Ortona. Si è conclusa la procedura d’appalto per la costruzione di 68 nuovi loculi per il cimitero capoluogo. Lunedì 4 dicembre sono stati consegnati i lavori alla ditta aggiudicatrice dell’appalto la Cosmac di Chieti che ha proposto un ribasso d’asta del 34% sui 70mila euro previsti nell’appalto. I nuovi loculi di testa posizionati su quattro file in un’area individuata nei pressi dell’obitorio serviranno per le esigenze legate alle attuali tumulazioni mentre per soddisfare le richieste future, a breve sarà presentato in giunta il progetto che prevede la costruzione di nuove cappelle e di oltre mille loculi in sopraelevazione nell’area dove insistono i blocchi realizzati negli anni sessanta.
I fondi per la realizzazione dei 68 loculi sono interamente comunali e il termine dei lavori è programmato per la fine del mese di gennaio 2018.
«Stiamo portando avanti tra passati e nuovi, alcuni progetti per risolvere i problemi strutturali dei cimiteri e le esigenze dei cittadini – commenta il sindaco Leo Castiglione – questo appalto è un primo importante intervento a cui seguirà un progetto più consistente di nuove realizzazioni».

Sambuceto. Buone notizie per il Sambuceto Calcio in vista del big match contro il Real Giulianova. Il campo in sintetico della Cittadella dello Sport è stato riparato a tempo di record e pertanto l’incontro si disputerà domenica prossima, 10 dicembre, nell’impianto in via Ciafarda a Sambuceto, con fischio d’inizio fissato per le ore 14:30.
La struttura sambucetese nella quale si svolgono gli allenamenti e gli incontri casalinghi della squadra allenata da mister Tatomir era stata interessata da un allagamento durante l’ondata di maltempo del 15 novembre scorso.
Una colata di fango aveva allagato sia gli spogliatoi che il manto in sintetico, costringendo la squadra a “emigrare” in quel di Pineto per la gara casalinga contro il Chieti. La buona notizia è però giunta nelle ultime ore e da domani, mercoledì 6 dicembre, i ragazzi agli ordini di mister Tatomir e del suo staff potranno tornare ad allenarsi sul campo principale dell’impianto sambucetese.
Piena soddisfazione da parte della dirigenza viola per la notizia del ripristino del campo, così come sottolineato dal direttore sportivo Gabriele Liberatore: «Vorrei ringraziare il sindaco e l’assessore allo sport del Comune di San Giovanni Teatino e tutti coloro i quali si sono impegnati affinché il ripristino del sintetico della Cittadella dello Sport avvenisse nel minor tempo possibile. Siamo soddisfatti di poter finalmente tornare a giocare tra le “mura amiche” di Sambuceto. Siamo contenti poiché ciò è avvenuto in anticipo rispetto ai tempi inizialmente previsti, e perché potremo giocare il big match contro la capolista Giulianova davanti al nostro pubblico. L’auspicio, per il futuro, è di non dover abbandonare più il nostro impianto per motivi legati al maltempo o agli allagamenti, poiché gli spostamenti di allenamenti e incontri provocano ripercussioni per gli spostamenti e per le questioni logistiche che rischiano di compromettere anche le prestazioni sul campo dei nostri ragazzi. Colgo quindi l’occasione», conclude il direttore sportivo, «per invitare tutto il popolo sambucetese a sostenere la squadra in questo importante e difficile impegno del campionato di Eccellenza contro il Giulianova domenica alla Cittadella dello Sport».

Pescara. Potature, continua il lavoro delle squadre comunali. Blasioli: “Potature, i lavori continuano su altre strade” “Dopo i lavori compiuti in via Maestri del lavoro, via Pian delle Mele, via Trigno, via Fonte Romana e via monte Faito e via Coppa Zuccari proseguiremo fino a marzo su tutto il territorio cittadino le squadre del Comune al lavoro per la potatura delle piante. Toccherà ora agli aceri di via Aterno. Ne sono una cinquantina e la loro potatura è stata eseguita raramente in passato. È importante intervenire in via Aterno dove gli alberi coprono i coni luminosi della pubblica illuminazione in una strada in cui le autovetture corrono molto. Intanto proprio venerdì sono state aperte le buste ed individuata la ditta che si occuperà del progetto di potatura di numerose piante. ad aggiudicarselo è stata la Pentagono Service società cooperativa di Lucera con un ribasso del 27% su un importo a base d’asta di 126.000 €. Si occuperà di completare varie vie della città dove non siamo riusciti ad arrivare con le nostre squadre”. Il vicesindaco e assessore al Verde Antonio Blasioli.

Pescara. Partiti oggi i lavori per la realizzazione del collegamento stradale tra via Ravasco e via Vittorio Veneto. Si tratta di una bretella parallela alla strada parco che servirà per collegare due strade chiuse in modo da favorire la circolazione anche alla luce delle numerose attività, scolastiche e sportive che trovano sede in zona. Ad eseguire i lavori sarà la Appalti Engineering s.r.l. che ha proposto il 23,75% di ribasso. I lavori dovranno essere pronti entro 60 giorni.

“Sarà una bretella leggermente rialzata rispetto al Piano stradale – illustra il vicesindaco e assessore ai Lavori Pubblici Antonio Blasioli - che non sottrarrà spazio al percorso ciclabile e pedonale presente sulla strada parco. Si tratta di realizzare una strada locale della larghezza di 4,50 metri lineari e lunga circa 65 m che quindi consentirà un senso unico tra le due arterie esistenti. E’ un progetto di 100.000,00 euro. L’intervento ha una estensione più grande del semplice collegamento tra via Ravasco e via Vittorio Veneto.
Nel lavoro è previsto anche il ripristino del percorso pedonale e ciclabile presente sulla strada parco, notevolmente rovinato dalle radici dei sei pini che si trovano nel tratto interessato, pieno di rigonfiamenti che mettono a serio rischio la mobilità pedonale e ciclabile, nonché i tratti finali delle due strade citate, in particolare la rampa di accesso per disabili verso la strada parco.
Verrà realizzata anche una nuova linea di raccolta delle acque meteoriche con 4 pozzetti che scaricano su via Ravasco e 4 pozzetti che scaricano su via Vittorio Veneto. Verrà ripristinato il muretto di tufo che separa la sede della nuova bretella dalla strada Parco e la bretella verrà illuminata con pali a led”.

Vasto. Sono iniziati i lavori di ripristino e sistemazione del pontile di Vasto Marina. A finanziarli, sono: De Francesco Costruzioni s.a.s. di Castelpetroso, Media Edil s.r.l. di Vasto, Generale Costruzioni s.r.l.di Vasto e Porto turistico Marina Sveva di Montenero di Bisaccia. Quattro imprese che hanno voluto prestare la propria opera per rifare il look ad una strutturamolto frequentata e apprezzata nella nostra città.
“Questo intervento- ha detto il sindaco di Vasto, Francesco Menna- èstato, dal nostro insediamento, tra gli obiettivi prioritari per Vasto Marina che è il centro turistico cittadino su cui puntiamo per garantire la piena fruibilità da parte di residenti e turisti. Grazie ai contratti di sponsorizzazione, preziosi strumenti di finanziamento utili per consentire agli Enti locali di garantire i servizi alla cittadinanza, sarà possibile realizzare l’opera evitando di far gravare sui contribuenti l’importo complessivo di circa 88 mila euro”.
I lavori prevedono la sistemazione della ringhiera e piano di posa per la passerella, fornitura e posa in opera di nuova pavimentazione in legno, il trattamento delle superfici in calcestruzzo e la loro tinteggiatura.
“Un altro segno tangibile della grande attività svolta dall’attuale Amministrazione Comunale che, già nell’estate del 2016 - ha concluso Menna - ha permesso un intervento tampone della struttura. Questa volta invece c’è più tempo per poter procedere con una migliore manutenzione.I lavori termineranno il 6 marzo 2018 garantendo quindi già in primavera di poter tornare ad usufruire del Pontile”.
Il Comune si impegna proprio per le finalità della Sponsorizzazione a pubblicizzare gli sponsor mediante affissione di una iscrizione e mediante affissione di targhette sulla passerella e sulla struttura in calcestruzzo del pontile.

Pescara. Grazie ad un trasferimento di 500.000,00 euro da parte della Regione (delib. GR 418/2017) il Presidente Antonio Di Marco ha potuto firmare il Decreto di approvazione del progetto di fattibilità tecnica ed economica dei lavori denominati “Superamento delle criticità della rete viaria e ciclopedonale della val Pescara”. Si tratta di interventi di sistemazione viaria sulla S.P 44, conosciuta come strada della Bonifica, tra Villareia di Cepagatti e Scafa e sulla SP 20 “Pianella Cartiera”. Lavori che daranno una boccata d’ossigeno a territori che portano i segni evidenti dei mancati investimenti derivanti dal taglio di risorse delle Province.

Il progetto di fattibilità tecnica ed economica prevede una ripartizione dei fondi in base al quale 350.000,00 euro sarà l’importo dei lavori, al netto degli oneri della sicurezza, somme a disposizione dell’amministrazione (IVA, Anac, pubblicità, rilievi, accertamenti e relazione geologica; direzione lavori).

“Al progetto di fattibilità tecnica e ed economica – dichiara il presidente Di Marco - segue il progetto esecutivo, cui stanno lavorando i nostri tecnici e che sarà pronto entro l’anno. Contiamo di bandire la gara per l’assegnazione dei lavori nei primi giorni dell’anno nuovo. Ringrazio anche in questo caso il Presidente della Regione che ci ha sempre affiancato nel difficile compito di reperire fondi per avviare i lavori sulle nostre strade, in mancanza di risorse statali, che da circa tre anni sono ridotti al lumicino. In mancanza di attenzione e ascolto da parte del Governo, abbiamo vicina la Regione, che cerca sempre di supportarci indicandoci la strada da seguire, o deliberando essa stessa in favore delle realizzazioni necessarie per i territori”.

Chieti. “Finalmente questa mattina è stata sottoscritta, presso la sede della Regione, la convenzione propedeutica alla realizzazione delle opere di riduzione del rischio idrogeologico finanziate con le risorse FSC 2014-2020 che, per il Comune di Chieti, interesserà le frane di Santa Maria Calvona e di via Modesto della Porta”. Ad annunciarlo a margine della sottoscrizione avvenuta a Pescara è il Sindaco di Chieti, Umberto Di Primio.

«Sono trascorsi tre anni – evidenzia il Sindaco – dall’atteso trasferimento delle risorse economiche: oggi, finalmente, grazie alla convenzione potremo provvedere a bandire gli appalti per le opere di risanamento e di ripristino delle aree danneggiate per i quali gli Uffici hanno già pronti i progetti esecutivi.
Non appena avremo i fondi stanziati – prosegue il Sindaco - su Santa Maria Calvona e Fosso Canino andremo a completare le opere di sostegno e di consolidamento stradale, la regimentazione delle acque e la sistemazione del manto stradale.
Su via Modesto Della Porta e Piazza Mons. Venturi, invece, si provvederà alla sistemazione delle aree, al consolidamento della frana e alla sistemazione e all’adeguamento della viabilità. Il tutto per un totale di 1.180.000,00 euro.

Il finanziamento delle opere per mitigare i danni delle due frane – prosegue il Sindaco - era stato perorato personalmente, insieme all’Assessore ai Lavori Pubblici Di Felice, al Ministero per l’Ambiente, oggi gli stanziamenti tanto attesi ci consentiranno un immediato intervento per la messa in sicurezza del territorio».

Pescara. “Giovedì 16 novembre, meteo permettendo, cominceranno i lavori di riqualificazione di via Nazario Sauro. Sulla strada verranno realizzati la linea di raccolta delle acque piovane e il collegamento alla linea esistente, nonché il sottofondo della base stradale e il manto di asfalto".
Così in una nota il vicesindaco di Pescara e assessore ai Lavori Pubblici, Antonio Blasioli, che aggiunge: "Voglio ricordare che via Nazario Sauro è una strada dove si sono registrati vari allagamenti in passato, a danno di esercizi commerciali e abitazioni. Riteniamo che questo intervento possa essere risolutivo per la sicurezza dei residenti.
Una volta effettuati questi lavori verrà ripristinato il manto stradale di via Caboto laddove è più rovinato. Continua così la nostra azione perché il problema degli allagamenti venga risolto su tutto il territorio cittadino, a partire dalle vie dove è maggiormente presente, com’è accaduto fino ad oggi.
Ci auguriamo che le condizioni meteo siano favorevoli e che sia possibile effettuare i lavori nel tempo necessario che è pari a una settimana di lavori”.

Pescara. Partiranno lunedì gli annunciati lavori di riqualificazione della Riviera nord. Oggetto della progettazione è il sedime pedonale e ciclabile, lato mare, del lungomare Matteotti nel tratto compreso tra lo stabilimento Gilda e lo stabilimento l'Adriatica. Ad eseguire i lavori ci sarà l’impresa Cardinale Costruzioni con il ribasso del 18% su un importo complessivo di 800.000 euro. Direttore dei lavori interno è l’arch. Fabrizio Fabrizio.
“L’area di intervento interessa la via litoranea ciclopedonale, che diventa vetrina per almeno 8 mesi l’anno della nostra città – così il vicesindaco e assessore ai Lavori Pubblici Antonio Blasioli – un passo ulteriore per le Riviere, dopo i lavori già eseguiti a nord della Nave di Cascella, in cui la Riviera si presenta già riqualificata e dopo quelli previsti sul lungomare sud, dove i progetti sono in gara per creare davanti al Teatro D’Annunzio l’angolo più caratteristico di Pescara, anche da un punto di vista turistico. Come detto, il lotto va dallo stabilimento balneare l'Adriatica fino al Gilda che risulta essere il tratto più danneggiato, in cui la pavimentazione era particolarmente dissestata. A questo seguiranno altri due lotti: quello che dallo stabilimento l’Adriatica arriva fino a Largo Mediterraneo e quello che va da via Manzoni fino alla Madonnina, per cui avremo bisogno rispettivamente di reperire risorse per 500.000 e 800.000 euro.
Per il primo lotto, invece, esiste un finanziamento pari a 800.000,00. La lunghezza del tratto interessato è di circa 511 metri lineari mentre la larghezza media della sezione pedonale di intervento è di 9. L’ottimo lavoro svolto sulle aiuole della nostra riviera nord e questa riqualificazione della passeggiata serviranno a rendere attrattiva e soprattutto sicura anche quella sezione di riviera, sia per chi transita a piedi che in bici. L'indirizzo progettuale prescelto è stato quello della continuità e della omogeneizzazione con il tratto di lungomare già realizzato, immediatamente a nord di largo Mediterraneo, tanto nella geometria, quanto nell'utilizzo dei materiali e di questo devo dare atto al mio predecessore Enzo Del Vecchio che si è impegnato perché così fosse. Il progetto prevede la realizzazione di pavimentazione sul tratto pedonale in travertino “chiaro classico” nelle trame longitudinali e trasversali e in travertino “noce” nei riquadri di riempimento delle trame e sulle superfici degli attraversamenti. Le geometrie delle lastre saranno regolari e i formati rettangolari delle dimensioni di 30x50 cm per i ricorsi e di 30x75 cm per i riempimenti, il tutto completato da stuccatura dei giunti ed arrotatura e trattamento antiscivolo finale di rifinitura. I chiusini-tombini presenti sull'intera superficie, saranno sostituiti da tombini “a riempimento” cioè cavi atti ad accogliere la stessa materia della pavimentazione al proprio interno, al fine di limitarne l'impatto visivo, lasciando visibile solo il collarino di perimetrazione, per favorire una vista omogenea dell'intera superficie pavimentata in pietra.
Nell'ambito di tali lavorazioni, sono ricomprese la realizzazione di piani inclinati omogenei e a pendenza costante in alcuni attraversamenti tra le aiuole, nonchè la revisione/ripristino delle caditoie per la raccolta delle acque meteoriche che convoglieranno alla linea di incontro di tali attraversamenti.
Interverremmo anche sulla pista ciclabile, che si presenta anch'essa sconnessa e bisognosa di interventi: effettueremo la scarifica dell'attuale tappetino usurato, la sostituzione dei chiusini-tombini con analoghi ma del tipo “a riempimento”, la revisione e modifica di rampe in corrispondenza degli attraversamenti pedonali, nonché la realizzazione di nuovo tappetino in conglomerato bituminoso, colorato con pittura speciale antiscivolo, a base di resine acriliche, completo di segnaletica stradale.
I lavori termineranno entro marzo, in tempo per le passeggiate di primavera. Ringrazio inoltre i titolari delle concessioni balneari per la loro piena disponibilità dimostrata per permettere l'apertura del cantiere, che necessiterà dello smontaggio delle strutture rimovibili che si trovano sulla riviera”.

Ortona. Ieri sono stati ufficialmente consegnati i lavori che prevedono la sistemazione delle scogliere a nord della costa ortonese. I lavori di riqualificazione sono stati finanziati dalla Regione Abruzzo per un importo complessivo di 700mila euro e appaltati alla ditta Dragaggi srl. L’intervento sollecitato dal comune di Ortona prevede l’eliminazione del pennello sulla battigia nei pressi del lido Maristella e il rifacimento insieme al riallineamento di cinque scogliere a mare nel tratto di spiaggia tra il lido Pontile e Miami Beach.
«Questo intervento ha l’obiettivo di eliminare il fenomeno erosivo che ogni anno danneggia quel tratto della costa ortonese – commenta il sindaco Leo Castiglione – e sono opere importanti per la difesa della costa ma anche per le attività balneari».
Dopo il posizionamento delle nuove scogliere è previsto il ripascimento del tratto di spiaggia con la sabbia certificata proveniente dal prossimo dragaggio del porto di Ortona.

Pagina 1 di 8

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione