I Comitati di quartiere del PP1 Grandi Alberghi di Montesilvano si mobilitano

Pescara. Si è riunito il 30 Dicembre il coordinamento dei comitati di quartiere della zona Grandi Alberghi PP1 di Montesilvano. Al centro della discussione diversi temi che preoccupano gli abitanti del quartiere, ma anche le opportunità di rilancio di una delle zone strategiche della Nuova Pescara che si costituirà dal 1 Gennaio 2019.

Tra le emergenze discusse ci sono: gli accordi tra costruttori e Giunta Comunale per nuove edificazioni nell'area del "Curvone", senza la garanzia di servizi pubblici e interventi di riqualificazione di un quartiere, che ha visto finora solo case, ma con molte opere pubbliche interrotte o mancanti. Tale decisione è in contrasto con quanto aveva assicurato il Sindaco, in occasione di un recente incontro pubblico con i comitati di quartiere, il 7 dicembre scorso, dichiarando "Nessun metro cubo sarà ulteriormente realizzato prima di aver garantito il completamento delle opere pubbliche mancanti". Il primo progetto da completare è l'asse commerciale a priorità pedonale di Corso Strasburgo, dalla stazione al mare, e il boulevard alberato di viale D'Andrea, dalla grande piazza al fiume, oggi area verde abbandonata, domani possibile strada mercato alberata servita dal trasporto pubblico, da Pescara a Silvi.

Addirittura, come segnalato dal consigliere comunale Di Stefano, si starebbe trattando in Giunta Comunale per trasferire in un'area a standard del quartiere PP1 la cubatura spostata dal centro per conservare un parcheggio pubblico di proprietà privata in prossimità del Comune. E questo senza nessuna discussione pubblica né nel Consiglio Comunale né nel quartiere. Oltre a questi e ad altri problemi del quartiere, esistono però anche delle opportunità di rilancio di questa zona, strategica per la presenza di 4mila posti letto alberghieri, il palazzo dei congressi d'Abruzzo, un multisala e il previsto Teatro del Mare, soprattutto in una visione metropolitana nell'agenda della grande città di Nuova Pescara. Del resto, i comitati hanno già segnalato al Sindaco e al Presidente D'Alfonso le proprie aspettative di rilancio dell'area, ed esistono anche i mezzi e le opere finanziate che, oggi non sono adeguatamente sfruttate per questo rilancio. Tali sono il ponte sul Saline, il trasporto pubblico sulla

Strada Parco, i parcheggi di interscambio di Montesilvano, Marina di Città Sant'Angelo e Silvi, il collegamento tra tangenziale di Pescara e l'autostrada. Ma, in assenza di piano e di progetti che potrebbero essere finanziati anche con fondi europei, il ponte in corso di costruzione, ad esempio, rischia di diventare il collegamento per le auto dei lungomare di Silvi e Montesilvano, distruggendo quel che rimane dell'industria turistica della zona a mare. Tali temi saranno discussi in un convegno pubblico previsto per i primi di Gennaio 2018 a cui sono stati invitati a partecipare gli amministratori della città e della Regione.

Valuta questo articolo
(0 voti)

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione