Chieti. L’Assessore al Traffico e alla Mobilità del Comune di Chieti, Mario Colantonio, comunica che lo scorso martedì 14 novembre ha presieduto una riunione operativa nelle vicinanze dell'area del cantiere di via Padre Alessandro Valignani, tratto stradale oggetto dei lavori di ammodernamento della rete gas metano.

All’incontro hanno partecipato la Comandante della Polizia Municipale, Donatella Di Giovanni, l'Ufficio Traffico rappresentato dalla signora Maria Letizia Di Tommaso, il responsabile di esercizio della Società di Trasporto Pubblico “La Panoramica”, Franco Chiacchiaretta, il consigliere comunale Stefano Maurizio Costa, rappresentati dell'impresa esecutrice dei lavori per conto della 2iReteGas e numerosi commercianti e cittadini del quartiere Sant’Anna che hanno espresso le proprie perplessità sulla chiusura al traffico della strada a causa dei lavori che si protrarranno fino al prossimo 22 dicembre.

«Nel corso dell’incontro si è proceduto ad una attenta ricognizione dei luoghi interessati dagli interventi delle prossime settimane – fa sapere l’Assessore Colantonio -. Ascoltate le istanze dei residenti e dei commercianti, preoccupati dal fatto che i lavori proseguiranno fino all’inizio delle festività natalizie (22 dicembre), periodo fondamentale per le attività degli esercizi pubblici, preso atto della effettiva larghezza della strada e considerato che già dalla tarda serata di sabato 17 novembre verrà ultimato l’intervento a ridosso dell’innesto di via Nicolino, che permetterà la creazione di una "valvola" viaria di uscita per le vetture provenienti da piazza Garibaldi o da via Ferri, si è stabilito di procedere alle lavorazioni con tratti di cantiere della lunghezza di circa 50 ml al fine di consentire la riapertura al traffico di un senso unico di marcia per le vetture provenienti da piazzale Sant’Anna in direzione piazza Garibaldi o svincolo Pietra Grossa. All’esito della riunione operativa – evidenzia l’Assessore – si è provveduto all’ordinanza n. 467 dell’Ufficio Traffico e Viabilità, le cui disposizioni sono state accolte positivamente dai cittadini e dagli stessi commercianti della zona»

L’Amministrazione comunale raccomanda gli automobilisti di non effettuare soste e fermate "selvagge" dove vigono i divieti per non creare ingorghi e rallentamenti dei flussi veicolari. Una attenta vigilanza dell’area sarà assicurata dalla Polizia Municipale.

Chieti. La Radioterapia Oncologica di Chieti, diretta da Domenico Genovesi, è stata protagonista al 28° Congresso dell’Associazione Italiana di Radioterapia Oncologica (A.I.R.O) tenutosi a Rimini nei giorni scorsi.

Numerosi lavori sulle casistiche nelle diverse patologie tumorali e protocolli di studio e di ricerca sono stati presentati dal gruppo di Chieti al Congresso e hanno riguardato, in modo particolare, le tecniche di intensificazione della dose radioterapica al tumore nei tumori del retto guidate dal moderno utilizzo della risonanza magnetica, le ricerche e le ottimizzazioni possibili della radioterapia nei tumori del pancreas e nei tumori ginecologici, gli aggiornamenti più recenti sul carcinoma dell’ano e sui presidi di prevenzione e trattamento delle tossicità gastro-intestinali indotte dalla radioterapia.

I medici della Radioterapia di Chieti hanno inoltre curato le sessioni educazionali congressuali dei “Laboratori di preparazione dei volumi da irradiare e da risparmiare” che quest’anno hanno riguardato i tumori otorinolaringoiatrici e l’identificazione di questi volumi nella moderna tecnica della stereotassi delle lesioni tumorali dell’addome superiore. La coordinazione e la gestione di questi Laboratori viene affidata dalla Società scientifica nazionale ormai da un decennio alla Radioterapia di Chieti, riconoscendone pertanto un punto di riferimento in ambito nazionale su tale tematica.

Altre sessioni che hanno visto presentazioni del Centro di Chieti hanno riguardato le valutazioni sulla qualità di vita dopo radioterapia nei tumori delle corde vocali e nei tumori ginecologici.

Nutrita, propositiva e completa la partecipazione inoltre di tutti i medici della Radioterapia di Chieti all’interno di tutti i gruppi di studio su ogni patologia tumorale attualmente attivi nella Società scientifica nazionale, aspetto questo di fondamentale importanza per l’aggiornamento e il confronto continuo con colleghi di altri Centri sia sulle linee guida dei trattamenti radioterapici sia sulla partecipazione dei principali protocolli di ricerca.

Preziosi, numerosi e originali i contributi di ricerca presentati da tutti i medici specializzandi della Scuola di specializzazione Radioterapia di Chieti.

Chieti. Si terrà a Chieti il 23 e 24 novembre 2018, presso l'Auditorium del Rettorato Campus Universitario, il «perCorso interattivo di Broncopneumologia pediatrica». L’evento è stato ideato e organizzato da Sabrina Di Pillo, responsabile del Servizio regionale di Allergologia e Broncopneumologia Pediatrica della Clinica pediatrica di Chieti, diretta da Angelika Mohn, con il patrocinio della Società italiana di Pediatria, della Società italiana di malattie respiratorie infantili e della Asl Lanciano Vasto Chieti.

Il Servizio di Allergologia e fisiopatologia pediatrica di Chieti è da anni un punto di riferimento per il bambino allergico. Si tratta di uno dei centri del settore più attivi, dove si effettuano circa 250 visite allergologiche al mese, con una provenienza da fuori regione pari a circa il 15%.

L’impegno del Servizio è rivolto al paziente con asma acuto e disturbi respiratori in follow-up clinico-strumentale. L'asma è una patologia infiammatoria cronica che negli ultimi anni sta presentando un sensibile incremento. Il Servizio ha a disposizione apparecchiature di ultima generazione che permettono una valutazione approfondita di tale patologia, sia negli adolescenti e bambini più grandi sia nei bambini più piccoli, attraverso test che valutano l'iperreattività bronchiale in età prescolare (tra i tre e i sei anni di età).

Come viene riportato dalle linee guida internazionali più recenti (Gina 2018), in Italia per l’età pediatrica negli ultimi anni sono state registrate circa 15.000 ospedalizzazioni all'anno per asma (tasso medio annuale 0.52 per 1000) con ampia variabilità tra le regioni del Nord e Sud Italia. In bambini di età tra i due e i quattro anni, il rischio relativo di ospedalizzazioni per asma è 15 volte più elevato che negli adolescenti, nei bambini di età tra cinque e nove anni è cinque volte superiore rispetto al rischio 2,2 volte superiore dei ragazzi di 10-14 anni.

«Per i pazienti con una diagnosi di asma – spiega Sabrina Di Pillo – l’obiettivo del trattamento è raggiungere e mantenere il controllo della malattia. Il monitoraggio della malattia è essenziale per mantenerne il controllo, usando il minimo livello di trattamento possibile, al fine di limitare i costi del trattamento e aumentarne la sicurezza. Ogni riacutizzazione dovrebbe comportare la verifica del trattamento in atto per confermare che sia adeguato. È possibile effettuare una terapia con farmaci biologici innovativi e/o immunoterapia specifica desensibilizzante per prevenire il rischio di Bpco (Broncopneumopatia cronica ostruttiva) nell'adulto».

Il Convegno, rivolto prevalentemente a pediatri ospedalieri e di famiglia, allergologi, pneumologi e medici di medicina generale, si distinguerà per alcuni elementi innovativi. In particolare, la mattina della prima giornata, i partecipanti del congresso studieranno, discuteranno e prepareranno su schermi touch screen alcuni casi clinici particolari diagnosticati presso il Servizio di Broncopneumologia pediatrica. Nel corso del pomeriggio, gli specializzandi della Scuola di specializzazione in Pediatria di Chieti, diretta da Angelika Mohn, esporranno i casi clinici mediante una presentazione multimediale, coinvolgendo attivamente i partecipanti nella risoluzione del quesito clinico mediante televoto con domande a risposta multipla.

«Le malattie respiratorie costituiscono un problema molto rilevante per la società – prosegue Sabrina Di Pillo –, in termini di disabilità e mortalità precoce. Inoltre, un aspetto non trascurabile è l'impegno economico del Sistema sanitario nazionale, sia in termini di costi diretti (visite, prestazioni ambulatoriali, farmaci, ecc.) sia indiretti, causati dalla diminuita produttività. Scopo principale del Congresso sarà quello di fornire un aggiornamento sulle patologie respiratorie pediatriche ancora ampiamente dibattute dal punto di vista eziologico, diagnostico e terapeutico, al fine di raggiungere un consenso comune evidence based sul comportamento corretto da adottare nella pratica clinica».

La dottoressa Sabrina Di Pillo, il professor Francesco Chiarelli, direttore della Cattedra di Pediatria all’Università d’Annunzio, e la professoressa Angelika Mohn, hanno voluto porre risalto all'importanza della formazione del giovani specializzandi, offrendo loro un ruolo di tutor durante il corso della prima giornata.

In particolare saranno trattati un caso di asma grave, un caso di malformazione congenita polmonare non diagnosticata precocemente, il ruolo dell’ecografia polmonare nelle malattie respiratorie, la diagnostica molecolare in un caso di allergia alimentare. Darà il suo contributo anche il professor Chiarelli. Nella giornata successiva saranno affrontate le problematiche clinico-diagnostiche riguardanti i disturbi respiratori, quali l’asma e la terapia delle bronchiectasie, le indicazioni della immunoterapia specifica nelle allergopatie, i nuovi biomarker dell’infiammazione bronchiale e, infine, le interstiziopatie.

Al convegno interverranno eminenti specialisti nell’ambito della Broncopneumologia pediatrica a livello nazionale e internazionale, come il professor Eugenio Baraldi di Padova, il professor Renato Cutrera di Roma, il professor Giorgio Piacentini di Verona e il dottor Salvatore Cazzato di Ancona, i quali porteranno il loro qualificato contributo sia in termini di conoscenze scientifiche sia di esperienza clinica.

Chieti. L'associazione culturale Malamente, che opera da tempo sul territorio della provincia di Chieti, si trova a constatare il totale degrado politico in cui versa in particolar modo la città di Chieti.
"L'attuale Amministrazione - si legge in una nota dell'associazione - in questi anni ha più volte disatteso le aspettative dei cittadini e le promesse elettorali più volte elargite in questi anni.
Purtroppo, ci troviamo a constatare un senso di disagio che hanno espresso qualche settimana fa proprio i commercianti della città.
Il commercio è un punto focale nella vita di una comunità ed è un tema molto sentito dalla maggior parte dei cittadini.
La situazione di Chieti è una situazione disastrata su molti aspetti che riguardano sia il centro che la periferia.
Il Sindaco Di Primio, impelagato tra campagne elettorali e ricatti politici si è dimenticato che prima di tutto amministra una città, capoluogo di provincia, con esigenze e peculiarità che meritano il massimo dell'attenzione e della partecipazione attiva.
L'associazione Malamente si chiede se non sia il caso che l'attuale primo cittadino, forse stanco di amministrare, considerata la sua lunga conoscenza della macchina amministrativa di Chieti, rassegni le proprie dimissioni da Sindaco".

 

Chieti. L’Asd Chieti Basket, dopo le novità emerse nel corso di questa settimana, si prepara con rinnovato ardore al test con Nuovo Pineto Basket (sabato 17 novembre, ore 18:00). Gli ospiti, nonostante la vittoria con Porto San Giorgio (49-68), hanno avuto un inizio di stagione un po’ al di sotto delle aspettative. Tuttavia, come i nostri ragazzi, hanno già affrontato le teste di serie del girone, potendo ora tentare la risalita nella classifica con partite più abbordabili.

Pineto ha deciso di ripartire dall’ossatura dello scorso anno, riconfermando il capitano Maurizio Pavone, il play Alessio Di Francesco ed il pericolo “numero uno” Eli Pira, vero protagonista di queste prime uscite ufficiali in stagione con percentuali realizzative molto consistenti. Con Pira impiegato come “3”, sono arrivate altre tre conferme nel pacchetto degli esterni: Stefano Leonzi, Giorgio Pallini e Matteo Timperi. Ma la campagna acquisti estiva ha visto anche diversi colpi di mercato per i pinetesi che si sono aggiudicati il prezioso apporto di veterani della categoria a partire da Pasquale Sulpizii, proveniente da Silvi, e dal duo che lo scorso anno ha vestito la maglia di Basketball Teramo (poi retrocessa nella finale playout contro Pescara Basket): l’ala/pivot Nicola Cantatore ed il play Simone Scarnecchia. Chiudono il roster tre giovani promesse quali Simone Alcini (play), Emiliano Gigliotti (guardia) e Armando Di Sante (play).

Chieti affronterà questa sfida con la consapevolezza di star affrontando una squadra dotata di un buon mix d’esperienza e freschezza, motivo per il quale non va presa assolutamente sottogamba. Sabato dovrebbe fare il suo esordio in maglia biancorossa Enrico Pappalardo, arrivato nelle scorse ore dalla Teate Basket Chieti (Serie B).

Chieti. Affidare all’esterno servizi quali pulizia, trasporti, ristorazione e lavanolo è pratica sempre più diffusa nelle aziende sanitarie, così come in altre realtà, pubbliche e private. La finalità è quella di concentrare energie e risorse su funzioni “core” quali diagnosi, cura e assistenza, lasciando la gestione di altri settori a soggetti che possono farlo al meglio, per competenza ed esperienza. SI rende, quindi, necessario dotarsi di strumenti di valutazione e controllo dei servizi affidati, al fine di verificare la corrispondenza tra quanto richiesto dall’Azienda e la prestazione ricevuta. Risponde a questa esigenza l’iniziativa della Asl Lanciano Vasto Chieti di promuovere un appuntamento formativo della durata di due giorni, al quale prenderanno parte esperti e autorevoli professionisti che hanno sviluppato altrove esperienze e modelli a cui ispirarsi.

Il corso, intitolato “Il controllo dei servizi esternalizzati in ospedale” si svolgerà il 29 e 30 novembre 2018 presso la sala convegni al 5° livello dell’ospedale di Chieti.

E’ rivolto ai dirigenti delle professioni sanitarie, ai coordinatori, al personale dell Direzioni mediche di Presidio quali dirigenti medici, dietisti, assistenti sanitari e tutte le eventuali figure che collaborano nell’assicurare la vigilanza igienico-sanitaria in ambito ospedaliero al personale amministrativo dell’area acquisizione beni e servizi.

Nel corso dell’evento saranno presentati metodologie e strumenti per il controllo dei servizi esternalizzati, nonché esperienze di altre realtà aziendali che hanno strutturato sistemi di monitoraggio per il controllo qualitativo/quantitativo e definito strutture organizzative dedicate. Inoltre saranno fornite indicazioni per la strutturazione di un capitolato di appalto per l’affidamento di un servizio, e chiariti ruoli e responsabilità delle due figure di governo individuate dal Codice degli appalti, il responsabile unico del procedimento (RUP) e il direttore esecutivo del contratto (DEC).

«Per l’Azienda sanitaria il compito più complesso e rilevante dell’esternalizzazione è quello del controllo del servizio - sottolinea il direttore generale della Asl, Pasquale Flacco - che deve essere monitorato sotto tre aspetti: qualità, intesa come efficacia ed efficienza organizzativa, valore aggiunto all’assistenza, aumento della soddisfazione dell’utente e del professionista che utilizza i servizi esternalizzati; quantità, in termini di volumi di prestazioni, frequenze e mezzi necessari, e costi. Il corso, dunque, articolato nei contenuti dalla Direzione medica dell’ospedale di Chieti, rappresenta un’occasione di approfondimento formativo per i nostri dipendenti e di crescita organizzativa per l’Azienda nel suo complesso».

Chieti. L’Assessore ai Trasporti e alla Mobilità del Comune di Chieti, Mario Colantonio, questa mattina, in piazza Matteotti, ha inaugurato le stazioni di ricarica per auto elettriche installate in città da ENEL X. All’inaugurazione erano presenti Angelica Carnelos – responsabile Affari Istituzionali Italia Centrale di Enel Italia srl -, Pasquale Angelini - responsabile Affari Istituzionali Marche, Abruzzo e Molise di Enel Italia srl -, Giulia Casciani – referente Enel X –la Comandante della Polizia Municipale, Donatella Di Giovanni, la dirigente dell’Ufficio Urbanistica, Silvana Marrocco e l’Assessore alle Politiche Sociali, Emilia De Matteo.

Sono 15 le stazioni di ricarica elettrica per vetture in funzione già dalla giornata di oggi, installate, nello specifico, in:
 Via Maestri del Lavoro, all’interno del parcheggio della Piscina Comunale, con 6 stalli di sosta;
 Via Papa Giovanni Paolo II, sul lato opposto all’esercizio commerciale Conad, nell’area di sosta compresa tra l’intersezione con Via A. d’Egitto e l’intersezione con Via Spalato – lato Via Gorizia, con 6 stalli di sosta;
 Piazza Paolo IV, in prossimità dell’intersezione con Via Meneghini, sul lato opposto alla sede della delegazione comunale, ovvero sul lato destro – direzione Via De Virgiliis, con 2 stalli di sosta;
 Via Verdi, nell’area di sosta situata nell’area antistante alcune attività commerciali, tra l’ufficio postale e la farmacia, con 2 stalli di sosta;
 Piazza Matteotti, nell’area di sosta situata al centro della piazza, con 2 stalli di sosta;
 Via Ferri, dall’ingresso della ex Caserma Berardi per ml. 100, sul lato destro a salire, con 4 stalli di sosta;
 Via Amiterno, nell’area antistante la terza palazzina provenendo da Via Sulmona, in direzione Via Capestrano, con 4 stalli di sosta;
 Viale Europa, a circa ml. 20 dall’intersezione con Via XXIV Maggio, con 4 stalli di sosta.

«È una grande opportunità per il Comune di Chieti – ha commentato l’Assessore Colantonio -. Quello dell’elettrico è un sistema di propulsione ecologico che tenderà ad aumentare notevolmente a partire dal 2019 considerato che nel 2025 non saranno più prodotti veicoli a gasolio. Il progetto delle colonnine, la cui distribuzione è stata assicurata capillarmente su tutto il territorio comunale, è solo uno dei tasselli del più ampio Piano di Sviluppo Urbano Sostenibile che l’amministrazione comunale sta portando avanti con la realizzazione del bike e car sharing, del car pooling, dell’acquisto degli autobus ecologici, della realizzazione delle piste ciclopedonali, dell’installazione delle centraline per il rilevamento della qualità dell’aria. A tal proposito, va ricordato che il Comune di Chieti, già da tempo, attraverso il regolamento di accesso alle ZTL ha predisposto una serie di agevolazioni per chi acquista o fa uso di vetture ibride potendo accedere liberamente nelle zone a traffico limitato. Ogni colonnina – ha spiegato l’Assessore - potrà servire due vetture sui cui stalli di sosta potranno parcheggiare solo le macchine elettriche in ricarica. Le auto che sostano in maniera impropria sugli stalli, infatti, saranno passibili di sanzioni».

«Le colonnine che oggi inauguriamo a Chieti rappresentano il primo esempio del piano di installazione che Enel X ha avviato su tutto il territorio nazionale – ha evidenziato Angelica Carnelos -. Enel ed Enel X intendono arrivare all’installazione di 14mila colonnine entro il 2022 con un investimento di circa 300milioni di euro. Quello con Chieti è un ottimo esempio di partnership tra pubblico e privato: il Comune teatino, infatti, si è dimostrato particolarmente virtuoso nell’accogliere la nostra collaborazione. La distribuzione delle colonnine è stata decisa con l’amministrazione comunale, coprendo tutti i quartieri cittadini. Le stazioni di ricarica saranno sempre attive e per accedervi gli utenti dovranno registrarsi sulla piattaforma di Enel X attivando il contratto di fornitura».

FUNZIONAMENTO COLONNINE – “Enel X Recharge” è il nuovo servizio di ricarica pubblica per auto elettriche offerto da Enel X. Ogni utente potrà scegliere il profilo di ricarica più adatto alle proprie esigenze. Scaricando l’apposita App il cittadino dovrà inserire i dati della carta di credito dalla quale verrà prelevata la tariffa relativa all’utilizzo della colonnina e al termine della operazione riceverà una notifica sullo stato dell’avvenuta ricarica. Il costo della tariffa a consumo è di 0,45€ kWh, un pieno costerà all’incirca cinque/sei euro.

Chieti. L’Assessore alle Politiche Sociali, Emilia De Matteo, comunica che è stato pubblicato sul sito del Comune di Chieti - sezione “Concorsi e Avvisi Pubblici” - l’Avviso Pubblico per l’acquisizione di manifestazione di interesse all’iscrizione nel catalogo dell’offerta dei servizi di conciliazione, progetto finanziato dalle Regione Abruzzo, a valere sul Programma Operativo Fondo Sociale Europeo 2014-2020, per un importo complessivo di € 215.906,18. L’Ambito Sociale n. 8 (comuni di Chieti e Casalincontrada) partecipa al progetto in A.T.S con l’ambito Sociale n. 9 “Val di Foro” ed il n. 13 “Marrucino” e vede Francavilla quale Ente capofila.

«L’obiettivo prioritario del progetto – spiega l’Assessore – è quello di offrire un aiuto, in termini di servizi, alle donne impegnate nelle attività di cura verso minori, anziani non autosufficienti e diversamente abili favorendone l’accesso ai servizi di assistenza alla persona. Nello specifico, attraverso la creazione di un catalogo di soggetti erogatori di servizi, fruibili da parte degli utenti ammessi, verranno erogati dei voucher sotto forma di rimborso spesa, per offrire alle famiglie una compartecipazione alla spesa dei servizi di cura di cui necessitano: doposcuola e supporto allo studio, centri ricreativi e sportivi aperti nei periodi di chiusura delle scuole, soggiorni estivi e vacanze studio, sostegno per le rette di nidi o scuole dell’infanzia, baby sitter, sostegno ai servizi di assistenza domiciliare (esclusi servizi infermieristici e di assistenza sanitaria), centri diurni e servizi residenziali; servizi di care giver, servizi di trasporto e/o accompagnamento, asili nido, scuole materne, altri servizi innovativi e ricreativi o sperimentali per la prima infanzia.
I soggetti da inserire nel catalogo verranno selezionati con procedura di evidenza pubblica al fine di assicurare il rispetto dei principi di trasparenza, imparzialità, partecipazione e parità di trattamento.
Possono presentare la manifestazione di interesse all’iscrizione al Catalogo territoriale dell’offerta di servizi i soggetti pubblici e privati erogatori di servizi, regolarmente autorizzati al funzionamento ai sensi delle disposizioni normative vigenti, nello specifico: organizzazioni senza scopo di lucro con esperienza almeno triennale nell’inclusione sociale e lavorativa di persone svantaggiate; cooperative sociali; organizzazioni di volontariato; associazioni di promozione sociale; enti privati o pubblici che abbiano, nell’oggetto sociale, servizi di conciliazione per minori e/o persone non autosufficienti; organismi di formazione accreditati».

Le domande, che possono essere presentate dai residenti nei Comuni degli Ambiti Distrettuali Sociali n. 8, n. 9 e n. 13 (Ari, Francavilla al Mare, Miglianico, Ripa Teatina, San Giovanni Teatino, Torrevecchia, Villamagna, Vacri, Chieti, Casalincontrada, Bucchianico, Casacanditella, Fara Filiorum Petri, Filetto, Guardiagrele, Orsogna, Pennapiedimonte, Pretoro, Rapino, Roccamontepiano, San Martino sulla Marrucina), dovranno essere inviate all’ente capofila del progetto “Comune di Francavilla al Mare (CH)”, Corso Roma n. 7, entro le ore 12.00 del 23.11.2018 tramite consegna a mano all’ Ufficio Protocollo nei seguenti giorni e orari: dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 12.30, il martedì e il giovedì anche dalle 15.15 alle 16.30, o tramite raccomandata, compresa posta celere e corriere privato. Saranno escluse le manifestazioni di interesse incomplete o prive degli allegati richiesti.

Per maggiori informazioni contattare il responsabile del procedimento dell’Avviso, la dott.ssa Miranda De Ritis all’indirizzo di posta elettronica: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Chieti. Il giovani della delegazione Fai di Chieti e la cultura. Un binomio ormai consolidato per andare alla scoperta dei tesori del capoluogo teatino.

“Un sentiero tra statue antiche e maioliche di Castelli”, questo il nuovo appuntamento ideato dai ragazzi per far vivere a tutti un pomeriggio tra colori, suggestioni e storie affascinanti.

L’incontro è fissato per venerdì 16 novembre, alle ore 18, nel museo d’arte Costantino Barbella di Chieti in via Cesare De Lollis, 10 (ingresso gratuito).

Verranno presentate alcune statue di Costantino Barbella (La morte, l'incredulità di San Tommaso e la giovinetta con il serto di Lauro) e la collezione delle maioliche di Castelli datate XVI e XVII secolo.

La collezione è frutto di una donazione del prof. Raffaele Paparella Treccia e della consorte Margherita Devlet. per onorare la memoria dei genitori del Prof. Paparella Treccia, precedenti proprietari del palazzo Marinetti-Bianchi attuale sede del museo.

Le maioliche esposte costituiscono una rappresentanza significativa della produzione castellana a partire dal XVI secolo. Testimonianze di grandi artisti ceramisti, come Orazio Pompei, Francesco Grue (capostipite di una famiglia di artisti nota in tutto il mondo), Carmine Gentili, Nicola Cappelletti, Silvio De Martinis, Gesualdo Fuina.

Tra le opere presenti anche quella di Carlo Antonio Grue , "Alessandro riceve le chiavi della città da dignitari indiani", esposto in passato anche a Palazzo Venezia a Roma e censito nel prestigioso archivio fotografico dell’azienda Alinari di Firenze.

“Continuiamo, nella nostra attività sul territorio – dichiara il capo delegazione Fai di Chieti Roberto Di Monte – e lo facciamo ancora una volta grazie ai giovani, impegnati direttamente in tutte le fasi organizzative, fino alla giornata dell’evento. Mi preme ringraziare l’amministrazione comunale che ha offerto la massima disponibilità per un’ apertura straordinaria del museo Barbella”.

Chieti. "Il sindaco Di Primio e l’assessore Giampietro farebbero bene a spiegare ai tantissimi genitori in attesa qual’è la vera motivazione del ritardo dell’attivazione del servizio dei “Nidi d’infanzia comunali – gestione Chieti Solidale – riservato ai bambini dai 3 mesi ai 36 mesi per l’anno educativo 2018/2019, e, soprattutto, fornire plausibili giustificazioni alla mancata formalizzazione della graduatoria dei 72 posti messi a bando, di cui 24 per i bambini dai 3 ai 17 mesi e 24 per i bambini dai 18 ai 36 mesi".
Lo afferma in una nota il componente del Direttivo di Giustizia Sociale con delega allo Sport e alle politiche Sociali, Michele Di Paolo, che aggiunge: "Un ritardo incomprensibile ed inaccettabile da parte delle decine e decine di padri e madri di famiglia interessati che, da oltre due mesi - precisamente dal 01/09/2018, data di pubblicazione sul sito del Comune di Chieti della domanda di iscrizione ai due Asili Nido pubblici denominati: Nido D’Infanzia “ Coccinella”, sito in Via Arenazze e Nido D’Infanzia “Peter Pan”, posto in Via Madonna delle Piane, per entrambi con scadenza di presentazione domande entro e non oltre il 26.09.2018 - attendono di sapere se i propri figli saranno ammessi o non e, quindi, potersi organizzare di conseguenza nella vita quotidiana.
Un’inerzia che assume i contorni del paradosso, visto che proprio l’Ente, nel modulo di domanda d’iscrizione – recante addirittura insieme il logo istituzionale del Comune di Chieti e dell’Azienda Speciale Chieti Solidale – ha scritto, a caratteri cubitali e in grassetto, che il Servizio sarebbe iniziato presumibilmente entro il 29 ottobre 2018 e che la graduatoria sarebbe stata predisposta e formalizzata entro e non oltre 30 giorni dalla scadenza domanda.
Ad oggi, purtroppo, di questa fantomatica graduatoria non vi è traccia alcuna e, soprattutto, nessuna informazione di quando partirà il servizio trapela dall’Amministrazione Comunale.
A marcare ancora di più l’incertezza è il fatto che le strutture degli asili hanno impellenti necessità manutentive delle quali non si rinvengono iniziative d’intervento, evidenziate palesemente dal silenzio assordante che fa da contorno alla preoccupante, costante, chiusura degli stabili.
Eppure, l’Amministrazione aveva annunciato pubblicamente che, con il passaggio della gestione dei due Asili Nido a Chieti Solidale, non solo non ci sarebbero stati problemi ma, addirittura, ci sarebbe stato un miglioramento nella gerenza del servizio.
Al momento di certo c’è solo la rabbia delle famiglie che hanno presentato la domanda nei giusti termini che ad oggi non hanno la benché minima idea di come muoversi e, soprattutto, a chi rivolgersi per ricevere risposte sensate e veritiere.
Ed è per questo che Giustizia Sociale, attraverso il capogruppo in Consiglio Comunale Bruno Di Paolo, ha predisposto una interrogazione al riguardo".

Pagina 1 di 158

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione