Articoli filtrati per data: Giovedì, 24 Novembre 2016

Pianella. Sabato 26 novembre alle ore 17.00 nell'ambito della quinta edizione de L'Autunno Culturale ideata dall'avv. Loris Di Giovanni della Pro Loco di Pianella, responsabile provinciale cultura dell'UNPLI, presso il Museo Paparella Treccia di Viale Regina Margherita a Pescara, ci sarà la presentazione del libro "La rivolta di Castelli" di Elso Simone Serpentini, Artemia Edizioni. Ai saluti del Dott. Augusto Di Luzio, Presidente della Fondazione Paprella Treccia, seguiranno quelli del Presidente Provinciale dell'UNLI Nazareno Di Giovanni e del presidente della Pro Loco Ostia Aterni Gaetano Ranalli. L'attrice Franca Minnucci e l'autore del romanzo si alterneranno in letture sceniche del testo. Di Giovanni, autore anche della prefazione del volume, modererà la serata, che si concluderà con una visita alla mostra "Michele Cascella opere dal 1907 al 1941 tra Filippo De Pisis e Maurice Utrillo" e alla collezione permanente delle antiche maioliche di Castelli donate dal professor Paparella.
Un romanzo storico che riporta le lancette del tempo a trecento anni fa, al 3 agosto dell'anno 1716, a Castelli. Qui i cittadini, non solo i vasari e i maiolicari contrari a che il Marchese della Valle Siciliana, Don Ferdinando Paolo Alarçon y Mendoza, si appropriasse di tutti i proventi dell’odiata tassa sulle maioliche, si rivoltarono contro gli uomini in arme inviati a far rispettare un’imposizione ritenuta ancor più ingiusta di tanti altri balzelli. Non erano ancora maturate le idee di libertà, di eguaglianza e di fraternità che 73 anni dopo portarono alla Rivoluzione Francese, ma c’erano la rabbia contro un potere arrogante e insopportabile, un senso di rivolta contro una tassa odiata e ritenuta ingiusta.
La tassa sulle maioliche, che il Marchese della Valle Siciliana voleva esigere interamente a proprio beneficio, era un vero e proprio attentato per l'economia delle tante piccole botteghe artigiane già costrette ad affrontare un difficile momento economico e un mercato diventato asfittico.
Erano insopportabili anche la durezza e la crudeltà di Don Girolamo Oddoni, Erario del Marchese, chiamato sprezzantemente “il gobbo di Isola”, che a suo nome e per suo conto affliggeva con una continua esazione di tasse e di balzelli e rinchiudeva nelle sue carceri indistintamente colpevoli e innocenti, rei e testimoni, tenendoli alle catene a morire di stenti.
Quando, quel 3 agosto 1716, si presentarono a Castelli gli uomini del Marchese, una masnada di sgherri, scherani, sbirri e briganti calabresi, per sottomettere i riottosi Reggenti dell'Università e i popolani renitenti all'obbedienza e alla sudditanza, la ribellione scattò inesorabile.
Gli uomini del Marchese vennero respinti, sconfitti, sbaragliati, gli scontri furono aspri e cruenti e la vittoria arrise, almeno momentaneamente, ai castellani, guidati dal loro artista ceramista più rinomato e destinato alla celebrità: Francescantonio Grue.
Il ricordo della ribellione è restato nei secoli, a testimoniare l'ansia di riscatto di una comunità che trovò la forza di opporsi all'ingiustizia e a chi voleva imporla con la prepotenza e con l'imperio.
Nella narrazione della rivolta che Elso Simone Serpentini fa della vicenda, viene utilizzata una forma che si rifà al genere del romanzo storico e risulta perciò più avvincente di quanto potesse essere un saggio abbarbicato a documenti - peraltro scarsi - a note a pie' di pagina e a noiose considerazioni.
La rivolta di Castelli diventa così nelle pagine di Serpentini materia viva - basata su precisi riferimenti di persone, luoghi, fatti, attinti dal catasto onciario e da precisi riferimenti forniti dal ceramologo Diego Troiano che ha collaborato con l'autore - interessante nella ricostruzione di avvenimenti e di atmosfere di un passato ormai lontano trecento anni, che però è più vicino a noi di quanto possa apparire.

Pubblicato in Cultura e eventi

Cepagatti. Parte oggi, giovedì 24 novembre, la seconda Missione Umanitaria Internazionale nell'ambito del Progetto #Humanity4Refugees.
Una delegazione di Volontari del Comitato della Croce Rossa Italiana di Cepagatti (tra cui il Presidente Constantino Camblor) partirà alla volta della Grecia per consegnare ai colleghi della Croce Rossa Ellenica il ricavato della raccolta fondi effettuata lo scorso luglio in collaborazione con la Provincia di Pescara.
Il denaro sarà utilizzato per l'acquisto di sacchi a pelo da destinare ai bambini rifugiati che si trovano accampati al confine tra Grecia e Macedonia in attesa di poter raggiungere altre Nazioni.
Ricordiamo che il Progetto #Humanity4Refugees nasce con l'intento di fornire aiuto concreto alle migliaia di profughi che, a causa di persecuzioni, conflitti e povertà, sono state costrette ad abbandonare la propria Terra.
Da qui,lo scorso giugno, era partita la prima Missione da parte del Comitato CRI di Cepagatti che aveva consegnato ai colleghi Ellenici circa 5 tonnellate di materiali, perlopiù generi alimentari destinati ai bambini.
Oltre ad un aiuto concreto, il Progetto si pone l'obiettivo più ampio di sensibilizzazione verso il problema dei Profughi. Per questa ragione lo scorso luglio è stata organizzata una mostra fotografica presso il Palazzo della Provincia di Pescara, con gli scatti di quanto fatto e visto nel corso della Missione.
Per l'inaugurazione della mostra il Presidente della Provincia di Pescara, Antonio Di Marco, ha invitato tutti i Sindaci ricadenti nel suo territorio, invitando gli stessi a fare una donazione per l'acquisto di latte in polvere per i bambini presenti nei campi Greci.
Con il passare dei mesi, però, le esigenze sono cambiate e, visto l'approssimarsi dell'inverno, la Croce Rossa Greca ha segnalato l'urgente necessità di sacchi a pelo, per riscaldare soprattutto i più piccoli.
La richiesta è stata, ovviamente, accettata dal Presidente Camblor che, in accordo con il Presidente Di Marco, destinerà i fondi raccolti per l'acquisto di quanto richiesto.
"I bambini da sempre sono al centro delle attività messe in campo dal Comitato di Cepagatti e rappresentano per noi una priorità assoluta. Non è un caso, infatti, che a pochissimi giorni dal sisma del 24 agosto, ci siamo impegnati per l'allestimento di una ludoteca presso il campo di accoglienza di Grisciano. Un'iniziativa prontamente ripresa successivamente da altri Comitati in occasione del secondo sisma di ottobre". Spiega il Presidente Camblor che aggiunge: "Purtroppo la situazione dei bambini profughi in Grecia è davvero critica e le foto presentate nella mostra organizzata a luglio ne sono una testimonianza. Ma se a giugno era difficile, ora, con l'approssimarsi dell'inverno, diventa ancora più complicata".
Chiusa questa seconda Missione resterà comunque aperto il Progetto #Humanity4refugees.

Pubblicato in Cronaca

Francavilla al Mare. Si estende la rete di contatti a disposizione dei clienti Enel Energia: è stato inaugurato questa mattina il nuovo Punto Enel Partner di Francavilla al Mare, in via Nazionale Adriatica 58. Ad inaugurare i nuovi uffici sono stati il sindaco Antonio Luciani e il responsabile Punti Enel Partner Umbria, Abruzzo e Molise Giuseppe De Renzis.

Il nuovo Punto Enel ha previsto anche uno spazio dedicato alla mobilità a zero emissioni: venerdì 25 e sabato 26 novembre, nel piazzale antistante la sede del Punto Enel sarà possibile effettuare test drive di auto e bici elettriche messe a disposizione da Enel Energia. L’iniziativa permetterà a tutti i cittadini di provare la guida a “zero emissioni”. Inoltre è stata presentata anche la nuova offerta E-GO ALL INCLUSIVE che comprende l’acquisto di una Nissan Leaf, con batteria da 30 kWh e autonomia di 250 km, la box station per la ricarica e l’App E-GO dedicata al servizio di ricarica in modalità “digital”.

Presso il Punto Enel, aperto dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 13 e dalle 15:30 alle 19:30 e il sabato dalle 9 alle 13, sarà possibile aderire alle offerte di Enel Energia, ricevere risposte in merito a tutte le questioni legate alla propria fornitura e usufruire delle proposte sull'efficienza energetica con soluzioni innovative chiavi in mano, dal fotovoltaico ai condizionatori, dal solare termico alle lampadine a led, dalle caldaie a condensazione alle biciclette elettriche. Una serie di proposte “smart” improntante a innovazione e sostenibilità.

"Con l'inaugurazione del punto Enel di Francavilla - ha affermato Giuseppe De Renzis - proseguiamo nel lavoro di radicamento sul territorio per essere sempre più vicini ai cittadini, sia nell'attività di assistenza sia nella proposta di opportunità di risparmio in bolletta luce e gas sia di soluzioni per l'efficienza energetica".

Pubblicato in Cronaca

Penne. Unire le forze e creare un unico organismo per la rappresentanza, con questo obiettivo è nata nel giugno 2013 l’Alleanza Cooperative Italiane Abruzzo, il coordinamento regionale che unisce le tre sigle più rappresentative del mondo cooperativo: Agci, Confcooperative e Legacoop.
“La nascita dell’Alleanza rafforza il grande albero della cooperazione per coordinare l’azione di rappresentanza nei confronti del Governo, del Parlamento, delle istituzioni europee e regionali e delle parti sociali. Con l’Alleanza le cooperative italiane potranno meglio contribuire a dare impulso alla creazione di nuova imprenditorialità e di nuova occupazione nel nostro Paese -dichiara Fernando Di Fabrizio, Presidente dell’Alleanza Cooperative Italiane Abruzzo”.
“Già da diversi anni –prosegue Di Fabrizio- collaboriamo dando vita ad iniziative progettuali importanti e l’Assemblea vuole suggellare la nostra unione in maniera ancora più significativa perché per la prima volta tutti i cooperatori delle tre Centrali si riuniranno per discutere del futuro della rappresentanza del movimento cooperativo e di temi fondamentali per lo sviluppo del nostro territorio: welfare, energia, ambiente, agricoltura, cultura e turismo”.
Interverranno all’Assemblea il Presidente Nazionale dell’Alleanza Cooperative Italiane, Rosario Altieri, il Presidente Nazionale di Legacoop, Mauro Lusetti, il Presidente dell’Alleanza Cooperative Italiane Abruzzo Fernando Di Fabrizio, il Presidente di Agci Abruzzo Antonio Lucidi, il Presidente di Confcooperative Abruzzo Massimiliano Monetti, il Vice Presidente della Regione Abruzzo, Giovanni Lolli, l’Assessore Regionale ai Lavori Pubblici, Urbanistica, Parchi, Riserve e Montagna Donato Di Matteo, il Direttore del Dipartimento Turismo, Cultura e Paesaggio Giancarlo Zappacosta, il biologo Osvaldo Locasciulli, il prof. Bernardino Romano dell’Università de L’Aquila, il responsabile di AGCI nel settore finanza e internazionalizzazione Gabriele Isacco, il Sindaco di Penne, Mario Semproni e l’Assessore alle Attività Produttive del Comune di Penne Gilberto Petrucci.

Pubblicato in Economia

Milano. Diventato ormai un appuntamento imperdibile per i podisti veronesi e non solo, arriva la 39° edizione della Marcia del Giocattolo, l a tradizionale corsa dell’8 dicembre, organizzata dall’Associazione Straverona e patrocinata dal Comune di Verona, Assessorato allo Sport e Tempo Libero. Quest'anno partner d'eccezione è Legnoland di Globo, brand diventato il portavoce italiano in Europa del “Giocattolo lento”, un giocattolo che accende l'immaginazione dei bambini per esprimere la propria personalità e, perchè no, per imparare e crescere giocando.
Come ogni anno la Marcia del Giocattolo si conferma un evento dalla forte valenza sociale. E proprio un mattoncino del brand veronese sarà protagonista di un progetto di beneficienza, “Un mattoncino per Amatrice”, per supportare la raccolta di fondi destinati all’Associazione “Amatrice l’alba dei piccoli passi”. Si tratta di un’associazione del territorio con l’obiettivo di dare supporto ai bambini che hanno vissuto l’esperienza traumatica del terremoto tramite l’attivazione di programmi di accoglienza e specifici programmi terapeutici per superare il trauma e riprendere la vita quotidiana. Quest'anno, infatti, tutti i partecipanti - chi corre e chi cammina – porteranno per tutto il percorso l’Allegro mattoncino Legnoland di Globo fino all’arrivo in Piazza Bra a Verona, dove verrà costruito simbolicamente un edificio. I partecipanti potranno scegliere tra due percorsi: quello piano da 5 km che si snoda nel centro della città e quello di 12 km collinare, che porta a godere della bellissima vista sopra Verona. E per chi vorrà partecipare in modo ancora più originale, potrà vestirsi da giocattolo o da personaggio dei cartoni animati prendendo così parte alla 2° Toys Run che metterà in palio quattro premi: al miglior costume maschile, al miglior costume femminile e ai due migliori gruppi. Spazio anche ai più piccoli con la 6° edizione della Corsa di Santa Lucia, organizzata in collaborazione con l’Assessorato all’Istruzione del Comune di Verona. I bimbi delle scuole dell’infanzia e della primaria (i nati dal 2006 al 2013) partecipano al percorso intorno all’Arena e, insieme ai genitori, alla Staffetta Genitori&Figli: un genitore raggiungerà il proprio bimbo a metà percorso e insieme taglieranno il traguardo. Il tutto sotto la Stella, simbolo del Natale a Verona. Un’atmosfera magica si diffonderà in Piazza Bra per tutta la giornata dove cori natalizi faranno da sottofondo musicale e l’arrivo di Santa Lucia con l’asinello farà vivere ai bimbi una giornata speciale donando loro un giocattolo di Globo. I fondi raccolti durante tutta la giornata verranno inviati ad Amatrice per la ricostruzione, confermando così l'importanza della Marcia del Giocattolo che non vuole essere una semplice corsa ma una vera giornata all'insegna della solidarietà. Per tutte le informazioni visitare www.straverona.it/marcia-del-giocattolo-2/

Pubblicato in Cultura e eventi

Pescara. In occasione della celebrazione dei 50 anni di attività del WWF Italia, sabato 26 novembre alle ore 11 presso la sala Figlia di Iorio della Provincia di Pescara avrà luogo il convegno "La sostenibilità nell'Antropocene" che verrà aperto dai saluti del Presidente della Provincia Antonio Di Marco e del Vicepresidente WWF Italia, Dante Caserta.

L'evento, moderato dal delegato WWF Abruzzo Luciano Di Tizio, vedrà la partecipazione del Sottosegretario Regionale con delega all’Ambiente Mario Mazzocca che interverrà sul tema "Le strategie dell’Abruzzo per l’adeguamento ai cambiamenti climatici".

Seguirà Gianfranco Bologna, direttore scientifico WWF Italia, su "Cambiamenti climatici e sesta estinzione di massa: cosa possiamo fare", sottolineando l'emergenza causata dai cambiamenti climatici e dalla progressiva perdita della biodiversità, di cui la collettività ormai sta prendendo consapevolezza.

Recentemente il Congresso Geologico Internazionale ha formalizzato l'esistenza di un nuovo periodo nella scala geologica, chiamato Antropocene, nel quale viviamo dalla metà del secolo scorso e caratterizzato dal rimodellamento del pianeta che stiamo determinando con un'attività maggiormente improntata sull'ecologia.

Pubblicato in Cronaca

Pescara. “Il Governo boccia completamente la linea politica di D’Alfonso ed il suo progetto di  trasferire l’autorità portuale a Civitavecchia. Adesso è ufficiale che i porti di Pescara e Ortona restano sotto l’Autorità di Ancona. A sancire questa decisione è lo stesso ministro Delrio attraverso una lettera, tenuta fino ad oggi segreta, indirizzata direttamente al nostro presidente della Regione Abruzzo”. Questo il primo commento del Presidente della Commissione vigilanza Mauro Febbo e del capogruppo consiliare di Forza Italia, Lorenzo Sospiri dopo aver preso contezza della missiva in oggetto. “E’ veramente imbarazzante – continuano Febbo e Sospiri -  la posizione sia di D’Alfonso sia del suo delegato ai trasporti Camillo D’Alessandro che vengono smentiti direttamente dal ministro dopo che in questi mesi hanno ostinatamente portato avanti il progetto di trasferire e collegare i nostri maggiori porti all’Autorità portuale di Civitavecchia con poca accortezza e lungimiranza come da noi sottolineano e documentato in più occasioni.  Infatti – spiegano Febbo e Sospiri – nella stessa nota scritta dal Ministro Del Rio si legge come ad oggi ‘ non sembra che vi siano le condizioni per il trasferimento dei porti abruzzesi di Pescara e Ortona dall’Autorità portuale di Sistema portuale del mare Adriatico centrale all’Autorità di sistema portuale del Mar Tirreno centro-settentrionale, data anche la mancanza di contiguità dei porti in parola’. Sostanzialmente è la conferma di quanto messo in evidenza da noi in questo ultimo periodo  – proseguono i Consiglieri di Forza Italia – il Governo nazionale (come pubblicato anche sul Sole 24 Ore) punta da tutt’altra parte per favorire lo sviluppo delle banchine dell’adriatico. Ancora una volta la Giunta D’Alfonso pecca di scarsa programmazione, disegnando strategie che appaiono inefficaci per lo sviluppo dell’Abruzzo. Decisioni che, torniamo a ribadirlo, vengono prese senza condivisione con i territori e i portatori di interesse. Adesso siamo proprio curiosi di capire cosa risponderà a Delrio quando solo una settimana fa era venuto in Abruzzo a parlare di viabilità ma con  in tasca una pesante lettera (e ci chiediamo se l’avrà consegnata a mano?) dove si mette nero su bianco il secco diniego del Governo centrale al progetto abruzzese propenso verso l’autorità portuale di Civitavecchia. Pertanto – concludono Febbo e Sospiri – visto che l’esecutivo regionale non ha voluto ascoltare le nostre costruttive osservazioni auspichiamo che adesso la finisca di svolgere la politica dell’annunciopoli poiché nei prossimi mesi purtroppo vedremo smentire sistematicamente anche tanti altri cantieri promessi come Ospedali, Autostrade, trascollinari, funicolari e nuove strade.”

Pubblicato in Politica

Fossacesia. Il Comune di Fossacesia, anche quest’anno, ha aderito alla Giornata mondiale per l'eliminazione della violenza contro le donne indetta dall'ONU, adottata anche dal Dipartimento per le Pari Opportunità, che si terrà domani venerdì 25 Novembre. Per l’occasione l’Amministrazione Comunale ha deciso di realizzare in Piazza Fantini una mostra fotografica finalizzata a sensibilizzare sul tema della violenza contro le donne e soprattutto a promuovere e far conoscere il numero antiviolenza e stalking 1522, al quale le donne possono rivolgersi per chiedere aiuto. In caso di maltempo la mostra si svolgerà presso il teatro Comunale Nino Saraceni In contemporanea, l’Associazione Libera un Libro di Fossacesia, in accordo con il Comune, esporrà sulle scale della Piazzetta dei Lettori e della fontana delle 5 Cannelle delle scarpette rosse, elemento ormai diventato simbolo contro la violenza sulle donne, che chiunque liberamente potrà deporre in segno di condanna verso gesti aberranti praticati sulle donne.

Pubblicato in Cultura e eventi

Teramo. Sabato 20 Novembre 2016 dalle ore 15:00, presso il Centro Servizi per il Volontariato di Teramo in Via S. D'Acquisto – Loc. Piano D'Accio, si svolgerà il convegno dal titolo “Il presente della S.M.”.
L'incontro sarà finalizzato ad illustrare la Sclerosi Multipla nella sua incidenza territoriale, negli strumenti diagnostici, nelle terapie farmacologiche e riabilitative e negli aspetti psicologici.
Dopo un saluto del Presidente dell'A.I.S.M. Sezione Provinciale di Teramo “Annamaria Veroni”, Rodolfo Graziani, l'incontro vedrà l'introduzione del Prof. Alessandro Perfetti – Formatore Regionale A.I.S.M. - che presenterà il “Barometro A.I.S.M.”, una fotografia della Sclerosi Multipla in Italia oggi.
Seguiranno gli interventi scientifici dei neurologi del Centro Sclerosi Multipla dell'Ospedale “G. Mazzini” di Teramo:
 Il Dott. Maurizio Assetta – Direttore U.O. Neurologia e Centro Sclerosi Multipla Teramo parlerà “Dell'inquadramento clinico e ipotesi eziologiche” ed introdurrà gli interventi di:
 il Dott. Giuseppe Galliè - Dirigente Medico U.O. Neurologia Ospedale Civile di Teramo - parlerà dei “Criteri diagnostici”;
 il Dott. Matteo Di Giuseppe - Dirigente Medico U.O. Neurologia Ospedale Civile di Teramo – parlerà dell “Terapie immunomodulanti”;
 Il Dott. Agostino Cialfi - Responsabile Neuroriabilitazione Casa di cura “Villa Letizia” (AQ) – esporrà sulla “Terapia sintomatica e riabilitativa della S.M.”;
Il convegno si concluderà con l'intervento della Dott.ssa Simona Coruzzi – Psicologa e Psicoterapeuta - che parlerà degli “Aspetti psicologici della S.M.”.
Durante l'incontro si svolgerà un breve dibattito e sarà possibile rivolgere domande ai relatori.
La cittadinanza tutta è invitata a partecipare.

Pubblicato in Cronaca

Roma. Sarà proiettato sabato 26 novembre a Roma in occasione del RIFF (Rome Independent Film Festival) il cortometraggio Timballo. Una grande cucina che si avvale del brano Acerrimo del cantautore abruzzese Nanco (Nino Di Crescenzo), nei titoli di coda. Il corto è stato realizzato con un cast composto da attori importanti come: Niko Mucci, Nunzia Schiano, Fabio Balsamo e i premi Oscar Maria Grazia Cucinotta (Il Postino) e Ivan Franek (La Grande Bellezza), gli stessi che hanno preso parte al video clip di Acerrimo, girato nello stesso periodo, per il quale c’è grande attesa.

Il RIFF - prestigioso festival romano, quest’anno alla 15esima edizione e riferimento per i filmaker di tutto il mondo - rappresenta una vetrina importante sia per il brano di Nanco, contenuto in un omonimo album, che per l’artista in generale. Nel corto il brano Acerrimo è stato riarrangiato da Gianluigi Antonelli che ha curato anche la colonna sonora del lavoro diretto da Maurizio Forcella con la sceneggiatura di Pietro Albino Di Pasquale (curatori rispettivamente della regia e del soggetto del video clip di Acerrimo).

Nanco è un cantautore eclettico e apprezzato, una vita impegnata su più fronti e alimentata dalla sua passione per la musica e il canto. Vive e lavora a Notaresco, dove gestisce una tabaccheria, alle spalle un passato da finanziere attivo nell'antiterrorismo, ma nella sua vita è sempre stata presente una forte passione per la musica e la scrittura. L’album Acerrimo è un lavoro estremamente originale non solo dal punto di vista artistico, ma anche per gli aspetti legati al marketing. I dodici brani del disco sono contenuti anche in un pacchetto del tutto simile a quello delle sigarette. Al posto del tabacco, però, chi lo acquisterà troverà una pen-drive con i brani in formato .mp3.
Un album che ha incontrato i favori della critica con numerosi articoli e recensioni anche a livello nazionale (La Stampa, Il Fatto Quotidiano, Secolo Nuovo, Sound Magazine, Radio Capital, Radio Deejay solo per citarne alcuni), è stato anche riconosciuto “album del mese” della classifica di “MusicMap”, il seguitissimo sito di informazione musicale. Nanco, inoltre, è tra i 20 migliori finalisti candidati al Premio Tenco 2016 Opera Prima.
“Il video clip di Acerrimo sarà presentato a breve – spiega Nanco – e intorno a questo lavoro c’è davvero moltissima attesa. Per me è un motivo di grande orgoglio sapere che attori di fama internazionale come i premi Oscar Ivan Franek e Maria Grazia Cucinotta ne fanno parte. La vetrina del RIFF, inoltre, è estremamente prestigiosa e sono veramente fiero dell’apprezzamento che è stato dimostrato verso il mio brano tanto da meritare di essere nei titoli di coda di un corto così importante, che tocca temi significativi come l’integrazione e, dopo gli eventi sismici che hanno colpito il centro Italia danneggiando anche Campli, set del film, acquisisce anche un altro valore: tenere alta l’attenzione sulla ricostruzione di uno dei paesi più belli d’Abruzzo”.

Pubblicato in Cultura e eventi
Pagina 1 di 3

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Notizie Recenti

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione