”
18.00 8° Corsa Tris, Quarté e Quinté
18.30 SFILATA ALLIEVI SCUOLA CENTRO IPPICO TAMIL
18.35 9° Corsa FINALE PALIO DEI COMUNI
18.45 PREMIAZIONE E FUOCHI D’ARTIFICIO

DURANTE TUTTA LA GIORNATA SARANNO IN FUNZIONE:
STAND GASTRONOMICI, STAND DEI COMUNI, STAND MAGA CACAO
SPETTACOLI IN PROGRAMMA:
SPETTACOLI DI ACROBAZIE AEREE, ARTISTI DI STRADA, ANIMAZIONE PER BAMBINI

Pubblicato in Sport

Sambuceto. La “famiglia” viola si presenta alla cittadinanza annunciando obiettivi e ambizioni per la stagione sportiva 2016-17. La sala consiliare del Comune di San Giovanni Teatino ha infatti tenuto a “battesimo” lo staff al completo del settore giovanile del Sambuceto Calcio con la rinnovata affiliazione al Carpi Fc 1909. A fare gli onori di casa, il vicesindaco Giorgio Di Clemente, che si è rivolto direttamente alla nutrita platea presente: «Vedo molti ragazzi con tanta voglia di giocare, di divertirsi e soprattutto di crescere. Voi», ha aggiunto il vicesindaco, rivolgendosi anche ai tecnici e dirigenti sambucetesi, «rappresentate una fetta importante di questo territorio».
A rimarcare l’unità di intenti che si respira all’interno del settore giovanile viola, il presidente Alfio Crisci, che in poche ma incisive parole ha condensato uno dei concetti fondamentali che animano il lavoro quotidiano alla Cittadella dello Sport: «I ragazzi sono il nostro orgoglio e compongono la nostra famiglia». Il neo responsabile del settore giovanile, Giuseppe Giurastante, è invece entrato nel merito delle prerogative e degli obiettivi di quest’anno: «Abbiamo riunito la grande famiglia del Sambuceto per illustrare i nostri obiettivi, che sono la crescita e la formazione di giovanissimi atleti. Vogliamo preparare ragazzi e bambini alla vita, anche attraverso il campo, che come sappiamo è maestro di vita. E le modalità con le quali cercheremo di far crescere i giovani passano attraverso il rispetto delle regole, l’accettazione delle sconfitte, il saper vincere, che spesso è anche più difficile della precedente, il saper rispettare e il farsi rispettare, oltre a crescere armonicamente con il proprio corpo. Il tutto, senza mai dimenticare che lo sport è divertimento e gioco, e questa è la prerogativa da tenere sempre presente». Giurastante ha poi sottolineato l’importanza e la responsabilità di “guidare” un gruppo nutrito come quello del Sambuceto: «Quest’anno abbiamo raggiunto la ragguardevole soglia di 180 tesserati. Sono numeri importanti, ma che non ci spaventano. Anzi, ci invogliano a fare sempre di più e meglio. In più, grazie a una convenzione appena stipulata con l’università “d’Annunzio” e con la Facoltà di Scienze Motorie, avremo la possibilità di collaborare con diversi tirocinanti dell’ateneo».
Il responsabile tecnico del settore giovanile viola, Antonio Lancioni, dall’alto della sua esperienza di una vita vissuta praticamente sempre all’interno di un rettangolo di gioco, ha invece “alzato l’asticella” esortando tutti i ragazzi presenti a puntare sempre all’eccellenza nei vari ambiti: «Quando scendo in campo mi piace vedere le cose fatte per bene, e osservare che i ragazzi si comportino bene, che sappiano vincere ma anche perdere, perché questo è lo sport. In più credo che in mezzo ai nostri ragazzi ci siano alcuni che hanno le potenzialità per puntare in alto. Per far ciò, però ci vuole anche sacrificio. I ragazzi devono pensare in positivo e alla base ci devono essere l’umiltà e la predisposizione a mettersi a disposizione della squadra e dei vari mister».
Questo, in dettaglio, lo staff tecnico completo del Sgs Sambuceto Calcio:
• Responsabile settore giovanile: Giuseppe Giurastante
• Responsabile area tecnica: Antonio Lancioni
• Preparatore Atletico: Marco Covello
• Allenatore Allievi: Simone D’Angelo
• Allenatore Giovanissimi: Rino Maione
• Allenatori Esordienti (2004-05): Paolo Rossodivita
• Allenatore Pulcini 2° anno (2006): Vincenzo Camerano
• Allenatore Pulcini 1° anno (2007): Alfonso Basile e Guido
• Allenatore Primi Calci (2008-09): Igino Imbastaro e Nicolò
• Responsabile Piccoli Amici (2010): Giordano Morelli
• Responsabili Tigrotti e Piccoli Amici (2011-12): Daniela D'Amico e Stefania Di Sario
A illustrare invece i dettagli della rinnovata affiliazione del Sambuceto Calcio con il Carpi Fc 1909, il coordinatore nazionale della “Carpi Football Academy”: «È un piacere per me essere qui per il secondo anno consecutivo. Porto il saluto del Carpi a tutti. Quest’anno siamo arrivati a 52 società affiliate in Italia al Carpi. L’affiliazione al Carpi Fc 1909 non rappresenta soltanto uno stemma attaccato a una parete o a una tuta, ma qualcosa di concreto. I tre pilastri che contraddistinguono questo tipo di collaborazioni con la Carpi Football Academy sono infatti: formazione, scouting e raduni».

Pubblicato in Sport

Teramo. Appuntamento imperdibile mercoledì 16 novembre a Teramo. Arriva in Piazza Martiri il camper dell’IoDicoNo Abruzzo Tour con un ospite d’eccezione: Alessandro Di Battista. Dalle ore 19 circa partirà una serata dedicata all’informazione, in piazza tra i cittadini, per svelare l’inganno che si cela dietro al Riforma Costituzionale firmata Renzi, Boschi Verdini.
La tappa di Teramo rappresenta la 70esima in Abruzzo per il tour che sta vedendo impiegati portavoce 5 stelle dal parlamento alla Regione, fino al più piccolo dei comuni. “Un viaggio straordinario” raccontano i portavoce 5 stelle“che ci ha permesso di parlare con tanti abruzzesi. Abbiamo conosciuto ancora più da vicino delle realtà straordinarie fatte di persone autentiche. Un viaggio ben lontano dai grandi eventi che si svolgono nelle sale istituzionali con la polizia in assetto anti sommossa fuori a fare la guardia. Noi” continuano “abbiamo avuto l’onore di stringere la mano alle persone con cui abbiamo parlato, li abbiamo guardati negli occhi ed abbiamo ascoltato le loro storie, rispondendo a dubbi e osservazioni in un contatto diretto che oggi servirebbe molto ad alcuni politici che, fatti alla mano, hanno completamente perso il contatto con l’Abruzzo vero. Quello fatto di lavoratori, casalinghe, studenti, pensionati. Questo viaggio ci sta regalando una fotografia dell’Abruzzo indimenticabile, che porteremo sempre con noi”.
A Teramo insieme ad Alessandro Di Battista tutti i portavoce regionali Marcozzi, Mercante, Ranieri, Smargiassi e Pettinari. I deputati Abruzzesi Vacca, Colletti e Del Grosso ed i Senatori Castaldi e Blundo.

Pubblicato in Politica

Roma. Renzi e i suoi ministri sono in affanno. Lo si capisce dalle falsità che stanno raccontando sulla riforma costituzionale per poter raccattare qualche Sì in più. L'ultima a lanciarsi in esternazioni fuorvianti è la ministra della Salute Lorenzin che, pur di sostenere che se passasse la riforma anche l'organizzazione sanitaria otterrebbe dei rivoluzionari benefici, ha dichiarato alla stampa una serie di bugie e inesattezze.
La prima: oggi - ha detto la Lorenzin - nel nostro Paese ogni Regione fa come gli pare e ci sono 21 sistemi sanitari diversi. Abbiamo materie concorrenti, conflitti su chi deve fare cosa. Con la riforma cambierà tutto in meglio.
Alla ministra controbatte l'eurodeputato del M5S Piernicola Pedicini: "Il federalismo sanitario non sarà modificato da questa riforma - afferma - e rimarranno 21 sistemi sanitari diversi perché nella proposta di riforma è specificato che 'spetta alle Regioni la potestà legislativa in materia di programmazione e organizzazione dei servizi sanitari'. Questo vuol dire che la gestione della Sanità non fa parte delle materie concorrenti ed è evidente che continueranno le Regioni ad occuparsene.
La seconda inesattezza della ministra: la competenza esclusiva dello Stato - ha sostenuto - diventano le disposizioni generali e comuni, ad esempio i piani diagnostici-terapeutici.
"Sbagliato - replica Pedicini -. Nella proposta di riforma c'è scritto che passano allo Stato le 'disposizioni generali e comuni per la tutela della salute', non per la sanità! I piani diagnostici-terapeutici non fanno parte delle 'disposizioni generali e comuni per la tutela della salute' per cui o la Lorenzin non ha letto bene la riforma costituzionale o, peggio ancora, non conosce la differenza tra Salute e Sanità!
La terza esternazione della Lorenzin: alle Regioni resta l’organizzazione e la programmazione sanitaria, ma se una Regione non garantisce i Lea, livelli essenziali di assistenza, lo Stato fa valere la clausola di supremazia e interviene. È un passo avanti enorme per la sanità.
"Peccato - chiosa l'eurodeputato del M5S - che la ministra ometta che la determinazione dei Lea sono già di competenza dello Stato e rimangono di sua competenza esattamente come nella vigente Costituzione.
"Insomma, - spiega Pedicini - tante falsità che mettono in luce come anche sul tema della sanità questa riforma è solo un gran pasticcio che provocherebbe ulteriori conflitti di competenze Stato-Regioni. Se vincesse il Sì al referendum, ci sarebbe solo un piccolo ampliamento di competenze a favore dello Stato, ma nella sostanza tutto resterebbe come prima.
Questo perché non viene fatta la scelta di sancire con nitidezza che la gestione della sanità deve essere garantita dallo Stato invece che dalle Regioni, comprese le cinque a statuto speciale.
In tutti i modi - conclude il pentastellato -, anche se non sappiamo se le affermazioni della ministra siano frutto di ignoranza, malafede o di un bluff propagandistico, il 4 dicembre fermiamoli votando No".

Pubblicato in Politica

Chieti. “Non esiste nessuna assegnazione di contributo economico pari a 800.000,00 euro da destinare al progetto di consolidamento della balconata Loggia Amblingh di Vasto né tantomeno una priorità assoluta da parte del Servizio Difesa del Suolo della Regione Abruzzo”. Questa la notizia annunciata dal presidente della Commissione Vigilanza e consigliere regionale Mauro Febbo che precisa come “anche il sindaco Menna, seguendo le orme dell’assessore Paolucci e del Presidente D’Alfonso, annuncia una bugia.  Infatti – commenta Febbo- è lo stesso dirigente del Servizio, Luigi Del Sordo, a comunicare in una missiva, dopo mia personale richiesta di chiarimenti, ‘che la valutazione delle numerosissime richieste di finanziamento, sin qui pervenute, è in corso di svolgimento e, pertanto, non ha predisposto alcun atto di concessione in favore delle Amministrazioni comunali’. Sempre nella stessa lettera – spiega Febbo - il dirigente Del Sordo ricorda come l’assegnazione dei contributi economici da destinare alle amministrazioni comunali per la realizzazione degli interventi di mitigazione del rischio idrogeologico discende dai criteri fissati dal D.P.C.M. 28/05/2015. Ossia tutte le richieste, come stabilito in quel preciso Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, sono inserite nella piattaforma Repertorio Nazionale degli Interventi per la Difesa del Suolo (ReNDiS) e la loro ammissibilità viene stabilità attraverso una procedura di selezione che si basa su un sistema di punteggi e valori pesati prestabili dal decreto e da criteri deliberati dalla Regione Abruzzo che sono stati definiti solo a settembre 2016. Quindi – continua il presidente della Commissione Vigilanza – ad oggi il completamento consolidamento del costone orientale Loggia Ambligh risulta, si legge sempre nella nota del Dirigente, solo inserito nella piattaforma ReNDiS e, parimenti alle altre richieste, seguirà la procedura di selezione sopra richiamata. Oggi – sottolinea Febbo – non esiste nessuna assegnazione di contributo a favore del Comune di Vasto ma solo ed esclusivamente un inserimento in una lista dove tale intervento verrà vagliato, esaminato, selezionato e forse finanziato. Pertanto – conclude Febbo – invito sia le amministrazioni comunali sia l’esecutivo della Regione Abruzzo ad essere più responsabili e cauti prima di annunciare l’arrivo di certe somme a favore del dissesto idrogeologico poiché si rischia di innescare una inutile concorrenza tra varie problematiche territoriali. Ricordo che nel vastese vi sono molte criticità che aspettano da molto tempo sia risposte sia finanziamenti come le moltissime strade del vastese e il torrente Buonanotte tra Vasto e San Salvo”.

Pubblicato in Politica

Pescara. Manutenzione, vigilanza e controllo dello spazio urbano rappresentano le prime misure capaci di invertire il disagio percepito da parte della comunità cittadina e finalizzate a combattere le condizioni di insicurezza e di degrado che alimentano il malessere nei cittadini. Questo il quadro in cui si innestano le iniziative annunciate in conferenza stampa stamane volte a restituire decoro e serenità al vivere quotidiano e che, inevitabilmente, richiedono un preciso impegno da parte delle strutture comunali, dalle più esposte a quelle di supporto, dai settori interni alle realtà partecipate.
Alla conferenza stampa voluta dal sindaco Marco Alessandrini hanno preso parte il vice sindaco e assessore alla Manutenzione Enzo Del Vecchio, l'assessore al Decoro urbano Paola Marchegiani, l'assessore al Verde Pubblico Laura Di Pietro, i tecnici comunali dei settori competenti, il comandante della Polizia Municipale Carlo Maggitti con i responsabili di servizio di competenza, il direttore generale di Attiva Spa Massimo Del Bianco, la consigliera investita della problematica Lola Gabriella Berardi e il presidente della Commissione Ambiente Fabrizio Perfetto

“Il decoro, è un tema molto sentito dall'opinione pubblica, non è un caso che intorno a tale tavolo siano riuniti più settori, perché per manutenzione, vigilanza e controllo è necessaria un'azione integrata – così il sindaco Marco Alessandrini - Presentiamo oggi un piano da un lato di spazzamento ordinario e di pulizia straordinaria della città, per cui chiediamo la collaborazione piena dei cittadini, affinché le operazioni siano più incidenti e possano svolgersi al meglio.
Voglio anche ribadire un aspetto che mi sta molto a cuore che domani svilupperemo meglio nella road map del nostro piano sociale che comincia il suo corso. Non passa giorno che noi non facciamo sgomberi, lo facciamo per mantenere il decoro di alcune aree, ma è importante anche la prevenzione. Perché non fosse solo un’operazione di ordine pubblico dall'inizio di agosto abbiamo istituito le unità di strada, una task force che mette insieme Comune e associazioni e che interviene dando ascolto, assistenza, aiuto alle persone senza fissa dimora presenti in città. E abbiamo già avviato una situazione operativa per monitorare il fenomeno che è contenuto, ad oggi sono un centinaio le persone che lo alimentano, e favorire percorsi di inclusione sociale. Fenomeno su cui si può o si cerca di intervenire e che affrontiamo con il supporto del comparto sicurezza, per i risvolti di competenza. Domani saremo infatti in prefettura per stabilire una serie di azioni che si possono svolgere e che puntano tutte alla prevenzione e gestione anche sociale del degrado, coinvolgendo tutti i soggetti competenti”.

“In questi mesi abbiamo invitato i cittadini al rispetto delle regole, ora serve un cambiamento radicale che richiede una partecipazione concreta della comunità e il support della Polizia Municipale per quanto attiene la vigilanza urbana, una fase che sarà operativa da lunedì prossimo – dice l’assessora al Decoro Urbano Paola Marchegiani – Ora più che prima, “Facciamola Pulita”, questo lo slogan che accompagnerà la nostra azione. È tra lo straordinario e l'ordinario l'intervento per la pulizia della città che, per tutto il mese di novembre, impegna congiuntamente le squadre della municipalizzata Attiva e gli agenti della Polizia urbana. Straordinario perché comporta un'azione più intensa e visibile di un'unità di Attiva nel quadrilatero centrale della città. Straordinario anche e soprattutto perché inaugura un impegno comune dei settori e degli assessorati all'Igiene Urbana, alla Manutenzione e al Verde pubblico che, coordinandosi continuativamente, stabiliranno una prassi dalla quale si attende maggiore efficacia. L'unità 'speciale' di Attiva, incaricata della pulizia a fondo, dalle strade ai tombini, opera con l'ausilio della Polizia urbana, che vigila sul rispetto dei divieti di sosta temporanei collocati nei settori man mano interessati dall'intervento. C'è però anche dell'ordinario in questo intervento, soprattutto perché è l'occasione per avviare il lavoro della task force permanente istituita all'interno del corpo della Polizia municipale per supportare il lavoro di Attiva ma, più in generale, per vigilare sul rispetto delle norme sull'igiene urbana.
Quello della pulizia del suolo è un impegno particolarmente intenso per Attiva, coinvolgente il 40% del monte lavoro complessivo. Le caratteristiche di Pescara, il maggior centro commerciale/direzionale d'Abruzzo, impongono uno sforzo che, per portare a risultati soddisfacenti, necessita anche della massima collaborazione da parte della cittadinanza. Può sembrare poco rilevante ma, al contrario, crea problemi rilevanti il fatto che, nelle strade dove è istituito il divieto di sosta notturno (in termini di chilometraggio, il 12% di quelle cittadine), tale divieto venga disatteso: se vi è presenza di automobili, le squadre di Attiva non possono effettuare la pulizia integrale delle fasce stradali laterali, quelle dove si accumulano maggiormente materiali e dove sono collocati i tombini. È per questo motivo che, più intensamente nel mese di pulizia straordinaria ma in futuro con ordinarietà, le operazioni di Attiva, che si svolgono in orario notturno, saranno precedute dal controllo dei divieti di sosta da parte della Polizia municipale e dalla conseguente rimozione delle vetture in divieto. Per due settimane e fino a questo mercoledì 16 novembre, gli operatori di Attiva, durante i passaggi notturni standard sulle strade interessate dai divieti hanno posto sui parabrezza delle auto in sosta talloncini di avviso. Una forma di prevenzione messa in atto solo in questo periodo per sensibilizzare e accrescere l'attenzione. Da mercoledì in poi, nelle notti nei divieti, le vetture in sosta saranno multate e rimosse. Facciamola pulita. La nostra città merita rispetto e attenzione a partire dalle sue strade”.

“Per la prima volta si organizza un servizio in cui più elementi dell'Amministrazione collaborano per un risultato comune – aggiunge il direttore generale di Attiva Massimo Del Bianco - E' questa la strada maestra perché non si può pensare di lasciare solo ad Attiva la pulizia della città, noi facciamo un intervento giornaliero, quello che accade dopo non può dipendere solo da chi opera, ma anche da quanti vivono la città. Su richiesta dell'assessorato abbiamo fatto un programma articolato per il quadrilatero centrale. Poi ci sono i divieti di sosta programmati che riguardano tutta la città, con cui siamo operativi ormai da 5/6 anni, ma non abbiamo mai potuto garantire una piena efficienza perché troviamo le auto sulle strade a rendere complicatissima e la pulizia dei tombini e la rimozione delle foglie e dei rifiuti. Per agevolare questa collaborazione abbiamo anche pensato di predisporre un servizio che avvisa, meglio, ricorda in automatico le scadenze a chi si registra sul sito del Comune. Basta inserire nome, indirizzo e si riceverà un messaggio che inviterà a parcheggiare altrove per consentire le pulizie”.

“Piena disponibilità da parte della Polizia Municipale contro il degrado e per il decoro urbano – così il comandante Carlo Maggitti - Avremo due servizi dedicati, il Nucleo Ambiente e Polizia Amministrativa diretto dal Maggiore Adamo Agostinone e quello Sicurezza Urbana anti degrado e Polizia Giudiziaria guidato dal maggiore Danilo Palestini a cui si sommerà anche il servizio Viabilità e Sicurezza Stradale. Dovremo ricalibrare anche la nostra presenza su una fascia notturna che prima non riuscivamo a seguire. La collaborazione evita sanzioni per il divieto di sosta a cui si somma la rimozione dei mezzi. Ci organizzeremo per rendere al massimo diffusa la comunicazione, con la speranza dover ricorrere il meno possibile a ciò e favorire questa nuova fase di azione”.

“La città viene pulita costantemente con uno sforzo grande da parte dei settori interessati – concludono il vice sindaco Enzo Del Vecchio e l’assessore al Verde Pubblico Laura Di Pietro - All'ordinarietà aggiungiamo interventi ulteriori a cui si fonde ora un'azione sinergica, per cercare di fare interventi di pulizia a 360 gradi. In questo modo tutti i lavori che si dovranno fare su una strada, dalla pulizia al Verde, alla manutenzione, si concentreranno in un intervento. Noi vogliamo dare la massima trasparenza per informare su dove accadono le cose. A questo si aggiunge una maggiore attenzione al rispetto delle regole, con l’ausilio anche di telecamere in grado di rilevare chi evade le regole sui vari fronti”.







IL PROGRAMMA

Le linee prioritarie di intervento passano attraverso diversi settori:

Settore Polizia Municipale

Azioni a garanzia della sicurezza della circolazione e del decoro e lotta al degrado attraverso le seguenti azioni di vigilanza e controllo e di contrasto:
aree sensibili: “area di risulta”, “Piazza Muzii”, “Centro storico”, ecc.;
specifici luoghi della città (quartieri, caseggiati, stazioni, piazze, parchi pubblici, edifici abbandonati);
alla prostituzione;
al vandalismo;
all’accattonaggio molesto;
al danneggiamento al patrimonio pubblico e privato;
al consumo e spaccio di sostanze stupefacenti in aree pubbliche;
all’abusivismo commerciale e occupazione illecita di suolo pubblico;
al randagismo;
al fenomeno del bullismo e delle bande giovanili.

Società ATTIVA

Predisposizione di un programma dettagliato di interventi straordinari volti alla pulizia completa, anche con il coinvolgimento dei Settori della Manutenzione e del Verde del Comune, che pongano come bersaglio intere sezioni stradali, piazze, aree e/o edifici abbandonati di natura pubblica.

Settori Manutenzione e Verde

Le tante segnalazioni ed esigenze correlate alle criticità del territorio cittadino, verranno affrontate con un raccordo tra i diversi settori e i rispettivi assessori delegati al fine di poter individuare le priorità di intervento che tengano conto anche delle azioni di vigilanza/controllo/repressione posti in essere dagli atri Settori. Non più interventi a compartimenti stagni, ma azioni integrate al fine di rendere più capillare e durevole il risultato di tali azioni e ottimizzare al massimo le risorse disponibili.

Pubblicato in Politica

Pescara. "Leggo dalla stampa la protesta del consigliere Rapposelli circa l’assistenza specialistica per studenti disabili. Una protesta intempestiva, poiché l'Amministrazione Comunale, già dalla prossima settimana, ha ripristinato il monte ore precedente, cioè circa 11 ore settimanali pro-capite, per il servizio di assistenza specialistica per gli studenti disabili che frequentano gli istituti scolastici di secondo grado. Rapposelli sa perfettamente, visto che era assessore provinciale al ramo , che la funzione amministrativa in questa materia è stata trasferita dalla Provincia al Comune di Pescara solo nel luglio 2016: ciò ha comportato, per un tempo determinato, una riduzione delle ore. A seguito del lavoro svolto durante tutta l'estate dal personale dei Servizi sociali, coordinato dall'assessore Giuliano Diodati che mi ha preceduto, si è arrivati celermente all’espletamento della nuova procedura di affidamento. Il servizio è stato attivato garantendo una copertura media pari a 8,9 ore medie settennali pro-capite, sulla base delle risorse messe a disposizione dalla Regione. In considerazione delle esigenze evidenziate dai rappresentanti degli Istituti, dai genitori e dagli operatori, l’Amministrazione Comunale ha deciso di destinare al servizio anche la somma risultate dal 'ribasso d’asta' della procedura di gara, che ci ha consentito di garantire un’assistenza scolastica pari al 9,80 ore medie settimanali per studente. Avevo già preannunciato che avremmo aumentato di un’ulteriore ora settimanale l’assistenza, tornando al livello precedente di circa 11 ore settimanali, aumento che rappresenterà un vantaggio anche per gli operatori. Ma evidentemente Rapposelli preferisce fare sterili polemiche anziché informarsi. Invece di pensare ad affrontare il problema solo per i prossimi 30 giorni del 2016, si adoperi anche lui, come stanno facendo i consiglieri di maggioranza, affinché vengano stanziati fondi nel nuovo bilancio".


L’assessore alle Politiche Sociali
Antonella Allegrino

Pubblicato in Politica

Pescara. Con proprio decreto odierno il Presidente della Giunta regionale Luciano D’Alfonso ha disposto lo scioglimento degli organi di amministrazione del Consorzio di Bonifica Centro Bacino Saline, Pescara, Alento e Foro con sede in Chieti Scalo, e la contestuale nomina a Commissario regionale di Claudio Ruffini, componente della segreteria di presidenza. La durata dell’incarico – non rinnovabile – può estendersi fino a un massimo di 90 giorni.
Il decreto assegna al Commissario regionale il compito di provvedere alla piena collaborazione all’Amministratore giudiziario nello svolgimento dell’incarico allo stesso conferito dall’Autorità giudiziaria, alla gestione ordinaria e straordinaria dell’ente, nonché all’indizione delle elezioni entro e non oltre tre mesi dalla nomina.
“Accolgo questa nomina con spirito di servizio – ha commentato Ruffini – e rinuncio sin d’ora a qualsiasi tipo di emolumento per questa carica”. Ai Commissari regionali spetta un appannaggio pari al 50% dell’indennità percepita dai consiglieri regionali.

Pubblicato in Politica
Martedì, 15 Novembre 2016 00:00

Balducci replica a M5S sul PRP di Pescara

Pescara. "I “noti esperti” di portualità del M5S, Domenico Pettinari ed Erika Alessandrini, criticano il Piano regolatore del porto di Pescara promosso dalla Giunta D’Alfonso, il cui iter autorizzativo è sul filo del traguardo presso il Consiglio superiore dei Lavori pubblici".
Così in una nota Alberto Balducci, Vicecapogruppo del Pd in Consiglio Regionale, che aggiunge: "Vagheggiano di una supposta mancanza di “visione d’insieme” (?) e insinuano l’ipotesi di una possibile “invasione di Tir” tra Pescara e Civitavecchia, causata dal prolungamento dell’asse attrezzato fino allo scalo portuale. Se avessero riflettuto un attimo prima di scrivere, avrebbero capito che tale prolungamento serve proprio ad evitare il passaggio dei camion nel traffico cittadino! Quanto alla correttezza della procedura, è proprio per rispettare la legalità in ogni dettaglio che i tempi si sono protratti così a lungo: è da 49 anni, e precisamente dal 1967, che Pescara attende questo nuovo strumento. Domani in Consiglio regionale ci sarà la parola definitiva sull’intera vicenda. Questa amministrazione sta lavorando affinché tutto si svolga secondo la legge ma anche con la massima celerità, poiché la marineria e la cittadinanza non possono più attendere un’opera vitale".

Pubblicato in Politica

Lanciano. Durissimo il commento di CasaPound Italia alla notizia della convenzione stipulata dal Comune in accordo con la cooperativa Matrix, che ha in gestione il centro di accoglienza di Villa Elce, per l’impiego dei clandestini ospiti nel centro in lavori socialmente utili. “Siamo all’assurdo. E’ evidente ormai come contro ogni buon senso, che vorrebbe gli italiani al primo posto nelle politiche sociali e lavorative nella propria terra, si stia venendo a creare un vero e proprio canale privilegiato per l’avviamento al lavoro degli immigrati alimentato dall’enorme flusso di denaro che il governo devia dalla spesa sociale per alimentare un sistema, quello dell’accoglienza, che di fatto è un business per poche cooperative e privati”. Così Marco Pasquini, responsabile CasaPound Italia per la città di Lanciano, in una nota.

“La gratuità della prestazione lavorativa svolta dagli ospiti dei centri – prosegue Pasquini - che ricordiamo essere nella quasi totalità clandestini privi dei titoli per ottenere lo status di rifugiato, non per preferirli agli italiani per i lavori socialmente utili. Attraverso lo sportello lavorativo attivo presso la nostra sede, abbiamo potuto constatare come uno dei principali problemi riscontrati dai giovani per l’avvio al lavoro, sia la mancanza di formazione e di esperienza. Si puo’ stare certi che i corsi di ‘falegnameria e giardinaggio’ che gli immigrati frequentano, così come le ore di lavoro che andranno a svolgere, risulterebbero utili anche ai tantissimi nostri concittadini che non possono usufruire nella loro terra alle stesse opportunità riservate a chi vi sbarca da clandestino”.

Pubblicato in Politica
Pagina 1 di 5

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione