Articoli filtrati per data: Mercoledì, 16 Novembre 2016

Francavilla al Mare. Verrà presentato domani, 17 novembre, alle ore 19.30 nella Sala delle Tele del Museo Michetti, il libro di Glenn Cooper intitolato "Il segno della Croce" nell'ambito della rassegna di Noir Internazionale. L'Autore, dopo la sua visita dello scorso anno, sarà presente di nuovo a Francavilla, e verrà accolto dal Sindaco Antonio Luciani. L'appuntamento culturale di domani è particolarmente importante. Cooper, infatti, nel suo volume racconta approfonditamente di Francavilla e del primo cittadino Luciani dopo essere rimasto affascinato della cittadina durante la visita precedente.

Glenn Cooper rappresenta uno straordinario caso di self-made man. Dopo essersi laureato col massimo dei voti in Archeologia a Harvard, ha scelto di conseguire un dottorato in Medicina. È stato presidente e amministratore delegato della più importante industria di biotecnologie del Massachusetts ma, a dimostrazione della sua versatilità, è diventato poi sceneggiatore e produttore cinematografico. Grazie al clamoroso successo della trilogia della Biblioteca dei morti e dei romanzi successivi, si è imposto anche come autore di bestseller internazionali.

Pubblicato in Cultura e eventi

Ortona. Ascom attacca il Comune: 'Basta con le solite fiere. Si organizzino manifestazioni di interesse'.
“Maggiore attenzione per i settori del commercio e del turismo, con manifestazioni che fungano da attrattiva e che siano programmate ed organizzate insieme alle associazioni di categoria presenti sul territorio”. Ascom Abruzzo torna a sollecitare il Comune di Ortona e a darle la sveglia. Commercianti e operatori Ascom si sono riuniti in assemblea ad Ortona e hanno preso in esame una situazione ritenuta di stallo per il comparto e che, al momento, non trova alcun aiuto dall'amministrazione comunale. Gli imprenditori presenti all'incontro hanno ribadito la necessità, per Ortona, che si promuovano manifestazioni di qualità, che portino visitatori in città, che siano di richiamo per i consumatori, anche dell'hinterland. “Già nei mesi scorsi – afferma la presidente AscomAbruzzo di Ortona, Annamaria Tumbiolo – abbiamo ribadito al Comune la necessità di cambiamenti nell'ambito del commercio. Ma, nonostante tutto, sono stati emessi i bandi per le solite fiere ,con un sistema con cui l’amministrazione si lega totalmente al privato tanto da rendere difficoltoso anche per la stessa amministrazione poter organizzare manifestazioni. Nelle fiere organizzate fino ad oggi generalmente si trovavano prodotti di scarsa qualità e di alcun interesse. Questo tipo di politica – viene aggiunto – sta rovinando letteralmente le attività e sta allontanando i consumatori. Nonostante i nostril interventi e le nostre sollecitazioni l’assessorato al ramo fa orecchie da mercante disattendendo le richteste della categoria”, conclude la presidente Tumbiolo.

Pubblicato in Politica

L'Aquilla. Apprendiamo dalla stampa che nella seduta di ieri, mentre in Consiglio regionale il M5S era impegnato contro la legge denominata "marketta" e contro il nuovo PRP, la Giunta regionale, ha approvato una delibera, dal contenuto ancora sconosciuto, che prevede la costruzione in Project Financing di nuovi 5 ospedali a Vasto, Avezzano, Lanciano, Sulmona e, la ristrutturazione del plesso di Penne.
Un atto d’imperio che metterà in serio rischio i già precari conti del bilancio della nostra regione, infatti, come già denunciato dagli studi del M5S sulla proposta di project financing dell’ospedale di Chieti, i canoni che la Asl dovrà al privato costruttore schizzano alle stelle dal sesto/settimo anno in poi, quando i lavori sono ultimati e come spesso accade, i responsabili dell’approvazione del progetto non saranno più al loro posto e i futuri amministratori regionali ne dovranno pagare le conseguenze, come accade oggi in Veneto.
“Sia chiaro, non è un no alla costruzione di nuovi ospedali, è un no al ricorso alla procedura di Project Financing. La costruzione di ospedali in project financing è la peggiore abberazione di uno Stato che ha perso la capacità di amministrare. Una follia se si guarda alle esperienze disastrose di altre regioni, Veneto prima tra tutte, che a causa dei PF hanno dilapidato le risorse regionali per decenni!” commenta Sara Marcozzi “Regione Abruzzo ha nelle proprie disponibilità oltre 400 milioni di euro per l’edilizia sanitaria, provvedesse in autonomia alla costruzione degli ospedali di cui necessità”.
Non meno di una decina di giorni fa, la riunione convocata dal Presidente D’Alfonso, in cui chiedeva ai 4 Direttori ASL, al Capo Dipartimento della Sanità, uno screening del patrimonio immobiliare delle ASL.
“L’impressione è che questa Giunta stia costruendo una casa senza fondamenta” aggiunge Sara Marcozzi “le ASL hanno prodotto i rispettivi dossier? I direttori delle ASL, che sottoscriveranno i contratti di project financing hanno visionato le rispettive offerte? Quali saranno i servizi che verranno concessi alle società di progetto? A quali costi?” sono questi gli interrogativi che pone il Capogruppo M5S.
La concessione dei servizi come la radiologia e la medicina nucleare al privato, mette a serio rischio la qualità degli esami e la possibilità di eventuali risparmi futuri dovuti alle scoperte tecnologiche. Stesso concetto vale per le forniture medicali, la manutenzione degli apparecchi medici e la gestione dei laboratori, la fornitura di attrezzature medicali e degli arredi.
“Il M5S chiede che vengano analizzati con appropriatezza la contrattualistica, le ricadute economiche-finanziarie trentennali, il livello di qualità dei servizi offerti e i livelli occupazionali e contrattuali che la società di progetto si impegnerà ad attivare” conclude Marcozzi “è incomprensibile il silenzio delle categorie su cui impatterà fortemente questa delibera, dai medici agli infermieri, agli OSS alle associazioni."

Pubblicato in Politica

Pescara. Pescara capitale della tutela della biodiversità marina: il capoluogo adriatico ospiterà domani, venerdì 18 novembre, a partire dalle 9.30, negli spazi del Museo Colonna, la Conferenza finale del progetto “ADRIATIC + - Preservare l’ambiente e favorire lo sviluppo della blue economy”. L’appuntamento vedrà la partecipazione del sindaco Alessandrini, degli assessori Diodati e Di Pietro, dell’Autorità di Gestione del Programma Adriatic IPA, Paola Di Salvatore, della presidente dell’Ordine degli architetti, Laura Antosa, e del presidente del Comitato scientifico della Commissione baleniera internazionale, Caterina Fortuna. La Conferenza sarà seguita nel pomeriggio, nelle sale di Palazzo di Città, dal meeting di partneriato, cui prenderanno parte gli esperti e i ricercatori coinvolti nel programma di lavoro.

Il progetto ADRIATIC+: Sharing Marine and Coastal cross management experiences in the Adriatic basin, di cui il Comune di Pescara è capofila, nell' ambito del Programma di cooperazione transnazionale IPA ADRIATIC 2007/20013, ha rappresentato un’importante occasione di confronto con altri Paesi dell'Adriatico quali Croazia, Slovenia e Montenegro. Un’esperienza di primo piano - preceduta da quella avviata con il progetto NETCET “Network for the Conservation of Cetaceans and Sea Turtles in the Adriatic” - che ha visto la città adriatica punto di riferimento di un ampio e capillare piano di lavori finalizzato alla prevenzione dell’inquinamento, la tutela dell’ecosistema marino e la promozione della biodiversità quale elemento di valorizzazione territoriale per lo sviluppo di un turismo sostenibile.

“La Conferenza finale – spiega l’assessore alla Tutela del Mondo Animale Giuliano Diodati - racchiude in sé e tesorizza il lavoro avviato negli scorsi mesi dall’amministrazione comunale con il Coast day, la manifestazione svoltasi lo scorso luglio, che ha visto la partecipazione di Capitaneria di Porto, Wwf, Legambiente, Marevivo, Centro Studi Cetacei, Lega Navale Italiana, Spazio Donna Abruzzo e Club Acquatico, protagonisti insieme a noi di una serie di iniziative scientifiche e ricreative, chiusesi con il concerto della cantante Fiorella Mannoia. Siamo estremamente soddisfatti dei risultati raggiunti, consapevoli della delicatezza e dell’attualità di un tema, quale quello della salvaguardia del mare, su cui ci stiamo impegnando a tutto campo”.
Durante i lavori della Conferenza sarà illustrato lo studio di fattibilità realizzato nell’ambito del progetto che, in linea con il piano d’azione EUSAIR, definisce un Sistema di Supporto alle decisioni necessarie per l’adozione di misure tese ad attenuare le possibili minacce alla biodiversità marina e costiera. Alla fine della mattinata è prevista la cerimonia del passaggio di consegne dalla Città di Numana, partner del progetto, alla città di Pescara.

Al programma hanno collaborato la Fondazione CETACEA (IT), il Blue World Institute of Marine Research and Conservation, l’institute for Marine Biology of Montenegro, la Regione Marche,l’Istituto per la gestione delle acque , l’Istituto di oceanografia e della pesca, la Regione Emilia Romagna, la Regione Veneto, la Città di Numana, la Croatian Agency for the Environment and Nature, la Città di Venezia, l’ University of Primorska e l’Università di Padova.

Pubblicato in Cronaca
Mercoledì, 16 Novembre 2016 00:00

Sanità e robotica, convegno a Bruxelles

Bruxelles. Robotica, bioingegneria, economia delle reti e informatica al servizio dell'innovazione nei sistemi sanitari. Di questo si è parlato ieri a Bruxelles presso il Parlamento europeo durante una conferenza internazionale alla quale hanno partecipato esperti, ricercatori, medici, informatici e operatori che hanno presentato i propri studi e le proprio sperimentazioni.
"La quarta rivoluzione industriale è iniziata e sta già cambiando la nostra società - ha detto l'eurodeputato dell'Efdd-M5s Piernicola Pedicini che ha promosso e coordinato l'evento.
Ho voluto organizzare questo incontro - ha aggiunto - perché nei prossimi anni l'applicazione di queste nuove tecnologie cambieranno drasticamente la nostra vita. Toccherà a tutti noi essere capaci di non subire questi processi, ma piuttosto essere in grado di coglierne gli aspetti positivi per indirizzare la ricerca a vantaggio della salute e della qualità della vita dei cittadini. La conferenza di oggi - ha spiegato l'esponente del M5S - ha parlato della sanità del futuro sviluppando un confronto a più voci non solo sulla ricerca, le tecnologie, l´intelligenza artificiale e la robotica, ma anche sulle idee, sulle regole, sull'etica e sulle scelte politiche che dovranno governare questa evoluzione. Proprio per questo il Movimento 5 Stelle si sta occupando con molta attenzione di questo fenomeno e come coordinatore della commissione ambiente e sanità mi impegnerò affinché il Parlamento europeo avvii uno studio che si occupi di queste tematiche".
Alla conferenza è intervenuto anche il co-presidente del gruppo Efdd-M5s David Borrelli, in qualità di co-presidente e membro fondatore del gruppo di interesse sui 'Diritti dei pazienti e sanità transfrontaliera', nonché componente della commissione industria e ricerca del Parlamento europeo.
Per quanto riguarda gli altri relatori, sono intervenuti Gérald Cultot, rappresentante della Commissione europea, che ha presentato le opportunità di finanziamento nel settore sanitario e del programma per la ricerca dell'Unione europea Horizon 2020; la dottoressa Lidia Strigari, che dirige il laboratorio di fisica medica dell'Istituto Regina Elena di Roma e insegna all'Università Tor Vergata di Roma, che ha parlato di big data in sanità, di digitalizzazione di dati e di analisi dell'informazione; il dottor Paolo Rotelli, presidente del Gruppo Ospedaliero San Donato, fra i primi gruppi ospedalieri europei e il primo in Italia, con 18 ospedali di cui 3 oncologici; il professor Giuseppe Banfi, direttore scientifico dell´ospedale ortopedico Galeazzi di Milano e il dottor Pedro Berjano, direttore della Chirurgia vertebrale, che hanno presentato un sistema di stampa 3D, come perfetto esempio di interazione tra tecnologia e sanità; l'ingegner Fabrizio Renzi, esperto nel settore dell´ingegneria biomedica che oggi dirige le attività tecniche di IBM in Italia nel settore della tecnologia e dell´innovazione nel settore medico; il dottor Carlo Nitsch, professore associato presso il Dipartimento di matematica e applicazioni Caccioppoli dell'Università degli Studi di Napoli Federico II.
Inoltre, in una specifica sessione della conferenza, è stato dimostrato che l´innovazione nei sistemi sanitari può arrivare anche dagli animali e non solo dalla tecnologia. Infatti, è stato presentato uno straordinario progetto di ricerca che utilizza dei cani, opportunamente addestrati, che sono in grado di identificare la presenza di cancro alla prostata, annusando le urine del paziente, con un margine di errore vicino allo zero.
Il progetto è stato spiegato dal Maggior Generale Mario Alberto Germani, che dirige il servizio di Sanità e Veterinaria dell´Esercito italiano; il dottor Alessandro Liguori, amministratore delegato dell´istituto clinico Humanitas di Castellanza-Varese, un punto di riferimento mondiale per la ricerca sulle malattie legate al sistema immunitario; il dottor Gianluigi Taverna, responsabile dell´Unità operativa di Urologia di Humanitas, uno dei pionieri del trattamento della calcolosi reno-ureterale e della chirurgia robotica e il Tenente Colonnello Lorenzo Tidu, ufficiale veterinario dell'Esercito italiano che dal 2012 partecipa alla progettazione dello studio sull'impiego dei cani nella diagnostica clinica, in particolare del cancro prostatico attraverso le urine. In sala era anche presente Liu, uno dei due cani pastore addestrati per questa innovativa sperimentazione.
Alla conferenza hanno partecipato circa cento professionisti del settore, ricercatori, giovani medici e ingegneri che hanno raggiunto Bruxelles dall'Italia e dalla Romania, inoltre il convegno è stato diffuso in streaming in diretta video.

Pubblicato in Cronaca

Pescara. Operazione interforze stamane presso lo stabile della Tiburtina interessato dalla procedura fallimentare e rifugio di senza fissa dimora e tossici. La Polizia Municipale, con il supporto di Carabinieri e Polizia di Stato stamane ha agito nell'edificio meta di disperati e tossicodipendenti, effettuando controlli, sgomberi e bonifica dei luoghi dove stamane sono state trovate due persone accampate in una tenda, oltre a un gran quantitativo di rifiuti e materiali accatastati.
Sul posto erano presenti anche operatori e mezzi di Attiva per la bonifica dell’area da rifiuti e materiale di risulta. All’operazione ha assistito anche il curatore fallimentare della Mediterranea Life, Luca Cosentino per le procedure di competenza della proprietà. Una volta liberato da persone e cose l’edificio potrà essere messo in sicurezza in modo da non essere più violato.

“Voglio ringraziare il comparto sicurezza a cominciare dalla Polizia Municipale, che ha risposto alla nostra richiesta di intervento a tutela dell’ordine e incolumità pubblica – così il sindaco Marco Alessandrini – Una risposta anche alla comunità, che più volte ci ha segnalato la situazione su cui siamo riusciti ad intervenire grazie alla sinergia con Prefettura e Questura. Oltre lo sgombero, abbiamo chiesto alla proprietà di mettere in sicurezza l’area perché le presenze che occupavano alcuni luoghi dell’edificio con tende e traffici di cui le forze dell’ordine stanno accertando la natura, non lo violino di nuovo.
Non solo repressione, diverse sono le situazioni simili segnalate in città. Con la Polizia Municipale le stiamo monitorando, insieme al Settore Sociale del Comune vogliamo concepire un intervento che non sia solo repressivo, per arrivare al cuore del fenomeno e per cercare di dare un tetto possibile e opportunità inclusive anche a chi vive per strada. Sicuramente non sarà facile, ma è uno scatto necessario per conoscere meglio questa realtà e affrontarla senza subirla: accanto alle pattuglie della Municipale che opereranno sgomberi vogliamo far agire le unità di strada, composte da personale comunale del sociale e proveniente dalle associazioni che conoscono e lavorano su questa dimensione.
Lo abbiamo già fatto quest’estate per le aree di risulta, preso stileremo un programma a cui sta già lavorando l’assessore alle Politiche Sociali Antonella Allegrino che ha potuto fare una prima mappatura delle situazioni registrate e concepire un’azione integrata”.

Pubblicato in Cronaca

Milano. Il progetto ludico-didattico promosso dal Pastificio Rana, si rivolge ai bambini delle scuole dell’infanzia e primarie e mette in palio dotazioni sportive e una visita al Pastificio Rana per le classi vincitrici. Inoltre per ogni bambino che partecipa, Giovanni Rana donerà, attraverso il Banco Alimentare, un piatto di pasta alle persone più bisognose.
16 novembre 2016 - Come spiegare ai bambini i principi di una sana alimentazione e l’importanza di saper variare i cibi, mangiando anche quelli che di solito non gradiscono?
A rispondere è il Pastificio Rana con “Cosa c’è di buono oggi?”, il progetto ludico-didattico di educazione alimentare rivolto alle scuole elementari e per la prima volta anche a quelle materne.
Tutti i nutrizionisti ribadiscono che l’educazione alimentare pone le sue basi già nell’infanzia, con l’abitudine alla varietà del cibo, all’assaggio curioso, al gusto di sapori diversi, da maturare prima di tutto in famiglia. Poi, i più grandi imparano, con l’aiuto dell’educazione alimentare in classe, a leggere l’etichetta degli alimenti, a verificare la provenienza dei prodotti, a osservare l’elenco degli ingredienti.
“Cosa c’è di buono oggi?” si occupa di tutto questo in modo nuovo e originale, proponendo ai bambini una prospettiva insolita: quella del processo di produzione dei cibi che vengono loro serviti in tavola. Processo raccontato in modo giocoso attraverso una divertente favola adatta alla loro età, che ha come protagonista il Mago Giovanni e i suoi aiutanti.
Il progetto è dedicato ai bambini dai 3 agli 8 anni: un percorso didattico in continuità dalla Scuola dell’infanzia alla terza classe di Scuola primaria. Per stimolare la curiosità dei più piccoli, educando il loro “gusto” alla varietà, qualità e sicurezza alimentare, l’iniziativa prende spunto dalla storia del processo di produzione della pasta fresca e ripiena che i bambini trovano pronta in tavola.
Tutte le classi che ne hanno fatto richiesta riceveranno un kit didattico con attività ludico-educative da svolgere in classe e un libro da leggere con la famiglia a casa dove i bambini diventano protagonisti, insieme ai loro coetanei Lello, Noa e Linda, di una storia divertente, saporita e profumata: quella della preparazione di un piatto di pasta fresca ripiena.
All’iniziativa è legato anche un grande concorso: per partecipare le classi sono invitate a raccontare quello che hanno fatto i bambini nella “cucina” del progetto a scuola e a casa, “mettendo in tavola” i racconti nel modo che preferiscono: dallo scrapbook al racconto, dall’album fotografico ai disegni, dalle filastrocche a un breve video. In palio per i primi classificati delle scuole primarie una visita allo stabilimento Rana di San Giovanni Lupatoto e una dotazione sportiva per la scuola per un valore di 1.500 euro. Per le prime tre scuole dell’infanzia invece animazioni teatrali presso la scuola sul tema del progetto e dotazione per la psicomotricità per un valore di 500 euro.
Inoltre per ogni bambino che prenderà parte al concorso, il Pastificio Rana donerà un piatto di pasta alle persone meno fortunate attraverso il Banco Alimentare. Partecipate quindi numerosi perché insieme la gioia è due volte buona!
Dopo “Fantavventure a tavola” dedicato ai bambini della Scuola Primaria e “Buon Appetito Mondo”, il progetto a supporto del messaggio EXPO 2015 rivolto al primo triennio di Scuola Primaria e alle classi del secondo ciclo, la nuova iniziativa 2016-2017 conferma l’impegno del Pastificio Rana nella diffusione di una corretta cultura alimentare
Visita il sito www.rana.it
Per informazioni: Alessia Benenti – La Fabbrica – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. – 02/485411

Pubblicato in Cultura e eventi

Chieti. Dopo il successo della mostra all'aurum, visionata anche da Matteo Renzi, si terrà martedì 22 novembre alle ore 16 e 30 presso il Museo Barbella di Chieti, l'inaugurazione della seconda Esposizione annuale di fotografia a tema Autoriscattiamoci.

La manifestazione è stata organizzata dal Prof. Massimo Pasqualone e da Claudio Cecamore per IRDI destinazionearte.it
In mostra, dal 22 al 26 novembre : Massimo Losacco – Assunta Nespoli – Sara Forlivesi- Luciano Forlivesi- Liberata Mizzoni-Claudio Cecamore-Gianni Iovacchini-Massimiliano Ranuio-Andrea Bottini-Giovanna Di Vito-Domenica Di Vito-Remo Cutella-Ivo Ortombrina-Romano Paolini-Aldo Santullo-Rossella Caldarale-Giancarlo Micaroni-Norma Legnini-Filomena Grasso-Rosalba Labricciosa-Donato Labricciosa-Carlo Cattaneo-Fabrizio Salvatore-Maria Stella Polce-Loredana Bruno-Rocco Scattino-Vito Sforza-Angelo Di Pilla-Antonina Orlando-Armosino De Luca-Mauro D’Astolfo-Claudia D’Atri-Lolli Turchi-Francesco Liberatore-Giovanni Orlandi.

Pubblicato in Cultura e eventi
Mercoledì, 16 Novembre 2016 00:00

Pescara, attività storiche: cerimonia all'Aurum

Pescara. Si svolgerà giovedì 17 novembre dalle ore 15,30 presso la Sala Tosti dell’Aurum la consegna dei riconoscimenti per le Attività storiche cittadine. Alla consegna saranno presenti l’assessore alle Attività Produttive Giacomo Cuzzi e il presidente della Commissione Commercio Piero Giampietro, con la partecipazione di rappresentanti delle associazioni di categoria: Confartigiananto, Casa, Cna, Confcommercio e Confesercenti.
“Giovedì torneremo a consegnare i riconoscimenti per le domande acquisite nei mesi scorsi e come sempre abbiamo predisposto un nuovo bando per le targhe che consegneremo per il nuovo anno – illustra l’assessore Giacomo Cuzzi – Questa cerimonia vuole restituire alle attività commerciali che accompagnano la storia della città da tanti anni, una testimonianza di ringraziamento da parte dell’Amministrazione. Si tratta di un modo per costruire e promuovere la memoria di attività che hanno costruito la storia commerciale della città, offrendo alla comunità un pezzo della propria storia ed esperienza professionale.
Da parte dell’Amministrazione è un modo per dire grazie a imprenditori che hanno avuto una lunga vita commerciale, sono diversi i requisiti per candidarsi, fra cui quello di essere attività che esercitino nell’ambito del Comune di Pescara da almeno 35 anni dalla data del primo rilascio dell’autorizzazione, in continuità gestionale, i cui locali abbiano accesso dall’area pubblica, o che ospitino delle testimonianze culturali o storiche di pregio, o, ancora, abbiano, nel caso di farmacie e tabaccherie titolo commerciale di persistenza dell’attività sul territorio.
Per questo abbiamo inoltrato nei mesi scorsi l’invito a rispondere numerosi al bando che si è chiuso lo scorso 15 novembre e ci auguriamo che tanti altri operatori commerciali della nostra città potranno anche loro restituire alla comunità la propria storia raccontandola alla cerimonia di consegna delle targhe, uno scambio simbolico e anche di grande emozione”.

Pubblicato in Cultura e eventi

Ortona. I finanzieri dellaTenenza dellaGuardia di Finanza di Ortona, al Comando del Luogotenente Virgilio Cornacchio, nell’ambito di specifiche attività informative volte al contrasto dell’evasione fiscale e degli illeciti che provocano nocumento alla spesa pubblica nazionale, hanno portato a compimento una vasta ed articolata indagine di polizia tributaria con l’esecuzione di una verifica fiscale nei confronti di un’associazione senza fini di lucro operante nel campo della Pubblica Istruzione. L’attività ispettiva ha permesso di appurare e dimostrare l’uso distorto della qualifica di associazione quale schermo giuridico per celare una vera e propria attività commerciale.
Invero, le scuole - paritarie e accreditate - gestite dall’associazione svolgevano una mera attività commerciale con fini di lucro attraverso l’occultamento all’erario di una massa imponibile pari a circa 250.000,00 euro, recuperata a tassazione.
Le attività investigative hanno permesso, altresì, di riscontrare l’impiego irregolare del personale scolastico docente e ausiliario che ha lavorato nelle strutture scolastiche, senza regolare assunzione. Sono state segnalate le relative posizioni alla competente Direzione territoriale del lavoro per il giusto inquadramento normativo. Nel passato, la scuola era stata già condannata per utilizzo di personale “in nero”.
Gli ulteriori approfondimenti indagativi hanno evidenziato la quasi totale mancanza dei requisiti previsti dalla normativa per il riconoscimento della parità scolastica, nonché dell’accreditamento delle strutture, riconoscimenti che danno diritto ad accedere ai contributi pubblici erogati dal MIUR e dalla Regione Abruzzo per la gestione delle scuole ed il miglioramento dell’offerta formativa.
La trasversalità delle investigazioni, nel settore della spesa pubblica, ha permesso, inoltre, di individuare comportamenti illeciti più complessi mediante ottenimento di contributi pubblici indebiti per circa 185.000 euro.
Dell’accaduto sono stati informati sia la Procura Regionale della Corte dei Conti nonché gli Enti erogatori dei contributi al fine di procedere al recupero di quanto illecitamente percepito dalle strutture e, contestualmente, alla revoca dei riconoscimenti concessi.
In conseguenza di quanto sopra sono state deferite all’Autorità Giudiziaria, a vario titolo, 13 persone, tra le quali i gestori dell’associazione e i Funzionari Pubblici preposti alla vigilanza in merito alla regolarità della gestione delle scuole.
Il risultato di servizio conferma l’elevato livello di attenzione della Guardia di Finanza del Comando Provinciale di Chieti,diretto dal Colonnello Serafino Fiore,a tutela delle Entrate e della Spesa Pubblica ove si persegue l’obiettivo di salvaguardare il corretto impiego dei fondi pubblici.

Pubblicato in Cronaca
Pagina 1 di 2

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione