Pescara. Dopo il successo straordinario e le oltre ventimila presenze registrate a piazza della Rinascita con il concertone del Primo Maggio, l’Assessorato al Turismo e Grandi Eventi del Comune di Pescara guidato da Giacomo Cuzzi continua a spingere sulle grandi manifestazioni artistiche e culturali per rilanciare a livello nazionale il nome della città come polo del divertimento e meta privilegiata dell’intera fascia adriatica.

 

“L’abbinamento tra musica di qualità e grandi artisti del panorama internazionale funziona e piace sempre di più agli abruzzesi e ai turisti che ad ogni occasione arrivano in massa da fuori regione, facendo registrare numeri strepitosi e un’impennata dei consumi – dice l’assessore Giacomo Cuzzi- Un’intuizione fortunata che sarà replicata anche durante la prossima estate. In queste settimane, stiamo già lavorando per mettere a punto una nuova stagione di spettacoli e grandi eventi: non solo la quarta edizione della notte bianca dell’Adriatico, che si terrà il 14 luglio e abbraccerà come da tradizione gli oltre 11 chilometri di riviera cittadina, da Montesilvano a Francavilla, ma in aggiunta quest’anno saranno organizzati anche una serie di eventi collegati tra loro per animare la città nella giornata di Ferragosto. L’idea è di vivacizzare le due riviere nord e sud del capoluogo adriatico con concerti e spettacoli musicali che si terranno il 15 agosto in location differenti, ma che avranno il loro cuore nel concerto gratuito di una delle band del momento: Lo Stato Sociale. Si parte con i cinque ragazzi bolognesi, che hanno scalato le classifiche di vendita con l’album “Primati” dopo aver conquistato il secondo posto a Sanremo, per scatenarsi sulle note del tormentone “Una vita in vacanza” e degli altri brani del loro repertorio. Il 25 maggio è in uscita una nuova versione inedita del singolo “Facile”, interpretato dalla band senza il featuring di Luca Carboni, che anticipa le altre date del tour estivo dello Stato Sociale: 8 giugno al Carroponte di Sesto San Giovanni (MI), 4 luglio al Sherwood Festival di Padova, 11 luglio al Flowers Festival di Collegno (TO), 13 luglio a Rock in Roma, il 14 luglio a Molfetta (Bari) e, infine, il 15 luglio a Pescara.

Sarà una grande festa, organizzata nel cuore della stagione estiva di Grandi eventi con un gruppo che oggi è fra i più seguiti da giovani, adulti e famiglie, come dimostra anche il boom a Sanremo e lo straordinario successo registrato al concertone del Primo Maggio a Roma. Dopo essere riusciti a raccogliere oltre 20.000 persone il 1° maggio a piazza Salotto per ascoltare il rap e il trap di Emis Killa e Guè Pequeno e dopo esserci emozionati a Capodanno prima con Vinicio Capossela e poi con Ermal Meta, il vincitore di Sanremo, questa estate vogliamo proseguire su questa scia dei grandi concerti e dei grandi artisti del momento. Abbiamo deciso di puntare sulla band rivelazione del momento che a Sanremo ci ha fatto sorridere, riflettere e ballare e non vediamo l’ora di ascoltarla dal vivo”.

Al di là degli aspetti ludici e ricreativi, abbiamo dimostrato con i numeri l’efficacia di queste grandi manifestazioni culturali sia per il valore aggiunto che apportano all’immagine del territorio e sia per l’evidente effetto moltiplicatore sull’indotto turistico e commerciale della città, della provincia e di tutta la regione. Studi scientifici dimostrano che la cultura oggi non rappresenta più soltanto una spesa, ma piuttosto un investimento solido, tangibile e misurabile per il notevole impatto economico, diretto e indiretto, che produce sulle attività commerciali, sugli alberghi e sui pubblici esercizi. Il successo della formula eventi-tempo libero-commercio è confermato in primis da uno studio pubblicato sul Sole 24 Ore e poi da un’altra ricerca sulle ricadute della “Notte Bianca dell’Adriatico” realizzata dall’Università d’Annunzio e presentata all’università Ca’ Foscari di Venezia, che ha mostrato la risposta eccellente sia sul pubblico, sia sul contesto e sia sui consumi rilevati.

Il concerto di Ferragosto si svolgerà nel cuore della stagione dei grandi eventi. Ci aspettano Ironman, tre notti dello shopping e la Notte Bianca dell’Adriatico. L’auspicio è che tanti continuino a scegliere Pescara e tornino a dare un sostegno reale alla nostra economia turistica e commerciale com’è avvenuto in questi quattro anni di iniziative ed eventi. I dati comunicati a fini statistici dalla Regione Abruzzo attestano un importante e positivo andamento dei flussi turistici della città: siamo passati dalle 188mila presenze del 2015 nelle strutture alberghiere alle oltre 245mila presenze del 2017. Siamo cresciuti in maniera importante in un contesto regionaole e provinciale che invece rimane sostanzialmente invariato e questo attesta la bontà del nostro operato”.

Pescara. Oltre cinquecento 18enni delle scuole secondarie di secondo grado di Pescara hanno partecipato alla cerimonia “Ingresso di Cittadinanza Attiva”, che si è tenuta al teatro Massimo su iniziativa dell’Assessorato alle Politiche sociali e alle Pari Opportunità e fortemente voluto dall'assessore Antonella Allegrino. La manifestazione, alla quale hanno preso parte il sindaco Marco Alessandrini e il Prefetto Gerardina Basilicata, è stata ideata per celebrare i giovani nati nel 1999, che hanno raggiunto la maggiore età nel 2017. La cerimonia ha avuto inizio con l’Inno di Mameli, suonato da un quartetto di sassofonisti del liceo artistico, musicale e coreutico “Misticoni-Bellisario". I giovani presenti in platea, in piedi e con la mano sul cuore, hanno cantato Fratelli d’Italia e hanno poi ascoltato i saluti dei rappresentanti istituzionali.

“La Costituzione è meravigliosa ed è fondamentale averla sempre sulla scrivania - ha affermato il Prefetto Gerardina Basilicata - Anche io ce l’ho e, ogni tanto, rileggo qualche articolo. E’ talmente attuale, completa che bisogna considerarla un vademecum per le proprie attività quotidiane. Non vanno dimenticati mai quei principi, quei diritti, quelle responsabilità che a ognuno di noi competono. Vi auguro di poter realizzare i vostri sogni e di non perdere mai l’abitudine a sognare e sperare”.

“La Costituzione che vi regaliamo– ha detto il sindaco Marco Alessandrini – è un documento per il quale ci sono voluti guerre totalitarismi, stermini di massa. L’affermazione per cui gli uomini sono tutti uguali senza distinzione di sesso, religione, età, opinioni politiche, la diamo per scontata perché la mia e la vostra generazione non hanno conosciuto la violenza del conflitto, della guerra, dei diritti negati, del pensiero unico, del regime. Viviamo in un’epoca in cui diritti sono sempre più compressi perché le disuguaglianze crescono. Teniamoceli stretti questi diritti, allarghiamoli con la nostra condotta anche cercando di essere cittadini perbene”.

“Con questa iniziativa ribadiamo la vicinanza delle istituzioni ai giovani che affrontano, nuove responsabilità con l’acquisizione del diritto di voto - ha sottolineato l’assessore Antonella Allegrino - L’augurio è che la Costituzione diventi per loro un documento vivo e attuale, che li accompagni nell’affermazione dei propri diritti e nella conoscenza della storia di questo Paese”. Nel suo intervento, l’assessore Allegrino ha ricordato, con commozione, i tragici fatti di Francavilla: “Siamo una comunità ferita - ha detto - Tutto ciò che accade fa parte di noi. Oggi voglio ricordare la professoressa Marina Angrilli, che non potrà mai accompagnare i suoi studenti alla nostra manifestazione, e la piccola Ludovica che non diventerà mai una 18enne”. Un ricordo che ha suscitato il lungo e commosso applauso del pubblico.

Poi la parola è passata ai maggiorenni, veri protagonisti della cerimonia. Sul palco sono saliti due studenti, in rappresentanza di ogni istituto scolastico, che hanno letto e commentato i primi 12 articoli della Costituzione e citato frasi di Piero Calamandrei, componendo, ognuno con un tassello su cui era riportato il testo di un articolo, un puzzle che riproduceva l’Italia. I giovani hanno quindi ricevuto dalle mani del Prefetto, del sindaco e dell’assessore, una copia della Costituzione italiana e un facsimile di scheda elettorale sul quale erano riportati i 12 articoli appena letti. Lo stesso dono, accompagnato dall’esecuzione dell’Inno d’Europa, è stato fatto a tutti i ragazzi presenti in platea. A fine cerimonia l’assessore Allegrino ha rivolto un ringraziamento particolare ai dirigenti scolastici e ai docenti che hanno aderito al progetto, accompagnando gli studenti alla manifestazione.

I nominativi dei ragazzi che hanno rappresentato le scuole sono: Sara Manzo e Giovanni Di Tizio per il liceo statale “G. Marconi"; Riccardo Di Ciano e Giulia Scarsella per il liceo classico “G. d’Annunzio”; Sylla Ndiouga e Bleona Ruci per l'Ipsias “Di Marzio-Michetti”: Giulia Colangelo e Alessia Setti per l'ITS “Aterno – Manthone’; Marco Lariccia e Domiziana Serrano per l’Istituto “Nostra Signora”; Giulio Gaspari e Silvia Ruggieri per il liceo scientifico “G. Galilei”; Fabiola Sprecacenere e Paola Onidi per gli Istituti “E. Ravasco;: Benedetta Colavecchio e Nicolò Pitocco per il liceo scientifico “L. Da Vinci”; Alessandra Cecchino e Maria Laura Di Renzo per il liceo artistico, musicale e coreutico "Misticoni- Bellisario: Riccardo Pineto e Gianluca Troisi per l’ITS “T. Acerbo: Francesca Campanozzi e Daniel Tortella per l’Istituto alberghiero Ipssar “F. De Cecco“; Fabio Gianvittorio e Tommaso Tatasciore per l’IIS “A. Volta”; Claudia Capuano ed Elisabetta Tacconelli per l’Istituto Mecenate.

Hanno fatto parte del quartetto di sassofoni del MiBe: Federica Giusti, Samuele Cicchitti, Francesco Cilli e Gianmaria D’Alleva.

Pescara. Nella mattinata di oggi l'assessore alla Cultura Giovanni Di Iacovo ha fatto il punto su “Lo stato dell’arte... nell’arte: report di 4 anni di assessorato alla Cultura e programma per l’anno 2018”, con una conferenza di presentazione delle attività svolte e di quelle da svolgere da parte del Settore Cultura. Presenti oltre a Di Iacovo il presidente della Fondazione Genti D'Abruzzo, le funzionarie del Settore Alessandra Inzero e Alessandra Di Zio, Daria Scipioni e il responsabile amministrativo dell'Aurum Licio Di Biase. Alla conferenza hanno partecipato inoltre il consigliere Ivano Martelli, il direttore artistico del #Fla Vincenzo D'Aquino e l'ex onorevole Gianni Melilla.

“Fare l’assessore non è una impresa facile, ma se lo fai con lo spirito giusto, invece, è una responsabilità davvero bella – così l’assessore Giovanni Di Iacovo- Bella perché mi ha permesso di occuparmi di ciò che da sempre amo: la cultura nelle sue tante declinazioni. Un Assessore alla Cultura deve essere il primo operatore culturale della sua città, il primo militante di un’associazione culturale attiva, il primo spettatore, il primo ascoltatore, il primo frequentatore e anche il primo critico. Assessore alla cultura è un assessore ai sentimenti e all'intelligenza di tutta una città. E di questa materia, credetemi, Pescara è davvero gran produttrice, in forme sempre nuove, diverse nelle varie sue epoche, e, personalmente non vedo l'ora di scoprire quelle future, che già scalpitano e s’intravedono dietro l'angolo! In questi anni ho cercato di lavorare nella direzione di quelle aspettative culturali che da sempre si respirano in città e che respiro io stesso perché è la mia stessa aria.

I risultati di questi primi 4 anni di assessorato sono stati tantissimi e il programma di lavoro per il quinto anno è altrettanto ricco, ma siamo certi di aver animato al meglio la città, senza dimenticare che per via del predissesto economico ci siamo trovati a gestire il più basso budget per la cultura che questa città abbia mai avuto. Sono soddisfatto? Sì perché abbiamo fatto tanto e anche se c’è ancora molto da fare, sicuramente è una soddisfazione che Il Sole 24 Ore abbia dichiarato che Pescara, in questi ultimi quattro anni, è passata dalla 78° posizione alla 8° posizione in Italia per iniziative culturali, salto che ci ha dato la certezza che la strada che abbiamo iniziato a percorrere non era sbagliata.

Con tutto lo staff del Settore Cultura dell’Ente abbiamo operato sui “software” culturali, ovvero iniziative ed eventi; abbiamo costruito l’ “hardware” culturale, ovvero spazi, beni culturali, istituzioni, regolamenti, pratiche e abbiamo scritto il programma per il prossimo anno.

Software culturali.L’assessorato alla cultura ha organizzato/sostenuto/patrocinato circa mille appuntamenticulturali in quattro anni. Da migliorare: creare un calendario condiviso, una organizzazione più chiara e semplice possibile per chi vuole fruirne. C’é stata una moltiplicazione e diversificazione dei generi e linguaggi culturali proposti. Sono state confermate leiniziative storichedella città (Pescara Jazz, Premi Flaiano, Fuori Uso e le stagioni del Florian). Abbiamo rafforzato quelle medio-storicheche hanno dimostrato di coinvolgere e appassionare sempre più la città (FLA, Funambolika, IndieRocket, Teatro Immediato, Corpografie, Fiume e la Memoria e tanti altri). Abbiamo dato impulso a quelle iniziative nuove, nate recentemente ma che si sono rivelate di successo e si sono ripetute negli anni (Satyricom, Pescara Comic Convention, Future Days, Pi Greco Day, Instant 085, Andrea Pazienza Fest, Musicarte, le mostre allo Spazio Alviani e tante altre iniziative).

Capitolo “Emersione dal territorio”.Abbiamo favorito la nascita di tantissime iniziative del tutto nuove su proposte e iniziative di chi fa cultura sul territorio. A chi ha proposte interessanti va data una chance sia di avere successo che di fallire, e di far vivere anche iniziative culturali che non lisciano il pelo al mainstream. Il Circolo Aternino è il luogo comunale che abbiamo deputato alla creatività e ai nuovi linguaggi culturali.

Capitolo “Immersione nel territorio”. Ospiti internazionali e nazionali e argomenti non localistici per ampliare e ossigenare gli orizzonti culturali della nostra città.

Hardware culturale(spazi, beni culturali, istituzioni, regolamenti, pratiche). Aurum e Spazio Matta: da luoghi “off”, periferici e poco frequentati sono diventati cuori pulsanti della cultura e dello spettacolo della città con due distinte vocazioni, l’Aurum principalmente per musica classica e folk, arte, cinema, storia e convegni (ogni weekeend ci sono in media 7 iniziative e dove da giugno a settembre ogni sera c’è uno spettacolo) e il Matta per teatro, danza, performance, innovazione, sperimentazione e ricerca. Spaz:attivazione del primo centro autogestito giovanile della città di Pescara dove vivono quotidianamente sale studio, workshop, attività formative e artistiche (niente bonghi e canne, questi so ragazzi più seri rispetto alla nostra generazione!)

Risanamento strutturale e rinnovo completo della “governance”di Ente Manifestazioni e Fondazione Genti D’Abruzzo. Tavolo tecnico permanente sui Beni Culturalidella città con Sovrintendenza, ArcheoClub, Archivio di Stato e Università. Regolamento per gli artisti di stradache vogliano esibirsi (per fare di Pescara una città Buskers friendly). Nuovo, moderno e trasparente regolamento per i contributie il sostegno delle iniziative. Per questa e per molte altre iniziative ringrazio Daniela Santroni per la preziosa collaborazione. Progetto di una rete che metta a sistema funzioni e programmazione di tutte le strutture museali e dello spettacolo della città ottimizzando costi e intensificando offerta culturale (Colonna, Cascella, Museo Mare, Città della Musica, Auditorium Flaiano, Teatro D’Annunzio, Museo delle Genti D’Abruzzo, Matta, Aurum, Circolo Aternino, Auditorium Cerulli etc…). Abolizione di tutti i filtri, le lungaggini e liste d’attesa per essere ricevuto in assessorato o, meglio, per passare a fare due chiacchiere sui tuoi progetti con me e i miei collaboratori.

Sfide da realizzare nei prossimi mesi

Piccolo Teatro di Piazza Duca. Apriremo uno spazio di teatro e spettacolo nella sede della ex circoscrizione Castellamare in collaborazione con Laad, Tsa e Torre del Bardo. Auditorium Federico Caffè. Apertura di uno spazio di musica e spettacolo a piazza duca nella sede dell’auditorium accanto alla scuola Virgilio ai Colli di Pescara.

Cultura nei quartieri. Ciclo di spettacoli e concertinelle periferie di Pescara. Cinema all’aperto, popolare e a ingresso libero, ogni domenica di luglio e agosto. Attivazione della Città della Musica. Riattivazione Museo delle Meraviglie Marine con il trasferimento in corso dei cetacei dell’ex Museo Ittico. Riapertura Museo Cascella, attività affidate al Museo delle Genti che sta lavorando alacremente per ottenere questo traguardo, razionalizzando costi e mettendo a frutto le strutture. Regolamento “muri legali” e progetto di promozione della street art a Pescara (grazie a SI/LeU)

Una spina nel cuore è oggi il Michetti. Pur avendo ottenuto il milione di euro (grazie Regione Abruzzo) per far partire il secondo determinante lotto di lavori (già appaltati e con la ditta pronta per iniziare) a causa di un contenzioso legale c’è stato un enorme ritardo e non credo sarà possibile riaprirlo entro quest’anno ma faremo il possibile per accorciare i tempi. E’, infine imminente la pubblicazione del tanto atteso “Bando per gli spazi” che la città aspettava con tutte le associazioni che fanno cultura e producono lavoro e intrattenimento in città”.

Pescara. Importante assemblea sindacale regionale dell’Associazione Nazionale Dirigenti Pubblici e Alte Professionalità della Scuola questa mattina, martedì 22 maggio, all’istituto tecnico “Manthonè” di Pescara, in cui presidi e docenti hanno approfondito le questioni dibattute anche nell’ultimo Consiglio nazionale di aprile, relative alla stagnante situazione sia contrattuale che della scuola. In particolare, si è affrontata la questione della protesta in atto dei dirigenti scolastici che mira a facilitare il raggiungimento di precisi risultati: una retribuzione equa e condizioni di lavoro professionalmente adeguate al ruolo. Ben 3 mila dirigenti lo hanno chiesto con forza durante la manifestazione organizzata dall’Anp il 25 maggio 2017 a Roma. Oggi si riconosce che qualche varco è stato aperto nel percorso verso la perequazione retributiva, ma ancora nessun risultato concreto è stato raggiunto. Il cedolino dei dirigenti continua a segnalare l’iniqua differenziazione esistente, all'interno dell'area istruzione e ricerca, con gli altri colleghi.

Inoltre, ha affermato il presidente nazionale Antonello Giannelli, intervenuto nell’assemblea, “constatiamo che le condizioni di lavoro dei dirigenti delle scuole non sono migliorate nella misura da noi richiesta: l'Amministrazione assicura a parole la volontà di snellire le procedure e di alleggerire i carichi di lavoro ma continua, di fatto, ad imporre vessazioni burocratiche che non migliorano la qualità del servizio e che sono inutilmente onerose per i dirigenti e le scuole. La procedura di valutazione dei dirigenti appare anche per l'anno in corso insensata e inefficace: non avrà alcuna connessione con la retribuzione di risultato e continua ad essere irragionevolmente complessa ed opaca. Questo, per noi, rende inaccettabile la compilazione del portfolio anche per il 2017/2018. L'Anp crede nella valutazione da sempre e pretende che l'Amministrazione non svenda questo prezioso strumento di riconoscimento professionale pur di assecondare quelle organizzazioni sindacali che sono solo interessate a scardinare le leggi, senza alcuna cura dell'interesse pubblico. Noi non accettiamo che simili accordi vanifichino le disposizioni legislative”.

L’Assemblea regionale dei dirigenti scolastici dell’Anp Abruzzo ha confermato con forza lo stato di agitazione già proclamato e invita i colleghi mantenere vive le forme di protesta: ora più che mai è necessario garantire una pressione costante sull'Amministrazione. “Abbiamo appena iniziata la sessione negoziale per quello che è il primo contratto dell'area istruzione e ricerca. I dirigenti delle scuole, oggi, non sono più confinati nella gabbia di una malintesa specificità. Chiamiamo tutti i dirigenti, a prescindere dall'appartenenza sindacale, a protestare con noi e ad assumere comportamenti coerenti fino al raggiungimento degli obiettivi aderendo alle forme di protesta indicate: l’unione fa la forza!”

La scuola, per la presidente dell’Anp Abruzzo Costanza Cavaliere, va “messa al centro di scelte ponderate e non di appartenenza partitica, costruttive e orientate secondo punti cardine già esistenti, risolutive di grosse questioni sospese (investimenti di qualità nei criteri e nelle procedure di reclutamento, formazione e valutazione del personale della scuola; nella sicurezza; nella gestione organizzativa a diversi livelli...), proiettive e orientate alla cittadinanza e alla mondializzazione. È ormai essenziale che si superi finalmente il tabù della fittizia uniformità professionale: è necessario ipotizzare ruoli diversi all’interno dell’organizzazione scolastica per i docenti e una riqualificazione continua degli operatori per far fronte ai continui cambiamenti, anche amministrativi e gestionali. Il successo formativo degli allievi si consegue attraverso le sinergie da attivare a diversi livelli: l’innovazione della didattica laboratoriale e della valutazione autentica, dalle pratiche alle tecnologie; una middle management di supporto all’attività gestionale dirigenziale e alla progettazione didattica; una task force amministrativa formata e competente. Non bastano più nel nostro Paese le dichiarazioni di intento e le norme che descrivono situazioni da realizzare: la scuola ha bisogno di ruoli e professioni da ridefinire in adeguati profili giuridici e contrattuali che ne sostanzino le nuove richieste di prestazione qualificate e riconoscibili sia all’interno che all’esterno del sistema dell’istruzione”.

Pescara. Domani, mercoledì 23 maggio, alle ore 18,00, al Mediamuseum di Pescara (piazza Alessandrini 34), Stefano Trinchese e Marco Presutti converseranno con Enzo Fimiani, autore del libro «L'unanimità più uno». Plebisciti e potere, una storia europea (secoli XVIII-XX) (Le Monnier, 2017).

L’incontro, promosso dalla Fondazione Edoardo Tiboni e dall’Istituto nazionale di Studi crociani, rientra nel ciclo di conversazioni di Attualità culturale in dialogo (terza annualità).

Per la prima volta viene ricostruita nella sua interezza e complessità la storia del rapporto plebiscitario tra potere politico e adesione di massa nell'Europa contemporanea. Frutto di studi e ricerche pluridecennali, il volume solleva questioni cruciali della modernità politica, racconta e interpreta in una prospettiva comparata i plebisciti e i fenomeni da essi innescati, muovendosi attraverso un arco temporale di due secoli; una ventina di aree nazionali europee; una serie di nodi che arrivano a toccare la natura stessa della democrazia (e dell'anti-democrazia); una pluralità di regimi, esperienze politiche e figure storiche, dai due Napoleone a D'Annunzio, da Mussolini a Hitler, da Franco a Salazar, fino a De Gaulle e Gorbachev. Alla storia si aggiunge l'attualità: se il plebiscitarismo appare ancor oggi una delle facce più evidenti della politica nel contesto europeo, questo libro giunge a trattare vicende che molto ci riguardano, come cittadini del secolo XXI.

 

Enzo Fimiani coordina le biblioteche d'Ateneo dell'Università Gabriele D'Annunzio di Chieti-Pescara e si occupa di storia come: responsabile di ricerche nazionali; collaboratore di SISSCO, Istituto nazionale F. Parri, Istituto abruzzese; docente universitario a contratto; relatore in convegni anche internazionali; autore o curatore di molte pubblicazioni scientifiche tra cui: Guerra e fame. Il secondo conflitto mondiale e le memorie popolari (Lanciano, 1997); Vox populi? Pratiche plebiscitarie in Francia, Italia, Germania (secoli XVIII-XX) (Bologna, 2010); Dizionario della Grande guerra (con G. Corni, L'Aquila, 2014); Le costituzioni italiane 1796-1948 (con M. Togna, L'Aquila, 2015); La partecipazione del Mezzogiorno alla Liberazione d'Italia (1943-1945) (con ANPI, Firenze, 2016).

 

Stefano Trinchese è Prorettore con delega ai rapporti con enti e istituzioni culturali nell’Università di Chieti-Pescara, nella quale è professore ordinario di Storia contemporanea. Tra le sue pubblicazioni: Il cavaliere tedesco. La Germania antimoderna di Franz von Papen (Roma, 2000), Mare nostrum (Milano, 2006), L’altro De Gasperi (Roma, 2007), Rotte adriatiche. Tra Italia, Balcani e Mediterraneo (Milano 2011).

Pescara. Si è conclusa con 3 arresti e 3 denunce in stato di libertà, nonché con il sequestro di 8 gr. di sostanza stupefacente del tipo “marijuana”, un servizio di controllo del territorio condotto nel fine settimana dai Carabinieri della Compagnia di Pescara sul capoluogo e nel Comune di Spoltore.
Nello specifico, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile hanno tratto in arresto, in flagranza del reato di evasione, Gianni Mincone, 48enne e Nicola Di Giovanni, 63enne, sorpresi dagli operanti al di fuori della propria abitazione in orario diverso da quelli consentiti e senza alcuna autorizzazione.
I Carabinieri della Stazione di Spoltore hanno, invece, tratto in arresto, in ottemperanza ad un ordine di esecuzione pena alla detenzione domiciliare emesso dall’Ufficio Esecuzioni Penali della Procura della Repubblica di Lanciano, Vincenzina Spinelli, 46enne, che, resasi responsabile nell’ottobre 2010 del reato di sottrazione o danneggiamento di cose sottoposte a sequestro disposto nel corso di un procedimento penale o dall’autorità amministrativa, dovrà espiare la pena definitiva di anni 1 e mesi 4 di reclusione.
Sempre i Carabinieri della citata Stazione hanno deferito in stato di libertà, per il reato di furto aggravato di energia elettrica, F.R., 43enne operaio; gli operanti, a seguito di accertamento effettuato in data 11.5.u.s. unitamente a personale specializzato dell’Enel, hanno appurato che prevenuto, dall’anno 2013 ad oggi, manomettendo il contatore di energia elettrica a lui intestato, ha sottratto energia elettrica ad uso domestico per l’alimentazione di una rimessa ubicata su un terreno di sua proprietà.
I Carabinieri della Stazione di Pescara Scalo hanno deferito in stato di libertà per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti F.D., senegalese, 48enne, pregiudicato. L’extracomunitario, sottoposto a controllo in questo Corso Vittorio Emanuele II, a seguito di perquisizione personale, è stato trovato in possesso di 8 gr. di marijuana, già suddivisa in dosi, che teneva nascosta nel risvolto dei pantaloni.
Infine, i Carabinieri del citato N.O.R. hanno deferito in stato di libertà per il reato di ricettazione, F.I., 43enne, pescarese, pregiudicato, sorpreso, a seguito di perquisizione personale, in possesso di prodotti alimentari del valore complessivo di € 100, asportati poco prima da un furgone delle consegne di una ditta della provincia di Campobasso.

Pescara. “E' arrivata la sentenza del TAR che dovrebbe decretare la demolizione di un ecomostro in fieri: tre palazzine sul lungomare sud di Pescara.
Da un lato la nostra città, ed il valore strategico per il suo futuro, dall’altro un groviglio di sordidi interessi privati. Così come l'area di risulta, ribattezzata il Parco centrale, dove lo scellerato programma dell'attuale Giunta prevede di fatto la privatizzazione di parcheggi costosissimi per i cittadini nel centro città per i prossimi 20 anni.
Siamo davanti ad interessi privati a discapito del bene pubblico che non trovano il reale contrasto né del centrodestra né dal centrosinistra che, anzi, sembrano affannati a favorire sia con norme nazionali che locali l'ennesimo scippo dei diritti della cittadinanza.
Pescara deve, quindi, sperare nella solerte opera della magistratura per evitare che risorse preziose per la collettività, quali le aree in questione, divengano preda di interessi politici privati, almeno finché non ci sarà un cambio radicale alla guida dell'amministrazione che solo il M5S può garantire.
Non abbiamo bisogno di opere faraoniche che stravolgano l'assetto della città (dal Ponte Flaiano, che poteva essere di dimensioni e costi ben minori, al Piano regolatore portuale), ma di un’opera di manutenzione straordinaria (innanzitutto dei beni naturali quali il Fiume Pescara e la Pineta Dannunziana e ovviamente della struttura urbanistica di cui fanno parte) che la renda decorosa e funzionale”. Lo afferma il consigliere comunale Massimiliano Di Pillo.

Pescara. Nella mattinata di ieri la Commissione Edilizia Scolastica presieduta dal consigliere Tonino Natarelli si è tenuta sul cantiere dalla scuola di San Silvestro, dove sono in corso lavori di adeguamento sismico e riqualificazione pari a 800.000 euro. Sul posto, oltre ai consiglieri, anche il coordinatore alla sicurezza Giacomo Di Cola, Luciano e Andrea Pitucci della Edilpini che sta operando e l’architetto Giuseppe Tavani, direttore dei lavori.

“Si tratta di una riunione voluta per illustrare come si sta procedendo con i lavori che serviranno a riqualificare l’istituto che aspetta da tanto tempo interventi di adeguamento sismico e termico – riferisce il presidente Tonino Natarelli– Sui lavori e sui tempi sia l’architetto Tavani che il responsabile della sicurezza Di Cola sono stati chiarissimi nell’illustrare le varie fasi e la situazione. Gli interventi sono regolarmente iniziati, è in corso una prima fase, consistita nella realizzazione di sondaggi per verificare la situazione presente e dove intervenire. Adesso si sta procedendo alla rottura degli intonaci, che ha rivelato alcune criticità: come il fatto che sulle colonne corrono anche i vecchi tubi in ferro del vecchio impianto di riscaldamento, cosa che rende ostativo l’incamiciamento dei pilastri e si sta dunque verificando con la ditta di intervenire anche sulle linee termiche, cercando di ricomprenderne di nuove nell’appalto. Non ritardi, ma adeguamento alle sopraggiunte variazioni normativa sulle procedure da adottare per il deposito al Genio Civile relativamente alle procedure antisismiche, tutto è stato adeguato e presentato e con il Genio Civile è stato inoltre stabilito un contatto diretto, anti lungaggini. A piano terra sono stati trovati tre pilastri che si credevano consolidati, almeno sulla carta, ma su cui sarà indispensabile intervenire perché più stretti alla base e dunque va rinforzata la camicia fatta per mettere in sicurezza gli spazi. Stiamo adottando tutti i criteri più consoni per il consolidamento statico, razionalizzando tempi e interventi”.

“C’è chi aveva gridato ai lavori fantasma per la scuola di San Silvestro e oggi ha dovuto ricredersi – così l’assessore all’Istruzione Giacomo Cuzzi– Ora, invece, ci si vuole tacciare di perdere tempo, senza considerare che grazie a questa prima fase abbiamo scoperto che l’intervento deve essere più calibrato e dunque i lavori non potevano essere ritardati oltre, proprio per la sicurezza dei ragazzi che è la cosa che ci preme più delle polemiche di Seccia. I lavori sono partiti, il cantiere esiste ed è in sicurezza e tutte le misure alternative per limitare disagi ai ragazzi e famiglie sono state prima condivise con le famiglie e poi attuate come annunciato, a partire dalla sede temporanea in via Rubicone, dove sono al sicuro, per arrivare alla navetta gratuita per quanti lo hanno chiesto.

Così si fa politica, non speculando in maniera vergognosa su scuola, sicurezza e futuro dei ragazzi. Certo, può essere non sopportabile l’idea che siano stati altri a riqualificare una scuola nel proprio quartiere elettivo, ma di fatto è quello che sta accadendo e se il consigliere Seccia davvero teneva tanto a quei lavori, avrebbe potuto esserne artefice nei cinque anni in cui è stato assessore al Bilancio e durante cui non ha trovato tempo e risorse da investire in scuole, sicurezza degli edifici e studi di vulnerabilità sismica. Vogliamo tranquillizzare le famiglie sul fatto che tutto procederà come annunciato, sicuri di essere ben compresi, perché il progetto della scuola è entrato in tutte le case di San Silvestro e presto diventerà realtà”.

Pescara. “Riviera: nella giornata di oggi si è proceduto alla fresatura di tutti i parcheggi lato monte che si trovano prima di Piazza Primo Maggio. Il lavoro continuerà domani con la fresatura della carreggiata stradale e per mercoledì l’operazione potrebbe arrivare a via Galilei. Domani inoltre si potrebbe completare l'asfalto sui parcheggi, e giovedì iniziare quello sulla carreggiata scarificata, che potrebbe terminare venerdì se le condizioni atmosferiche lo consentiranno. Questo significa che venerdì sera il tratto fino a via Galilei potrebbe essere riaperto alla circolazione. Se così fosse la riviera resterebbe tutta aperta anche questo fine settimana come il precedente. Poi si procederà da via Galilei fino alla Madonnina, accorpando i tratti restanti. Naturalmente va precisato che questo cronoprogramma potrebbe subire variazioni dovute alle condizioni atmosferiche.

Riviera sud: E' iniziata questa mattina la nuova viabilità annunciata sulla riviera sud. Le auto stanno percorrendo la strada di collegamento tra il Lungomare Papa Giovanni XXIII e via Figlia di Iorio, al fine di consentire alla ditta di lavorare all’allargamento della passeggiata lato mare che passerà da una ampiezza di 3 metri circa a circa 12.15 metri, comprendendo anche una ciclabile di 3 metri di ampiezza. In settimana, se le condizioni meteo lo permetteranno, verrà reso agibile il parcheggio lato via Barbella, che, come annunciato, consentirà di recuperare ben 190 posti auto a servizio di tutto il tratto di riviera, aumentandone l’accoglienza”.

Pista ciclabile via Muzii: era il cantiere più impattante per la viabilità ma con grande pazienza il lavoro è terminato alle ore 18.00 come da programma, per cui la viabilità è rientrata nella norma.

“Riaprirà alle 19 viale Muzii dove sono state completati i manti di asfalto sulla pista ciclabile e sulla carreggiata – annuncia l’assessore alla Mobilità Giuliano Diodati– E’ stata sicuramente una giornata difficile per l’arteria, ma indispensabile per definire l’intervento, nato per renderla più sostenibile e rigenerata. Ringraziamo la cittadinanza che ha seguito le indicazioni e ha collaborato, ci scusiamo per le file che abbiamo cercato di contenere anche con l’ausilio della Polizia Municipale che ha presidiato le operazioni. Abbiamo seguito le operazioni passo passo sia con i tecnici della Viabilità che con la ditta e la Polizia Municipale. Resta solo la segnaletica da fare, che verrà eseguita nei prossimi giorni”. Lo afferma in una nota il vicesindado di Pescara e assessore ai Lavori Pubblici, Antonio Blasioli.

Pescara. Arrivano da tutta Italia a Pescara alcuni tra i migliori, più seguiti, più virali, più amati (e perciò più odiati) tra gli autori e i collettivi che da web e social, da librerie e televisioni, spandono satira a piene mani su questo nostro strambo presente.

Il Satyricom 2018vivrà per due giorni, il 25 e 26 maggio, a Pescara vecchia, tra il Circolo Aternino,i cui tre spazi saranno ribattezzati “sala Molise”, “sala Forse Vax”e“cortile Nuovo Ordine Mondiale”, poi all'auditorium Petruzzi(che diventerà sala “Antonio Razzi”), infine al ristorante Juliusdi via delle Caserme, e, in notturna, presso il Groovein Largo dei Frentani.

 

Organizzata dall'associazione Scie Comichecol sostegno dell'Assessorato alla Cultura del Comune di Pescara, la rassegna arriva al suo terzo anno di vita nella consueta formula, unica nel panorama nazionale, riconosciuta e ambita dal mondo satirico italiano. Dunque incontri con gli autori, mostre di fumetto e vignette, stand up comedy e contest a colpi di battute, e due novità, il “Karaoke brutto” e il gioco da tavolo Rustiko in versione maxi, con un tabellone di 8 metri quadri.

Oggi la presentazione a Palazzo di Città con l’assessore alla Cultura Giovanni Di Iacovo, Francesco Brescia e gli altri partner della rassegna.

 

“Le vere soddisfazioni sono quelle di vedere confermato il successo di qualcosa che a questa città mancava e mancava forse in Italia – illustra l’assessore alla Cultura Giovanni Di Iacovo– Satyricom è cresciuto, è giunto al terzo anno, raccoglie il meglio della satira web e tutto quello che c'è di vivace, acceso e divertente nella rete. Siamo orfani di riviste come Cuore, Satyricon e trasmissioni televisive come Avanzi e le altre, in cui la politica veniva capita anche meglio con la satira e accompagnava lo svolgersi degli eventi nel mondo di cultura, politica e società. A parte alcune presenze come il Vernacoliere che è comunque geograficamente identificato, sia sulla Tv che sulla stampa la satira langue, ma al contempo è vivacissima sul web, attraverso tantissimi veicoli, blog, vignette, nel web torniamo a vivere e sorridere come abbiamo fatto in passato con altri mezzi. Il Festival è composto da una serie di eventi, tutti imperdibili”.

 

SATYRICOM 2018 si avvale del sostegno del main sponsor MICSO, del sostegno di Arci Pescara, del ristorante Julius, dell' Università Europea del Design. Inoltre sostiene

l' Avis Pescara.

Media partner dell'evento è Radio Delta 1.

 

Informazioni sui workshop orari e iscrizioni sono sul sito www.satyricom.it

 

Tutti gli eventi sono ad ingresso gratuito.


PROGRAMMA COMPLETO

 

venerdì 25/05/2018

 

TOMOMI NIGHTS SHOW

Viaggio niente affatto serio nel mondo della genitorialità 2.0

con Lore, Graziella Catalano e Francesco Astrognauta

Circolo Aternino - Sala Molise - ore 19.00

 

INAUGURAZIONE FATTO BENE

Taglio del nastro, saluto delle autorità, scambio di effusioni

con Il Mondo della Politica Internazionale ed alcuni passanti

Circolo Aternino – Cortile Nuovo Ordine Mondiale - ore 20.00

 

GLMART – GIUSEPPE LA MICELA

Libero Reading in Libero Cortile

con le vignette di Giuseppe La Micela

Circolo Aternino - Cortile Nuovo Ordine Mondiale - ore 20.30

 

FEUDALESIMO E LIBERTA'

Partito politico per il ripristino dei diritti feudali in Italia. Presentazione del programma elettorale.

con Alessandro Concas e Stefano Tavera

Auditorium Petruzzi - Sala Antonio Razzi - ore 21.00

 

ALPHA WOMAN

Libero Reading in Libero Cortile

con la pagina facebook Alpha Woman

Circolo Aternino - Cortile Nuovo Ordine Mondiale - ore 21.30

 

SPINOZA

Un blog serissimo.

con Stefano Andreoli

Auditorium Petruzzi - Sala Antonio Razzi - ore 22.00

 

MENTIRE DI FRONTE ALLE SPUNTE BLU DI WHATSAPP

Libero Reading in Libero Cortile

con la pagina facebook Mentire di fronte alle spunte blu di Whatsapp

Circolo Aternino - Cortile Nuovo Ordine Mondiale - ore 22.30

 

PREMIO P.E.S. - PAGINA EMERGENTE DI SATIRA 2018Consegna P.E.S. a pagina emergente e P.E.S. alla carriera

Auditorium Petruzzi - Sala Antonio Razzi - ore 23.30

 

@ZZIAGENIO78

La vita di un battutista.

con Daniele Villa

Julius – Via delle Caserme- ore 0.00

 

“IL MAGO DI O.T.”

( E altre fiabe DownAndersen).

con Manuel Bongiorni/Mangiabinari

Circolo Aternino - Sala Molise - ore 0.30

 

STANDUP NIGHT

La notte dell'irriverenza. Forse.

con Francesco Lancia, Carmine Del Grosso, Mario Raz, Francesco Mileto, Giuliano Gavagna, Konrad Schubert.

Groove – Largo dei Frentani - ore 1.00

 

 

sabato 26/05/2018

 

@SCUOLEDIPESCARAOFFICIAL

Il peggio delle scuole di Pescara su Instagram

Circolo Aternino - Sala Molise - ore 19.00

 

 

I 400 CALCI

Cos'è il Cinema di Menare? Perchè è il migliore e come facciamo ad averne le prove.

con Gabriele Niola

Circolo Aternino – Sala Molise - ore 19.45

 

GASTONE

Libero Reading in Libero Cortile

con Frank Ravine

Circolo Aternino - Cortile Nuovo Ordine Mondiale - ore 20.00

 

MAGNOTTA WARS

E grazie per tutte le lavatrici

con Fabrizio Pluc Di Nicola e Antonio Recupero

Circolo Aternino – Sala Molise - ore 20.30

 

MAI DIRE SI' A QUELLI DEL SATYRICOM

Intervista con un pezzo di Leggenda

con Marco Santin (Gialappa's Band) intervistato da Francesco Brescia

Auditorium Petruzzi - Sala Antonio Razzi - ore 21.00

Pagina 1 di 311

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione