Articoli filtrati per data: Venerdì, 12 Gennaio 2018

Pescara. A seguito delle disposizioni della Questura di Pescara e dei colloqui intercorsi tra la stessa ed il nostro club, l’Asd Pescara comunica che, in occasione della partita di domani alle ore 18:30 contro la Lazio, che coincide con la riapertura al pubblico del PalaRigopiano dopo la squalifica dell’impianto, la struttura è soggetta a restrizioni di capienza dovute a motivazioni di ordine pubblico. Per salvaguardare al massimo la riuscita dell’evento sportivo e data la rivalità tra le due tifoserie, dunque, la capienza dell’impianto sarà in questa circostanza ridotta. Si invitano pertanto i tifosi biancazzurri a recarsi al PalaRigopiano in anticipo rispetto al calcio d’inizio del match al fine di permettere un regolare afflusso degli spettatori. La società invita i propri sostenitori a dare ancora una volta un esempio di serietà, lealtà e maturità, essendo tale circostanza la prima di numerose altre occasioni per dimostrare nuovamente che Pescara ed i pescaresi non sono quello che in talune sedi è stato negativamente veicolato.

VERSO LA GARA - Dopo il ko della settimana scorsa, l’occasione del pronto riscatto è data dalla prima gara interna del 2018, quella che coincide con il ritorno del pubblico sugli spalti del PalaRigopiano e valida per la quarta giornata del girone di ritorno nel massimo campionato di futsal. Il Pescara può finalmente contare sul sesto uomo in campo per sconfiggere una Lazio appena agganciata dal Milanoe che venderà cara la pelle sul parquet pescarese. Mister Mario Patriarca avrà ancora una volta le rotazioni contate: rientra Mati Rosa dalla squalifica, ma deve rinunciare a Cuzzolino e Salas, entrambi appiedati dal giudice sportivo (1 turno per il capitano, 2 per il Cholito). Le due pesanti assenze si aggiungono a quelle dei lungodegenti Wilhelm e Morgado, ma l’argentino è ormai sulla via del pieno recupero e tra qualche settimana potrà essere finalmente convocato.
Il match delle 18:30, che sarà trasmesso in diretta streaming sul canale del nostro club per coloro che non potranno essere presenti sugli spalti, sarà diretto dai signori Calogero Castellino di Treviso e Gino Simonazzidi Reggio Emilia (al crono il sig. Matteo Ariasi).

Pubblicato in Sport

Pescara. Sarà Carla Fracci uno dei giudici d’eccezione dei Campionati Italiani Assoluti di Danza Sportiva che si terranno dal 18 al 21 gennaio al Palasport "Giovanni Paolo II" di Pescara. La signora della danza nazionale sarà a Pescara sabato 20 in occasione delle esibizioni dei ballerini di classica, insieme ad altri illustri esponenti di questo mondo e maestri coreografi, come Gino Landi e Renato Greco. Stamane l’ufficializzazione con la presentazione dell’evento, a cui hanno preso parte il vice sindaco Antonio Blasioli, il presidente del Coni Enzo Imbastaro, il presidente Federale della Fidas (Federazione Italiana Danza Sportiva), Michele Barbone e quello regionale Francesco D’Orazio, insieme con Enzo Reciniti e Andrea Fulco, motori dell’organizzazione sul posto e gli atleti Nicolas e Maria Baffoni, campioni mondiali.

“Sarà un evento davvero speciale, grazie anche alla presenza di una vera e propria signora della danza qual è la nostra Carla Fracci – dice il vicesindaco Antonio Blasioli – Sono certo che la danza sportiva renderà la nostra città capitale di un mondo molto animato la prossima settimana. Abbiamo avuto contatti con la Federazione e siamo contenti di ospitare uno degli eventi più importanti. Saremo felici di accogliere i ballerini, tutti i rappresentanti di questo mondo e invitiamo la città a godersi uno spettacolo davvero bellissimo: gli ingressi al Palasport sono infatti liberi e a disposizione di chiunque voglia trascorrere del tempo ammirando questi splendidi atleti”.

“Siamo felici di portare a Pescara questo evento – così Michele Barbone, presidente federale Fidas. Nel calendario delle gare 2018, al primo posto della danza sportiva ci sono gli assoluti italiani, il primo fine settimana che interessa la competizione e le specialità delle danze artistiche lo facciamo qui, dove non abbiamo mai fatto gare di livello nazionale. Una scelta dettata dall’attivismo del comitato regionale e dal grande fermento vissuto qui in Abruzzo. Le gare sono distribuite in 4 giorni e sono tutte quelle del gruppo delle danze artistiche: Show Dance, Oriental Dance, Folk, Boogie Woogie, Hip Hop, Disco, Danze Argentine, Modern contemporary, Jazz Dance Danze Caraibiche e Danza Classica. Una specialità, quest’ultima, per la quale ci onoriamo di avere una giuria composta da un talento e una maestra di altissimo pregio qual è Carla Fracci, con lei sabato 20 ci saranno anche Renato Greco e Gino Landi. Competizione e anche spettacolo: oltre alla Fracci avremo come ospite d’onore la campionessa olimpica di sci da fondo Manuela Di Centa, atleta olimpica e membro d’onore del Comitato Olimpico che farà da madrina all’ingresso della breakdance nelle discipline e nei giochi olimpici giovanili, un’entrata che andava suggellata con una delle atlete più amate d’Italia. Ci sarà, infine anche la prima esibizione di una nuova disciplina, il cheerleading, recentemente assegnata. Gli atleti sono circa 850, l’ultima edizione degli assoluti di due anni fa erano 620, ci sono 200 in più e siamo certi che sarà un’edizione eccezionale.

Giovedì prossimo ci sarà l’inaugurazione alle 15,30, tutti i giorni si comincia dalle 8,30 per circa 12 ore, sabato 20, il pomeriggio ore 15,30 presenteremo il cheerleading con la Fracci e Di Centa. Poi ci prepareremo per il 5 e il 6 maggio perché a Pescara si terranno gli Interregionali settore Centro Italia e il 26 e 27 sempre maggio la Coppa Italia per le danze caraibiche, oltre ai campionati regionali il 22 e il 22 aprile”.

“Grazie alla Federazione che ha voluto dare questa manifestazione e al comitato regionale abruzzese perché è un settore importante per l’Abruzzo – sottolinea il presidente Coni Enzo Imbastaro - Da presidente Coni ho iniziato a frequentare le competizioni di danza sportiva e non avrei mai pensato di trovare un vero e proprio popolo in queste discipline. Da dieci anni il movimento si sta affermando ed è di grandissimo spessore qualitativo e quantitativo con i suoi 120.000 tesserati in Italia. Questa manifestazione è anche uno strumento di grande promozione per il nostro territorio, ci sono tante iniziative della nostra regione, speriamo di poter diventare un punto di riferimento per la federazione”.

“Pescara è pronta a diventare la città della danza sportiva – così Francesco D’Orazio Presidente regionale Fidas - e siamo convinti che questo giovi tantissimo all’immagine della città e allo sport a tutti i livelli. Avremo talenti nazionali ma anche nostri come Nicolas e Maria Baffoni, campioni di danza sportiva dal 2012, anno in cui sono diventati campioni del mondo, dal 2012 al 2017 campioni italiani e fino ad oggi fanno parte del club azzurro che permette la preparazione degli atleti nella scuola del Coni all’Acqua Acetosa. In Abruzzo abbiamo circa 87 società con un buon incremento di affiliati da cinque anni a questa parte e un numero in crescita di ballerini”.

“Portiamo una scenografia davvero particolare che esordirà a Pescara con 400 metri di led – così Enzo Reciniti, responsabile eventi Fidas e con Andrea Fulco motore dell’evento – Il Palazzetto diventerà un luogo di gara e anche di spettacolo, dove chiunque potrà venire ad assistere alle gare e godere di esibizioni davvero ad altissimi livelli”.

Pubblicato in Sport
Venerdì, 12 Gennaio 2018 00:00

Chieti Fc 1922: risposta alla Sport Man Srls

Chieti. Riguardo la notizia apparsa quest’oggi sui siti web circa l’interessamento dell’agenzia SPORT MANS.R.L.S., rappresentata dal socio ALESSIO SUNDAS si comunica che NON è intenzione della ASD Chieti F.C. 1922 aprire un tavolo di trattativa.
Per completezza, pubblichiamo la lettera della Sport Man S.R.L.S., datata 5 Gennaio 2018, recapitata a mezzo e - mail a questa società.

Pubblicato in Sport

Chieti. Marija Vukcevic è tornata a Chieti la scorsa estate per mettere la sua esperienza al servizio della rinnovata e giovanissima squadra neroverde. Indelebili i ricordi di quell’annata fantastica culminata con la storica promozione in Serie A alla quale proprio l’attaccante aveva contribuito con i suoi gol.

Ora veste di nuovo i colori che tanto ama e cercherà di centrare in questa stagione un altro importante obiettivo, quello del secondo o terzo posto.

Il Chieti sta sicuramente sorprendendo con una scia di risultati positivi che dura ormai dalla seconda giornata di campionato: negli ultimi due turni sono arrivate prestigiose vittorie prima a Roma contro la capolista, battuta per 3-0, e poi domenica scorsa in casa con la Roma Decimoquarto per 4-1.

Parlare di sorpresa dunque ormai appare riduttivo per una squadra che sta veramente convincendo a suon di gol e punti: le neroverdi sono ora a quota 24 e sperano di continuare la corsa proprio domenica prossima nell’impegnativa trasferta in Salento.
“Stiamo lavorando bene e i risultati stanno arrivando - esordisce Vukcevic - Sia a Roma contro la capolista che in casa con la Roma Decimoquarto la squadra ha giocato con la giusta grinta portando a casa due vittorie importantissime. Continueremo a lavorare ancora di più per dare seguito a questo bel cammino fatto finora. A Roma abbiamo giocato molto meglio rispetto a domenica scorsa: contro la Roma Decimoquarto abbiamo infatti concesso anche due o tre ripartenze e poi subito il gol dopo che ne avevamo segnati due noi nei minuti iniziali. Avremmo potuto chiudere prima il match, nonostante poi alla fine il punteggio di 4-1 possa far sembrare che sia stata una partita in discesa. Siamo state meno brillanti che a Roma, ma siamo riuscite a portare a casa tre punti importantissimi. Siamo una squadra molto grintosa che non molla mai e lotta sempre fino al novantesimo anche nei momenti difficili, è questa la forza del nostro gruppo”.

Contro il Salento Women non sarà facile fare risultato: è una partita che nasconde insidie nonostante gli otto punti che separano le due squadre in classifica come spiega Vukcevic.

“Andremo a giocare su un campo caldissimo. Anni fa conoscevo bene la squadra, ora meno. Certamente non sarà facile fare risultato, ma andremo lì per imporre il nostro gioco sperando di continuare la nostra scia positiva. Questo dipenderà molto da noi”.

I risultati ottenuti finora danno ragione al lavoro svolto dallo staff tecnico e dalle ragazze che hanno seguito al meglio mister Lello Di Camillo in questo girone di andata che si avvia ormai alla conclusione.

“Sui campi difficili abbiamo fatto delle grandi prestazioni, - spiega Vukcevic - ci facciamo valere perché durante la settimana lavoriamo bene. Lo abbiamo fatto anche durante il periodo delle feste e si è visto nella partita scorsa. Anche in questa settimana gli allenamenti sono stati buoni. Il Chieti è una squadra di gran carattere. Ad inizio stagione non siamo partite al meglio, bisognava conoscersi. Noi più esperte cerchiamo di tirare il gruppo invitando le più giovani a non mollare mai e seguire i consigli del nostro mister che ci aiuta tantissimo durante le partite dandoci quella grinta in più che non è da tutti. Ci parla negli occhi per portarci sulla giusta strada. Vogliamo fortemente continuare a lottare per i nostri obiettivi, arrivare cioè fra il secondo e terzo posto”.

La società neroverde è tornata la scorsa estate a puntare su Marija Vukcevic e, giornata dopo giornata, è apparso agli occhi di tutti chiaro che la scelta fatta era quella giusta.

La giocatrice traccia un bilancio personale di questi primi mesi della sua nuova avventura a Chieti: “È una stagione positiva per me, cerco di allenarmi al meglio seguendo i consigli del mister su cosa fare. Per me è un bellissimo ritorno a Chieti, sono felicissima. Dopo la promozione in A, spero di centrare anche quest’anno un obiettivo importante come il secondo o terzo posto. Non gioco da punta, ma più da trequartista o a volte centrocampista. Mi piace dare una mano alla squadra con la mia esperienza. Non sto segnando tanti gol come di solito faccio, ma ne ho segnati di importanti e fatto anche qualche assist. La bellezza del Chieti di quest’anno è che non è importante chi segna, ma portare il risultato a casa”.

Pubblicato in Sport

Ortona. Sarà una gara decisiva quella che domenica, alle ore 19.30 presso il Palasport di Ortona, vedrà di fronte la SIECO Service e la Mosca Bruno Bolzano. Entrambe le formazioni hanno l’obbligo di vincere, l’una per allontanare gli spettri della “Poule C”, l’altra per rimanere aggrappata alle speranze di poterla invece evitare.

La serie di risultati negativi ha portato la squadra ortonese ad avere il fiato delle inseguitrici sul collo ma potrebbe bastare una vittoria domenica per ritrovarsi a navigare in acque decisamente più tranquille. Mancano soltanto due giornate alla fine di questa prima fase e la classifica è quanto mai incerta. La SIECO è stabile al settimo posto con 23 punti. La zona rossa è poco più in basso, al nono posto, occupato attualmente dalla PAG Taviano con 21 punti. Con ancora sei punti in palio, le predatrici però sono molte. Pronte ad approfittare di un nuovo passo falso degli ortonesi ci sono il Club Italia (19 punti), Lagonegro (18 punti) e la stessa Mosca Bruno Bolzano, che però con 16 punti vede le sue speranze di finire nella “Poule B” ridotte al lumicino. Tuttavia non sarà una gara semplice, anche se giocata davanti al pubblico amico.

«Nessuna squadra va presa sotto gamba» avverte Capitan Andrea Lanci. «In più Bolzano ha rinforzato il suo organico con l’acquisto a dicembre di Rustic, Giannotti e, a fine novembre del libero Bruno che l’hanno completamente trasformata. Bolzano non è più la squadra che ha stentato fino ad arrivare all’ultimo posto. Gli ultimi, ottimi, risultati sono sotto gli occhi di tutti. Questo però non vuol essere un alibi o un mettere le mani avanti. Sappiamo benissimo che è arrivato il momento di reagire. Dobbiamo rimanere concentrati fino alla fine di ogni set e giocare con la stessa intensità che avevamo fino a poco tempo fa».

Nelle ultime tre gare, infatti, Bolzano ha raccolto ben sette punti su nove a disposizione, rifilando addirittura un sonoro 3-0 alla corazzata Monini Spoleto nell’ultima giornata. Ma tra i nuvoloni neri della sfortuna che hanno oscurato per lungo tempo il cielo sopra la SIECO, comincia finalmente a filtrare qualche raggio di sole. La notizia è quella che tutti si auspicavano da tempo. Il rientro di Milan Bencz, non è più un miraggio. Latore della buona novella è Mister Nunzio Lanci: «Gli ultimi, decisivi esami clinici di Bencz sembrano essere andati tutti per il meglio. L’infortunio è completamente recuperato. Per rivederlo in campo, però, Milan ha bisogno di un breve periodo di riatletizzazione che noi stimiamo in una decina di giorni. Probabilmente lo rivedremo in campo nella prima giornata della Pool, anche se potrebbe farcela addirittura contro Brescia, nell’ultima gara della prima fase».

A dirigere la delicata gara sono stati designati i signori TONI Fabio della sezione di Terni e CARETTI Stefano di quella di Roma.

Queste le altre gare in programma per la decima giornata nel Girone Blu.

Sabato 13 Gennaio
Ore 20.30:
Pag Taviano – Monini Spoleto
Club Italia CRAI Roma – Gioiella Micromilk Gioia Del Colle

Domenica 14 Gennaio
Ore 16.00:
VBC Mondovì – Maury’s Italiana Assicurazioni Tuscania
Geosat Geovertical Lagonegro – Pool Libertas Cantù
Ore 18.00:
Caloni Agnelli Bergamo – Centrale Del Latte McDonald’s Brescia

Pubblicato in Sport
Venerdì, 12 Gennaio 2018 00:00

Arriva ad Atri la fibra a 200 mega di TIM

Teramo. Atri (TE) entra nella lista delle località italiane scelte da TIM – con un investimento di circa 300mila euro - per il lancio dei servizi a banda ultralarga sulla nuova rete in fibra ottica, che permette di utilizzare la connessione superveloce fino a 200 Megabit al secondo in downoad a beneficio di cittadini e imprese. Il programma di cablaggio ha consentito di collegare le diverse zone del territorio comunale, con la copertura a piano di più di 3.000 unità immobiliari.

Da oggi nel comune del teramano sono disponibili i servizi a banda ultralarga per cittadini e imprese. La rete raggiunge la gran parte della popolazione comunale attraverso 31 chilometri di cavi in fibra ottica, grazie al collegamento di 19 cabinet stradali alle centrali di Atri, Fontanelle e Casoli.

Il lancio ad Atri dei servizi in fibra ottica è il risultato degli importanti investimenti di TIM e della collaborazione da parte del Comune. Questo impegno ha consentito di realizzare infrastrutture sempre più moderne e in grado di offrire servizi tecnologicamente evoluti, con l’obiettivo di sviluppare un modello di “digital life” ricco di prestazioni tecnologiche e applicazioni innovative basate sulle reti di nuova generazione.

Con la fibra è possibile accedere a contenuti video di particolare pregio anche in HD. TIM offre infatti una TV che unisce il meglio dell’intrattenimento, proponendo la più ampia piattaforma di distribuzione di contenuti premium, grazie ad esempio all’accordo siglato con Netflix, al quale si affianca anche l'offerta "TIM Sky". In questo modo TIM intende proporre ai clienti le migliori produzioni televisive e incentivare l’utilizzo delle infrastrutture di connessione a banda larga e ultralarga fisse e mobili, che rappresentano il futuro anche per il mercato dell’intrattenimento.

La connessione ad alta velocità consente inoltre di praticare il gaming on line multiplayer in alta qualità e di fruire di contenuti multimediali contemporaneamente su smartphone, tablet e smart TV. Le imprese, infine, possono accedere al mondo delle soluzioni professionali di Impresa Semplice, sfruttandone al meglio le potenzialità grazie alla connessione in fibra ottica. Quest’ultima abilita anche applicazioni innovative come la telepresenza, la videosorveglianza, i servizi di cloud computing per le aziende e quelli per la realizzazione del modello di città intelligente per le amministrazioni locali, tra cui la sicurezza e il monitoraggio del territorio, l’info mobilità e le reti sensoriali per il telerilevamento ambientale.

“Anche Atri entra nella lista delle località scelte da TIM per la realizzazione della nuova rete in fibra ottica – ha dichiarato Francesco Gentile, Responsabile Access Operations Abruzzo e Molise di TIM - Questa moderna infrastruttura di rete permette ai cittadini e alle imprese di usufruire di servizi innovativi in grado di contribuire allo sviluppo dell’economia locale e alla sempre maggiore efficienza dei servizi urbani, ad esempio nel campo dell’infomobilità e in quello della sicurezza. Si tratta di un risultato significativo, reso possibile grazie agli importanti investimenti programmati da TIM e alla collaborazione con l’Amministrazione”.

Pubblicato in Cronaca

Chieti. Torna la grande musica al teatro Marrucino. Classica, jazz, rock’n’roll. Dopo il successo dello scorso anno, si rinnova la collaborazione con l’associazione ArtEnsemble di Giuliano Mazzoccante, pianista classico, didatta e direttore artistico di lungo corso. 19 i concerti in programma, divisi tra foyer e sala grande, in cartellone fino a giugno. Importante la cornice storica della nuova stagione musicale, che è quella del bicentenario del teatro chietino.
“Cristiano Sicari ha definito questa seconda stagione come secondo anno di un esperimento ben riuscito – ha rimarcato il sindaco di Chieti, Umberto Di Primio – io dico che al di la della qualificazione che vogliamo dare a quello che è successo con il progetto voluto da Giuliano Mazzoccante e che in parte ha condiviso con me nel gemmare di questa cosa, riconosco alla società civile l’evoluzione, la società ha compreso che la cultura ha bisogno di essere sostenuta perché il solo pubblico non può garantire sempre che si possa fare cultura ad alto livello. Quindi l’innesto di nuove realtà economiche in un contesto che però è quello della tradizione del nostro Teatro e della sua stagione concertistia, è un elemento di straordinaria qualità della società civile e di questo voglio essere anch’io il testimone di riconoscenza da parte di chi quest’anno, come l’anno scorso ha creduto in questa formula della stagione concertistica del Teatro Marrucino. È una nuova formula che però vede in qualche modo consapevoli e in qualche modo più soddisfatti la deputazione teatrale e chi l’ha sostenuta. Non chiediamo di avere nuovi mecenati che si fanno carico di tutta l’espressione e la produzione artistica del Teatro, ma chiediamo di avere una partcipazione che veda coinvolti in modo appassionato coloro che decidano di sostenere alcuni eventi del Teatro Marrucino e che lo sostengono di fatto che donano alla comunità una stagione concertistica di straordinaria qualità. C’è da essere orgogliosi di condividere ciò che è offerto da altri alla fruizione della città e di chi vorrà frequentare il suo Teatro. Abbiamo avuto molte presenze da fuori città, questo è motivo di vanto per chi ha organizzato di qualità che noi possiamo far amplificare. Questa stagione ci regala ancora elementi di elevato pregio con nomi importanti del panorama musicale e concertistico italiano e internazionale, la cosa a cui tengo di più è la condivisione del percorso con la partecipazione attiva di chi prima era solo spettatore degli eventi del nostro Teatro. Abbiamo assoluto bisogno di chi si faccia alleato nel promuovere la nostra cultura, ma dobbiamo avere l’obbligo morale di offrire un’opportunità di conoscere la cultura e l’arte teatrale all’interno del Teatro. Noi contiamo di raggingere non soltanto i numeri dello scorso anno, ma degli appassionati o che si appassionino per la prima volta a questa forma di concerto. Questi 19 concerto che potremo apprezzare al Teatro devono passare non solo per la grandezza di chi esegue le performance, ma anche per la grande capacità di saper leggere un’innovazione culturale che è quella della partecipazione dei privati alla realizzzione teatrale. Noi ci auguriamo che possa interessare anche le altre attività del Teatro Marrucino. Purtroppo la città si è impoverita di alcuni grandi promotori per la Prosa, oggi facciamo tutto con meno soldi, ma va detto che, nonostante le ristrettezze economiche, facciamo delle stagioni riconosciute anche al di fuori della nostra realtà cittadina. Il percorso mi sembra quello giusto e il di più ci consente di coltivare un Teatro Marrucino all’insegna delle tradizioni, ma capace di cogliere l’innovazione e con auspici positivi per il futuro”.
“Realizziamo la seconda stagione concertistica organizzata dal maestro Mazzoccante nella certezza di replicare e di migliorare i risultati della scorsa stagione – ha detto il presidente del Cda del Teatro Marrucino, Cristiano Sicari – un bell’esperimento che spero diventi strutturale all’interno della nostra organizzazione. Ci sono diversi benefattori a cui vanno i miei ringraziamenti sinceri e affettuosi ed un senso di ammirazione. Ringrazio anche il sindaco che è davvero la manifestazione plastica della vicinanza comunale al Teatro dimostrandosi come continua e costante risorsa prima che finanziaria morale. Inoltre formulo gli auguri al maestro Pellegrino che è stato nominato direttore artistico dell’Orchestra Sinfonica Abruzzese”.
Il programma. L'inaugurazione, in pompa magna, sarà il 21 gennaio alle 18 quando il Marrucino ospiterà musicisti, attori e danzatrici: sul palco del teatro si esibiranno infatti Teresa Laera (violino), Antonio Tinelli (clarinetto) e il padrone della festa, Giuliano Mazzoccante (pianoforte). Parteciperà anche all’attore Massimo Di Michele, che per l’occasione torna a recitare nella sua città natale. L’appuntamento prevede una libera interpretazione dell’Histoire du Soldat di Stravinsky, a cento anni dalla prima rappresentazione. La musica si alternerà alla voce recitante, sottolineando i momenti più avvincenti del racconto. Non mancano le coreografie di Tiziano Di Muzio, con le danzatrici Elena Fogliano e Giorgia Nicolosi. Si passa poi a febbraio con i concerti nel foyer, sempre alle 18: sabato 3 spazio al duo svizzero Des Alpes, violoncello e pianoforte. Da non perdere l’appuntamento con la musica del sassofonista e compositore Piero Delle Monache (il 17 febbraio). A marzo toccherà al Quartetto Accademia (sabato 3) e agli Avos (il 17). Spazio anche ai The Fuzzy Dice (il 7 aprile) ed alcune giovani promesse della musica classica come Maria Miele, Primo Violoncello dell’Istituzione Sinfonica Abruzzese (il 28 aprile). Il programma completo sarà pubblicato sulla pagina Facebook della ArtEnsemble e sul sito del teatro. Tra gli appuntamenti primaverili, in sala grande, segnaliamo inoltre: il Contemporary Vocal Ensemble e il M.edit Voices diretti da Angelo Valori, che proporranno un repertorio pop italiano ed internazionale rivisto in chiave soul/funk, insieme alle composizioni originali dello stesso Valori. Domenica 8 aprile sarà invece protagonista la musica di Chopin eseguita dal pianista russo Yuri Bogdanov, docente dell’Accademia Musicale Gnessin e del Conservatorio Tchaikovsky di Mosca. Il 29 aprile Lino Patruno & His Blue Four renderanno omaggio a Joe Venuti e Eddie Lang, che negli anni ‘20 furono i primi ad inserire nel jazz il violino e la chitarra. Il 27 maggio torna nella sua città la flautista internazionale Rita D’Arcangelo, accompagnata al pianoforte dal giapponese Kensei Yamaguchi (Premio Monte Carlo Piano Masters). Il ciclo dei concerti in sala grande si chiuderà il primo luglio con Alexander Kobrin, vera e propria icona del pianissimo, già premio Busoni.
Un ringraziamento speciale agli sponsor Epica Srl, Adriatico Golf Clud Spa, Caffè Mokambo, Koba Costruzioni, Fondazione Immagine, Federfarma Chieti e Ordine dei Farmacisti della Provincia di Chieti. Info biglietti: intero 12 € e ridotto 8 € per i concerti in teatro. Posto unico a 7 € per i concerti nel foyer. Abbonamenti (intero 150€, ridotto 120 €), disponibili presso il botteghino del Teatro Marrucino in via C. De Lollis 10, sul sito www.teatromarrucino.eu e sul circuito Ciaotickets.
“Il Bicentenario è un’occasione che abbiamo per valorizzare tutte le professionalità che si trovano sul territorio e non – ha sottolineato il direttore artistico del Teatro Marrucino, Ettore Pellegrino – Giuliano Mazzoccante per me è un punto di riferimento sia come pianista che come organizzatore musicale, per cui sono felice di averlo nella squadra e che si occupi di questa rassegna. L’anno scorso ha avuto molti successi di pubblico, di critica, è riuscito a convogliare la cittadinanza sianel Foyer che nella sala grande del Teatro con una bella iniziativa e io spero che abbia la pazienza di rimanere con questo incarico vicino a me in questa avventura. Tutto nasce da un sano confronto, anche per quanto riguarda la Lirica ed il resto della programmazione del Teatro, il maestro Mazzoccante è una persona veramente competente ed io sono ed io sono contento e lieto di lavorare con lui e di cercare di dare il contributo migliore possibile a queta città”.
“Quest’anno grazie anche alla partecipazione di nuovi sponsor la stagione del Teatro Marrucino, in collaborazione con l’associazione ArtEnsemble che io presiedo – ha affermato il direttore artistico associazione Artensemble, Giuliano Mazzoccante – si potrà arricchire di personaggi talmente importanti che soo presenti nelle stagioni concertistiche di tutto il mondo, le più prestigiose. Quest’anno abbiamo ben 7 eventi in sala grnde e 12 nel Foyer del Teatro, per quelli del Foyer non dobbiamo pensare che siano concerti minori perché ci saranno artisti straordinari. Quindi quest’anno l’offerta artistica punta sicuramente sulla qualità e si impone come un’istituzione italiana importante anche perché molti di questi artisti hanno visto le immagini di questo Teatro via internet e sono rimasti affascinati, hanno detto chenon vedono l’ora di esere a Chieti. co saranno diversi grandi nomi della musica classica e non solo, nel Foyer abbiamo voluto fare anche qualcosa che valorizzasse le eccellenze del nostro territorio, ad esempio l’11 marzo avremo il maestro Angelo Valori”.

Pubblicato in Cultura e eventi

Pescara. Il quarto incontro del festival di letteratura Conversazioni a Pescara. Società, lingua, letteratura è con Emanuele Felice, professore Associato di Economia Applicata presso l’Università degli studi “G.D’Annunzio” di Chieti-Pescara, Dipartimento di Scienze Filosofiche, Pedagogiche ed Economico-Quantitative. L’appuntamento è per le ore 11:00, Liceo Scientifico “Galileo Galilei” di Pescara. Saranno presenti studenti del liceo Scientifico “Galileo Galilei”, dell’I.I.S. “Alessandro Volta” e del liceo scientifico “Leonardo Da Vinci”.
Ad interloquire con il professore abruzzesedi nascita e bolognese di adozione sul suo ultimo libro, Storia economica della felicità, Oscar Buonamano, direttore editoriale di Carsa edizioni e Vice presidente Ordine Giornalisti d’Abruzzo,che è anche il curatore del progetto che vede la partecipazione del Salone Internazionale del Libro di Torino.
L’obiettivo del festival è quello di dialogare a scuola con scrittori e scrittrici contemporanei per stabilire un contatto diretto con gli studenti al fine di rendere più comprensibile la letteratura contemporanea e farla vivere nel luogo più importante per la formazione, la scuola. La letteratura come materia viva per comprendere meglio la nostra quotidianità e riflettere su temi senza tempo che sempre interessano l’uomo. Gli ospiti dei primi tre incontri sono stati Gabriella Genisi, Gisella Orsini, Simona Barba e il prof. Francesco Sabatini, i prossimi incontri vedranno la partecipazione degli scrittori, Eraldo Affinati, Bruno Arpaia, Paolo Cesari, Giuseppe Culicchia, Paolo Di Paolo, Donatella Di Pietrantonio, Leo Palmisano, Renzo Paris.
Nel pomeriggio della giornata di sabato, dalle ore 18:00 alle 19:30,Emanuele Felice e Oscar Buonamano incontreranno i lettori alla Feltrinelli di Pescara, nell’ambito degli incontri Letture adriatiche, per presentare il libro Storia economica della felicità.
«Gli ultimi due secoli hanno visto uno straordinario progresso nelle condizioni materiali dell’umanità e nelle conoscenze tecniche e scientifiche. Senza precedenti. Più ricchi e più colti, quindi anche più liberi. Più numerosi e longevi. Ma anche più felici?».
Emanuele Felice scrive, occupandosi di economia, su “la Repubblica” e sul settimanale “L’Espresso”. É stato Visiting Professor (Assistant Professor) di Storia Economica dal 2010 al 2015 presso l’Università Autonoma di Barcellona, Dipartimento di Economia e Storia economica.

Pubblicato in Cultura e eventi

Chieti. Cambio di programma sabato 13 gennaio allo Stammtisch Tavern: per motivi di salute di uno dei componenti della band non suoneranno i Les Sauvages, come inizialmente previsto, ma arriveranno con un live altrettanto imperdibile i Trash Less (inizio concerto ore 22.00).

I Trash Less sono una band abruzzese che racconta l’Italia Pop e Rock degli Anni’70, ’80 e ’90.
In scaletta rivisitazioni in chiave moderna, ma senza grandi stravolgimenti, di alcuni fra i brani più celebri dei cantautori e delle band dei tre decenni (fra gli altri Edoardo Bennato, Ivano Fossati, Gianni Morandi e PFM).
La formazione comprende Paolo De Carolis (chitarra e voce) e Andy Micarelli (tastiera e voce).

Trash Less live @ Stammtisch Tavern (Viale Unità d’Italia, 645 Chieti Scalo)
13 gennaio 2018
Info e prenotazioni: 0871. 577171 – 342.0704408 (anche whatsapp)

Pubblicato in Cultura e eventi

Ortona. Sabato 13 gennaio la tela I fiori di cardo di Basilio Cascella torna al suo splendore grazie a “Opera tua”, il progetto di Coop Alleanza 3.0 – la più grande cooperativa di consumatori del Paese – che unisce l’arte e i sapori del territorio. Dopo il restauro iniziato a luglio e conclusosi lo scorso novembre, il dipinto torna nelle sale della Pinacoteca Cascella con una cerimonia a Palazzo Farnese di Ortona, alle ore 11.30, a cui interverranno il sindaco Leo Castiglione, l’assessore alla Cultura Valentina Ciampichetti, il direttore della Soprintendenza Rosaria Mencarelli, una rappresentanza dei soci di Coop Alleanza 3.0 guidata dal presidente del consiglio di zona Paola Davani, il consigliere d’amministrazione della Cooperativa, Giuseppe La Spada, il presidente del Museo Palazzo Farnese Aldo d’Anastasio e una rappresentanza di Fondaco Italia.

 

Il capolavoro del capostipite della prestigiosa famiglia di artisti ortonesi e abruzzesi è risultato vincitore della tappa dell’iniziativa che a maggio e giugno ha riguardato l’Abruzzo: è stato infatti votato dal 63% dei soci della Cooperativa.

 

«Dopo la riapertura della nostra Pinacoteca nel 2015 che raccoglie opere importanti della dinastia Cascella dal padre Basilio ai figli Michele, Tommaso e Giocchino, - commenta l’assessore Valentina Ciampichetti - questo è un ulteriore passaggio che testimonia il valore del nostro patrimonio artistico. Un prezioso restauro che riallaccia i fili della tela del dipinto, usurati in alcune sue parti e allaccia anche una preziosa collaborazione con i soci di Coop Alleanza 3.0. L’obiettivo dell’amministrazione comunale punta alla valorizzazione del patrimonio culturale e artistico strutturando anche i servizi museali per dare un’offerta di qualità e integrata del sistema culturale ortonese».

 

L’opera e il restauro. Il dipinto “I fiori di cardo” del 1901 è di Basilio Cascella (Pescara 1860 – Roma 1950), artista abruzzese che ha contribuito a portare l’arte italiana ad altissimi livelli e ad essere apprezzata nel mondo; una personalità eclettica e all’avanguardia sempre attiva ed attenta a confrontarsi con altri grandi personaggi della cultura del suo tempo tra i quali anche Gabriele d’Annunzio. Inoltre partecipa alle più importanti e prestigiose esposizioni internazionali d’arte e arriva a pensare e ad editare la rivista “L’illustrazione abruzzese” collaborando con lo stesso D’Annunzio. L’intervento, realizzato in collaborazione con Fondaco Italia – società attiva dal 2004 nella valorizzazione dei beni culturali – ha previsto l’asporto dell’opera dal suo alloggiamento e indagini preliminari con gli ultravioletti che hanno consentito di verificare in profondità lo stato della tela, dei materiali pittorici e l’eventuale decomposizione di parti non visibili ad occhio nudo. In seguito è stata anche fatta la reintegrazione della parte strappata e la foderatura con il nuovo telaio, che ha permesso di riapplicare la tensionatura della tela; dopo questi interventi gli esperti hanno operato sulla cornice.

I soci hanno potuto vedere sul sito della Cooperativa l’andamento dei lavori di restauro, con informazioni sui tempi e l’avanzamento dell’intervento di recupero. Il restauro è stato realizzato dalla restauratrice Valentina Manieri della Pantone Restauri in collaborazione con collaborazione il comune di Ortona e la Soprintendenza dell’Abruzzo.

Pubblicato in Cultura e eventi
Pagina 1 di 2

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione