Articoli filtrati per data: Martedì, 05 Dicembre 2017

Sambuceto. Buone notizie per il Sambuceto Calcio in vista del big match contro il Real Giulianova. Il campo in sintetico della Cittadella dello Sport è stato riparato a tempo di record e pertanto l’incontro si disputerà domenica prossima, 10 dicembre, nell’impianto in via Ciafarda a Sambuceto, con fischio d’inizio fissato per le ore 14:30.
La struttura sambucetese nella quale si svolgono gli allenamenti e gli incontri casalinghi della squadra allenata da mister Tatomir era stata interessata da un allagamento durante l’ondata di maltempo del 15 novembre scorso.
Una colata di fango aveva allagato sia gli spogliatoi che il manto in sintetico, costringendo la squadra a “emigrare” in quel di Pineto per la gara casalinga contro il Chieti. La buona notizia è però giunta nelle ultime ore e da domani, mercoledì 6 dicembre, i ragazzi agli ordini di mister Tatomir e del suo staff potranno tornare ad allenarsi sul campo principale dell’impianto sambucetese.
Piena soddisfazione da parte della dirigenza viola per la notizia del ripristino del campo, così come sottolineato dal direttore sportivo Gabriele Liberatore: «Vorrei ringraziare il sindaco e l’assessore allo sport del Comune di San Giovanni Teatino e tutti coloro i quali si sono impegnati affinché il ripristino del sintetico della Cittadella dello Sport avvenisse nel minor tempo possibile. Siamo soddisfatti di poter finalmente tornare a giocare tra le “mura amiche” di Sambuceto. Siamo contenti poiché ciò è avvenuto in anticipo rispetto ai tempi inizialmente previsti, e perché potremo giocare il big match contro la capolista Giulianova davanti al nostro pubblico. L’auspicio, per il futuro, è di non dover abbandonare più il nostro impianto per motivi legati al maltempo o agli allagamenti, poiché gli spostamenti di allenamenti e incontri provocano ripercussioni per gli spostamenti e per le questioni logistiche che rischiano di compromettere anche le prestazioni sul campo dei nostri ragazzi. Colgo quindi l’occasione», conclude il direttore sportivo, «per invitare tutto il popolo sambucetese a sostenere la squadra in questo importante e difficile impegno del campionato di Eccellenza contro il Giulianova domenica alla Cittadella dello Sport».

Pubblicato in Sport
Martedì, 05 Dicembre 2017 00:00

Juniores, Spoltore - Verlengia 4-0

Spoltore. Sesta vittoria consecutiva per la Juniores dello Spoltore. All’Adriano Caprarese i ragazzi di Sabatino Pompa battono il Verlengia Montesilvano con un secco 4-0. L’ex di turno, Alessio Caldo, che fino allo scorso anno vestiva proprio la maglia biancorossa, con la tripletta realizzata ieri, conquista anche la vetta della classifica marcatori: nove gol in sei gare disputate per il bomber spoltorese. Dopo sei giornate di campionato i ragazzi del duo Zuccarini-Carchesio guidano la classifica a punteggio pieno: 6 vittorie su altrettante gare disputate.
Ci sono voluti diciassette minuti agli azulgrnana per piegare la resistenza dei montesilvanesi. Dopo un inizio di gara abbastanza blando con due palle gol sciupate da Caldo e Monaco e due legni colpiti dagli ospiti, la prima su azione di calcio d’angolo con Comignani che di testa prende la parte superiore della traversa, la seconda direttamente su calcio di punizione con Alfonsi, Caldo sblocca. Monaco fugge alla difesa avversaria e, dopo esser entrato in area, scaglia un tiro che viene respinto dal portiere ospite. Per il bomber di casa è un gioco da ragazzi ribattere in rete e portare in vataggio i suoi. Non passano nemmeno sessanta secondi che lo stesso Caldo mette in ghiacco il risultato sempre ben assistito da Monaco. Il Verlengia risponde con il terzo legno dell’incontro colpito con un tiro dalla distanza di D’Anastasio. Si va così al riposo sul 2-0 per lo Spoltore.

Nella ripresa continua il forcing dello Spoltore che continua a creare diverse azioni da gol, mentre il Verlengia cala vistosamente, complice anche il gran possesso palla dei ragazzi di Zuccarini che vanno a segno altre due volte: nuovamente con Caldo e Loris Monaco. Prossimo ostacolo: l’11 dicembre alle 15.30 in trasferta contro il Castiglione Valfino.

Soddisfazione stata espressa dal responsabile del settore giovanile Elio Di Matteo, che in estate, dall’alto della sua esprienza ha saputo costruire un rosa importante: “Il difficile deve ancora arrivare. Sappiamo bene che nessuna partita è semplice però dopo il Castiglione ci attendono due impegni importanti (Cepagatti e Manoppello) che ci faranno capire realmente il valore della squadra.”

Spoltore: Bucci, Chiavaroli (36’st De Leonardis), Coladonato, Zucchetti (17’stDi Giovanni), Dioup (14’st Pellegrini), Cangiano, Di Biase, Di Flaviano, Monaco (28’stOrlando), Caldo (24’st Jarji), Esposito. A disposizione: Di Giampietro, Verrocchio. Allenatore: Piero Zuccarini

Verlengia: Di Gennaro, Vedovato, Ferretti, Alfonsi (31’st Petriccia), Cutugno, De massis, D’Anastasio, Angeli, Angelozzi (12′ st Gabrieli), Assogna (1’st De Massis), Comignani (34’st Petriccia). A disposizione:— Allenatore: Lorenzo Cipollone

Pubblicato in Sport
Martedì, 05 Dicembre 2017 00:00

Chieti: ecco Sassarini, Cioffi saluta

Chieti. Chieti F.C. 1922 è lieta di comunicare a stampa e tifosi il primo colpo di mercato della sessione invernale.
Alla corte del tecnico Gabriele Aielli, questo pomeriggio, al campo “Marcantonio” di Cepagatti, si è aggregato insieme ai suoi nuovi compagni il centrocampista UMBERTO SASSARINI proveniente dal San Nicolo’ (Serie D) con il quale ha totalizzato tredici presenze in questo primo scorcio di stagione.
Sassarini, classe 1988, alto 1.74, dotato di buona tecnica e visione di gioco, può essere considerato un giocatore completo in grado di fare la differenza.
La sua carriera si è sviluppata inizialmente in serie C2 con la maglia della Carrarese, poi tantissima serie D con le maglie di Rosignano, Sarzanese, Virtus Castelfranco, Budoni, ancora Virtus Castelfranco, Avezzano in Eccellenza, dove è stato uno degli artefici della vittoria del campionato e rimanendo per altre due stagioni nel club marsicano, prima del suo trasferimento in estate al San Nicolo’.
La società neroverde, presieduta da Giulio Trevisan, con questo innestoalza notevolmente il tasso tecnico e qualitativo della propria compagine.
Inoltre il Chieti F.C. 1922 comunica di aver interrotto il rapporto con il calciatore Mauro Cioffi. La società ringrazia l’attaccante per l’impegno profuso con la maglia neroverde in questi pochi mesi di militanza augurandogli le migliori fortune professionali.

Pubblicato in Sport
Martedì, 05 Dicembre 2017 00:00

Petre torna allo Spoltore

Spoltore. Il bomber Gabriel Petre, che con le sue reti lo scorso anno ha trascinato lo Spoltore alla vittoria del campionato di Promozione, torna alla corte di Donato Ronci. Sono passati appena sei mesi da quando il centravanti, 14 gol realizzati lo scorso anno con la maglia azulgrana, lasciò Spoltore per approdare alla Rosetana.  Ma il richiamo dello spogliatoio, dei vecchi amici, della società è stato più forte di tutto. “Sono felice di tornare a Spoltore, dove ho vissuto una spldendida stagione lo scorso anno. Voglio ringraziare la Rosetana per l’opportunità che mi ha dato, in particolare il presidente Pino Lamedica,  che mi ha fatto sentire da subito uno di casa e soprattutto mi ha dato la possibilità di tornare qui“. Il centravanti sarà a dispozione del mister già dalla partita di Coppa Italia Eccellenza contro il Capistrello.  Il parco attaccanti, orfano di Stefano Landucci passato da poco San Giovanni  Teatino dopo tre stagioni e trenta gol realizzati, si arricchisce di una pedina importantissima come quella del centravanti.

Pubblicato in Sport

L'Aquila. "Il comunicatificio di Mauro Febbo - secondo il quale fare una indagine di mercato significa “alzare il telefono e chiamare 3 o 4 ditte “ (sic!) - oggi se la prende con l’appalto per le turbine bandito dalla Regione".
Così in una nota Camillo D’Alessandro, coordinatore della maggioranza in Consiglio regionale, che aggiunge: "Occorre fare un flashback sulla vicenda. Il Presidente della Regione Abruzzo, considerati gli evidenti limiti del parco mezzi degli enti preposti alla rimozione della neve che potrebbe accumularsi lungo le strade provinciali e comunali in occasione di eventi metereologici particolarmente calamitosi, ha richiesto una procedura amministrativa celere per l’affidamento dell’appalto mirato all’acquisto di mezzi spazzaneve. In conseguenza degli eventi calamitosi che si sono verificati nel gennaio 2017, gli uffici di diretta collaborazione della Presidenza della Giunta regionale avevano già provveduto ad acquisire le informazioni tecnico-economiche sui mezzi sgombraneve da molteplici operatori economici del settore, allo scopo di dotarsi dei suddetti mezzi prima dell’arrivo della stagione invernale qualora fossero state rese disponibili per l’amministrazione le risorse finanziarie da destinare a tal fine.
Con l’intento di reperire dette risorse - a seguito di precedente richiesta della Regione Abruzzo a Terna S.p.A. di poter contribuire economicamente all’acquisto dei mezzi spazzaneve - il 10 novembre scorso è stata sottoscritta una convenzione con la quale la società si impegna a contribuire con la somma di euro 600.000 + IVA. Contestualmente, la Regione Abruzzo si faceva parte diligente nel reperire l’ulteriore somma di euro 400.000, IVA inclusa, che veniva individuata tramite delibera n. 649 del 14 novembre.
Con determina del 17 novembre il Direttore generale della Regione Vincenzo Rivera ha dato mandato alla Stazione Unica Appaltante Abruzzo di procedere, nella modalità più tempestiva possibile, all’espletamento della gara ai sensi del D.lgs. n. 50/2016, per l’approvvigionamento dei mezzi sgombraneve al fine di fare fronte efficacemente alle emergenze derivanti da avverse condizioni meteorologiche in caso di eventi nevosi particolarmente rilevanti.
Si è quindi provveduto a redigere una proposta di Capitolato Tecnico d’Appalto, avente ad oggetto la fornitura di 2 turbine da neve e 2 veicoli dotati di specifiche attrezzature sgombraneve (lama e spargisale) per complessivi 1.132.000 euro. Nell’ambito dell’attività di redazione del Capitolato Tecnico d’Appalto, data la specificità del settore di riferimento, ci si è avvalsi della collaborazione di esperti quali l’ing. Federica Evangelista, Esperto Senior del Soggetto Aggregatore regionale, e il dott. Cristian Villani, Responsabile acquisti, contrattualistica e servizi generali di Abruzzo Engineering, tenendo in considerazione quanto precedentemente acquisito in materia dalla Regione Abruzzo e di dati, informazioni e approfondimenti tecnici ricercati in altri enti pubblici e società private che hanno curato istruttorie per l’acquisto di questa tipologia di mezzi.
Il termine per la presentazione delle offerte scade l’11 dicembre; la seduta per l’aggiudicazione avverrà il giorno successivo. La consegna dei mezzi deve avvenire per contratto entro 7 giorni dall’aggiudicazione definitiva.
Come si può facilmente desumere, la procedura ha avuto la massima speditezza: dal momento in cui è stata firmata la convenzione con Terna (10 novembre 2017) all’aggiudicazione (12 dicembre 2017) passeranno esattamente 32 giorni. Contiamo di avere i mezzi a disposizione entro Natale.
Nel frattempo la Regione ha erogato alle Province 510.000 euro per l’attuazione dei Piani Neve, comprensivi di un contributo straordinario di 110mila euro per garantire la fruibilità delle strade provinciali dei comprensori sciistici; a questa somma vanno aggiunte le risorse per il Comune di L’Aquila - pari a 40mila euro - finalizzate alla messa in sicurezza e riqualificazione della strada di collegamento tra il progetto C.A.S.E. di Assergi e il piazzale di Fonte Cerreto. Il totale complessivo ammonta a 550.000 euro messi a disposizione dall’amministrazione D’Alfonso.
Questi sono fatti, quelle di Febbo sono chiacchiere che – come noto – vengono spazzate via dal vento".

Pubblicato in Politica
Martedì, 05 Dicembre 2017 00:00

D'Alfonso su infrastrutture macroregionali

Chieti. “Vogliamo rendere priorità la realizzazione dell’autostrada Tirana-Dubrovnik, che arma e vivifica la Euroregione Adriatico-Ionica, una infrastruttura di circa 300 km che viaggia in parallelo ad un’altra opera da noi molto attesa, ovvero il prolungamento delle reti Ten-T alla linea ferroviaria Ancona-Bari. Il Parlamento europeo ha riconosciuto come priorità l’una e l’altra, adesso vanno concepite le progettazioni”. Lo ha detto il presidente della Regione Abruzzo Luciano D’Alfonso questa mattina all’università D’Annunzio durante il Seminario di studio "Albania. Laboratorio Tirana" che ha visto anche la partecipazione del sindaco di Tirana Erion Veliaj.
“L’Autostrada consentirebbe – ha proseguito D’Alfonso, che ricopre anche la carica di vicepresidente vicario dell’assemblea generale dell’Euroregione Adriatico-Ionica – da un lato un avvicinamento fisico della penisola balcanica all’Italia, dall’altro un rafforzamento dell’interoperabilità e relazionalità tra le due sponde dell’Adriatico, al punto da ottenere da parte degli Stati interessati il pieno accoglimento del progetto di estensione del corridoio trasportistico Baltico – Adriatico dal porto di Bari al porto di Ancona, dando così attenzione ulteriore all’emendamento approvato dal Parlamento europeo il 28 ottobre 2015 concernente il prolungamento del corridoio all’intera dorsale adriatica. Si tratta di due opere da mettere in campo per raggiungere definitivamente gli obiettivi di integrazione della rete trasportistica europea e di coesione territoriale nello spazio europeo Adriatico-Ionico”.
D’Alfonso ha concluso sottolineando: “Oggi sono presenti due dirigenti di Anas International per la progettazione della Tirana-Dubrovnik. Il nostro sostegno alla realizzazione di questa infrastruttura ci aiuterà nel supportare l’estensione delle reti Ten-T alla linea adriatica, che non è un’opera soltanto italiana ma dedicata a tutta l’Euroregione”.

Pubblicato in Politica

Pescara. Nella giornata di lunedì pomeriggio i rappresentanti dell’Oasi Riserva Naturale dei Calanchi, del’AMP Torre Cerrano, del WWF e di Italia Nostra, insieme agli esponenti politici territoriali del comprensorio di Art.1 Movimento Democratico Progressista e Sinistra Italiana, si sono incontrati con Mario Mazzocca, Sottosegretario alla Presidenza regionale con delega all’ambiente, per discutere delle problematiche relative alla discarica del consorzio Piomba Fino.

L’incontro si è aperto con la comunicazione di Mazzocca in merito alla scelta del Presidente D’Alfonso che ha provveduto con un atto proprio alla nomina dell’Arch. Laura D’Alessandro come nuovo commissario del Consorzio Piomba Fino. Era un atto atteso da tempo, soprattutto da parte degli esponenti politici di Art.1 Mdp e SI, che da anni si battevano per un cambio di governance del consorzio. Ma l’incontro è servito anche a discutere le ragioni dei rappresentanti ambientalisti sulle negatività di una nuova discarica a Santa Lucia di Atri, soprattutto per le contrarietà espresse dalle popolazioni per ragioni sia di carattere sanitario che ambientale in quanto a poche centinaia di metri da un Sito di Interesse Comunitario, istituito dall’Unione Europea su richiesta della Regione Abruzzo per le straordinarie valenze naturalistiche e paesaggistiche, al cui interno è ricompresa una Riserva naturale regionale Oasi dei Calanchi.

Mazzocca, nel ricordare che il piano di ampliamento discarica era stato determinato da un iter di 12 anni fa della provincia di Teramo, che ai sette tavoli di concertazione il Comune di Atri non ha mai partecipato e che nel periodo delle osservazioni né Comune né cittadini hanno presentato nulla alla Vas nella primavera di quest'anno, ha dato piena disponibilità a valutare le procedure per una modifica integrativa del Piano regionale di Gestione dei Rifiuti inerente l'annosa previsione su Atri per andare incontro alle ragioni di un territorio evidenziate dalle associazioni ambientaliste e dai partiti presenti.

Vale la pena di ricordare come la previsione di un sostanziale ampliamento della discarica di Atri era contenuta nel Piano Rifiuti della Provincia di Teramo approvato oltre dieci anni fa, mai modificato e come tale inserito, al pari di quelli delle altre provincie, nel Piano Regionale in fase di imminente definitiva approvazione.

Pubblicato in Politica
Martedì, 05 Dicembre 2017 00:00

Castaldi (M5S), nuova interrogazione su Consip

Roma. Il senatore M5S Gianluca Castaldi ha presentato un'interrogazione sull'assegnazione di importanti bandi di gara Consip: “Da tempo – spiega il pentastellato - abbiamo constatato che su appalti plurimilionari c'è qualcuno che fa sistematicamente il furbo e che Consip(e non solo!) continua a guardare dall'altra parte, anche a danno delle PMI italiane che rispettano le regole.”

Castaldi ricorda che Consip è la centrale acquisti della pubblica amministrazione italiana e che quindi deve operare esclusivamente nell'interesse dello Stato e dei Cittadini.

“Fra i suoi compiti – continua il senatore - rientrano le procedure di gara per attuare i programmi che ricevono finanziamenti dall'Unione europea, nell'ambito del settore dei servizi di supporto e assistenza tecnica della Pubblica Amministrazione. Il 19 marzo e il 21 dicembre 2015, Consip indice due gare per l'erogazione di supporto specialistico e assistenza tecnica: la prima da 66 milioni di euro, la seconda da 261 milioni.”

“Il 15 marzo 2016, l'Autorità garante della concorrenza e del mercato fa partire un'istruttoria contro alcune grandi società coinvolte negli appalti indetti da Consip: Deloitte Consulting S.r.l., Deloitte & Touche S.p.A., KPMG S.p.A., KPMG Advisory S.p.A., Enrst&Young S.p.A., Enrst&Young Financial Business Advisors S.p.A., PricewaterhouseCoopers S.p.A., PricewaterhouseCoopers Advisory S.p.A.”, spiega Castaldi.

Il M5S già segnalò l'anomala situazione in Senato, con un'interrogazione parlamentare, il 5 aprile 2016. A ottobre 2017, l'AGCM ha deliberato che le grandi società menzionate da Castaldi nella interrogazione hanno violato l'articolo 101 del TFUE (Trattato sul funzionamento dell'Unione Europea), mettendosi d'accordo fra di loro in modo tale da condizionare gli esiti delle gare Consip ed eliminando il confronto concorrenziale.

“Nonostante tutto questo, nonostante l'invito dell'Autorità garante di astenersi dal porre “in essere comportamenti analoghi a quelli oggetto dell'infrazione accertata” - cita Castaldi dalla sentenza -, le società coinvolte nel procedimento delle AGCM si sono aggiudicate, con lo stesso meccanismo del precedente, il secondo e corposo appalto (base: 328 milioni di euro ),per un valore complessivo di 222 milioni.”

“La situazione è gravissima – sottolinea il parlamentare abruzzese - , visto che, secondo l'Antitrust, queste società si sono letteralmente spartite i vari lotti degli appalti messi in gara, presentando i loro sconti sulle basi d'asta con una logica a “scacchiera”, tutto deciso a tavolino. Questi "grandi" della consulenza si mettono d'accordo fra di loro e si spartiscono la torta, incuranti di richiami e sanzioni. Si tratta di “una delle più gravi violazioni del diritto di concorrenza”.

Castaldi accusa la passività di Consip (ma anche dei titolari dei Programmi Operativi dei Fondi Strutturali)di fronte ai fatti esposti: “A dispetto del provvedimento sanzionatorio, e stiamo parlando di una multa di 23 milioni di euro, Consip non ha provveduto a verificare ed accertare la violazione delle regole, né a revocare le aggiudicazioni degli appalti. Un immobilismo, quello di Consip, che avvantaggia le grosse multinazionali che violano le regole sugli appalti e che penalizza le piccole società I' italiane”.

“Insomma – conclude il portavoce M5S - le società che si sono aggiudicate i due appalti Consip del 2015 hanno disatteso totalmente gli inviti, i richiami e le sanzioni e Consip, invece di metterle alla porta, le premia con la sua incomprensibile indifferenza. Una situazione inaccettabile che in questi giorni ho nuovamente denunciato con un'interrogazione in Senato.”

Pubblicato in Politica

Roseto degli Abruzzi. La giunta regionale, con la legge 26/2015, ha istituito la Banca della terra d’Abruzzo. Si tratta di un elenco di terreni e fabbricati, di proprietà sia pubblica che privata, che possono essere ceduti in affitto o in concessione. Il regolamento ha l’obiettivo di assegnare terreni incolti o abbandonati a chi ne faccia richiesta. La finalità della Regione è quella di promuovere l’insediamento di nuova aziende agricole, ma anche di favorire il riordino fondiario attraverso l’accorpamento e l’ampliamento delle aziende agricole già esistenti.

“Invitiamo tutti i proprietari di terreni agricoli incolti del nostro territorio”, spiega l’assessore all’Agricoltura, Nicola Petrini, “a metterli a disposizione per l’inserimento nella Banca della terra d’Abruzzo. E’ una ottima iniziativa per favorire le finalità perseguite dalla Regione ma anche per dare una possibilità di impresa a tanti giovani e a tanti inoccupati. Questi ultimi avranno la prorità nelle assegnazioni. A breve saranno anche affissi dei manifesti per la città per ricordare le modalità di adesione. Sollecitiamo, inoltre, i tecnici, a loro volta, a interessare i proprietari terrieri e ad attivarsi per tutte le procedure richieste”.

La domanda di inserimento nella Banca dati dovrà essere inviata, entro il 10 febbraio 2018, al seguente indirizzo: Comune di Roseto degli Abruzzi – Settore II – Piazza della Repubblica, 1 – 64026 Roseto degli Abruzzi e dovrà contenere:

• La descrizione dei beni
• I dati catastali identificativi dei beni
• Il periodo di disponibilità
• Il canone di affitto richiesto.

Le domande poi saranno trasmesse al Dipartimento Politiche agricole della Regione.

I richiedenti dei terreni dovranno presentare un piano idoneo alla coltivazione che sarà poi valutato e approvato dal Dipartimento Politiche agricole della Regione Abruzzo. Nell’atto saranno indicate le modalità, quali la forma contrattuale di affidamento, il canone e la durata che, comunque, non potrà essere superiore ai 15 anni.

Pubblicato in Politica

Vasto. “Si tratta della prima misura nazionale di lotta alla povertà adottata nel nostro Paese, un intervento importante che mira a sostenere i nuclei familiarimaggiormente in difficoltà, soprattutto a seguito della grande crisi economica dell’ultimo decennio”.L’Assessore alle Politiche Sociali, dell’Integrazione e delle Risorse Umane, Lina Marchesani, lancia con queste parole il “Reddito di Inclusione”, provvedimento varato dal Consiglio dei Ministri in seno al decreto attuativo del ddl“povertà” che sarà operativo dal prossimo gennaio 2018.
Anche presso il Comune di Vasto, dal primo dicembre,è possibile presentare la domanda per la misura che, oltre a un beneficio economico, prevede un progetto personalizzato per chi si trovi in situazione di bisogno.
Il beneficio, che in prima battuta riguarderà le famiglie con minori, disabili, donne in gravidanza a quattro mesi dal parto e over 55 disoccupati, viene concesso ai nuclei familiari in condizione di povertà.
La famiglia beneficiaria del REI deve attenersi al progetto personalizzato a pena di decurtazione o decadenza dalla prestazione (a seconda di quanto volte non ci si presenti alla convocazione).
Il REI è incompatibile con la fruizione della Naspi o di altri ammortizzatori sociali da parte di qualsiasi componente della famiglia. Il nucleo familiare deve avere un valore di Isee in corso di validità non superiore a 6.000 euro e un valore dell’Isre (indicatore reddituale dell’Isee) a fini REI non superiore a 3.000 euro.
Oltre alla casa di abitazione non si potrà avere un patrimonio immobiliare superiore a 20.000 euro e uno mobiliare superiore a 10.000 euro (in caso di tre componenti).
La domanda deve essere presentata all’Ufficio Protocollo del Comune, sul modello predisposto dall’INPS, disponibile presso l’Ufficio Protocollo, ovvero rinvenibile sul sito Istituzionale dell’Ente (www.comune.vasto.ch.it), o sul sito del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali (www.lavoro.gov.it) ove è possibile scaricare il modulo di domanda e tutte le informazioni relative.
“Il Comune – ha concluso la delegata della Giunta Menna –è parte attiva nel processo di accesso al beneficio. Un contributo che giudichiamo con favore, soprattutto perché ha carattere di intervento strutturale, per un totale di circa 2 miliardi l’anno.”

Pubblicato in Politica
Pagina 1 di 4

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione