Lanciano. I prodotti fitosanitari sono al centro di una giornata di approfondimento rivolta ad agronomi e professioni sanitarie. I lavori si svolgeranno a Lanciano venerdì 24 novembre, presso il Polo museale, dove si ritroveranno esperti in materia e dirigenti del Ministero della Salute e dell'Istituto superiore di sanità per affrontare i vari aspetti di un'area tematica che coinvolge diverse figure professionali.
La partecipazione alla giornata di studi, promossa dal Servizio igiene degli alimenti e nutrizione della Asl Lanciano Vasto Chieti, diretto da Ercole Ranalli, in collaborazione con diversi ordini professionali, darà accesso a crediti formativi per tutte le professioni sanitarie, dottori agronomi e forestali, periti agrari.
L'iscrizione, gratuita, può essere fatta inviando una domanda di partecipazione all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Lanciano. La scorsa notte il Blocco Studentesco ha affisso, nei pressi dell'Istituto "De Giorgio", uno striscione di protesta dopo l'ennesima presa in giro da parte del Presidente della Provincia, nonché sindaco lancianese, Mario Pupillo in merito alla sicurezza nelle nostre scuole. "Pupillo: basta sopralluoghi sterili, servono soluzioni concrete!".
La forte ondata di maltempo ha ennesimamente dimostrato quanto precaria sia la sicurezza all'interno degli istituti cittadini. Calcinacci dal soffitto e scuola allagata: a farne le spese è di nuovo la struttura che ospita l'Istituto "De Giorgio", dove nei giorni precedenti il tetto è crollato a causa delle massicce infiltrazioni. Non solo, in seguito alle piogge torrenziali che insistono da oltre 24 ore, l'edificio si è nuovamente allagato.
"La triste storia che si ripete - commenta duramente il responsabile del Blocco Studentesco di Lanciano, Domenico De Lucia. Abbiamo avuto nuovamente la riconferma di come le strutture dove i ragazzi vanno scuola siano fatiscenti, insicure e inadeguate. Diversi ragazzi ci hanno segnalato la situazione in mattinata inviandoci delle foto. Non è la prima volta che noi del Blocco Studentesco denunciamo, tra tutte, la palese mal progettazione della nuova struttura che ospita il "De Giorgio", poiché la scuola si era già allagata in passato".
In una riunione organizzata con gli organi tecnici della Provincia di Chieti, una delegazione del Blocco Studentesco espresse fortemente le proprie preoccupazioni sullo stato degli edifici.
"Ogni anno questi fantomatici fondi vengono preventivati, approvati in bilancio, ma poi i soldi non si vedono e le scuole crollano a pezzi. È inutile fare altri sopralluoghi. La Provincia ha già tutti i dati alla mano, da anni, per valutare la gravità della situazione e quanto occorre per sanarla, quindi riteniamo ridicolo far credere ancora di non sapere come stiano i fatti. Servono soluzioni.” Conclude De Lucia – “Come unico movimento a difesa degli studenti pretendiamo che il Presidente della Provincia Mario Pupillo si adoperi alacremente per la messa in sicurezza dell'edificio richiedendo gli adeguati fondi alla Regione, se non direttamente allo Stato. Come sempre, il Blocco Studentesco non resterà a guardare l'ennesima incuranza verso gli studenti di questa città."

Lanciano. Mario Schifano “settanta-ottanta-novanta” è la mostra che la Galleria La Nuova Forma di Lanciano inaugura sabato 25 novembre alle ore 18.00, negli spazi espositivi di via Bocache, 6. L’esposizione,visitabile fino al 16 dicembre e organizzatacon il patrocinio del comune di Lanciano (CH), propone un’ampia selezione di dipinti e opere grafiche realizzati dall’artista nel trentennio ‘70/’90.
Schifano, con la sua personalità magnetica, con uno stile di vita sopra le righe, ha perseguito un rinnovamento globale dell’espressione artistica, dedicandosi all’ibridazione di linguaggi e alla sperimentazione cinematografica e musicale. Attraverso circa trenta opere, il percorso espositivo rivela la devozione di Schifano per il colore e la sua volontà di “dipingere la pittura” in un modo nuovo.
In una società bombardata da flussi continui di immagini, Schifano si interroga sul ruolo del pittore eproponeil suo occhio come antagonista dello schermo televisivo, conferendo alla pittura un’anima assolutamente contemporanea.La creatività dell’artistanon èsoggetta ai tempi fisiologici della pittura: la produzioneè inarrestabile, si inserisce nello scorrere della vita, ne accoglie la velocità come valore assoluto.Grazie ad una pittura gestuale e rapida, il ritmo convulso della vita di questo grande artista fluisce nelle opere, facendole procedere inscindibili e velocissime verso la creazione di un vero e proprio mito.
“Mi piacerebbe che qualcuno scrivesse che la mia vita e la mia arte sono molto affiatate, ma non nel senso di una vita da artista, no, questo non basta” Mario Schifano.
Schifano (Homs, Libia, 1934, - Roma 1998) debutta con una personale nel 1959 alla Galleria Appia Antica di Roma con opere influenzate dall’informale. Il periodo Informale cede il passo a grandi monocromi nei quali gradualmente iniziano a comparire simboli pubblicitari attinti dall’iconografia della società dei consumi. All’inizio degli anni ‘60 vince il Premio Lissone, il premio Fiorino, e La Nuova Figurazione ed espone alla Galleria La Tartaruga di Roma e nella Sidney Janis Gallery a New York, dove si trasferisce. Nel ’64 è invitato alla Biennale di Venezia. Partecipa a collettive internazionali quali al Carnegie Institute di Pittsburgh nel 1964, nel 1965 alle Biennali di San Marino e di San Paolo del Brasile e al National Museum of Modern Art di Tokio. A partire dal 1967, la sua ricerca artistica si amplia e Schifano, oltre alla pittura, porta avanti parallelamente sperimentazioni cinematografiche e realizza i lungometraggi Anna Carini vista in agosto dalle farfalle, Satellite e Umano non Umano. Nel 1974 l’Università di Parma organizza la prima antologica a lui dedicata. Tra gli anni ’70 e 80 una intensa attività espositiva porta le opere di Schifano nelle più prestigiose sedi in Italia e nel mondo, partecipa ad importanti collettive ealcuni suoi lavorisono acquisiti in importanti collezioni. Il Palazzo delle Esposizioni di Roma, nel 1990, gli dedica una rassegna intitolata Divulgare. Nel 1994 è presente alla mostra The ItalianMetamorphosis 1943-1968, organizzata dal Solomon R. Guggenheim Museum di New York, trasferita l'anno seguente alla Triennale di Milano e al Kunstmuseum Wolfsburg. Nel 1997, in occasione del settimo centenario della edificazione di Santa Croce a Firenze, Schifano ottiene il Premio San Giorgio di Donatello per aver realizzato le vetrate policrome collocate nella cripta della Basilica. Nello stesso anno cura gli allestimenti scenografici del carnevale di Roma.

Lanciano. CasaPound Italia interviene in merito alle condizioni di degrado in cui versa il palazzetto dello sport in località Santa Rita. Secchi traboccanti di acqua piovana, cartoni fradici, fetore di umido e pozzanghere. Così si presenta oggi il palazzetto dello sport dopo le forti piogge di ieri, a causa delle perdite di acqua dal tetto.

"La situazione in cui versa il palazzetto è scandalosa - afferma in una nota Marco Pasquini, responsabile lancianese di CasaPound Italia. "Gli utenti corrono seri rischi e il disinteresse di questa amministrazione comunale diventa sempre più evidente. Il degrado in cui versa la struttura è stato portato alla nostra attenzione da dei genitori indignati e preoccupati che quotidianamente accompagnano lí i propri figli ad allenarsi."

"Attualmente - prosegue - il campo da gioco è ricoperto da ogni genere di mezzo per evitare che l'acqua vi si riversi . Cartoni che dovrebbero assorbire l'acqua del tetto, contenitori sporchi, senza parlare del pericolo di scivolare sul parquet imbevuto d'acqua, nonché della conseguente carenza di igiene."

"Pretendiamo - conclude Pasquini - che gli uffici di competenza si attivino per ristrutturare il tetto nel più breve tempo possibile prima che la situazione diventi irrecuperabile, dato anche l'arrivo del freddo".

DAL 24.03.2018 AL 26.03.2018

 

Benvenuti alla cinquantasettesima edizione della nostra fiera! Saranno trattati tutti gli argomenti più rilevanti per quanto concerne l'agricoltura: Coltivare, omnia verde, agricoltura biologica, allevare, servizi all'impresa.

Dove siamo: 

Stampa

 

Lanciano è il naturale punto di convergenza e capoluogo del Comprensorio Sangro-Aventino. I risultati delle indagini archeologiche testimoniano la presenza di un abitato Neolitico e i più recenti scavi nel Centro Antico hanno messo in luce i resti della città di Anxanum: una grande struttura abitativa databile al XII sec. a.C.; un insediamento, quindi, tra i più antichi. Tra il XII e il XV secolo Lanciano raggiunge il suo massimo splendore sia per la produzione architettonica che per l'economia derivante dallo sviluppo delle Fiere. Legata al trasferimento delle Fiere dal colle della Selva al Campo della Fiera (l'attuale quartiere omonimo di impianto ottocentesco) è la costruzione del Ponte dedicato all'imperatore Diocleziano nel III secolo. Lanciano, città del Miracolo, custodisce nella Chiesa di S. Francesco il primo Miracolo Eucaristico che la storia della Chiesa Cattolica ricordi, avvenuto nel VII secolo. La città  è altresì ricca di capolavori di architettura romanica e gotica tra le quali S. Maria Maggiore e S. Agostino con i meravigliosi portali dell'Architetto Lancianese Francesco Petrini, a cui è attribuita anche la Cattedrale di Larino.

 

Musei e punti di interesse:

Ponte DioclezianoBasilica di Santa Maria del PonteTeatro FenaroliChiesa di San FrancescoChiesa di Santa Maria MaggioreChiesa di S. AgostinoTorri MontanareChiesa di San BiagioFontane del Borgo

 

Piatti tipici:

Tagliolini e fagioliSeppie alla sanviteseFagioli con le cotiche all’abruzzeseCoratella d’agnelloBrodetto alla vastese,Agnello alla CasolanaBocconotti

 

 

Excelsior ****

ALBERGO

Viale della Rimembranza 19 - 66034 - Lanciano (CH)

Anxanum ***

ALBERGO

Via San Francesco D'Assisi 8 - 66034 - Lanciano (CH)

Thema ****

ALBERGO

Uscita Autostradale A14 - 66020 - Lanciano (CH)

Novecento ***

ALBERGO

Via per Treglio - 66034 - Lanciano (CH)

Alba **

ALBERGO

Via Alba 1 - 66034 - Lanciano (CH)

Roma **

ALBERGO

Via Augusto Romagnoli 20 - 66034 - Lanciano (CH)

La Furnacelle ***

ALBERGO

Via Santa Maria dei Mesi 23 - 66034 - Lanciano (CH)

Lo Scudo ***

ALBERGO

Contrada Mozzoni, 14 - Treglio - 66030 - Lanciano (CH)

Hotel Cristina ****

ALBERGO

Uscita Autostradale A 14 - 66020 - Lanciano (CH)

 

*E' vietata qualsiasi riproduzione totale o parziale dei contenuti senza autorizzazione.*

Lanciano. CasaPound Italia interviene dopo l’ennesimo atto vandalico ai danni del monumento dei Martiri delle Foibe, recentemente imbrattato con scritte sulla base di cemento. Una situazione inaccettabile che continua a ripetersi.

" Ci tocca prendere atto di questa situazione inaccettabile che tuttavia continua a ripetersi. Vandalizzare questa città sembra ormai diventata una routine quotidiana – così Marco Pasquini, responsabile cittadino di CasaPound Italia - in particolar modo non riesce a trovare pace il monumento ai Martiri delle Foibe, preso nuovamente di mira nei giorni scorsi."

"Oltre a rappresentare una vergognosa mancanza di rispetto per le migliaia di persone uccise con la sola colpa di essere italiani, - prosegue – si tratta un atto che contribuisce ulteriormente al già pesante degrado urbano. Non è infatti il solo monumento ad essere sporco e privo di parti: anche l'area verde ove è collocato si presenta il più delle volte piena di cartacce, lattine e rifiuti di ogni genere. Già più volte in passato ci siamo prodigati per la pulizia del monumento e dell’area verde, ma al nostro impegno non è mai seguito uno analogo da parte delle istituzioni preposte".

"Infatti, dispetto dei reiterati appello rivolti al Sindaco ed all’amministrazione - conclude Pasquini – nulla è stato fatto per il restauro del monumento ed il recupero dell’area circostante. Evidentemente questa amministrazione non ha molto interesse nella restaurazione dei monumenti cittadini quanto piuttosto la demolizione degli stessi, alcuni per noncuranza, altri per odio ideologico."

Lanciano. Ospedali e strutture territoriali in prima linea in occasione della Giornata mondiale del diabete. Diverse le iniziative in programma, a partire dall’Ospedale di Lanciano dove, già da oggi e fino al 18 novembre, si eseguono lo screening e calcolo del rischio di sviluppare il diabete presso la sala d'attesa della Diabetologia, tutte le mattine dalle ore 9 alle 12, anche con proiezione di diapositive e filmati sul diabete femminile. Altre postazioni sono presenti presso il Consultorio di Lanciano e presso le Farmacie aderenti a Federfarma.
Inoltre, nella giornata del 14 novembre (in cui si celebra la Giornata mondiale del diabete), un appuntamento singolare si svolgerà presso il Supermercato Oasi di Lanciano, con il “carrello vincente”: dalle ore 17 alle 20 si svolgerà una gara di "abilità" con tre squadre di quattro persone ciascuna (diabetici e non), che si cimenteranno a scegliere nel minore tempo possibile i prodotti alimentari giusti per la spesa di una giornata tipo per quattro persone, adeguata al buon controllo del diabete. La gara, divertente e al contempo formativa sulla “spesa consapevole”, si concluderà con la valutazione da parte del team diabetologico delle scelte alimentari, con la premiazione del carrello vincente che avrà in dono la spesa effettuata.
A Vasto, invece, il Team diabetologico del Distretto sanitario promuove anche quest’anno “Le giornate di prevenzione”, improntate alla modifica dello stile di vita. Partendo dal dato secondo cui una donna su due che ha avuto il diabete gestazionale è soggetta a rischio di sviluppare il diabete di tipo 2 tra cinque e dieci anni dal parto, sarà effettuato un recall delle 262 donne, che ne erano affette, seguite durante la gravidanza e accompagnate a parto sicuro.
Queste le attività: prevenzione del diabete tipo 2 e follow up, interventi sullo stile di vita, Nordic Walking da vivere all’aria aperta, recall dati, parodontopatia e igiene del cavo orale.

Lanciano. Il Blocco Studentesco riattiva il doposcuola gratuito per il quarto anno consecutivo, servizio in cui gli studenti frequentanti le scuole medie, superiori e le università possono usufruire della struttura del Blocco Studentesco, dotata anche di connessione Internet, per studiare nelle ore pomeridiane. Il tutto gratuitamente.
“Abbiamo scelto di attivare ancora una volta questo servizio per andare incontro alle esigenze dei tanti studenti delle scuole medie, superiori e degli iscritti all'università che in passato hanno usufruito di questo servizio, - in una nota Domenico De Lucia, responsabile cittadino del Blocco Studentesco - ma anche per la mancanza di "spazi" in città per coloro che vogliono studiare in tranquillità e gratuitamente. Inoltre, con le settimane corte, gli studenti, che nei diversi rientri pomeridiani dei vari istituti devono attendere gli orari dei mezzi di trasporto per tornare a casa, possono impiegare proficuamente il tempo che avrebbero perso.
Sarà possibile recarsi presso "Lo Scrigno" già da Mercoledì 8 Novembre, dalle 16:30 alle 19:00"
“Il doposcuola – conclude – è solo una delle tante iniziative sociali a sostegno degli studenti che va ad affiancare il nostro ultimo servizio, il mercatino del libro usato senza scopo di lucro, che da tre anni a questa parte ha visto interessati migliaia di nuclei familiari provenienti da tutto il territorio frentano".

Fossacesia. L'Amministrazione Comunale di Fossacesia chiede la costituzione - e la convocazione in tempi ragionevolmente brevi- di un tavolo di lavoro che affronti la questione inerente la chiusura "definitiva", fissata al 2020, dei tribunali abruzzesi di Lanciano e Vasto. Il sindaco di Fossacesia Enrico Di Giuseppantonio ed il suo vice sindaco Paolo Sisti con una nota congiunta inviata al Presidente della Regione Abruzzo Luciano D'Alfonso ed ai sindaci di Lanciano e Vasto, Mario Pupillo e Francesco Menna, hanno evidenziato che il tempo della proroga fino al 2020 deve servire per individuare una soluzione che consenta di salvare i presidi di giustizia abruzzesi, in ragione della loro specificità e delle funzioni fondamentali che svolgono per i cittadini. "Abbiamo seguito questa problematica da vicino da amministratori provinciali prima ed ora da amministratori comunali e dirigenti di partito - dichiarano Di Giuseppantonio e Sisti- Abbiamo riscontrato profonda preoccupazione nei professionisti (avvocati, commercialisti, ingegneri, architetti, geometri, tecnici ecc.) che lavorano quotidianamente nei Tribunali, nel personale giudiziario (cancellieri ecc.) e soprattutto nei cittadini che si rivolgono al servizio Giustizia e che chiedono più sicurezza." "La riforma della geografia giudiziaria, per come pensata e realizzata, penalizza pesantemente alcune zone dell’Abruzzo, ove invece è necessario avere presidi di giustizia, soprattutto con riferimento alla mancanza di sicurezza percepita dai cittadini negli ultimi anni, a fronte di episodi di criminalità sempre più frequenti." "Siamo consapevoli che individuare una soluzione per la salvaguardia dei tribunali abruzzesi è difficile e complicato, - proseguono gli amministratori di Fossacesia - ma è compito dei rappresentanti delle Istituzioni quello di battersi in tutte le sedi e fino alla fine per garantire sicurezza e giustizia ai cittadini abruzzesi." Di qui l'invito al Presidente della Regione Luciano D'Alfonso a promuovere un incontro operativo, esteso anche a tutti i sindaci ed ai rappresentanti degli ordini professionali, per studiare iniziative concrete dirette ad evitare la chiusura dei Tribunali di Lanciano e Vasto e degli altri abruzzesi(Avezzano e Sulmona). Contro la chiusura dei tribunali abruzzesi il sindaco Enrico Di Giuseppantonio, nella sua veste di segretario regionale dell'UDC, ha fatto approvare un documento dal consiglio nazionale del partito,che si ė tenuto recentemente a Roma. "Torneremo ad insistere nelle sedi parlamentari- ha precisato Di Giuseppantonio -per impedire che il progetto trovi spazio: non si può procede sempre con i tagli lineari. E’ una linea politica che non porta alla riduzione dei costi ma a quella dei servizi".

Lanciano. Si terrà domenica 22 ottobre a Lanciano la cerimonia organizzata dalla Sezione Bersaglieri in congedo, in occasione del 54° Anniversario della Fondazione del presidio frentano dei cappelli piumati, che avvenne nel lontano 1963 grazie all’iniziativa del giovane Ten Bers Nicola Ruicci e di altri appassionati bersaglieri lancianesi.
La Sezione associativa ha commissionato allo scultore Antonio Di Campli la realizzazione di un Monumento in marmo in memoria dei Bersaglieri caduti in guerra e in missione di pace, che sarà posizionato in Piazza Pace dietro il prestigioso Palazzo degli Studi.
L’evento si articolerà in due momenti.
Nella mattinata, dopo l’apposizione delle corone innanzi al Monumento dei Caduti, una breve sfilata lungo il Corso Trento e Trieste dei Bersaglieri delle Sezioni provenienti dalle quattro province abruzzesi, dei rappresentanti dei Corpi D’Arma e delle Autorità civili e militari del territorio.
Non mancherà un momento di raccoglimento con la Santa Messa verso le ore 11.00 prima dell’inaugurazione dell’opera marmorea che ritrae il volto del Fondatore della Sezione di Lanciano, il Ten Bers Nicola Ruicci, e la consegna dei riconoscimenti.
Nel pomeriggio, alle ore 18, in Piazza Plebiscito si esibirà la Fanfara “ A. Lamarmora” di Casoli con un repertorio ricco ed emozionante di canzoni e marce bersaglieresche.
I bersaglieri di Lanciano, nella persona dell’attuale Presidente Bers Camillo Salerno, invitano tutta la cittadinanza a partecipare con calore ad un momento tanto atteso e coltivato negli anni, con l’unico scopo di lasciare un ricordo tangibile del Corpo dei Bersaglieri nella città di Lanciano che hanno rappresentato e che rappresentano con orgoglio in ogni raduno nazionale e regionale nonchè nel corso delle chilometriche imprese “eroiche” con le staffette dei gruppi dei podisti e dei ciclisti sulle biciclette della prima guerra mondiale, animati da un innato spirito di patriottismo che appartiene alla storia della città.

Pagina 1 di 20

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Notizie Recenti

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione