Articoli filtrati per data: Venerdì, 18 Agosto 2017

Vasto. “Nessuna preoccupazione circa le opere di Filandro Lattanzio che nel numero di 21, tutte quelle di proprietà del Comune sono conservate presso i magazzini museali del Comune, rimosse momentaneamente per dare luogo alla mostra di Juan Del Prete” è quanto ha dichiarato il sindaco di Vasto Francesco Menna in replica ad Antonio Parisi, che per conto del Comitato Belvedere Romano ha chiesto perché i quadri non siano più esposti a Palazzo D’Avalos.
“Ipotizzo – ha aggiunto Francesco Menna- che nel 110 decimo anno dalla nascita del pittore vastese possiamo ricollocarle in forma permanente anche se, va rimarcato, che il cambio continuo di offerta museale, sia pure per mancanza di spazi, che cercheremo di aumentare nel tempo, rappresenta tuttavia un punto di forza dei Musei Civici che quest’anno hanno registrato un record di presenze anche grazie all’azione dell’Amministrazione che ha provveduto all’apertura degli stessi Musei anche nei giorni festivi”.
“Le ventuno opere del grande artista vastese del Novecento Filandro Lattanzio –ha spiegato il dirigente del Settore Cultura l’architetto Michele D’Annunzio- sono attualmente conservate presso i depositi di Palazzo d’Avalos e altre due (Vecchio con cane e Natura morta con mele) si trovano presso la Scuola Civica Musicale dal 25 giugno 2014. Le altre 23 opere sono state restituite ai privati che le avevano messe a disposizione per la mostra. Attualmente il Palazzo d’Avalos non dispone di spazi per allestire una mostra permanentemente sia con le opere di Lattanzio che con quelle di altri pittori vastesi come D’Aloisio, Cardone e Canci”.

“Con la chiusura della mostra di Juan Del Prete a dicembre –ha concluso Elio Baccalà Consigliere Comunale con delega alla Cultura- per valorizzare il patrimonio artistico sarà priorità dell’Amministrazione guidata dal sindaco Francesco Menna- organizzare l’allestimento delle opere di Lattanzio”.

Pubblicato in Cronaca

Pescina. Il 19 agosto dalle 20.30 il centro storico della città siloniana aprirà di nuovo le sue cantine per riportarci indietro nel tempo tra profumi e sapori di una volta. Passeggiando tra gli stand, così, sarà così possibile degustare le più famose tipicità autoctone: dagli arrosticini alle lasagne, fino ad arrivare alle salsicce e alla tradizionale pecora al cotturo.

Tra i vicoli acciottolati del borgo si potranno ammirare foto, oggetti e abiti d’epoca, il tutto vivacizzato dai colori sgargianti delle quattro contrade che scendono in campo, con tutto il loro orgoglio, ad abbellire gli angoli più caratteristici.

Ogni contrada infatti, contraddistinta dal simbolo di un animale tipico del Parco D’Abruzzo (Lupo, Orso, Aquila e Volpe), prenderà in consegna una parte del centro storico decorandola e ricreando le atmosfere della ‘Pescina che fu’. Il tutto in attesa della sfida finale che le vedrà impegnate nel ‘Palio degli Asini’ in agenda il 1 ottobre nel cuore del paese.

Pubblicato in Cultura e eventi

Roma. L’opera “Confini” del noto compositore sulmonese Paolo Cavallone chiuderà la rassegna “Officina dell’Altopiano delle Rocche” in programma domenica 20 agosto, alle ore 18, a Rocca di Mezzo (L’Aquila).

L’occasione è il concerto della pianista Silvia D’Augello, in programma nella Palestra polivalente di Rocca di Mezzo. La talentuosa pianista alterna la sua attività di interprete a quella di musicologa (si è laureata con una tesi su Giuseppe Scotese). Eseguirà “Giochi d'acqua a Villa d'Este” di Liszt, la “Ballata n. 1” di Chopin e alcune composizioni di autori contemporanei, repertorio in cui è particolarmente apprezzata: “4 Studi Diatonici” di Francesco Antonioni e, appunto, “Confini” (opera edita da RAI COM) di Paolo Cavallone.

Silvia D’Augello ha da tempo in repertorio le composizioni di Paolo Cavallone. In particolare “Confini” era stata proposta lo scorso ottobre in un concerto all’Istituto Italiano di cultura di Parigi e successivamente anche al Macro di Roma al Festival di Nuova Consonanza.

Come ha scritto Francesco Angelucci nella presentazione dell’opera “l’apertura estetica della musica del compositore Paolo Cavallone (Sulmona, 1975) è stata definita dalla critica come un marchio rivoluzionario. Dal confronto con la poliedricità del reale scaturisce l’esigenza di tradurne i vari idiomi che lo informano. Da qui, la possibilità e la necessità di inquadrare da diverse prospettive un unico “oggetto” interiore – e musicale – generando configurazioni differenti e, allo stesso tempo, complementari le une alle altre. Si inserisce esplicitamente in questo atteggiamento, in tale “poetica dell’attraversamento”, la sonata per pianoforte “Confini” (2006), la cui “apertura di senso” – in relazione sia alla percezione auditiva/visiva, sia al rapporto compositore/interprete – conduce il lavoro ad una rilettura del concetto classico di sonata”.

Il Festival “Officina Altopiano delle Rocche” è rinato quest’anno grazie al contributo del CIPE Comitato interministeriale per la programmazione economica della Presidenza del Consiglio dei Ministri, che ha istituito un bando per la ripresa culturale del cratere dei comuni terremotati. Pur in continuità con lo stile e l'impostazione delle precedenti "Officine" rocchiggiane, questo progetto, curato da Giovanni D'Alò, si distingue perché non riservato esclusivamente alla musica, ma anche ad altri temi quali il cinema, la scienza e l'attualità con l'obiettivo di fare di Rocca di Mezzo un luogo di cultura, di incontri e scambi di idee.

Pubblicato in Cultura e eventi

Pescara. “Ritorna la Fiera del Mare e ritorna il movimento nella zona a sud della città, dove in questi giorni è in corso anche il Pepe Street Festival. Da domani, sabato 19 agosto e fino e domenica 20 agosto con orario 14-24 nel tratto di lungomare Cristoforo Colombo fra via Vespucci e via Pepe c'è il divieto di transito sosta e fermata, per lasciare spazio alle bancarelle di quella che è una manifestazione mercatale ormai consolidata a cura di Confartigianato".
Così in una nota l'assessore alle Attività Produttive del Comune di Pescara, Giacomo Cuzzi, che aggiunge: "Vogliamo portare avanti il discorso della città policentrica e la presenza di due manifestazioni nello stesso settore della città nella settimana di punta dell'estate lo dimostra.
La Fiera estenderà a fasce di pubblico che non possono fruirne, la tradizione del mercato rionale che appartiene alla nostra storia cittadina, un mix di generi che vedrà fra le merci esposte anche prodotti tipici ed enogastronomici. Un'occasione per unire mare e svago in una zona della città che vogliamo rendere animata con iniziative di qualità e attrattive come quelle in corso nel fine settimana”.

Pubblicato in Cultura e eventi

Pescara. Il caso della “falsa” infermiera che ha avuto il disonore della cronaca non èun evento unico, anche se particolarmente eclatante. A questo caso, scoperto e immediatamente denunciato ai carabinieri dal collegio IPASVI di Pescara, si aggiungono purtroppo diverse altre forme di abuso della professione infermieristica. Figure che nulla posseggono in termini di preparazione e competenza infermieristica, quali operatori socio sanitari (Oss) o addirittura badanti, talvolta offrono attività varie spacciandole per prestazioni infermieristiche, provocando danni gravissimi per la salute degli assistiti e dei cittadini che si trovano in una fase particolarmente delicata e difficile della loro vita.
Ma non solo: si assiste frequentemente ad abusi anche nelle strutture sanitarie e socio sanitarie pubbliche e private, dove in carenza di infermieri, a causa del ben noto orientamento a sanare i bilanci delle strutture lesinando sulla loro assunzione, molte attività professionali vengono di fatto svolte da Operatori socio sanitari o da personale con nessun tipo di preparazione. Con ciò perpetrando non solo un abuso professionale perseguibile penalmente, ma soprattutto facendo da una parte abbassare il livello assistenziale e dall’altra incrementando le responsabilità degli infermieri che sono i responsabili, giuridicamente indicati, di tutti i processi di lavoro che ruotano attorno all’assistenza infermieristica.Ma anche se si decide di avvalersi della somministrazione di assistenza infermieristica da parte delle agenzie interinali, si rileva ormai con sistematica evidenza che tale scelta favorisce l’azienda appaltante, ma non gli assistiti visto che frequentemente viene erogata un’assistenza a singhiozzo e senza continuità, cosa che si ripercuote in primis sugli assistiti e poi sui professionisti stessi sia se afferenti alle agenzie interinali sia se dipendenti delle strutture sanitarie e socio sanitarie.
I contratti stipulati con le cooperative, a cui si ricorre per l’erogazione dell’assistenza sul territorio e che rivestono l’aspetto di collaborazione professionale mentre sono ben altro, non fanno altro che costringere quei professionisti a contratti con remunerazioni bassissime con inevitabile riverbero sull’assistenza erogata.E tutto questo mentre ci sono molti giovani infermieri con percorsi formativi, capacità e competenze di tutto rispetto, disoccupati o costretti ad emigrare per poter svolgere la nobile professione che hanno scelto.E’ inaccettabile che si mantengano queste situazioni ai limiti di ogni definizione professionale. Succede così che i cittadini, presi dall’esasperazione, aggrediscano gli infermieri che vivono al loro pari situazioni particolarmente gravose e difficili. È di pochi giorni fa l’ennesima aggressione nell’unità operativa di Geriatria ai danni di un infermiera, a cui va tutto il nostro sostegno.
Nuovamente, come più volte già fatto, il collegio Ipasvi di Pescara chiede con forza che si assuma nelle strutture pubbliche attraverso la mobilità e i concorsi, visto che molti reparti operano con dotazioni organiche inadeguate rispetto al carico assistenziale. È sempre più necessario procedere in tal senso anche per aumentare i livelli della qualità assistenziale ed evitare abusi e comportamenti scorretti che, comunque, questo collegio continuerà a segnalare alle autorità preposte e a perseguire deontologicamente a tutela sia dei cittadini abruzzesi che dei professionisti infermieri.


Irene Rosini, presidente collegio IPASVI Pescara

Pubblicato in Cronaca

Ortona. Non c'è nessun rischio di "chiusura definitiva" della Chirurgia nell'Ospedale di Ortona, come si legge su organi di informazione che riportano valutazioni approssimative e poco informate di un consigliere comunale. La certezza è invece che la Asl Lanciano Vasto Chieti ha deciso di potenziare le attività chirurgiche e ha disposto a tal fine i lavori di adeguamento della Centrale di sterilizzazione, che serve proprio a garantire i pazienti eliminando i rischi di contaminazione degli strumenti chirurgici e delle attrezzature medicali. Se la Asl avesse intenzione di chiudere le attività chirurgiche, semplicemente non avrebbe investito su di esse e non avrebbe fatto eseguire i lavori.
Con una nota del 4 agosto scorso, pubblicata anche sul sito Internet www.asl2abruzzo.it e inviata agli organi di informazione, l'Azienda sanitaria aveva già dato notizie precise sulla sospensione temporanea e peraltro parziale dei ricoveri in alcuni reparti del “Bernabeo” dall'11 agosto al 3 settembre, ricoveri che sono già in parte ripresi in alcune unità operative. Il prossimo 4 settembre è prevista la ripresa regolare di tutte le attività chirurgiche e di ricovero. Dei lavori e della temporanea sospensione erano stati informati tutti i reparti interessati e anche il sindaco di Ortona è stato tenuto costantemente al corrente della situazione.
E’ tutto a posto: il problema, semplicemente, non esiste.
L’invito della Asl è a non disinformare i cittadini e gli operatori con ipotesi e valutazioni di fantasia che creano solo confusione. La Direzione generale è quotidianamente a disposizione per chiarire dubbi: è sempre preferibile chiedere direttamente alla Asl piuttosto che informarsi al bar.

Pubblicato in Cronaca

Pescara. Domenica 20 agosto gli attori della compagnia pescarese Muré Teatro conduranno gli escursionisti attraverso il percorso delle Capanne in Pietra a Secco, nella Valle Giumentina. Il trekking si unisce al teatro grazie ad uno spettacolo itinerante, una narrazione che, attraverso la musica (suonata dal vivo dagli stessi attori), alle storie, alle apparizioni e alle sorprese, porterà gli spettatori ad immergersi nella vita dei pastori della Majella, fra vicende di lupi e santi eremiti.
Una felice collaborazione quella tra la cooperativa ambientale Majambiente e Muré Teatro che propongono insieme diversi progetti di teatro e natura. La professionalità e l’esperienza delle Guide Ambientali Escursionistiche dialoga a stretto contatto con gli attori, offrendo agli escursionisti un’esperienza completa tra informazioni di tipo naturalistico e storico insieme al lavoro antropologico e artistico arricchito da una narrazione coinvolgente.
“UNA BELLA VOLTA…storie di eremi, santi, lupi e pastori” – escursione teatrale – partirà da Decontra di Caramanico alle ore 15:45 di domenica 20 agosto, al termine dell’escursione sarà offerto un aperitivo conviviale. E’ necessaria la prenotazione poiché i posti sono limitati. Per informazioni più dettagliate sul percorso e per effettuare le prenotazioni, contattare direttamente Majambiente: 085 92 23 43 oppure Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Teatro e natura si fondono insieme anche in altre iniziative proposte da Majambiente e Muré Teatro: Il Sentiero della Libertà, Teatro nel Borgo e il laboratorio teatrale per bambini “Animali in libertà”. Per conoscerle nel dettaglio consultare il calendario estivo delle iniziative direttamente sul sito di Majambiente: www.majambiente.it
“UNA BELLA VOLTA…” regia di Francesca Camilla D’Amico, interpreti: Manuel Borgia/Andrea Di Giovanni, Francesca Camilla D’Amico, Marcello Sacerdote. Musiche: Muré Teatro, costumi: Annalù Cardillo e Muré Teatro. In collaborazione con Majambiente.

Pubblicato in Cultura e eventi

Pescara. Domenica 20 agosto, con inizio alle 21.30, Lino Guanciale sarà in scena al Teatro D’Annunzio di Pescara per l’unica data estiva di Itaca, spettacolo prodotto dalla Stefano Francioni Produzioni con musiche originali e regia di Davide Cavuti.

I biglietti sono disponibili sul circuito CiaoTickets www.ciaotickets.com: poltrona numerata 18,00 – gradinata non numerata 13,00 (diritti di prevendita inclusi). Gli ultimi saranno in vendita la sera dello spettacolo, dalle ore 19, al botteghino del Teatro D’Annunzio.

Info: 328.5984897

Lo spettacolo propone un viaggio che parte da Itaca e attraversa le storie, i luoghi di tanti personaggi del teatro e del cinema, disegnando uno spazio denso di emozioni e di sogni che prenderanno forma e azione.

“Un viaggio che parte da Itaca e dalla figura di Ulisse, che è l'eroe di Omero ma anche di Dante, Pascoli, D'Annunzio, Joyce e di altri ancora – commenta il regista e compositore Davide Cavuti - Nel testo scorrono le storie di vari personaggi in una sorta di fusione e scambio di emozioni, immagini, pensieri.
I luoghi del racconto non sono mai astratti, con un denominatore comune che è il mare, padrone di ogni avventura e sventura (“a volte il fragore di un grido distrugge attimi di serenità e mi perdo in brividi improvvisi dove non c’è spazio per l’amore”); graffiante, pieno di occhi misteriosi che inseguono, irresistibile (“e il naufragar m'è dolce in questo mare”). Il mare e la vita: la libertà e la speranza, la voglia di ricominciare, la pace tra i popoli con l’incanto degli occhi sulla storia”.

Lino Guanciale e Davide Cavuti hanno iniziato la loro collaborazione nel 2009 in teatro, proprio grazie a Michele Placido, che li scelse (Guanciale come attore protagonista e Cavuti come autore delle musiche originali) per lo spettacolo I Fatti di Fontamara (prodotto dal Teatro di Roma); successivamente hanno lavorato nel film Vallanzasca, gli angeli del male diretto sempre da Placido e presentato al Festival del Cinema di Venezia nel 2010. Recentemente Davide Cavuti ha firmato la regia del film-documentario Una romantica avventura sulla vita del compositore abruzzese Alessandro Cicognini con protagonista proprio Lino Guanciale nel ruolo di un giornalista amico del celebre Maestro Cicognini e presentato al 73° Festival del Cinema di Venezia e al 38° Festival del Cinema di Cuba.

Guanciale e Cavuti sono stati, inoltre, protagonisti al Teatro Maria Caniglia di Sulmona con il Recital Lectura Ovidii, nel cartellone delle celebrazioni per il Bimillenario di Ovidio organizzato dall’Istituto Ovidio. Per l’Agiscuola Abruzzo, inoltre, a maggio 2017 hanno portato in scena lo spettacolo Ritratti d’Autore.

Lino Guanciale, attore tra i più amati dal pubblico televisivo, versatile e talentuoso, reduce dai suoi impegni televisivi e cinematografici, è attivo anche in teatro dove ultimamente ha recitato per lo spettacolo diretto da Massimo Popolizio su Pierpaolo Pasolini che ha debuttato al Teatro Argentina di Roma registrando il tutto esaurito.
Guanciale è considerato il golden boy della fiction italiana: protagonista di serie di successo quali: Una grande famiglia, Che Dio ci aiuti, La dama velata, Non dirlo al mio capo, L'allieva, I Medici, La porta rossa.

Davide Cavuti è autore e compositore per registi quali Michele Placido, Pasquale Squitieri, Ugo Pagliai, Edoardo Siravo e collaboratore del Maestro Giorgio Albertazzi per moltissimi anni.

Pubblicato in Cultura e eventi

Vasto. Martedì 15 Agosto esce "Ogni parte del corpo" primo singolo della cantante vastese Valentina Monica. È il suo primo singolo, frutto della collaborazione con Federico Galli e l'arrangiatore Piero Garone della band "Le Stanze di Federico"!
Nel videoclip due figure vastesi la danzatrice del ventre Fabiana del Bonifro e l'attore Filippo Giancola.
Disponibile su tutti gli store digitali.


link video
https://www.youtube.com/watch?v=XXQYQxDOv1U

fb:
https://www.facebook.com/OfficialValentinaMonica/

instagram:
https://www.instagram.com/valenty_monica/?hl=it

Pubblicato in Cultura e eventi
Venerdì, 18 Agosto 2017 00:00

Master finale di Beach Volley a Vasto Marina

Vasto. Domani e domenica a Vasto Marina è in programma il Master finale del Beach on . A presentare l’ultima tappa del torneo questa mattina in Municipio sono stati il sindaco di VastoFrancesco Menna insieme con l’assessore al Turismo Carlo Della Penna egli organizzatori dell’evento Giorgio Amorosi eMassimo Di Risio.
“Il turismo sportivo –ha detto il sindaco di Vasto Francesco Menna- è un filone importante per questa città”.
Menna ha inoltre mostrato grande interesse per la proposta presentata da Amorosi e Di Risio, quelladi portare a Vasto l’unica tappa europea in Italia di Under 23.
“Una proposta –ha concluso il sindaco- che vorrei analizzare meglio in termini economici”.
“Seguiamo sempre più il filone di tipo sportivo –ha continuato l’assessore allo Sport Carlo Della Penna- che vede coinvolti i giovani atleti. Un turismo che con le quattro date del beach volley ha arricchito il calendario degli eventi a Vasto”.
“Abbiamo fatto quattro tappe del circuito italiano di Beach 2 –hanno aggiunto gli organizzatori Giorgio Amorosi e Massimo Di Risio- e due appuntamenti Under 19 e 21. Complessivamente è stata per noi organizzatori un’estate record a livello di partecipanti e persone che hanno ruotato intorno a questi eventi, oltre 2000 le presenze registrate .
Il torneo inizierà domani dalle ore 11.00 fino alle 22:00 mentre domenica l’inizio delle partite è previsto sempre alle 11:00 e alle 21:30 la finale al Lido Sabbia d’oro. Ringraziamo per la collaborazione Enjoy Volley Vasto e la Polisportiva San Gabriele che hanno contribuito allo svolgimento dell’evento con i loro giovani giocatori”.
Soddisfazione è stata espressa anche da Massimo Di Lorenzo presidente del Consorzio Vivere Vasto Marina che ha auspicato il proseguimento della collaborazione per gli eventi sportivi anche in futuro. Ringrazio tutti –ha detto- andiamo avanti così”.

Pubblicato in Sport
Pagina 1 di 3

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione