Pescara. Nel corso della serata di ieri i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Pescara hanno tratto in arresto, nella flagranza del reato di detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti in concorso, le sorelle S. D. R., 45enne e V. D. R., 49enne, quest’ultima resasi responsabile anche del reato di resistenza a Pubblico Ufficiale.
Nello specifico i militari sono andati a casa della sorella più giovane, nel quartiere “Rancitelli” al fine di eseguire un provvedimento di sospensione provvisoria di misura alternativa e contestuale trasferimento in carcere emesso a suo carico dall’Ufficio di Sorveglianza di Pescara; la maggiore ha aperto la porta non immaginando di trovarsi di fronte i militari che, inizialmente, si sono quasi visti sbattere la porta in faccia. Ma la pronta reazione di uno di loro è riuscita a vincere la resistenza ed ha permesso l’accesso nell’appartamento; la donna, che ormai non aveva potuto impedire l’ingresso, si è diretta velocemente verso la finestra della cucina ed ha tentato di disfarsi di un grosso involucro di carta che stringeva in mano, ma anche in questo caso i Carabinieri, prontamente, sono riusciti a bloccarla e recuperare 22 grammi di eroina e 2,5 grammi di cocaina.
La successiva perquisizione domiciliare ha permesso di rinvenire anche un bilancino elettronico di precisione nonché la somma in contanti di 1.175 euro, ritenuti provento dell’illecita attività di spaccio.
Su disposizione dell’Autorità Giudiziaria le sorelle sono state tradotte presso la Casa Circondariale di Chieti, in attesa di udienza di convalida.

Pescara. Nel pomeriggio di ieri, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Pescara e quelli della Stazione di Pescara Scalo hanno tratto in arresto, nella flagranza del reato di rapina impropria, B. E. A., 18enne ed un minorenne, entrambi originari del Marocco.
I due ragazzi, intorno alle 13.00 di ieri, hanno avvicinato alle spalle un’anziana signora che stava passeggiando in via Leopoldo Muzii e, dopo averla spinta con violenza facendola rovinare a terra, le hanno strappato la borsa che teneva a tracolla. La malcapitata, a seguito del vigliacco gesto, ha chiesto aiuto ai passanti che prontamente hanno richiamato l’attenzione di una pattuglia delle “gazzelle” dell’Arma che stava transitando proprio in quella via.
Il rapido intervento dell’equipaggio, che ha inseguito a piedi i malfattori per un lungo tratto, ha consentito di acciuffare i malfattori e recuperare il maltolto, consistente nella somma in contanti di circa duecento euro e documenti vari, che è stato restituito alla vittima. La donna, nella caduta, ha riportato lievi lesioni.
Al termine delle operazioni il maggiorenne è stato ristretto presso le camere di sicurezza del Comando Provinciale Carabinieri di Pescara in attesa di rito direttissimo, mentre il minorenne presso il Carcere Minorile de L’Aquila; le udienze, entrambe svolte nella mattinata odierna, si sono concluse con la convalida dell’arresto per entrambi e per il maggiorenne l’applicazione della misura degli arresti domiciliari, mentre per il minorenne quella della custodia in una comunità dell’Aquilano.

Pescara. Atteso il notevole successo riscosso nel corso degli anni dal progetto “Formazione della cultura della Legalità” dell’Arma dei Carabinieri, anche per il corrente anno scolastico sono continuati gli incontri nelle scuole incentrati sul concetto di “Cittadinanza Attiva” e “Legalità”.
Nei mesi di marzo ed aprile, infatti, il Comandante della Compagnia Carabinieri di Pescara, Capitano Antonio Di Mauro, unitamente al personale del neo costituito Nucleo Carabinieri Subacquei (in occasione della conferenza svoltasi presso la Scuola Secondaria “Benedetto Croce” di Pescara) ed ai Comandanti delle Stazioni distaccate di Spoltore e Cepagatti, ha incontrato le rappresentanze degli alunni frequentatori delle classi III° e IV° degli Istituti Scolastici Secondari “Aterno Manthonè” e “I.P.S.S.A.R. De Cecco” di Pescara, dell’Istituto Scolastico Comprensivo di Spoltore corrente in via Montesecco, nonché gli alunni della II^ e III^ Primaria dell’Istituto Scolastico Comprensivo di Cepagatti corrente in via Dante Alighieri.
Nell’occasione, erano altresì presenti i Dirigenti dei citati Istituti Scolastici ed il corpo docenti.
I temi dibattuti quali bullismo e vandalismo, effetto delle sostanze stupefacenti e dell’abuso di alcool, educazione stradale, violenza intra-familiare e di genere nonché la pedopornografia nel web e la pericolosità di contatti con utenti sconosciuti, hanno catturato l’attenzione degli studenti e dei docenti.


L’Ufficiale, ricorrendo ad esempi concreti legati alla sua professione e, soprattutto, alla pregressa esperienza maturata in terra Calabrese, attraverso un linguaggio semplice e diretto, ha sottolineato l’importanza della corretta sinergia con l’istituzione per favorire la prevenzione e le repressione dei crimini.
Durante il dibattito, ha affermato che “la Stazione dei Carabinieri deve essere considerata luogo di accoglienza di chi ha bisogno di aiuto e di tutela dei propri diritti”, vera e propria “interfaccia” tra il cittadino e l’Arma, Istituzione dello Stato impegnata costantemente da oltre 200 anni, nella difesa dei diritti sia in Italia che all’estero.
Il messaggio principale che l’Ufficiale ha voluto lanciare ai giovani studenti è stato un’offerta di aiuto a seguire la “strada della legalità ed onestà” piuttosto di quella dell’“illegalità”.
“La scuola – ha spiegato il Capitano Di Mauro – ha anche il compito di educare i giovani alla legalità, affinché sia concesso a tutti di vivere in contesti in cui i rapporti sociali siano regolati dal diritto e non dalla prevaricazione”.
Ha, inoltre, esortato i giovani alunni a vivere a pieno la loro vita nel rispetto di se stessi, degli altri e a distinguere in ogni occasione il bene dal male.

Chieti. Servizi preventivi, disposti ambito nazionale nella cosiddetta operazione “Periferie Sicure”, finalizzati ad innalzare i livelli d sicurezza nelle zone ritenute più a rischio, sono stati svolti, nel week end appena trascorso, dai reparti dipendenti del Comando Provinciale di Chieti. Lo scopo era quello di mettere in campo una maggiore azione di contrasto verso quei reati cosiddetti “predatori”, quali furti e rapine, che sempre più intaccano la percezione di sicurezza dei cittadini. Sono stati 100 i militari impegnati che hanno pattugliato le strade di tutta la provincia teatina identificando complessivamente 187 persone. Particolare attenzione è stata rivolta anche ai luoghi della “movida”, attraverso una serie di controlli, con l’ausilio di cani antidroga, finalizzati al contrasto dello spaccio di stupefacenti. In tale contesto sono state impiegate anche pattuglie munite di etilometri per garantire maggiore sicurezza agli utenti della strada e limitare gli abusi di alcolici. Nella circostanza un 25enne è stato denunciato in stato di libertà poiché, coinvolto in un sinistro stradale, è stato trovato positivo ai cannabinoidi e con un tasso alcolemico superiore ai limiti consentiti. Complessivamente sono stati controllati 15 esercizi pubblici e, in un paio di casi, anche elevate delle contravvenzioni. Circa 90 invece le autovetture controllate.
Particolare anche la denuncia in stato di libertà di un rumeno di 21 anni sorpreso dai Carabinieri, sabato pomeriggio, con 5 paia di scarpe trafugate all’interno del centro commerciale IPERCOOP di Sambuceto.
Sono in corso invece accertamenti da parte degli uomini dell’Arma su un episodio avvenuto nel tardo pomeriggio di sabato nei pressi della galleria “San Silvestro” di Francavilla al Mare. Un 52enne ha denunciato ai militari della locale Stazione di essere stato colpito, con un sasso, sul parabrezza della propria auto mentre si apprestava ad entrare nella galleria - direzione “nord”.
In Vasto (CH), l’azione di contrasto ha consentito il recupero e la restituzione di refurtiva sottratta da un’abitazione estiva ed il sequestro di arnesi atti allo scasso. Gli autori, due censurati del luogo, sono stati denunciati a piede libero per ricettazione.
Tra le altre cose, nel weekend, i carabinieri hanno anche denunciato:
- un 39enne dell’atessano, censurato, che aveva falsamente denunciato agli uomini dell’Arma di aver spedito ad un conoscente in Inghilterra, tramite “corriere espresso”, un pacco contenete dei prodotti alimentari e materiale tecnologico, del valore complessivo di 900 euro. Secondo l’uomo il pacco sarebbe giunto a destinazione danneggiato e privo del materiale tecnologico, in realtà mai spedito. Ovviamente la denuncia sarebbe servita per ottenere illecitamente il rimborso del denaro da parte della ditta. Smascherato dai Carabinieri l’uomo è stato denunciato a piede libero per “simulazione di reato e truffa”;
- nell’ambito dell’attività di contrasto alle truffe agli anziani, i Carabinieri di Bucchianico hanno identificato una donna di 42 anni di Chieti, nota alle forze dell’ordine, che il mese scorso, con l’aiuto di altre due complici in corso di identificazione, era riuscita ad asportare dall’abitazione di una 67enne vari monili in oro del valore di 200 euro. Da quanto ricostruito dai militari la donna, in compagnia di un uomo, aveva bussato alla porta della vittima fingendo di essere interessata ad affittare una casa ubicata nelle vicinanza della sua, intrattenendo così l’anziana e dando modo ad un terzo complice di introdursi nell’abitazione per trafugare i preziosi.

Chieti. E’ successo ieri pomeriggio all’IPERCOOP di San Giovanni Teatino, quando i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile, dopo aver ricevuto una segnalazione dagli addetti della vigilanza su alcuni movimenti strani all’interno del supermercato, hanno seguito un ragazzo tramite le telecamere di videosorveglianza, mentre spacchettava delle costose bottiglie di alcolici, dopo aver rimosso il dispositivo antitaccheggio e scatola, le riponeva con cura in uno scaffale in basso, e poi con nonchalance usciva dal supermercato per entrare in macchina con un complice restando però nel parcheggio.
Poco dopo, allo stesso scaffale, si avvicina un terzo complice che prende le bottiglie spacchettate, le infila, apparentemente nel giubbotto, e si avvia verso la cassa automatica; qui paga alcuni oggetti del valore di pochi euro e cerca di allontanarsi verso l’uscita senza farsi notare. I Carabinieri lo fermano in prossimità dell’uscita e lo perquisiscono, rimanendo stupiti poiché l’uomo indossava, sotto i vestiti, un costume da bagno “intero” da donna e vi aveva sistemato con cura almeno nove bottiglie di rhum e whisky, a mo’ di cartucciera. Nel frattempo, altri militari hanno fermato i due complici in macchina e qui hanno rinvenuto un borsone contenente diversi dispositivi elettronici, un drone nonché una tronchesina e un apparecchio utilizzato per rimuovere i dispositivi antitaccheggio. Se avessero portato a segno il colpo, avrebbero guadagnato circa 2.500 euro dalla vendita della refurtiva.
Provenienti dalla provincia di Roma, il 30enne T. A. G., il 19enne C. A. I. e il 20enne GULIANU Adrian, su disposizione del Dott. Giuseppe Falasca, Sostituto Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Chieti, sono stati posti in stato di arresto in attesa di giudizio direttissimo.

Chieti. Giovedì 22 marzo, alle ore 10:30, nella chiesa “San Francesco Caracciolo” ubicata in Piazzale Tricalle a Chieti, in vista della imminente ricorrenza della Santa Pasqua, i Carabinieri del Comando Legione Abruzzo e Molise, del Centro Nazionale Amministrativo, dei Comandi Provinciali di Chieti e Pescara e dei Gruppi Carabinieri Forestali di Chieti e Pescara, parteciperanno alla celebrazione del “Precetto Pasquale”.
Il solenne momento religioso, officiato dal cappellano militare Don Claudio Recchiuti, si svolgerà alla presenza del Comandante della Legione Carabinieri Abruzzo e Molise, Generale Michele Sirimarco, e di una nutrita rappresentanza di Carabinieri in servizio e in congedo della provincia teatina e pescarese, accompagnati dalle loro famiglie.
Al termine della celebrazione eucaristica, che ancora una volta testimonia le importanti radici storiche che vedono l’Arma baluardo di legalità per i cittadini e custode di sane tradizioni civili e religiose, sarà data lettura della “Preghiera del Carabiniere” che desta sempre particolare emozione tra i presenti.
Con l’occasione, la popolazione che avrà il piacere d’intervenire, potrà condividere con i carabinieri, attraverso la preghiera, un momento di riflessione religiosa utile a rinforzare ulteriormente il legame già esistente tra l’Arma ed i cittadini ma, soprattutto, a far pervenire il necessario supporto morale alle famiglie dei Caduti nell’adempimento del loro dovere.

Pescara. Ieri mattina, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Pescara hanno tratto in arresto, nella flagranza dei reati di furto aggravato, minaccia e resistenza a P.U., A. C., 40enne romeno, senza fissa dimora, il quale, nelle prime ore della mattinata odierna, si è reso responsabile di un furto aggravato di cavi di rame ai danni della Rete Ferroviaria Italiana.
Nello specifico, l’uomo è stato sorpreso dagli operanti mentre asportava 100 kg di cavi elettrici in rame prelevandoli, previa effrazione della recinzione metallica, dalla sottostazione elettrica “Pescara Portanuova”, ubicata in questa via Po.
Nella circostanza, alla vista degli operanti, quest’ultimo ha tentato perfino la fuga, spintonando uno dei Carabinieri intervenuti e rifugiandosi poi tra alcuni bancali in legno accatastati in loco, ma è stato poi scovato, bloccato ed accompagnato in caserma, mentre l’altro complice riusciva a dileguarsi facendo perdere le proprie tracce.
La refurtiva, occultata tra la vegetazione spontanea, è stata recuperata e restituita contestualmente all’avente diritto, nella persona del responsabile di settore/trazione elettrica RFI”.
Assolte formalità di rito, l’arrestato, al termine del rito direttissimo conclusosi alle precedenti ore 13.00, è stato tradotto presso la locale Casa Circondariale.

Roseto degli Abruzzi. Dopo un episodio di una aggressione denunciata da parte di un ragazzo, riportato in maniera cruenta dalla stampa, l’amministrazione comunale ha rappresentato al comandante della stazione dei Carabinieri l’opportunità di ulteriori controlli, seppur saltuari, nella Villa comunale.
Si ricorda, tuttavia, che l’ingresso della biblioteca (lato via Cavour) è video sorvegliato, e questo è già un elemento di sicurezza. Gli operatori, inoltre, sono stati sensibilizzati a stare in massima allerta e quindi i ragazzi possono essere sicuri che trovano nella biblioteca un luogo dove poter studiare in tranquillità.

L’invito dell’amministrazione è, comunque, quello di evitare di transitare nei giardini che attualmente sono interessati dal cantiere per i lavori di ristrutturazione dell’antico edificio e, per tanto, interdetti all’uso del pubblico.

Pescara. Diversi i controlli sui territori di Pescara e Spoltore effettuati nei giorni scorsi dai Carabinieri della Compagnia di Pescara che, con l’impiego di oltre 30 militari, oltre a sottoporre a controllo più di 150 persone e 90 veicoli, hanno tratto in arresto 2 persone, denunciate in stato di libertà 10, nonché segnalati alla locale Prefettura 6 assuntori di stupefacenti.
In particolare, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile hanno tratto in arresto, nella flagranza del reato di evasione, Sergio Di Girolamo, 43enne pescarese, sorpreso al di fuori della propria abitazione, senza alcuna autorizzazione dell’Autorità Giudiziaria, sebbene sottoposto agli arresti domiciliari.
I denunciati in stato di libertà sono invece:
- F.C., pregiudicata pescarese 40enne, per i reati di evasione e furto aggravato, avendo i Carabinieri della Stazione CC di Pescara P.le accertato che la donna, in data 25.2.u.s., si è allontanata dal domicilio cui era sottoposta rendendosi altresì responsabile del furto di prodotti cosmetici per un valore di € 35,00 ai danni del supermercato “Acqua e Sapone”, corrente in questa via Mazzarino n.8;
- R.G., pescarese 51enne, per truffa, avendo i Carabinieri della Stazione di Pescara Colli accertato che la donna ,in data 27.1.u.s., si è fatta recapitare da un’azienda agricola locale, ordinandole telefonicamente, svariate confezioni di carni nostrane, olio d’oliva e salsa di pomodoro, del valore complessivo di euro 2.200,00, pagate alla consegna con un assegno bancario risultato falso e rendendosi irreperibile subito dopo;
- D.D.D., 28enne residente in Spoltore, per furto aggravato, poiché sorpreso ad asportare un televisore, del valore di € 169,99, all’interno del supermercato “Auchan” corrente in questa Via Tiburtina Valeria;
- M.G., 26enne Pescara, per ricettazione, poiché, sottoposto a controllo in viale della riviera a bordo di un motociclo risultato oggetto di furto;
- F.M., 32enne pregiudicato residente in Pescara, per porto illegale di armi o oggetti atti ad offendere, poiché, sottoposto a controllo a bordo di autovettura lungo via Londra di Spoltore, a seguito di perquisizione veicolare, è stato trovato in possesso di un coltello del genere proibito, sottoposto a sequestro;
- F.C., 43 enne pregiudicato residente in Spoltore, per porto illegale di armi o oggetti atti ad offendere, poiché, sottoposto a controllo lungo via Italia di Spoltore, a seguito di perquisizione personale, è stato trovato in possesso di una mazza della lunghezza di cm.48, sottoposta a sequestro;
- V.F., 57enne residente in Pescara, per porto illegale di armi o oggetti atti ad offendere, poiché, sottoposto a controllo in questa via Tavo, a seguito di perquisizione personale, è stato trovato in possesso di un pugnale a doppia lama del genere proibito, sottoposto a sequestro;
- E.C., 50enne residente in Pescara, pregiudicata, per violazione degli obblighi imposti dalla Sorveglianza Speciale di P.S., poiché, sebbene sottoposta alla citata misura di prevenzione, è stata sorpresa in questa via Lago di Capestrano alla guida di autovettura nonostante la patente revocata;
- A.G., 36enne residente in Spoltore, pregiudicato, per violazione degli obblighi imposti dalla Sorveglianza Speciale di P.S., poiché, sebbene sottoposto alla citata misura di prevenzione, è stato sorpreso alla guida di autovettura nonostante la patente revocata.

Infine, nella mattinata odierna, in Spoltore e Cappelle sul Tavo, i Carabinieri della locale Stazione hanno condotto un mirato servizio finalizzato al contrasto dei reati in materia di stupefacenti, nel corso del quale è stata deferita in stato di libertà una donna, L.R. 33enne residente in Cappelle sul Tavo, la quale è stata sorpresa a cedere una dose di eroina, del peso di 1 grammo, ad un 37enne tossicodipendente, originario della Provincia di Pescara, segnalato nella circostanza quale assuntore.
Gli altri segnalati alla Prefettura di Pescara quali assuntori di stupefacenti sono:
- un 24enne e un 23enne residenti in Spoltore, poiché, sottoposti a controllo a bordo di autovettura in Contrada Boragne di Cappelle sul Tavo, a seguito perquisizione personale e veicolare, sono stati trovati in possesso di 1 grammo di sostanza stupefacente del tipo “marijuana”;
- un 21enne e 28enne pescaresi, nonchè un 43enne di Montesilvano, poiché, sottoposti a controllo a bordo di autovettura nella medesima Contrada Boragne, a seguito di perquisizione veicolare e personale, sono stati trovati in possesso di 2 grammi di sostanza stupefacente del tipo “cocaina”.

San Salvo. “Mi complimento con il comandante Antonello Carnevale e con tutti i Carabinieri della stazione di San Salvo per l’ennesima operazione che ha portato all’arresto di due spacciatori e al sequestro di una settantina di dosi di cocaina ed eroina” ha commentato il sindaco Tiziana Magnacca dopo l’operazione dei Carabinieri di San Salvo e della Compagnia di Vasto.
“Ho sempre sostenuto – ha aggiunto – della necessità di una maggiore presenza di forze dell’ordine nella mia città per contrastare i fenomeni criminosi e lo spaccio della droga. I risultati dell’attività di controllo sono la dimostrazione che l’attività quotidiana di prevenzione e di presidio del territorio. Non è girando la testa dall’altra che si risolve il problema del consumo delle sostanze stupefacenti, ma bisogno vigilare e denunciare chi spaccia”.

Pagina 1 di 14

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione