Ortona. Torna alla vittoria la SIECO Service Impavida Ortona ed è una vittoria da tre punti contro la PAG-TAVIANO. Sono punti importanti quelli conquistati oggi dai ragazzi di Mister Nunzio Lanci. Tre punti che servono a mantenere a distanza il treno degli ultimi quattro posti e che, allo stesso tempo, donano fiducia e tranquillità all’ambiente. Non è stato semplice tenere a bada gli avversari, capaci di affondare la capolista Tuscania soltanto la settimana scorsa. Novità tattica per l’Impavida che sfrutta il doppio libero con Provvisiero impiegato in fase di ricezione e Pesare in difesa. Miglior realizzatore della gara il giovane Ivan Zanettin, chiamato a sostituire ancora una volta Milan Bencz. Alla fine realizzerà 23 punti con il 50% degli attacchi andati a segno. Per gli avversari, ottima la prestazione di Ruiz spagnolo Ruiz, alto solo 178cm ma dotato di una straordinaria elevazione finalizzata da un braccio potente. Sieco quasi perfetta nel primo set ma che torna ad incappare nei soliti errori nel secondo, vinto dagli ospiti. Per fortuna dei tifosi di casa, si è trattato solo di una breve parentesi. Gli ortonesi tornano a macinare gioco e punti da tutte le bocche da fuoco. Alla fine sono sorrisi ed abbracci. La prossima gara sarà infrasettimanale. Mercoledì si viaggia verso Mondovì per poi tornare di nuovo a casa, Domenica contro Lagonegro.

PRIMO SET: Sieco in campo con il consueto sestetto formato da Andrea Lanci al palleggio e Zanettin opposto. Reparto centrali affidato alla coppia Simoni / Menicali. Schiacciatori Ottaviani e Ogurčák. Novità per il ruolo del libero. Gli Impavidi sfrutteranno Provvisiero per la fase di ricezione e Pesare per la fase difensiva. Ospiti che schierano Mariella palleggiatore e Bigarelli opposto. Centrali Smiriglia e Musardo. Schiacciatori Ruiz e Astarita. Libero Percoco.

La palla d’apertura è per la SIECO, al servizio con Simoni che fa subito ACE 1-0. Ace anche per Ogurčák e l’Impavida è a più tre dagli avversari: 5-2. Ospiti che trovano il 9-9 grazie anche al servizio insidioso di Musardo che ha messo in difficoltà la ricezione ortonese. Ace di Mariella e ospiti che prima agguantano il pareggio e poi passano in vantaggio 14-15. Doppio Ace di Ottaviani e doppio vantaggio ripristinato 17-15. Ogurčák conquista il diciottesimo punto d’astuzia, spiazzando muro e difesa con un preciso pallonetto 18-15. Continuano a sbagliare dai nove metri gli ospiti, Bigarelli spara sulla rete il servizio ed è 21-18. Arriva anche il primo time-out richiesto da Mister Nunzio Lanci che vuole caricare i suoi nella fase cruciale del set: 22-20. Ancora Out il servizio del Taviano e la SIECO ha tre set point da sfruttare. Entrano anche Tartaglione e Sitti per Lanci e Zanettin. Azione confusa sotto rete con Taviano che si ritrova a gestire una palla bassa che, alla fine cade inevitabilmente. Set vinto dai padroni di casa 25-22.

SECONDO SET: Cambio al centro in casa SIECO: Zanini prende il posto di Menicali. Primo punto per gli ospiti e subito paura per la SIECO. Cade male Ogurčák e rimedia un colpo al fianco che lo lascia senza fiato. Ma “Fero” è di ferro stringe i denti e resta in campo. Primo break per gli ospiti, pallonetto di Ruiz 2-4. Muro di Astarita e Taviano tenta la fuga 3-7. Nell’azione successiva Simoni la spedisce fuori e Lanci chiama il primo time-out 3-8. Bella l’intesa Lanci/Zanini 8-12. Nunzio Lanci anticipa il doppio cambio e Sitti/Tartaglione sostituiscono Zanettin/Lanci. Ancora Ogurčák d’astuzia ma sono sempre 3 i punti da recuperare 13-16. Fortunoso ace di Bigarelli. Il nastro stoppa il suo servizio e la palla cade a piombo nella metà ortonese. 14-18. Sul 14-19 Nunzio Lanci si gioca la carta del Time Out. Ace anche di Ogurčák 17-20. Bigarelli schiaccia fuori e la SIECO si rifà sotto 20-21. Non riesce la rimonta dei padroni di casa. Ultimo punto deciso al video-check: il servizio di Ruiz è dentro: 22-25

Si rivede Menicali nel TERZO SET, nulla da segnalare per la PAG Taviano che non apporta cambiamenti allo starting six. Subito punto break per Ogurčák 2-0. Parallela di Zanettin 5-2 e Andrea Lanci può continuare a servire. Zanettin ha buon gioco, 7-3. Taviano che accorcia le distanze 10-8. Murato Zanettin, ora c’è solo un punto di vantaggio 11-10. Arriva il pareggio del solito, Ruiz 12-12. È Ogurčák che si prende la briga di fermare il campioncino Spagnolo, muro su Ruiz e 14-12. Si entra nella fase cruciale, la SIECO subisce due punti consecutivi e Nunzio Lanci chiama in panchina i suoi giocatori: 20-18. Niente tocco: il video-check conferma la decisione arbitrale 22-19. Ogurčák regala il set ai suoi con un ace 25-20

Il primo punto del QUARTO SET lo mette a segno Ottaviani ma Menicali sciupa spedendo il successivo servizio sulla rete 1-1. Il break per i padroni di casa, avanti adesso di due punti 7-5, costringe Mister Licchelli a chiamare tempo. Ancora Zanettin sofferente per un crampo che stoico resta in campo e mette a segno il punto del 13-10. Tutti meravigliati quando il Video-Check non conferma il tocco del muro ospite 16-14. Ogurčák fa di nuovo ace 18-14. Gloria dai nove metri per Menicali che piazza l’ace del 22-16. 24-17 e Zanettin cede al crampo che gli attanaglia la gamba destra e chiede cambio. Tartaglione prende il suo posto. Sfrutta subito il match point la SIECO che sulla ricostruzione mette a segno con Ottaviani il punto che vale i tre punti: 25-17.

Top Scorer del match è Ivan Zanettin «Finalmente si torna alla vittoria. Sono contentissimo della mia prestazione. Ho avuto un crampo che mi ha preso tutta la gamba sinistra ma ho cercato di continuare per il bene della squadra. Adesso testa alla prossima gara. Nel caso dovessi essere ancora chiamato sostituire Bencz darò come sempre il meglio di me»

Con il doppio libero per la prima volta da titolare Pesare: «Questa soluzione provata in settimana ha dato i suoi frutti. All’inizio ho sentito un po’ di pressione ma con già dopo il primo set mi sono sciolto, grazie anche ai miei compagni.»


TABELLINI:
Sieco Impavida Ortona: Simoni 8, Pesare (L), Zanettin 23, Bencz n.e., Tartaglione 2, Ottaviani 13, Sitti, Provvisiero (L), A. Lanci 1, Zanini 3, Ogurčák 19, Menicali 2. Allenatore: N. Lanci

Pag Taviano: Barajas , Percoco (L), Avelli n.e., Musardo 1, Astarita 7, Torsello 3, Bigarelli 19, Ruiz 16, Mariella 2, Smiriglia 9, Piedepalumbo. Allenatore: F.Licchelli


NOTE:
Sieco Service Impavida Ortona – Pag Taviano 3-1 (25-22; 22-25; 25-20; 25-17)
Durata Set: I (29’), II (30’), III (29’), IV (24)
Durata incontro: 1h 52’
Muri Punto: Ortona 4; Taviano 6
Aces: Ortona 9; Taviano 3
Errori Al Servizio: Ortona 17; Taviano 14
Arbitri: Noce Alessandro, Colucci Marco

Ortona. Sieco Service Impavida Ortona – PAG Taviano sarà l’anticipo di domenica prossima, 10 dicembre. La gara tra gli abruzzesi ed i pugliesi si disputerà infatti alle 16 presso il palasport comunale di Ortona.

All’andata finì 2-3 per la SIECO, mattatore dell’incontro fu uno straordinario Milan Bencz autore di ben 28 punti. Un Bencz che però continuerà a mancare a Mister Nunzio Lanci, che dovrà affidarsi al giovane e talentuoso Ivan Zanettin. Impavidi con un disperato bisogno di far punti per allontanarsi dalla “Zona Rossa”, distante solo quattro punti, così come il Taviano. Sono 17 i punti della SIECO contro i 13 del Taviano, che arriverà però galvanizzata da una vittoria casalinga contro il forte Tuscania per tre set ad uno. Arbitreranno i signori Noce Alessandro e Colucci Marco.

Nunzio Lanci: «Domenica ci attende un incontro molto importante. Dovremo dare continuità al lavoro che stiamo svolgendo in allenamento. Incontreremo una squadra in piena forma, come messo in evidenza dall’ottimo risultato contro Tuscania. Una vittoria contro Taviano, in questo particolare momento della stagione ci ridarebbe grinta e fiducia.»

Intanto si rinnova la collaborazione tra la SIECO e la Croce Rossa Italiana. Allestito al palasport, e aperto dal pre partita, ci sarà uno nel quale la C.R.I. offrirà panettoni in cambio di un contributo di 10€ Con questa iniziativa, la Croce Rossa di Ortona raccoglierà fondi a favore delle famiglie in difficoltà.


Le Altre Gare Del Girone Blu

Sabato 9 Dicembre, Ore 20.30:
Centrale Del Latte McDonald’s BS – Mosca Bruno Bolzano

Domenica 10 Dicembre, Ore 18.00:
Gioiella Micromilk Gioia Del Colle – Monini Spoleto
Maury’s Italiana Assicurazioni Tuscania – Caloni Agnelli Bergamo

Domenica 10 Dicembre, Ore 19.30:
Geosat Geovertical Lagonegro – VBC Mondovì
Club Italia CRAI Roma – Pool Libertas Cantù

Ortona. Ortonesi protagonisti di una rimonta nel secondo parziale, non riuscita per pochissimo. Gli impavidi, che perdevano 22-17, erano riusciti a tornare sotto fino al 23-22 senza però riuscire a capitalizzare. Si spegne la luce nel finale del terzo set e Cantù ne approfitta per scivolare senza troppo sforzo verso la conquista del parziale. Quarto set, invece completamente dominato da un Cantù che ha avuto in Caio e Ricardo due pedine fondamentali per la conquista dei tre punti.

PRIMO SET: Padroni di casa che schierano il palleggiatore Baratti e Caio opposto, i martelli Ricardo e Cominetti R., i centrali Monguzzi e Robbiati, Libero Butti. La SIECO scende invece in campo con Andrea Lanci al palleggio e Zanettin opposto. Il reparto centrali è affidato alla coppia Simoni/Menicali mentre le bande saranno Ottaviani e Ogurčák. Libero Provvisiero. Primo servizio e primo punto per i padroni di casa 1-0. Arriva anche il break con l’ace di Monguzzi 2-0. Il primo errore al servizio è degli ortonesi, Zanettin la spedisce sulla rete 4-2. Bel recupero del Libero Provvisiero, che da fondo campo tiene in gioco la palla con una mezza rovesciata, ma i canturini riescono comunque a guadagnare il punto sulla successiva ricostruzione. 6-4. Fischiata l’invasione a Caio che si auto-accusa, ora il punteggio è 7 pari. Menicali fa muro e la Sieco perfeziona il sorpasso 7-8. Zanettin gioca sul muro 9-7 ed il parziale di 0-3 costringe mister Cominetti a chiamare il suo primo time-out. Muro solitario di Zanettin 10-7. Out il servizio di Cantù 8-12. Fa meglio dall’altro lato Ottaviani, servizio al salto ed ACE 13-8. Bel palleggio filo rete ad una mano di Andrea Lanci e Menicali la mette a terra 9-15. Ogurčák la gioca sul muro che spedisce fuori 11-18 e secondo time-out richiesto dai padroni di casa. Doppio cambio per la SIECO, dentro Sitti e Tartaglione per Zanettin e Lanci. Ogurčák mette in difficoltà la ricezione ospite con il suo servizio float, sulla ricostruzione Sitti, la serve al centro per Simoni che fa 13-20. Quando il punteggio è 15-22 si chiude il doppio cambio ortonese, tornano in campo Lanci e Zanettin. Menicali segna il ventiquattresimo punto per la SIECO, 16-24 e otto set point a disposizione per gli adriatici. È Zanettin che mette a terra la partita del set, che termina 17-25

SECONDO SET che parte con la novità Piazza per la Pool Libertas Cantù. Non al meglio della condizione era entrato nel corso del precedente parziale. Invariato, invece, lo starting six della SIECO. Inizio di set molto equilibrato, si gioca punto su punto. L’ace di Ogurčák era sfuggito all’occhio dell’arbitro, ma non a quello del video-check 4-5. Provvisiero costretto ad uscire per un problema ad una gamba, al suo posto entra Pesare. Il primo break del set è merito di Ottaviani, 5-7. L’ace di Roberto Cominetti riporta il punteggio in perfetto equilibrio 8-8. Ace fortunoso dei padroni di casa, la palla viene fermata dal nastro e mette fuori causa Pesare, 11-10. Murato Ogurčák e Cantù al doppio vantaggio 13-11, così Nunzio Lanci chiama il suo primo tempo in questo set. Torna in campo Provvisiero e subito dopo Ogurčák sceglie il pallonetto ed è di nuovo pari 13-13. Ottaviani gioca d’astuzia 17-17. Scappa avanti Cantù 20-17, Lanci cerca di bloccare la fuga con il suo secondo time-out. Continua il momento “no” per gli Impavidi, la distanza tra le due squadre si allunga ulteriormente 22-17. Rosicchia qualche punto Ortona che torna a -2, costringendo mister Cominetti a chiamare attorno a sé i suoi. 22-20. Errore di Cominetti e subito un nuovo time-out per Cantù 23-22. Set equilibrato fino alla fine. Prova il colpaccio Nunzio Lanci chiamando un video-check per palla dentro/fuori, ma è tutto inutile, l’arbitro questa volta aveva ragione ed il parziale si chiude 25-23.

Squadre in campo per il TERZO SET. Torna in campo Baratti per Piazza mentre nessuna novità da rilevare negli impavidi. Il muro di Michele Simoni vale il primo break 0-2. Muro di Menicali 4-7. Buono il muro di Ricardo e la Pool Libertas riaggancia gli ospiti 8-8. Caio la tira veramente forte, la Sieco non riesce a costruire e Canturini avanti 11-10. Caio in gran spolvero, break per Cantù 14-12. Allunga Cantù 16-13, così Nunzio Lanci ferma il gioco. L’ace di Ottaviani è confermato anche dal video-check, e punteggio ancora in parità 16-16. Buono l’attacco al centro di Monguzzi 18-18. Alza il muro Nunzio Lanci, dentro Sitti e Tartaglione per Zanettin e Lanci. L’ace di Ricardo, 22-20 scandisce il tempo del secondo time out ortonese. Ingenuità di Ottaviani che fallisce un bagher d’appoggio e canturini vicini alla chiusura del set 23-20. Ortona smette di funzionare e Cantù si prende il set che vale almeno un punto. 25-20.

Si rientra per il QUARTO SET e Cantù parte subito forte. Caio fa mani-out su Simoni 3-1. Serie di “favori” scambiati dall’area di servizio, e canturini sempre avanti di due punti 9-7. Muro di Simoni 9-9. Ace di Caio, 11-9 ed è ora di chiamare tempo per la panchina di Ortona. Caio e Ricardo sono inarrestabili, 15-9. Nunzio Lanci decide che è ora di cambiare, entrano Sitti, Tartaglione e Pesare. Si allunga ancora il vantaggio dei padroni di casa 18-10. Non è solo potenza Caio, che piazza la palla dove nessuno degli ortonesi può arrivare 20-13. Non si intendono Sitti e Menicali ed i punti sono 22-13. Set e match che si chiudono con una decisione presa dal video-check per una invasione ortonese che vale il punto finale del 25-16

Menicali, centrale della Sieco Impavida Ortona: «Brutta sconfitta. Peccato perché eravamo partiti molto bene, eravamo stati bravi nel mettere pressione all’avversario in ogni fondamentale. Poi dal secondo set loro hanno cominciato a crescere mandandoci in difficoltà. Continuiamo a fare troppi errori nei momenti topici e questo influenza in negativo anche il nostro morale. Dobbiamo lavorare tanto sul gioco e su noi stessi.»


TABELLINI:

Pool Libertas Cantù: Baratti, Caio 24, Ricardo 24, Cominetti 9, Monguzzi 13, Robbiati 7, Butti (L), Olivati 1, Suraci n.e, Piazza, Danielli n.e, Frattini n.e. Allenatore: Cominetti

Sieco Impavida Ortona: Simoni 8, Pesare (L) n.e., Zanettin 12, Bencz n.e., Tartaglione 3, Ottaviani 14, Sitti, Provvisiero (L), A. Lanci 1, Zanini n.e, Ogurčák 14, Menicali 10. Allenatore: N. Lanci

 

NOTE:
Pool Libertas Cantù - Sieco Service Impavida Ortona 3-1 (17-25; 25-23; 25-20; 25-16)
Durata Set: I (24’), II (32’), III (28’), IV (25’)
Durata incontro: 1h49’
Muri Punto: Cantù 11; Ortona 11
Aces: Cantù 8; Ortona 3;
Errori Al Servizio: Cantù 15; Ortona 10
Arbitri: Cecconato Luca, Sessolo Maurina
REPLICA DELL’INCONTRO: Lunedì 4 Dicembre su RETE OTTO SPORT (canale 11) Ore 16.15 (Ampia Sintesi) e ore 20.30 su TELEMARE (canale 113 del dtt) INTERA GARA

Ortona. Sieco a caccia di riscatto, dopo la prestazione sotto tono di domenica scorsa, seppur arrivata contro una Monini Spoleto costruita con atleti di straordinario spessore.

Ancora senza l’opposto Milan Bencz, che sta patendo una ricaduta di una distrazione di 1,7 cm circa nell’inserzione del Gran Dorsale, l’Impavida impatta letteralmente sul muro spoletino che bissa la vittoria dell’andata con il medesimo punteggio di tre set a zero. È ancora presto per stimare il ritorno in campo dell’opposto slovacco, ma si parla di una prognosi di circa quattro settimane. Stop che arriva dunque in un periodo molto intenso nella quale la SIECO sarà impegnata a dicembre in ben sei gare.

L’ultimo mese del 2017 partirà Domenica 3 Dicembre, alle 19.30, con la gara di Cantù, seconda giornata del girone di ritorno. All’andata, tra le mura amiche, la SIECO si impose con il risultato di 3-1 ma i bianco-azzurri sono ben consapevoli di quanto sia ostica la trasferta in casa dei canturini. Cantù arriva da due vittorie consecutive da tre punti, contro Gioia Colle l’ultima e ancor prima a Bergamo. Sei punti che hanno permesso ai lombardi di arrivare a 20 e scavalcare in classifica proprio la SIECO che ora li insegue a tre punti di distanza.

Il Direttore Sportivo Massimo D’Onofrio: «Cantù sta attraversando un momento di forma straordinaria, giocare contro di loro, per giunta nel loro palazzetto non sarà affatto facile. Noi veniamo da una partita persa in casa in malo modo contro Spoleto, quando per la prima volta in questo campionato non siamo riusciti a reagire nei momenti di difficoltà. Fare di nuovo a meno di un giocatore come Milan Bencz, devo dire che pesa molto anche a livello psicologico, di contro Ogurčák è con noi ormai da un paio di settimane e si sta integrando sempre meglio al nostro gioco. Sarà una pedina importantissima da qui alle prossime partite.»

Dirigeranno l’incontro Cecconato Luca e Sessolo Maurina.

Le altre partite del GIRONE BLU: Domenica 3 Dicembre

Ore 16.00: Centrale Del Latte McDonald’s Brescia – Vbc Mondovì
Caloni Bergamo – Club Italia Crai Roma

Ore 18.00: Mosca Bruno Bolzano – Gioiella Micromilk Gioia del Colle

Ore 19.30: Pag Taviano – Maury’s Italiana Assicurazioni Tuscani

Ortona. Prima di ritorno per gli impavidi che questa domenica hanno affrontato la Monini Spoleto di nuovo privi di Milan Bencz, ancora sofferente per un infortunio dal quale sembrava invece essersi totalmente ristabilito, tanto da essere schierato come titolare nella precedente gara contro Brescia. Era proprio la gara da non giocare contro una squadra super-attrezzata. Prestazione opaca, quella della Sieco contro una Monini pressoché perfetta. Ortona che non è quindi riuscita a mettere in difficoltà Spoleto che ha potuto esprimere tutti i suoi colpi migliori. Notevole il lavoro di Galliani e di tutto il muro umbro. Buona invece la reazione dei locali nel terzo set quando hanno condotto la gara per tutta la parte iniziale del set, subendo poi l’inesorabile rimonta degli ospiti.

PRIMO SET: Mister Nunzio Lanci schiera Andrea Lanci al palleggio e Zanettin opposto. I centrali sono Menicali e Simoni, schiacciatori Ottaviani e Ogurčák, libero Provvisiero. La Monini risponde con il Regista Corvetta e opposto Giannotti. Bertoli e Galliani schiacciatori, Zamagni e Van Berkel i centrali. Libero Bari. Tocca alla Monini dare il via alle ostilità, con in numero 12 Van Berkel. Spoleto che trova subito il break con una pipe dell’ex Galliani 2-4. Nonostante il set sia appena iniziato sono già molti gli errori al servizio dall’una e dall’altra parte. Mariano la tira fuori e la Sieco torna a meno uno: 8-9. Ha buon gioco a muro la squadra spoletina tanto da costringere Mister Nunzio Lanci al Time-Out: 8-12. Sul 13-17 la panchina ortonese chiama un check per l’invasione fischiata a Menicali. Verdetto confermato: il punto è di Spoleto. Difficoltà nella fase di ricostruzione per gli ortonesi 13-19 e arriva anche il secondo Time-Out. Rosicchia qualche punto la SIECO che sfrutta bene il doppio cambio Tartaglione/Sitti per Lanci/Zanettin, ora il punteggio è 19-22 ed anche la Monini approfitta di un tempo. Fortunoso punto per gli ospiti, palla letteralmente ciccata che si affloscia sul nastro e cade nel campo avversario 20-23. Sono tre i punti a disposizione della Monini per chiudere il set ma basta una sola azione. 21-25.
Ristabilite le formazioni nel SECONDO SET che comincia esattamente come il primo, con un errore al servizio di Giuseppe Ottaviani. Sieco avanti per la prima volta in questo match, Ottaviani fa 2-1. Il muro della Monini è ostico per le bocche da fuoco ortonesi 5-7. Scappano avanti gli umbri che tornano a condurre i giochi 6-10. Coach Lanci interrompe il gioco. Galliani passa contro il muro a tre degli adriatici 9-12. Ace per gli Impavidi, a metterlo a terra è Ogurčák 11-14. Cambio al centro, Zanini entra al posto di Menicali, quando il punteggio è sul 12-18. Continua la fuga ospite, 14-21 e Nunzio Lanci prova ad arginarla chiamando il secondo tempo a disposizione in questo parziale. Ace di Galliani 16-24 e set in ghiaccio. Tartaglione, entrato con Sitti per alzare il muro, si trova sbarrata la strada, ironia della sorte proprio da un muro. Spoleto chiude il set 17-25.
Anche per il TERZO ed ultimo set, Nunzio Lanci si affida al medesimo starting six dei set precedenti, così come, d’altronde, la Monini Spoleto. Arriva subito l’ace di Van Berkel 0-1. Il muro di Ogurčák, fa segnare il vantaggio ortonese 2-1. Ha buon gioco al centro Menicali ed Ortona a più 2: 8-6. Ace di Michele Simoni 13-11. Dura poco il doppio vantaggio ortonese, Giannotti segna il punto del 13 pari. Zanettin spara out 14-16 e Time-Out chiamato da Ortona. Out il servizio di Ogurčák 18-21. Proprio quando la SIECO torna a farsi sotto, Coach Provvedi … provvede a chiamare Tempo, con l’intento di soffocare sul nascere qualsiasi velleità ortonese. Menicali, però, sfodera un maestoso muro a uno 21-22. Fa male la pipe di Galliani, schema più volte tentato con successo dagli ospiti 21-23. Errore anche per Provvisiero, che calcola male l’impatto con la palla. Spoleto che si ritrova quindi avanti 21-24. Sfuma anche l’ultima occasione di rimonta per la SIECO. Spoleto riesce a chiudere Set e gara: 22-25.
Nunzio Lanci: «Di sicuro non è questa la vera SIECO. Certo abbiamo giocato al di sotto delle nostre possibilità, ma non dimentichiamo che avevamo di fronte una squadra di altissimo livello tecnico e molto dotata anche fisicamente. Paghiamo ancora una volta gli infortuni. L’assenza di Milan Bencz non è deleteria soltanto per le gare, ma anche per l’approccio e la preparazione a queste, che avviene quotidianamente in allenamento.»

I TABELLINI:
Sieco Impavida Ortona: Simoni 4, Pesare (L) n.e., Zanettin 10, Bencz n.e., Tartaglione, Ottaviani 9, Sitti, Provvisiero (L), A.Lanci, Zanini, Ogurčák 13, Menicali 5. Allenatore: N.Lanci
Monini Spoleto: Zamagni 14, Katalan n.e, Mariano 6, Bertoli n.e, Giannotti 12, Costanzi n.e, Agostini, Di Renzo, Galliani 17, Van Berkel 9, Cubito, Segoni, Corvetta 3, Bari (L). Allenatore: Provvedi
Nunzio Lanci: «Di sicuro non è questa la vera SIECO. Certo abbiamo giocato al di sotto delle nostre possibilità, ma non dimentichiamo che avevamo di fronte una squadra di altissimo livello tecnico e molto dotata anche fisicamente. Paghiamo ancora una volta gli infortuni. L’assenza di Milan Bencz non è deleteria soltanto per le gare, ma anche per l’approccio e la preparazione a queste, che avviene quotidianamente in allenamento.»

NOTE:
Sieco Service Impavida Ortona – Monini Spoleto (21-25; 17-25; 22-25)
Durata Set: I (30’), II (26’), III (28’)
Durata incontro: 1h 24’
Muri Punto: Ortona 4; Spoleto 11
Aces: Ortona 2; Spoleto 3;
Errori Al Servizio: Ortona 9; Spoleto 13;
Arbitri: Gasparro (SA) e Guarnieri (ME)
REPLICA DELL’INCONTRO: Lunedì 27 Novembre su RETE OTTO SPORT (canale 11) Ore 16.15 (Ampia Sintesi) e ore 20.30 su TELEMARE (canale 113 del dtt) INTERA GARA

Ortona. Domenica 26 novembre saremo al giro di boa. Si parte con il girone di ritorno e la SIECO si ritroverà di fronte la Monini Spoleto dell’Ex Galliani. All’andata finì 3-0 per gli spoletini ma con gli ortonesi che ancora oggi, si mangiano le mani per le tante occasioni sprecate in terra umbra.

Quella che sulla carta doveva essere la squadra “ammazza girone” occupa attualmente il secondo posto in classifica con 27 punti, alle spalle della Maury’s Italiana Assicurazioni Tuscania che ne ha invece 29. Tornerà quindi per la prima volta tra le mura del palazzetto di Ortona Andrea Galliani che aveva vestito la maglia degli adriatici durante la stagione 2013 / 2014 per poi tornare a calcare i palcoscenici di SuperLega. La Monini, qualificata per la Coppa Italia, arriva dalla vittoria al Tie-Break in casa della VBC Mondovì.

Tie-Break vincente anche per la SIECO, che domenica scorsa ha conquistato due punti contro la temibile Centrale Del Latte McDonald’s Brescia. Orfana del partente Di Meo ma forte del nuovo acquisto Ogurčák l’Impavida scenderà in campo con tutti i migliori propositi di ridurre al massimo le disattenzioni ed i cali di intensità che hanno influenzato in negativo proprio la gara di andata, quando riuscì a rimontare per ben due volte un discreto svantaggio andando poi a chiudere set e, alla fine, partita.
La gara di Domenica 26 Novembre, (ore 18.00 presso il palasport di Ortona), sarà arbitrata dalla coppia Gasparro (SA) e Guarnieri (ME)

Il Capitano Andrea Lanci «La Gara di domenica sarà molto difficile in quanto Spoleto è una squadra costruita per vincere. All’andata è stato un tre a zero per loro, ma c’è da dire che ci abbiamo messo del nostro, sprecando molte occasioni di vincere almeno un set. Proveremo con tutte le nostre forze a riscattare quella sconfitta, sfruttando anche l’arma in più che si chiama Ogurčák»

LE ALTRE GARE DEL GIRONE BLU:

Geosat Geovertical Lagonegro
-
Caloni Agnelli Bergamo
Gioiella Micromilk Gioia Del Colle
-
Pool Libertas Cantù
Club Italia Crai Roma
-
Centrale Del Latte McDonald's Brescia
VBC Mondovì
-
PAG Taviano
Maury's Italiana Assicurazioni Tuscania
-
Mosca Bruno Bolzano

Ortona. L’imperativo è lasciarsi alle spalle le ultime prestazioni opache per tornare a dare il massimo nel prossimo impegno contro il Brescia dell’Ex Alberto Cisolla.

Domenica alle 18.00 sarà la volta di ospitare la Centrale Del Latte McDonald’s Brescia che arriverà agguerrita e pronta a giocarsi il tutto per tutto, essendo ancora in corsa per i primi quattro posti valgono l’ingresso alla Coppa Italia, alla fine del girone d’andata. Oltre al già citato Cisolla, che di certo non ha bisogno di presentazioni, la squadra lombarda vanta tra le sue fila i vari Tiberti, Bellei (ex Chieti) e con il reparto centrale affidato ai due giovani di belle speranze Esposito e Codarin. Sfuma invece l’ipotesi Coppa Italia per gli ortonesi, condannati ormai dalla matematica.

«Naturalmente, dispiace per la Coppa Italia» commenta il tecnico Nunzio Lanci «ma se devo essere onesto, mi farebbe più piacere essere tra le prime quattro alla fine del girone di ritorno, dato che vorrebbe dire la salvezza certa. È un campionato molto incerto ed equilibrato, non esiste una gara che si possa definire semplice»

Arbitri dell'incontro saranno Talento Matteo e Toni Fabio


Le altre gare del Girone Blu

Caloni Agnelli Bergamo – Pool Libertas Cantù
VBC Mondovì – Monini Spoleto
GeoSat Geovertical Lagonegro – Gioiella Micromilk Gioia Del Colle
Club Italia CRAI Roma – Maury’s Italiana Assicurazioni Tuscania
PAG Taviano – Mosca Bruno Bolzano

Ortona. Ancora uno slovacco per la Sieco Impavida Ortona che abbraccia lo schiacciatore František Ogurčák, 198 centimetri d’altezza, nato nel 1984 a Spisska Nova Ves.

František debutta in patria indossando la maglia dello VSK Púchov con la quale ottiene subito importanti riconoscimenti (campionato e coppa nazionale) che gli valgono la convocazione nella nazionale maggiore. Dopo le sue esperienze in Grecia e Belgio, costellate anch’esse di vittorie importanti tra campionati e coppe di lega, Ogurčák arriva in Italia nella stagione 2008-2009 quando disputa il campionato di Serie A2 con il Bassano Volley. L’esordio nella massima lega italiana arriva l’anno dopo, con l’Umbria Volley di Perugia. Poi ancora Genova (A2), Treviso (A1), Piacenza (A1) e Tonno Callipo Vibo Valentia (A1). Terminata la lunga parentesi italiana, František Ogurčák tona a giocare all’estero in Polonia (AZS Olsztyn), Grecia (Olympiacos Pireus) e nella natia Slovacchia (VK Prievidza). L’occasione di tornare nel “paese del sole” per Ogurčák arriva proprio da Ortona. «Ogurčák è un innesto di grande qualità.», commenta Mister Nunzio Lanci. «Un giocatore che ci permetterà di affrontare meglio non solo il campionato, ma anche gli allenamenti. František ha molta esperienza internazionale, ma avendo giocato per molto tempo in Italia, conosce bene anche il campionato nostrano. È un giocatore molto versatile, sia nella fase d’attacco sia in quella difensiva, cosa che ci garantirà un maggiore equilibrio in campo».

 


CARRIERA:


Fino al 2002 Slávia ŠŠ Trenčín (SVK)
2002 - 2004 Matador Púchov (SVK)
2004 - 2006 Kladno (CZE)
2006 - 2008 Knack Roeselare (BEL)
2008 - 2009 Bassano Volley (ITA/A2)
2009 - 2010 Perugia (ITA/A1)
2010 - 2011 Genova (ITA/A2)
2011 - 2012 Belluno (ITA/A1)
2012 - 2013 Piacenza (ITA/A1)
2013 - 2014 Vibo Valentia (ITA/A1)
2014 - 2015 AZS Olsztyn (POL)
2015 - 2016 Olympiacos Pireus (GRE)
2017 - VK Prievidza (SVK)

ALBO D’ORO

2003 Vittoria Campionato Slovacco (Puchov)
2005 Vittoria Campionato Repubblica Ceca (Kladno)
2007 Vittoria Campionato Belga (Roeselare)
2010 Vittoria Coppa CEV (Perugia)

Nominato per due volte miglior giocatore slovacco nel 2006 e nel 2007.

NAZIONALE SLOVACCA. Prima convocazione in nazionale il 6 Maggio 2004, ultima convocazione nel 2009. Le presente in totale, tra gare ufficiali ed amichevoli saranno 193

Bolzano. C’è molta amarezza per quanto successo a Bolzano. La SIECO impatta prima nel muro dei padroni di casa, questa sera stratosferico, poi sul solito calo di concentrazione che costano un primo, ma soprattutto un secondo set, nel quale gli impavidi, prima di subire l’impetuoso ritorno dei bolzanini, erano ad un certo punto in vantaggio di sei punti. Conquistato il terzo set, la SIECO sembrava essere tornata sui binari giusti ma così non è stato.Di nuovo in vantaggio di sei lunghezze, i ragazzi di Mister Nunzio Lanci riprendono a commettere leggerezze in fase difensiva che andranno poi a compromettere anche il gioco delle bocche di fuoco ortonesi, già in una giornata non troppo brillante. Il risultato è un Bolzano galvanizzato che recupera punti su punti fino a mettere in scena un finale di set, e di gara, lunghissimo nel quale entrambi i sestetti hanno avuto più volte la possibilità di chiudere. Parziale che si allunga fino all’ultima palla tirata da Tartaglione ed uscita di un soffio. Bolzano vince la sua prima gara davanti al pubblico amico e Ortona che Domenica alle 18.00 ospiterà Brescia reduce anch’essa da una sconfitta, ma al tie-break contro Bergamo.

PRIMO SET Sieco in campo con il Capitano Andrea Lanci al palleggio e opposto Ivan Zanettin. I due centrali sono Simoni e Menicali, schiacciatori Ottaviani/Tartaglione mentre il Libero è Provvisiero. Padroni di casa che rispondono con Quartarone al palleggio, Boswinkel opposto, Ingrosso e Galabinov schiacciatori, Bressan e Paoli centrali con Villotti libero. Il primo servizio è dei padroni di casa ma sulla ricostruzione Simoni fa punto al centro 0-1. Galabinov mura Zanettin e per la prima volta Bolzano è in vantaggio 4-3. Scappano avanti 9-6 gli altoatesini e così Andrea Lanci si affida ad Ottaviani e soprattutto a Simoni che con un muro prima, ed un attacco al centro poi, riesce ad agguantare il pareggio: 9-9. Nuovo Break per Bolzano, che trova un buon gioco a muro e sul 13-11 coach Nunzio Lanci si rifugia in Time-Out. Ancora un muro per Bolzano che vale il 16-12. Entra quindi in campo Di Meo che prende il posto di Tartaglione. Questa sera gli impavidi non riescono proprio a superare un muro che sembra invalicabile, 18-13 e ancora time-out per Nunzio Lanci. Out anche l’attacco di Zanettin e i bolzanini hanno la strada in discesa per la conquista del primo parziale 21-14. Sono sette le palle set per Bolzano, che si chiude poi 25-18 con un errore al servizio dell’opposto degli adriatici.

Il SECONDO SET vede ripristinata la formazione iniziale della SIECO, quindi dentro di nuovo Tartaglione e Di Meo in panca. Parte con tutte le migliori intenzioni il secondo set, per la SIECO Service di Ortona 3-0. Prosegue la fase positiva ed il muro di Simoni porta gli impavidi sul 2-6. Ottaviani da posto quattro mette a segno il 6-12. E Zanettin che con un grandissimo attacco da posto due mantiene i padroni di casa a debita distanza 12-18. Si riduce lo svantaggio dei padroni di casa 16-20 e così, Nunzio Lanci decide che è giunto il momento di fermare il momento di grazia bolzanino: time-out. Bolzano che continua a rosicchiare punti sulla SIECO riducendo lo svantaggio da sei a soli tre punti: 18-21. Allarme rosso! punteggio arriva sul 21-23, ancora una pausa richiesta dalla panchina ortonese. Sempre muro velenosissimo e rimonta incredibile 22-23. Clamoroso il sorpasso del Bolzano che completa la rincorsa con il solito muro, 25-24 ma Simoni annulla subito lo svantaggio. Il finale di parziale è giocato punto su punto ma con i padroni di casa che galvanizzati dal recupero alla fine hanno la meglio degli ortonesi 27-25.

Parte equilibrato il TERZO SET. L’errore al servizio di Spagnuolo fa mettere avanti la testa alla SIECO 3-4. Mini-Break della SIECO che con l’opposto Zanettin arriva sul 3-6. Come nel set precedente, gli adriatici hanno buon gioco e il Coach bolzanino chiama tempo: 4-8. Pizzica la linea di fondo Tartaglione ed il punteggio è 8-13. Sei lunghezze di vantaggio anche in questo set: 9-15 a favore degli adriatici. Ace di Ottaviani 13-19. Sembra di rivivere la storia del set precedente. Tornano a farsi sotto i padroni di casa che dimezzano lo svantaggio e Nunzio Lanci chiama i suoi a raccolta: 17-20. Out l’attacco di Paolo Ingrosso che dopo aver rimbalzato sul nastro della rete, termina out: 18-23. Prima palla set subito sfruttata per la SIECO che grazie ad un ACE sporco del capitano Andrea Lanci, si aggiudica il parziale 20-25

QUARTO SET che comincia con la novità Di Meo al posto di uno spento Ivan Zanettin. Si gioca punto su punto nelle primissime battute di questo set e il 4 a 4 arriva con l’errore di Galabinov al servizio. Il primo break di questa frazione lo mette a segno Michele Simoni a muro: 6-8. Sale il vantaggio per la SIECO 8-12 e Simoni ancora al servizio. Ace di Galabinov e Bolzano torna li ad un passo 13-14. Ace anche di Menicali e la SIECO respira 14-18. Ancora dimezzato il vantaggio conquistato con tanto sudore, la formazione Altoatesina è adesso a soli due punti 18-20, così Lanci chiama tempo. Ancora una rimonta di Bolzano, ora il punteggio è sul 22 pari. Palla set per la Sieco 23-24 con Tartaglione al servizio. Annullata la prima, si arriva ad una nuova palla set ortonese nelle mani di Menicali, che però spreca sbagliando il servizio: 25-25. È Simoni che con il suo muro ripara ad una ricezione imprecisa di Tartaglione 26-27. Ottaviani però, subito dopo, pesta la riga in servizio: 27-27. Ancora un errore in ricezione e la palla match passa a Bergamo, che però spreca sparando fuori il servizio: 29-29. Finale di set lunghissimo. Quando Bergamo sembrava aver finalmente chiuso la gara, il Video Check ribalta la decisione arbitrale ed il punteggio 33-33. Invasione fischiata a Bolzano e si va sul 36 pari. Spunto di Bergamo che riesce a spuntarla alla fine di questo set interminabile. Arriva così la prima vittoria casalinga per la Mosca Bruno Bolzano che chiude il set 38-36

Giuseppe Ottaviani: «Abbiamo giocato male. È stata una brutta partita. Per l’ennesima volta siamo qui a rimarcare come purtroppo spegniamo la luce a partire dai venti punti, proprio quando dovremmo invece uccidere il set. Non siamo ancora in grado di gestire il vantaggio che riusciamo a prendere sugli avversari e questo ci mette in difficoltà. Adesso ho solo voglia di dimenticare questa serata, lavorare, lavorare e lavorare per arrivare alla partita con Brescia al meglio della forma fisica e soprattutto mentale».

Mariano Costa: «Partita che lascia l'amaro in bocca, certo, ma questo non può e non deve assolutamente distrarci. Non dobbiamo perdere di vista quelli che sono i nostri obbiettivi. L'unico set veramente steccato è stato il primo, poi siamo stati sempre avanti, ma nel finale di ogni set ci è mancata la giusta determinazione per chiudere e gli avversari ne hanno approfittato. Da domani dobbiamo continuare a percorrere l'unica strada che conosciamo, ossia quella del lavoro e della responsabilità.»

TABELLINI:
Sieco Service Impavida Ortona: Simoni 9, Pesare (L) n.e., Zanettin 25, Bencz, Tartaglione 11, Ottaviani 8, Sitti, Provvisiero (L), Di Meo 4, Lanci A., Zanini n.e., Menicali 12. Allenatore: Nunzio Lanci
Mosca Bruno Bolzano: Candeago, Bressan 5, Spagnuolo 1, Bleggi n.e, Boswinkel 35, Ingrosso 11, Baldazzi, Quartarone 1, Thei n.e., Paoli 18, Galabinov 14, Villotti. Allenatore: Burattini

NOTE:

Mosca Bruno Bolzano – Sieco Service Impavida Ortona 3-1 (25/18; 27/25; 20/25; 38-36)

Durata Set: I (32’), II (39’), III (26’), IV (49’)
Durata incontro: 2h 26’
Muri Punto: Ortona 11; Bolzano 22
Aces: Ortona 4; Bolzano 1;
Errori Al Servizio: Ortona 12; Bolzano 14;
Arbitri: Armandola Cesare, Prati Davide

REPLICA DELL’INCONTRO: Lunedì 13 Novembre su RETE OTTO SPORT (canale 11) Ore 13.00 (Ampia Sintesi) e ore 20.30 su TELEMARE (canale 113 del dtt) INTERA GARA

Ortona. Passati i capogiri della sfida “ottovolante” di sabato sera contro i giovani del Club Italia CRAI Roma, gli impavidi, domenica pomeriggio alle 16, saranno a caccia di punti in quel di Bolzano.

La Mosca Bruno Bolzano occupa il penultimo posto in classifica, con cinque punti. Peggio di loro solo il Club Italia Roma che li tallona ad una sola lunghezza di distanza. I bolzanini, che arrivano dalla sconfitta rimediata sul campo di Spoleto per tre set a zero, sono ancora alla ricerca della prima vittoria casalinga. I cinque punti del Bolzano sono infatti frutto di due sconfitte al tie-break (fuori casa contro Club Italia e Cantù) ed una vittoria netta e da tre punti in quel di Mondovì.

Gli adriatici, dal canto loro, hanno dimostrato nella precedente gara di poter contenere al massimo gli errori riuscendo a rimanere concentrati e compatti per due set interi. La voglia è quella di riprendere proprio da dove si era interrotta la corrente sabato scorso: «Piano piano ci stiamo arrivando» osserva Mister Nunzio Lanci. «Il bel gioco visto nei primi due set contro Club Italia è stato merito nostro. Siamo stati più precisi in ricezione, attenti in difesa e gli errori al servizio sono diminuiti. Adesso c’è bisogno di una registra all’attenzione e all’intensità di gioco. Dobbiamo fare in modo di non avere più quei cali tanto da mostrare, finalmente, tutto il nostro potenziale»

LE ALTRE GARE IN PROGRAMMA NEL GIRONE BLU:

Mercoledì 8 Novembre ore 20.30:
Centrale Latte McDonald’s BS – Caloni Agnelli Bergamo 2-3

Sabato 11 Novembre ore 20.30:
Monini Spoleto – PAG Taviano
Maury’s Italiana Assicurazioni Tuscania – VBC Mondovì

Domenica 12 Novembre ore 18.00:
Gioiella Gioia del Colle - Club Italia CRAI Roma

Pagina 1 di 10

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Notizie Recenti

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione