Chieti. Il Sindaco di Chieti, Umberto Di Primio, e l’Assessore ai Lavori Pubblici, Raffaele Di Felice, questa mattina, presso la scuola primaria Villaggio Celdit, alla presenza del Dirigente dell’Istituto Comprensivo 4, Ettore D’Orazio, hanno incontrato rappresentanti del corpo docente e di genitori degli alunni in merito alle problematiche che affliggono il plesso scolastico.

"Nel corso dell’incontro – sottolinea il Sindaco Di Primio – ho informato genitori e insegnanti sugli interventi predisposti dall’Amministrazione Comunale presso i plessi scolastici dell’Istituto Comprensivo 4. In particolare, ho reso noto che, nella seduta odierna del Consiglio Comunale, è stata approvata una variazione di bilancio e la modifica al programma triennale delle Opere Pubbliche che consentiranno di attuare l’intervento di rimozione dell’amianto presso la scuola di via Bosio (importo 130.000 euro). Stanno, inoltre, per concludersi gli interventi su tutta la copertura dell’edificio scolastico della Scuola dell’infanzia e primaria Selvaiezzi. Ho, inoltre, comunicato che, sempre il Consiglio Comunale, ha approvato la variazione che consentirà di realizzare gli interventi di miglioramento sismico presso la scuola dell’infanzia e primaria di via Masci – Madonna del Freddo (Istituto Comprensivo 2, importo 350.000 euro)".

"Quanto alla scuola primaria Villaggio Celdit - prosegue il sindaco - come annunciato ai presenti, provvederemo al più presto a stanziare le risorse economiche per intervenire su tutta la parte di lastrico che presenta infiltrazioni. Ho dato disposizioni che, già domani, su questa scuola, venga effettuata una nuova verifica sulle controsoffittature. L’Assessore Di Felice ha, inoltre, raccolto ulteriori istanze riguardanti il plesso alle quali cercheremo di dare risposte reperendo i necessari finanziamenti. Sempre nell’ottica degli interventi di miglioramento delle nostre scuole, nelle prossime settimane si provvederà alla ristrutturazione dell’impianto di riscaldamento della palestra della scuola dell’infanzia e primaria “Cesarii”. Ricordo, inoltre, che: sono stati ultimati, presso la scuola secondaria di primo grado “C. De Lollis”, gli interventi di consolidamento e miglioramento sismico predisposti dall’Amministrazione comunale (importo 300.000 euro). Durante le festività natalizie verranno completate le operazioni di pulizia e di trasloco del plesso per consentire il trasferimento della scuola primaria ex Nolli, attualmente ospitata presso l’edificio della scuola S. Andrea; sono stati portati a compimento i lavori di ristrutturazione delle coperture e dei pluviali presso la Scuola dell’infanzia di via Pescara e nella Scuola dell’infanzia e primaria di Brecciarola, dove si erano verificati problemi di infiltrazioni (importo 4.500 euro)".

Chieti. Venerdì 24 novembre alle ore 14:30 presso la Sala Rossa della Camera di Commercio Chieti (Centro Espositivo Foro Boario) in Via Pomilio, 1 – Chieti Scalo (CH), si svolgerà un importante convegno di studio ad ingresso libero organizzato da UNIMPRESA CHIETI, FedAPI e l’Associazione Giovani Consulenti del Lavoro di Chieti.
In occasione del convegno di studio, sarà tracciato il quadro delle attività necessarie per aziende private e pubbliche amministrazioni che devono arrivare conformi alla scadenza (25 maggio 2018), e ad affrontare i temi delle novità introdotte dal Regolamento UE 2016/679.
Durante il convegno interverranno autorevoli esperti della materia, tra cui il Dr. Marco DE MEDIO – Data Protection Officer e Privacy Expert, Marianna SCLOCCO - Avvocato in Pescara e Stefano PACITTI – Consulente del Lavoro. Moderatore del pomeriggio di studio sarà Luigi ACCONCIA dell’AGCdL Chieti.
“Le tematiche trattate sono di estrema importanza nonché attualità ed il convegno di studio che andremo a realizzare rappresenta un evento di alto valore specifico. Infatti lo scorso anno l’Unione Europea ha approvato il Regolamento (UE) 679/2016 in materia di dati personali - spiega Carlo Primo FEDECOSTANTE Presidente Unimpresa Chieti - e ci sembra sia giunto il momento di mettere attorno a un tavolo esperti in grado di spiegare con semplicità a tutti gli imprenditori cosa comporterà la nuova normativa europea”.
La partecipazione è gratuita previa registrazione obbligatoria via email a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Chieti. Dieci nuovi alberi – cinque tigli e cinque frassini provenienti dai vivai della Forestale della Regione Abruzzo e forniti a titolo gratuito, sono stati messi a dimora questa mattina in via Sallustio – località Tricalle – in un’area verde comunale, in occasione della “Giornata Nazionale degli Alberi”, manifestazione promossa dalla legge n. 10 del 14 gennaio 2013, alla quale il Comune di Chieti aderisce nell’ambito delle attività volte alla promozione delle politiche ambientali attraverso la valorizzazione e la salvaguardia del verde pubblico. All’iniziativa, che ha visto la presenza degli alunni delle Scuole dell’Infanzia e Primaria Tricalle, ha partecipato il Vice Sindaco, Giuseppe Giampietro.

«E’ per noi una grande gioia – ha dichiarato il Vice Sindaco Giampietro - celebrare anche quest’anno la Giornata degli Alberi alla presenza di tanti alunni. L’impegno della nostra Amministrazione è da sempre profuso alla cura e alla sensibilizzazione al rispetto ambientale, un principio che va insegnato soprattutto ai più piccoli affinché cresca con loro.

La Festa dell’Albero rappresenta un momento importante per la tutela del patrimonio arboreo, la riqualificazione del verde pubblico e la messa a dimora di nuovi alberi. Si tratta di un gesto semplice, ma al tempo stesso concreto. Desidero ringraziare il Corpo Forestale dello Stato che ha fornito al Comune di Chieti i dieci alberi messi a dimora in un terreno comunale non distante dai luoghi in cui, nelle scorse edizioni, si è intervenuti con altre piantumazioni».

Chieti. Il Gruppo Comunale “F.Gattone” Chieti e i volontari dell’associazione,dedicano un week-end all’informazione dando la possibilità al cittadino di esprimere la propria volontà alla donazione di organi post-mortem, attraverso il modulo di adesione dell’associazione A.I.D.O. volontà che viene registrata al S.I.T. Sistema Informativo Trapianti che fino ad oggi sul territorio Nazionale alla data del 19/11/2017 sono state raccolte mediante iscrizione all’A.I.D.O. 1349476 volontà.

Il tema dell’evento denominato Diventa Donatore, Un Donatore Moltiplica la Vita, invita la cittadinanza a compiere una scelta consapevole, di decidere personalmente in vita del proprio patrimonio biologico, evitando di lasciare questa importante scelta a un proprio familiare, che in un momento di estrema sofferenza si trovi davanti a questa scelta, qualora ci fossero i presupposti che il loro caro sia un Donatore. Per esprimere la volontà di essere donatore di organi non esiste limite di età, si esprime la volontà al compimento del diciottesimo anno di età, basta una sola firma, e portare con sè la “Carta del Donatore” che viene ricevuta al proprio indirizzo. Un donatore può salvare sette vite,gli organi salvavita sono cuore,fegato, polmone, la donazione del rene migliora la qualità di vita di un paziente che è sottoposto a terapia di emo-dialialisi con un ciclo settimanale di tre sedute con una durata di quattro ore a seduta.
La donazione degli organi è un gesto di estrema generosità, di civiltà di un Paese, soprattutto una terapia di vita per patologie non altrimenti curabili.
Invitiamo la cittadinanza ad avvicinarsi alla postazione del Gruppo Comunale “F.Gattone” A.I.D.O. nella galleria del Centro Commerciale Megalò, per prendere consapevolezza e compiere un gesto di grande generosità.

Chieti. L’Associazione di volontariato onlus Erga Omnes di Chieti, grazie al finanziamento dell’Università degli Studi G. d’Annunzio, ha organizzato una due giorni di informazione, formazione e sensibilizzazione sulla Sindrome di Asperger, considerata un disturbo pervasivo dello sviluppo, imparentata con l’autismo e comunemente considerata una forma dello spettro autistico “ad alto funzionamento”. Il 17 novembre c’è stato lo spettacolo teatrale, ad ingresso libero, presso l’Auditorium del Rettorato: “Christian tra la Ci e la Erre”, che ha registrato oltre 500 spettatori. Il 18 novembre, invece, presso l’Aula B di Medicina, c’è stato un incontro con esperti relatori: Riccardo Alessandrelli, neuropsichiatra infantile e dell'età evolutiva, esperto nelle diagnosi di Autismo e della Sindrome di Asperger; Ettore D'Orazio, dirigente scolastico Istituto Comprensivo n. 4 Chieti; Tatiana Bortolatto, neuropsicologa clinica, esperta nel trattamento per la Sindrome di Asperger; David Catoni, Giovane Asperger, presidente Aspiedavid Abruzzo; Paola Micucci, vicepresidente Aspiedavid Abruzzo, autrice esperta della Sindrome di Asperger; Antonio Tucci, Regista dello spettacolo teatrale "Christian tra la Ci e la Erre"; Pasquale Elia, psicologo, presidente Associazione Erga Omnes; ha moderato Pietro Lambertini, giornalista del quotidiano Il Centro; oltre 250 i partecipanti, tra studenti universitari e neolaureati, insegnanti di scuole elementari, medie e superiori, docenti della d’Annunzio e famiglie di ragazzi autistici.
L’iniziativa ha avuto la collaborazione dell’Associazione Aspiedavid Abruzzo, il Teatro del Krak ed il Csv di Chieti.

Pianura. Al “Simpatia” di Pianura il Chieti Calcio Femminile gioca una grande partita e pareggia contro per 1-1 contro il Napoli, una delle formazioni più accreditate del campionato.

Le neroverdi giocano a viso aperto per tutto il match disputando un ottimo primo tempo e dominando nel secondo. Peccato per il gol regolare annullato a Giada Di Camillo per un fuorigioco inesistente nella seconda frazione di gioco e per le tante occasioni costruite dalla squadra che avrebbe meritato la vittoria. Un punto comunque prezioso che conferma il buon momento del Chieti e dà ancora più morale in vista dell’impegno casalingo domenica prossima contro il Nebrodi.

Il Napoli nei primi venti minuti cerca di imporre il gioco, ma il Chieti si oppone bene. La prima emozione arriva dopo pochi minuti quando Massa e Sibilio si lasciano ipnotizzare da Balbi, brava a blindare la sua porta. La neroverdi cominciano a guadagnare terreno e costruiscono due grandissime occasioni da rete con Pica: in una l’attaccante prova il lob sull’uscita di Del Pizzo con il pallone che finisce a lato di pochissimo, nell’altra non riesce a concludere perché anticipata dalla difesa napoletana. Al quarto d’ora è Massa a presentarsi a tu per tu con Balbi, ma l’estremo difensore neroverde è ancora una volta prontissimo a parare. Al 24' Russo scheggia la traversa su calcio di punizione da posizione defilata. Il Chieti passa in vantaggio al 31' grazie ad colpo di testa di Ferrazza su angolo di Giulia Di Camillo. Il Napoli pareggia al 37': Polverino trova Massa che mette una gran palla sulla fascia per Bottone, quest’ultima si allarga e mette il pallone al centro per Sibilio che colpisce di testa mettendo in rete nell’angolino basso. Negli ultimi minuti del primo tempo tanto possesso palla per il Napoli, ma si va al riposo sull’1-1.

La seconda frazione di gioco sarà tutta di marca neroverde con tante occasioni da rete anche se il risultato non cambierà. Nei primi minuti della ripresa le due squadre si fronteggiano a centrocampo non concedendo grandi spazi l’una all’altra. È il Chieti ad avere la prima occasione all’11' con Pica che, ben lanciata da Antonsdottir, viene chiusa dalla difesa napoletana che sbroglia la difficile situazione. Un minuto dopo è Giulia Di Camillo a provare la conclusione, ma Strisciante la ostacola e poi De Rosa allontana il pallone. Al 21' Pica non arriva per un soffio sul cross di La Mattina. Un paio di minuti dopo Bottone imbuca per Massa, ma Balbi sventa con sicurezza la pericolosa occasione. Al 28' l’episodio che avrebbe potuto cambiare le sorti della partita: punizione rasoterra dalla fascia di Giulia Di Camillo, impatta benissimo sul pallone il capitano Giada Di Camillo e segna, ma l’arbitro vede un fuorigioco inesistente e annulla la rete fra le proteste neroverdi. Il Chieti cresce sempre di più e comincia a schiacciare le avversarie nella loro metà campo. Al 34' Pica lanciata e rete controlla il pallone, ma non tira subito e Del Pizzo riesce a fermare la sua incursione. Al 39' una caparbia azione di Antonsdottir favorisce Giulia Di Camillo che tira però centralmente su Del Pizzo che si salva. Un minuto dopo è Giada Di Camillo a trovarsi davanti alla porta a seguito di una punizione di Giulia Di Camillo, ma il capitano sbaglia. Dopo quattro minuti di recupero l’arbitro decreta la fine delle ostilità: il Chieti continua la sua marcia e guarda fiducioso alla prossima partita con il Nebrodi.


TABELLINO DELLA PARTITA:
Napoli: Del Pizzo, Schioppo, De Rosa, Strisciante, Beato (21' st Del Giudice), Russo, De Biase, Polverino, Massa, Bottone, Sibilio (17' st Borrelli) A disp. Foczmaniak, Musella, Spagnuolo, Iorio, Longobardo.
All. Aielli
Chieti: Balbi, Di Camillo Giada, Ferrazza, Benedetti, Carmosino, Gangemi (16' st Giuliani), Di Camillo Giulia, La Mattina, Antonsdottir, Pica, Coscia. A disp. Guarracino, Di Domizio, Falcocchia.
All. Lello Di Camillo
Marcatrici: 31' pt Ferrazza, 37' pt Sibilio
Ammonite: La Mattina (Ch), Bottone e De Biase (N).

 

Le impressioni post partita di mister Lello Di Camillo: “La squadra ha giocato alla grande in particolare nel secondo tempo nonostante la squalifica di Vukcevic e l’indisponibilità di Perna per l’influenza. Abbiamo recuperato all’ultimo momento Gangemi e Benedetti che venivano da una settimana senza allenamenti. Eravamo preoccupati a ragione, ma è andata benissimo. Nella prima frazione di gioco ci sono state buone occasioni da entrambe le parti, nel secondo abbiamo praticamente fatto noi la partita. Sono contento, ma allo stesso tempo mi rimane un po’ di amaro in bocca vista la prestazione delle ragazze ed il secondo tempo strepitoso: potevamo prendere tre punti invece che uno. Anche se non siamo ancora una squadra attrezzata per i primi tre posti, stiamo dando qualcosa di più rispetto a quanto potremmo e stiamo credendo, speriamo così di ottenere l’obiettivo finale che sarebbe per noi come vincere due campionati. Stiamo giocando con tante ragazzine alle prima esperienza: contro il Napoli Coscia è stata in campo per novanta minuti e ha giocato molto bene, Giuliani è entrata e ha dato il massimo, ma tutte stanno dando il meglio e dunque sono molto soddisfatto. Antonsdottir ci può dare una grossa mano: a livello atletico è in forma. Siamo riusciti anche a superare indenni la squalifica di Vukcevic per due giornate. Abbiamo finora incontrato già squadre che ambiscono ai primi posti e abbiamo fatto una buona figura. Dobbiamo dare ora continuità al lavoro svolto. Siamo partiti da zero, man mano siamo cresciuti e ora mettiamo in mostra un bel gioco, le squadre che ci affrontano lo fanno ancora più caricate sapendo che anche noi ci siamo nella lotta per i primi tre posti. A livello di esperienza e furbizia dobbiamo crescere tanto, ma questo verrà col tempo. Le ragazze stanno lavorando moltissimo, ci tengono a riportare il Chieti ai livelli degli ultimi anni e stanno. A prescindere dal risultato che avremo alla fine credo che la strada intrapresa sia quella giusta: il merito della crescita della squadra va alle ragazze. Alcune di loro hanno sposato il nostro progetto in un momento difficile e delicato: sarebbe stato semplice andare via invece sono qui ed insieme alle nuove arrivate stanno facendo bene. Abbiamo ritrovato la serenità e questo è il miglior risultato che potessimo ottenere, poi se venisse anche quello sul campo alla fine saremmo doppiamente felici. Il gruppo è la chiave di tutto: è sereno e tutte le giocatrici si trovano a meraviglia, questo ci sta facendo lavorare al meglio. Amalgamare quattro o cinque ragazzine di circa sedici anni e metterle insieme in campo non è semplice: loro stesse si sono dovute caricare di responsabilità. Carmosino ad esempio sta disputando un ottimo campionato: con il Real Colombo per lei una bella prestazione, anche con il Napoli anche se con qualche imprecisione. La osservavo già da un paio di anni e su lei ho rischiato: non ha la possibilità di trasferirsi a Chieti e allenarsi con la squadra, ma la cosa non si nota quando gioca, sta dimostrando che ho fatto bene a rischiare. A Napoli ho visto bene anche Coscia. La Mattina, anche se non ha mai giocato a questi livelli, ha tirato fuori una prestazione maiuscola. L’impegno da parte di tutti c’è sempre: abbiamo dei limiti tecnici, ma se parliamo di forza e di voglia di vincere tutte danno il massimo. il gruppo mi segue e mi ascolta e per questo arrivano i buoni risultati: ringrazio tutte le giocatrici perché la fase di ripartenza di una squadra a volte può essere difficile. Non è semplice ricominciare dopo una retrocessione e ritrovarsi subito a lottare per i primi posti andando a fare bellissime partite su campi difficili come Catania o Napoli. Spero che le ragazze continuino in questo lavoro di cucitura delle situazioni che interessano a noi per fare bene. Sono tranquillo e sereno: nonostante abbiamo, come detto, dei limiti, credo che potremo dire la nostra lottando fino alla fine per questi primi tre posti”.

Chieti. “Sono stati ultimati, presso la scuola primaria di primo grado “C. De Lollis”, gli interventi di consolidamento predisposti dall’Amministrazione comunale per un importo di 300.000 euro. Durante le festività natalizie verranno completate le operazioni di pulizia e di trasloco del plesso per consentire il trasferimento della scuola primaria ex Nolli, attualmente ospitata presso l’edificio della scuola S. Andrea.
Lo rende noto l’Assessore ai Lavori Pubblici, Raffaele Di Felice.

«L’Amministrazione del Sindaco Di Primio, ponendo attenzione al miglioramento e alla sicurezza degli istituti scolastici – ha aggiunto l’Assessore Di Felice – ha affidato numerosi interventi con l’obiettivo di rendere le strutture più efficienti e accoglienti. Nello specifico, presso la Scuola dell’infanzia di via Pescara e nella Scuola dell’infanzia e primaria di Brecciarola, dove si erano verificati problemi di infiltrazioni, sono stati portati a compimento i lavori di ristrutturazione delle coperture e dei pluviali.

Per quanto attiene le infiltrazioni verificatesi presso la Scuola dell’infanzia e primaria di Selvaiezzi, stanno, inoltre, per concludersi gli interventi predisposti dall’Amministrazione Comunale su tutta la copertura dell’edificio scolastico.

Con le risorse disponibili - conclude l’Assessore Di Felice - stiamo cercando di intervenire dove le necessità sono più impellenti con l’obiettivo di garantire a tutti gli studenti ambienti ed aule dignitose e nel rispetto delle norme sulla sicurezza».

Chieti. In merito alla conferenza stampa del Partito Democratico il consigliere regionale Muro Febbo ha rilasciato la seguente dichiarazione:
"Il Partito Democratico con la conferenza stampa ha messo in piedi solo una semplice sceneggiata e, tra l’altro, fatta notevolmente troppo tardi, poiché i cittadini abruzzesi conoscono molto bene la situazione in cui è stata ridotta la nostra sanità. Comprendo la loro difficoltà in merito ai miei comunicati che di fatto stanno demolendo le chiacchiere e le promesse di D’Alfonso e Paolucci ma entrando nel merito della delibera n. 271 ( Dea di secondo Livello presidi ospedalieri Chieti e Pescara) ricordo come la DGR sia stata bocciata, non da Forza Italia o Mauro Febbo, ma direttamente dal Ministero della Sanità. Quindi ribadisco a nome mio e dell’intero gruppo consiliare di Forza Italia che nessuno dei due nosocomi presi singolarmente hanno i requisiti idonei all’individuazione del secondo livello, per cui, anziché perdere tempo in conferenze stampa e spot, l’assessore Paolucci farebbe bene ad impegnarsi a presentare e regolamentare tutti i documenti e gli atti idonei a rendere operativa e concreta la proposta del Dea funzionale tra i due nosocomi senza perdere altro tempo inutilmente”.

Pescara. Ieri mattina, nella sede del Pd Abruzzo in via Lungaterno sud a Pescara, si è svolta la conferenza stampa dal titolo “A Chieti la sanità del futuro: il DEA di secondo livello è già realtà, nonostante i comunicati quotidiani del ragioniere Mauro Febbo”. Presenti, il segretario regionale PD Abruzzo Marco Rapino, la consigliere comunale e provinciale di Chieti Chiara Zappalorto e il consigliere comunale di Chieti Luigi Febo.

“Contrariamente ai cinque anni di governo del centrodestra l’attuale giunta regionale targata Pd ha messo in atto scelte programmatiche tenendo ben presente l’unico vero obiettivo: il bene dei cittadini e dei pazienti – dichiara Rapino -. L’attività portata avanti in merito al Dea di secondo livello non è stato elaborato seguendo una strategia di conflitto o in vista delle prossime elezioni, ma per far sì che la diversificazione dei servizi ospedalieri possa garantire la massima efficacia ed efficienza, che si traduce nel benessere degli utenti. Gli appunti del Ministero, ricordo, non sono vincolanti, anche se meritano sicuramente massima attenzione. Non possiamo permettere che il centrodestra trasformi un argomento delicato e importante come la salute in un derby Pescara-Chieti. In questi anni è stato fatto molto, tanto che nel 2015 l’Abruzzo ha raggiunto per quanto riguarda i livelli Lea un punteggio pari a 182, mai raggiunto prima, men che mai nei cinque anni di governo del centrodestra. Dobbiamo andare avanti su questa strada e dobbiamo puntare a migliorare ulteriormente l’offerta sanitaria regionale e gli standard di sicurezza per i cittadini”.

“I pareri, anche se autorevoli, non dettano legge – esordisce Febo -. La politica sanitaria e la sua programmazione sono di competenza della regione. Mauro Febbo e company se ne facciano una ragione, il DEA di II livello è già operativo, in un’unica parola esiste.
Non solo, la riorganizzazione della rete ospedaliera regionale abruzzese è stata la prima, in Italia, ad essere approvata dai tavoli tecnici ministeriali.
Da politici attenti e navigati quali sono, lo sanno bene anche loro ma in questo periodo si stanno definendo le varie candidature e così, invece di difendere gli interessi della comunità e del proprio territorio, scelgono la via più semplice dell’attacco sistematico e quotidiano al governo della Regione. E quale miglior tema se non quello della salute?
Noi, invece, siamo qui per informare correttamente i cittadini e parlare seriamente della scelta dell’Ospedale di II livello. E, per prima cosa ricordiamo con piacere quel raptus di sincerità, pochi mesi fa, con cui il consigliere regionale Febbo ha condiviso pienamente il Piano di Integrazione Funzionale tra Chieti e Pescara dando di fatto ragione al percorso e agli obiettivi di riorganizzazione della rete ospedaliera e di programmazione perseguiti da Silvio Paolucci.
Suggeriamo quindi, a Mauro Febbo e al Sindaco di Chieti di non tener conto di questo parere ma, per il bene dei nostri concittadini, proseguire sulla strada indicata dalla Regione. Fortunatamente il DIA di secondo livello esiste e questo grazie all’apertura del polo di cardiochirurgia che, a suo tempo, Febbo voleva trasformare nell’IRCSS per anziani”.


“Presenteremo in consiglio un ordine del giorno in cui chiediamo il sostegno di tutte le forze politiche a favore del percorso del Dea di II livello, che di fatto, come hanno ricordato i miei colleghi, è già realtà, con tanto di delibera regionale a normarlo – conclude Zappalorto -. Andiamo avanti su questa strada e lasciamo perdere i conflitti. A tal proposito, rispediamo al sindaco Di Primio le richieste di dimissioni dell’assessore alla sanità, dato che proprio Paolucci sta sostenendo la nostra città e non possiamo tollerare che si strumentalizzi la sanità per fini elettorali. Chieti diventerà un’eccellenza non solo abruzzese, un fiore all’occhiello dell’intero centro Italia”.

Chieti. Il 22 novembre alle ore 17.30 presso il Museo Barbella di Chieti si terrà il Concerto-Conferenza in onore di Santa Cecilia,Patrona della musica, degli strumentisti e dei cantanti, martire cristiana, sepolta nella Basilica a lei dedicata a Roma. L'evento è organizzato dal Coro Selecchy, diretto dal Soprano Mariarita D'Orazio con l'accompagnamento musicale del M.Mimmo Speranza. Saranno eseguiti brani di celebri autori come Mozart, Rossini, Di Pasquale, Donizetti, Offembach, Lauridsen, Althouse, Rutter.
La manifestazione, introdotta dalla Presidente del Coro Lucia Palmieri, vede l''intervento della prof.ssa Angela Rossi,che si soffermerà sul culto di Santa Cecilia dal punto di vista storico e iconografico e sulla figura del noto musicista teatino Saverio Selecchy, autore del famoso Miserere, composto per la solenne processione del Venerdì Santo a Chieti. L'ingresso è libero.

Pagina 1 di 102

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Notizie Recenti

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione