Vasto. E’ stata firmata ieri mattina la convenzione tra il Comune di Vasto, rappresentato dal dirigente del Settore I, Vincenzo Tomae Rev. Padre BogdanPetruVoicu, per la Parrocchia della Diocesi Ortodossa Romena d’Italia. La Giunta Comunale ha concesso in comodato d’uso gratuito, il locale denominato “Chiesa di S. Maria di Costantinopoli”, parte costitutiva di “Palazzo Aragona”, alla locale Parrocchia della Diocesi Ortodossa Romena d’Italia.Diocesi riconosciuta come ente di culto con personalità giuridica, attraverso il Decreto firmato dal presidente della Repubblica Italiana, il 12 dicembre 2011.
“Grazie alla nuova convenzione – ha spiegato il sindaco di Vasto, Francesco Menna -della durata di sei anni,la comunità romena cittadina, cui afferiscono oltre duemila fedeli residenti, ha la possibilità di poter continuare a frequentareun luogo di aggregazione confacente alle proprie esigenze di culto”.
Il Rev. Padre BogdanPetruVoicu, haevidenziato che la convenzione ha l’approvazione del VescovoSiluan della Diocesi Ortodossa ed haespresso grande soddisfazione per aver ottenuto il rinnovo della convenzione, un bellissimo dono in occasione del centenario della grande unione della Romania. Per l’occasione Padre Bogdanha voluto ricordare una frase del Convegno sull'esperienza spirituale e la testimonianza politica di Giorgio La Pira, all’auditorium San Paolo il mese scorso, dove è stato invitato a partecipare da don Gianni Sciorra.
“Abbattere i muri per costruire iponti”.

Vasto. La Città di Vasto è al 797° posto nella graduatoria definitiva delle richieste di finanziamento avanzate dai Comuni per le disposizioni urgenti in materia di sicurezza.

Disposizioni che hanno consentito al Comune di Vasto di presentare uno specifico progetto, a seguito della sottoscrizione in Prefettura di un “patto per la sicurezza”, con l’obiettivo di realizzare sistemi di videosorveglianza nelle aree del territorio comunale, individuate tra quelle maggiormente interessate da situazioni di degrado e di illegalità.

Quella di Vasto è una buona posizione nella graduatoria, se consideriamo che in tutta Italia sono 2426 i Comuni ammessi. La città adriatica nella classifica è preceduta da Chieti al 758° posto ed è seguita da Lanciano 807° e San Salvo 1628° posto.

Vasto però non potrà ottenere, per ora, il finanziamento poiché i fondi saranno erogati solo ai primi 428 della graduatoria definitiva. Per la Provincia di Chieti a fare la parte del leone sono i piccoli Comuni, 12 quelli finanziati, con somme inferiori a 90.000,00 euro.Tra questi Fraine con 396 abitanti e il più popoloso Miglianico con 4844.

“Per Vasto - ha dichiarato il sindaco Francesco Menna - si spera ci sia entro il 2019 la possibilità di ampliare la videosorveglianza, per fornire un efficace supporto alle Forze dell’Ordine garantendo un maggiore controllo del territorio. Il progetto presentato ammonta a 349.347,38 l’importo da finanziare è di 243.607, 49”.

Vasto. Appuntamento con la solidarietà della Confraternita della Sacra Spina e del Gonfalone con l’iniziativa “Aiutaci ad aiutare”. Per quanti in concreto vogliono compiere gesti di vicinanza a chi si trova in difficoltà economiche l’appuntamento è sabato 17 e domenica 18 novembre nella chiesa di Santa Maria Maggiore a Vasto. E' l'occasione giusta per compiere un gesto concreto d’amore.

Durante le sante messe di sabato 17 (ore 18.00) e domenica 18 (ore 7.30 – 10.00 – 11.15 – 18.00) all’ingresso della chiesa sarà collocato un banchetto dove si può consegnare prodotti a lungo conservazione (alimenti per l’infanzia, pelati, legumi, tonno, riso, olio, latte, pasta e carne in scatola).
L’invito è del priore Massimo Stivaletta per dare un aiuto a quelle famiglie bisognose “che purtroppo non riescono ad arrivare a fine mese, con tanti problemi sia di salute e sia economici. Sono fiducioso che i nostri concittadini e i nostri parrocchiani sapranno dimostrare la grande generosità diventando protagonisti di un atto d’amore nella condivisione del cibo con chi è nel bisogno”.

Le somme raccolte anche in denaro e i prodotti alimentari saranno distribuiti dagli stessi confratelli secondo le necessità che sarà segnalate dal parroco don Domenico Spagnoli.

Vasto. Un nuovo importante intervento sulla rete fognaria cittadina ha preso l’avvio nella zona di San Pietro Linari a Vasto, area ubicata a nord del quartiere San Lorenzo. Il Comune di Vasto, d’intesa con la SASI Spa, ha dato il via libera alla realizzazione di una condotta che consentirà la messa a norma delle tante abitazioni rurali e non presenti nella zona. Come è noto in questo periodo sono serrati i controlli messi in essere dal Corpo Forestale dei Carabinieri e dalla Guardia Costiera in materia di smaltimento dei rifiuti organici. Controlli incentrati sulla verifica dei pozzi neri o meglio delle fosse Imof utilizzate nelle nostre campagne dai residenti.
“Per la concretizzazione di questi interventi - ha detto l’assessore comunale ai Lavori Pubblici Giuseppe Forte - è necessario, come nel caso di San Pietro Linari, ottenere la collaborazione dei cittadini che vanno informati sui rischi che corrono e sulla opportunità che si offre loro per risolvere definitivamente il problema dello smaltimento dei rifiuti organici con la eliminazione di costi che ogni anno gravano sui bilanci familiari”.
Proprio al fine di agevolare la messa a norma dello scarico delle acque nere il Comune, d’intesa con la SASI Spa, sta portando avanti questi interventi di bonifica.
Pertanto, nella zona di San Pietro Linari sarà opportuno in questo periodo limitare la velocità dei mezzi in transito per favorire la esecuzione dei lavori che sono stati affidati alla impresa GCG Srl.

Vasto. “Un grave atteggiamento di scorrettezza istituzionale” dichiara il Presidente del Consiglio Comunale di Vasto, Mauro Del Piano, al termine della riunione della delegazione istituzionale costituita con Deliberazione consiliare n. 71 del 20.06.2018. “Non un mero documento d’intenti - sottolinea il Presidente - “ma quello che l’intero Consiglio ha ritenuto fosse il giusto modo di interfacciarsi con il Governo”.
La delegazione in data 13 settembre aveva chiesto di essere ricevuta dal Ministro del Lavoro e dello Sviluppo Economico, l’On. Luigi Di Maio, edal Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, l’On. Giancarlo Giorgetti, “un incontro che non è finora stato convocato, segno di come la nuova compagine governativa intende rispettare i rappresentanti della realtà locale maggiormente gravata dalla crisi occupazionale dello stabilimento Pilkington di San Salvo”.
“Pur apprezzando l’importante investimento del gruppo N.S.G. ammontante a 30 milioni di euro su nuove tecnologie impiantistiche - grazie al quale è stata concesso l’ulteriore anno di C.I.G.S. in deroga, la stessa delegazione ritiene che questo istituto non sia affatto risolutivo nell’azzerare il numero degli esuberi. Così come va attentamente monitorato l’iter di applicazione di tale investimento - che, va ricordato, è partecipato dagli stessi lavoratori - rispetto alla auspicata saturazione degli impianti.”
“Ma l’incontro richiesto - chiarifica il presidente - mirava prevalentemente ad individuare ogni percorso ritenuto idoneo alla riduzione degli esuberi, anche incentivando il turn-over attraverso il riconoscimento del lavoro usurante: è questo il vero snodo del problema e, pertanto, l’atteggiamento di noncuranza del governo, e dei locali parlamentari di maggioranza, è una grave mancanza non verso la delegazione, né tantomeno per il Comune della Città del Vasto, ma soprattutto verso i lavoratori e le loro famiglie.”
Rammarico, infine, è stato espresso dalla delegazione rispetto alle recenti dichiarazioni del presidente Pilkington San Salvo, il dott. Graziano Marcovecchio: “Vasto è da sempre al centro della vertenza, attraverso un impegno profuso in ogni sede politica ed istituzionale, promuovendo interventi strutturali qualificanti, primo tra tutti, la realizzazione dell’ultimo miglio ferroviario presso l’area industriale di Punta Penna, di cui le aziende - e, tra esse, la Pilkington - beneficeranno in termini di riduzione dei costi di trasporto delle materie prime.”
“Nell’incontro - ha concluso il Presidente Del Piano - avremmo sollecitato il governo a velocizzare le procedure burocratiche alle quali si devono attenere questi irrinunciabili investimenti”.

 

Vasto. Sabato prossimo 17 novembre si concluderanno a Vasto le celebrazioni organizzate dall’Amministrazione Comunale, in collaborazione con diverse associazioni cittadine, per ricordare la fine della Prima Guerra Mondiale a 100 anni di distanza da quei tragici eventi che sconvolsero la nostra Nazione. Celebrazioni che hanno preso l’avvio lo scorso 20 ottobre e che hanno coinvolto in queste settimane molti giovani studenti della Città e tanti cittadini.
Sabato, dunque, nella Sala Consiliare del Palazzo di Città, alle ore 10,30, è in programma un Convegno molto interessante, curato dall’Ordine degli Avvocati della Città, dedicato a due temi: “L’evoluzione del Diritto Penale Militare” affidato al prof. Ugo Terracciano, e “La difesa del soldato nella legge penale militare di guerra” di cui parlerà l’avv. Giacomo Nicolucci.
A seguire in aula il concerto dell’Orchestra Giovanile dell’Istituto Comprensivo 2 “Gabriele Rossetti”.
Nel corso della stessa mattinata ci sarà la premiazione del Liceo Artistico “Pantini-Pudente” che ha partecipato al concorso a tema lanciato in occasione di queste celebrazioni dalle Associazioni Combattentistiche e d’Arma.
Sempre sabato, nel pomeriggio, per iniziativa delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma, in Città si vivranno altri significativi momenti grazie alla presenza della Banda del Primo Reggimento Granatieri di Sardegna di Roma.
Infatti, alle ore 16,00, dinanzi alla Cappella di San Michele Arcangelo, Patrono della Città, si formerà un corteo che attraverserà Viale della Rimembranza, dedicato ai giovani Caduti Vastesi nella Prima Guerra Mondiale, per poi raggiungere il centro Città ed il Monumento ai Caduti in Piazza Caprioli dove ci sarà la cerimonia della deposizione di un omaggio floreale.
Alle ore 18,30, nei locali del Politeama Ruzzi, la Banda del Primo Reggimento Granatieri di Sardegna terrà un atteso concerto dedicato ai Caduti della Grande Guerra.
La esibizione della Banda del Primo Reggimento dei Granatieri di Sardegna sarà gratificata dalla presenza del nostro concittadino il Gen. di Corpo d’Armata Massimiliano Del Casale, Presidente del Centro Alti Studi Militari per la Difesa Roma.

 

Vasto. Un’altra importante opera pubblica è stata ufficialmente inaugurata questa mattina a Vasto. Alla presenza delle Autorità cittadine si è svolta la cerimonia del taglio del nastro su Via San Rocco, uno dei quartieri di recente sviluppo urbanistico della Città, interessato dalla realizzazione del secondo lotto dell’omonima via che dal quartiere San Paolo di sviluppa verso la parte nord dell’agglomerato urbano.
Un impegno mantenuto dagli Amministratori comunali che, come si ricorderà, la scorsa estate incontrarono i cittadini residenti nella zona per un proficuo e costruttivo scambio di idee.
“Abbiamo mantenuto fede all’impegno preso con i cittadini - ha dichiarato nella circostanza il sindaco Francesco Menna - realizzando un’opera tanto attesa il cui utilizzo facilita i collegamenti urbani mettendo in sicurezza quanti la percorrono quotidianamente”.
I lavori realizzati consistono nella realizzazione di un tratto di strada della lunghezza di circa 320 mt. e larghezza di complessivi 14 mt. come da previsioni di P.R.G., ampliando notevolmente la modesta sede strada preesistente.
La nuova strada è stata inoltre dotata di marciapiede, delle reti di raccolta e convogliamento delle acque meteoriche e della rete fognaria, con predisposizione di allacci a bordo strada in modo da evitare future demolizioni, e di un nuovo impianto di pubblica illuminazione costituito da n. 14 pali con apparecchi illuminanti a led.
In collaborazione con la S.A.S.I. S.p.a., è stato realizzato un nuovo tratto della rete principale dell’acquedotto, sostituendo quello vetusto preesistente. Sono stati eliminati pali e cavi aerei della rete elettrica e telefonica realizzando nuovi cavidotti interrati e migliorando in tal modo anche il decoro urbano della zona. In collaborazione con Enel è stata realizzata la predisposizione per nuovi allacci e per il futuro passaggio della media tensione. La segnaletica orizzontale è stata concepita in modo da realizzare due corsie di marcia e una fascia laterale di parcheggi in linea, al fine di migliorare la sicurezza stradale e di garantire le necessarie urbanizzazioni primarie alla zona.
La scelta di evitare la completa demolizione e smaltimento della vecchia sede stradale in asfalto ha consentito un importante risparmio di risorse e, conseguentemente, la realizzazione di un tratto molto più esteso e di maggiori opere di completamento.
Infine sono stati realizzati interventi di completamento e messa in sicurezza quali il rifacimento del manto stradale di Via S. Rocco e di un tratto della bretella che conduce a Via del Porto attraversando la lottizzazione “Moscato”. Tali lavori di completamento hanno riguardato la sistemazione stradale di un tratto di circa 550 mt. e la realizzazione di un tratto di collettore fognario.
“I Tecnici del settore Lavori Pubblici del nostro Comune - ha dichiarato l’assessore Giuseppe Forte - stanno già lavorando alla progettazione del terzo lotto di via San Rocco, un’arteria molto importante che agevola i collegamenti verso nord della Città. E’ allo studio anche un progetto di riqualificazione di tutto il tratto di strada che porta fino all’innesto con la provinciale che collega la zona di Lebba con il quartiere dell’Incoronata”.

Vasto. “La nuova Tac a 64 strati destinata all'ospedale di Vasto,  acquistata da oltre un anno, è tuttora imballata e custodita in un della Asl in attesa di essere messa in funzione. Siamo di fronte all'ennesima inerzia del governo regionale e all'evidente superficialità di un assessore alla sanità oggi troppo concentrato più alla sua campagna elettorale e meno attento alle vere esigenze del San Pio di Vasto”. Questo il commento del consigliere regionale di Forza Italia Mauro Febbo che spiega quanto segue: “La seconda Tac, annunciata ben tre anni fa e acquistata attraverso una gara pubblica conclusa da un anno e mezzo, non può essere ancora installata perché il luogo individuato necessita di una ulteriore ristrutturazione per una spesa di 130 mila euro. Non solo, oggi ci si accorge che bisogna potenziare ulteriormente la cabina elettrica e occorrerebbe un investimento pari a 300 mila euro. Queste sono le preoccupanti notizie che emergono a conclusione del sopralluogo di tecnici e ingegneri effettuato nei giorni scorsi presso il nosocomio. Siamo di fronte alla più totale inefficienza di una classe politica e dirigenziale completamente inadeguata che non è stata in grado di mettere in campo una concreta programmazione di interventi da realizzare.  La realtà oggi è un'altra: la seconda Tac a 64 strati trova ancora ostacoli logistici che ne rinviano l’installazione con il serio rischio che diventi obsoleta considerando che la stessa Asl dispone già di dispositivi a 256 strati. Una vera e propria beffa nei confronti dei vastesi che pagano la disattenzione di un governo regionale che in questi anni è riuscito nella grande impresa di aumentare il debito riportando i bilanci di tutte e quattro le Asl in negativo”.  “L’ospedale di Vasto, il personale medico, infermieristico e tutti i suoi dipendenti  – conclude Febbo - meritano più attenzione e investimenti da realizzarsi al più presto. Nelle prossime ore convocherò in Commissione Vigilanza sia i vertici  della Direzione regionale sanitaria e della Asl Lanciano-Vasto-Chieti per comprendere le cause della mancanza installazione della seconda Tac e per risolvere celermente le cause di questi ritardi targati Paolucci”.

Vasto. L’Amministrazione Comunale e il Settore Commercio ed attività produttive, attraverso un pubblico avviso, consultabile sul sito del Comune di Vasto, invita le Associazioni di Categoria, dei Commercianti, degli Operatori economici e di volontariato, a formulare proposte per integrare ed implementare le iniziative nel periodo di Natale in modo da dare maggiore vitalità sociale, economica e culturale alla Città.

Le iniziative previste nel centro storico ( Piazza Rossetti - Piazza Diomede) dovranno prevedere a mero titolo esemplificativo e non esaustivo l'allestimento di un mercatino di Natale mediante casette di legno, esclusivamente per la vendita di prodotti artigianali natalizi, eno-gastronomici manifestazioni "da piazza", allestimento di mostre legate al Natale e quant'altro possa attirare l'interesse dei cittadini vastesi e dei turisti. Gli interessati a questa offerta, in possesso dei requisiti previsti dalle disposizioni normative vigenti, possono presentare entro il 19 Novembre, progetto nel quale indicare ed elencare quanto si intende realizzare nel periodo compreso dal 25 Novembre 2018 al 20 Gennaio 2019.

Le proposte pervenute saranno oggetto di verifica e valutazione da parte del Settore competente e dell'Assessorato di riferimento che si riservano di accettare la richiesta e quindi affidarne o meno l'organizzazione.

"E' nelle intenzioni dell'Amministrazione Comunale - ha dichiarato l'Assessore con delega al Commercio ed alle Attività Produttive, Luigi Marcello - proporre un programma di eventi che rappresentino una novità per la Città. Con queste iniziative intendiamo come settore Commercio dare ulteriore contributo alla programmazione di eventi proposta dall'Associazione "Libera Confraternita degli Artisti" ed approvata dalla Giunta Comunale con atto 298/2018. Un Natale particolare quindi ed innovativo per la nostra città' che vede l'impegno di tante realtà e che interesserà il Centro di Vasto per circa 2 mesi. Siamo certi - conclude l'assessore - che in molti risponderanno al nostro invito”.

Il dirigente del settore Commercio, Luca Mastrangelo sarà a disposizione per fornire tutte le indicazioni gli interessati a presentare delle proposte.

Vasto. Mercoledì 14 novembre alle ore 10:00 nella Sala Consiliare del Municipio è in programma un incontro per discutere della ZES (Zona Economica Speciale).

E’ stata accolta la richiesta del sindaco di Vasto, Francesco Menna che, il mese scorso, ha sollecitato il Comitato tecnico regionale ad organizzare in città un dibattito tecnico ricco di contenuti insieme con i sindaci e i sindacati maggiormente rappresentativi.

“Un confronto - ha dichiarato il sindaco Menna - sulle prospettive che per questa realtà si aprono in relazione alla Zes. Questa, la sfida che giochiamo”.

Pagina 1 di 49

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Notizie Recenti

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione