Rifiuti abbandonati nella zona del Sangro, riunione in Prefettura

Fossacesia. Su sollecitazione dei Sindaci di Fossacesia, Enrico Di Giuseppantonio, e di Altino, Vincezo Muratelli, il Prefetto di Chieti, Antonio Corona, ha convocato, per domani, 14 novembre, una riunione sull’emergenza dei rifiuti abbandonati sulla piana del fiume Sangro, sulle zone collinose prospicienti e lungo la rete stradale che attraversa quei territori. All’incontro, che si svolgerà in Prefettura alle ore 11, sono stati invitati a partecipare il Questore della Provincia di Chieti, i Comandanti provinciali dei Carabinieri e della Guardia di Finanza, i Dirigenti del Genio Civile e del Servizio gestione rifiuti della Regione Abruzzo, il Direttore Generale dell’ARTA, il Capo Compartimento dell’Anas e il Responsabile della Rete Ferroviaria Italiana, Direzione Territoriale Produzione. “Ci siamo fatti portavoce di un problema che riguarda molti altri centri del Sangro e che deve essere affrontato con decisione - affermano i primi cittadini di Fossacesia, Enrico Di Giuseppantonio e di Altino ,Vincenzo Muratelli-. La nostra iniziativa ha incontrato la sensibilità del Prefetto, che ringraziamo pubblicamente per aver convocato il tavolo. Nel corso della riunione ribadiremo la necessità di mettere in campo interventi decisi per mettere fine ad uno scempio che si rileva un grave danno ambientale e per il turismo. Non possiamo nemmeno sottovalutare che nel caso dei rifiuti abbandonati nel fiume Sangro, questi contribuisco ad accrescere il pericolo per esondazioni e per la stabilità dei ponti che attraversano l’importante corso d’acqua”.

Valuta questo articolo
(0 voti)

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Notizie Recenti

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione