Pescara. “Apprendo con favore l’inizio dei lavori per inserire il corridoio tra Tirreno e Adriatico nella rete intermodale Ten-T e la riattivazione della procedura per portare l’Abruzzo nell’Autorità di sistema del Mar Tirreno Centro Settentrionale. Siamo già in contatto con il sindaco Cozzolino per dare un nostro contributo al raggiungimento di questo importante obiettivo per lo sviluppo di Regione Abruzzo”.
Ad affermarlo è Sara Marcozzi, candidato presidente del M5S di Regione Abruzzo, che prosegue: “Un incontro positivo quello che si è tenuto al Ministero dei Trasporti, organizzato dal Comune di Civitavecchia, tra il sindaco del Movimento 5 Stelle Antonio Cozzolino e gli esperti di logistica di Ortona Nino Nervegna ed Euclide Di Pretoro. Il Movimento 5 Stelle combatte da tempo per lo spostamento dell’Autorità di sistema da Ancora a Civitavecchia e per consentire all’Abruzzo di avere un collegamento diretto con il Mar Tirreno. Questo tipo di corridoio diretto garantirebbe enormi benefici a tutto il sistema economico della nostra regione.
Questi passaggi istituzionali sono il punto di partenza per modificare la geografia dei trasporti abruzzesi e accorciare le distanze con il resto d’Italia, iniziando il lavoro per pianificare una linea ferroviaria che colleghi l’Abruzzo con Roma. E’ inaccettabile che i cittadini impieghino ancora oggi più di 4 ore per raggiungere la Capitale. Con un asse diretto Regione-Governo potremo ottenere un risultato che gli abruzzesi aspettano da troppo tempo”.

Pescara. “I dati della Commissione Europea certificano quanto il Movimento 5 Stelle denuncia da oltre cinque anni: l’Amministrazione pubblica della Regione Abruzzo è tra le peggiori d’Europa”. Ad affermarlo è Sara Marcozzi, candidato Presidente alla Regione Abruzzo per il M5S, che cita l’elaborazione dell’Ufficio Studi CGIA sui dati della Commissione Europea riguardo alla qualità dei servizi regionali nei 19 Stati che utilizzano la moneta unica. Questa classifica si riferisce al 2017, in pieno periodo di Governo Pd, e vede l’Abruzzo classificarsi al 186° posto in Europa sulle 192 Regioni prese in considerazione.

“Si tratta – prosegue Marcozzi – di una nuova medaglia che il Partito Democratico potrà sfoggiare davanti agli abruzzesi in campagna elettorale. Oltre ad aver peggiorato la nostra qualità di vita, chiuso ospedali, creato disoccupazione, adesso ci fanno sprofondare anche nelle classifiche europee della Pubblica Amministrazione, arrecando l’ennesimo danno all’immagine della nostra Regione. Queste stesse persone, responsabili di un tracollo certificato dai numeri, sono state imbarcate nella maxi ammucchiata voluta da Legnini. E ancora hanno il coraggio di presentarsi come alternativa”.

“I problemi che hanno creato ai cittadini li denunciamo da anni dai banchi dell’opposizione e le soluzioni che vogliamo portare sono tutte scritte nel nostro programma elettorale. La riforma della Pubblica Amministrazione e la sburocratizzazione devono essere la priorità della nostra Regione. Tagliare leggi inutili, lavorare su testi unici e alleggerire la macchina amministrativa significa aiutare i lavoratori, creare occupazione e soprattutto tornare a far crescere la nostra economia”.

“Voglio rivolgermi – conclude Marcozzi – a tutte quelle persone che hanno scommesso sull’Abruzzo, scegliendo di rimanere qui a costo di vivere sulla propria pelle i danni subiti da questa vecchia politica. Per voltare definitivamente pagina dobbiamo cambiare una volta per tutte. L’unico cambiamento possibile è rappresentato dal Movimento 5 Stelle che, contrariamente a centro destra e centro sinistra, non ha in lista politici che abbiano fatto parte della scorsa maggioranza. Sono convinta che con la fiducia dei cittadini abruzzesi il 10 febbraio, giorno delle elezioni regionali, possiamo raggiungere il nostro obiettivo e iniziare finalmente a lavorare per il bene dell'Abruzzo".

Lanciano. In vista delle elezioni regionali del 10 febbraio, Ali - Alleanza Liberaldemocratica per l’Italia ha deciso di sposare il progetto di Idea (Identità e Azione, popolo e libertà), guidato dal senatore Gaetano Quagliarello, e dell’Udc, che insieme hanno dato vita a una lista dalla pluralità di anime con valori comuni, a sostegno del candidato presidente della Regione Abruzzo Marco Marsilio.

Dopo aver valutato curriculum, proposte e obiettivi dei candidati governatori, l’associazione politico-culturale ha riscontrato nel progetto di Marsilio una coincidenza di idee e principi.

Tra le diverse anime che compongono Ali, la scelta nella corsa alla Regione è caduta sul lancianese Antonello Di Campli Finore, già candidato alle elezioni comunali del 2016, nella coalizione a sostegno di Tonia Paolucci e coordinatore cittadino del movimento. Sposato, padre di due figli, Di Campli Finore ha 42 anni ed è un ingegnere libero professionista.

Da sempre impegnato nella vita politica e sociale della sua città, Lanciano, anche tramite la professione nel suo studio di ingegneria, Di Campli Finore ha una visione unitaria e inclusiva dell’Abruzzo. Afferma il candidato consigliere:

La nostra regione ha bisogno di un impegno continuo e uniforme su diversi fronti: lavoro, trasporto integrato, infrastrutture moderne e adeguate, turismo culturale. Dobbiamo intercettare gli aiuti dello Stato e dell’Europa, per riuscire a disegnare un progetto valido per l’Abruzzo e dargli il ruolo di spicco che finora ha avuto soltanto nelle potenzialità.

Pescara. Inizia il Tour del Movimento 5 Stelle per informare quante più persone possibili sul programma elettorale che il M5S vuole realizzare in Abruzzo. Questa mattina il candidato Presidente M5S Sara Marcozzi, insieme agli altri 28 candidati al Consiglio regionale, ha dato formalmente il via alla campagna elettorale. Saranno 28, una per ogni candidato consigliere, tra Fiat 500 e Panda, allestite con lo slogan La Forza Gentile e il logo M5S, a percorrere l’Abruzzo in lungo e in largo.

“Abbiamo scelto di noleggiare 28 citycar perché vogliamo arrivare in ognuno dei 305 comuni dell’Abruzzo per portare la nostra voce e per mostrarvi quali idee abbiamo per la Regione. I nostri candidati sono espressione della volontà popolare e non di una concezione di rastrellamento scientifico di voti – spiega il candidato Presidente Marcozzi – ecco perché ogni autovettura sarà identificata dal nome e cognome del candidato che la guida. Persone reali che ci mettono la faccia, uomini e donne d’Abruzzo con le mani libere. Li troverete in ogni comune perché nessuno deve più rimanere indietro, soprattutto nelle aree interne che negli anni sono state letteralmente abbandonate”.

“La nostra campagna – continua Marcozzi – proviene da autofinanziamento e da donazioni spontanee che ci hanno fatto i cittadini. Il Movimento 5 Stelle non accetta finanziamenti pubblici e non è legato a nessuna lobby. Ogni abruzzese dovrebbe chiedersi chi paga la campagna elettorale dei candidati Presidenti. Troppe volte abbiamo visto politici che si facevano pagare la campagna elettorale da qualche gruppo di interesse che poi tornava puntualmente a battere cassa. Da sempre combattiamo questo modo di agire, tipico di chi si dimentica dei cittadini per restituire favori precedentemente ottenuti”.

“Il cambiamento nasce anche da qui, da una politica che arriva dai cittadini per ascoltarli chilometro per chilometro. Proprio come abbiamo fatto noi in questi ultimi quattro anni e mezzo di opposizione”.

“Il Movimento 5 Stelle – conclude Marcozzi – rappresenta l’unica possibilità di vero cambiamento per l’Abruzzo. Con la fiducia dei cittadini potremo tornare a sperare in un futuro migliore, lasciandoci alle spalle questi anni di cattiva politica di cui nessuno sentirà mai la mancanza”.

Vasto. Rivoluzione Democratica. Questo il nome col quale Azione Civile ha dato avvio ad un nuovo percorso di ripartenza, di costruzione di un fronte democratico, nonviolento, di alternativa – con entusiasmo rinnovato, convinzioni mai venute meno e metodo partecipativo e inclusivo – al sistema delle corruzioni, delle mafie, dei potentati vecchi e nuovi, delle trame oscure e delle clientele che avvelenano il tessuto democratico, ingabbiano la democrazia, trasformano l’economia in uno strumento di dominio e arricchimento di pochi. Un percorso che vuole restituire dignità e voce a chi non ce l’ha, alle vittime delle ingiustizie economiche e sociali, a chi non rinuncia alla schiena dritta di fronte alle squallide consorterie criminali che impazzano in Italia, in Europa, in tutto l’Occidente.

"Crediamo - si legge in una nota - che questo percorso possa avviarsi, e costruire molto, anche in Abruzzo. E nel nostro territorio. Decenni di clientelismo, governi di destra e di centrosinistra, hanno devastato la sanità, abbandonato territori alla disoccupazione e all’impoverimento, non ostacolato come necessario (se non addirittura favorito) la devastazione ecologica. Le mafie sono presenti in Abruzzo e nel vastese. Droga, usura, estorsione, evasione di grandi capitali, traffico di rifiuti e smaltimento illegale di piccole e grandi “terre dei fuochi”, intimidazioni e racket di ogni tipo. E’ quasi quotidiana la cronaca nera e giudiziaria che vede protagonista reti criminali, organizzazioni ramificate nel territorio e con agganci nei clan di Roma e Ostia, di camorra e di ‘ndrangheta. Quando non addirittura con collegamenti esteri. E in tutto questo, sembra cedere il protagonismo della società civile, della cittadinanza, di chi può e deve denunciare. Mentre la politica – lo stiamo vedendo anche nella preparazione alle ormai imminenti elezioni regionali – guarda altrove. La politica dovrebbe essere la forza motrice per far vivere e migliorare la polis e il bene comune. Appare invece normale che sia animata e guidata da altro. Appare normale la “politica” dei favori, la “politica” senza respiro alcuno sul futuro ma legata solo al presente e all’algebra della ricerca continua di voti e consensi, la “politica” che continuamente sacrifica il bene comune sull’altare degli egoismi di pochi e delle lobby dei piccoli interessi, il clientelismo degli amici e degli amici degli amici e degli amici degli amici degli amici. Quando la polis perde il respiro, arranca, viene divorata da altro. Vincono gli interessi di pochi, dei più forti e di chi “s’arrangia meglio”, sono a rischio e vengono negati i diritti di tutti, gli interessi della collettività. O meglio, degli ultimi e degli emarginati, dei più deboli, di chi non ha forti consorterie alle spalle. Quello che dovrebbe essere di tutti diventa privilegio o merce costosa.

Azione Civile è nata per costruire un percorso diverso, per fornire alla claudicante democrazia italiana un’alternativa a tutto questo. Siamo presenti, e ci impegniamo quotidianamente, per quella rivoluzione democratica, civile, nonviolenta, libera, che sia di alternativa a tutto questo. Ostinatamente sognatori in un periodo storico in cui sognare è vietato, in cui la generosità, la solidarietà, l’essere animati da disinteressati ideali è tabù. Un tabù che vogliamo rompere, spezzare, dimostrando che un’alternativa è possibile, che si può rifiutare le squallide consorterie e clientele, che le mafie si possono e si devono denunciare, che i lavoratori e i più deboli possono non essere lasciati soli per ricordarli solo quando occorrono i loro voti o per la spiccia propaganda. Anche in questo territorio".

Per informazioni e contatti Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. e il sito nazionale http://www.movimentoazionecivile.it . Siamo presenti anche su Facebook con le pagine “Azione Civile Abruzzo” e “Azione Civile Vastese”.

Pescara. Una squadra, un programma, un candidato Presidente. Un unico obiettivo: migliorare la qualità della vita degli abruzzesi. E’ questa per il M5S la ricetta per realizzare un concreto ed efficace rilancio della Regione Abruzzo, deturpata e svilita da decenni di alternanza di centro destra e centro sinistra.

Ha le idee chiare, anzi chiarissime Sara Marcozzi, Candidata Presidente per la Regione Abruzzo del M5S, che questa mattina in conferenza stampa ha presentato la sua squadra di candidati nel comitato elettorale di Pescara. Donne e uomini d’Abruzzo pronti a sostenere la "forza gentile" della Marcozzi. Vanno dai 25 anni fino ai 60 anni, tra loro Avvocati, Geologi, Insegnanti, Ingegneri, Agronomi ma anche specialisti di marketing ed impresa, dirigenti commerciali e cittadini impegnati nel mondo dell’associazionismo in ambito sportivo e sociale e poi due dei cinque consiglieri regionali della scorsa Legislatura Pietro Smargiassi di Vasto e Domenico Pettinari di Pescara.

“La Lega in Abruzzo ha scelto Forza Italia, ha scelto di stare con Berlusconi, ha scelto un candidato presidente non abruzzese, un "console" romano che probabilmente pensa di governare l’Abruzzo come se si trattasse di una provincia periferica di Roma. Non funziona così.

Il centro sinistra ha scelto un candidato del partito democratico, eletto due volte senatore con il partito democratico, nominato due volte sottosegretario con il partito democratico, nominato al CSM grazie al partito democratico. Entrambi i candidati, del centro destra e centro sinistra, nascondono i loro simboli, forse si vergognano di ricordare agli abruzzesi che sono proprio loro gli stessi che hanno distrutto il Paese, che hanno distrutto l’Abruzzo, che hanno depotenziato la sanità pubblica nella nostra regione, che hanno lasciato le strade in uno stato di abbandono, soprattutto nelle aree interne, che hanno creato una rete clientelare nella quale o sei dentro e chiedi favori o sei fuori e ti vengono negati i tuoi diritti.” Esordisce così la candidata del M5S che prosegue “Entrambi i candidati presidente di centro destra e centro sinistra si presentano con coalizioni di liste che presentano più candidati che elettori. Un abuso della democrazia scientificamente affinato per rastrellare quanti più voti possibile città per città, quartiere per quartiere, condominio per condominio. Candidano quante più persone possibile fornendo loro l’illusione dell’elezione, forse la promessa di un favore o di un incarico, che sanno già che non potranno mai mantenere. Perché ad essere eletti saranno sempre gli stessi, quelli che hanno tenuto sotto ricatto la regione, e perché le risorse per i tanti favori non ci sono più”.

 

Prosegue illustrando gli intenti e i punti del programma, che verrà presentato nei prossimi giorni, che intendono perseguire: “Oggi vi presento una squadra di donne e uomini liberi. Liberi dal clientelismo, liberi dai partiti, liberi dai ricatti, liberi dalle lobby, liberi dai grandi imprenditori e portatori di interesse che finanziano le campagne elettorali di cdx e csx. Una squadra di uomini e donne che al governo di questa regione non faranno favori agli amici ma ripristineranno i diritti, fino ad ogni negati, a tutti cittadini. Il governo regionale del M5S realizzerà un piano Marshall per rilanciare il lavoro, la sanità, la manutenzione delle strade, la cura delle aree interne, il taglio di sprechi e dei privilegi della politica e una grande ambizione: rilanciare concretamente il turismo nella nostra regione.”

Ecco la squadra dei candidati:

 

PROVINCIA DI CHIETI

 


ANDREA DI CIANO

Mi chiamo Andrea Di Ciano, ho 46 anni, sono sposato con Serena da 20 anni ed ho una bambina di 9 anni. Vivo a Chieti da quando sono nato, ho frequentato l’I.T.I.S. di Chieti, conseguendo il diploma di Perito Informatico. Mi occupo di vigilanza e sicurezza da oltre 10 anni sono un consulente commerciale e lavoro per un istituto di vigilanza privata. Inoltre sono iscritto all'albo del Comando Provinciale dei Vigili del fuoco di Chieti come Vigile Discontinuo dal 1991 dove ho prestato il servizio militare come vvff.

CINZIA D’ERAMO

Mi chiamo Cinzia D’Eramo, ho 49 anni e vivo a Francavilla al Mare con mio marito e i miei figli, Giulia e Alessandro. Laureata in lettere classiche con 110 e lode, ho un master in specializzazione all’insegnamento secondario, un perfezionamento di didattica della lingua italiana. Professoressa di lettere e latino di ruolo presso il Liceo Scientifico A. Volta di Francavilla al Mare. Ex atleta, ho studiato pianoforte, fisarmonica e flauto traverso. Oltre alla passione per la musica ho una forte passione per la scrittura, sono infatti Caporedattrice di www.professioneinsegnante.it, blog rivolto ad insegnanti ed alunni dove vengono affrontati i temi legati al mondo dell’istruzione.

SILVERIO MARZOCCHETTI

Ho 34 anni e vivo a San Salvo, la città dove sono cresciuto e nella quale lavoro da sempre portando avanti un'azienda di materiali edili. Sono felicemente sposato con Rosaria, mia moglie dal 2010, e ho 2 splendidi figli di 9 e 6 anni. Come imprenditore sono ogni giorno a contatto con tantissime persone, operai, piccoli artigiani con cui condivido spesso paure, difficoltà e soprattutto la voglia di cambiare in meglio questo meraviglioso paese.

NICOLA MONACHETTI

Sono nato il a Villalfonsina nel 1962. Ho sempre vissuto li perché amo la mia terra. Questo amore è cresciuto anche grazie al mio lavoro che mi permette di girare spesso la mia regione. Sono un agente di commercio di arredamenti, attrezzature e prodotti per la cura e la bellezza. Chi mi conosce sa che sono una persona onesta e che si impegna molto per quello in cui crede. Mi piace il mare ed allo stesso modo la montagna, credo che l’Abruzzo sia bellissimo in ogni angolo ed è arrivato il momento che queste bellezze sia valorizzate al punto giusto.

PIETRO SMARGIASSI

Sono un Architetto di 49 anni. Sono nato e cresciuto a Vasto mi sono allontanato solo per conseguire la laurea presso L’Università di Venezia. Sono sposato e sono padre di due splendide ragazze. Consigliere della x Legislatura di Regione, ho restituito 122.751,23 del mio stipendio ai cittadini abruzzesi. Primo firmatario della prima proposta di legge approvata dal consiglio regionale per il M5S: La banca della terra. A questa è seguita l’approvazione dell’Osservatorio della Legalità, di cui sono sempre primo firmatario. Nel 2017 ho ottenuto un fondo per la diffusione dei giochi inclusivi. Nel corso del mandato ho presentato 10 proposte di Legge, 28 interpellante e 23 risoluzioni. Sulla base di una mia P.d.L. siamo riusciti a dotare l’Abruzzo del Registro Tumori e finalmente si è dato il via a questo strumento per il monitoraggio della malattia sul nostro territorio. Sono stato Capogruppo per 18 mesi maturando esperienza nella gestione di un gruppo fantastico.

 

SARA STENTA

Da sempre vivo a Bucchianico. Sono diplomata presso il Liceo Socio – Psico Pedagogico di Chieti e sono iscritta alla Facoltà di Scienze delle formazione e dell'educazione a L'Aquila. Ho conseguito l'attestazione di “Assistente educativo” e nel 2013 di 1° livello LIS. Tra gli interessi svolgo attività di volontariato (clownterapia) nei reparti di pediatria e geriatria preso l'ospedale di Chieti; inoltre faccio parte dell' associazione “Musici e Sbandieratori della città di Bucchianico.” Ho avuto svariate esperienze lavorative sempre mossa dalla grande voglia di fare e mettermi a disposizione in qualsiasi contesto.

FRANCESCO TAGLIERI

Sono Francesco Taglieri, ho 47 anni, tre figli, vivo e lavoro a Lanciano. Sono un Operatore Professionale Sanitario Infermiere, ho lavorato moltissimi anni nell'emergenza-urgenza territoriale. Ho conseguito la laurea ed un master in Coordinamento e Funzioni Infermieristiche. Ho lavorato in diverse strutture pubbliche di carattere nazionale, e da diversi anni formo personale laico e sanitario per l'uso dei defibrillatori. Sono stato dirigente per un sindacato di categoria.

 

PROVINCIA DELL’AQUILA

 


MICHELE BALIVA

Sono nato e cresciuto in una famiglia di imprenditori. Ho studiato come Geometra e mi sono impegnato per portare avanti l’impresa di famiglia. Credo molto nella famiglia unita e compatta. Ho maturato una formazione presso la Luiss Management nel corso di Gestione e Impresa e Valorizzazione delle iniziative immobiliari. Amo il mio territorio e lo giro in lungo ed in largo grazie alla mia passione per la bicicletta. Sono un uomo che ha sempre lavorato tanto, capace di sviluppare un progetto dall’idea alla sua realizzazione. Nella mia città, Celano, mi porto dietro con orgoglio il soprannome di mio padre: tutti mi chiamano Michele La legge!

ANGELO BISEGNA

Sono Angelo Bisegna, ho 36 anni e sono un ingegnere edile di Capistrello. Mia madre è pensionata, mio padre era minatore. Una famiglia che mi ha trasmesso quei valori che mi hanno aiutato a raggiungere i miei obiettivi. Le mie origini, benché umili, non mi hanno impedito di conseguire a pieni voti la Laurea Specialistica in Ingegneria delle costruzioni edili, e successivamente di iscrivermi presso l’Ordine Degli Ingegneri Della provincia Dell’Aquila. Dal 2016 ho l’onore di mettere quotidianamente a disposizione la mia professionalità e le mie competenze per la ricostruzione post-terremoto della città di L’Aquila.

ANTONINA COFINI

Mi chiamo Antonina Cofini. Mi definiscono energica ed ottimista, sono laureata in Filosofia. Impegnata nella vita sociale sia nelle attività culturali che nella politica attiva, sono appassionata di Storia e mi adopero per promuovere quella locale del nostro straordinario territorio. Ho maturato esperienze lavorative per lungo tempo sia nell’industria che nel settore primario e terziario. Il mio spirito intraprendente mi predispone ad avere molteplici interessi e a impegnarmi per realizzarli concretamente.

GIUSEPPE WALTER DELLE COSTE

Sono nato nel 1959 con il nome di Giuseppe, ma mi chiamano tutti Walter. Di Pescina. Sposato con un figlio. Ho lavorato per 31 anni in Poste Italiane, prima come impiegato e successivamente come Specialista Commerciale. Designato Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza (RLS) degli Uffici postali della provincia de L’Aquila, per approfondire le tematiche sulla sicurezza, ho ripreso gli studi conseguendo a 52 anni la Laurea Magistrale in Scienze della Prevenzione. Ora mi occupo di formazione sulla sicurezza e di difesa ambientale.

ANTONELLA DI PASSIO

Ho 36 anni e vivo a Civitella Roveto, paese immerso nella Valle Roveto. Sono diplomata come perito commerciale, e sono a pochi passi dalla laurea in Scienze delle Investigazioni presso l’Università degli studi dell’Aquila, dopo aver sospeso gli studi l’anno del terremoto. Provengo da una famiglia di trasportatori, dal 2012 mi occupo di trasporto persone: promozione turistica, linee di TPL, trasporto passeggeri extra Ue.

GIORGIO FEDELE

Ho 33 anni, di Avezzano e sono sposato con una donna meravigliosa. Ho frequentato la facoltà di Giurisprudenza di RomaTre dove ho sostenuto tutti i principali esami, scoprendo una predisposizione per il Diritto Costituzionale, il Diritto Amministrativo e il Diritto Pubblico. Nel 2014 mi è stato chiesto di collaborare con il Gruppo consiliare del M5S in Consiglio Regionale, un’occasione che mi ha insegnato tanto e grazie alla quale ho maturato esperienza in campo legislativo e gestione della cosa pubblica. Amo molto gli animali ed il rugby che ho praticato fino al mio infortunio.

ADELE PAPONETTI

Mi chiamo Adele Paponetti, ho 35 anni, laureata in disegno industriale (I livello) presso l’università di Architettura, “La Sapienza” Roma, specializzata in grafica d’arte e progettazione (II livello) presso l’Accademia delle belle arti di L’Aquila. Ho acquisito competenze artistiche, tecnico-progettuali, organizzative e capacità comunicative e relazionali necessari per lavorare in team. Indispensabili per maturare la mia esperienza nel settore amministrativo e sportivo.

 

PROVINCIA DI TERAMO

 

MARCO CIPOLLETTI

Sono nato a Teramo 55 anni fa, Agronomo, laureato presso l’Università di Bologna, attualmente dipendente della Giunta Regionale in aspettativa senza retribuzione. Ho famiglia con due figli di 16 e 20 anni e risiedo a Teramo. Sono originario di Frondarola tipica frazione teramana a pochi chilometri da Montorio al Vomano. Ho vissuto la mia adolescenza e sviluppato la mia prima formazione culturale e politica nella Teramo di fine anni 70, assorbendo anche il senso dei cambiamenti politici e sociali del tempo. Sono cattolico e vedo nella piena applicazione dei principi fondanti la costituzione repubblicana e del M5S il faro della mia azione politica.

GIAMPIERO DI CAMILLO

Medico Chirurgo Specializzato in Ginecologia ed Ostetricia presso Università di Bologna. Dirigente medico ospedaliero dal 2000, ho prestato esercitato presso Ospedale Maggiore di Bologna, vincitore di concorso presso la ASL di Teramo, ho lavorato negli Ospedali di Sant'Omero, Giulianova ed Atri fino al 2015, fino a ricoprire la carica di Responsabile di UO Semplice Dipartimentale di Ostetricia e Ginecologia nel P. O. di Atri. Mi sono dimesso dalla ASL di Teramo dopo la chiusura del Punto nascita di Atri deciso dalla Regione guida Chiodi-D'alfonso, in disaccordo con questa scelta e con le successive proposte dell'ASL.

 

MAURO DI CRISCENZO

Architetto e docente di storia dell’arte e disegno. Mi laureo nel 2006 con lode in composizione architettonica e urbana all’Università degli studi “G. D’Annunzio”. Ho svolto per anni attività di ricerca in ambito ecosostenibile con collaborazioni di rilievo internazionale per attività di progettazione; ho ricevuto numerosi riconoscimenti e premi per concorsi di idee sul design di spazi ed edifici pubblici. Dal 2010 gestisco uno studio di architettura e ingegneria integrata, CTU per il tribunale di Teramo.

GABRIELLA ITALIANI

Sono Gabriella Italiani, nata ad Atri 38 anni fa. Laureata in Giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Teramo, lavoro e vivo ad Atri. Sono un avvocato del Foro di Teramo e mi occupo prevalentemente di diritto di famiglia e di diritto del lavoro. Ho la specializzazione in Professioni Legali, nonché l’attestato di qualifica professionale di Conciliatore qualificato (D.M. 180/2010) e quello di Gestore dei procedimenti di composizione della crisi da sovraindebitamento, anche del consumatore.

VIRGINIA MALONI

Ho 40 anni sposata e madre di un bambino di un anno e mezzo. Sono laureata in Psicologia Clinica e di Comunità e Specializzata in Psicoterapia di gruppo e Materie Forensi. Esercito nel mio Studio in provincia di Teramo. La attività lavorativa riguarda Convegni ed Interventi di progettazione legati ai fondi per la coesione e riqualificazione economica e socio-sanitaria della comunità europea. Faccio parte dell’Associazione Penelope Abruzzo che si occupa di persone scomparse. In collaborazione con figure istituzionali opero a favore delle famiglie che hanno avuto una perdita in merito. Ho organizzato diversi Convegni itineranti sul tema della Ludopatia e della violenza di genere.

 

GIACINTO PALMARINI

Sono Giacinto Palmarini nato a Teramo e ho 48 anni. Sono un attore di prosa e da più di 20anni lavoro nei principali Teatri Stabili italiani e in alcuni film per il cinema e la televisione. Nel 2011 ho iniziato, cofondando con un gruppo di artisti un marchio di successo denominato Officina biologica, un avventura di carattere imprenditoriale nel campo della ristorazione con forte vocazione culturale a Roma seguendo l'apertura e l'avviamento di 3 locali. Conosco bene le difficoltà delle PMI.

MARGHERITA TRIFONI

Sono nata a Giulianova , ho 45 anni, ho frequentato il liceo classico di Roseto degli Abruzzi, mi sono laureata in giurisprudenza presso l’università degli studi di Teramo , dopo aver svolto la pratica forense presso uno studio legale di Giulianova ho conseguito il titolo di avvocato. Ho lavorato nello studio di un penalista di Alba Adriatica. Ho un’esperienza all’estero come consulente legale per la start up di uno studio di ingegneria e total management. Ho anche seguito un corso di assistente notarile a Roma. Amo le lingue straniere, l’inglese che parlo bene e ora sto studiando spagnolo. Sono sposata e madre di due bambini che sono la mia forza più grande.

 


PROVINCIA DI PESCARA

 


RAFFAELLA DI GIOVANNI

Nata a Guardiagrele, da sempre vivo a Pescara. Ho frequentato il liceo classico "G. D'Annunzio", ho conseguito la laurea in Giurisprudenza e, ho superato l’esame di stato per l'abilitazione professionale. Svolgo la professione di avvocato occupandomi principalmente di pratiche giudiziali e stragiudiziali inerenti la responsabilità civile, le esecuzioni ed il diritto penale. Sono stata legale di diversi Comuni e della Provincia Comuni di Chieti per cui ho patrocinato oltre 300 cause. Nel tempo libero mi dedico alla lettura e coltivo la passione intemperante per la cultura fisica frequentando anche corsi di funzionale e spinning.

MASSIMO DI RENZO

Sono nato 53 anni fa a Pescara e amo l'Abruzzo perché è la mia terra. La laurea in Ingegneria Chimica, conseguita a L'Aquila, mi ha dato la formazione e l'elasticità per affrontare con successo esperienze professionali completamente diverse: Responsabile della Qualità in aziende alimentari, responsabile di zona per una società multiutility, consulente nel settore del web marketing. L'Abruzzo ha fatto tanto per me ed ora è arrivato il momento che io faccia qualcosa per la mia terra.

 

FEDERICA FEDELE

Mi chiamo Federica Fedele e percorro la mia vita fra le due grandi realtà del nostro Abruzzo: la costa, Pescara, dove ho abitato dalla nascita, e l’entroterra, Pianella, dove mi sono trasferita quasi 13 anni fa. Laureata in filosofia, sono stata per 15 anni Responsabile Ufficio

Gare ed Appalti. Mi sono occupata di gestione delle risorse umane, di progettazione e gestione corsi di formazione, organizzazione aziendale e creazione d’impresa a valere su fondi comunitari, nazionali e regionali. Sono una persona forte, curiosa, attenta e responsabile, con un radicato ed incrollabile senso di giustizia.

FRANCESCO NUVOLARI

Francesco Nuvolari,1994, laureato con lode in Scienze Politiche e delle Relazioni Internazionali. Fra le esperienze di studio, anche la formazione all’estero grazie ad una borsa di mobilità internazionale, vinta per meriti, a Monterrey (Messico) e un tirocinio in Progettazione Europea nell’ufficio E-tis Euroconsultores, a Siviglia (Spagna). Presidente di Europportunity Abruzzo, associazione per ricerca e stesura di Progetti Europei per enti pubblici e privati. Parlo inglese e spagnolo.

 

DOMENICO PETTINARI

Ho 39 anni e sono dirigente di un’organizzazione antiracket, antiusura e a tutela dei consumatori. Da 15 anni mi occupo di coordinare le attività di tutela dei diritti del cittadino in tanti settori tra cui sanità, sociale, lotta alla corruzione e alla criminalità. Consigliere regionale e Vice presidente della Commissione Sanità in Regione. Nel primo mandato ho restituito € 148.530,95 ai cittadini tagliandomi lo stipendio. Ho depositato esposti e denunce che hanno dato il via a grandi inchieste: La City, Soget, palazzina Asl, Tac Pet, Bussi. Alcuni dossier come quello relativo ai conti della sanità ed al bilancio TUA Spa sono stati oggetto di convegni informativi in tutto Abruzzo. Ho depositato 11 proposte di legge, 94 interrogazioni, 12 risoluzioni, 2 richieste di consiglio straordinario ed oltre 10000 emendamenti.

GIANNI SMARRELLI

Nato 36 anni fa a Pescara, vivo a Città S.Angelo. Ingegnere meccanico , professionista nei settori energie rinnovabili, efficienza energetica, elettromeccanica, impianti di sollevamento e di climatizzazione. Ho valorizzato la mia inclinazione alla creatività, alla comunicazione e ai rapporti umani ricoprendo ruoli commerciali di gestione e promozione. L’amore per il territorio mi ha portato a fondare l’Associazione Borghi in Comune, che si occupa di promuovere l'unicità dei piccoli borghi Abruzzesi per salvarli dallo spopolamento.

BARBARA STELLA

Insegno matematica e scienze nella Scuola Secondaria. Mentre conseguivo la laurea in Scienze Geologiche ho cresciuto mia figlia Francesca che oggi ha 26 anni. Sono sposata e condivido con mio marito la passione per lo sport. Amo i bambini e gli animali e adoro stare a contatto con la natura. La famiglia e gli amici sono la mia vera forza: sono loro che mi permettono di superare i momenti difficili. Credo molto nel ruolo che un’insegnante riveste nel percorso di crescita e formazione delle future generazioni.

Pescara. "Abbiamo appreso della candidatura con il centrosinistra a guida di Giovanni Legnini di Alessandro Lanci, attivista che ha condiviso molte lotte per l'ambiente in Abruzzo e a cui facciamo i nostri auguri per la nuova strada avviata".

Si legge così in una nota di FORUM H2O, COORDINAMENTO NAZIONALE NO TRIV e PESCARA PUNTOZERO, che prosegue: "Ovviamente ognuno può decidere liberamente di candidarsi oppure no ma a nessuno è concesso di disporre della storia comune a fini elettorali.

Visto che molti di noi sono stati in prima fila in quella vicenda vittoriosa, non possiamo non esprimere il nostro sconcerto e la delusione per una dichiarazione "ad usum delphini" con la quale si vorrebbe stravolgere una bella storia comune come quella No Ombrina, addirittura sostenendo che il candidato Presidente Legnini abbia risolto la questione scrivendo un emendamento.
Vogliamo ricordare che il Senatore Legnini fu corresponsabile proprio del riavvio della procedura del progetto Ombrina, con il suo voto favorevole al Decreto "Sviluppo" del 2012 che superava il divieto delle 12 miglia introdotto dalla Prestigiacomo nel 2010 che aveva bloccato Ombrina una prima volta,

Non basta. Legnini era sottosegretario all'economia nel Governo Renzi che nell'estate 2014 approvò il famigerato decreto Sblocca Italia. Non lo votò poi in aula perché nel frattempo fu eletto vicepresidente del CSM. Nonostante ciò e nonostante appelli diretti, non esitò a dire pubblicamente davanti a manifestanti e ai giornali che quel Decreto l'avrebbe votato pure in aula. Tutto ciò proprio a Lanciano, dove un anno dopo si sarebbe svolta la più grande manifestazione realizzata in Italia sul tema trivelle. Alessandro Lanci dovrebbe ricordarlo.

Questi due provvedimenti costrinsero i cittadini abruzzesi a rinnovare la lotta contro Ombrina, dovendo scendere in piazza prima nel 2013 e poi nel 2015 nelle più grandi manifestazioni mai registrate nella storia abruzzese. Solo questa vera e propria rivolta popolare, supportata dalla scelta referendaria di 10 regioni, COSTRINSE il Governo nazionale PD e chi l'aveva finora sostenuto ad una clamorosa per quanto assai riluttante marcia indietro. Quindi, ammesso e non concesso che Legnini, da una carica istituzionale diversa da quella di parlamentare, possa aver contribuito a scrivere in qualche modo un emendamento, avrebbe solamente cercato di porre rimedio agli errori fatti. Meglio tardi che mai, ovviamente. Meglio una retromarcia.

Però certo non può essere indicato quale risolutore della vicenda visto che gli unici a potersi fregiare di questo merito sono le decine di migliaia di cittadini abruzzesi e italiani che scesero in piazza e le regioni che costrinsero il Governo e il parlamento al dietrofront.

PS: abbiamo molti dubbi che per un vicepresidente del CSM sia proprio il caso di vedersi attribuire la paternità di un tale emendamento. A parte che il suo incarico istituzionale non l'avrebbe permesso, il testo dell'emendamento in questione tra l'altro:

1)abolì il Piano delle aree che era l'unica cosa buona introdotta dallo Sblocca Italia, con le conseguenze che abbiamo visto in tutta Italia nel rilascio di nuovi titoli minerari;

2)fu in parte inefficace rispetto alle richieste referendarie delle Regioni tanto che la Cassazione ammise lo stesso uno dei referendum che l'emendamento avrebbe dovuto far superare (e dovremmo arrivare ad accettare che la Corte di Cassazione abbia deciso su un emendamento scritto dal vicepresidente del CSM!)".

Pescara. Il nuovo anno in Abruzzo riserverà ai clienti che si recheranno presso gli uffici di Poste Italiane un aumento considerevole dei disagi che già da tempo questa O. S. ha denunciato. Il numero degli operatori allo sportello, si è ridotto di oltre 100 unità (sarà almeno il doppio a Giugno) per via degli esodi e/o pensionamenti. Si riafferma sempre con maggiore urgenza la grave problematica che da tempo mette in ginocchio gli Uffici postali di molte zone dell’Abruzzo e che oggi ha raggiunto livelli di assoluta insostenibilità, ovvero la chiara insufficienza di risorse applicate agli sportelli.
Ormai il ricorso sistematico allo straordinario non basta più.
La Slp – Cisl afferma: “Il quadro complessivo è decisamente critico in tutta la Regione e in alcune zone è decisamente sull’orlo del collasso. E’ necessario un congruo aumento del personale applicato alla sportelleria, attingendo a tutti gli strumenti previsti dagli accordi nazionali sulle politiche attive”.
Già a partire dalle prossime riunioni, calendarizzate ai primi di Gennaio, chiederemo con forza all’Azienda interventi immediati, non escludendo, se costretti, ad intraprendere azioni di protesta.

 

Roma. Chieti si conferma la città dell'Abruzzo dove sono stati venduti più biglietti della Lotteria Italia 2018. Il dato, secondo quanto si legge nel report dei Monopoli di Stato, è di 63.220, in diminuzione dell'11,9% rispetto all'anno scorso. Il trend di Chieti e dell'intero Abruzzo ricalca quello più generalizzato a livello nazionale (che ha registrato un calo del 19,1%). Non ha evidentemente giovato alla Lotteria l'eliminazione del Gratta e Vinci che fino allo scorso anno compariva sul biglietto e garantiva una possibilità di vincita immediata, al costo complessivo di 5 euro. Quest'anno il prezzo è rimasto immutato e il mancato appeal del “grattino”, prodotto di successo radicato nelle abitudini degli italiani, ha finito per penalizzare la vendita.

A L'Aquila, riferisce Agipronews, sono stati staccati 53.980 tagliandi (-16,4%), a Teramo 40.480 e a Pescara 30.230 (in entrambi i casi il calo è del 19,8%, il dato più accentuato della regione). Complessivamente, l'Abruzzo ha registrato vendite per 187.910 biglietti, che segnano un -16,2% rispetto ai 224.180 dell'edizione 2017 della Lotteria.

In generale, nella regione il punto più alto degli ultimi dieci anni è stato toccato nel 2009 (quando la Lotteria era abbinata a “Affari tuoi”), con oltre 341mila biglietti. Il punto più basso nel 2012 (“La Prova del Cuoco”), con meno di 184mila tagliandi venduti.

AG/Agipro

 

NB: LOTTERIA ITALIA, 6,9 MILIONI DI BIGLIETTI VENDUTI: LAZIO (20,1%), EMILIA E LOMBARDIA AL TOP

ROMA – Sono 6 milioni 955mila i biglietti venduti della Lotteria Italia 2018, il 19,1% in meno rispetto all’anno precedente, il dato di quest’anno va a toccare il primato negativo dell’edizione del 2012. Il Lazio, riferisce Agipronews, si conferma come prima regione per vendite, con 1,4 milioni di tagliandi (il 20,1% del totale nazionale) ma in calo del 14,8% rispetto allo scorso anno. Roma, riferisce Agipronews, conferma ancora una volta la sua tradizione di “Capitale della Lotteria”: le vendite in provincia resistono sopra il milione, ma il calo colpisce anche qui con un -14,3%.

Unica altra regione sopra il milione di biglietti venduti, anche per questa edizione, è la Lombardia: circa 1,2 milioni (il 16,8% del totale nazionale) il 20,2% in meno rispetto a un anno fa. Circa mezzo milione di biglietti sono stati venduti in provincia di Milano, il calo è del 18,4%.

L’Emilia Romagna, con 665mila tagliandi staccati si conferma al terzo posto (-19,8% il dato regionale, con 229mila biglietti venduti a Bologna, (-19,6%), mentre fuori dal podio - per il secondo anno consecutivo - c’è la Campania (588mila biglietti, -20,8%, con Napoli a 295mila tagliandi e un crollo del 19%).

PG/Agipro

Chieti. Il presente comunicato stampa illustra la situazione dei servizi autobus Tua Spa, distinta per aree geografiche della regione Abruzzo, aggiornata alle ore 14:00 di oggi, venerdì 4 gennaio 2019. Due, in particolare, sono gli aspetti critici per i servizi garantiti da Tua Spa: il ghiaccio che si è stratificato ed il notevole accumulo di neve in alcune aree regionali che impediscono il transito.

Questi fattori in modo principale hanno determinato, per alcuni servizi, dei ritardi.

 

Zona L’Aquila:

Il problema principale è rappresentato dal ghiaccio. I servizi di lunga percorrenza (Pescara, Roma, Avezzano, Giulianova/Teramo) sono effettuati in modo pressoché regolare. Non è stato effettuato il servizio per/da: Opi di Fagnano, Castel del Monte, Bominaco, S. Demetrio con L'Aquila. Il ghiaccio rallenta i servizi anche nella zona di Sulmona.

 

Zona Avezzano:

A causa del rilevante accumulo di neve sulle arterie di viabilità, non è stato possibile servire in mattinata la zona Castel Di Sangro, Barrea e Pescasseroli. Non è stato possibile effettuare il servizio navetta per Bisegna ed il servizio ANFAS.

 

Zona Teramo:

I servizi di lunga percorrenza sono effettuati. I servizi per Isola, Castelli, Civitella del Tronto i sono garantiti ma con ritardi.

 

Zona Giulianova:

I servizi sono stati effettuati in maniera pressoché regolare. I servizi su Cologna paese/Roseto vengono effettuati ma con ritardo. Non sono state effettuate le corse delle primissime ore del mattino Nereto-Martinsicuro e Martinsicuro-Nereto.

 

Zona Sulmona:

I collegamenti in direzione L'Aquila sono regolari. I servizi verso l’Alto Sangro (Pescocostanzo, Pietransieri, Roccaraso, Rivisondoli, Rocca Pia, Pettorano sul Gizio) non sono effettuati a causa dell’impraticabilità delle strade. Le corse da Secinaro per Sulmona risultano regolari. Non sono state effettuate le corse delle ore 6.20 Ateleta-Sulmona e delle ore 14.00 Sulmona-Ateleta. Il collegamento per Castel di Sangro si effettua non transitando per i paesi di Pescocostanzo, Rivisondoli e Pietransieri. Il ghiaccio rappresenta il principale problema nella zona di Sulmona.

 

Zona Lanciano:

Sospese le corse Sevel per fermo produttivo della stessa azienda fino al 7 gennaio. Problematiche di circolazione, soprattutto nelle prime ore della mattinata, per i servizi diretti nell’entroterra della provincia chietina e aquilana. Non sono stati effettuati i servizi per Pescara e L’Aquila nella prima parte della mattinata a causa dell’accumulo di neve e del ghiaccio sulle arterie stradali.

 

Zona Chieti

Problematiche di circolazione soprattutto nelle prime ore della mattinata per i servizi diretti nell’entroterra per neve e ghiaccio.

 

 

Zona Pescara (urbano):

I servizi sono stati effettuati in modo regolare.

 

Zona Pescara (Extraurbano):

Il problema principale è rappresentato dal ghiaccio. Per Farindola sono state effettuate solo corse del primo mattino. Non sono stati possibili i servizi per Villa Celiera e Peschiole. Per il servizio da Civitella Casanova vengono garantite le corse effettuate per Pescara. Le corse per Scafa e Caramanico transitano per S. Eufemia e Roccamorice. I servizi che partono da Tocco da Casauria non transitano per Pescosansonesco e Salle. I servizi per Pianella non sono stati effettuati nelle prime ore della mattinata a causa ghiaccio. Il servizio urbano a Penne è attualmente sospeso.

 

Tutte le novità vengono veicolate sui canali ufficiali di TUA Spa: sito internet www.tuabruzzo.it, canali social come la pagina Facebook Tua Spa Società unica abruzzese di trasporto o Twitter all’account @tua_spa, oltre al numero verde 800 762 622 attivo nei giorni feriali dalle ore 8:00 alle ore 20:00.

Pagina 1 di 49

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione