Pescara. Si è svolta stamane a Pescara la conferenza stampa di Fabrizio Di Stefano dedicata alle prossime 4 iniziative sul Programma di governo per l'Abruzzo.

Nel corso dell’incontro con i giornalisti, Di Stefano- candidato Presidente per le liste Civiche d'Abruzzo - ha presentato alcuni eventi che si svolgeranno in Abruzzo legati ai temi regionali trattati nel suo programma per le elezioni Regionali previste per il 10 febbraio prossimo.

Il primo evento riguarderà la Ricostruzione post terremoto- con un convegno che si terrà sabato 24 novembre a Navelli-AQ, dal titolo : Ricostruzione 2009- 2016: cambiamo il passo

mercoledì 28 novembre si affronterà la tematica – Futuro Italia: combattere l'emigrazione dei nostri giovani per dare un futuro ai nostri territori - Organizzato in collaborazione con - Giovani a destra- un organizzazione giovanile che, nata in Abruzzo, ha assunto grazie alla rete una visibilità nazionale.

Il terzo convegno sarà sulla Sanità, con due incontri: venerdì 30 novembre e sabato 1 dicembre; per trattare sia il tema sul riordino della rete ospedaliera, che la Medicina Territoriale, per presentare la nostra proposta di nuovo piano Sanitario Regionale, basato sul miglioramento dei servizi sul territorio e quindi la conseguente razionalizzazione della spesa senza arrecare danni ai cittadini.
“Naturalmente il confronto programmatico - auspica il candidato Presidente Di Stefano- spero coinvolga anche gli altri competitori elettorali, ossia la candidata dei 5 Stelle, il candidato del centrosinistra e gli esponenti finora indicati nella terna del centrodestra”.

Alla domanda circa un giudizio sulla eventuale candidatura di Giovanni Legnini, Fabrizio Di Stefano ha affermato che “ Legnini è persona di grandi capacità ed esperienza e quindi una sua candidatura alzerebbe il livello del confronto a vantaggi di tutti; e se Legnini infine non decidesse di candidarsi e qualora sarò Presidente della Regione Abruzzo, vorrei comunque coinvolgerlo in quanto ritengo indispensabile costituire un tavolo con le migliori energie dell’Abruzzo che, fuori da ogni perimetro ideologico, elabori progetti che aiutino a rilanciare la nostra regione, pur essendo chiaro che in base all’esito elettorale il vincitore avrá l’onere di guidare la Regione e assumere con responsabilitá le decisioni conseguenti”.

Infine, al termine dell’incontro con la stampa, Di Stefano non solo ha ringraziato nuovamente le liste e gli esponenti di Civiche per l’Abruzzo, Azione Politica e Avanti Abruzzo per il sostegno continuo al progetto, ma ha altresì rinnovato la sua disponibilitá ad essere elemento di coesione per l’intero centrodestra, auspicando che per la decisione si faccia ricorso alle primarie con la piena sua disponibilità a partecipare.

Pescara. La scorsa mattina, nella sala Enrico Berlinguer (via Lungaterno Sud 76, Pescara), è stata presentata la seconda “Conferenza programmatica - Abruzzo 2030” organizzata dal Pd regionale, che si svolgerà il 24 novembre all’Aurum, Pescara.

Sono intervenuti, Renzo Di Sabatino, segretario regionale PD Abruzzo, Andrea Catena, coordinatore della Conferenza Programmatica, Francesca Buttari, come rappresentante dei responsabili dei tavoli, e Lorenza Panei, del coordinamento regionale del Pd Abruzzo.

Presenti anche Chiara Zappalorto e Francesco Mancini, rispettivamente coordinatori dei tavoli agricoltura e lavoro.

“Abbiamo fortemente voluto lanciare la seconda edizione della conferenza programmatica del Pd Abruzzo – ha esordito Di Sabatino – perché vogliamo tornare a mettere al centro dell’agenda e della discussione politica i temi che interessano davvero ai cittadini. Sono convinto che a loro non importi molto delle sigle o dei nomi dei candidati, sebbene anche questi siano argomenti centrali, ma ciò che chiedono è che si lavori per migliorare la loro condizione sociale. Questo è lo spirito che ci anima: presentare idee per migliorare la vita degli abruzzesi”. Per quanto riguarda la situazione politica della nostra regione, Di Sabatino ha aggiunto: “Il Pd sta attendendo la risposta di Giovanni, ma l’appello ad una sua disponibilità è stato lanciato dall’intero Abruzzo. Il tessuto sociale, economico e industriale in questi giorni sta disegnando il profilo del candidato governatore di cui l’Abruzzo ha bisogno: una figura autorevole, esperta e capace. Ciò che è esattamente Giovanni Legnini. Proprio lui sta incontrando le tante realtà abruzzesi, dagli amministratori locali al mondo dell’istruzione e della ricerca, per capire se c’è la possibilità di creare una coalizione che si allarghi rispetto ai partiti tradizionali, che pure lo sosterranno, e a breve scioglierà la riserva”.

Tornando alla conferenza programmatica, Catena ha illustrato i dettagli dell’evento: “La conferenza programmatica si svolgerà in un’unica giornata, sabato 24 novembre, dalle 10 alle 20, all’Aurum a Pescara. Si dividerà in due momenti: il primo di discussione ai tavoli, il secondo dedicato al report delle proposte emerse. Ad oggi abbiamo pensato di allestire 14 tavoli, ognuno con un focus ben preciso, ma non è escluso che ci siano delle modifiche, anche in base all’interesse che registreremo dagli iscritti. Attualmente ci concentreremo su: industria 4.0; scuola e università; la nuova sanità; pari opportunità; ambiente; agricoltura; territori e città metropolitana; cultura e turismo; collegamenti; sviluppo e mezzogiorno; welfare; lavoro; ricostruzione; e Europa e macro-regioni.

Temi che riteniamo centrali e intono ai quali chiediamo il contributo di tutti. A tal proposito, abbiamo invitato a partecipare anche i rappresentanti della coalizione e abbiamo già ricevuto diverse adesioni, fra cui Mario Mazzocca, Maurizio Di Nicola e Federica Chiavaroli”.

“Siamo convinti che, in un momento in cui l’attuale governo riempie la rete con la sua demagogia – ha aggiunto Buttari -, c’è bisogno di tornare a riempire i luoghi reali della riflessione e del confronto. I momenti di partecipazione sono sempre una grande risorsa. Per questo, la Conferenza programmatica del PD che si svolgerà sabato 24 sarà il momento di incontro insieme a tutti coloro che vorranno contribuire con le proprie idee e la propria voglia di fare a costruire la Regione Abruzzo del futuro. Il tavolo che io coordinerò affronterà il tema centrale della lotta alla povertà, che non si può cancellare con un decreto, ma con misure serie ed efficaci che portano il loro effetto nel tempo, per rispondere fattivamente al populismo”.

“Al tavolo che coordinerò io, invece, si parlerà di ambiente, un concetto molto ampio, da sempre a cuore al centrosinistra, che si articolerà in tante direzioni, dall’energia, fino ai fiumi e al sistema idrico – ha concluso Panei -. L’anno scorso ad Atessa, durante la prima conferenza programmatica promossa dal Pd Abruzzo, credo che sia stato fatto un ottimo lavoro. L’elaborato emerso dal nostro tavolo è stato consegnato ai rappresentanti regionali che hanno tradotto le nostre proposte in iniziative concrete. Non è un caso se oggi, al contrario che in molte realtà Italiane, in Abruzzo la questione rifiuti non è un problema. Anzi, grazie al nostro sistema abbiamo anche potuto aiutare i nostri vicini in difficoltà, ovvero l’amministrazione capitolina. Anche quest’anno ci concentreremo, quindi, sull’offrire un contributo pratico, che si possa tramutare in un risultato tangibile”.

Pescara. Sabato 17 novembre, alle ore 10.30, sarà presentato a Pescara, presso la Sala Filomena Delli Castelli della Regione Abruzzo in Viale Bovio, il Check-up del WWF Italia su Parchi Nazionali e Aree Marine Protette.
I risultati del Check-up, che ha riguardato tutti i 23 Parchi Nazionali attualmente operativi e 26 Aree Marine Protette sulle 29 istituite, saranno illustrati da Filomena Ricci, Responsabile Conservazione del WWF Abruzzo, e da Dante Caserta, Vicepresidente del WWF Italia, con particolare alla situazione abruzzese.
A seguire vi sarà una tavola rotonda cui prenderanno parte: Antonio Carrara, Presidente del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, Claudio D’Emilio, Vicepresidente del Parco Nazionale della Majella, Tommaso Navarra, Presidente del Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, Leone Cantarini, Presidente dell’Area Marina Protetta Torre di Cerrano, e Mario Mazzocca, Sottosegretario alla Presidenza della Giunta regionale con delega all’ambiente.
“Il Check-up 2018 dei Parchi Nazionali e delle Aree Marine Protette, realizzato dal WWF Italia grazie alla sua rete di volontari presenti in tutte le regioni italiane, permette di scattare un’istantanea dell’attuale situazione della natura d’Italia”, dichiara Luciano Di Tizio, delegato del WWF Abruzzo che modererà i lavori della mattinata. “L’indagine è stata condotta con il metodo della Valutazione e Prioritizzazione Rapida della Gestione delle Aree Protette (RAPPAM) che offre uno strumento per raggiungere l’obiettivo di una gestione più efficiente ed efficace dei Parchi Nazionali e delle Aree Marine Protette. Come vedremo, dallo studio emerge che il lungo cammino iniziato con la legge quadro n. 394/91 è ancora ben lontano dall’essere completato. Sarà interessante anche verificare cosa pensano gli attuali presidenti delle aree protette nazionali presenti nella nostra regione e come loro vedono il futuro dei parchi terrestri e marini”.
Lo scopo finale del WWF è fermare e far regredire il degrado dell’ambiente naturale del nostro pianeta e contribuire a costruire un futuro in cui l’umanità possa vivere in armonia con la natura.

Pescara. Alla vigilia della difficile trasferta di Palermo, il tecnico del Pescara, Bepi Pillon, ha presentato l'incontro.
Queste sono le sue dichiarazioni riportate da forzapescara.com: "Era la mia prima partita a Palermo l'anno scorso, in un periodo difficile visto che il Pescara era scivolata in una zona molto calda. Però ci fu una grande risposta, potevamo anche vincerla visto che sbagliammo un rigore. Speriamo di ripetere una prestazione di quel livello. Vincere non cambierebbe nulla, ho sempre detto di voler guardare partita per partita. Conosco la mia squadra, tecnicamente e mentalmente. Solo alla fine tireremo le somme, quando mancherà un mese e mezzo alla fine. Non siamo una squadra che può fare calcoli, dobbiamo sempre entrare in campo per giocarcela e non per aspettare e vedere cosa accade, sia per caratteristiche che per mentalità, come abbiamo sempre fatto.
Non è una partita diversa dalle altre, il Palermo non è una squadra differente dalle altre di livello come Benevento, Lecce, Crotone e altre. Lotteranno per vincere il campionato, hanno una struttura di prim'ordine, sono stati costruiti per questo. Noi invece dobbiamo solo pensare a noi stessi, non alla classifica. So quali difficoltà incontreremo, sarà una partita tosta, affatto semplice.
Bisogna cercare di tenerli più lontani possibile dalla nostra area, dobbiamo giocare alti perché se li facciamo avvicinare e se ci abbassiamo può essere complicato. Loro non mollano mai, hanno recuperato diverse partite, quindi hanno anche qualità caratteriali. Non hanno solo dei singoli, sono una squadra e questo li rende molto competitivi.
La squadra sta bene. Nel secondo tempo contro il Lecce c'è stato un problema mentale e non fisico. Abbiamo perso Kanouté e mi dispiace molto perché è un ragazzo che si sta comportando bene, ha sempre il sorriso sulle labbra, è motivato. Con me si sta comportando alla grande. Quando entra ci dà sempre una grande mano, il suo unico handicap è che non ha fatto la preparazione con noi. Mi piace molto come giocatore perché nella fase d'interdizione è bravo, così come nel gioco aereo.
Non è detto che confermerò i titolari di lunedì. Devo valutare. Del Grosso ha avuto qualche problemino ma questa settimana si è allenato bene. Machin deve trovare costanza per diventare un giocatore di livello (Machin è presente in sala stampa, ndc)".

Guardiagrele. Si è svolta ieri, nove novembre, la presentazione del neo nato Centro Antiviolenza MAJA di Guardiagrele fortemente voluto dal Comune di Guardiagrele in collaborazione con il Centro Alpha di Chieti.

L’aula magna dell’omnicomprensivo Nicola da Guardiagrele era gremita.
Oltre alla partecipazione degli amministratori dei comuni territorialmente vicini, fondamentale è stata la presenza delle assistenti sociali che più di tutti sono parte della vita e delle sensibilità del territorio.

Assessora Zulli: Un centro antiviolenza non è solo la struttura fisica, ma è soprattutto rete. La rete è fatta dalle istituzioni del territorio; ognuno per quanto di propria competenza è legato agli altri. Soltanto in questo modo il lavoro di appoggio e supporto alla donna può avere risultati positivi.
La nostra rete, presente al completo è costituita dagli amministratori locali e regionali, dalle assistenti sociali, dalla Asl, dai Carabinieri, dalla Prefettura, la Questura, la Procura, la scuola.

Molto spesso per chi subisce violenze, trovare la forza di parlane è già un gran traguardo, quindi è compito di chi ascolta, saperlo fare nel modo giusto.
Per questo presso il nostro centro di Guardiagrele è stata formata una operatrice di accoglienza che svolgerà il delicato ruolo di “front office” .
Potete trovarla in Via Occidentale 63, al piano terra del palazzo dei vigili, dal lunedì al giovedì dalle 10:30 alle 12:30 e il venerdì dalle 14:45 alle 16:45.
Il numero verde del centro di Guardiagrele, attivo da lunedì è l’800440905, già attivo è il numero verde del centro antiviolenza Alpha di Chieti con il quale collaboriamo ed è l’800432500. Importante è anche il telefono rosa, numero verde nazionale 1522.

In occasione del convegno di questa mattina, ogni relatore ha sottolineato l’importanza della presenza dell’altro e del ruolo che ognuno rappresenta, ad iniziare dalla padrona di casa, la Dirigente Scolastica, Alba Del Rosario, che ha voluto proprio sottolineare l’importanza della collaborazione tra scuola e istituzione; cosa confermata anche dalla numerosa presenza di ragazzi di tutte le classi, attenti e curiosi, artefici del futuro della nostra società.

Il Sindaco, Simone Dal Pozzo, ringraziando tutti ha voluto condividere il perché della decisione del nome Maja, nome della nostra montagna che rappresenta al tempo stesso, la difficoltà dei suoi percorsi e dei suoi sentieri (quella che la donna può incontrare nell'affrontare il suo problema e nell'aprirsi alla denuncia) e la maternità (nel senso che è proprio la rete ad esercitare questo importante ruolo di custodia e di protezione). Proprio sul ruolo della donna, la consigliera con delega alle pari opportunità, Ambra Dell’Arciprete, ha evidenziato l’importanza di avere un servizio come questo, che sia in grado di affiancare la donna nel difficile percorso di riconquista del suo ruolo in società.

L’Assessora regionale Marinella Sclocco ha voluto ripercorrere il lavoro fatto per arrivare poi alla identificazione dei bisogni del territorio. Con il Piano Sociale Regionale 2016-2018 è stata scattata una fotografia che ha evidenziato le fragilità sociali della nostra regione. Una su tutte il dato allarmante della violenza di genere. Una donna su tre è vittima di violenza, non solo fisica, ma anche psicologica, economica, sessuale ecc. dato maggiore anche di quello nazionale.
La Regione Abruzzo per intervenire su questo fenomeno ha emesso un bando per finanziare l’apertura di nuovi centri antiviolenza e di case rifugio al quale Guardiagrele ha risposto aggiudicandosi il finanziamento per il 2018.
Ad oggi è stato presento anche il progetto migliorativo per i finanziamenti 2019.

Il Procuratore della repubblica presso il Tribunale di Chieti, dott. Francesco Testa nel suo intervento molto incisivo, si è rivolto ai giovani e al modo attraverso il quale oggi si diffondono le notizie, soprattutto quelle di violenza di genere, evidenziando l’importanza all’interno della rete, della stampa e dei canali di informazione, che hanno il dovere di essere imparziali davanti a tutti i fatti di violenza.

L’autorevole intervento del signor Questore, Ruggiero Borzacchiello è entrato più nel merito della legge a tutela delle donne violentate, informandoci che il suo intervento nei confronti dell’autore di violenze, avviene anche di fronte ad una semplice segnalazione e senza che ci sia una formale querela. Questo può essere molto di aiuto alla donna che, molto spesso, non vuole intraprendere un percorso di denuncia.

A rappresentanza dell’arma dei Carabinieri, punto di riferimento per in nostro territorio, è intervenuto il Maggiore Massimo Capobianco che, creando un filo diretto con i ragazzi, ha mostrato un cortometraggio a dimostrazione di quanto fondamentale sia l’empatia della persone che raccoglie la denuncia di una donna, quanto questa deve essere in grado di capirla, di leggere tra le righe senza spaventarla e prendendo molto sul serio ogni parola.
Ha ricordato inoltre ai giovani l’importanza del loro ruolo attivo nella società, invitandoli a non calpestare mai la propria dignità.

Sua Eccellenza il Prefetto provinciale, Antonio Corona, ha chiuso il dibattito ribadendo l’importanza della rete e di ogni singolo rappresentate delle istituzioni intervenuto nella mattinata.

Guardiagrele con il Centro Maja entra in questa rete, pronta per fare la sua parte ed essere al fianco delle donne, per essere vicina.

Pescara. Il 10 e 11 novembre lo stilista abruzzese Simone Racioppo presenterà "Dubai Collection 2019" che ha esordito in anteprima assoluta, lo scorso maggio, nel corso della 6^ edizione dell'Arab Fashion Week, nella capitale della moda sul Golfo Persico.

L'evento di Racioppo, che avrà luogo nella "Love Story Fiera Sposi" presso il Centro Espositivo della Camera di Commercio (Chieti), vedrà due sfilate: la prima sabato 10 novembre alle ore 16.30, la seconda domenica 11 novembre alle ore 18.30, rispettivamente in apertura e chiusura del Fashion Show della Fiera.

Le due sfilate sono dedicate alla memoria di Francesco Sagnelli, stylist di fama nazionale deceduto mesi fa in un tragico incidente stradale, supporter della collezione "Dubai" durante la fase di progettazione.

"La collezione - spiega Racioppo - si arricchisce di due nuovi abiti da sposa per l'occasione. Dopo questo weekend in terra d'Abruzzo cui sono particolarmente affezionato, continuerò a prepararmi per le prossime fashion week di Roma e Londra dove sfileranno gli outfits della linea haute couture. Un lavoro quotidiano e molto impegnativo che vivo, però, con grande entusiasmo insieme al videomaker Christian De Lellis, alla grafica di Laura Amati, a Rachele Berardocco dress assistant, agli allestimenti di Filly Creazioni, alle Sorelle Cake&Party e ai manager Antonio Bucci e Lina Di Rito".

Simone Racioppo è nato nel 1977 a Miglianico (Ch), Fin da giovanissimo ha iniziato a lavorare come stilista. Nel corso della sua carriera, ha vestito personalità del mondo dello spettacolo tra le quali Laura Pausini, Morgan, Fiorella Mannoia, attrici di fiction di successo. Ha sviluppato una linea di gioielli e una linea di outfits haute couture e casual-chic.

Sabato 10 novembre, ore 18.30, 7a giornata di campionato. La ColorMax Civitella C5 ospita la corazzata Lollo Caffè Napoli.
Al PalaCUS Santa Filomena di Chieti si affronteranno due squadre in ottime condizioni, ambedue reduci da vittorie nell'ultimo turno di campionato.
L'asticella della sfida, per i ragazzi di mister Palusci, torna ad innalzarsi, ma dopo le ultime uscite della squadra, in casa Civitella, c'è fiducia e voglia nel continuare ad esprimere un buon gioco, consapevoli di assolvere al compito di inizio stagione: giocarsi la permanenza in categoria, senza aver paura di scendere in campo.
In settimana, la Colormax Civitella C5 ha lavorato senza sosta con tutto il roster, concentrazione e analisi degli errori commessi, sono stati i principali compiti svolti. Come sempre, la società invita tutti i nostri sostenitori a riempire il Pala CUS [ingresso gratuito] per tifare la squadra e condurci alla salvezza il prima possibile.
Tutti disponibili e arruolati i giocatori per l'incontro, resta ancora indisponibile Romano, in fase di recupero a seguito infortunio.
Mister Saverio Palusci presenta la partita di sabato così: “affronteremo una squadra guidata da un ottimo allenatore, da prendere ad esempio ed imitare, quindi si presenta una bella sfida da vedere e da affrontare per i miei giocatori. Noi veniamo da una buona prestazione, ma dobbiamo fare ancora meglio e limare al minimo gli errori per rimanere in partita.”
Appuntamento sabato 10 novembre, alle ore 18:30; Pala SantaFilomena di Chieti [Ingresso Gratuito] ARBITRI: Fabrizio Burattoni (Lugo di Romagna), Lorenzo Cursi (Jesi) CRONO: Luca Moscone (L’Aquila) - Per chi non potrà essere presente al palazzetto, la partita sarà visibile in diretta PMGSport (www.pmgsport.it) - Il Lollo Caffè Napoli è a quota 13 punti in classifica e viene da una vittoria maturata in casa contro l'Acqua e Sapone Unigross
- CIVITELLA COLORMAX SIKKENS-LAZIO: 3-2 (1-0 p.t.) CIVITELLA COLORMAX SIKKENS: Mazzocchetti, Curri, Morgado, Coco, Titon, Gargantini, Rocchigiani, Jelavic, Dodò, Fabinho, Horvat, Vitinho, Pieragostino, Pavone,. All. Palusci LAZIO: Del Ferraro, Misael, Scheleski, Rocha, Gedson, Biscossi, Chilelli, De Lillo, Bizjak, Lupi, Ottaviani, Afilani, Piermarini. All. Reali MARCATORI: 16'50'' p.t. e 2' s.t. Horvat (C), 4'23'' Jelavic (C), 8'30'' Bizjak (L), 17'38'' Misael (L) AMMONITI: Rocha (L), Rocchigiani (C), Bizjak (L), Coco (C), Chilelli (L), Lupi (L) ARBITRI: Salvatore Minichini (Ercolano), Natale Mazzone (Imola) CRONO: Davide Sallese (Vasto)
- LOLLO CAFFÈ NAPOLI-ACQUA&SAPONE UNIGROSS: 3-1 (0-0 p.t.) LOLLO CAFFÈ NAPOLI: Molitierno, Wilhelm, Salas, Cesaroni, Mancha, G. Moccia, De Luca, Duarte, Rubio, Bellobuono, Alemao, Baron, P. Moccia, Peric. All. Marin ACQUA&SAPONE UNIGROSS: Miraglia, Murilo, Lima, De Oliveira, Bertoni, Mammarella, Iervolino, Casciano, Cuzzolino, Calderolli, Fiuza, Coco Wellington, Avellino, Pinto. All. Pérez MARCATORI: 1'46'' s.t. De Oliveira (A), 8'56'' e 10'10'' Rubio (N), 16'59'' Peric (N) AMMONITI: Miraglia (A), Peric (N), De Oliveira (A) ARBITRI: Dario Pezzuto (Lecce), Vincenzo Sgueglia (Civitavecchia) CRONO: Michele Iannone (Nocera Inferiore)

Chieti. Confartigianato accende gli eventi del centro di Chieti, in attesa delle iniziative previste per il Natale: tornano il Chocofestival ed il Teate Winter Festival. Il primo, quest’anno, sarà più ricco che mai e si terrà 9, 10 e 11 novembre; tra gli appuntamenti, l’attesissimo concerto di Roby Facchinetti e Riccardo Fogli, previsto per sabato. Il secondo ha preso il via sabato e andrà avanti con numerosi eventi fio al 6 gennaio.
“Una grande soddisfazione per noi vedere la città che ha già risposto alla grande a questa nostra decima edizione del Chocofestival – ha affermato il direttore generale di Confartigianato Chieti-L’Aquila, Daniele Giangiulli – quest’anno lo abbiamo arricchito con eventi di diversa tipologia, uno su tutti il concerto al Teatro Supercinema di Riccardo Fogli e Roberto Facchinetti. Oltre a questo evento avremo anche le dimostrazioni del campione del mondo di pasticceria Emanuele Forcone che realizzerà due sculture di zucchero, avremo una degustazione gratuita con Franco D’Eusanio di Chiosa Grande, abbinando così il vino al cioccolato, daremo tanto spazio ai bambini con la fabbrica di cioccolato con i bimbi che potranno realizzare dei cioccolatini, c’è anche il circo incantato per i più piccoli, poi c’è tanta animazione per la città, sono 14 quest’anno le regioni rappresentate con più di 40 stand posizionati su tutto Corso Marrucino, quindi cercheremo di far vivere a pieno la città di Chieti. C’è una fitta agenda di appuntamenti che quest’anno Confartigianato ha voluto sposare in occasione del Teate Winter Festival, quindi facciamo vivere a pieno la città per oltre due mesi, è un’iniziativa tutta fatta con fondi privati, ci tengo a precisarlo, quindi abbiamo messo in campo tutta la nostra organizzazione come Confartigianato con le nostre risorse per dare un’opportunità concreta di presenze quotidiane nella parte alta della città affinchè ci sia un riscontro tangibile per tutti gli operatori economici. L’investimento? Tutte e due le iniziative costano 100 mila euro, ci sono sponsor privati e ci sono alcuni eventi che sono a pagamento, con bigliettazione. Cercheremo di coprire tutto tramite sponsor privati e contributi dei partecipanti, laddove non ci si dovesse arrivare chiaramente interviene Confartigianato”.
Da domani al via la decima edizione del Chocofestival. Per un intero weekend Corso Marrucino si trasforma in un’enorme pasticceria all’aperto con vetrine tematiche sulla cioccolata. L’evento 2018 si svolgerà dal 9 all’11 novembre e sarà, come consuetudine consolidata, di richiamo nazionale, ricco di sorprese e riservato alle migliori aziende del settore. 40 gli stand e 24 gli espositori, provenienti da 14 regioni italiane.
“Ci saranno tantissimi eventi – ha sottolineato il presidente di Confartigianato Chieti-L’Aquila, Francesco Angelozzi – io sono superfelice per questa decima edizione per tanti motivi, in primis perché ci aspettiamo tantissima gente, poi perché questa manifestazione si sposa con l’artigianato. A livello culturale vorrei sottolineare che tutti quelli che verranno avranno l’occasione, l’opportunità, non solo i grandi ma anche i bambini, di conoscere Chieti ed il valore storico di questa città importantissima. Tanti eventi, intrattenimento per i bambini, concerti, musica, ci sarà un evento che apre la stagione Jazz a Chieti. Sono molto contento, vorrei che venisse più gente possibile a Chieti non solo per degustare il cioccolato, che fa anche bene, ma anche per conoscere questa stupenda città”.
Nell’ambito del Chocofestivale, tante le attività collaterali, come la fabbrica di cioccolato, un percorso educativo che descrive tutta la produzione del cioccolato dalla nascita della pianta fino alla barretta di cioccolato, laboratori dedicati ai bambini, artisti di strada, mascotte, concerti, degustazioni in collaborazione con la Cantina Chiusa Grande, l’esibizione del campione del mondo di pasticceria Emanuele Forcone e, dulcis in fundo, il tour teatrale “Insieme” di Roby Facchinetti e Riccardo Fogli che farà tappa al Teatro Auditorium Supercinema Chieti sabato 10 novembre alle ore 21.
“Com’è noto al Polo Museale dell’Abruzzo afferiscono ben due importanti Musei Archeologici qua a Chieti – ha rimarcato il direttore del Polo Museale dell'Abruzzo, Lucia Arbace – e sin dalla sua istituzione il Polo Museale ha aperto le sue porte alla collaborazione con il Teate Festival che, com’è noto, ha due edizioni, estiva e invernale, per ospitare non solo concerti ma anche eventi collaterali di carattere culturale come visite guidate e mostre. In questa edizione possiamo garantire delle aperture anche serali straordinarie in occasione dei concerti. Poi ci saranno due appuntamenti molto importanti tra cui quello odierno dedicato al Generale Pianell nel bicentenario della nascita e quello del 24 novembre della Sala Frontoni nel ventennale della proposta all’interno del Museo della Civitella di Frontoni con i reperti che erano stati ritrovati negli scavi archeologici. Quindi abbiamo un’offerta culturale potenziata e possiamo festeggiare anche un trend positivo per quanto riguarda l’affluenza nei Musei e sono lieta poi di dare un contributo a questa città che sicuramente merita di essere sempre più visitata”.
Con l’enteprima dello scorso 3 novembre ha preso il via anche la quarta edizione del Teate Winter Festival, che andrà avanti fino al 6 gennaio e chiuderà gli eventi delle festività di Natale. Il tema ispiratore di questa edizione è il Jazz in tutte le sue forme. L’obiettivo dell’iniziativa è quello di caratterizzare il periodo natalizio con un importante evento socioculturale che possa promuovere la città di Chieti e sostenere le attività economiche del territorio. Varie le location individuate in città, dai locali ai musei fino alle chiese. Sei gli ambiti individuati: Main Events, Dinner & Time Jazz, Mousikè, Jazz’n’Click (premio fotografico) e Jazz Cafè (presentazione di libri).
“Ringrazio i nostri sponsor – ha dichiarato il project manager del Teate Winter Festival, Grazia Di Muzio – che tra le altre cose fanno in modo che ci sia un palcoscenico anche per i musicisti più giovani che hanno bisogno di un pubblico per esibirsi. Un grazie di cuore alla dottoressa Arbace che con grande entusiasmo ormai da due anni ci ospita negli spazi dei due Musei. Non si potrebbero fare le manifestazione se non ci fossero le persone che ci credono fermamente.di concerti ed eventi ce ne saranno veramente tanti, partiremo con quello della Civitella che sono quelli con la bigliettazione. Avremo tanti artisti e la fortuna e il privilegio di organizzare una Masterclass da Roberto Cifarelli che è uno dei migliori fotografi Jazz in Italia e anche a livello internazionale”.

Guardiagrele. Il prossimo 9 novembre presso l’Aula Magna della Scuola Secondaria di Secondo Grado dell’Istituto Omnicomprensivo di Guardiagrele, in Via Grele, si terrà la presentazione del neo nato Centro Antiviolenza Maja di Guardiagrele, realizzato grazie ad un bando del Dipartimento per la Salute ed il Welfare – Servizio Politiche per il Benessere Sociale della Regione Abruzzo, finanziato dalla Legge Regionale 20.10.2006, n.31 “Disposizioni per la promozione e il sostegno dei centri antiviolenza e delle case di accoglienza per le donne maltrattate”, in collaborazione con il centro Alpha di Chieti.
Avviare un centro antiviolenza non è cosa semplice, non bastano i finanziamenti, comunque indispensabili, ma ha bisogno di essere costruito intorno alla donna e ai bisogni che quest’ultima potrebbe avere in caso di necessità, in quanto il fenomeno ha assunto connotazioni diverse che richiedono interventi sempre più complessi.
Diventa fondamentale instaurare una rete solida tra tutti gli Enti territoriali collegati al contrasto alla violenza di genere, ed è proprio per questo che alla iniziativa prenderanno parte l’Assessore Regionale Marinella Sclocco, il Prefetto Antonio Corona, il Procuratore della Repubblica Francesco Testa, il Questore Ruggiero Borzacchiello, il Comandante Provinciale dei Carabinieri Florimondo Forleo e la Direttrice del Presidio Territoriale di Assistenza di Guardiagrele Lucilla Gagliardi. Inoltre sono stati invitati dei centri antiviolenza dei territorio limitrofi e cooperative che gestiscono case rifugio.
La Dirigente dell’omnicomprensivo Alba Del Rosario, fin da subito ha sposato la causa, in quanto il ruolo della scuola è da sempre fondamentale. Proprio la scuola deve essere il principale veicolo di questo tipo di iniziative, perché la sensibilizzazione maggiore va fatta proprio sui giovani che devono essere messi al corrente dell’esistenza di queste problematiche, devono saperle riconoscere ed essere consapevoli dell’entità del fenomeno, che non va assolutamente sottovalutato.

Assessora Zulli: “In occasione dell’approvazione del nuovo Piano Sociale, lavoro iniziato grazie alla riorganizzazione degli ambiti scrupolosamente seguita dalla Assessora Regionale Marinella Sclocco, è emerso un contesto territoriale caratterizzato da una crescita generale dei fattori di rischio legati ad una maggiore vulnerabilità degli individui, famiglie e comunità. Il tessuto sociale evidenzia la presenza di nuove fragilità che coinvolgono anche le relazioni coniugali e comunque la relazione tra uomo e donna. Dati particolarmente allarmati sono risultati dall’ultimo Piano Sociale Regionale 2016-2018 che evidenziano quanto in Abruzzo, il fenomeno della violenza di genere sia in costante emersione. Secondo le recenti indagini ISTAT, le donne vittime di violenza fisica e sessuale sono circa 1 su 3, due punti sopra la media nazionale. Inoltre aumentano anche i reati di stalking e le separazioni familiari.
Gli Amministratori non possono rimanere indifferenti a tutto questo e il Centro Antiviolenza Maja nasce proprio per contribuire a dare delle risposte a questi dati preoccupanti. Maja ha infatti come obiettivo quello di affiancare la donna vittima di qualsiasi tipo di violenza, psicologica, sessuale, economica ecc.. in un percorso che la porti innanzitutto a prendere consapevolezza di quello che le sta accadendo e poi a riprendere in mano la propria vita e recuperare la propria energia per utilizzarla in un nuovo progetto di vita. Le donne che subiscono violenza hanno maggiori difficoltà nel ricostruire il proprio percorso di vita che spesso passa attraverso nuove relazioni, indipendenza economica, autonomia. Ciò implica un percorso faticoso di riconoscimento di sé, di consapevolezza che si acquisisce soprattutto nel rapporto con il lavoro.
Maja per questo può essere un punto di riferimento per tutto il territorio circostante, proprio per questo sono inviati tutti gli Amministratori dei comuni limitrofi dell’Ambito Sociale Marrucino e non solo, le assistenti sociali che operano sul territorio, che più di tutte conoscono le fragilità del territorio.

MIMMO LOCASCIULLI torna con “Cenere”, il suo nuovo album di inediti in uscita il 9 novembre(HOBO/Believe Digital/SELF) in digital download e sulle principali piattaforme streaming. Da venerdì 16 novembre l’album sarà disponibile nei negozi.

A due anni dalla pubblicazione del doppio CD celebrativo “Piccoli cambiamenti”, e dopo 9 anni dal suo ultimo album di inediti (“Idra”), “Cenere” racchiude tutto il percorso artistico di Mimmo: dalle prime esperienze folk al rock-pop cantautorale, dagli sconfinamenti nell’elettronica fino alle immersioni nel blues e nel jazz. I suoi testi, come di consueto, si arricchiscono di una ricerca anche poetica, oltre che della testimonianza e della cronaca del tempo che vive.
Il disco racchiude diverse collaborazioni con nomi noti del panorama cantautorale, come quello di Enrico Ruggeri,di Pacifico e di Büne Huber, front-man e anima dei Patent Ochsner, strepitosa rock band bernese premiata lo scorso anno con gli Award come miglior gruppo, miglior album e miglior live. “Cenere” si arricchisce, inoltre, della presenza di due artisti tanto diversi quanto ugualmente preziosi: Fabrizio Bosso e Awa Ly, giovane cantante franco-senegalese, ormai popolarissima in Francia e in Europa.

L’album è stato registrato negli studi di Alba Musique (Parigi) e Hobo Recording (Saracinesco - Roma), con la produzione e gli arrangiamenti di Mimmo e Matteo Locasciulli.

Insieme a Mimmo (piano, organo e tastiere) e Matteo (contrabbasso, basso e chitarre) hanno suonato: Andi Hug(batteria), Massimo Fumanti (chitarre), Giovanna Famulari (violoncello), Marco Di Marzio (contrabbasso, ukulele e mandola), Mattia Feliciani (sax e clarinetto basso), Jorge Ro (tromba e flicorno), Filippo Schininà (batteria), Manuel Trabucco (sax) Michael Applebaum (tromba).

Dal 22 novembre Mimmo Locasciulli sarà in concerto in Italia e in Svizzera, dove sarà accompagnato da Büne Huber. Queste le date:

 

22 NOVEMBRE – BOLOGNA – BRAVO CAFFÉ, con Alessandro Haber

23 NOVEMBRE – TORINO – FOLKCLUB

24 NOVEMBRE – COMO – OFFICINA DELLA MUSICA

7 DICEMBRE – CHIETI – TEATE WINTERFESTIVAL

12 DICEMBRE – CHUR – WERKSTATT

13 DICEMBRE – LIESTAL – GUGGENHEIM

14 DICEMBRE – LICHTENSTEIG – CHÖSSITHEATER

15 DICEMBRE – RUBIGEN BERN - MÜHLE HUNZIKEN

28 DICEMBRE – GESSOPALENA (CH) – TEATRO COMUNALE


È inoltre disponibile in libreria il nuovo libro di Mimmo Locasciulli, “Come una macchina volante” (Castelvecchi edizioni), un racconto biografico che illustra le curiosità sul doppio amore che l’ha guidato nella vita: la musica e la medicina.

Tra i più grandi cantautori italiani, Mimmo Locasciulli ha debuttato al Folkstudio di Roma negli anni Settanta. Ha inciso finora 18 album, ha prodotto Claudio Lolli, Gigliola Cinquetti, Roberto Kunstler, Goran Kuzminac e Haber, ha collaborato con artisti nazionali e internazionali di primissimo piano. Recentemente ha festeggiato i quarant’anni di carriera musicale con il doppio album “Piccoli cambiamenti”. Esercita la professione di chirurgo e nutrizionista a Roma, dove vive.

Pagina 1 di 37

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Notizie Recenti

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione