Vasto. Sabato 25 novembre alle ore 10:00, in occasione della GIORNATA MONDIALE CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE, si svolgerà a Vasto presso l'ITSET "Filippo Palizzi" in Via dei Conti Ricci 25, il convegno intitolato
"TU MERITI AMORE".

Relatori:

• DANIELA AIUTO
Deputata al Parlamento europeo - Membro Comm.ne FEMM
(Commissione per i diritti della donna e l'uguaglianza di genere)

• GIUSEPPINA FABRETTI
Avvocato, Presidente Associazione "CamMiNo Vasto", Vice Presidente Associazione "Emily"

• MARIANGELA GIAGNORIO
Testimonianza

• CLAUDIA SABA
Presentazione del libro "Era mio padre" e intervento finalizzato al riconoscimento della violenza e a come combatterla.

"Sara è riuscita a crearsi una vita quasi perfetta: ha sposato l’uomo che ama e con lui ha costruito una famiglia. Sembra tutto compiuto, come un cerchio che si chiude, fino a
quando le pareti sulle quali aveva costruito la sua favola iniziano a scricchiolare. Il marito si rivela essere in realtà un uomo violento. Sara subisce violenza tra le mura
domestiche, per anni, e per amore dei figli, continua a subire per tanto tempo. All’ennesimo episodio di violenza e dopo lo stupro, Sara inizia a chiedersi perché accetta tutto questo. Solo allora troverà il coraggio di chiedere aiuto e inizierà un percorso di psicoanalisi. Sarà questo il momento in cui le porte che l’inconscio aveva serrato a sua difesa, si spalancheranno tutte insieme, violentemente, lasciando liberi quei fantasmi fino ad allora messi a tacere. Ricordi di un passato doloroso emergeranno in tutta la loro drammaticità, costringendo Sara a fare i conti con un passato che ritorna per restituirle i cocci di un’infanzia violata. Sara si scopre donna tradita e bambina mancata, "abbandonata alla mercé di un padre disturbato che diventerà il lupo della sua vita, e di una mamma assente e accondiscendente. Il libro, è un messaggio per incoraggiare le donne vittime di Violenza a denunciare per ricominciare a vivere."

• KATIA DI SABATINO
Membro Associazione "Delta Defence".

Introduce e modera Prof.ssa TERESA MARIA DI SANTO, Presidente Emily Abruzzo.

Interventi di:
• Prof.ssa Nicoletta del Re, dirigente scolastico
• Avv. Vittorio Melone, Consiglio Ordine degli Avvocati Vasto
• Anna Bosco, Assessore all'istruzione del Comune di Vasto


Auspicando la Tua presenza all'evento e alla pubblicazione sulla tua testata, porgiamo cordiali saluti.

Chieti. Venerdì 24 novembre alle ore 14:30 presso la Sala Rossa della Camera di Commercio Chieti (Centro Espositivo Foro Boario) in Via Pomilio, 1 – Chieti Scalo (CH), si svolgerà un importante convegno di studio ad ingresso libero organizzato da UNIMPRESA CHIETI, FedAPI e l’Associazione Giovani Consulenti del Lavoro di Chieti.
In occasione del convegno di studio, sarà tracciato il quadro delle attività necessarie per aziende private e pubbliche amministrazioni che devono arrivare conformi alla scadenza (25 maggio 2018), e ad affrontare i temi delle novità introdotte dal Regolamento UE 2016/679.
Durante il convegno interverranno autorevoli esperti della materia, tra cui il Dr. Marco DE MEDIO – Data Protection Officer e Privacy Expert, Marianna SCLOCCO - Avvocato in Pescara e Stefano PACITTI – Consulente del Lavoro. Moderatore del pomeriggio di studio sarà Luigi ACCONCIA dell’AGCdL Chieti.
“Le tematiche trattate sono di estrema importanza nonché attualità ed il convegno di studio che andremo a realizzare rappresenta un evento di alto valore specifico. Infatti lo scorso anno l’Unione Europea ha approvato il Regolamento (UE) 679/2016 in materia di dati personali - spiega Carlo Primo FEDECOSTANTE Presidente Unimpresa Chieti - e ci sembra sia giunto il momento di mettere attorno a un tavolo esperti in grado di spiegare con semplicità a tutti gli imprenditori cosa comporterà la nuova normativa europea”.
La partecipazione è gratuita previa registrazione obbligatoria via email a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Pescara. L’Associazione Eremo Dannunziano e la Presidenza del Consiglio del Comune di Pescara, in collaborazione con la FUIS – Federazione Unitaria Italiana Scrittori e con autorevoli patrocini istituzionali, organizzano presso l’Aurum e l’Auditorium Petruzzi a Pescara la prima edizione dell’evento “DANNUNZIANA – D’Annunzio e la bellezza”. La manifestazione si articolerà in tre giorni, 24, 25 e 26 novembre, con variegate proposte dedicate al Vate che vedono la partecipazione di noti esponenti del panorama intellettuale. All’inaugurazione saranno presenti gli organizzatori Francesco Pagnanelli (Presidente del Consiglio del Comune di Pescara) e Nicoletta Di Gregorio (Presidente Eremo Dannunziano); interverranno S. E. Marìn Ràykov (Ambasciatore Repubblica di Bulgaria presso il Quirinale), Natale Antonio Rossi (Presidente Federazione Unitaria Italiana Scrittori), Paola Damiani (Presidente Fondazione Pescarabruzzo), Fabio Nieddu (Presidente Croce Rossa Italiana - Comitato di Pescara), Carlo Petracca (Esperto di Politiche Formative. Coordinerà il giornalista RAI Antimo Amore.

“L'iniziativa è nata in una serata di luglio, quando Nicoletta Di Gregorio è stata nominata presidente dell'associazione Eremo Dannunziano – racconta il presidente del Consiglio Comunale Francesco Pagnanelli – perché D'Annunzio, patrimonio culturale della nostra città potesse essere al centro di un’iniziativa culturale di grande prestigio. Siamo arrivati a questa sinergia fra Eremo Dannunziano e Presidenza del Consiglio Comunale e altri importanti patrocini e alla stesura di un programma bello e ricco di appuntamenti: una rassegna che credo per la prima volta porti a Pescara contenuti cisì speciali si D’Annunzio. Sono tre i giorni animati dalla passione e dal programma che vede l’arrivo di una serie di ospiti ed eventi che spaziano dal coinvolgimento delle scuole alle mostre, agli incontri con personaggi di rilevanza anche nazionale, un insieme di apporti che vanno anche al di là della poetica e cultura dannunziana e che sono entusiasta di presentare perché disegna una parte della storia e della cultura della nostra città”.

“Sono felice che si sia realizzata questa iniziativa – illustra la presidente Nicoletta Di Gregorio – Il Vate è un grande concittadino, ma anche uno dei maggiori poeti e scrittori del Novecento ed è da qui che bisogna davvero partire. Lui è stato uno dei primi ad avere un'idea programmatica di unione di intenti con le altre culture e autori contemporanei, un amante della cultura classica e greca e questi sono segni emblematici, importanti, che vogliamo rileggere in chiave moderna e ringrazio quanti ci hanno consentito di imbarcarci in questa avventura. Una parte importante e significativa è il contributo delle scuole all'iniziativa, che si apre infatti la mattina di venerdì 24 novembre con incontri che si svolgeranno contemporaneamente in sette istituti superiori della città nell’ambito del progetto Alternanza Scuola Lavoro e che proporranno, oltre alle presenze dei relatori, quelle significative di rappresentanti della Croce Rossa Italiana, per riaffermare l’importanza del connubio tra cultura e volontariato.
Sabato 25 al Petruzzi ci sarà l'apertura ufficiale con l'Ambasciatore di Bulgaria presso il Quirinale S. E. Marìn Ràykov, in mattinata come da tradizione, l’Associazione Eremo Dannunziano assegnerà il Premio Aligi a un’illustre personalità del mondo culturale italiano, che quest’anno è il Professor Francesco Sabatini, Presidente emerito dell’Accademia della Crusca, per l’occasione introdotto dall’Avvocato Antonello De Rosa. Sono numerosi i pregevoli interventi di DANNUNZIANA, tra cui quelli della già Presidente del Vittoriale Annamaria Andreoli, del poeta Davide Rondoni che inizierà una presenza dedicata ogni anno a un grande poeta italiano, della saggista Paola Sorge e del saggista Tobia Iodice e Giovanni Benedicenti. Tra gli attori che introdurranno ogni singolo evento, saranno presenti Stefania Graziosi, Angelo Del Vecchio, Franca Minnucci e Carlo Orsini. La manifestazione sarà arricchita da esposizioni di auto d’epoca, documenti e cartoline, una mostra d’arte, una rassegna editoriale e interventi musicali tra cui l’esibizione della Billy Bros Swing-Orchestra con brani di musica Jazz i cui dischi sono custoditi presso il Vittoriale.
Infine la domenica inizieremo con la consegna degli attestati per i ragazzi che hanno seguito il progetto di alternanza scuola lavoro, per chiudere con altri due appuntamenti letterari e musicali dedicati al Vate. Diversi gli attori presenti in tutte le iniziative oltre a quelli citati anche: Massimo Vellaccio, Franca Minnucci Francesca Persico, Angelo Petrone, Cam Lecce, Rossella Micolitti, Lea Del Greco”.

Chieti. Il Protocollo di intesa tra Arma dei Carabinieri, Luiss Guido Carli e Sogei, l’evoluzione normativa e le best practice nell’innovazione digitale della PA e i valori dei dati nella società digitale sono i temi che sono stati trattati nel corso del convegno intitolato “Evoluzione digitale della PA”, svolto all’auditorium dell’Università degli studi di Chieti e Pescara “Gabriele D’Annunzio”.
Alla presenza del Ministro per la Semplificazione e la Pubblica Amministrazione, Marianna Madia e dei vertici dell’Arma dei Carabinieri, della Luiss Guido Carli e di Sogei, è stato presentato il Protocollo di intesa firmato lo scorso luglio dalle tre istituzioni che promuove attività di ricerca e condivisione di conoscenze tecnologiche per migliorare la gestione dei sistemi informatici amministrativi, il valore e la centralità dei dati digitali con un focus sull’evoluzione normativa che ha interessato il mondo digitale e la PA. Tra gli illustri relatori il Rettore della Luiss Guido Carli Paola Severino, l’amministratore delegato di Sogei Andrea Quacivi, il Comandante generale dell’Arma dei Carabinieri Tullio Del Sette, il Presidente dell’Inps Tito Boeri, il procuratore aggiunto della Direzione Nazionale Antimafia Giovanni Russo, i rettori delle Università di Chieti-Pescara, Teramo e L’Aquila Sergio Caputi, Luciano D’Amico e Paola Inverardi.
“Quello di oggi è un convegno importante per il tema trattato - ha detto il comandante generale dell’Arma dei Carabinieri, Tullio Del Sette – e penso che sia un significativo riconoscimento per il lavoro che in questo senso sta svolgendo e continuerà a svolgere in maniera straordinaria il Centro Nazionale Amministrativo dei Carabinieri che è nato a Chieti oltre 15 anni fa, nel 2001, a suo tempo insieme al Generale Venditti, che era allora il capo di Stato Maggiore, e al Generale Molluso che a suo tempo ha avuto il privilegio di vedere a distanza di tempo quanto sia andata avanti questa digitalizzazione. Se il Ministro della Pubblica Amministrazione è qui per parlare della necessità e dei progressi che si sono fatti nell’informatizzazione, ma anche sul lavoro svolto dai Carabinieri in questo senso è dovuto soprattutto al lavoro che i Carabinieri qui hanno fatto, hanno svolto un lavoro che spesso li ha portati a collaborare con l’Università e questa è un’altra ragione di soddisfazione. Bisogna andare avanti, essere forti secondo me e determinati nel preservare il valore che ci viene dal passato nel valorizzare le esperienze fatte, ma anche nella consapevolezza dei presenti e nella proiezione futura. Lo facciamo qui con l’informatizzazione e vogliamo continuare a farlo come facciamo in tutti gli altri settori. Il lavoro che facciamo sul piano della formazione delle alte forze di polizia è un lavoro che nesun’altra forza di polizia svolge come noi, sono decine di migliaia gli operatori appartenenti ad alte forze di polizia a ordinamento militare o a ordinamento civile. È un lavoro che stiamo facendo da 20 anni, ma soprattutto negli ultimi anni è un lavoro anch’esso per il futuro”.
“Complimenti all’Arma dei Carabinieri e all’Università di Chieti-Pescara che hanno saputo organizzare questa iniziativa qui – ha detto il governatore della Regione Abruzzo, Luciano D’Alfonso – non solo per generosità nei confronti dell’Abruzzo e di Chieti, ma anche per un discorso di coerenza con i natali e di percorso storico e culturale. Chieti e l’Abruzzo non sono estranei da questo cammino di ambizione della Pubblica Amministrazione: è partito da Chieti ad opera di un chietino, il primo ‘pugno allo stomaco’ nei confronti dello stato moloch affinché si accorgesse del cittadino e delle sue esigenze di cittadinanza. Fu Silvio Spaventa da Bomba nel 1888 a Bergamo a porsi il tema di qual è il rapporto giusto della Pubblica Amministrazione nei confronti di persone, imprese e territorio. Fu rivoluzionario e la categoria della rivoluzione ci aiuta a capire quale sia il mezzo da usare per introdurre il mezzo potente della digitalizzazione nella Pubblica Amministrazione. Il titolo del convegno evoca rivoluzione, all’Università di Teramo ho studiato che quando l’evoluzione è doppia si chiama rivoluzione. Per quanto riguarda la scelta di Chieti per questa iniziativa, volevo ricordare che un personaggio di Chieti, senza il doppio cognome, ben voluto dagli abruzzesi, dalla Repubblica e dalla storia democratica italiana, è stato coluii che ha concepito la 241 del ’90 che è Gaspari, la memoria fertilizza la democrazia. Gaspari ha proposto per la prima volta un riordino del procedimento amministrativo concependo una Legge che lo formattizzasse. Il portatore di interesse, che può essere anche il cittadino, può rapportarsi con la Pubblica Amministrazione e poi siamo arrivati a queste straordinarie spinte innovative. La Pubblica Amminsitrazione è nata per due esigenze: una all’interno delle comunità religiose, per organizzare la loro vita con poche risorse economiche, e dall’altra parte nella vita militare per dare un’organizzazione precisa con ruoli precisi. Nasce così lla Pubblica Amministrazione che però con la sola forza del Diritto non ce l’ha fatta ed ha avuto anche bisogno dell’aiuto dirompente della tecnica, superando l’esigenza della frontalità attraverso appunto la digitalizzazione”.
“Sono dei processi importanti – ha sottolineato il Ministro per la Semplificazione e la Pubblica Amministrazione, Marianna Madia – iniziamo a fare dei bilanci e dimostriamo che questi processi che abbiamo messo in attostanno portando a dei risultati, noi oggi siamo in grado, penso per la prima volta in Italia, di parlare di uno stato di avanzamento, di dire già quali sono i risultati raggiunti e di sperare che questa attuazione vada avanti anche nella prossima legislatura. Tanti sono i passi in avanti: dalla fatturazione elettronica, al sistema unitario dei pagamenti. Di questo sistema ne beneficiano quasi due milioni di persone e crescono le amministrazioni che sono in grado di digitalizzare il proprio sistema, persino il servizio anagrafe passa da 8 mila banche dati angrafiche ad una sola banca dati. Oggi è un concetto che anche con il commissario Piacentini sta decollando che coinvolge 800 comuni, grandi comuni. Questo è un progetto particolarmente complesso che riguarda anche la sicurezza, eppure è un processo in evoluzione. Quindi noi oggi siamo in grado di parlare di uno stato di avanzamento e facciamo in modo che continui anche nella prossima legislatura”.

Teramo. Talento, merito, studio e lavoro. Ma siamo proprio sicuri che nel nostro Paese chi ha maggiori meriti, abbia poi maggiori possibilità e sbocchi nel mondo lavorativo? E soprattutto, cosa succede se il settore in questione è quello dei medici, a cui affidiamo ogni giorno la nostra salute?
Di questo e molto altro, si parlerà sabato 18 novembre a Teramo, nel corso del convegno “La meritocrazia. Una medicina per la medicina”, in programma nella sala polifunzionale della Provincia (via Vincenzo Comi, dalle 9 alle 13).
L’evento, che vedrà tra gli altri la partecipazione del presidente della Regione Abruzzo, Luciano D’Alfonso, del vicepresidente del Consiglio regionale, Paolo Gatti e del presidente della Provincia di Teramo, Domenico Di Sabatino, è organizzato dalla Fondazione Luigi Einaudi e dalla Cimo (Sindacato dei medici) e gode del patrocinio della Regione.
«La sanità italiana ha bisogno di una riforma strutturale urgente, che riveda l’attuale disequilibrio tra fabbisogni formativi e mercato del lavoro - ha spiegato Saro Paparoni, cardiologo all’ospedale di Teramo e vicesegretario regionale della Cimo -. Basti pensare ai tantissimi medici che dopo aver conseguito la specializzazione in Italia, ogni anno lasciano il nostro paese per andare a lavorare all’estero. Una fuga di cervelli che impoverisce sensibilmente la qualità della sanità italiana. Se a questo si aggiunge che una volta terminata l’esperienza estera, chi voglia rientrare in Italia incontra innumerevoli difficoltà per essere reinserito nelle graduatorie nazionali, ecco che si capisce come il “sistema Italia” abbia bisogno di una revisione a trecentosessanta gradi».
Tra i tanti temi di attualità che saranno affrontati nel corso del convegno, la riforma delle scuole di specializzazione e la ventilata abolizione dei test di ingresso alla facoltà di medicina, ancora in fase progettuale.
«La Cimo chiede a gran voce trasparenza e selezione nei concorsi, riconoscimento delle esperienze lavorative maturate all’estero ed equiparazione del sistema italiano con quello degli altri paesi europei». E proprio l’Europa è l’altro grande tema del convegno. L’Italia detiene il primato europeo dei camici bianchi più vecchi, con oltre uno su due (52%) che ha più di 55 anni, rispetto al Regno Unito (13%), alla Germania, Franca ed Ungheria (40%-46%). Si stima inoltre che i giovani medici disoccupati siano circa tra le 10/16 mila unità.
Il convegno è organizzato dalla NSM Eventi (Non Solo Meeting).

Teramo. Saranno i ragazzi e i loro lavori i veri protagonisti del convegno che si terrà nell’Aula Magna del Convitto Nazionale M. Delfico il 15 novembre 2017, alle ore 11,30 dal titolo "Per non perdere la bussola: un percorso tecnico scientifico, perchè?".
Sarà un momento di incontro e riflessione sull’esperienza di Alternanza Scuola Lavoro fatta dalle classi 3H-1D del Liceo Classico durante il periodo estivo grazie alla proficua collaborazione con il servizio di Immunoematologia e Medicina Trasfusionale della ASL di Teramo e di Wainet Web Agency.
In occasione del convegno sarà presentato al pubblico il sito web www.ilclassicoperte.it creato dagli studenti per gli studenti grazie all'esperienza in Wainet, uno spazio in rete che verrà da loro gestito creando di fatto una piccola e funzionale redazione web interna alla scuola. Questa nuova voce del Delfico si affiancherà alla comunicazione istituzionale che continuerà ad essere veicolata attraverso il sito web ufficiale dell'Istituto.
Parteciperanno all'incontro:
Prof.ssa Loredana Di Giampaolo - Dirigente Scolastico
Dott.ssa G. Lucidi Pressanti - Direttore SIMT-ASL Teramo
Dott. Ugo Fano - Direttore Laboratorio Analisi Giulianova
Dott. Daniele Cianci - Wainet Web Agency
Prof.ssa Anna Di Ottavio e stagisti coinvolti

Il convegno è aperto al pubblico.

Roma. “L’Università di Chieti Pescara organizza un convegno che ha per tema 'l’evoluzione digitale nella Pubblica Amministrazione' e, tra gli altri, in cattedra saliranno anche il minsistro Marianna Madia e il generale Tullio Del Sette. È sorprendente questa decisione, perché Madia, piuttosto che parlare di evoluzione digitale, all'interno di un ateneo potrebbe invece spiegare il caso della sua tesi scopiazzata eDI come ha fatto a farla franca, restando anzi ministro della Repubblica nonostante tutto. Invece il Generale Del Sette, invitato per parlare del valore dei dati, risulta attualmente indagato per favoreggiamento e rivelazione del segreto d’ufficio”.

Così Andrea Colletti, deputato pescarese del Movimento 5 Stelle, il quale sottolinea come: “ci sarebbe quasi da ridere di fronte a una situazione paradossale come questa, ma il sentimento che mi provoca invece è indignazione e rabbia. Non c’è un minimo di decenza e mi chiedo che esempio si trasmetta agli studenti. Dall’altra parte mi domando chi nell’Università di Chieti Pescara abbia fatto una scelta così discutibile e su quali basi, esclusa quella di ossequiare personaggi potenti”.

Chieti. 'OFFERTA SANITARIA TEATINA E NUOVO OSPEDALE'. Questo il titolo del convegno/dibattito in programma domani 10 novembre, a partire dalle ore 18.30, presso il Grande Albergo Abruzzo di Chieti. All'incontro interverranno con propri interventi tematici il Presidente della Commissione vigilanza e consigliere regionale Mauro Febbo, l'On. Fabrizio Di Stefano e il Coordinatore Intersindacale Sanitaria Abruzzese dott. Walter Palumbo. "L'evento - spiega Febbo - vuole essere un momento serio di confronto con i cittadini e gli operatori sanitari per dimostrare, documenti e atti alla mano, come questo Governo Regionale cerchi solo di nascondere il proprio fallimento e il depauperamento dell'offerta sanitaria teatina dietro il faraonico Project Financing. Ormai è sotto gli occhi di tutti come la sanità in questi anni sia stata gestita in maniera superficiale non risolvendo le problematiche ma, anzi, creando altri disagi e criticità. L'appuntamento infine - conclude Febbo - vuole essere anche un momento costruttivo per illustrare e spiegare cosa andava fatto in campo sanitario per la città di Chieti e territori circostanti e, soprattutto, le azioni da mettere in campo nei prossimi mesi per evitare l'impoverimento della sanità teatina".

Francavilla al Mare. "Nessi e connessi, utilizziamo al meglio il web" è questo il titolo del convegno che si terrà sabato mattina 28 ottobre al Museo Michetti di Francavilla, dalle 9 in poi. Un'iniziativa quantomai attuale, che servirà a chiarire meglio potenzialità e rischi del web, anche e soprattutto nei confronti delle nuove generazioni. Nessi e connessi non è solo il titolo del dibattito, ma l'avvio di un percorso che, con la collaborazione dell'associazione di Francavilla Alphaville-nonsolocinema, approfondirà il tema in contesti e forme diverse.
Alphaville è l’associazione che, a partire dal gennaio 2015, ha riportato proiezioni di film di qualità a Francavilla. A partire da quanto sancito nel suo Statuto opera sul territorio accogliendo le sollecitazioni e le esigenze che emergono dalla comunità dei concittadini attraverso un’ importante trama di relazioni sociali sviluppate proprio a partire dalle rassegne cinematografiche. “Con il Patrocinio del Comune di Francavilla al mare, in particolare con la collaborazione dell’Assessore Francesca Buttari", commenta la presidente Assunta Grazioso, ci accingiamo a realizzare un progetto che noi di Alphaville-nonsolocinema avevamo in mente da tempo, da quando ci siamo resi conto che l’uso delle nuove tecnologie ha cambiato le nostre abitudini di vita. Si tratta di un progetto innovativo e ambizioso che si rivolge a tutti, grandi e piccini, giovani e meno giovani. Proprio per arrivare a coinvolgere tutti abbiamo deciso di articolare il progetto in diverse attività mirate che si svolgeranno nel tempo di alcuni mesi, accompagnandoci fino all’inizio della primavera e che si avvarranno della collaborazione con altre associazioni. Un altro aspetto peculiare è l’approccio “scientifico”, con cui si vogliono affrontare i pro e i contra dell’uso della “rete”, soprattutto nel CONVEGNO , in cui da una parte si analizzeranno i cambiamenti sociali derivanti dal web, e dall’ altra si esamineranno il funzionamento e la gestione di applicazioni, mostrando sia i benefici in termini di conoscenza e comunicazione, sia i rischi che la rete arreca a causa di un uso eccessivo, inadeguato e soprattutto non consapevole".

Al dibattito al Mumi interverranno cinque professori esperti della materia, analizzando il web da punti di vista diversi, ci aiuteranno a conoscerlo meglio in uno spirito di collaborazione.
Questi, poi, i successivi appuntamenti previsti nel percorso che si svilupperà fino alla primavera 2018:
- MOSTRA DELLE ASSOCIAZIONI-“le buone pratiche-nonsoloweb” di Enti, Istituzioni che operano a favore dei giovani o che propongono iniziative a favore dei giovani, ma anche dei meno giovani(domenica 29 ottobre, in mattinata)
- PROIEZIONE DI UN FILM, con dibattito guidato, a cura di Alphaville-nonsolocinema (in gennaio)
- CONOSCIAMO I SOCIAL NETWORK, usiamo bene lo smartphone: laboratori a cura di Alphaville-nonsolocinema, in collaborazione con altre associazioni (in gennaio)
- UN PROGETTO PER IL LICEO SCIENTIFICO “A. VOLTA”, rivolto ai genitori e agli alunni delle classi seconde (in novembre-dicembre).
- PRESENTAZIONE DI UNO o più LIBRI sulle opportunità lavorative offerte dall’uso del web in collaborazione con altre associazioni (In febbraio-marzo).
"Quello proposto da Alphaville è un progetto in cui l'amministrazione crede fortemente e che vuole sostenere ", commenta l'Assessore al sociale e Vicesindaco Francesca Buttari, "ancor più di interesse quando pensiamo ai nostri figli. Essere un genitore digitale è impegnativo e il più delle volte ci sentiamo senza strumenti per supportare i nostri ragazzi ad uno uso del web sicuro e consapevole. Con questa serie di iniziative vogliamo aiutarli, ed aiutarci, ad essere protagonisti del nostro tempo e all'utilizzo della rete in modo sano".

Pescara. L’aritmologia cardiaca, pur essendo un branca specialistica che si occupa di una patologia prepotentemente emergente, è ancora considerata, nell’ambito dell’ospedalità pubblica, una “disciplina cenerentola” relegata a prestazioni di minima e con mezzi organizzativi miseri. E non perché manchino le professionalità e le tecnologie: anzi, in Abruzzo, e solo negli ospedali di Chieti e Pescara, operano specialisti di fama che si confrontano con realtà internazionali avviando proficui scambi e relazioni. Ma che, proprio a casa loro non dispongono di posti letto, e dunque non hanno la possibilità di curare i pazienti in modo adeguato e controllato, come avviene, invece, nel nord d’Italia. E’ indispensabile creare un Centro Aritmologico Regionale, che inverta l’attuale trend di mobilità passiva dei cittadini abruzzesi affetti da aritmie cardiache verso il nord Italia, per venire incontro alle esigenze dei pazienti costretti a lunghe trafile fuori regione.
Bastava seguire il convegno “Basic live atrial fibrillation”, promosso dall’associazione Cardioaritmie.com, tenutosi sabato 21 ottobre presso il Centro Congressi dell’Hotel Villa Maria di Francavilla al Mare, per rendersi conto del livello di professionalità esistente nei principali ospedali dell’area metropolitana Chieti-Pescara. L’edizione 2017, sotto la direzione scientifica dei dottori Tullio Agricola, dell’ospedale di Pescara, e Massimiliano Faustino, dell’ospedale di Chieti, è stato di fatto un corso di aggiornamento rivolto ai medici specialisti, ai medici di base, agli internisti ospedalieri e agli infermieri dell’area cardiologica, sulle novità della diagnostica e del trattamento delle aritmie cardiache. L’intento era ed è quello di creare e far vivere con una serie strumenti di comunicazione (corsi, convegni, sito internet e social network) una piattaforma comune e dinamica di conoscenze tra gli specialisti, gli infermieri e la medicina di base.
Dalla giornata di lavoro sono emerse interessanti novità scientifiche sul trattamento interventistico delle aritmie, sulla diagnostica avanzata e il trattamento farmacologico, sia preventivo che post evento, con un focus particolare sull’ablazione trans-catetere, la resincronizzazione cardiaca e la terapia anticoagulante. Le aritmie cardiache, patologia sempre più in crescita, sono tra le prime voci di accesso al pronto soccorso e ricovero in area medica. Se tali patologie venissero adeguatamente inquadrate, e, quando necessario, trattate, sarebbe possibile ridurre la morbilità e mortalità ad esse correlate.

Pagina 1 di 9

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Notizie Recenti

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione