Recapitato proiettile nella sede della Regione indirizzato all'assessore Paolucci

Pescara. "Ci sono degli accertamenti in itinere, per cui normalmente non faccio commenti in queste situazioni. Posso dire di essere infastidito sì, ma preoccupato spero di no. Credo si tratti di un gesto individuale, di uno sconsiderato, che nulla ha a che vedere con l'imbarbarimento del confronto politico che pure purtroppo c'è e che riguarda l'utilizzo di aggettivi e sostantivi a mio avviso sbagliati".

E' il commento dell'assessore alla programmazione sanitaria Silvio Paolucci, dopo la busta contenente un proiettile recapitata questa mattina nella sede della Regione all'Aquila. Paolucci, che questa mattina era negli uffici dell'assessorato a Pescara, ha spiegato di non aver potuto leggere il contenuto della lettera all'interno della quale c'era il proiettile.

"Ci sono dei rilievi in corso - ha sottolineato - poi, chi di dovere saprà come e quando informarmi".

Così commenta l'accaduto segretario regionale Pd Abruzzo Marco Rapino: “Fraterna e politica solidarietà all’assessore Silvio Paolucci, non solo per le importanti, difficili e delicate riforme messe in campo per migliorare la sanità abruzzese, ma sopratutto per le sue qualità umane e istituzionali. Come Partito Democratico la nostra condanna contro chi vuole creare un clima di odio, di discredito e intimidazione è fermissima. Saranno le forze dell’ordine a indagare su un episodio tanto grave e siamo certi che le indagini saranno scrupolosissime. A nome di tutto il PD voglio sottolineare che l’assessore Paolucci lavora con  straordinaria tenacia nel portare avanti i piani di rilancio e tutela della sanità abruzzese, i cui bilanci ora sono in piena sicurezza, dopo che il sistema regionale, in profondo rosso economico, aveva rischiato  il fallimento. Oggi possiamo dire grazie a Silvio Paolucci per aver realizzato riforme e ridato forza alla sanità, difendendola dagli sprechi, inefficienze, mala gestione. Lo ringraziamo anche per la grande attenzione posta verso le richieste degli operatori della sanità e dei cittadini che chiedono servizi più efficienti e soprattutto sicuri. Non saranno le intimidazioni, le notizie false e con esse i fomentatori di odio a fermare il Pd, l’assessore Paolucci e quanti hanno a cuore il bene dall’Abruzzo, della sua sanità e dei suoi cittadini”.

Così il Sindaco di Chieti, Umberto Di Primio: “Esprimo la mia profonda solidarietà all’Assessore Silvio Paolucci, vittima di un gesto vile ed ignobile, contrario ai valori di democrazia e civiltà, che non può essere in alcun modo giustificato. Chi agisce nell’ombra per turbare la normale dialettica democratica merita la ferma condanna da parte dell’intera comunità – aggiunge il Sindaco Di Primio - Dobbiamo compiere il massimo sforzo affinché la politica venga ricondotta nel suo livello naturale: quello del confronto e della dialettica, valori che nessuno può mettere in discussione e che tutti siamo chiamati a difendere”.

Ecco quanto dichiarato in una nota Fabrizio Di Stefano: “Un gesto che si può definire solo inqualificabile, quello dell’invio di una busta contenente un proiettile all’Assessore Silvio Paolucci da parte di ignoti vigliacchi che si nascondono dietro l’anonimato. Nessuno meriterebbe un atto del genere” ha continuato Di Stefano, “tanto più una persona come Silvio Paolucci, a cui va tutta la mia solidarietà, e che, al di là delle differenze politiche, reputo una persona per bene”.

La Cisl ABRUZZOMOLISE esprimere piena solidarietà all'Assessore Silvio Paolucci per il vile atto intimidatorio  ricevuto: “Un atto gravissimo ed inaccettabile ad una persona corretta, mai oltre le righe, in un mondo della politica in cui spesso si trascende con parole usate con violenza e volgarità e che possono fomentare menti deviate e delinquenziali,- così il Segretario della Cisl ha commentato l’atto intimidatorio che ha ricevuto l’Assessore della Regione Abruzzo Paolucci-. Esprimiamo  come Cisl solidarietà, stima ed amicizia a Silvio, che ha sempre dimostrato nella sua attività politica competenza e professionalità, ma soprattutto disponibilità al confronto ed al dialogo”, -ha concluso il Segretario della Cisl-.

Così il gruppo consiliare M5S Regione Abruzzo: "L’attacco intimidatorio subito dall’Assessore Silvio Paolucci questa mattina è un fatto gravissimo che va denunciato con forza. Atteggiamenti di questo tipo sono appellabili a delinquenti della peggior specie che ci auguriamo vengano scovati prima possibile. La nostra solidarietà più totale all’Assessore Paolucci e a tutte le persone che si sono sentite intimorite dal terribile gesto. Crediamo che le battaglie per la giustizia ed il benessere del Paese vadano combattute con la forza della democrazia, della legalità e del dibattito istituzionale. E in nessun altro modo".

Il Sindaco di Vasto Francesco Menna, ha rilasciato le seguente dichiarazioni: “Intendo esprimere vicinanza e solidarietà all'Assessore Regionale Silvio Paolucci, con il quale ho condiviso due anni di intenso lavoro e del quale non finirò mai di ammirare l’onestà, l’abnegazione e la dedizione. Ci tengo a mettere in risalto che molto probabilmente gesti sconsiderati come questo possono essere alimentati dalla oramai diffusa violenza verbale che alcuni personaggi portano nel dibattito politico, evitando di affrontare le argomentazioni e le tematiche che investono la collettività e limitandosi esclusivamente ad attacchi personali”.

Così Gianni Cordisco della Segreteria Provinciale del Pd Chieti: "Il Partito democratico della Provincia di Chieti, la segreteria e i segretari, esprimono vicinanza e solidarietà all'assessore regionale Silvio Paolucci. Confidiamo nell’azione ferma della giustizia contro i responsabili delle minacce. La nostra condanna è granitica: la violenza non è Politica, saremo esercito a difesa della libertà e della pace. Chiediamo all’assessore Paolucci di andare avanti il suo utile, serio e pulito lavoro in giunta. Il Pd auspica che tutte le forze politiche si pronuncino contro violenza  e minaccia. Con stima e affetto sosteniamo una persona seria come Silvio, con intelligenza e umiltà ascoltiamo e supportiamo il confronto dialettico , con disprezzo rigettiamo le cattiverie e l’odio."

Valuta questo articolo
(0 voti)

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione