Articoli filtrati per data: Mercoledì, 05 Dicembre 2018

Chieti. Venerdì 7 dicembre prossimo, con puntuale inizio alle ore 17.00, presso il Teatro Marrucino di Chieti, si terrà la cerimonia istituzionale di consegna delle Onorificenze al Merito della Repubblica Italiana (O.M.R.I.) conferite dal Capo dello Stato.

La cerimonia costituirà, altresì, occasione di scambio degli auguri per le imminenti festività natalizie e di saluto di commiato dalla provincia da parte del Prefetto Antonio Corona in vista del prossimo insediamento in altra sede. Ingresso libero per i cittadini.

Pubblicato in Cronaca
Mercoledì, 05 Dicembre 2018 00:00

Luca Argentero al Teatro Massimo di Pescara

Pescara. Luca Argentero sarà di scena domani, giovedì 6 dicembre ore 21, al Teatro Massimo di Pescara con È questa la vita che sognavo da bambino?, spettacolo prodotto dalla Stefano Francioni Produzioni e diretto da Edoardo Leo.

Biglietti disponibili sul circuito Ciaotickets www.ciaotickets.com (online e punti vendita): primo settore numerato 30,00 – secondo settore numerato 25,00 – palco numerato 23,00 – galleria numerata 20,00 (diritti di prevendita inclusi). Gli ultimi saranno in vendita domani al botteghino del Teatro Massimo dalle ore 18.

Info: Stefano Francioni Produzioni 328.5984897

Luca Argentero in È questa la vita che sognavo da bambino? racconta le storie di grandi personaggi dalle vite straordinarie che hanno inciso profondamente nella società, nella storia e nella loro disciplina. Raccontati sia dal punto di vista umano che sociale, con una particolare attenzione al racconto dei tempi in cui hanno vissuto.

Luisin Malabrocca, Walter Bonatti e Alberto Tomba, tre sportivi italiani che hanno fatto sognare, tifare, ridere e commuovere varie generazioni di italiani.

Luisin Malabrocca, “l’inventore” della Maglia Nera, il ciclista che nel primo Giro d’Italia dopo la guerra si accorse per caso che arrivare ultimo, in una Italia devastata come quella del ‘46, faceva molta simpatia alla gente: riceveva salami, formaggi e olio come regali di solidarietà.

Automaticamente attirò anche l’attenzione di alcuni sponsor, fino a farlo guadagnare di più l’arrivare ultimo che tentare la vittoria. In poco tempo è arrivata anche la popolarità. In lui le persone hanno riconosciuto l’anti-eroe che è nel cuore di ogni italiano, ma, insieme alla popolarità, sono arrivati nuovi sfidanti in una incredibile corsa a chi arriva ultimo.

Walter Bonatti, l’alpinista che dopo aver superato incredibili sfide con la roccia, il clima e la montagna, arrivato a oltre ottomila metri d’altezza, quasi sulla cima di una delle montagne più difficili da scalare del mondo, il K2, scoprì a sue spese che la minaccia più grande per l’uomo è l’uomo stesso; eppure la grande delusione del K2 lo ha spinto ancora più in là a mettersi alla prova in nuove sfide in solitaria, nuove scalate impossibili e infine a viaggiare in tutto il mondo. Tutto ciò per trovare la cosa più importante della vita: se stesso.

Alberto Tomba, il campione olimpico che ha fermato il Festival di Sanremo con le sue vittorie. L’insolito sciatore bolognese che con la sua leggerezza nella vita e aggressività sulla pista è arrivato a essere conosciuto in tutto il mondo come “Tomba la bomba”. Uno dei più grandi campioni della storia dello sci che ha radunato intorno alle sue gare tutta la nazione, incarnando la rinascita italiana forse illusoria ma sicuramente spensierata degli anni ‘80.

Tre storie completamente diverse l’una dall’altra, tre personaggi accomunati da una sola caratteristica, essere diventati, ognuno a modo proprio, degli eroi.

Pubblicato in Cultura e eventi

Montesilvano. Questa mattina, all’Istituto Comprensivo “Gianni Rodari” di Montesilvano, si è svolta la consegna di Banco Scuola.
Un bel momento, oltre che per gli alunni, le maestre ed il dirigente scolastico, anche per l’associazione “Abruzzo Cuore d’Italia” che si è occupata della raccolta e della consegna del materiale didattico destinato agli alunni meno abbienti.
“L’emozione è tanta, come ogni anno – ha detto la referente locale di Montesilvano di ‘Abruzzo cuore d'Italia’, Monia Di Silvestre, che si è recata all’Istituto per la consegna accompagnata dal presidente regionale, Francesco Longobardi – in particolar modo in questa scuola che è stata sorteggiata, la ‘Rodari’, dove i bambini hanno portato ognuno un pensiero per noi, una frase della Costituzione e quindi hanno risposto bene al concetto di donazione. Io sono particolarmente emozionata perché questa è la scuola che frequentai un po’ di anni fa, quindi sono molto entusiasta. Siamo al quarto anno, nel 2015 ricordo la Scuola ‘Troiano Delfico’, nel 2016 la ‘Ignazio Silone’ e nel 2017 la Scuola di via Campo Imperatore. Ringraziamo le cartolerie aderenti e soprattutto le persone, amici e conoscenti, che hanno donato qualcosa a livello materiale per le famiglie meno abbienti. È stato un successo, dobbiamo imparare per primi a donare per dare l’esempio, altrimenti non abbiamo fatto nulla. Spesso i bambini stessi educano, attraverso le piccole cose, i genitori, loro stessi si aiutano nel far compiti, nel dare un quaderno a chi non ce l’ha, anche quella è una forma di volontariato perché anche nelle piccole cose leggiamo questo messaggio”.
“Abbiamo accolto questa visita con piacere, è stato un onore - ha affermato la maestra Antonella D’Anteo – gli alunni erano ben disposti a ricevere questa donazione perché sono sensibili a queste problematiche che nel corso dell’anno vengono affrontate dalle maestre: il rispetto verso l’altro, il diritto allo studio, la solidarietà, il senso di aiuto reciproco, sono tutti concetti sui quali le maestre lavorano costantemente nella quotidianità. La nostra è un’opera di sensibilizzazione, noi educhiamo e formiamo i bambini e questi sono i valori sui quali basiamo il nostro insegnamento e loro chiaramente ne sono testimoni e praticano questi valori anche nella quotidianità, in famiglia. I bambini fanno esperienze di vita a scuola, sperimentano con tutte le problematiche dello stare insieme e con noi maestre esaminano le diverse modalità di risposta alle varie problematiche e crescono acquisendo i valori e comportamenti civili rispettosi di valori e soprattutto solidali”.

Pubblicato in Cronaca

Francavilla al Mare. Fine settimana all’insegna del Judo a Francavilla: il 7, 8 e 9 dicembre prossimi infatti si terranno due eventi sportivi che vedranno protagonista la disciplina.
Venerdì 7 e sabato 8 dicembre appuntamento con “dalle Olipiadi a Francavilla” che seguirà il seguente programma: venerdì alle 16.30 accoglienza, 17-18 allenamento preagonisti – accoglienza atleti; 18-20 allenamento agonisti; 20.30 cena con i campioni. Sabato ore 10-12 allenamento agonistico; ore 16-17Judo Preagonistico fanciulli, bambini e ragazzi; ore 17-19 Agonisti e Master; ore 19 incontro “Dibattito sul tatami: come dare nuovo impulso alla crescita del Movimento Judoistico”; ore 20.30 cena. Il tutto sarà coordinato da Chiara Meucci, dottoressa in Scienze Motorie, Master in Scienze della Nutrizione, operatrice sportiva Coni, allenatrice di Judo, personal trainer, istruttore Body Builnding e Fitness, istruttore Circuit Training, Cross Training e operatrice bioenergetica.
“Siamo molto attenti a questo evento che ci è piaciuto subito appena ci è stato proposto – ha commentato l’assessore allo Sport del Comune di Francavilla, Rocco Alibertini – sono tre giorni di sport con la giornata clou di domenica in cui c’è la gara e in questa tre giorni avremo anche ospiti d’evvellenza del mondo del Judo. Noi dimostriamo sempre grande attenzione a questi eventi legati allo sport, ma anche legati a veicolare messaggi sociali”.
“Avremo tre giorni spettacolari per quanto riguarda lo sport – ha spiegato la campionessa e istruttrice, Chiara Meucci – avremo l’onore di avere due ospiti importanti qui a Francavilla, da qui il nome dell’evento ‘dalle Olimpiadi a Francavilla’. Come ospiti di eccellenza avremo Elio Verde, pluricampione mondiale con vari risultati alle spalle, reduce da una Olimpiade portata avanti con successo. Poi avremo Domenico Paduano, una persona un po’ più adulta che ha fatto la storia del Judo e attualmente è uno dei migliori allenatori che abbiamo in Italia. Sono sport che andrebbero divulgati sempre di più perché ci rendiamo conto che dieto questo sport c’è tanta disciplina ed è quello che aiuta la riuscita. L’iniziativa è nata grazie a Silvio Paolucci e all’amministrazione comunale di Francavilla al Mare, questa volta si può dire che un evento riguardante questo sport lo hanno richiesto più loro. Insieme si può e siamo riusciti a creare questo grande evento”.

Pubblicato in Sport

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione