Articoli filtrati per data: Lunedì, 14 Agosto 2017

Pescara. “Ci troviamo di fronte ad un importante snodo politico e amministrativo, che rende indispensabile fortificare e fluidificare l'azione della maggioranza in Consiglio Comunale anche in vista degli appuntamenti a cui l'Amministrazione si approssima, tra cui l'approvazione del progetto della riqualificazione dell'area di risulta, il Piano Sociale e il pacchetto urbanistico della nostra città".
Così in uba nota il sindaco di Pescara, Marco Alessandrini, che aggiunge: "A tale fine ci siamo resi disponibili a ricomporre il dialogo di collaborazione attiva con la lista Teodoro, riconoscendo loro nell'esecutivo la presenza di un esponente politico di vasta esperienza amministrativa per continuare il lavoro avviato. L'indicazione arrivata è quella di Gianni Teodoro, con il quale siamo pronti a lavorare per riprendere il cammino che tre anni fa ci vide vittoriosi a Pescara e che ci porterà a riaffrontare le prossime scadenze elettorali e amminitrative insieme.
L'ipotesi di dover rinunciare a Giuliano Diodati è una circostanza dolorosa per il legame di stima personale e politica costruito in tanti anni di lavoro insieme prima all'opposizione e poi al governo della città. Giuliano è parte di una comunità politica, va rispettato e ascoltato perché rappresenta una risorsa per il Pd e deve poter esprimere il suo contributo sia per il presente che per il futuro.
Sarà mia premura incontrarlo al più presto per confrontarci su scenari che possano conservare il dialogo e il suo coinvolgimento nelle questioni più importanti per la città alla cui risoluzione ha contribuito con il suo lavoro. Questa la situazione al momento. Trovo giusto arrivare in fondo a tale percorso e poi definire formalmente le nuove nomine e l'assetto della Giunta, un lavoro che avrà tempi contingentati dalla necessità di portare avanti il governo della città”.

Pubblicato in Politica

Pescara. “Sono ultimati i lavori di potatura su Corso Vittorio Emanuele e viale Marconi, dove si la ditta incaricata dal Comune e l'ufficio Verde del Comune hanno sfoltito i lecci e gli esemplari di pino presenti su entrambi i lati. Si tratta dell'asse principale di percorrenza della città che da tanto tempo aspettava tali operazioni".
Così in una nota il vicesindaco di Pescara e assessore al Verde Pubblico, Antonio Blasioli, che aggiunge: "Potature eseguite nei tempi previsti dal nostro regolamento del verde pubblico, necessari e possibile per la difesa sanitaria dei Lecci dal Kermococcus vermiglio, una cocciniglia che sta portando alla morte rapida molti alberi di Leccio della città. Emergenza tanto importante che il lavoro svolto dal Comune ha ricevuto anche una vidimazione positiva da parte dell'ordine degli agronomi provinciale, che ha ben chiarito che le difficoltà della difesa sanitaria a questo terribile parassita è legata al divieto di utilizzo di Fitofarmaci tradizionali che in città, a seguito del decreto legislativo 14 agosto 2012, n.150 di Attuazione della direttiva 2009/128/CE che istituisce un quadro per l’azione comunitaria ai fini dell’utilizzo sostenibile dei pesticidi", non possono più essere usati ad eccezione nell’endoterapia e dei fitofarmaci biologici autorizzati. Invece le potature fitosanitarie sui Lecci riducono in questo periodo gli effetti negativi della cocciniglia e la sua diffusione e così è stato fatto su via Marconi e Corso Vittorio, dove gli alberi sono stati potati togliendo le parti malate e il seccume, un'azione che fra l'altro riduce l’insorgenza di altre fitopatie come la fumaggine che debilita ancor di più l’albero attaccato.
Su Corso Vittorio ha operato la ditta esterna che ha così ultimato gli interventi appaltati in città, mentre su viale Marconi hanno lavorato le squadre comunali, una sinergia che si è tradotta un un ottimo lavoro e che è la migliore risposta alle polemiche sollevati sulla potatura di alberi che aspettavano una manutenzione necessaria per la salute e per il decoro e l'igiene cittadine”.

Pubblicato in Cronaca

Casoli. Torna per il terzo anno consecutivo Ariel a Castello, la manifestazione che prende il nome da uno dei più noti pseudonimi del Vate: dal 17 al 19 agosto il Festival Dannunziano organizzato dal Comune di Casoli e dall’Assessorato alla Cultura animerà tra incontri d’autore e sapori d’Abruzzo il Castello Ducale, che più volte nel passato accolse Gabriele d’Annunzio.
Preceduto da cinque molto apprezzati appuntamenti fuori programma dal 22 luglio al 12 agosto, il Festival entrerà nel vivo a partire da giovedì 17 agosto.
Ospite della prima serata del festival, alle ore 19, il giornalista Gian Stefano Spoto che parlerà del suo reportage Mediorientati – Oltre la Storia, le storie, con prefazione di Franco Di Mare (Ianieri Edizioni). Con l’autore interverrà Paolo Mastri, giornalista de “Il Messaggero”.
Il libro di Spoto – corrispondente Rai dal Medio Oriente negli anni della guerra di Gaza, 2014-2015, che ha realizzato oltre settemila servizi e speciali per la Rai nella sua carriera – passa in rassegna con l’arguzia tipica del giornalista di costume una serie di storie tratte da una delle aree più affascinanti, complicate e inquiete della Terra. Storie straordinarie da cui non si evince nessuna morale, nessuna classifica fra buoni e cattivi. Israele, Palestina, Giordania e Gaza, prima di essere al centro di intrighi e conflitti forse irrisolvibili, sono popolati da milioni di persone, ciascuna con uno status diverso e destini spesso incredibili.
Venerdì 18, alle ore 19, Francesco Merlo – giornalista a Catania, a Milano, a Roma, per tredici anni inviato a Parigi, diciannove anni al “Corriere della Sera” e dal 2003 alla “Repubblica” – presenterà nella splendida dimora casolana il suo Sillabario dei malintesi – Storia sentimentale d’Italia in poche parole (Marsilio). Dialogherà con l’autore Luciano D’Alfonso, presidente della Regione Abruzzo, in una serata condotta da Marzio Maria Cimini.
Merlo nel suo Sillabario prova a comporre la storia d’Italia dal dopoguerra a oggi associando parole invece di date e luoghi. Così la parola “terrone” esplora il Sud e si combina con “Unità”, “briganti”, “emozioni”. “Casa” spiega il paesaggio e il potere, “tangente” la corruzione, “referendum” illumina la monarchia, l’aborto, il divorzio... e il “sì ma anche no”. Il libro non insegue i significati e le etimologie, e non è una difesa purista della lingua. È una narrazione di parole che decifrano Milano e Roma, il delitto Moro, la fine della Dc, lo stile Agnelli e la musica di Morricone. E sono parole i caratteri di un popolo: furbizia, doppiezza, trasformismo, peccato. E poi, nel paese delle parolacce e del chiasso, c’è il silenzio di quegli italiani che non sprecano parole. Il sillabario di Merlo propone un metodo e, alla fine, scopre che le parole non somigliano alle cose che nominano, e che dunque la storia d’Italia è una storia di malintesi.
Sabato 19, sempre alle ore 19, sarà la volta della scrittrice Donatella Di Pietrantonio, intervistata da Roberto Melchiorre. Abruzzese, dentista pediatrica, autrice riservata, la Di Pietrantonio porterà al Festival il suo ultimo romanzo edito da Einaudi, L’Arminuta, un vero e proprio successo di critica e di pubblico che narra la storia dell’Arminuta, “quella che è ritornata”, appunto, una ragazzina di tredici anni che, per motivi a lei incomprensibili, viene riportata dallo zio che l’ha adottata da piccola alla sua famiglia d’origine. Dietro la porta della nuova casa troverà un mondo nuovo, estraneo e rude che sembra appena sfiorato dal progresso. L’abbandono, l’amore, il dolore, gli affetti familiari i temi affrontati dalla Di Pietrantonio con una rara intensità espressiva nel suo terzo romanzo, entrato nella “cinquina” del Premio Campiello 2017.

La sera del 17 agosto, dopo la presentazione, sarà possibile assaggiare piatti tipici locali al costo di 5 euro, mentre al termine degli incontri del 18 e del 19 la Scuola del Gusto Abruzzo proporrà un itinerario nei gusti dell’Abruzzo dannunziano attraverso una degustazione in tre atti con la guida Luigia Di Sciullo: la campagna (l’eccellenza extravergine, la cucina popolare frentana, i prodotti dell’orto e i salumi artigianali), le montagne (formaggi, mieli, grani antichi e pecorino), le dolci notti (tre dolci sublimi della tradizione popolare e vino cotto). L’itinerario nei sapori della Scuola del Gusto Abruzzo, al costo di 15 euro, avrà inizio alle ore 20.45. In omaggio ai partecipanti la guida enogastronomica d’Abruzzo del Touring Club.
Per informazioni e prenotazioni: Menina Belfatto 328 587 8283

Pubblicato in Cultura e eventi

Chieti. "Il Ferragosto 2017 sarà ricordato come il più “malinconico” della storia di Chieti con nessuno, ma proprio nessuno, evento programmato dall’Amministrazione Comunale".

Si legge così in una nota del capogruppo di Giustizia Sociale in Consiglio Comunale a Chieti, Bruno Di Paolo, che aggiunge: "Una tristezza assoluta per i teatini,i quali, seppur da tempo disabituati a cartelloni estivi di grossa rilevanza, mai si sarebbero aspettati una così desolante prospettiva, proprio nella giornata più attesa dell’estate. Sono purtroppo ormai lontani i tempi in cui Chieti era considerato il centro catalizzatore del turismo di ferragosto in Abruzzo,con migliaia di turisti ad invadere la città per assistere alBuskers Festival, un evento unico che, dal 2006 al 2014,ha fatto di Chieti lacittà degli artisti di strada, con una tre giorni di attrazioni con giocolieri, saltimbanchi, musicisti e acrobati. Dopo il tentativo, purtroppo fallito, di alcuni commercianti e ragazzi di buona volontà di sostituirsi all’imbarazzante assenza Amministrazione Comunale con l’organizzazione fai da tedell’evento “Artisti distra…tti”, siamo arrivati al vuoto assoluto di quest’anno. Una delusione“cocente” per i tanti giovani della nostra città, soprattutto in considerazione del fatto che tutte le città abruzzesi e molti paesi, anche di piccole dimensioni, si sono organizzati per offrire ai propri cittadini eventi gratuiti di pregio, manifestazioni artistiche, feste patronali con cantanti di richiamo e sagre a tema. E, nel circondario, non sfugge il favoloso cartellone estivo messo su dall’Amministrazione del Comune di Francavilla al Mare, che sarà anche “la marina di Chieti”, come l’ha ribattezzata sarcasticamente il Sindaco Di Primio, ma ha saputo proporre tra luglio e agosto eventi da far invidia, con artisti del calibro di Massimo Ranieri, Fiorella Mannoia, Loredana Bertè, Nino Frassica, ecc.,senza contare il “Festival degli artisti di strada” in programma a ferragosto e soffiato proprio a Chieti".

"Anche i “vastesi” potranno godersi il ferragosto nella propria città con il concerto gratuito di Fabrizio Moro - conclude la nota - così come gli abitanti di Schiavi D’Abruzzo che possono assistere gratuitamente al concerto di Mario Venuti, senza contare il “Fieragosto” di Palombaro o le feste patronali di grosso richiamo come quelle di Roccamontepiano e Casalbordino. E così via con un elenco lunghissimo. A Chieti, invece, a ferragosto non solo nessun evento artistico organizzato dall’Amministrazione Comunale, ma addirittura anche la chiusura della Pinacoteca Costantino Barbella, comunicato, con nonchalance, anzi con preoccupante scioccante disinvoltura, dall’Assessore Antonio Viola. E meno male che almeno i Musei di Villa Frigerj e La Civitella saranno aperti, ma quelli sono Musei gestiti dallo Stato e non dall’Amministrazione Comunale. Per fortuna!".

Pubblicato in Politica

Pescara. Sarà pubblicato appena dopo ferragosto l'avviso pubblico per la riqualificazione della Fontana di Ettore Spalletti collocata nel piazzale antistante il Palazzo di Giustizia di Pescara.

“Un intento che abbiamo sempre manifestato, quello di arrivare alla riqualificazione dell'opera – così il sindaco Marco Alessandrini – siamo lieti di metterlo nero su bianco, condividendo il fine anche con la direzione del Ministero della Giustizia. Il Comune è l'Ente proprietario dell'edificio che ospita l'opera del Maestro Spalletti, un pezzo che vogliamo recuperare perché torni in funzione e assolva al compito che aveva quando vi è stata collocata, cioè quello di arricchire l'edificio e la città grazie ad un contributo artistico di alta qualità e pregio. L'intento nasce proprio da una premura sottopostaci dalla presidenza del Tribunale di Pescara, nella persona del dottor Angelo Bozza, che siamo stati ben lieti di accettare e condividere.
Una finalità che agevoleremo coinvolgendo allo scopo l'Accademia delle Belle Arti de L'Aquila, con la quale insieme abbiamo già intrapreso un primo confronto e con con cui abbiamo in corso anche un rapporto di collaborazione per il recupero di altre presenze artistiche cittadine. Di recente, proprio l'Accademia, ha elaborato e attuato un progetto per illuminare e rendere più evidente il Museo Cascella ed ha oggi nelle mani le ceramiche di Di Prinzio che erano collocate alle Naiadi e avevano bisogno di un restauro. Dunque il cammino della riattivazione della fontana inizierà con l'avviso pubblico che sarà pubblicato nei giorni immediatamente successivi al Ferragosto.
L'obiettivo è quello di verificare la disponibilità esistente da parte di soggetti pubblici e privati al finanziamento a titolo di sponsorizzazione degli interventi di sistemazione della fontana. Promotore è il Comune, oggetto della sponsorizzazione i lavori di risanamento dell'impianto idraulico, luminoso della fontana, nonché quello della canalina di raccolta perimetrale dell'acqua, della superficie di cemento posta all'interno e la sistemazione della pavimentazione limitrofa all'impianto. Il tutto per un ammontare pari a 60.000 euro.
Confidiamo molto che si trovino tali risorse, in modo da procedere quanto prima agli interventi, potranno aderire al bando tutti i soggetti pubblici e privati quali imprese (anche individuali), associazioni, fondazioni, cooperative, consorzi (anche temporanei), società e istituzioni varie. Lo scopo è quello di restituire alla città un pezzo di bellezza e al Tribunale la funzionalità di un monumento che non può più rimanere fermo e in condizioni di degrado”.

Pubblicato in Politica

San Giovanni Teatino. La cooperativa sociale di Vasto "Pianteti Diversi" si è aggiudicata provvisoriamente la gara per "La concessione in uso di immobile di proprietà comunale situato a San Giovanni Teatin - via Ciafarda - con destinazione d'uso vincolata ad asilo nido - periodo 1 settembre 2017 - 31 luglio 2021".
E' il risultato del combinato di offerta tecnica ed offerta economica prese in esame dalla commissione giudicatrice tra lo scorso giovedì 10 agosto e la mattina di oggi, lunedì 14 agosto, quando sono state aperte le buste.
"Oggi ci sono due notizie importanti per la nostra comunità - ha dichiarato il Sindaco Luciano Marinucci all'esito della gara - la prima è che il Nido tornerà a vivere e darci supporto. La seconda se non più importante almeno più sentita, è che tutto il personale verrà reintegrato. Credo che questa sia la migliore risposta a tutti i detrattori di queste settimane, a chi non credeva nella nostra bontà e correttezza e a chi su questo ha imbastito battaglie demagogiche senza mai contribuire in maniera produttiva al dialogo in corso. Il tempo è sempre galantuomo. Auguri a tutti di buon lavoro: tutti noi, cittadini compresi, controlleremo che sia un lavoro eccellente".
La commissione giudicatrice, costituita con determinazione n. 328 del 9 agosto 2017, è composta dal Presidente architetto Assunta Di Tullio (responsabile del settore III Lavori Pubblici e Tecnico Manutentivo del Comune di San Giovanni Teatino), Concetta Mercante (esperta in materia educativa), Emanuela Carticiano (esperta in materia educativa) e il verbalizzante Fabrizio Natale.
L'offerta di "Pianeti Diversi" è risultata prima classificata con punti 97,000 (67,000 offerta tecnica - 30,000 offerta economica). Seconda classificata "L'Arcadia" con punti 60,571 (40,000 offerta tecnica - 20,571 offerta economica). Terza classificata "Come in una favola" con punti 51,190 (38,333 offerta tecnica - 12,857 offerta economica). Quarta classificata "Il Grillo parlante" con punti 46,427 (36,999 offerta tecnica - 9,428 offerta economica). Quinta classificata "Il Mondo di .. Booh" con punti 23,213 (16,999 offerta tecnica - 6,214 offerta economica).
Questa mattina all'apertura delle buste erano presenti Annarita Pergolari della ditta "L'Arcadia", Marco Marsili della ditta "Come in una favola" e Daniela Baronetti e Nicoletta Iacullo della ditta "Il mondo di Boh". La ditta prima classificata ha avuto un punteggio alto in particolare per questi motivi: Ottimo il progetto educativo, reintegra tutto il personale uscente della SGT Multiservizi, ha un ceritifcato di qualità ed ha fatto la miglior offerta economica. L'aggiudicazione, provvisoria, diventerà definitiva dopo la verifica del possesso di tutti i requisiti dichiarati.
L'immobile posto in concessione, lo ricordiamo, è già adibito a servizio di asilo nido con ricettività autorizzata per 120 posti (60+60). 80 bambini sono stati gli iscritti nell'ultimo anno educativo (2016/2017) con l'impiego di una coordinatrice, 14 educatrici e 3 addetti ai servizi accessori, tutti dipendenti della società in house del Comune. Il contratto di concessione avrà durata di 4 anni educativi con decorrenza 1 settembre 2017 e fino al 31 luglio 2021. Il concessionario dovrà versare un canone annuo di 18 mila euro.

Pubblicato in Cronaca

Vasto. Questa mattina presso la Sala del Gonfalone del Comune di Vasto il vicesindaco Paola Cianci ha incontrato insieme ad altri amministratori il presidente della Sasi Gianfranco Basterebbe, il membro del CdA Paola Tosti e i tecnici della società acquedottistica. Analizzate le criticità che in questo periodo hanno seriamente compromesso l’erogazione del servizio idrico sul nostro territorio, il vicesindaco ha immediatamente contattato la segreteria del presidente D’Alfonso per fissare un incontro urgente che vedrà il coinvolgimento della Regione Abruzzo con le sue rappresentanze tecniche e politiche, dell’ERSI (ente regionale servizio idrico integrato) , del Consorzio di bonifica sud di Vasto e dei Comuni coinvolti (San Salvo, Casalbordino, Torino di Sangro, Scerni, Gissi, Furci e San Buono).
“E’ il momento –ha dichiarato il vicesindaco Paola Cianci - di concretizzare quanto programmato in questi anni con i finanziamenti previsti anche nel Masterplan, perché non è più possibile lavorare in un clima di emergenza in un territorio dove il servizio idrico deve essere garantito soprattutto nel periodo estivo quando il numero degli abitanti aumenta per la presenza dei numerosi turisti che scelgono di trascorrere le loro vacanze nella nostra città”.

Pubblicato in Politica

Fossacesia. Sarà ricchissima di appuntamenti la settimana di Ferragosto a Fossacesia, con musica, teatro e tradizione a farla da padrone. Si partirà già da stasera alle ore 21.30 quando, presso la piazzetta bancomat di Fossacesia Marina, la Gray’s Band si esibirà con le sue musiche Soul e Rhythm ‘n’ Blues, animando l’intero Lungomare. Intanto proseguono sino a domani a Villa Scorciosa le serate della tradizionale Sagra della Marrocca. Sempre a Villa Scorciosa mercoledì 16 Agosto si celebreranno i festeggiamenti in onore di San Rocco. Mercoledì 16 Agosto, inoltre, alle ore 21.00, presso il Parco dei Priori, Franco Morone con la sua musica per chitarra, si esibirà in un concerto di grande livello. Franco Morone infatti è grande chitarrista che la rivista The Acoustic Guitar ha definito “un poeta della chitarra acustica italiana” È autore di album, libri e video basati sulle sue composizioni, sulla musica tradizionale italiana, jazz, blues e musica celtica. Giovedì 17 Agosto alle ore 21.30 in Piazza Fantini, invece, torna l’appuntamento con Maskere Festival, il festival del teatro di maschere che durante la Belllestate di Fossacesia ha portato in scena vari spettacoli teatrali. Questa sarà la voltà dello spettacolo “ItaGliani” a cura della compagnia teatrale dei Guasconi. Contemporaneamente, presso l’Abbazia di San Giovanni in Venere, Gabryella Suriani si esibirà in un Recital Pop che vedrà lei, con la sua potente voce, protagonista assoluta in uno scenario, quello appunto dell’area monumentale dell’Abbazia, di straordinaria bellezza. Venerdì 18 Agosto alle ore 21.30 sarà invece la volta del Trio dell’Associazione Musicale Frentana che, presso il Parco dei Priori a partire dalle ore 21.30, si esibirà in un concerto di musica jazz. Sabato 19 Agosto, in Piazza Fantini alle ore 21.30, torna l’appuntamento con il cinema all’aperto con la proiezione del film “Mamma mia”. Infine, domenica 20 Agosto presso il Parco dei Priori, a partire dalle ore 19.30, torna l’appuntamento con i concerti aperitivo organizzati dall’Associazione Sintonie, mentre, a partire dalle 21.00 presso il Lungomare sud di Fossacesia i Dj Raffajair e Lavendettadeidj ci faranno ballare sotto le stelle a ritmo delle ultime musiche del momento.

Pubblicato in Cultura e eventi

Roseto degli Abruzzi. Il sindaco ha emanato le ordinanze per il tradizionale spettacolo pirotecnico in occasione della festa patronale del 15 agosto in onore di Santissima Maria Assunta.

I festeggiamenti si apriranno con la processione in mare intorno alle 17, e proseguiranno con la celebrazione della messa sul lungomare Celommi, al lido La lucciola, alle 19.

Intorno a mezzanotte, come di consueto, verranno accesi fuochi artificiali nel tratto di arenile antistante il parco Savini, lungomare Trento.

L’ordinanza del sindaco prevede che:

• Le persone che assisteranno alla manifestazione, a eccezione del personale incaricato, dovranno trovarsi a una distanza non inferiore ai cento metri dal punto di sparo e accensione dei fuochi;
• La balneazione è vietata nello specchio acqueo antistante l’area demaniale (per una distanza fronte mare di 250 metri a nord e a sud dal punto di sparo e accensione dei fuochi) dalle 22 di domani, martedì 15 agosto, alle 2 di mattina di mercoledì 16 agosto

Pubblicato in Cultura e eventi

Roseto degli Abruzzi. Una polemica strumentale, quella suscitata nei giorni scorsi sulla stampa locale, basata su numeri tutti da verificare sull’affluenza turistica a Roseto degli Abruzzi e limitati a una ridottissima percentuale di alberghi. Una polemica che non tiene conto, inoltre, dei danni di immagine causati dalle scosse di terremoto dell’agosto 2016 e del gennaio 2017 che, seppur lontano dalle nostre spiagge, hanno coinvolto tutta la costa marchigiana e abruzzese, nonostante l’impegno promozionale avviato, fin dalla primavera scorsa, da parte dello Stato, della Regione Abruzzo e della Rai nazionale.

“I dati emanati sono del tutto parziali e, un minimo di prudenza, avrebbe imposto al rappresentante di un piccolo raggruppamento di strutture, molta maggiore cautela”, sostiene il sindaco Sabatino Di Girolamo, “Dare notizie di questo genere, con titoli cubitali, semplificativi ed esagerati, fa solo danno alla nostra città. Le associazioni dovrebbero osservare maggiore cautela e, soprattutto, rifuggire dal farsi strumentalizzare da ambienti ostili all’amministrazione comunale”.

“Innanzitutto è prematuro parlare di dati al 10 agosto, non siamo nemmeno a metà stagione”, spiega Mario Narcisi, portavoce dell’Ara, Associazione rosetana albergatori, che racchiude il 95 per cento degli albergatori di Roseto, “Dobbiamo ancora rilevare tutti i dati di agosto e anche di settembre. I dati finali li andremo a valutare a fine stagione, con numeri controllabili alla mano. Intanto, a luglio – a differenza di quanto annunciato - c’è stato un calo contenuto rispetto alle previsioni iniziali, grazie - sicuramente - al caldo enorme. Le temperature elevate hanno portato a un aumento degli arrivi. Su agosto si può registrare una piccola flessione rispetto a luglio, dovuta sia al dato eccezionale del mese precedente, sia agli effetti del terremoto dello scorso anno. I turisti del nord, abituati ad andare in vacanza ad agosto, visto quello che è accaduto nel 2016 hanno pensato di non prenotare, per una forma forse eccessiva ma comprensibile di paura. Il problema, però, non è specifico di Roseto degli Abruzzi: va da Senigallia a San Salvo, tutte località balneari che hanno sofferto i riflessi di un evento sismico, anche se lontanissimo. Infine, ma non certo per ultimo”, conclude Narcisi, “non si può scrivere su un articolo che il turista non viene perché c’è un divieto di balneazione, imposto dalle leggi dello Stato e dalle regole della Direzione marittima. E’ un’aberrazione, di certo non c’è responsabilità dell’amministrazione comunale. Altrettanto assurdo è parlare delle strisce blu come deterrente per i turisti: i parcheggi a pagamento ci sono dappertutto e in molte località turistiche costano anche molto di più che da noi. Ci dispiace che questi dati e questi importanti spazi sui giornali locali vengono dati a persone descritte come rappresentanti degli albergatori, mentre rappresentano solo le proprie strutture”.

Pubblicato in Politica
Pagina 1 di 3

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione