Articoli filtrati per data: Mercoledì, 09 Novembre 2016

Chieti. Oggi, mercoledi 9 novembre alle ore 20.30 su Rete8, andrà in onda la replica della 7° puntata di Centopassi, la trasmissione ideata e prodotta dal Dipartimento Opere Pubbliche, Governo del Territorio e Politiche Ambientali - Servizio Gestione Rifiuti Regione Abruzzo.

Il format è costituito da un ciclo di 10 puntate concepite per sensibilizzare l'opinione pubblica, informarla sulle realtà ambientali anche drammatiche e scottanti che riguardano il nostro territorio, e fornire linee d'azione della Regione al cittadino sulle possibilità di sviluppo sostenibile.

Il programma vede la partecipazione del Sottosegretario alla Presidenza della Giunta Regionale delegato all'Ambiente Mario Mazzocca che conduce lo spettatore lungo un viaggio attraverso le emergenze ambientali di Bussi, la bonifica del sito Ex Sogeri di Tollo, l'amianto di Raiano, la vicenda di Ombrina, gli episodi di dissesto idrogeologico, i passi dell'Abruzzo verso un’economia circolare con il nuovo Piano Regionale di Gestione dei Rifiuti e verso la resilienza con il Piano di Adattamento ai Cambiamenti Climatici, tematica affrontata nell'appuntamento di stasera.

Il ciclo di puntate, presentato dal giornalista Sergio Cinquino, si concluderà mercoledi il 21 dicembre 2016.

 

Centopassi. Programma prossimi appuntamenti e repliche su Rete8 ore 22.30

Mercoledì 9 Novembre. Replica 7^ puntata - Abruzzo Regione Resiliente: verso il proprio Piano di Adattamento ai Cambiamenti Climatici.

Mercoledì 16 Novembre. Prima visione 8^ puntata - Verso una comune coscienza sostenibile: l’Abruzzo fra sostenibilità e siti inquinati.

Mercoledì 23 Novembre. Replica 8^ puntata - Verso una comune coscienza sostenibile: l’Abruzzo fra sostenibilità e siti inquinati.

Mercoledì 30 Novembre. Prima visione 9^ puntata - Chiare, fresche e dolci acque: lo stato dei fiumi ed il Sistema Idrico Integrato.

Mercoledì 7 Dicembre. Replica 9^ puntata - Chiare, fresche e dolci acque: lo stato dei fiumi ed il Sistema Idrico Integrato.

Mercoledì 14 Dicembre. Prima visione 10^ puntata - L’Abruzzo fra sostenibilità e sviluppo: l’utilizzo delle fonti rinnovabili.

Mercoledì 21 Dicembre. Replica 10^ puntata - L’Abruzzo fra sostenibilità e sviluppo: l’utilizzo delle fonti rinnovabili.

 

Centopassi. Tutte le puntate

1. Le emergenze ambientali: la vicenda di Bussi e l’eredità del passato.

2. Le emergenze ambientali: fra big-bags e amianto. La vicenda di Tollo ed altre storie.

3. Le emergenze ambientali: tra fossili e trivelle. La vicenda di Ombrina.

4. Le emergenze ambientali: tra vecchie discariche, nuovi rifiuti e inceneritori sotto mentite spoglie.

5. Il martirio del territorio: fra dissesto idrogeologico e contenimento del consumo di suolo.

6. Primi passi verso un’economia circolare: il nuovo Piano Regionale di Gestione dei Rifiuti.

7. Abruzzo Regione Resiliente: verso il proprio PACC (Piano di Adattamento ai Cambiamenti Climatici).

8. Verso una comune coscienza sostenibile: l’Abruzzo fra sostenibilità e siti inquinati.

9. Chiare, fresche e dolci acque: lo stato dei fiumi ed il Sistema Idrico Integrato.

10. L’Abruzzo fra sostenibilità e sviluppo: il tema dell’utilizzo delle fonti rinnovabili.

Pubblicato in Cronaca

Pescara. Venerdì 11 novembre al Mercato di piazza Muzii, nel cuore del centro cittadino, inaugura il nuovo progetto che lo vede luogo di incontri e contaminazioni, una piazza coperta per offrire ai cittadini eventi, musica, intrattenimenti gastronomici fra vini naturali, birre artigianali ed eccellenze del territorio. Fine settimana di novità al Mercato di piazza Muzii che si apre venerdì 11 con l’inaugurazione della “Food gallery” e prosegue sabato, quando la struttura diventerà una delle piazze del Festival delle letterature con l’incontro con la YouTuber Sofia Viscardi previsto per le 17 per raccontare la sua avventura sulla rete divenuta un libro, “Succede” edito da Mondadori e la conquista dell’attenzione del milione di follwer raggiunto dal canale in cui si racconta e racconta ogni giorno (celebre è stata la sua intervista a Roberto Saviano).

“La vocazione del mercato è quella di essere una sorta di centrale di qualità e anche di intrattenimento di qualità – dice l’assessore alle Attività Produttive e ai Grandi Eventi Giacomo Cuzzi – Venerdì a partire dalle 19 fino sarà possibile degustare vini naturali, birre artigianali, salumi e altri prodotti del territorio, grazie agli eventi messi in piedi e alle presenze che stanno trasformando la struttura in una galleria del gusto. Con l’apertura di diversi locali come Bacca là, la Salumeria di pesce, Fruttato e due birrerie artigianali, questo percorso è iniziato e cercheremo di continuare sulla via della qualità e della territorialità come accade nelle strutture mercatali d’Italia e d’Europa, trasformate in veri e propri luoghi di aggregazione. Un incontro con la qualità e la cultura che si completerà con il Festival delle Letterature, l’appuntamento con la youtuber Sofia Viscardi è significativo, punta a trovare una definizione nuova a strutture che possono animare e diventare nuovi punti di riferimento per la città e chi la visita”.

“Prende forma il nuovo progetto nel cuore della città con un evento che unisce degustazioni ad una performance internazionale – spiega Andrea Caldora, uno degli operatori della galleria food - Si degusta, con assaggi di vini, aperitivi ed estratti di frutta, si mangiano specialità locali, salumeria di mare, ma anche pizza e tapas originali spagnole.
Non solo cibo, ma anche performance musicali di eccezione: il sound elettro-dance di Slow Motion, etichetta musicale della scena dance europea che ha gettato le sue basi a Pescara nel 2005 e che fa base fra il capoluogo adriatico e Berlino. I tre Dj’s Fabrizio Mammarella, Andrea Tempo, Eve Sanchez suoneranno dal vivo alternandosi in consolle dalle ore 19:00”.

Pubblicato in Cultura e eventi
Mercoledì, 09 Novembre 2016 00:00

Chieti, M5S: "Pesci al mercurio nel fiume Pescara"

Chieti. Si è svolta ieri pomeriggio a Pescara, negli Uffici del settore Ambiente della Regione la riunione in video conferenza con il Ministero dell'Ambiente per discutere dei risultati dello studio eseguito nel 2016 dall'Istituto Zooprofilattico Sperimentale Abruzzo-Molise.
I dati parlano di un significativo inquinamento da metalli pesanti, in particolare mercurio, cromo e piombo, riscontrato nei pesci catturati a valle della zona SIN di Bussi.
Il MoVimento 5 Stelle, da sempre sensibile alle questioni ambientali, ha partecipato alla riunione attraverso i portavoce Manuela D'Arcangelo ed Ottavio Argenio del Comune di Chieti e Massimiliano Di Pillo del Comune di Pescara.
All'esito dell'incontro queste sono le considerazioni dei tre Consiglieri comunali: “Dalla riunione è emerso chiaramente che Regione Abruzzo ha delle gravi responsabilità in ordine alla mancata comunicazione e diffusione dei risultati dello studio commissionato all'IZS. Pur essendo stata la Regione a richiedere lo studio all'Istituto Zooprofilattico e sebbene il documento sia stato prontamente trasmesso agli Uffici regionali, nessuna comunicazione è mai stata inoltrata ai Comuni che rappresentano i territori interessati dall'inquinamento. E non si tratta solo del Comune di Bussi. Il mercurio infatti è stato riscontrato anche nel territorio di Manoppello ed è logico presumere che, trattandosi di metalli pesanti che si depositano sui fondali, questi possano essere trasportati a valle dalle correnti del fiume, sino alla foce e poi in mare”.

Il MoVimento 5 Stelle ritiene che sia assolutamente necessario commissionare uno studio epidemiologico su tutta la vallata del Fiume Pescara, quantomeno a valle del sito di Bussi e fino alle popolazioni residenti sulla foce, affinché sia fatta chiarezza sull'incidenza dei metalli pesanti sulla salute delle persone.
I portavoce proseguono sostenendo come sia “altrettanto evidente che la Regione ed il Ministero dell'Ambiente debbano concertare un'azione rapida per le operazioni di caratterizzazione e la successiva bonifica che a questo punto non può riguardare solo il SIN ma tutta l'asta fluviale ed come sia altrettanto necessario individuare i responsabili dell'inquinamento affinché sia reso effettivo il principio “chi inquina paga”.

Nel contempo i Sindaci dei territori interessati, in virtù dei poteri loro attribuiti dovrebbero seguire il suggerimento dell'IZS ed emanare in via d'urgenza e sino all'intervento delle Autorità Sanitarie regionali, delle ordinanze che vietino quantomeno il prelievo di pesce a scopo alimentare su tutta l'asta fluviale a valle del SIN di Bussi sul Tirino.

Pubblicato in Politica

Pescara. “Dopo che abbiamo sollevato e denunciato i gravi ritardi della Regione Abruzzo abbiamo finalmente preso visione del nuovo crono programma della programmazione dei fondi comunitari 2014/2020 completamente rifatta e ri-stilata e adesso attenzioneremo e verificheremo se la tempistica corrisponderà ai tempi indicati, se rispetterà l’attuazione nei prossimi mesi come illustrato dal Direttore generale Cristina Gerardis o, al contrario, si tratta dell’ennesimo spot di questo governo regionale”. Questo il commento del Presidente della commissione Vigilanza Mauro Febbo e consigliere regionale Lorenzo Sospiri a margine dell’audizione dei Direttori chiamati a rispondere nella seduta della Commissione Vigilanza.

“Oggi apprendiamo che abbiamo un nuovo crono programma dopo quello totalmente disatteso indicato nella DGR 460 del 12.07.2016, - spiegano Febbo e Sospiri – ancora tutto da sviluppare e realizzare poiché siamo ancora nella fase degli annunci fatti salvi i pochissimi bandi usciti del FSE (solo un paio) e del PSR dopo quasi tre anni di amministrazione D’Alfonso. Ricordo come le colpe dei ritardi della Programmazione 2014/2020 appartengono solo a coloro che oggi governano visto che la precedente amministrazione regionale non è entrata nel merito della nuova stesura e pianificazione dei futuri bandi ma al contrario ha portato l’Abruzzo ad essere una regione virtuosa in termini di spesa dei fondi comunitari. Si rammenta che si è votato il 25 maggio 2014. Oggi invece ci troviamo a novembre 2016, quasi 2017, e portiamo un ritardo di tre anni che appartiene esclusivamente a questa gestione tant’è che esiste una Delibera di Giunta, la n.460, voluta e scritta da questo esecutivo e non da chi oggi ricopre ruolo di opposizione. Infatti – rimarcano Febbo e Sospiri – la Gerardis, stranamente D'Alfonso è silente (e per chi lo conosce già questo la dice lunga !!!), non dice che è stata fatta una ristrutturazione dei Dipartimenti, non necessaria, che ha solo causato il collasso delle strutture e del suo personale come non chiarisce quando verranno attribuiti dal bilancio regionale i 12 milioni al fine di far partire tutto il FESR ancora ingessato visto che manca ancora, dopo tre anni, la quota regionale. La Gerardis, inoltre, nasconde che la famosa informatizzazione è ancora all’anno zero tanto è vero che il bando appena uscito di ‘Garazia Over’ ricalca ‘Abruzzo include’ senza nessuna informatizzazione. Sempre il Direttore Generale non conosce bene la realtà e/o omette di dire come il Programma di Sviluppo Rurale non riesce a decollare poiché sono bloccate le misure strutturali attese da due anni dal mondo agricolo. Questo è il risultato anche della grave situazione di confusione in cui versa il Dipartimento agricoltura e sicuramente avremo i primi Bandi non prima della fine 2016 e/o inizio 2017. Un ritardo preoccupante ed allucinate come testimonia la DGR n.460 dove vi era allegato un crono programma ben preciso scritto dai vari Direttori ed oggi completamente stravolto che testimonia come su un totale di 806 milioni di euro è stato prodotto poco o nulla visto che abbiamo pochissimi bandi espletati sia del Fondo Sociale sia del Programma di Sviluppo rurale e soprattutto del Fondo di Sviluppo Regionale. Anzi ci risulta addirittura che il primo bando relativo ‘Sostegno a Progetti di Ricerca Industriale e Sviluppo Sperimentale’ del Por-Fesr abbia ricevuto delle critiche perché non condiviso con i portatori d’interesse. Spero che – concludono Febbo e Sospiri – sia il Direttore generale sia la Regione Abruzzo finiscano al più presto la campagna degli annunci e passino immediatamente ai fatti visto che nell’ambito della nuova programmazione 2014/2020, come abbiamo denunciato in questi ultimi mesi e testimoniato anche da testate nazionali, l’Abruzzo continua ad essere in grandissima difficoltà nello spendere le risorse assegnate. Pertanto invito la dottoressa Gerardis di impegnare il suo tempo nel velocizzare l’uscita e la programmazione dei fondi europei e non a tranquillizzare gli abruzzesi che tutto procede secondo i piani del suo presidente anche perché i dati dicono che l’Abruzzo ad oggi è fanalino di coda in termini di spesa dei fondi comunitari”.

Pubblicato in Politica

Pescara. STONER. Landing Pages è la prima mostra d’arte contemporanea liberamente ispirata al romanzo Stoner di John Williams e finanziata attraverso un crowdfunding https://www.crowdarts.eu/it/campaigns/stoner-landing-pages/#/campaign.

Il progetto, curato da Cinzia Compalati e Andrea Zanetti, ha la sua anteprima nazionale al #FLA Pescara Festival www.festivaldelleletterature.com all’interno della programmazione dell’Alviani ArtSpace http://www.alviani-artspace.net

Stoner è un caso letterario che ha appassionato migliaia di lettori nel mondo.
La biografia di un anonimo professore universitario che a cavallo tra la prima e la seconda guerra mondiale affronta i drammi e le passione di una vita ‘normale’.
È un libro che racconta lo scorrere del tempo come un insieme di episodi epici nella banale naturalezza del loro evolversi.
Nel corso del 2013 il romanzo di John Williams è diventato un bestseller in Italia, Inghilterra, Olanda, Francia, Spagna, Israele e poi negli Stati Uniti; definito sul New York Times da Morris Dickstein “Il romanzo perfetto”, oggi è considerato un classico, l’altro filone letterario americano che si contrappone al genere del ‘grande Gatsby’.
Stoner è il compendio della vita di tutti, ti trascina dentro le sue pagine perché racconta forza e debolezze di ciascuno di noi, ti attorciglia le budella perché è anche, un po’, la nostra biografia.

Da questa storia parte il progetto della mostra: la volontà di creare un’esposizione ‘emotiva’, intimistica ed immersiva dentro le pagine del romanzo, di dare forma a un sentire condiviso che coinvolga non solo il ‘pubblico di Stoner’ ma anche coloro che non hanno letto il romanzo, facendo vivere – attraverso l’arte contemporanea – le atmosfere del libro.
Un’esposizione che attraverso le pagine del romanzo rende visibile lo scorrere delle parole: i personaggi si delineano andando oltre le descrizioni di John Williams, incanalando in nuove vite le sensibilità degli artisti che li interpretano .
Gli artisti coinvolti hanno lavorato ciascuno con il proprio linguaggio – scultura, fotografia, installazione, video – interpretando i protagonisti del romanzo e dando vita a un allestimento che è una vera e propria impaginazione.

 

Gli artisti

Mauro Fiorese – uno dei cento fotografi più quotati al mondo – espone per la prima volta dodici dittici tratti da www.libraincancer.it il blog in cui racconta la sua personale battaglia contro il cancro. Tenendo fede all’impostazione letteraria del progetto, le sue coppie sono composte da un’immagine testuale che dialoga con la fotografia affiancata. In mostra interpreta Gordon Finch, l’amico fraterno di Stoner, e filtra attraverso i suoi occhi – e quindi attraverso il grande tema dell’amicizia – la vita del protagonista.
Roberta Montaruli è Katherine, l’amante di Stoner. L’artista torinese racconta la loro storia d’amore in un video di animazione in cui – mancando la presenza antropica – sono gli oggetti a narrare le loro vite fatte di respiri e sospiri, gioie e dolori, fatica e tensione verso la felicità.
Stefano Lanzardo è Stoner. Con quattro scatti fotografici sono descritti altrettanti momenti simbolo dell’esistenza del protagonista dalla terra che lo ha generato e alla quale torna, ai corridoi dell’università in cui passeggia come un fantasma, allo studio di casa dove poteva dedicarsi alle amate letture fino alla relazione con le donne del romanzo.
Eleonora Roaro ha realizzato per la mostra una video installazione su Edith, la moglie di Stoner, in cui porta alla luce tutte le fobie del personaggio, una donna distante, anaffettiva, che non si fa ‘toccare’ in tutti i sensi. Attraverso una sineddoche – Edith è rappresentata solo dal suo occhio ceruleo – diventa la ‘telecamera di sorveglianza’ delle vite di chi la circonda. Al #FLA affiancherà alla video-installazione una performance in cui interpreterà Edith in uno dei momenti topici del romanzo.
Jacopo Simoncini ha composto per l’esposizione un pezzo inedito per viola – eseguito da Ignazio Alayza – che racconta attraverso sussulti lo stridore dell’esistenza. Le corde – come le vite dei personaggi del romanzo – sono quasi portate a rompersi, lo vorrebbero, ma non ci riescono.
Giuliano Tomaino – l’artista che tutti hanno potuto vedere con le sue sculture nel decumano di Expo 2015 – interpreta il padre di Stoner attraverso una cruda installazione che ferma il momento della sua morte – assurgendo a simbolo della fine di ciascuno di noi – proseguendo così la serie dei Santi che porta avanti dagli anni Novanta.
Zino – noto per le sue opere realizzate con i lego e la realtà aumentata – qui interpreta l’antagonista di Stoner e lo immortala nel momento in cui fa la sua prima apparizione nel romanzo: fisicamente menomato, aveva un viso da attore del cinema sul quale l’artista ha riportato – con la ASCII art – le frasi della sua presentazione all’interno del testo. Tra le righe una frase metalinguistica che Zino rivolge al suo pubblico “Stoner è un libro del cazzo”, dando forma a quello che sarebbe stato il pensiero di Lomax nei confronti del romanzo stesso.

In mostra, nel Wall of Doonors, ringraziamo tutti coloro che hanno partecipato al crowdfunding, i nostri donatori che – contribuendo alla raccolta – sono diventati co-produttori del progetto.

Pubblicato in Cultura e eventi

Chieti. La Municipalità di Minamishimabara in Giappone e il Comune di Chieti hanno formalmente sottoscritto il Patto di Amicizia tra le due realtà nel corso di una cerimonia svoltasi nella giornata di ieri, martedì 8 novembre 2016, nella città di Minamishimabara in Giappone.
A siglare il documento per conto dell’Amministrazione Comunale di Chieti, è stato l’Assessore alla Cultura, Turismo, Manifestazioni, Sport e Politiche Giovanili, Antonio Viola, accompagnato per l’occasione dall’avvocato Valeria Valignani, discendente di Padre Alessandro Valignano, il gesuita teatino che 450 anni fa sbarcò nel porto di Minamishimabara - città che divenne fulcro della propagazione della fede cristiana in Giappone - gettando le basi per uno scambio culturale tra i due Paesi.
Alla cerimonia hanno partecipato, tra gli altri, il Governatore della Prefettura di Nagasaki, autorità scolastiche, dirigenti dei dipartimenti della Cultura e del Turismo, rappresentanti di associazioni di categoria nonché gli alunni giapponesi ospitati in questi anni a Chieti nell’ambito degli scambi culturali tra le due città.
Nel portare alle autorità presenti il saluto del Sindaco di Chieti, Umberto Di Primio e rivolgendosi al Sindaco di Minamishimabara, Matsumoto Masahiro, l’Assessore Viola ha rimarcato il forte legame istauratosi, negli ultimi anni, tra le città di Chieti e la municipalità nipponica grazie anche al prezioso contributo svolto dal Centro Studi su Padre Alessandro Valignano della Fondazione Cassa di Risparmio di Chieti.

«Il Patto di Amicizia sottoscritto – ha aggiunto l’Assessore Viola - è uno strumento straordinario di azione interculturale tra popoli che vince i pregiudizi, accomuna in una prospettiva unitaria le diversità, crea autentici legami di amicizia fra persone di lingua e costumi diversi. Troppi uomini si lasciano rinchiudere nello stretto orizzonte che si scopre dal proprio campanile. Bisogna rompere questo guscio, svegliare le coscienze e avere una visione allargata del mondo, coinvolgendo in questo le scuole e i giovani. Ispirati da comuni ideali di pace e benessere, vogliamo cooperare e collaborare nei settori culturali, sportivi, economici, stabilendo rapporti duraturi, promuovendo reti di amicizia e favorendo un’autentica conoscenza della vita quotidiana, delle tradizioni e della cultura fra le due municipalità. Il Patto di Amicizia diventa, così, riflesso dei cambiamenti della società contemporanea e strumento di una dinamica nuova degli sviluppi delle relazioni internazionali. La cultura è la chiave per uno sviluppo umano inteso come arricchimento interiore e, allo stesso tempo, come fattore di crescita sociale ed economica. Su quel ponte da Oriente a Occidente tracciato da Padre Alessandro Valignano, dobbiamo continuare a camminare con sentimenti di pace, sincera amicizia e vera solidarietà.»

Pubblicato in Politica

Pescara. Nella serata di ieri, a Palazzo Chigi, una delegazione UPI (Unione Province d’Italia) composta dal Presidente Achille Variati, dal direttore Piero Antonelli e dal presidente dell’UPI Abruzzo Antonio Di Marco, ha incontrato una folta rappresentanza di Governo per cercare di fare chiarezza sulle risorse dedicate alle Province nell’anno 2017.
Hanno partecipato all’incontro diversi dirigenti pubblici e quattro sottosegretari di Stato: Claudio De Vincenti (Presidenza del Consiglio); Gianclaudio Bressa (Affari Regionali) Gianpiero Bocci (Interni) e Pierpaolo Baretta (Economia e Finanze).
Ma cosa chiedono le Province italiane al Governo?
Innanzitutto una modifica alla legge di bilancio 2017, alla quale sono indirizzate alcune proposte di modifica necessarie per la copertura delle funzioni fondamentali. Le proposte sono le seguenti:
1- L’azzeramento del taglio di 650 milioni per i 76 Enti di Area Vasta delle Regioni a Statuto Ordinario.
2- L’utilizzo dei risparmi dei Costi della Politica generati dalla L 56/14 da destinare alle funzioni fondamentali di Enti di Area Vasta e Città metropolitane: 229 milioni dal 2014 al 2016 e 69 milioni dal 2017 in poi da stabilizzare a regime.
3- L’assegnazione di 100 milioni dal Fondo Anas direttamente agli Enti di Area Vasta per la manutenzione straordinaria delle strade provinciali.
4- Il ritorno alla normalità della gestione contabile con la predisposizione di bilanci preventivi triennali, anche attraverso la possibilità di applicare alla prima annualità gli avanzi liberi e destinati.
5- La copertura integrale delle spese corrente e di investimento per le funzioni fondamentali, con risorse certe a fabbisogni standard.
6- La promozione degli investimenti attraverso la destinazione dei ricavati delle alienazioni a favore degli investimenti.
7- La definizione di norme regolatrici dei piani di riequilibrio e di un corrispondente fondo speciale, per accompagnare quelle Province che nel 2015 e 2016 sono state indotte al pre-dissesto dai tagli della manovra economica.
8- Il ripristino delle normali capacità assunzioni almeno per la copertura delle posizioni vacanti infungibili nei limiti numerici e di spesa delle dotazioni organiche ridotte del 50%.
1- La certezza della copertura integrale da parte delle Regioni per le funzioni non fondamentali delegate agli Enti di Area Vasta.
2- L’assegnazione diretta agli Enti di Area Vasta delle risorse destinate a coprire tutti i costi dei Centri per l’Impiego: personale e spese di funzionamento.
3- L’assegnazione delle risorse destinate alla copertura dei costi per i servizi a favore degli alunni disabili.
4- La ricostituzione del Fondo per la copertura delle spese del personale soprannumerario, ancora presente sul portale della mobilità (550 dipendenti – fonte portale funzione pubblica), così da coprire i costi rimasti fino a definitiva ricollocazione.

“Sappiamo bene – ha dichiarato Di Marco - che le Province si stanno trasformando in Enti di secondo livello di area vasta, e che manterranno comunque le deleghe alla viabilità e all'edilizia scolastica. Non possiamo permettere che i tagli previsti possano mettere in ginocchio ancora di più noi Presidenti, sacrificando la sicurezza dei cittadini. I rappresentanti del Governo ci hanno dedicato un ascolto meditato e scrupoloso. Siamo fiduciosi che il Governo possa decidere per correttivi che allontanino lo spettro del default. Sono sollevato e anche onorato di far parte di questa delegazione che sta cercando di salvare servizi essenziali per i cittadini”.

Pubblicato in Politica

L'Aquila. Il Consigliere regionale Pietro Smargiassi chiede maggiore rappresentanza all'interno dell'Ufficio di Presidenza:"Ad inizio legislatura si parlò di rivedere la composizione dell'Ufficio di Presidenza affinché fosse garantita la rappresentanza delle diverse anime che compongono le forze di opposizione. Purtroppo - continua il Smargiassi - a due anni da quelle dichiarazioni d'intenti nulla è cambiato".

"Per questa ragione – conclude - ho proposto una modifica al vigente regolamento affinché sia garantita una più ampia rappresentatività all'interno di un ufficio importante come quello di Presidenza. Auspico che tutti comprendano e condividano le ragioni che mi hanno spinto a depositare questa proposta di modifica".

Pubblicato in Politica

Pescara. “Continua il programma di pulizia straordinaria diurna delle vie ricomprese nel quadrilatero del centro cittadino dove era necessario agire per ripristinare in modo più radicale il decoro, in quanto teatro di tanti eventi e manifestazioni che moltiplicano i flussi di frequentatori della città".
Così in una nota congiunta il vicesindaco di Pescara, Enzo Del Vecchio e l'assessore comunale Paola Marhegiani, che aggiungono: "Ieri è stata eseguita in Piazza Muzii, via Minghetti e De Cesaris. Oggi le squadre di Attiva sono state al lavoro su via Parini, via Amendola e via Campanella, con l’ausilio della Polizia Municipale, perché per effettuare la pulizia è stato necessario porre dei divieti di sosta sulla strada, affinché restasse libera per far passare i mezzi e lasciare possibilità di azione agli addetti al lavoro sulle aiuole, tombini e caditoie. Un calendario che ogni giorno prevede interventi nella zona centrale, da cui arrivano più segnalazioni. Domani l’operazione interesserà via Gramsci dalle 9.00 alle 13.00 e venerdì 11 novembre si passerà a via Galilei, sempre con lo stesso orario, per proseguire il 15 su via De Sanctis, il 16 su via Trilussa, il 17 su via Boccaccio, il 18 su via Alighieri e su tutte le altre vie e incroci. Interventi straordinari per il centro, ma non si trascura il resto della città, coperto dalle pulizie ordinarie che proseguono secondo ritmi stabiliti dai calendari consolidati e affissi sulle paline lungo le strade e su cui torneremo ad incidere perché tornino ad essere percepiti. A tal proposito vogliamo ringraziare la cittadinanza che sta collaborando positivamente all’operazione, sia rispondendo alla richiesta di lasciare libera la strada dalle automobili, sia segnalandoci anche ulteriori zone dove intervenire. Si tratta di un’attività che intendiamo intensificare, perché la città torni ad essere un salotto pulito e decoroso come merita, per questo siamo prossimi al varo una serie di iniziative che avranno proprio questo scopo e vogliamo condividere con la città stessa, perché ognuno di noi si faccia promotore del suo rilancio”.

Pubblicato in Cronaca

Pescara. L’inaugurazione in grande stile, grazie alla partecipazione straordinaria del Presidente del Consiglio Matteo Renzi, e il gradito ritorno del giornalista e conduttore Giovanni Floris che presenta in anteprima nazionale il suo nuovo romanzo. Il ciclo giallo del BarLume con i simpatici e arguti vecchietti raccontanti da Marco Malvaldi e i doppiaggi sincronizzati di Mick Jagger, Keith Richards e degli altri protagonisti dei video più folli di YouTube svelati da Fabio Celenza.
La XIV edizione del FLA Pescara Festival si apre giovedì 10 novembre con alcuni dei rappresentanti più autorevoli del dibattito culturale italiano. La kermesse, organizzata da Mente Locale con la direzione artistica di Luca Sofri, andrà avanti fino a domenica 13 novembre nei luoghi del centro storico e in tanti altri spazi della città.

Sono oltre 150 gli appuntamenti racchiusi nel contenitore del FLA Pescara Festival, quasi tutti a ingresso gratuito, grazie al contributo del Comune di Pescara che ha destinato alla manifestazione una parte degli introiti della tassa di soggiorno. Fondamentale, oltre al patrocinio della Provincia di Pescara e della Regione Abruzzo, anche l’apporto di partner privati come il main sponsor Deco, che ha realizzato la street library, la piccola biblioteca di strada in cui sarà possibile lasciare in dono o prendere in prestito un libro durante il festival, il Città Sant’Angelo Village, Marifarma, Casal Thaulero, Mercedes Barbuscia e, da quest'anno, Lea & Flò.
Lo scorso anno il FLA Pescara Festival ha toccato le 20.000 presenze. Per il 2016 si punta a bissare il successo e a superare i numeri da record delle precedenti edizioni. Tutti i dettagli degli incontri, suddivisi in nove sezioni, più una serie di eventi speciali, sono consultabili sul sito www.pescarafestival.it sulla pagina Facebook “FLA Pescara Festival” e sul profilo Twitter @PescaraFestLett.

I BIG IN CARTELLONE GIOVEDì
Per la prima volta in Abruzzo un evento culturale di respiro nazionale come il FLA Pescara Festival sarà inaugurato dal Presidente del Consiglio Matteo Renzi. Il premier, ospite dell’associazione Mente Locale, sarà protagonista dell'iniziativa di apertura, in programma giovedì 10 novembre alle ore 18 al teatro Circus. Nella sua prima visita da premier a Pescara, Renzi sarà intervistato dal direttore artistico del festival nonché direttore de “Il Post” Luca Sofri. L’incontro è gratuito.
“Negli anni – ha spiegato il direttore artistico del FLA Luca Sofri – abbiamo ampliato, arricchito e variato l’offerta del festival, rimanendo sempre intorno al mondo della cultura e dei libri, ma cercando di occuparci di tutto ciò che rappresenta in modo non polveroso e paludato la cultura contemporanea. Cerchiamo anche di avvicinare le istituzioni: due anni fa con la partecipazione di Dario Franceschini e quest'anno con il premier Matteo Renzi. Per noi è una gratificazione che il governo del Paese decida di venire a inaugurare il FLA, questa visita è un riconoscimento da tenere a mente per capire ciò che è diventato il FLA. Credo che abbiamo fatto e stiamo facendo una cosa bella e importante per questa città e per questa regione, di cui andare fieri”.

Nella prima giornata di giovedì 10 novembre si alterneranno durante il FLA tantissimi autori di fama nazionale e internazionale: il giornalista e conduttore di La7 Giovanni Floris presenta in anteprima nazionale il suo nuovo romanzo “Quella notte sono io” (Spazio Matta, ore 19,30), sviscerando il tema della violenza a scuola; Marco Malvaldi parla del ciclo giallo del BarLume e della compagnia di pensionati che fa da cornice alle investigazioni (Auditorium Petruzzi, ore 21,00); Fabio Celenza svela in collaborazione con il Satyricom Festival come nascono i suoi doppiaggi sincronizzati di Mick Jagger, Keith Richards e degli altri protagonisti dei video più folli di YouTube (Auditorium Petruzzi, ore 22); Francesco Costa, vicedirettore de “Il Post” e autore di cronache sulla campagna elettorale americana, commenta a caldo il voto negli States (Spazio Matta ore 21,00); il giornalista del quotidiano “Il Centro” Luigi Di Fonzo allieta i lettori con il racconto dei dieci episodi del fumetto “Andrea Pazienza, il mio nome è Pentothal” (Casa d’Annunzio, ore 19); Nadia Terranova con “Casca il mondo” insegna ai bambini che cos’è il terremoto (Auditorium Petruzzi, ore 16).


GLI ALTRI INCONTRI DI GIOVEDì
Fla Kids:
Per la sezione “FLA Kids”, il ciclo di incontri dedicato ai piccoli lettori del FLA Pescara Festival, giovedì mattina alle ore 10,00 all’ Auditorium Petruzzi, in via delle Caserme, Pino Costalunga presenta “È severamente vietato leggere Roald Dahl”. Con prove dotte e argomentazioni intelligenti si parlerà dell’autore che sovverte fiabe, insegna a fare pozioni pericolose, elogia la disobbedienza, si diverte a descrivere individui disgustosi, riduce i bambini in poltiglia e fa scomparire povere nonne grazie all'aiuto di nipoti crudeli.
Ore 16,00:
Nell’ambito della sezione “Abruzzo LOC” (Letteratura d’origine controllata), dedicata agli autori e alle case editrici abruzzesi, giovedì 10 novembre alle ore 16,00 Lucia Soccia presenta nella Sala Azzurra del Circolo Aternino “Cari benedetti figli”: l'epistolario della famiglia Mancinelli racconta le ragioni che spinsero i giovani del 1915 a partecipare con passione e impegno alle battaglie sul fronte orientale e a seguire con convinzione l'impresa di Gabriele d'Annunzio a Fiume. Nella Sala Fucsia del Circolo Aternino Filippo Miraglia presenta “Rifugiati”.
La sezione a cura di Paolo Di Paolo “Questa (non) è una fiaba” si apre con la scrittrice Nadia Terranova che, all’Auditorium Petruzzi, presenta il volume per bambini intitolato “Casca il mondo”, appena pubblicato per Mondadori con le illustrazioni di Laura Fanelli. La storia inizia con un papà che racconta una favola a suo figlio Oscar il quale, dal giorno in cui il terremoto gli ha portato via la casa, ha smesso di parlare. A Casa d’Annunzio Maria Inversi parla di “Io lei lui”: un racconto tra drammi e commedie, testi originali e di impegno, dall'io scrivente all'io femminile e all'io maschile.
Ore 17,00:
La sezione “Abruzzo LOC” prosegue alle 17,00 nella Sala Fucsia del Circolo Aternino con il volume “Veleno nelle gole” di Simona Barba e Gisella Orsini e, nella Sala Azzurra, con la narrazione fantasy “Nel nome dei Grimm” di Francesco Di Paolo. A Casa d’Annunzio Daniele Cavicchia introduce “La solitudine del fuoco” (modera Renato Minore), mentre all’Auditorium Petruzzi si discute di “Tesori d’Abruzzo” con autori vari. Al Museo delle Genti d’Abruzzo in programma i laboratori per bambini “Pizzelle al sapor di cacao” in collaborazione con il Centro Didattico Sperimentale “L. Barberini-R. Laporta”. Costo singolo laboratorio: 7€ a partecipante.
Ore 18,00:
In contemporanea con l’inaugurazione ufficiale del FLA Pescara Festival da parte del premier Matteo Renzi, in calendario ci sono una serie di incontri con gli altri ospiti del FLA. Alice Grieco presenta nella Sala Azzurra del Circolo Aternino la sua opera prima “IoLoro”; all’Auditorium Petruzzi lo studioso di teologia e storia delle religioni Igor Sibaldi discute con Michele Meomartino di “Il mondo dei desideri”: 101 progetti di libertà nell’ambito della sezione “Olis” del FLA; nella Sala Azzurra del Circolo Aternino Stefano De Angelis (modera Jenny Pacini nell’ambito di “Conflitti”) espone in “Le parole della Jihad” i termini maggiormente utilizzati dai jihadisti in conversazioni, azioni terroristiche e vita quotidiana; infine a Casa d’Annunzio il critico letterario e saggista Filippo La Porta in “Canone 2030” racconta quali libri italiani sopravviveranno al 2030.
Dalle 19,00:
Alle ore 19,00 nella Sala Fucsia del Circolo Aternino i riflettori si accendono sulla sezione “A ruote spiegate” a cura di Alessandro Ricci: Giuseppe Piras presenta “Essere ciclista urbano”, il perfetto manuale del ciclista urbano, voluto da FIAB (Federazione Italiana Amici della Bicicletta), adatto a neofiti e appassionati. Nella Sala Azzurra invece Giada Trebeschi presenta “Omaggio al Bardo”: un ulteriore studio su Shakespeare a quattrocento anni dalla morte del più grande drammaturgo di tutti i tempi.
Dalle 20,00:
Gli appuntamenti letterari del FLA continuano alle 20 al Circolo Aternino con l’opera di Alessia Iuliano “Non negare nessuno” (Sala Azzurra) e “Non con i miei soldi!” di Ugo Biggieri (Sala Fucsia). Allo stesso orario l’artista Franca Minnucci si esibisce a Casa d’Annunzio con “Vivere in viaggio” un recital presentato da Lucia Arbace. Alle 21 al Circolo Aternino (Sala Azzurra) Luca Mastrocola presenta “Racconti dall'inizio” mentre Andrea Astolfi introduce “Ὁράω” (Sala Fucsia). All’Auditorium Petruzzi spazio alla musica con “Naufragi” il recital di Marco Paparella e Piero Delle Monache
Ore 22,00:
L’ultimo appuntamento di giovedì 10 novembre 2016 è con “Doppiaggio Selvaggio”. All’Auditorium Petruzzi il vastese Fabio Celenza si lascia intervistare da Francesco Brescia del Satyricom Festival per raccontare al pubblico come nascono alcune delle sue clip più folli, a partire dai doppiaggi di Mick Jagger e Keith Richards che ne hanno decretato la fama su YouTube, portandolo alla candidatura ai Macchianera Internet Awards 2016 come rivelazione web dell'anno.
PESCARA. L’inaugurazione in grande stile, grazie alla partecipazione straordinaria del Presidente del Consiglio Matteo Renzi, e il gradito ritorno del giornalista e conduttore Giovanni Floris che presenta in anteprima nazionale il suo nuovo romanzo. Il ciclo giallo del BarLume con i simpatici e arguti vecchietti raccontanti da Marco Malvaldi e i doppiaggi sincronizzati di Mick Jagger, Keith Richards e degli altri protagonisti dei video più folli di YouTube svelati da Fabio Celenza.
La XIV edizione del FLA Pescara Festival si apre giovedì 10 novembre con alcuni dei rappresentanti più autorevoli del dibattito culturale italiano. La kermesse, organizzata da Mente Locale con la direzione artistica di Luca Sofri, andrà avanti fino a domenica 13 novembre nei luoghi del centro storico e in tanti altri spazi della città.

Sono oltre 150 gli appuntamenti racchiusi nel contenitore del FLA Pescara Festival, quasi tutti a ingresso gratuito, grazie al contributo del Comune di Pescara che ha destinato alla manifestazione una parte degli introiti della tassa di soggiorno. Fondamentale, oltre al patrocinio della Provincia di Pescara e della Regione Abruzzo, anche l’apporto di partner privati come il main sponsor Deco, che ha realizzato la street library, la piccola biblioteca di strada in cui sarà possibile lasciare in dono o prendere in prestito un libro durante il festival, il Città Sant’Angelo Village, Marifarma, Casal Thaulero, Mercedes Barbuscia e, da quest'anno, Lea & Flò.
Lo scorso anno il FLA Pescara Festival ha toccato le 20.000 presenze. Per il 2016 si punta a bissare il successo e a superare i numeri da record delle precedenti edizioni. Tutti i dettagli degli incontri, suddivisi in nove sezioni, più una serie di eventi speciali, sono consultabili sul sito www.pescarafestival.it sulla pagina Facebook “FLA Pescara Festival” e sul profilo Twitter @PescaraFestLett.

I BIG IN CARTELLONE GIOVEDì
Per la prima volta in Abruzzo un evento culturale di respiro nazionale come il FLA Pescara Festival sarà inaugurato dal Presidente del Consiglio Matteo Renzi. Il premier, ospite dell’associazione Mente Locale, sarà protagonista dell'iniziativa di apertura, in programma giovedì 10 novembre alle ore 18 al teatro Circus. Nella sua prima visita da premier a Pescara, Renzi sarà intervistato dal direttore artistico del festival nonché direttore de “Il Post” Luca Sofri. L’incontro è gratuito.
“Negli anni – ha spiegato il direttore artistico del FLA Luca Sofri – abbiamo ampliato, arricchito e variato l’offerta del festival, rimanendo sempre intorno al mondo della cultura e dei libri, ma cercando di occuparci di tutto ciò che rappresenta in modo non polveroso e paludato la cultura contemporanea. Cerchiamo anche di avvicinare le istituzioni: due anni fa con la partecipazione di Dario Franceschini e quest'anno con il premier Matteo Renzi. Per noi è una gratificazione che il governo del Paese decida di venire a inaugurare il FLA, questa visita è un riconoscimento da tenere a mente per capire ciò che è diventato il FLA. Credo che abbiamo fatto e stiamo facendo una cosa bella e importante per questa città e per questa regione, di cui andare fieri”.

Nella prima giornata di giovedì 10 novembre si alterneranno durante il FLA tantissimi autori di fama nazionale e internazionale: il giornalista e conduttore di La7 Giovanni Floris presenta in anteprima nazionale il suo nuovo romanzo “Quella notte sono io” (Spazio Matta, ore 19,30), sviscerando il tema della violenza a scuola; Marco Malvaldi parla del ciclo giallo del BarLume e della compagnia di pensionati che fa da cornice alle investigazioni (Auditorium Petruzzi, ore 21,00); Fabio Celenza svela in collaborazione con il Satyricom Festival come nascono i suoi doppiaggi sincronizzati di Mick Jagger, Keith Richards e degli altri protagonisti dei video più folli di YouTube (Auditorium Petruzzi, ore 22); Francesco Costa, vicedirettore de “Il Post” e autore di cronache sulla campagna elettorale americana, commenta a caldo il voto negli States (Spazio Matta ore 21,00); il giornalista del quotidiano “Il Centro” Luigi Di Fonzo allieta i lettori con il racconto dei dieci episodi del fumetto “Andrea Pazienza, il mio nome è Pentothal” (Casa d’Annunzio, ore 19); Nadia Terranova con “Casca il mondo” insegna ai bambini che cos’è il terremoto (Auditorium Petruzzi, ore 16).


GLI ALTRI INCONTRI DI GIOVEDì
Fla Kids:
Per la sezione “FLA Kids”, il ciclo di incontri dedicato ai piccoli lettori del FLA Pescara Festival, giovedì mattina alle ore 10,00 all’ Auditorium Petruzzi, in via delle Caserme, Pino Costalunga presenta “È severamente vietato leggere Roald Dahl”. Con prove dotte e argomentazioni intelligenti si parlerà dell’autore che sovverte fiabe, insegna a fare pozioni pericolose, elogia la disobbedienza, si diverte a descrivere individui disgustosi, riduce i bambini in poltiglia e fa scomparire povere nonne grazie all'aiuto di nipoti crudeli.
Ore 16,00:
Nell’ambito della sezione “Abruzzo LOC” (Letteratura d’origine controllata), dedicata agli autori e alle case editrici abruzzesi, giovedì 10 novembre alle ore 16,00 Lucia Soccia presenta nella Sala Azzurra del Circolo Aternino “Cari benedetti figli”: l'epistolario della famiglia Mancinelli racconta le ragioni che spinsero i giovani del 1915 a partecipare con passione e impegno alle battaglie sul fronte orientale e a seguire con convinzione l'impresa di Gabriele d'Annunzio a Fiume. Nella Sala Fucsia del Circolo Aternino Filippo Miraglia presenta “Rifugiati”.
La sezione a cura di Paolo Di Paolo “Questa (non) è una fiaba” si apre con la scrittrice Nadia Terranova che, all’Auditorium Petruzzi, presenta il volume per bambini intitolato “Casca il mondo”, appena pubblicato per Mondadori con le illustrazioni di Laura Fanelli. La storia inizia con un papà che racconta una favola a suo figlio Oscar il quale, dal giorno in cui il terremoto gli ha portato via la casa, ha smesso di parlare. A Casa d’Annunzio Maria Inversi parla di “Io lei lui”: un racconto tra drammi e commedie, testi originali e di impegno, dall'io scrivente all'io femminile e all'io maschile.
Ore 17,00:
La sezione “Abruzzo LOC” prosegue alle 17,00 nella Sala Fucsia del Circolo Aternino con il volume “Veleno nelle gole” di Simona Barba e Gisella Orsini e, nella Sala Azzurra, con la narrazione fantasy “Nel nome dei Grimm” di Francesco Di Paolo. A Casa d’Annunzio Daniele Cavicchia introduce “La solitudine del fuoco” (modera Renato Minore), mentre all’Auditorium Petruzzi si discute di “Tesori d’Abruzzo” con autori vari. Al Museo delle Genti d’Abruzzo in programma i laboratori per bambini “Pizzelle al sapor di cacao” in collaborazione con il Centro Didattico Sperimentale “L. Barberini-R. Laporta”. Costo singolo laboratorio: 7€ a partecipante.
Ore 18,00:
In contemporanea con l’inaugurazione ufficiale del FLA Pescara Festival da parte del premier Matteo Renzi, in calendario ci sono una serie di incontri con gli altri ospiti del FLA. Alice Grieco presenta nella Sala Azzurra del Circolo Aternino la sua opera prima “IoLoro”; all’Auditorium Petruzzi lo studioso di teologia e storia delle religioni Igor Sibaldi discute con Michele Meomartino di “Il mondo dei desideri”: 101 progetti di libertà nell’ambito della sezione “Olis” del FLA; nella Sala Azzurra del Circolo Aternino Stefano De Angelis (modera Jenny Pacini nell’ambito di “Conflitti”) espone in “Le parole della Jihad” i termini maggiormente utilizzati dai jihadisti in conversazioni, azioni terroristiche e vita quotidiana; infine a Casa d’Annunzio il critico letterario e saggista Filippo La Porta in “Canone 2030” racconta quali libri italiani sopravviveranno al 2030.
Dalle 19,00:
Alle ore 19,00 nella Sala Fucsia del Circolo Aternino i riflettori si accendono sulla sezione “A ruote spiegate” a cura di Alessandro Ricci: Giuseppe Piras presenta “Essere ciclista urbano”, il perfetto manuale del ciclista urbano, voluto da FIAB (Federazione Italiana Amici della Bicicletta), adatto a neofiti e appassionati. Nella Sala Azzurra invece Giada Trebeschi presenta “Omaggio al Bardo”: un ulteriore studio su Shakespeare a quattrocento anni dalla morte del più grande drammaturgo di tutti i tempi.
Dalle 20,00:
Gli appuntamenti letterari del FLA continuano alle 20 al Circolo Aternino con l’opera di Alessia Iuliano “Non negare nessuno” (Sala Azzurra) e “Non con i miei soldi!” di Ugo Biggieri (Sala Fucsia). Allo stesso orario l’artista Franca Minnucci si esibisce a Casa d’Annunzio con “Vivere in viaggio” un recital presentato da Lucia Arbace. Alle 21 al Circolo Aternino (Sala Azzurra) Luca Mastrocola presenta “Racconti dall'inizio” mentre Andrea Astolfi introduce “Ὁράω” (Sala Fucsia). All’Auditorium Petruzzi spazio alla musica con “Naufragi” il recital di Marco Paparella e Piero Delle Monache
Ore 22,00:
L’ultimo appuntamento di giovedì 10 novembre 2016 è con “Doppiaggio Selvaggio”. All’Auditorium Petruzzi il vastese Fabio Celenza si lascia intervistare da Francesco Brescia del Satyricom Festival per raccontare al pubblico come nascono alcune delle sue clip più folli, a partire dai doppiaggi di Mick Jagger e Keith Richards che ne hanno decretato la fama su YouTube, portandolo alla candidatura ai Macchianera Internet Awards 2016 come rivelazione web dell'anno.

Pubblicato in Cultura e eventi
Pagina 1 di 2

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione