Ortona. Saranno presenti domani, dalle 18, ad Ortona (Ch),  i candidati del partito “Dieci Volte Meglio” che, in vista del voto del prossimo 4 marzo, illustreranno programmi e le proprie innovative proposte per l'Abruzzo. L'incontro, dal titolo “Senti chi parla”, è organizzato da AbruzzoLab, associazione di promozione sociale, presso la propria sede, in via Giudea 114. Per “Dieci Volte Meglio” ci saranno Fabio Blasioli, Cristina Pacifico, Danilo Di Domizio e Alessandra Priante. Indipendenti, fuori dagli attuali schieramenti e anche un po' fuori dagli schemi, con l'obiettivo di “Fare per fermare il declino”. E' il partito che in dieci regioni italiane ha candidato soprattutto startupper, esperti di marketing e comunicazione, ingegneri, imprenditori nell’e-commerce, nel turismo e nei servizi.

Ortona. La strada verso la vittoria del campionato e la A2 passa questo fine settimana da una gara molto difficile per la Tombesi, e per almeno tre motivi. Il primo è nel valore dell’avversario, lo Chaminade Campobasso, reduce dal 4-4 contro l’Atletico Cassano e attualmente quarto in classifica a quota 26 punti, in piena zona playoff. Il secondo è nella pesante assenza per squalifica di Silveira, il giocatore finora più utilizzato da mister Morena e innegabile punto di riferimento in campo (ma anche gli ospiti saranno privi del loro bomber Caruso). Il terzo motivo è infine nel precedente di campionato, quando all’andata i molisani si imposero 2-1 e inflissero alla Tombesi la prima sconfitta stagionale. Al netto comunque di questi fattori, i gialloverdi arrivano alla sfida di domani carichi e convinti di poter raccogliere i tre punti in campo, come conferma anche Marciano Piovesan:

“Contro lo Chaminade sarà un’altra finale, l’ennesima di questo girone di ritorno. Loro sono una squadra tosta, organizzata e cattiva, e ce lo hanno dimostrato anche nella gara d’andata, ma la voglia di ribaltare il risultato di Campobasso ci darà uno stimolo in più per vincere. È una delle partite più difficili tra quelle che ci restano, se la superiamo con i tre punti il nostro traguardo sarà molto più vicino. In casa non dobbiamo sbagliare, ma anzi approcciare la partita nel miglior modo possibile, come abbiamo fatto nelle ultime partite. L’assenza di Silveira è senz’altro pesante, ma non mi preoccupa: abbiamo nel roster la forza e la qualità per poter vincere anche senza di lui, ci saranno più minuti per tutti e la responsabilità maggiore ci darà una spinta in più. A livello personale, dico la verità: la classifica marcatori la guardo (Marciano è al momento secondo a quota 24 gol, a -1 da da Ragusa del Sagittario Pratola), ma non è la mia priorità. Si dice sempre che viene prima la squadra, ma nel mio caso vincere il campionato ha anche un valore personale, perché sono in Italia ormai da parecchi anni e non sono ancora riuscito a raggiungere questo traguardo. Conquistare la A2 è il mio primo, vero obiettivo”.

Ortona. Il centro antiviolenza dell’associazione di promozione sociale Donn.è di Ortona presenta il corso di formazione “Percorsi di Libertà” con l’obiettivo di formare le future operatrici del centro antiviolenza fornendo loro gli strumenti teorici e pratici del lavoro di un centro antiviolenza.

Partendo dall’analisi del contesto socio-culturale nel quale si inizia a parlare di violenza di genere sulle donne ed inizianoa nascere i primi centri antiviolenza, si passerà ad approfondire la figura dell’operatrice di accoglienza di un cav, il ruolo della psicologa e dell’ avvocata all’interno di un cav, le modalità di ascolto e di accoglienza delle donne vittime di violenza fino a giungere alla progettazione del percorso di uscita e all’empowerment femminile.

Il corso di formazione è rivolto prevalentemente a psicologhe, avvocate in ambito penale e civile, assistenti sociali, educatrici, studentesse che desiderano approfondire le tematiche della violenza di genere ed avere un ruolo attivo mettendo a disposizione il proprio tempo e capacità a sostegno dell’associazione, del centro antiviolenza e delle sue varie attività.


Il corso di formazione sarà svolto dall’equipe del centro antiviolenza, operatrici, psicologhe ed avvocate attive nei percorsi di uscita delle donne dalla violenza all’interno del centro antiviolenza Donn.è.

Il corso di formazione si svolgerà nella giornata di sabato per un totale di n°4 incontri presso la sede dell’associazione Donn.è in C.so Vittorio Emanuele II n. 3 ad Ortona. L’orario previsto sarà dalle 10:00 alle 17:00 (6 ore di formazione e 1 ora di pausa pranzo) secondo il seguente calendario: SABATO: 17 MARZO 2018 3. SABATO: 7 APRILE 2018; ABATO: 24 MARZO 2018 4. SABATO: 14 APRILE 2018. Durante il corso saranno utilizzati lezioni frontali, esercitazioni, analisi di casi reali, discussioni guidate. E’ ammessa una sola assenza. Al termine del corso di formazione sarà rilasciato un attestato di partecipazione. Al corso di formazione seguirà un periodo di affiancamento all’interno del centro antiviolenza concordato con un’operatrice di riferimento allo scopo di affinare conoscenze e competenze in materia di violenza sulle donne, modalità di lavoro del centro e gestione pratica di casi di violenza. Il periodo di affiancamento è una delle tappe fondamentali attraverso cui poter entrare a far parte dell’equipe del centro ed avere un ruolo attivo nel sostegno alle donne vittime di violenza.

Ortona. Le sfilate di Carnevale si sono chiuse con la tradizionale premiazione dei carri in piazza della Repubblica. Quest’anno alla sfilata di domenica 11 e martedì 13 febbraio per le vie della città hanno partecipato sei carri allegorici allestiti dai ragazzi dell’Istituto di Istruzione Superiore di Ortona (con i temi Braccio di ferro, La politica americana, ElrowIpia), uno dall’associazione liceali di Ortona (tema FBI) e due da gruppi esterni di Orsogna e Poggio Fiorito (tema Tomorrowland e Dragon ball z).

«Abbiamo riorganizzato con direttive chiare questa manifestazione che negli ultimi anni era stata poco regolamentata – dichiara il sindaco Leo Castiglione – con eccessi acustici e di alcool che avevano connotato negativamente un momento di festa e divertimento per tutta la città. I controlli sui carri hanno dato i risultati con la limitazioni degli impianti acustici e il sequestro di diversi boccioni e bottiglie di vino ( più di 50). L’obiettivo per il prossimo anno è quello di riorganizzare la manifestazione cercando un diretto coinvolgimento delle istituzioni scolastiche cittadine e dei genitori per tornare ad avere un vero Carnevale delle scuole del territorio. Ringrazio tutti i collaboratori, volontari, forze dell’ordine e croce rossa, che hanno garantito un corretto svolgimento della manifestazione e i ragazzi che hanno rispettato le nostre direttive sulla sicurezza. Voglio sottolineare che gli episodi di vandalismo non possono essere associati alla manifestazione ma fanno parte di un problema sociale e generazionale più grande. Mentre sull’abuso di alcool da parte dei giovani e giovanissimi dovrà partire una seria riflessione con tutti i soggetti coinvolti, scuole famiglie e associazioni, al fine di arginare un fenomeno ormai vastissimo e fuori controllo».

Ortona. Lo scorso 6 febbraio il Dipartimento opere pubbliche, governo del territorio e politiche ambientali della Regione Abruzzo ha firmato la determinazione con cui si autorizza i lavori di escavazione e approfondimento dei fondali del bacino portuale di Ortona. L’atto amministrativo chiude con esito positivo un lungo percorso di verifiche e di autorizzazioni avviato dal Comune di Ortona sul progetto definitivo relativo alle operazioni di dragaggio del bacino portuale e sullo smaltimento dei relativi sedimenti marini. In particolare gli uffici regionali, dopo le ultime due conferenze di servizi del 22 dicembre 2017 e del 10 gennaio scorso, hanno preso atto della validità sia sotto il profilo tecnico che sotto quello ambientale dell’intervento che interesserà in gran parte sabbie di classe A1 e A2, utili per il ripascimento del tratto costiero a nord del comune di Ortona mentre una parte di sabbie sempre di classe A2 con pelite maggiore del 30%, sarà smaltito con immersione in mare nel sito denominato ABR01D, individuato dal Ministero nel 2011 per il dragaggio del posto di Pescara, ubicato al largo della costa teramana e comunque a distanza di sicurezza dal sito Sic Torre del Cerrano. In particolare poi, sulla questione amministrativa gli uffici regionali hanno chiarito gli aspetti procedurali del progetto in seno al CCR-VIA e, più in particolare, quelli connessi alla procedura di V.InC.A, ribadendo che il CCR-VIA non ha ritenuto necessario che il Comune di Ortona avviasse ai sensi del D.P.R. n357/97 la procedura V.InC.A per il progetto, ribadendo che secondo la normativa «l’autorità competente regionale conclude la procedura di V.InC.A. contestualmente a quella di VA o VIA».

L’autorizzazione infine, contiene una serie di prescrizioni tra le quali quella proposta dal Comune di Ortona di costituire un gruppo di lavoro per una verifica più dettagliata del piano di monitoraggio dei lavori di dragaggio e smaltimento dei sedimenti marini. Del gruppo faranno parte rappresentanti del Comune di Ortona, dell’area marina protetta Torre del Cerrano, dell’Arta, del Servizio Opere Marittime, Valutazioni Ambientali e Gestione Rifiuti regionali e sarà garantita la massima pubblicità alle informazioni ambientali.

«Con questa autorizzazione – dichiara il sindaco Leo Castiglione – possiamo finalmente firmare il contratto e avviare i lavori. Abbiamo garantito nel corso del procedimento tutte le tutele ambientali e abbiamo prodotto studi e approfondimenti di qualificati enti esterni al procedimento che sono stati sottoposti al vaglio degli uffici competenti. Inoltre abbiamo proposto il gruppo di monitoraggio che seguirà tutte le fasi del dragaggio che ribadisco è un’opera fondamentale per lo sviluppo del territorio e dell’intera regione, di cui noi siamo l’ente appaltante. Non consentiremo che su quest’opera attesa ormai da troppi anni, finanziata con fondi europei, e sul futuro della città di Ortona si possano scatenare rivalse politiche da qualsiasi schieramento, accese dalla campagna elettorale per le imminenti.

Ortona. In merito allo sversamento in mare dei sedimenti derivanti dal dragaggio del Porto di Ortona, è opportuno precisare, per l’ennesima volta, anche a beneficio del Pd di Silvi, che in tempi non sospetti, e parliamo di diversi mesi fa, assunsi una posizione di aperta criticità sulla questione, evidenziando da subito una carenza documentale della VInCA (Valutazione di Incidenza Ambientale); inoltre appariva evidente, allora come ora, che il tema delle opere progettuali relative alla "vasca di colmata" costituissero, sia tecnicamente che giuridicamente, intervento di competenza del Comitato Via Nazionale.

Il tema della tutela ambientale mi ha visto sempre in prima linea su tutte le battaglie, a partire dalle iniziative contro le trivellazioni. Sullo sversamento dei sedimenti del dragaggio del Porto di Ortona ho già fatto diversi incontri anche a Pineto presso gli uffici dell’AMP Torre di Cerrano, al fine individuare e condividere percorsi alternativi e soluzioni sostenibili.

È ormai chiaro, però, che talune linee di indirizzo che ho ciclicamente promosso, in fedele attuazione e stretta osservanza del programma di mandato, sono talvolta scaturite in declinazioni attuative non proprio consequenziali e convergenti.

Bene farà, pertanto, il presidente D’Alfonso ad esprimersi autorevolmente sulla vicenda disponendo consequenzialmente, competentemente ed in piena autonomia. Come già operato in passato, ad esempio, nella recente nomina del commissario del Consorzio Piomba-Fino Laura D’Alessandro, che solo ora apprendiamo come ieri, con propria nota, abbia messo in discussione le disposizioni del nuovo Piano Regionale di Gestione Rifiuti che inibiscono l'intervento di ampliamento della discarica Santa Lucia di Atri: opera, si ribadisce, allo stato non più realizzabile. A tal riguardo lunedì chiederò al presidente D’Alfonso di disporre l'immediata conclusione dell'indagine interna da lui disposta ad inizio anno sull'operato del suddetto consorzio rifiuti regionale, affinché dirima la questione al pari di quella insorta sul tema caso del posizionamento dei sedimenti marini dragati dal porto di Ortona.

Su quest'ultima, in particolare, ritengo oltremodo opportuno che il Presidente intervenga esercitando un'auspicata sintesi tanto autorevole quanto politica; ciò anche e soprattutto alla luce delle odierne prese di posizione assunte da autorevoli esponenti del PD (Dino Pepe, Luciano Monticelli, Sandro Mariani, Manola Di Pasquale e Stefania Pezzopane) alle cui stesse conclusioni, debitamente e pubblicamente evidenziate (http://www.ortonanotizie.net/notizie/attualita/5907/il-sottosegretario-mazzocca-su-progetto-dragaggio-fanghi-nel-porto-di-ortona), giunsi fin dal novembre scorso.

Ortona. Questa mattina è stato presentato il programma delle sfilate dei carri allegorici del Carnevale delle scuole ortonesi, un appuntamento tradizionale che si rinnova con alcune novità sostanziali in termine di sicurezza. L’amministrazione comunale ha avviato dopo il suo insediamento i contatti con le scuole ortonesi per cercare un coinvolgimento diretto e più partecipativo degli istituti scolastici magari con l’inserimento della manifestazione nei propri POF. «Purtroppo per quest’anno non è stato possibile – sottolinea il sindaco Leo Castiglione – ma faremo una nuova proposta per l’inserimento del Carnevale nelle attività dei piani didattici 2019. Però non volevamo deludere le aspettative dei ragazzi e quindi abbiamo lavorato direttamente con loro facendo ben presente le nostre direttive per una manifestazione da riportare su binari più responsabili. In particolare non saranno tollerati i comportamenti degli scorsi anni con la presenza di alcool sui carri e un accentuato inquinamento acustico durante la sfilata».

L’attenzione ad una massima sicurezza della manifestazione sia sui carri che nella sfilata, sarà assicurata da una dettagliata ordinanza sindacale n.30 che specifica le dimensioni dei carri, la potenza massima degli impianti sonori, i controlli dei carri che verranno effettuati da un tecnico prima dell’inizio della sfilata, il programma della manifestazione e tramite la collaborazione di una agenzia di sicurezza con proprio personale che verrà posizionato sui carri.

«Il Carnevale deve essere un momento di divertimento di tutta la città – continua il Primo cittadino – per quest’anno siamo stati costretti a prendere questa decisione che per alcuni può apparire eccessiva ma è necessario dare un segnale ben preciso, già dal prossimo anno speriamo di affidarci solo al buon senso e alla responsabilità di tutti i protagonisti».

Prima di definire il programma – ha ricordato il consigliere comunale delegato Antonio Sorgetti – sono state organizzate diverse riunioni tecniche con i ragazzi delle scuole, le associazioni interessate, gli operatori che si occuperanno della sicurezza e il comandante della polizia municipale. «Abbiamo stabilito regole precise che sono state condivise dai ragazzi e come ex studente – continua il consigliere Sorgetti – sono contento del lavoro fatto anche grazie alla collaborazione del Comitato Feste». L’appuntamento quindi è per domenica 11 febbraio e martedì 13 con ritrovo a partire dalle ore 15 presso il piazzale dello stadio comunale.

Ortona. Continua l’azione di sensibilizzazione della Capitaneria di Porto di Ortona al rispetto delle norme sulla tutela delle specie ittiche e sulla salvaguardia dell’ambiente marino, con controlli e serie di incontri mirati con le diverse categorie volti a chiarire, nel caso ce ne fosse bisogno, divieti e prescrizioni da rispettare per non incorrere in violazioni che, oltre a costituire un danno per le specie ittiche in riproduzione e per l’equilibrio naturale dei fondali sottocosta, prevedono anche l’applicazione di pesanti sanzioni.
Così negli ultimi giorni le motovedette della Capitaneria hanno effettuato il sequestro di 11 trappole per polipi, con due galleggianti e diversi metri di cime di raccordo, lasciate abusivamente in acquaa ridotta distanza dalla costa, tra San Vito e Fossacesia, in zone vietate, senza alcun segnale identificativo e per giunta con pericolo per la navigazione; nel corso di tali controlli, poi, è stato anche sanzionato – per un importo di 1.000 € - un pescatore per utilizzo di attrezzature vietate, abusivamente installate su una imbarcazione da diporto; oltre alla sanzione il pescatore si è visto anche sequestrare il prodotto ittico che aveva a bordo, circa 10 kg di lumachine di mare, e l’attrezzo armato senza alcuna autorizzazione.
La pesca sottocosta è un’attività assai delicata, che operando su zone destinate alla riproduzione delle specie ittiche, richiede attenzioni particolari da parte di pescatori e sportivi, il rispetto dei divieti è fondamentale per salvaguardare sia gli esemplari più piccoli dei pesci che popolano i nostri mari, sia la bellezza del fondale marino. Senza dimenticare, poi, che spesso, i pescatori di frodo, per sfuggire ai controlli, mettono illecitamente in commercio prodotto ittico non controllato, e tenuto nascosto inspazi e contenitori non idonei e in pessime condizioni igieniche, con pericolo anche per i consumatori.

Ortona. La commissione elettorale comunale ha proceduto alla nomina degli scrutatori per le prossime elezioni politiche del 4 marzo. La nomina avvenuta nel pomeriggio di oggi è stata preceduta dalla individuazione dei 108 scrutatori effettivi e 108 supplenti, avvenuta mediante sorteggio dei nominativi presenti nell’elenco comunale degli scrutatori. La procedura di sorteggio era stata decisa dalla commissione elettorale dopo l’indicazione pervenuta dal Consiglio comunale che aveva approvato all’unanimità un ordine del giorno del sindaco Leo Castiglione con cui «si impegnava la commissione comunale elettorale a individuare gli scrutatori tramite sorteggio».

Il sorteggio è avvenuto tramite l’allestimento di un software predisposto dall’ufficio informatico del Comune di Ortona che ha estratto a sorte i numeri a cui erano collegati i nominativi compresi nell’albo degli scrutatori.

«Abbiamo dato seguito alla volontà del Consiglio comunale sperimentando per la prima volta questa procedura che ha dato massima trasparenza alla nomina degli scrutatori – commenta il sindaco Leo Castiglione – ora voglio raccomandare chi è stato sorteggiato, nel caso di rinuncia, di comunicarlo necessariamente entro 48 ore dalla notifica della nomina, o tramite pec o attraverso l’ufficio protocollo, motivando la rinuncia pena la cancellazione dall’albo. Questo permetterà all’ufficio elettorale di nominare in tempo utile il sostituto dall’elenco dei supplenti».

Ortona. Jackpot sfiorato Ortona, in provincia di Chieti per l’ultimo concorso del SuperEnalotto: si fa festa grazie a un 5 da oltre 26mila euro, con la giocata effettuata alla Tabaccheria Tontodimamma in Piazza della Repubblica 14. Nel frattempo il Jackpot vola sempre più in alto, ha raggiunto i 96,4 milioni di euro, il premio è al sesto posto nelle vincite più alte della storia del gioco. In Abruzzo, riferisce Agipronews, il 6 manca dal 2012, quando il 30 agosto, ad Avezzano, vennero centrati 12,3 milioni di euro.

Pagina 1 di 19

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione