Pescara. “Comprendiamo la necessità del consigliere Di Pillo di ricordare la sua esistenza politica ai residenti del quartiere in cui vive, così come comprendiamo la sua necessità di affermare con forza il suo ruolo di fotoreporter all'interno del M5S. Ciò che però lascia sconcertati, però, e molto, è il notare che, dopo quasi 5 anni di presenza in Consiglio Comunale, non abbia ancora compreso le effettive competenze dell’Amministrazione comunale su un cantiere di proprietà del Ministero.

È vero che il 17 febbraio 2018 comunicammo che erano stati trovati i fondi per terminare gli alloggi dei Carabinieri ed è vero che entro l’estate, se non ci fossero stati intoppi, ci sarebbe stato l’appalto. È altrettanto vero, però, che manca più di un mese alla fine dell’estate 2018 e che il 3 settembre ho un appuntamento con il referente del progetto per conoscere lo stato dei fatti, ak fube di sapere a che punto siamo con la gara, perché dopo che le elezioni del 4 marzo scorso l’inquilino del Ministero delle Infrastrutture competente per quegli alloggi è cambiato. Ciò che ci preme comprendere al più presto è dunque se il nuovo Ministro Toninelli manterrà gli impegni presi dal precedente Governo sul progetto.

Ministro Toninelli che, guarda caso, è dello stesso partito del consigliere Di Pillo, che magari volendo potrebbe, scollegandosi dai social e dall’obiettivo per qualche giorno, recarsi al Roma a interloquire direttamente con il suo Ministro, facendoci capire a che punto sono le cose e magari anche chiedergli di procedere alla pulizia e bonifica dell’area, che comunque chiederemo alla nostra Polizia Municipale di controllare, per quanto di loro competenza.

In fin dei conti, il ruolo di consigliere comunale comporta oneri e onori che non si esauriscono con le dirette Facebook e i reportage sulle aiuole, ma impongono il dovere di lavorare duramente affinché la città che si rappresenta possa crescere e superare le difficoltà.

Dando per scontato che il consigliere Di Pillo farà tesoro di tale umile suggerimento, lo ringrazio fin d’ora per l’importante opera di mediazione che svolgerà a Roma, sempre se il Ministro, dopo essere venuto a conoscenza del suo attacco, vorrà incontrarlo e sempre se la capogruppo consiliare Enrica Sabatini, dopo aver letto della stoccata lanciata da Di Pillo a Toninelli, lo ritenga il miglior mediatore possibile. Restiamo in fiduciosa attesa”. Lo afferma in una nota il vicesindaco di Pescara e assessore ai Parchi e Lavori Pubblici, Antonio Blasioli.

Pescara. "Nel febbraio dell'anno in corso, dopo un comunicato stampa del sottoscritto che chiedeva spiegazioni rispetto all’immobilismo nella definizione del completamento della nuova caserma dei Carabinieri a Pescara, il Vice Sindaco Blasioli con una risposta provocatoria e poco credibile, comunicava finalmente alla città che l’iter per l’assegnazione del bando e quindi della progettazione guarda caso, era avvenuto proprio nel giorno dell’invio del mio comunicato stampa.

Nell’articolata risposta che comprendeva anche lo spazio adiacente all’area da dedicare alla nuova caserma, il Sindaco e il suo Vice si affrettarono a “snocciolare” date a dati dichiarando: <<i lavori di completamento dell’edificio andranno a regime già entro l’estate, grazie allo stanziamento di 1.800.000 da parte del Ministero dei Lavori Pubblici>>.

Entro l’estate, sempre secondo gli amministratori del PD pescaresi, se l’iter non avesse subito imprevisti, avrebbe potuto essere data in affidamento la progettazione della caserma stessa. Un passaggio che avrebbe reso certo, l’impegno di spesa di 4.000.000 di euro, messi a disposizione dall’Agenzia del Demanio e consentito il completamento e l’apertura della struttura entro il 2020/2021, grazie a una rimodulazione dei volumi e dei finanziamenti originari.

A pochi giorni dalla fine di agosto oltre i saggi relativi alla bonifica per la presenza di ordigni bellici inesplosi nel terreno adiacente il futuro parco dedicato allo sport di Via Gran Sasso, novità non ce ne sono. L’unica certezza è la presenza fissa di un soggetto, che continua a movimentare materiale di ogni genere all’interno di quello che era il cantiere della nuova caserma dei Carabinieri.

Due giorni fa mentre ero di passaggio in quella zona, ho notato il cancello aperto e ho chiesto spiegazioni alla persona che con un proprio mezzo, continuava a movimentare materiale. Alla richiesta di qualificarsi, ha semplicemente risposto che era “quello che sta qua al magazzino” , e che era stato autorizzato dall’architetto Basso del Provveditorato, allo scopo di controllare quello spazio.

Senza alcuna autorizzazione scritta da parte di nessuno, benché meno dall’architetto Basso, ha provato a rispondermi relativamente a tutto il materiale depositato all’interno di quello che una volta era un cantiere, e che oggi è semplicemente una discarica a cielo aperto nonché magazzino per ogni tipo di materiale.

Posizionati vicino al fabbricato esistente, sono allineati una serie di serpentine arrotolate in enormi matasse che il personaggio “gestore” dello spazio di Via Rigopiano, identifica nel materiale che occorre per costruire la pista di pattinaggio sul ghiaccio nel periodo invernale all’interno di P.zza della Rinascita. Materiale che lo stesso soggetto, quantifica in un valore vicino ai 140.000 euro. Tutt’attorno nessuna precauzione o impianto antincendio o anti-intrusione che possa tutelare lo stesso materiale, anzi vegetazione altissima e o attrezzature da cantiere di ogni genere non ben identificato.

Oltre il proprietario del conflitto di interesse che il detentore dello slogan “Pescara si fa bella”(Vice Sindaco Antonio Blasioli) ha identificato nella mia persona, in quanto residente a ridosso dello stesso spazio che verrà (non si sa quando) adibito a nuova caserma dei Carabinieri, chiedo ufficialmente al Sindaco e all’amministrazione tutta, spiegazioni rispetto al personaggio detentore delle chiavi del cancello, e oltremodo sollecito gli stessi a stringere concretamente i tempi di attuazione della progettazione ed esecuzione dei lavori che portino finalmente a riunificare le caserme sparse in tutta la città eliminando quell’odioso costo di locazione degli stessi stabili che ogni anno incidono sulle casse dello Stato per la cifra esorbitante di circa 400.000 euro". Lo afferma in una nota il consigliere comunale di Pescara del M5S Massimiliano Di Pillo.

Pescara. Nel pomeriggio di venerdì il personale la Polizia di Stato è intervenuta in Via Tassoni angolo Via Gramsci dove era stata segnalata la presenza del probabile autore di un furto. Gli agenti hanno rintracciato il sospetto, D. B. M., pregiudicato, di origine siciliana e lo hanno trovano in possesso di due telefoni cellulari. I poliziotti della Squadra Volante di Pescara, accertavano che i cellulari erano provento di furto, e rubati poco prima sotto un ombrellone di uno stabilimento del Lungomare Matteotti. La segnalazione, infatti, giungeva proprio dal titolare dello stabilimento balneare, che aveva notato il giovane aggirarsi fra gli ombrelloni con fare sospetto e lo aveva seguito fino a quando non veniva intercettato dagli agenti, che lo arrestavano.
Questo risultava un reato ulteriore ad altri commessi dall’uomo dal 15 luglio u.s., data della sua scarcerazione dalla locale casa circondariale, dove si trovava a causa di reati di furto aggravato e rapina impropria.
Il PM di turno della Procura della Repubblica di Pescara, sottoponeva in data odierna il D. B. M. a giudizio direttissimo, al termine del quale il Giudice disponeva che venisse condotto in carcere.

Pescara. "Le indagini per la valutazione del rischio bellico nell'area degli ex monopoli di Stato, dove sorgerà il parco dello sport hanno determinato la necessità di un ulteriore passaggio e cioè la necessità di una bonifica sistematica terrestre. Prima di procedere chiederemo il parere del Genio Militare.

E’ quantoi comunica la Sogem Sas che ha eseguito le indagini di rischio bellico il 23 luglio, che sono stati rilevati numerosi segnali ferromagnetici, molti dei quali ad una profondità superiore agli 80 cm. E proprio per queste occorre la bonifica bellica, per verificare se i segnali sono corrispondenti a degli ordigni o ad altro materiale ferroso nascosto nel sottosuolo.

E' stata una indagine del costo di 12.000 euro prevista dalla L. 80/2006 per la redazione del Piano di sicurezza e che riguarda appunto anche l'area del Monopolio che assieme a tante aree della città di Pescara, essendo prossima alla stazione ferroviaria, venne bombardata nel 1943.

Per il cosiddetto rischio bellico la Sogem Sas di Isernia , individuata tra le ditte iscritte in un apposito registro del Ministero per effettuare questo tipo di indagine, impiegherà dieci giorni di tempo, trascorsi i quali, se non ci saranno problemi per la presenza di ordigni, si procederà all'inizio del primo lotto del Parco dello Sport, parco cofinanziato dal Coni nell'ambito del progetto sport e periferie.

La Sogem ha effettuato una indagine superficiale magnetometrica con apparati rilevatori tipo "Ebinger" per un metro di profondità su tutta l'area di circa 7.500 mq, per 1,50 metri in corrispondenza degli alberi da piantumare, per 2 metri di profondità in corrispondenza dell'area in cui è localizzato il chiosco/spogliatoio e per 7 metri di profondità nell'area in cui è localizzato il pozzo.

Se le bonifiche avranno esito negativo, circostanza che sapremo solo nel mese di settembre, ad ottobre inizieranno i lavori del Parco dello Sport, cioè la AEC Edificatoria la realizzazione del primo dei due lotti dei lavori del Parco dello sport di via Rigopiano/via Passolanciano, altrimenti occorrerà notiziare gli artificieri". Lo ha affermato in una nota il vicesindaco di Pescara e assessore ai Parchi, Antonio Blasioli.

Pescara. L’Unibasket inizia la sua attività con una partenza in grande stile: martedì 21 agosto, alle ore 19:00, a Pescara, si svolgerà il raduno di inizio stagione coinvolgerà tutte e tre squadre di punta del sodalizio.

I tifosi, gli appassionati, i giornalisti della carta stampata e i redattori delle pagine Web, così, potranno incontrare i protagonisti della serie B targata Pescara, quelli della serie C Gold firmata Lanciano e i giovani coinvolti nel progetto della DNG. Il luogo del raduno è lo stesso degli ultimi anni, dopo il successo delle ultime edizioni: il mitico campo della Stella Maris, sito in Via Scarfoglio, dove tanti anni fa iniziò la storia dell’Amatori.

Martedì sarà giornata di visite mediche per tutti i giocatori, che dal giorno dopo inizieranno la dura preparazione in palestra in vista della prossima stagione. La sera, però, ci sarà tempo per riunirsi: tutta l’Unibasket sarà sul lungomare cittadino, ospite della Paranza, storico ristorante di Maurizio D’Anolfi, da sempre pilastro della pallacanestro pescarese. Una bella serata in una splendida location, per iniziare al meglio la stagione sportiva, che sarà sicuramente molto impegnativa ma che sembra avere basi molto solide. Anche l’attività del settore giovanile Unibasket inizierà ad agosto, precisamente il giorno 27. Il Responsabile Tecnico di tutta la struttura che va dall’Under 13 sino all’Under 16 sarà coach Fabio Di Tommaso.

Contestualmente all’annuncio del raduno, l’Unibasket vuole ringraziare pubblicamente Sergio De Santis per tutto il lavoro svolto per i colori dell’Amatori e per la pallacanestro pescarese: non sarà lui il Team Manager della stagione 2018/19. Impegni personali e lavorativi impediscono a Sergio di dare quella disponibilità completa che è necessaria per ricoprire il ruolo di Team Manager.

De Santis, rientrato in società lo scorso anno dopo esser stato un protagonista della cavalcata che portò l’Amatori a vincere il campionato di serie C, ha voluto salutare così tutti i sostenitori pescaresi: “Per me è un arrivederci, di certo non un addio. Dico questo perché mi era già successo di dover salutare, per poi tornare in prima linea; magari potrà accadere di nuovo. Soprattutto, è soltanto un arrivederci perché di certo sarò la domenica al palazzetto a tifare per la squadra”

Il presidente Carlo Di Fabio ha voluto ribadire anche in questa occasione la stima verso De Santis: “Mi dispiace dover salutare Sergio. Voglio ringraziarlo pubblicamente per il lavoro svolto in questo periodo e per l’attaccamento che ha sempre dimostrato verso la società”.

A Sergio va il ringraziamento di tutta la società adriatica, sicuri che la promessa di vederci ogni domenica sarà di certo rispettata.

Appuntamento per tutti, dunque, martedì 21 agosto presso la Stella Maris di Pescara. L’ufficio stampa dell’Unibasket, nel frattempo, continuerà ad annunciare le conferme e le novità in vista della prossima stagione.

Pescara. Ieri sera i Carabinieri della Compagnia di Pescara hanno condotto un massiccio servizio “straordinario” di controllo del territorio all’interno del quartiere “Rancitelli” volto ad incrementare la presenza dei militari dell’Arma anche a seguito dei recenti episodi di violenza, sottoponendo a controllo oltre 50 persone e 35 veicoli ed eseguendo altresì numerose perquisizioni domiciliari, personali e veicolari. Al termine del menzionato servizio, i militari della Compagnia hanno deferito in stato di libertà 5 persone e segnalato alla Prefettura di Pescara 1 persona quale assuntore; nello specifico, sono stati denunciati a piede libero all’Autorità Giudiziaria per:
 evasione:
• N.M., 49enne residente a Pescara, con precedenti di polizia, che, sottoposta alla misura cautelare degli arresti domiciliari, a seguito di controllo, non è stata trovata presso la propria abitazione;
• C.G., 25enne cittadina romena residente in Pescara, con precedenti di polizia, che, sottoposta alla misura alternativa della detenzione domiciliare, a seguito di controllo non è stata trovata presso la propria abitazione;
 possesso di chiavi alterate o di grimaldelli:
• R.L.P., 47enne originario della Provincia di Foggia, con precedenti di polizia, poiché, sottoposto a controllo in questa Via Tavo a bordo della sua autovettura, all’esito di perquisizione personale e veicolare, è stato trovato in possesso di arnesi atti allo scasso;
 violazione delle limitazioni al diritto di ingresso e soggiorno in territorio nazionale:
• G.A.W., 42enne Polacco, senza fissa dimora, poiché, sottoposto a controllo in questa via Orazio, a seguito di immediati accertamenti, è stato verificato che medesimo aveva fatto nuovamente ingresso nel territorio nazionale, nonostante fosse già destinatario di un decreto di espulsione emesso in data 11.1. u.s. dal Prefetto di Pescara;
 spaccio di sostanze stupefacenti:
• G.D.F., 25enne originario della Provincia di Chieti, con precedenti di polizia, poiché è stato sorpreso in questa via Tiburtina mentre cedeva un involucro in cellophane contenente 1 gr. di sostanza stupefacente del tipo “cocaina” ad un 40enne tossicodipendente, senza fissa dimora, il quale, a sua volta, è stato conseguentemente segnalato alla locale Prefettura per uso di sostanze stupefacenti.

Pescara. Nel corso della serata di ieri, la Polizia di Stato, durante i servizi e le attività di prevenzione e controllo disposte dal Questore di Pescara, Francesco MISITI, è intervenuta sul lungomare di Pescara ed ha eseguito l’arresto in flagranza di reato di: F. B., classe ‘77 originaria del Senegal e D. J. A., classe ‘93 originario del Mali, i quali, nella serata di ieri, in questo viale della Riviera, sono stati sottoposti a controllo ed arrestati da personale della Squadra Mobile, in quanto colti nella flagranza del reato di spaccio di sostanze stupefacenti, del tipo marijuana; l’attività di riscontro allo spaccio e la successiva perquisizione effettuata a carico della donna e del giovane permetteva di rinvenire e sequestrare complessivamente gr. 22 di stupefacente e la somma di euro 205.00 in banconote di piccolo taglio; nella mattinata odierna saranno giudicati per direttissima.

Pescara. La Giunta comunale nell’ultima seduta ha approvato il progetto di fattibilità tecnica ed economica relativo al lavoro di infrastrutturazione e messa in sicurezza della nuova rotatoria che sorgerà in via Monte Fonte Romana dinanzi al nuovo Pronto Soccorso.

“E’ un lavoro molto atteso che agevola i cittadini, stanchi di incroci di auto e dei continui incidenti tra via Fonte Romana, via Monte Faito e via Gole di San Venanzio – così il vicesindaco e assessore ai Lavori Pubblici Antonio Blasioli- Uno degli incroci più trafficati e difficili, anche per il passaggio di tutta l’utenza ospedaliera.

Lo spartitraffico verrà sostituito da una rotatoria che nascerà all’altezza dei capannoni degli operai del Comune. E’ un lavoro importante perché parte dalla piena sintonia con la Asl di Pescara e per questo voglio ringraziare il manager Armando Mancini che ha capito l’importanza di un lavoro unitario allorché con il nuovo ingresso del realizzando Pronto Soccorso, le ambulanze rientreranno proprio nell’area dove sorgerà la rotatoria.

Il lavoro è stato preceduto da una serie di incontri tra i tecnici comunali e quelli della Asl, culminati che hanno condiviso l’esigenza di un intervento di più ampio respiro per la progettazione e realizzazione condivisa della nuova viabilità esterna ed interna al Pronto Soccorso, diretta ad ottimizzare i flussi veicolari in ingresso ed uscita. Questo lavoro ha portato all’approvazione dello schema di accorso di programma ex art. 34 del TUEL conclusosi con decreto sindacale il 5 febbraio 2018.

Il Comune di Pescara sarà stazione appaltante e curerà la progettazione e l’esecuzione delle opere, sia della viabilità esterna che di quella interna, intendendo per viabilità interna quella che condurrà le ambulanze dall’altezza dell’attuale CUP fino all’ingresso del Pronto Soccorso e da qui all’uscita su via Fonte Romana, mentre Comune e Asl pagheranno ognuno per le opere di competenza, per cui la rotatoria sarà a carico del Comune per €. 100.000,00 mentre la Asl stanzierà €. 320.000. L’importo complessivo del progetto è di 420.000,00.

Espletata la gara, si punta a iniziare i lavori a dicembre e sono sicuro che la cittadinanza apprezzerà moltissimo questa opera che fluidificherà la circolazione in un incrocio di massimo afflusso di auto e ambulanze. Ancora una volta dimostriamo di saper centellinare i nostri interventi sui lavori pubblici, intervenendo solo laddove è necessario per la sicurezza degli utenti della strada”.

Pescara. Dalla scorsa notte si sta verificando uno spiaggiamento imponente di alghe, a causa delle recenti mareggiate che mobilita uomini e mezzi di Attiva da ieri pomeriggio.

“Il fenomeno riguarda soprattutto la riviera sud – così l’assessore al Demanio Gianni Teodoro- dove uomini e mezzi di Attiva sono intervenuti già dalla mezzanotte scorsa con la collaborazione degli operatori degli stabilimenti balneari che cercano di portare in battigia altre alghe presenti in acqua. Le attività sono state sospese con il giorno per consentire lo svolgimento delle attività balneari, ma riprenderanno fino al completo smaltimento dei materiali.

Stamattina sono stati riempiti e avviati a smaltimento 3 cassoni di 25 metri cubi ciascuno. Ci aspetta comunque un importante lavoro nelle prossime ore, per affrontare il quale abbiamo predisposto di anticipare gli interventi con i trattori”.

Pescara. Nell’ambito dell’intensificazione dei servizi di controllo del territorio e di contrasto ai traffici illeciti disposto dal Comando Provinciale, i cinofili della Compagnia di Pescara hanno tratto in arresto un nigeriano a seguito del sequestro di circa 140 grammi di marijuana destinata allo spaccio.
I predetti militari cinofili, mentre percorrevano la via Tiburtina in Pescara, hanno notato una persona nigeriana, già nota agli operanti, aggirarsi con fare circospetto. Insospettiti dall’atteggiamento dello stesso alla vista dei cinofili, i militari hanno avvicinato il soggetto sottoponendolo a controllo con l’ausilio dell’esperto cane antidroga Vagol rinvenendo e sequestrando circa 140 grammi di marijuana destinata allo spaccio.
Atteso tra l’altro che la droga era già suddivisa in dosi, il nigeriano è stato tratto in arresto e condotto presso la casa circondariale di Pescara con l’accusa di possesso di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio.
In questo periodo estivo i militari del Corpo hanno intensificato i controlli antidroga su tutte quelle aree particolarmente affollate del capoluogo, come ad esempio l’area circostante la stazione ferroviaria, i parchi pubblici etc., anche attraverso unità in borghese e cinofile.
Solo negli ultimi 10 giorni sono stati effettuati complessivamente due arresti per spaccio, segnalati 18 soggetti per uso personale, nonché 20 sequestri - tra penali ed amministrativi - per circa mezzo chilo di droga.
I Finanzieri del Comando Provinciale di Pescara proseguono le attività a contrasto dei reati connessi agli stupefacenti al fine di monitorare, sequestrare e confiscare i flussi finanziari collegati ai predetti fenomeni illeciti, ma soprattutto per la sicurezza e la prevenzione nelle affollate serate estive del capoluogo e della tutela dei giovani e dei turisti.

Pagina 1 di 352

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione