Articoli filtrati per data: Venerdì, 25 Novembre 2016

Pescara. Il 27 Novembre a Roma si terrà la manifestazione nazionale "C'è chi dice NO" a sostegno del NO al Referendum Costituzionale.

Per l'occasione il Collettivo Studentesco Pescara, il Collettivo Studentesco Sulmona e Uallò Uallà di Lanciano, hanno organizzato un Bus in partenza alle 7.30 da Lanciano, transiterà alle 8.30 a Pescara e alle 9.30 a Sulmona, il costo per l'autobus, andata e ritorno, è di 3 Euro. Inoltre, dopo il corteo, vari artisti faranno sentire le loro voci e la loro musica per il NO. Per ulteriori informazioni e prenotazioni: 345 071 7889.

Pubblicato in Politica
Venerdì, 25 Novembre 2016 00:00

Pescara, la giunta approva il bilancio

Pescara. Sì della Giunta al bilancio di previsione 2017/2019, il documento è stato discusso oggi dall’esecutivo. Ora comincia il cammino verso il Consiglio Comunale che dovrà discuterlo e votarlo.

“Abbiamo mantenuto gli stessi stanziamenti dello scorso anno – riferisce l’assessore alle Finanze Giuliano Diodati - cercando di mantenere gli equilibri fra le varie voci sensibili e tenendo sempre ben chiaro in mente che il nostro è un Comune che sta risanando i suoi conti attraverso il piano di riequilibrio finanziario.
L’obiettivo era quello di mantenere la situazione stabile e questo non ci ha consentito di allargare troppo le maglie, rispondendo alle esigenze di tutti. Abbiamo tenuto conto delle priorità e una volta approvato in Consiglio, con successive variazioni di bilancio cercheremo di allargare il perimetro di azione e dare respiro a un po’ tutti i settori.
Dalla prossima settimana comincerà la fase di concertazione con i portatori di interesse. Si comincerà con i sindacati per il sociale e temi più delicati, passando per le associazioni di categoria e gli altri stakeholders, al fine di analizzare e migliorarne la stesura, per far approdare al più presto il documento in Commissione e da qui al Consiglio Comunale per la discussione e l’approvazione. Si tratta di tempi contingentati: più brevi saranno, più respiro avranno i settori dell’Amministrazione nel gestire le risorse, in modo pieno e non in dodicesimi riuscendo meglio a programmare nel medio e lungo periodo”.

Pubblicato in Politica

Pescara. Finale speciale domenica 27 novembre per la rassegna "Barocco e oltre" a Palazzo di Città, che con una lunga serie di incontri e concerti ha poi ha portato eventi di musica, parole, educazione permanente e molto altro fuori e dentro Palazzo di Città. Conclusione in modo spettacolare per il festival, con una fusione fra musica classica e rock, orchestra, quella dell’Ensemble "Sinergie d'Arte e il gruppo rock, quello degli UMMO, di valenza nazionale per l'evento Barock previsto dalle 20,45 in Sala Consiliare. Oggi la presentazione con il presidente del Consiglio Comunale Antonio Blasioli, l’organizzatrice del Festival, Gabriella Ciaffarini e i componenti degli Ummo.

“Barocco e oltre è una scommessa vinta e grazie a questa rassegna abbiamo portato qualcosa di veramente speciale a Palazzo di Città – così il presidente del Consiglio Comunale Antonio Blasioli – Sono contento che questa speciale sinergia abbia funzionato, come ha funzionato il mix di cui si è fatto portatore il Festival, unendo luoghi, stili musicali e talenti diversi in nome di un periodo, quello barocco, che si è rivelato sorprendente sotto tutti gli aspetti percorsi. Abbiamo fatto un grande e avventuroso viaggio grazie all'associazione Sinergier d'Arte che ringrazio, con la speranza di poter nuovamente proporre qualcosa di nuovo e inedito in futuro”.

“Ultima manifestazione per Barocco e Oltre – dice Gabriella Ciaffarini, motore del Festival - E' stata una scommessa perché il Barocco poteva scoraggiare, ma abbiamo invece avuto sale sempre piene, le proposte sono state varie e gradite e quello che è piaciuto molto è stata la novità fra l'estremamente classico e l'estremamente nuovo che abbiamo proposto. Tanta e la varietà fra stili artistici, strumenti e copie di strumenti antichi, quanto il repertorio. Straodrinario è stato il concerto iniziale dei violoncellieri, altra cosa apprezzata l'approccio educativo, ovvero la storia e il back stage che ha accompagnato la presentazione e il racconto di ogni concerto. L'ultimo appuntamento sarà la rivelazione del senso del festival, perché spiega perché il barocco è oltre e come è stata possibile la differenza di stile e la fusione. Grazie all'esibizione degli Ummo dimostreremo che il rock deriva fortemente dal Barocco per giri armonici e improvvisazioni, melodie. Partiremo da Bach e dimostreremo cosa lo unisce al rock, confrontando l'aria sulla quarta corda e un brano dei Procol Harum che usarono proprio l'armonizzazione di Bach per rendere meno ruvido il rock”.

“Ci teniamo molto a questa esibizione – conclude Cristiano Romanelli, voce degli Ummo e parte della band composta anche da Gregory Coniglio, Davide Colleluori e Federico Di Simone - perché essere chiamati dalla nostra città dopo due anni di tour fuori ci piace e ci emoziona molto. Siamo soddisfatti perché per i musicisti giovani è importante avere un'opportunità. Con questa manifestazione abbiamo riscoperto il piacere di collaborare con le istituzioni. Domenica saremo la prima rock band a suonare in un palazzo istituzionale, che ha avuto il coraggio di usare il rock come forma d'arte”.

Pubblicato in Cultura e eventi

Casacanditella. L’Unione Comuni Colline Teatine si è dotata dell’Ufficio Unico per la programmazione e la progettazione. A ufficializzare la nascita della struttura i sindaci dei Comuni di Casacanditella, Giuseppe D’Angelo, San Martino sulla Marrucina, Luciano Giammarino, Casalincontrada, Vincenzo Mammarella, Roccamontepiano, Orlando Donatucci, che nel tardo pomeriggio di ieri hanno consegnato a dodici tra libero professionisti e dipendenti dei Comuni, gli attestati al Corso di formazione su Mappa e progettazione fondi europei 2014-2020. Una parte dei nuovi formati rappresenterà la dotazione organica dell’Ufficio che avrà sede al piano terra del Comune di Casacanditella.
Il corso è stato organizzato dall’Unione Colline Teatine con il contributo della Regione Abruzzo nell’ambito del PAR – FSC (Programma Attuativo Regione – Fondo Sviluppo e Coesione) dell’Unione Europea e con il sostegno di Territorio Sociale.
“L’obiettivo che ci siamo posti è stato quello di formare e integrare le professionalità dei dipendenti dei nostri Comuni – ha spiegato Giuseppe D’Angelo, presidente dell’Unione e sindaco di Casacanditella – Abbiamo voluto, infatti, renderci autonomi ed essere soprattutto pronti a competere, in un momento storico delicato per piccole realtà come la nostra”.
“Siamo molto soddisfatti della partecipazione dei dipendenti e dei concittadini – ha aggiunto Giammarino - che ci hanno creduto, che hanno voluto far crescere le loro professionalità e che sono il cuore pulsante delle nostre amministrazioni e del territorio”.
Gli ha fatto eco Mammarella: “è necessario essere sempre sul pezzo e avere il coraggio di reinventarsi in ragione di risorse sempre più scarse. Questo Ufficio è la forza che ci consente di proseguire nel quotidiano e dare respiro all’attività amministrativa”. Si è complimentato con i colleghi sindaci, il primo cittadino di Roccamontepiano, Donatucci, che da poco ha fatto il suo ingresso nell’Unione.
Sono dodici i corsisti ad aver ricevuto l’attestato: Antonella Masciarelli, Cristiana Sabatini, Danila Malandra, Emidio Vitacolonna, Gabriele Adriani, Gianluca D’Amelio, Lucio Minnucci, Mario Rispoli, Massimiliano Verna, Paride Pacifico, Rocco Iezzi e Sergio Perticone.
“Tante singole individualità demografiche si sono unite per rafforzare la loro capacità di innovare – ha concluso il coordinatore del progetto, Gennaro Tornincasa - La realizzazione di questo progetto è un’opportunità da cogliere e per migliorarsi. L’Unione ha creato le premesse verso questa direzione, rafforzando conoscenze, competenze e sensibilità rispetto al tema della progettazione”.
Sono tante le opportunità in Unione Europea anche per i piccoli Comuni. L’Ufficio unico è già a lavoro per costruire una candidatura sul programma “Europa per i cittadini”, proprio partendo da un’idea nata nell’aula durante il corso di formazione.

Pubblicato in Politica
Venerdì, 25 Novembre 2016 00:00

Pescara, riapre l'asse attrezzato

Pescara. “Un primo passo verso la normalità per quanto riguarda il traffico veicolare in entrata ed uscita dall’asse attrezzato per lo svincolo all’altezza delle Torri Camuzzi".
Così in una nota Enzo Del Vecchio, vicesindaco e assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Pescara, che aggiunge: "Infatti, con l’ordinanza Dirigenziale n. 377 del 24.11.2016 viene disposta la riapertura della rampa in entrata sulla SS 16 dir C del Porto di Pescara, al Km 1+ 800, (Asse Attrezzato) posta in corrispondenza dello svincolo “Portauova” (Torri Camuzzi) che l’impresa appaltatrice ha confermato decorrere dal prossimo lunedì 28 novembre. La successiva riapertura della rampa di uscita “Porta Nuova” della SS 16 dir C del Porto di Pescara, al Km 1+ 800, (Asse Attrezzato) in corrispondenza delle Torri Camuzzi, invece, sarà attuata il lunedì della settimana successiva e questo per consentire all’utenza di riassorbire la modifica della viabilità ed evitare di incorrere in possibili errori da parte degli automobilisti. Si tratta sicuramente di una buona notizia non solo per il recupero di una migliore viabilità nell’area di Porta Nuova ma anche di una indubbia ricaduta positiva per le attività commerciali del luogo a cominciare dal mercato di Via dei Bastioni!".

Pubblicato in Cronaca

Chieti. Anche Poste Italiane sostiene la Giornata Nazionale della Colletta Alimentare, l’iniziativa organizzata dalla Fondazione Banco Alimentare Onlus e giunta alla sua 20ª edizione. A Chieti, sabato 26 novembre, Poste Italiane metterà a disposizione un mezzo aziendale (6 in tutta la regione Abruzzo, 159 sul territorio nazionale) per il trasporto dei generi alimentari raccolti presso i supermercati che aderiscono all’iniziativa.
L’impegno dell’Azienda non si limita al supporto logistico ma prosegue attraverso il coinvolgimento dei clienti e dei dipendenti. I clienti sono stati sensibilizzati attraverso il sito poste.it, e attraverso i social come Facebook e Twitter, i dipendenti sono stati invitati ad aderire all’iniziativa sia con la spesa sia partecipando come volontari nei supermercati attraverso una campagna di comunicazione interna.

Pubblicato in Cronaca

Pescara. Partiranno entro la primavera prossima i lavori di manutenzione straordinaria negli alloggi di edilizia residenziale pubblica di via Caduti per Servizio di proprietà del Comune. Lo ha annunciato stamani l’assessore alle Politiche della Casa e alle Politiche Sociali, Antonella Allegrino, nel corso di un incontro con Nello Raspa, presidente di Insieme per Fontanelle, che si è tenuto nella sede dell'associazione. Gli interventi, messi in cantiere da diversi mesi ed ora approvati dalla Giunta Comunale, prevedono lavori per un importo di 240mila euro, che interesseranno 49 abitazioni dove saranno impermeabilizzati i solai e realizzata la nuova pavimentazione dei balconi, in tre palazzine saranno saranno sostituiti i pluviali, verrà rifatto il manto di copertura di 9 corpi scala, l’impermeabilizzazione delle grondaie e la pittura di porzioni di parere su un fabbricato.

“Sono lavori programmati per dare una risposta alle richieste di maggiore manutenzione da parte degli assegnatari degli alloggi popolari- spiega Antonella Allegrino - Si tratta di interventi che l’Amministrazione Comunale sta garantendo pur registrando una forte morosità da parte di moltissimi inquilini che invito a mettersi in regola”. L’incontro è stato anche l’occasione per fare il punto della situazione sulle condizioni in cui versa il quartiere dove, secondo quanto denunciato da Raspa, ci sono soprattutto problemi legati al fenomeno dello spaccio di droga.
“Le richieste dell’associazione riguardano in particolar modo la realizzazione di progetti che possano coinvolgere bambini e ragazzi, in modo da tenerli lontano dalla strada e dalla vicinanza a chi delinque - ha aggiunto l’assessore - Istanze che recepiremo mantenendo sempre alta l’attenzione verso il quartiere e verso le iniziative che promuovono momenti di aggregazione sociale, come quelle che l’associazione già realizza periodicamente attraverso attività ludiche-ricreative destinate soprattutto ai bambini, ai giovani e agli anziani”.

All’incontro di stamani hanno partecipato, oltre a Nello Raspa, Domenico Di Labio, dell’associazione Insieme per Fontanelle, Amedeo Pesante, istruttore tecnico delle Politiche della Casa e l’assistente sociale, Luisa Annese.

Pubblicato in Cronaca

Chieti. Aumentano le richieste di aiuto da parte di donne che si rivolgono al Centro Antiviolenza “Alpha” di Chieti. I dati, riferiti all’anno 2015/2016, sono stati resi noti questa mattina, presso l’Auditorium del Liceo Classico “G.B. Vico”, da Marialaura Di Loreto, Presidente del Centro Antiviolenza “Alpha” di Chieti, alla presenza del Sindaco di Chieti, Umberto Di Primio, dell’Assessore alle Pari Opportunità, Emilia De Matteo, dell’Assessore alla Pubblica Istruzione, Giuseppe Giampietro, e della Dirigente Scolastica, Paola Di Renzo.

Sono state 157 le donne, di cui 93 prese in carico, che si sono rivolte al Centro Alpha anche solo telefonicamente, per richiedere informazioni o consulenze.
Il 61% appartiene alla fascia di età compresa tra i 30 ed i 49 anni. Segue, con il 23%, la fascia di età tra i 50 e i 59 anni.
Il 73% delle vittime è costituito da italiane, come è italiano, nel 91% dei casi, l’autore della violenza (65% il marito; 31% il compagno; 4% l’ex marito o un familiare).
Quanto al tipo di violenza perpetrata, nel 26% dei casi si tratta di violenze di tipo psicologico, percentuale di poco superiore alla violenza fisica (24%), alla violenza economica (17%), allo stalking (22%) e alla violenza sessuale (11%).

«La Giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donne rappresenta un momento di riflessione e di impegno su un tema che resta drammaticamente attuale. Come disse Isaac Asimov, “La violenza è l’ultimo rifugio degli incapaci” – ha commentato il Sindaco Di Primio rivolgendosi alla platea di studenti intervenuti –. Secondo i dati diffusi dall’Istat, sono 3 milioni 466.000, in Italia, le donne che hanno subito stalking nell’arco della propria vita, il 16% del totale delle donne tra 16 e 70 anni. Di queste, 2 milioni 151.000 sono vittime di comportamenti persecutori da parte dell’ex partner. Un ulteriore dato che dovrebbe far vergognare non solo gli uomini ma l’intera società, è rappresentato dai 123 femminicidi verificatisi nel 2015. Forse non percepiamo appieno che ogni giorno - ha aggiunto il Sindaco - viene combattuta in Italia una guerra dove, però, non sono due parti armate a contrapporsi. Insieme al Centro Antiviolenza Alpha e grazie alla Rete costituita nel 2011 in sinergia con Associazioni ed Istituzioni, l’Amministrazione Comunale ha avviato un cammino per affrontare concretamente e con professionalità il fenomeno della violenza di genere, offrendo un valido supporto alle vittime. Come diceva Martin Luter King: “ciò che mi spaventa non è la violenza dei cattivi, è l’indifferenza dei buoni”. Non possiamo più far finta di non vedere, far finta che succeda solo agli altri, non possiamo girarci dall’altra parte e pretendere che non succeda più».
«Come Amministrazione Comunale – ha dichiarato l’Assessore alle Pari Opportunità, Emilia De Matteo – abbiamo fortemente voluto realizzare, già nel 2011, la “Rete contro la violenza verso le donne e di genere della Città di Chieti” coinvolgendo tutte le parti della società: dalle Istituzioni alle Associazioni, dalla Asl alle Forze di Polizia, per un percorso condiviso che, in questi anni, l’Amministrazione del Sindaco Di Primio ha voluto attuare in modo specifico per il contrasto alla violenza di genere, volto ad incrementare la cultura del rispetto e invertire la rotta che ogni giorno vede anche nel nostro Paese crescere il numero degli abusi e delle violenze. In tal senso, abbiamo voluto contribuire ad implementare l’attività del Centro Antiviolenza con l’apertura di una Casa Rifugio ad indirizzo segreto per le donne ed i loro figli minori vittime di abusi. Abbiamo, inoltre, aderito al progetto ANCI “365 giorni NO alla Violenza” sempre con l’obiettivo di contribuire ad abbattere la prevaricazione. E’ di questi giorni – ha proseguito l’Assessore - la notizia che il Ministero delle Pari opportunità ha approvato e finanziato il progetto “SIBILLA” (sistema di azioni integrate per il potenziamento dai centri antiviolenza in Abruzzo) che il Comune di Chieti ha presentato in partenariato con i Comuni di Pescara e Vasto, i Centri Antiviolenza Alpha di Chieti, Ananke di Pescara, Donna Attiva di Vasto e Le Melusine di L’Aquila. Tale progetto, per il quale verranno stanziati complessivamente circa 80.000 euro, prevede il potenziamento delle forme di assistenza e di sostegno alle vittime di violenza, la promozione dell’orientamento lavorativo, l’individuazione di misure a supporto dei servizi educativi per i minori vittime di violenza assistita. Sono queste le testimonianze concrete di aiuto nei confronti delle donne. A tale proposito desidero ricordare l’esistenza di un opuscolo informativo realizzato nell’ambito del progetto di implementazione del Centro Antiviolenza – ha concluso l’Assessore De Matteo – nato con l’intento di far conoscere la forte rete collaborativa sul territorio tra Istituzioni e Associazioni. Tutte le donne che hanno bisogno di aiuto possono contattare gratuitamente il numero verde 800432500 da fissi e cellulari e il numero 1522 che corrisponde al numero nazionale Antiviolenza Donna, attivo h24 tutto l’anno multilingue.».

Pubblicato in Cultura e eventi
Venerdì, 25 Novembre 2016 00:00

Francavilla celebra il patrono San Franco

Francavilla al Mare. Venerdì 2 dicembre 2016 nella Città di Francavilla al Mare (CH) si commemora il transito del patrono San Franco. Come consuetudine, al mattino ci sarà l’incontro con i giovani delle scuole della Città: tale appuntamento vuole essere anche un atto di affidamento a San Franco degli studenti della Città che dovranno sostenere i prossimi esami di stato. Come da programma, il 1 dicembre alle ore 12.00 una salve di bombe annuncia i festeggiamenti. Il giorno seguente, alle ore 8.00, lo sparo di bombe apre la festa. Quindi, alle ore 8.30, la Santa Messa mattutina. Alle ore 10.30, la Santa Messa solenne. Grazie alla collaborazione delle Dirigenti Scolastiche, prof.sse Michelina Zappacosta, Daniela Bianco e Lucilla Serafini, l’animazione canora della Messa è curata da entrambe le Scuole Secondarie di Primo Grado e le letture della Santa Messa dai giovani del Liceo Scientifico. Alla Messa delle ore 18.00, durante la quale saranno benedette e consegnate le tessere agli associati dell’Oratorio San Franco, farà seguito la solenne processione con l’effigie del Santo patrono per le vie del paese alto, con la partecipazione della Confraternita del SS.mo Sacramento e del Complesso bandistico Città di Ripa Teatina. Al rientro nella Chiesa di San Franco, la benedizione e il tradizionale bacio della reliquia. Poi, alle ore 20.30, per chiudere la giornata, ha luogo la Cena di Comunità. «Il ritrovarsi in “agape fraterna” è uno dei momenti più belli per la comunità parrocchiale – afferma il parroco don Rocco D’Orazio –; in armonia di emozioni conviviali si rafforzano i sentimenti di conoscenza e di amicizia e si creano le condizioni utili per la realizzazione di opere nobili». Pertanto, già da diversi anni, la Parrocchia Madre della Città ha fissato la cena comunitaria al 2 dicembre, in occasione della festività invernale del Santo patrono. La cena si svolge alle ore 20.30 presso il ristorante “Hostaria”. La quota individuale è fissata a € 20,00 a persona: le prenotazioni vanno effettuate in Parrocchia entro e non oltre domenica 27 novembre.

Pubblicato in Cultura e eventi

Chieti. Le patologie a diffusione limitata, proprio in quanto riferite a numeri più modesti, vanno trattate in una sola struttura, alla quale indirizzare tutti i pazienti, così da non disperdere la casistica e migliorare diagnosi e percorso terapeutico. Questo il principio invocato per istituire a Chieti un Centro dedicato all’Ipertensione polmonare, una patologia grave che in molti casi viene diagnosticata per esclusione e in ritardo.
In Europa la diffusione è nel range di 15-60 soggetti per milione di abitanti, che, a cascata, fa stimare in Abruzzo tra 20 e 85 pazienti, mentre in Italia un numero compreso tra 1.500 e 3.000. L’età media dei soggetti colpiti è 40 anni, con una leggera prevalenza della popolazione femminile. Ma questa patologia è strettamente correlata con altre che concorrono a determinarla, come le cardiopatie congenite, le malattie del connettivo, l’infezione da Hiv e l’ipertensione portale, che rendono dunque non trascurabile il numero dei pazienti da trattare.
La proposta di creare a Chieti un Centro dedicato arriva dal Dipartimento Cuore della Asl Lanciano Vasto Chieti, che l’ha ufficializzata nel corso di un evento scientifico che si è svolto nei giorni scorsi all’Aurum di Pescara, promosso per fare un focus sulla patologia. Nel corso dei lavori Marcello Caputo, Livio Giuliani, Luigi Leonzio e Nicola Maddestra hanno messo in chiaro le finalità del progetto, che guarda al paziente e alla qualità di un’assistenza che a volte si fa fatica ad assicurare: «E’ necessario puntare su un approccio multidisciplinare che coinvolga diversi medici specialisti, come cardiologi clinici e interventisti, pneumologi, radiologi, dermatologi e reumatologi per approdare a una diagnosi tempestiva – dicono – e dare ai malati un riferimento certo per i controlli successivi e il monitoraggio del percorso di cura. A Chieti abbiamo professionalità e strumenti adeguati per organizzare un ambulatorio dedicato, nel quale concentrare tutta la casistica regionale e dare ai malati quelle garanzie assistenziali alimentate dai numeri e dall’esperienza».

Pubblicato in Cronaca
Pagina 1 di 4

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione