Articoli filtrati per data: Giovedì, 11 Gennaio 2018

Chieti. «Ho appreso le notizie sulle decisioni assunte, nelle ultime ore, dal Presidente D’Alfonso con la delibera regionale n.1/18. Dopo il silenzio di questi giorni, bene ha fatto la Regione ad accogliere le nostre richieste dettate dal buon senso e dalla responsabilità nei confronti del nostro territorio e verso la salute dei cittadini. Ora aspettiamo di sapere quanti rifiuti e mezzi attraverseranno le nostre strade: certo è che non abbasseremo la guardia».

È quanto comunica il Sindaco di Chieti, Umberto Di Primio, apprese le decisioni dei vertici regionali in merito alla questione del trasferimento dei rifiuti dalla capitale verso il territorio abruzzese.

Pubblicato in Politica

L'Aquila. Venerdì prossimo 12 gennaio Martinsicuro ospiterà l’incontro tra le Regioni Adriatiche per attingere ai fondi ministeriali che consentiranno di realizzare la Ciclovia Adriatica, che si candida a diventare il percorso ciclabile più lungo d’Italia, che unitrà Trieste a Leuca (Lecce) per 1300 km.
L’incontro è organizzato da FIAB ONLUS (Federazione Italiana Amici della Bicicletta) assieme alle regioni Abruzzo e Marche e con la collaborazione del Comune di Martinsicuro.
Fu proprio la FIAB, la principale associazione cicloambientalista italiana con oltre 150 associazioni presenti in tutte le regioni e oltre 17.000 attivisti, ad ideare, nel lontano 2001, la rete di ciclovie nazionali Bicitalia di cui l’Adriatica costituisce il ramo n.6. Le due regioni co-organizzatrici, che già hanno stanziato fondi per le rispettive ciclovie costiere, stanno collaborando per realizzare il ponte ciclopedonale sul Tronto che unirà le ciclabili abruzzesi e marchigiane, e il comune di Martinsicuro rappresenta quindi il luogo simbolico di unificazione interregionale della ciclovia. La sede dell’incontro è ancora più simbolica: la Torre Carlo V che per secoli rappresentò il confine di stato tra Regno delle due Sicilie e Stato della Chiesa, e che venerdì vedrà un passaggio fondamentale per questa grande opera di unificazione sostenibile.
Soddisfazione viene espressa dalla Regione Abruzzo perché “l’imponente investimento regionale Bike to Coast per completare il tratto abruzzese di Ciclovia ha fatto da esempio e da volano anche per le regioni limitrofe”. Non da meno è la Regione Marche che dichiara, attraverso un suo rappresentante: “le nostre due regioni, in virtù del positivo clima di collaborazione e amicizia, si proporranno congiuntamente come capofila della cordata di regioni adriatiche per rappresentarle presso il ministero e coordinare la cabina di regia per la realizzazione della ciclovia assieme alla FIAB, con la quale tutte le regioni adriatiche inclusa la nostra stanno sottoscrivendo un protocollo di collaborazione che è alla base di questa alleanza che va da nord a sud”. Alessandro Tursi, Vicepresidente nazionale FIAB e referente per la Ciclovia Adriatica, ricorda come “l’impegno pluriennale dell’associazione ha innescato un ciclo virtuoso presso gli amministratori, che ha portato agli attuali investimenti in Abruzzo prima e ora anche nelle altre regioni, e di come l’impegno FIAB abbia trovato risposte e riconoscimenti importanti nel fondo nazionale del Ministero Trasporti per il Sistema Nazionale delle Ciclovie Turistiche, basato proprio sulla rete Bicitalia FIAB e del quale fa parte l’Adriatica. Con questi incontri - continua Tursi - abbiamo messo attorno a un tavolo le regioni adriatiche, che si stanno quindi organizzando per stipulare con il Ministero la convenzione che farà affluire ulteriori ingenti cofinanziamenti per completare in pochi anni questa opera strategica per l’intero paese”. L’Amministrazione comunale di Martinsicuro, padrona di casa dell’incontro, dichiara che “ per questa amministrazione la realizzazione del ponte ciclopedonale è un punto fondamentale e per questo ci stiamo adoperando con ogni mezzo per sollecitarne e accelerarne il complesso iter, e comunque il tema della mobilità ciclistica è strategico anche per la mobilità quotidiana in abito urbano oltre che turistico.”
Saranno presenti anche i rappresentanti delle due province di Ascoli e Teramo e dei comuni costieri delle stesse province, comuni direttamente interessati dall’infrastruttura che rappresenta la spina dorsale della nuova mobilità.

Pubblicato in Politica

Fossacesia. L’iniziativa è rivolta a creare i presupposti per un intervento privato per il recupero, la gestione e la valorizzazione di alcuni immobili comunali nella frazione di Villa Scorciosa. E’ questo l’obiettivo contenuto nell’avviso pubblicato di recente sul sito istituzionale del Comune di Fossacesia e che scadrà il prossimo 31 gennaio. “Si tratta del recupero del campetto sportivo, delle aree perimetrali, della zona verde attrezzata, servizi igienici e annesso fabbricato dell’ex scuola materna ubicati in Via Canaparo - spiega il Sindaco, Enrico Di Giuseppantonio -. Intendiamo favorire l’intervento privato e ci attendiamo per questo un bel progetto di recupero da parte dei cittadini interessati. Idee per dar luogo ad attività di carattere ricreativo, aggregativo, culturale. Oppure per la formazione e la convegnistica, per aprire attività ricettive a fini turistici o per la somministrazione di alimenti e bevande, per attività di intrattenimento e sportive. Così facendo da una parte avremo soluzioni per la conservazione e valorizzazione del patrimonio pubblico - aggiunge il primo cittadino Di Giuseppantonio - dall’altro, sarà anche l’occasione per creare opportunità di lavoro, di promozione e sviluppo sociale, culturale, turistico ed economico per Villa Scorciosa”.

Pubblicato in Politica

Roseto degli Abruzzi. L’architetto Beniamino Di Rico, docente di Urbanistica in diverse facoltà di Architettura tra cui università D’Annunzio, a Pescara, e La Sapienza, a Roma, ha firmato questa mattina il contratto per l’affidamento dei servizi di ingegneria e architettura relativi alla redazione del Piano particolareggiato del capoluogo di Roseto degli Abruzzi.

Il professionista si occuperà di un intervento di urbanistica specifico: l’area interessata va dalla via Adriatica, provinciale per Montepagano, a nord e fino alla Statale 150, a sud e dalla ferrovia al margine collinare.

Con il nuovo Piano particolareggiato saranno definite le volumetrie, isolato per isolato, con le quali valutare ristrutturazioni, demolizioni e ricostruzioni. Saranno riviste le norme sulle distanze tra fabbricati e, inoltre, saranno valorizzati gli spazi pubblici, con la definizione dell’arredo urbano, e disciplinate le zone a traffico limitato.


“Sono estremamente orgoglioso”, dice il sindaco, Sabatino Di Girolamo, “di poter contare sulla grande professionalità dell’architetto Di Rico che ci ha promesso la consegna del Piano nel giro di sei mesi. Il suo apporto tecnico consentirà alla città, e in particolare a Roseto capoluogo, di migliorare l’aspetto architettonico degli edifici e, di conseguenza, darà il via a un positivo impulso alle ristrutturazioni. Inoltre, ci saranno positive ricadute sul bilancio del Comune, in quanto potranno arrivare introiti per la legge Bucalossi. E’ questo un altro punto programmatico della mia amministrazione che arriva al traguardo e i suoi benefici effetti saranno presto visibili a tutti i rosetani”.

“Nessuno sarà tenuto fuori dal processo di questo Piano che sarà uno strumento trasparentissimo”, ha affermato l’architetto Beniamino Di Rico, “Ciascuno, nei ruoli che ricopre nell’amministrazione, come portatore di interesse o come cittadino, sarà chiamato a contribuire. Quest’amministrazione non farà piani da appendere al muro, come, non a Roseto, ma nella storia dell’urbanistica qualche volta è stato fatto, ma progetti operativi che servono a dare linfa vitale all’economia di questa città e a risolvere i problemi dei cittadini”.

Pubblicato in Politica

Pescara. “In merito a quanto il Forum H2O è tornato ad evidenziare a mezzo stampa sulle procedure relative ai siti di Abruzzo Costiero, questione non nuova alla pubblica opinione, preme anzitutto sottolineare che nessuno dei soggetti coinvolti ha perso tempo da quando è emerso il problema, a partire dai proprietari dei siti, arrivando ai tecnici e gli uffici comunali di competenza, che da lungo tempo seguono e istruiscono le procedure. Infatti il sito oggetto delle attenzioni riversate sulla stampa è sottoposto a costante sistema di monitoraggio da parte della proprietà, attraverso un sistema che evidenzia tempestivamente situazioni di criticità".

Così in una nota l’assessore con delega ai Siti Inquinati del Comune di Pescara, Loredana Scotolati, che aggiunge: "Questo si è infatti verificato nel mese di gennaio 2016 e ne è stata data immediata comunicazione al Comune, che ha avviato le dovute attività di controllo e di verifica dell’efficacia delle azioni di messa in sicurezza da parte della Ditta proprietaria dell’impianto. Il problema allora rilevato risultava riconducibile al malfunzionamento delle tubazioni dell’impianto fognario interno allo stabilimento; non risultava in alcun modo danneggiato il sistema di adduzione del petrolio dalla banchina portuale allo stabilimento.

La ditta, su richiesta degli uffici comunali, già il 4 marzo 2016, ha prodotto la documentazione attestante l’avvenuta esecuzione dei lavori di messa in sicurezza e in seguito ha tempestivamente trasmesso al Comune i dati (peraltro positivi) delle analisi successivamente effettuate.

Il 28 febbraio 2017 la ditta medesima ha comunicato il verificarsi di un nuovo superamento dei valori di sostanze inquinanti, rilevati dalle apparecchiature di monitoraggio (i piezometri) e ciò ha dato luogo all’immediata riattivazione della procedura. Gli uffici comunali hanno richiesto l’immediata messa in sicurezza del sito, disponendo azioni di riparazione e prevenzione, da effettuarsi ancor prima dell’avvio della procedura di caratterizzazione e la ditta ha provveduto a quanto disposto dal Comune.

La procedura di caratterizzazione è ora in corso e a tal fine si stanno conducendo analisi aggiuntive in contraddittorio con l’ARTA e i tempi di conclusione del procedimento sono conseguenti alla necessità di concludere tali analisi. Dunque: il Comune ha intimato gli interventi di messa in sicurezza e tali interventi sono stati eseguiti.

Quanto poi alla trasparenza che viene messa in discussione dal Forum: è appena il caso di sottolineare che il Comune pubblica sul proprio sito, in una specifica sezione di servizio, “Ambiente e paesaggio”, creata per dare evidenza e informazione circa le procedure in corso, agevolmente raggiungibile dal seguente link:

http://ambiente.comune.pescara.it/?page_id=2

Qui si trovano tutte le informazioni inerenti la materia, gli interventi e gli altri settori di competenza, a disposizione di chiunque abbia interesse a conoscere lo stato dell’arte. La costruzione del sito ha comportato oltre due anni di lavoro per gli uffici e al personale dell’Ente che si è impegnato per il raggiungimento di tale obiettivo di trasparenza, che non ci risulta sia appannaggio di nessun altro Comune d’Abruzzo e forse anche oltre, va riconosciuto il merito per la dedizione dimostrata”.

Pubblicato in Politica

L'Aquila. “L’Abruzzo vale… una poltrona sicura al Senato” è questo il commento a caldo dei consiglieri 5 stelle Sara Marcozzi, Riccardo Mercante, Domenico Pettinari, Gianluca Ranieri e Pietro Smargiassi, che canzonano lo slogan con cui Luciano D’Alfonso si propose agli abruzzesi nel 2014. Un atto, quello della candidatura al Senato del Presidente di Regione Abruzzo, che non piace ai 5 stelle e neanche a tanti cittadini che sui social hanno mostrato il loro disappunto su questa scelta. “Alla fine il Governatore molla l’Abruzzo per Roma” continuano i portavoce “Forse una poltrona più larga e comoda è stata una tentazione troppo forte per il Presidente di Regione che ha lasciato gli abruzzesi con tante promesse e un pugno di mosche in mano. Un’occasione golosa” incalzano “che l’ego e le tasche di D’Alfonso non si sono fatti scappare. Lasciare il mandato per cui i cittadini lo hanno eletto” continuano “è uno schiaffo a chi gli ha dato fiducia nel 2014. Ribadiamo che per noi l’impegno politico deve tornare ad essere un onore per chi lo prende e non un mero lancio professionale del singolo candidato. L’Abruzzo non è una palestra per il Governo, i cittadini abruzzesi non lo meritano. Dopo aver fatto disastri in economia, lavoro, trasporti, sanità e viabilità mollano tutto e scappano a Roma” accusano i 5 stelle “L’ennesima prova che, probabilmente, per alcuni l’unico interesse sono i soldi e la carriera personale, altro che il bene della gente e del territorio. Mentre il presidente e i suoi fedelissimi, insieme ad altri consiglieri regionali di centro destra, sgomitano per accaparrarsi la poltrona romana, l’unico gruppo consiliare che continua il suo lavoro istituzionale dentro e fuori da palazzo, tenendo bene a mente il mandato che gli è stato conferito dai cittadini, è quello del M5S. Una realtà che qualcuno non vorrà vedere, ma che è l’unica riscontrabile nei fatti. In questi giorni stiamo continuando il nostro lavoro di sindacato ispettivo, stiamo continuando a depositare interpellanze e studiare nuove leggi” affermano “La campagna elettorale la facciamo, ovviamente, ma per le idee e le proposte, non per le persone. E portiamo avanti un programma scritto con i cittadini. Un programma che seguiremo, come abbiamo già fatto, e che non sarà il “lascia passare” per il posto più alto. Il Presidente (quasi) uscente, invece, ha tappezzato nuovamente le città con 6x3 pagati con i soldi dei contribuenti abruzzesi, gigantografie, tra l’altro, che recano una lunga serie di slogan e mancate verità che non raccontano minimamente il reale operato in questi 3 anni di Governo D’Alfonso. D’Alfonso brama una poltrona in Senato, speriamo solo abbia la decenza di dimettersi prima del 4 marzo, il M5S è pronto a governare l’Abruzzo e restituire la nostra regione ai cittadini”.

Pubblicato in Politica

Montesilvano. Anche il Comune di Montesilvano ha aderito al progetto di mobilità transnazionale Erasmus + Ka1 Vet. La Giunta Maragno ha sottoscritto la proposta presentata da Confartigianato Pescara, supportando l’iniziativa che prevede la possibilità per i diplomati del prossimo luglio della provincia di Pescara di svolgere dei tirocini professionalizzanti all’estero, presso imprese ed organismi europei nel settore turistico - alberghiero, marketing e commercio. La Confartigianato assegnerà delle borse di studio che daranno ai giovani beneficiari degli Istituti partner, l’opportunità di formarsi ed ampliare le proprie competenze professionali e linguistiche nei Paesi Europei per 4 mesi.

«Abbiamo sempre ritenuto molto importante mettere i nostri giovani in condizione di vivere delle esperienze formative o professionali all’estero – spiega il sindaco Francesco Maragno -. Crediamo infatti che il confronto con altre culture e tradizioni arricchisca sicuramente il bagaglio personale dei giovani e accresca profondamente i loro curricula. A tal proposito infatti abbiamo lavorato per stringere il gemellaggio con la città di Lahnstein che ha già visto la costruzione di progetti di scambio tra le scuole montesilvanesi e quelle tedesche e che ha permesso anche agli studenti della Nuova Scuola Comunale di Musica di esibirsi proprio nel comune della Renania. Stiamo lavorando alla sottoscrizione di patti di amicizia anche con altre città europee. L’adesione al progetto “Make In”, proposto da Confartigianato Pescara, quale ente capofila, si inserisce esattamente in questa dimensione, offrendo ai ragazzi di Montesilvano di vivere un’esperienza lavorativa all’estero».

Il progetto è interamente finanziato dal programma Erasmus +. Le borse di studio che verranno assegnate da Confartigianato Pescara copriranno interamente i costi di viaggio, alloggio, vitto, assicurazione per ciascun partecipante.

Pubblicato in Politica

Pescara. Si sono riunite a Spalato le Delegazioni della Regione Abruzzo e della Contea Spalatino-Dalmata per la conclusione del Protocollo d’Intesa del Progetto Hadriaticum. Alla riunione hanno preso parte, per il partenariato dalmata, il Governatore della Regione Blazenko Boban, l’Assessore al Turismo Stipe Čogelja e i dirigenti dell’Agenzia Regionale di Sviluppo della Dalmazia. Per parte abruzzese, supportata dal CRAM (Consiglio Regionale degli Abruzzesi nel Mondo, presieduto dall’Assessore Regionale Donato Bartolomeo di Matteo), hanno partecipato il coordinatore della delegazione Roberto Marzetti, Presidente della Fondazione Genti d’Abruzzo, Lorenzo Berardinetti, in rappresentanza del Consiglio Regionale Abruzzo, Presidente della III Commissione Agricoltura, Attività Produttive e Turismo, Marco Filippini, amministratore di EuroProjects Srl, società consulente della Fondazione. 

Il progetto Hadriaticum si iscrive nel quadro di un rilancio della progettualità europea tra le due sponde, prevede la riscoperta degli itinerari romani dell’Adriatico centrale; ricostruiti partendo dal contesto ambientale, culturale e socio economico relativo alla romanitas nei territori lungo il tracciato della via consolare Tiburtina-Valeria-Claudia e lungo “ I Camini” già oggetto della legge regionale Berardinetti. Gli interventi di recupero saranno effettuati nei paesi che insistono sul tracciato della via consolare (Pescara, Chieti, Atri, Corfinio, già capitale d’Italia, Popoli, Celano, Avezzano, Scurcola, Massa d’Albe, Tagliacozzo, Carsoli, Oricola ed altri Comuni dislocati lungo la direttrice) in territorio italiano. Lungo i percorsi sono previste infrastrutture per la mobilità intermodale, terminal a basso impatto, aree e punti di ricarico delle auto elettriche. Inoltre sale a servizio delle strutture museali ubicate nelle località. Inoltre si realizzeranno dei luoghi per la ricostruzione storica dei centri romani attraverso le tecniche tridimensionali e di realtà virtuale.

Pubblicato in Politica

Chieti. L’Assessore con delega ai Servizi Demografici, Giuseppe Giampietro, comunica che, in vista delle consultazioni politiche del 4 marzo 2018, l’Ufficio Elettorale e l’Ufficio Anagrafe del Comune di Chieti effettueranno le seguenti aperture straordinarie per il rilascio delle tessere elettorali e della carte d’identità elettroniche:

Ufficio Elettorale, Via delle Robinie, 5
- domenica 28 gennaio dalle ore 9.00 alle ore 12.30


Ufficio anagrafe, Corso Marrucino, 81
- sabato 3 febbraio dalle ore 9.00 alle ore 12.00;
- sabato 10 febbraio dalle ore 9.00 alle ore 12.00.

Pubblicato in Politica

Vasto. Dopo aver evidenziato la crescita demografica e i numeri dell’accoglienza in città, l’attenzione va ai dati del bilancio.
“Ci conforta - ha dichiarato il sindaco di Vasto, Francesco Menna- l’analisi relativa alle riscossioni coattive, che registra un incremento di circa 200 mila euro rispetto al 2016. Certamente l’adesione, del Comune di Vasto alla rottamazione delle cartelle di Equitalia, ha incoraggiato i cittadini a partecipare a tutte le agevolazioni previste dalla norma. Compresa la rateizzazione e quindi un atteggiamento sensibile in un momento particolare dell’economia generale e soprattutto delle nostre famiglie. Focalizzando i numeri, nel Comune di Vasto, sono state 448 le posizioni rottamate, che producono un debito totale superiore ad un milione di euro. L’importo decurtato dalle sanzioni e interessi è pari a 728 mila euro. Ogni cittadino che ha chiesto la rottamazione ha la possibilità di saldare il debito in cinque rate. Tre scadute nell’anno 2017 e due nel 2018. L’obiettivo –ha concluso il sindaco Menna – è incentivare la regolarizzazione fiscale”.

Pubblicato in Politica
Pagina 1 di 3

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione