Articoli filtrati per data: Mercoledì, 02 Novembre 2016

Sulmona. Inserito tra le prime dieci opere finaliste della sezione “Saggistica” tra le cinquanta pervenute , con diritto a partecipare alla cerimonia di premiazione, il libro Tony Del Monaco - un Artista in punta di piedi dedicato al grande cantautore di Sulmona ha conquistato, sabato 29 ottobre, l’8° posto assoluto nel corso della X edizione del Premio Letterario Città di Castello 2016 – Sezione Saggistica.

La manifestazione, organizzata dall’Associazione Culturale Tracciati Virtuali, ha goduto del patrocinio della Regione Umbria, della Provincia di Perugia, del Comune Città di Castello, dell’Università per Stranieri di Perugia, della Società Dante Alighieri e di numerosi altri partner.

La cerimonia si è svolta presso la Sala degli Specchi del Circolo Tifernate “Accademia degli Illuminati” in Palazzo Bufalini e vi hanno preso parte numerose autorità, i finalisti delle tre diverse sezioni in concorso, giornalisti, mass media e un pubblico numeroso.

L’autorevole giuria che ha scelto e premiato la splendida biografia dedicata al primo interprete de La voce del silenzio nonché autore de L’ultima occasione e di tanti altri successi era così composta: Alessandro Quasimodo (scrittore, attore, regista), Claudio Pacifico (Ambasciatore d’Italia), Enzo Decaro (attore, regista e sceneggiatore, già componente del Trio La Smorfia con Massimo Troisi e Lello Arena), Alessandro Cecchi Paone (giornalista, conduttore di programmi televisivi, scrittore, docente universitario), Anna Kanakis (attrice, scrittrice), Alessandro Masi (segretario generale della Società Dante Alighieri, docente universitario), Alberto Stramaccioni (giornalista, docente universitario, già parlamentare), Daniela Lombardi (giornalista, scrittrice, sceneggiatrice).

Dunque, ancora un meritato riconoscimento fuori Abruzzo per gli autori del volume, Giancarlo Colaprete e Fernando Fratracangeli (Direttore del mensile di cultura musicale e collezionismo RAROPIU’), nonché per il Presidente del Nomadi Fans Club di Sulmona - Vincenzo Bisestile che, con grande impegno, stanno cercando di riportare al meritato splendore e alla conoscenza delle nuove generazioni la carriera di una delle più belle voci del panorama musicale italiano di tutti i tempi.
Sembra quasi di riascoltare il monito vibrante pronunciato da Alberto Moravia in occasione dei funerali di Pier Paolo Pasolini: “Abbiamo perso un Poeta!”. La storia tristemente dimostra come un artista, sotto qualunque forma eserciti l’arte, dopo la sua morte possa essere “perso” una seconda volta, esattamente quando viene relegato nell’oblio con il concreto rischio che vi resti per sempre.
Il libro in memoria di Antonio Ferdinando Del Monaco, meglio conosciuto con il nome d’arte Tony Del Monaco, nelle intenzioni dei suoi Autori vuole scongiurare tutto questo ma è necessaria la collaborazione soprattutto dei cittadini di Sulmona e delle Istituzioni politiche e culturali peligne e abruzzesi, ossia di coloro che insieme al cantautore ovidiano dovrebbero rivendicare con orgoglio l’appartenenza ad un popolo fiero e di saldi valori. Gli stessi di cui Del Monaco fu degno alfiere nel mondo per più di venticinque anni.

A ritirare il premio è stato Giancarlo Colaprete che, intrattenendosi con i membri della giuria e i vincitori delle altre sezioni del concorso nella conviviale seguita al termine della premiazione presso l’Hotel Garden di Città di Castello, ha osservato che Tony Del Monaco, ragazzo di provincia trasferitosi a Roma degli anni del boom economico in Italia, poi affermatosi in ogni parte del mondo come cantante, a suo modo potrebbe costituire un esempio di quelle Metamorfosi che nel 2017 andranno a celebrarsi a Sulmona in onore di Ovidio, a duemila anni dalla morte del Poeta dell’Amore. Tra l’altro Del Monaco seppe interpretare in parole e musica valori universali ed in continuo divenire: l’amore gioioso per la vita (Se la vita è così), sentimentale per una donna (E’ più forte di me, Vita mia, L’ultima occasione), nostalgico per la propria madre e la propria città di origine (A Maria), il dolore razionale per … l’amore che passa (Cronaca di un amore, Amore Amaro scritta per Annie Girardot), l’amore per una persona cara persa (La voce del silenzio).

Particolare curioso il fatto che durante la conviviale l’Autore ha ricevuto i complimenti di due conterranei presenti, uno di Pratola l’altradi Sulmona, i quali hanno mostrato grande piacere nell’apprendere che è stato proprio un peligno ad incaricarsi di ricordare Tony.

Con il Premio Città di Castello, la biografia Tony Del Monaco - un Artista in punta di piedi consegue il sesto successo in poco meno di un anno in ciascuno dei concorsi letterari italiani a carattere internazionale a cui ha preso parte: Firenze, Pontremoli, Cattolica, Montefiore, Porto Venere. Senza dimenticare il WorldBook di Pesaro di alcune settimane fa in cui gli Autori sono stati espressamente invitati a ripresentare il loro libro, giudicato non comune quanto a profondità d’indagine, capacità ricostruttiva e corredo documentario. Di estremo interesse anche il sito www.tonydelmonaco.it.

Pubblicato in Cultura e eventi

Pescara. 4° appuntamento della 51ª Stagione Concertistica 2016/2017 della Società del Teatro e della Musica

Venerdi 4 novembre alle ore 21
sul palcoscenico del Teatro Massimo si esibirà un ensemble fra i più promettenti in Italia

QUARTETTO NOÛS
Tiziano Baviera, violino
Alberto Franchin, violino
Sara Dambruoso, viola
Tommaso Tesini, violoncello

che ha ricevuto nel 2015 dal Teatro La Fenice di Venezia il Premio "Arthur Rubinstein - Una Vita nella Musica" per essersi rivelato nel giro di pochi anni una delle formazioni più promettenti della musica da camera italiana e vinto nello stesso anno il Premio “Piero Farulli”, assegnato alla migliore formazione cameristica emergente nell’anno in corso, nell’ambito del XXXIV Premio “Franco Abbiati”, il più prestigioso riconoscimento della critica musicale italiana.

In programma l'esecuzione delle seguenti musiche:
A. Webern “Langsamer Satz”
L. Janácek Quartetto n. 2 “Lettere intime”
J. Brahms Quartetto n. 1 in do min. op. 51

Noûs (nùs) è un antico termine greco il cui significato è mente e dunque razionalità, ma anche ispirazione e capacità creativa. Il Quartetto Noûs, formato da quattro giovani musicisti italiani, nasce nel 2011 all’interno del Conservatorio della Svizzera Italiana di Lugano. Frequenta l’Accademia “Walter Stauffer” di Cremona nella classe del Quartetto di Cremona, la Musik Akademie di Basilea nella classe del M° Rainer Schmidt (Hagen Quartett) e si perfeziona con Aldo Campagnari (Quartetto Prometeo) e Hatto Beyerle (Alban Berg Quartett). E' vincitore del primo premio al Concorso Internazionale “Luigi Nono” di Venaria Reale e al XXI "Concorso Internazionale Anemos" di Roma. Nel 2014 gli viene conferita la menzione d'onore nell'ambito del "Sony Classical Talent Scout" di Madesimo. Riceve dal Teatro La Fenice di Venezia il Premio "Arthur Rubinstein - Una Vita nella Musica" 2015 per essersi rivelato nel giro di pochi anni una delle formazioni più promettenti della musica da camera italiana. Nel 2015 si aggiudica il Premio “Piero Farulli”, assegnato alla migliore formazione cameristica emergente nell’anno in corso, nell’ambito del XXXIV Premio “Franco Abbiati”, il più prestigioso riconoscimento della critica musicale italiana. Si è esibito per le più importanti istituzioni musicali nazionali ed estere. Nel 2013 è stato quartetto in residence al “Festival Ticino Musica” di Lugano. Dal 2015 partecipa al progetto “Le Dimore del Quartetto” dell’Associazione Piero Farulli in collaborazione con Associazione Dimore Storiche Italiane.

Segnaliamo il prossimo appuntamento:
11 novembre Stefan Milenkovich, violino

Pubblicato in Cultura e eventi

Chieti. 2 novembre. Anche la P.A Teate Soccorso, dopo il sisma che ha colpito il centro Italia, è presente nei territori coinvolti con un equipaggio, tra cui una psicologa, e un mezzo sanitario.

Dare un supporto psicologico e logistico -spiega Francesco Sciarra, consigliere di Anpas regionale, nonché presidente dell'associazione- è fondamentale in questo momento di sconforto per chi ha perso la propria casa e i ricordi di una vita. Particolare attenzione è rivolta verso i bambini, infatti la nostra missione è donare qualche momento di spensieratezza e di sorriso ai più piccoli, per aiutarli a superare il trauma del terremoto.

Inoltre, spiega il Consigliere Regionale, siamo presenti per dare anche un supporto logistico in coordinamento con ANPAS Abruzzo, appartenente alla colonna mobile di cui l'associazione fa parte.

La P.A. Teate Soccorso già in precedenza si è dimostrata parte attiva nelle varie emergenze mettendo in campo Volontari e Mezzi.

L'Associazione resta comunque a disposizione con un equipaggio sanitario per eventuali criticità e per i cittadini della provincia di Chieti, nell'espletamento dei servizi sanitari programmati.

Pubblicato in Cronaca

Pescara. Nel primo di oggi pomeriggio il sindaco Marco Alessandrini ha ricevuto via messaggio le scuse da parte dell’autore del finto avviso di chiusura delle scuole, che ha affermato che si era trattata solo di una goliardata, anche se il suo post ha destato molto scompiglio durante la mattinata fra genitori e social network.
Dopo aver parlato anche con i genitori di questi, il sindaco ha deciso di non procedere con la denuncia, con l’auspicio che una situazione simile non venga a ripetersi, per buona pace delle famiglie pescaresi e soprattutto per il rispetto di quanti stanno vivendo in maniera diretta la paura e i disagi del terremoto nelle proprie terre d’origine.

Pubblicato in Cronaca

Pescara. L’evento conclusivo delle iniziative per il Mese dell’Affido e dell’Accoglienza previsto per domani, giovedì 3 novembre, è stato rinviato a mercoledì 14 dicembre 2016.
Si tratta della piéce teatrale “Fidarsi è bene...”, che andrà in scena alle ore 17,00 al Mediamuseum, Sala Flaiano. Uno slittamento dovuto al fatto che gli ultimi avvenimenti legati al terremoto hanno interessato gli attori che avrebbero dovuto realizzare lo spettacolo, ed è quindi stato necessario rinviare l’evento previsto per la giornata di domani.

Il programma prevede i saluti istituzionali del sindaco Marco Alessandrini, dell’Assessore Regionale alle Politiche Sociali Marinella Sclocco e e dell’Assessore comunale alle Politiche Sociali Antonella Allegrino.
Lo spettacolo è a cura di Maria Grazia Liguori e Francesco Calandra.
Ingresso gratuito.

Pubblicato in Cronaca

Chieti. “A seguito dei sopralluoghi effettuati presso i plessi scolastici di competenza comunale di Chieti per verificare la presenza di eventuali lesioni o dissesti dovuti agli eventi sismici del 30 ottobre, il Dirigente del V Settore, Ing. Paolo Intorbida, dopo aver ricevuto dai tecnici le risultanze delle ispezioni, ha rimesso una relazione su tali esiti”.
Lo rende noto il Sindaco di Chieti, Umberto Di Primio, dopo aver ricevuto dal Dirigente del V Settore Lavori Pubblici del Comune di Chieti, Ing. Paolo Intorbida, l’esito del sopralluoghi condotti da personale tecnico del Settore Lavori Pubblici e dai tecnici della A.Ge.Pro presso le scuole comunali di ogni ordine e grado (Asili Nido, Scuole dell’Infanzia, scuole primarie e secondarie di primo grado).

Non sono state riscontrate lesioni o cedimenti tali da non consentire l’utilizzo degli immobili ad eccezione di alcune criticità nell’area esterna della Scuola elementare e materna Madonna del Freddo e in un locale archivio della Scuola Media “Chiarini”.

In particolare, presso la Scuola Madonna del Freddo è stata riscontrata una leggera inclinazione su un muretto di recinzione realizzato con mattoni in tufo e posto al di sopra di un muro di sostegno. Si interverrà con una recinzione per mettere in sicurezza l’accesso alla scala di sicurezza della scuola.
Presso la Scuola media Chiarini si sono evidenziate lievi fessurazioni su dei tramezzi relativi ad un locale adibito ad archivio e un bagno per persone diversamente abili.
Si procederà, pertanto, all’interdizione dei locali da parte dei fruitori della scuola.

L’Assessore ai Lavori Pubblici, Raffaele Di Felice, continuerà a tenere sotto costante monitoraggio la situazione nelle scuole comunali predisponendo ulteriori verifiche oltre quelle già effettuate.

Pubblicato in Cronaca

Pescara. “Si comunica che nella mattinata di oggi, a seguito della segnalazione degli Agenti della Capitaneria di Porto avvenuta intorno le 10,30, è stata riscontrata la rottura di uno degli impianti di sollevamento della condotta fognaria di Capacchietti con conseguente sversamento dei reflui al fiume".
"La situazione è stata subito comunicata all’ACA per gli interventi del caso. Sono infatti in corso le attività di manutenzione straordinaria per ripristinare il normale funzionamento dell'impianto”.

Pubblicato in Cronaca

Teramo. Lo scorso 13 ottobre c.a., l’Istituto Nazionale per la Guardia d'Onore alle Reali Tombe del Pantheon di Roma, nella persona del suo Presidente, il Capitano di Vascello (ris.) dr. Ugo d’Atri, ha nominato il giornalista Walter De Berardinis, ai sensi dell’art. 29 dello statuto, Commissario della delegazione di Teramo.
Il 4 novembre prossimo, in occasione della Giornata dell'Unità Nazionale e delle Forze Armate, le G.d.O. di Teramo sfileranno in corteo a Giulianova; mentre sabato 12 novembre, a Villa Paris di Roseto degli Abruzzi, prenderanno parte alla 5° edizione “per non dimenticare” in ricordo dei martiri di Cefalonia.
L’Istituto è un Ente Morale sotto la vigilanza del Ministero della Difesa. Dalla sua fondazione è sempre stato presieduto da un ufficiale effettivo (in ausiliaria, della riserva o in congedo). Attualmente il Presidente è il Capitano di Vascello Ugo D’Atri. Gli effettivi: l’Istituto ha attualmente circa 4000 soci in Italia e all’estero
L’Istituto nacque durante il regno di S. M. VITTORIO EMANUELE II, primo Re d’Italia, un gruppo di ufficiali fondò associazioni di veterani delle guerre d’Indipendenza. Alla morte del Sovrano, il 9 gennaio 1878, per tener viva la devozione e la riconoscenza all’Augusta Casa di Savoia, tali associazioni decisero, sul loro onore, di fare la guardia alla venerata spoglia mortale del “Padre della Patria”, e di organizzare un servizio di Guardia alla Sua sepoltura al Pantheon di Roma. S. M. UMBERTO I approvò tale decisione il 18 gennaio 1878. Nel 1900, purtroppo, si rese necessario erigere nel Pantheon un secondo monumento funebre per onorare il secondo Re d’Italia, assassinato a Monza il 29 luglio di quell’anno. In conseguenza di ciò gli statuti furono modificati e le Guardie d’Onore estesero il loro servizio alle due Tombe Reali delle LL. MM. VITTORIO EMANUELE II “Padre della Patria” e primo Re d’Italia ed UMBERTO I, secondo Re d’Italia.

Pubblicato in Cronaca

Chieti. L’Assessore alla Pubblica Istruzione, Giuseppe Giampietro, rende noto che, presso i 4 nidi comunali di Chieti, da novembre 2016 a febbraio 2017, si terrà un corso di formazione intensivo a carattere teorico-pratico sul tema “La competenza emotiva nel lavoro di equipe: verso la costruzione di una nuova pedagogia della condivisione”.
Il corso, promosso dall’ Assessorato alla Pubblica Istruzione, coinvolge tutti gli educatori dei Nidi e sarà tenuto dallo psicoterapeuta e pedagogista Stefano Cristofori che, da alcuni anni, svolge un’ importante attività di ricerca, formazione e consulenza nel mondo dei servizi sociali e dei servizi educativi per l'infanzia, su tematiche di grande interesse ed utilità pratica. Il corso approfondisce aspetti relativi alle dinamiche del lavoro in equipe e dell’agire formativo fondato da esperienze maturate in più di 20 anni di attività professionale.
Obiettivo del progetto è quello di promuovere la costruzione e il miglioramento delle competenze emotive e sociali necessarie per lavorare insieme e poter sviluppare una pedagogia della condivisione più efficace, ponendo sempre più in evidenza l’intelligenza relazionale ed emotiva nel lavoro di equipe.

Pubblicato in Cronaca

Pescara. Con la partecipazione speciale del Presidente del Consiglio Matteo Renzi che, per la prima volta da premier, sarà in città per inaugurare un evento di grande spessore culturale, giovedì 10 novembre si alza il sipario sul FLA Pescara Festival. Il festival delle letterature, giunto alla sua XIV edizione, animerà fino a domenica 13 novembre i luoghi del centro storico e tanti altri spazi di Pescara.
Anteprime nazionali, presentazioni degli ultimi successi editoriali da parte degli autori, una sezione speciale di narrativa dedicata ai talenti abruzzesi, letture, interviste e commenti dei testi. E poi concerti, reading teatrali, incontri sul giornalismo, sul fumetto e sulla poesia, degustazioni di vini e prodotti tipici abruzzesi e uno spazio riservato ai bambini.

Il #FLA16, che si terrà da giovedì 10 a domenica 13 novembre, è organizzato da Mente Locale con il contributo del Comune di Pescara e il patrocinio della Provincia di Pescara e della Regione Abruzzo. Fondamentale come sempre il sostegno dei partner privati, che hanno consentito di dare al festival progettualità e solidità, grazie alla loro presenza costante negli anni e alla loro carica propositiva: a partire dal main sponsor Deco, che ha realizzato quest'anno la street library, la piccola biblioteca di strada in cui sarà possibile lasciare in dono o prendere in prestito un libro durante il festival, e poi il Città Sant’Angelo Village, Marifarma, Casal Thaulero, Mercedes Barbuscia e, da quest'anno, Lea & Flò.
Il programma completo del FLA Pescara Festival 2016 è stato presentato questa mattina in conferenza stampa da Vincenzo D’Aquino, direttore del FLA e titolare di Mente Locale e da Luca Sofri, direttore artistico del FLA e direttore de “Il Post”. All’incontro sono intervenuti Giovanni Di Iacovo, fondatore del FLA e assessore alla Cultura del Comune di Pescara, il sindaco di Pescara Marco Alessandrini, l’assessore ai Grandi Eventi del Comune di Pescara Giacomo Cuzzi e Valentina Di Zio, responsabile relazioni esterne del main sponsor Deco Spa.
Tutti i dettagli degli oltre 150 appuntamenti, quasi tutti a ingresso gratuito, sono consultabili sul sito www.pescarafestival.it ma anche sulla pagina Facebook “FLA Pescara Festival” e sul profilo Twitter @PescaraFestLett.

Il FLA Pescara Festival 2016 vedrà la partecipazione di personaggi di primo piano della letteratura e del giornalismo, ma anche della musica e del fumetto: da Giovanni Floris, Eugenio Finardi, Marco Tardelli, Mario Calabresi e Sofia Viscardi a Susanna Tamaro, Marco Malvaldi, Gipi, Paolo Crepet e Gianrico Carofiglio, passando per Pete Best, Goffredo Fofi, Sergio Staino e Giuseppe Civati.
Gli incontri si alterneranno nei luoghi simbolo del centro storico di Pescara quali Museo delle Genti d’Abruzzo, Casa d’Annunzio, Bagno Borbonico, Auditorium Petruzzi e Circolo Aternino, dove le librerie La Feltrinelli e Primo Moroni cureranno il bookshop del festival al primo piano, ma tanti altri appuntamenti si svolgeranno in spazi diversi della città come la centralissima piazza Salotto, il mercato coperto di piazza Muzii, l’Aurum, il cinema teatro Circus, il Matta in via Gran Sasso e perfino in spazi più piccoli come il circolo Arci “Babilonia” di via Campobasso o il Soham Centro Yoga di Corso Vittorio Emanuele II. Eventi speciali animeranno infine il Città Sant’Angelo Village e il Lea&Flo Palace a Città Sant’Angelo.

LE 9 SEZIONI DEL FLA
Per il quinto anno il FLA si avvale della collaborazione di Luca Sofri, che ne cura la direzione artistica. La rassegna, oltre ad un una ricca serie di eventi speciali, si snoda in 9 sezioni, ognuna con il suo curatore: “Prisma italiano” a cura di Massimiliano Panarari, “Questa (non) è una fiaba” a cura di Paolo Di Paolo, “A ruote spiegate” a cura di Alessandro Ricci, “Indie” a cura di Letizia Di Girolamo, “Playlist” a cura di Fabio Ciminiera, “Conflitti” a cura di Jenny Pacini, “Olis” a cura di Michele Meomartino, “FLA Kids” a cura di Barbara Magliani e “FLA Comics” a cura di Raffaella Massacesi.

I BIG DEL FLA GIORNO PER GIORNO
Per la prima volta nella storia della nostra regione, un evento culturale nazionale sarà inaugurato dal Presidente del Consiglio: Matteo Renzi, ospite dell’associazione Mente Locale, sarà protagonista dell'iniziativa di apertura, in programma giovedì 10 novembre alle ore 18 al teatro Circus. Nella sua prima visita da premier a Pescara, Renzi sarà intervistato dal direttore de “Il Post” Luca Sofri. L’incontro è gratuito.
Sono tantissimi gli autori di fama nazionale e internazionale che presenteranno i propri libri freschi di stampa al #FLA16. Nella prima giornata di giovedì 10 novembre, il giornalista e conduttore di La7 Giovanni Floris presenta in anteprima nazionale il suo nuovo romanzo “Quella notte sono io”, sviscerando il tema della violenza a scuola. Marco Malvaldi parla del ciclo giallo del BarLume e della compagnia di pensionati che fa da cornice alle investigazioni. Fabio Celenza svela come nascono i suoi doppiaggi sincronizzati di Mick Jagger, Keith Richards e degli altri protagonisti dei video più folli di YouTube. Francesco Costa, autore di cronache sulla campagna elettorale americana, commenta a caldo cosa è successo negli States. Luigi Di Fonzo (giornalista “Il Centro”) allieta i lettori con il racconto dei dieci episodi del fumetto “Andrea Pazienza, il mio nome è Pentothal”, Nadia Terranova con “Casca il mondo” insegnerà ai bambini che cos’è il terremoto.
Tra i nomi di punta della seconda giornata del #FLA16, venerdì 11 novembre, citiamo il direttore del quotidiano “La Repubblica” Mario Calabresi, lo scrittore Andrea Bajani, il campione del mondo di Spagna ’82 Marco Tardelli che in “Tutto o niente” racconta la sua storia alla figlia Sara e infine il sociologo Paolo Crepet con le sue riflessioni e provocazioni sull’uso delle nuove tecnologie raccolte in “Baciami senza rete”.
Giornata ricca di appuntamenti sabato 12 novembre. Gianrico Carofiglio presenta la sua epopea sanguinosa di una mafia straccione intitolata “L’estate fredda”, Corrado Formigli racconta l’Isis, l’Iraq e la Siria, il deputato leader di Possibile Giuseppe Civati presenta il suo volume “Cannabis, dal proibizionismo alla legalizzazione”, Luca Sofri racconta cosa succede al giornalismo. Tra gli incontri con gli scrittori di grido citiamo Susanna Tamaro, Giorgio Fontana (premio Campiello 2014), Marco Ferrante e Paolo Zardi. In calendario le conferenze spettacolo di Raffaele Tovazzi “Il fare impresa come epica contemporanea” e di Franco Liuzzi “La storia di Carosello”, e gli incontri con la bicycle ambassador olandese Patricia Van Wachthendonk e con il primo batterista dei Beatles Pete Best. Sabato 12 novembre in programma anche l'appuntamento al Mercato di Piazza Muzii con la youtuber milanese Sofia Viscardi e quello al Lea&Flo Palace di Città Sant’Angelo con il conduttore Matteo Osso.
L’ultima giornata del #FLA16, domenica 13 novembre, si apre con primo batterista dei Beatles, Pete Best, che suonerà "Love me do", il primo grande successo dei Fab Four, assieme a un ensemble di 100 batterie nella suggestiva cornice di Piazza della Rinascita. In cartellone anche Gigi Riva con “L’ultimo rigore di Faruk”, lo sceneggiatore Bepi Vigna, il saggista Goffredo Fofi. Spazio al fumetto con Gipi e Sergio Staino, creatore del personaggio di Bobo e nuovo direttore de L’Unità. Al Città Sant’Angelo Village interviene la regina del fantasy italiano Licia Troisi, mentre l’evento di chiusura del FLA Pescara Festival è il concerto-intervista di Eugenio Finardi.

MOSTRE E READING DEL #FLA16
Oltre agli incontri con gli autori di fama nazionale e internazionale il #FLA16 darà spazio anche alle mostre: “Stoner” all’Alviani Art Space, la prima mostra d’arte contemporanea ispirata all’omonimo romanzo di John Williams; “Pete Best & i Beatles” presso la Sala Favetta del Museo delle Genti d’Abruzzo e “Binari fantasmi” di Gaetano De Crecchio a Casa d’Annunzio. Tra le reading ricordiamo l’esibizione di Franca Minnucci, quella di Alessandra Racca e “Nebbia. Un’orazione civile”, con Cinzia Pietribiasi, Pierluigi Tedeschi e un cameo di Giovanni Di Iacovo. Attesissimi gli spettacoli “Noi tre”, “Prima che il tempo finisca,” “Naufragi”, “Chiedete di Camilla Lopez” e “Caprò”. A pagamento gli appuntamenti “Scarabocchi” (10 euro) e “La Pasqua bassa” di Antonio Del Giudice (8 euro).
A consolidamento della sua identità di festival catalizzatore delle manifestazioni culturali più vive del territorio, il FLA Pescara Festival presenta anche quest’anno una serie di appuntamenti in collaborazione con IndieRocket Festival, John Fante Festival, MAGfest, Love hotel festival e Satyricom Festival.

LA PRESENTAZIONE DEL #FLA16
“Nei quattro giorni del festival – ha detto il sindaco Marco Alessandrini durante la conferenza stampa di presentazione del #FLA16 – Pescara diventa teatro di anteprime nazionali grazie a una manifestazione che abbiamo visto bambina e che oggi vogliamo accompagnare verso la maggiore e età e verso nuovi traguardi”. “Mi emoziona – ha aggiunto l’assessore alla Cultura Giovanni Di Iacovo, fondatore del festival – vedere come una passione di poche persone legata ai libri sia cresciuta fino a intercettare il massimo della cultura nazionale, trasformando Pescara in un luogo di ritrovo di scrittori e scrittrici italiane. Il FLA negli anni è diventato uno degli appuntamenti più partecipati della Regione riuscendo a fare rete con la bellezza e l’intelligenza”.
Il Comune di Pescara quest’anno ha finanziato il FLA Pescara Festival con una parte della tassa di soggiorno. “Come avevo garantito – ha rimarcato l’assessore ai Grandi eventi Giacomo Cuzzi – la tassa di soggiorno servirà a finanziare eventi di qualità come il FLA. La partecipazione del premier all’inaugurazione è un aspetto straordinario poiché proietta questa manifestazione alla ribalta della cronaca nazionale”. Tra gli sponsor Valentina Di Zio della Deco spa ha già garantito la propria partecipazione anche per il prossimo anno.
Il direttore artistico del FLA Pescara Festival, Luca Sofri, evidenzia “il lavoro di contaminazione” alla base del festival. “Negli anni – ha spiegato – è stata ampliata, arricchita e variata l’offerta, stando sempre intorno al mondo della cultura e dei libri, ma cercando di occuparci di tutto ciò che rappresenta in modo non polveroso e paludato la cultura contemporanea. Cerchiamo di avvicinare le istituzioni: due anni fa con la partecipazione di Dario Franceschini, l'anno scorso lavorammo per avere il presidente della Rai Maggioni e quest'anno avremo il premier Matteo Renzi. Per noi è una gratificazione che il governo del Paese decida di venire a inaugurare il FLA, questa visita è un riconoscimento da tenere caro per capire ciò che è diventato il FLA. Credo che abbiamo fatto e stiamo facendo una cosa bella e importante per questa città e per questa regione, di cui vado fiero”. “Il festival – ha concluso il direttore Vincenzo D’Aquino – è un patrimonio importantissimo dell’Abruzzo, grazie ai suoi oltre 150 appuntamenti suddivisi in 4 giorni e alle persone vicine al FLA che rappresentano tanti mondi e idee differenti con cui ci piace interagire”.

CENE E APERITIVI LETTERARI
Il #FLA16 è anche una gioia per il palato. Dal 10 al 13 novembre si rinnova l’appuntamento con le cene a tema letterario e menù fisso nei ristoranti più rinomati di Pescara Vecchia. Inoltre, nei giorni del festival, a partire dalle 19, sarà possibile gustare al Caffè Letterario in via delle Caserme un calice di vino Casal Thualero accompagnato da specialità enogastronomiche abruzzesi in compagnia degli autori del festival: un aperitivo letterario impreziosito dal sax di Piero Delle Monache e dalle letture di Marco Paparella ispirate ai libri e agli autori del FLA (costo 7 euro).

I CONTEST
Gli amanti della lettura possono partecipare anche a due contest collegati con il FLA Pescara Festival. “Message in a bottle” consente, tramite il sito del festival, di inviare una domanda al proprio autore preferito e vincere la possibilità di incontrarlo nel backstage. Mentre con “Click&Outlet” si vincono buoni acquisto al Città Sant’Angelo Village, raccontando un libro attraverso una foto e contribuendo, nello stesso tempo, all’acquisto di un defibrillatore semiautomatico per la Croce Rossa Italiana - Comitato di Penne. La premiazione ci sarà domenica 13 novembre.

VOLONTARI
Il vero motore del #FLA16 sono gli oltre 70 ragazze e ragazzi che ogni anno collaborano volontariamente e gratuitamente al Festival: alcuni di loro rinnovano ogni anno il loro sostegno tornando anche da fuori regione per partecipare alla manifestazione. Novità dell'edizione 2016 è la presenza dei richiedenti asilo del centro di accoglienza Excelsior di Montesilvano all'interno dello staff del FLA.

Pubblicato in Cultura e eventi
Pagina 1 di 3

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione