Articoli filtrati per data: Giovedì, 24 Agosto 2017

Bojano. Solennità di San Bartolomeo Apostolo e Martire a Bojano. Le celebrazioni in onore di san Bartolomeo Apostolo, patrono della diocesi di Campobasso –Bojano e della città di Bojano, avranno luogo il 24 e il 25 agosto 2017.
Giovedì 24 agosto 2017, alle ore 18:30, Solenne Pontificale Presieduto dal neo Vescovo di Ancona – Osimo, S.E. Mons. Angelo Spina. La liturgia sarà animata dal Coro dell’Antica Cattedrale di Bojano. Il solenne Pontificale sarà preceduto da una catechesi a cura di Mons Angelo Spina, dal tema “Il regno di Dio e gioia nello spirito” a partire dalla Evangelii Gaudium, enciclica di Papa Francesco.
Mentre, venerdì 25 agosto, alle ore 17:45, processione del santo patrono san Bartolomeo per le vie della città di Bojano con partenza dalla chiesa di Sant’Erasmo e sosta al monumento dei caduti.
A seguire, Solenne Pontificale presieduto dall’arcivescovo Metropolita S.E. mons. GianCarlo Bregantini con la partecipazione dei sacerdoti della diocesi di Campobasso –Bojano.
«L’occasione di questa festa – ha detto il parroco dell’Antica Cattedrale don Rocco di Filippo - ci sostenga per coniugare il Vangelo con la Cultura e la vita quotidiana nelle nostre case, nell’ambiente di lavoro, nella scuola, nei luoghi dell’accoglienza e lì dove ci troviamo, nelle periferie del nostro vivere quotidiano. Ci aiuti il coraggioso esempio del nostro Santo Patrono, Bartolomeo Apostolo, a comprendere che vale la pena vivere nell’amore fraterno per dialogare con semplicità con l’opera della creazione».

Pubblicato in Cultura e eventi

Pescara. “E’ assurdo che il Presidente D’Alfonso solo oggi si renda conto dell’esistenza in Abruzzo del patrimonio boschivo e delle bellezze naturali dopo essere stato il fautore della soppressione del Servizio Foreste, smantellato l’ufficio Uso Civico, impegnati nel PSR solo 9 milioni di euro per le Misure forestali  tra cui  la prevenzione degli incendi rispetto al triplo del passata programmazione, chiuso i vivai forestali  e letteralmente abbandonate le foreste al loro destino”. Questo il commento del Presidente della Commissione Vigilanza e consigliere regionale Mauro Febbo all’indomani della presa di posizione dell’esecutivo regionale che aggiunge: “Mi sembra di stare su scherzi a parte. Praticamente, dopo aver letteralmente distrutto e smembrato all’interno della struttura regionale tutto ciò che attiene al mondo della forestazione, si intende solo ora tracciare un percorso per il rimboschimento delle aree colpite all’indomani degli incendi. Sono tre anni che denuncio – spiega Febbo – la totale assenza di una programmazione seria nei confronti dei nostri boschi e come sia mancata completamente azioni e bandi del PSR mirati a riqualificare le aree interne e fare attività e lavori di prevenzione. Ricordo, casomai qualcuno se lo fosse dimenticato, come la Regione Abruzzo è la terza in Italia per indice di boscosità con ben 438 mila ettari. Infatti nella passata programmazione abbiamo investito ben 30 milioni di euro sia per riqualificazione e dei boschi sia, soprattutto, per la prevenzioni con finanziamenti destinati direttamente ai Comuni per migliorare e pulire specifiche aree boschive. L’ufficio regionale del Servizio Forestazione era parte integrante di una programmazione seria e attenta alle relative problematiche connesse. Oggi, invece, il paradosso lo vediamo proprio nella missiva di convocazione inviata dal Presidente D’Alfonso dove tra i destinatari manca proprio il Servizio Forestazione poiché è stato smantellato e cancellato addirittura tolto la stessa parola tra le deleghe attribuite all’assessorato alle Politiche Agricole. Quindi – continua Febbo – credo che sia superficiale aggiungere commenti a riguardo per capire come ha lavorato e programmato questo Esecutivo regionale su temi fondamentali e importanti come la difesa del patrimonio forestale e boschivo abruzzese ed in termini di prevenzione. Invece invito e sfido il presidente D’Alfonso a impegnare fondi pari alla mia passata programmazione, cioè 40 milioni di euro, ossia il 10% del fondi a disposizioni nell’attuale Programmazione PSR 2014-2020, attivando quelle Misure strategiche che oggi sono state vergognosamente soppresse. È insopportabile eticamente e politicamente che l’attuale Programma di Sviluppo Rurale investa ben 15 milioni per l’assistenza tecnica che non sono altro operazioni clientelari e solo pochi milioni di euro per la prevenzione dei nostri boschi. Pertanto – conclude Febbo – bisogna solo constatare che i primi responsabili politici dell’incuria in cui oggi si trovano le nostre foreste e boschi sono da addossare esclusivamente a questa giunta regionale”.

Pubblicato in Politica

Francavilla al Mare. Da quando aveva avuto un’ischemia cerebrale, i parenti lachiamavano tutti i giorni al cellulare per accertarsi che stesse bene: martedì però Angela (nome di fantasia), per tutto il pomeriggio non ha risposto né alla prima chiamata né alle successive, lasciando sinistramente squillare il telefono a vuoto. In particolare una cugina si è molto preoccupata della mancanza di risposta, sino a decidere,alle 22:00 circa,di chiedere soccorso ai Carabinieri della Stazione di Francavilla al Mare. I militari si sono precipitati a casa della signora, allertando anche un’ambulanza del 118, in considerazione dei suoi pregressi problemi di salute. Anche sul posto i militari non avevano alcuna risposta alle chiamate; pertanto, non trovando vie d’accesso disponibili, senza pensarci due volte, hanno scavalcato una finestra dell’abitazione, forzandone il serramento, ed hanno trovato la donna riversa sul letto e priva di sensi. Grazie all’allarme tempestivo e all’intervento provvidenziale dei Carabinieri la donna è stata soccorsa in tempo dai sanitari del 118 e quindi ricoverata in osservazione all’Ospedale di Chieti, fortunatamente non in pericolo di vita.

Pubblicato in Cronaca

Roma. “Nonostante si spenga l’attenzione dei mass media, la nostra montagna continua a bruciare, da Schiavi d’Abruzzo (180 ettari di territorio percorso dall’incendio) al Monte Morrone - Sulmona (L'Aquila), con i poveri operatori volontari abbandonati a loro stessi e senza mezzi a disposizione” lo ha dichiarato in una nota l’On. Fabrizio Di Stefano.
“La settimana prossima” ha continuato l’On. Di Stefano “Alla riapertura dei lavori, presenterò un’interrogazione per sapere perché i mezzi che un tempo erano a disposizione del Corpo Forestale dello Stato, per fronteggiare questa emergenza, oggi risultino fermi.
La legge Madia, con la riforma del Corpo Forestale, annesso all'Arma dei Carabinieri, con gli ex forestali privati di compiti attivi, è stata un’altra delle "iatture" con cui un centro sinistra incompetente, con la promessa sbandierata di ammodernare lo Stato, di fatto ha invece disarticolato e smontato quelle parti che erano fondamentali per la loro funzione.
L'abrogazione del Corpo forestale dello Stato, con le competenze che lo stesso ha assunto nell’Arma dei Carabinieri, ha di fatto reso inefficiente una macchina che prima lo era.
I danni di questa riforma oggi, sono sotto gli occhi di tutti, i mezzi che prima intervenivano efficientemente oggi sono fermi nei garage e negli hangar e le nostre montagne continuano a bruciare davanti ai nostri volontari che inermi affrontano il disastro" ha concluso l’On. Fabrizio Di Stefano.

Pubblicato in Politica

Pianella. Si terrà sabato 26 agosto, alle ore 21:30, presso Largo Teatro il secondo appuntamento proposto dal Comune di Pianella e dall’associazione cinematografica “Ciak” per ricordare Riccardo Di Sante, scomparso lo scorso mese di gennaio.
Dopo la proiezione del lungometraggio “La valle di marmo”, avvenuta il 15 luglio presso il parco di Cerratina, sarà la volta del “Carro del Sole”.
Il Carro del Sole è la rilettura in chiave mitica, sulla falsariga de Le Metamorfosi del ‘nostro’ Publio Ovidio Nasone, di cui proprio quest’anno ricorrono i festeggiamenti per il bimillenario dalla morte, di un fatto di cronaca accaduto sulle nostre terre Vestine.
Attraverso la proiezione del lungometraggio famigliari, amici e collaboratori ricorderanno la figura di Riccardo, promotore di iniziative culturali e tradizionali di ogni genere.
“ Si tratta del secondo appuntamento organizzato in collaborazione con Gianni Di Claudio per ricordare Riccardo, afferma il sindaco Marinelli. Ricordando il suo impegno e quanto realizzato per la comunità intendiamo stimolare l’avvicinamento dei giovani al teatro ed ad ogni forma di partecipazione per la salvaguardia delle tradizioni. Riccardo, irreprensibile dipendente comunale, ha lavorato tanto per raggiungere questo obiettivo”.

Pubblicato in Cultura e eventi

Pescara. Il 26 agosto alle 19, alla presenza del vicesindaco della Città di Pescara, Antonio Blasioli, presso il Circolo Aternino di Pescara, si terrà l'inaugurazione della Mostra dell'artista di Moscufo Maria Basile, a cura di Massimo Pasqualone, che propone, fino al 31 agosto, una nuova via del suo complesso percorso artistico che l'ha portata, negli ultimi anni, ad ottenere lusinghieri giudizi della critica e premi in tutta Italia.
Nell'ambito della personale di Maria Basile, inoltre, verrà inaugurata la mostra degli artisti di irdidestinazionearte sul tema antropologie del colore, con la partecipazione di Connie Strizzi, Luisa Balzano, Davide Santangelo, Giuseppe Doria, Vincenzo De Sanctis, Granata Nicola, Romina Scipione, Cecilia Dionisi, Fernanda Trozzi, Alma, Maria Luisa Marini, Maria Stella Polce e verrà presentato il libro Ut pictura poesis. Poesie per Carmine Galiè, curato da Massimo Pasqualone, libro di poesie dedicato al noto artista di Giulianova con testi poetici di Claudio Cecamore, Maria Basile, Manolo Di Prinzio, Carla Cerbaso, Carmine Galiè, Sara Palladini, Alessandra Bucci, Vinia Mantini, Maria Fini, Emilia Maria DI Federico, Maria Luisa Marini, Pierlisa Di Felice, Alberto Colazilli, Silvio Di Cecco, Mirella Tucci, Bernardino Dell'Aguzzo, Giarmando Dimarti. Inoltre ospite d'onore sarà la poetessa Mary Potenza con il suo libro Essenza.
"Si tratta- sottolinea il critico d'arte Massimo Pasqualone- di uno straordinario evento culturale che mette insieme arte e poesia, sempre e comunque sul cammino della bellezza".

Pubblicato in Cultura e eventi
Giovedì, 24 Agosto 2017 00:00

Giroborghi farà tappa a Ripa Teatina

Ripa Teatina. Il prossimo 27 agosto farà tappa a Ripa Teatina il Giroborghi organizzato da Borghi d'Abruzzo, pagina Facebook ideata da Raffaele di Loreto che conta ben 38.438 membri legati dalla passione per l'Abruzzo.Circa 50 saranno gli ospiti a cui presentare le bellezze e le peculiarità del paese.
Ad accoglierli troveranno il Sindaco, Ignazio Rucci, e gli amministratori,sempre attenti alla promozione del territorio e desiderosi di guidare gli ospiti, che giungeranno da tutto l'Abruzzo, alla scoperta del paese noto in tutto il mondo per aver dato i natali al padre del grande campione Rocky Marciano e per aver visto nascere dopo alcuni anni un altro campione del mondo Rocky Mattioli.Oltre agli amministratori, gli ospiti saranno accolti da alcune associazioni culturali che operano in paese:la ProLoco, l' ASSOCIAZIONE CULTURALE MUSICALE "C. Monteverdi" il CORO FOKLORISTICO "Abruzze mé" e il CENTRO ANZIANI "Giovanni Paolo II". Per tutta lagiornata inolte essi potranno godere non solo di un bel paesaggio,ma anche degli ottimi vini della CANTINA SOCIALE di Ripa Teatina.
Sarà sicuramente una bellissima giornata all' insegna della cultura e del divertimento.
Di seguito il programma:
PROGRAMMA
ORE 9,00 ARRIVI: Parcheggio Vecchio campo sportivo ORE 9,30 ACCOGLIENZA: STATUA Rocky Marciano
Foto di gruppo davanti alla statua del Campione

ORE 10,00
Visita al TORRIONE sede del Museo del pugilato
Collezione " Rocky Mattioli"

ORE 10,30 PORTA GABELLA
Benvenuto del Sindaco
Buffet

ORE 11,00
TOUR PER IL PAESE
Alla scoperta del Centro storico di Ripa Teatina

ORE 11,30 Visita all'Antico Convento Francescano
Mostra " Ripa in miniatura"


ORE12,00 Visita dell’Antico Borgo e della Chiesa Madre


ORE 13,30 PRANZO AL RISTORANTE "La Torre di Blaga"

ORE 15,30 PASSEGGIATA NEI VIGNETI
con degustazione dei vini della Cantina Sociale Ripa Teatina

Pubblicato in Cultura e eventi

Ortona. Sono quattro le gare di allenamento che tifosi ed appassionati potranno seguire tra le mura amiche: Foligno (Serie B), Videx Grottazzolina (Serie A2 UnipolSai), Volley Pineto (Serie B) e Volley Potentino Potenza Picena (Serie A2 UnipolSai).

Mister Nunzio Lanci: «Gli allenamenti congiunti sono un buon banco di prova per capire a che punto siamo sia fisicamente che tatticamente. Le gare che disputeremo serviranno quindi ad affinare gli schemi di gioco e l’intesa fra i nuovi elementi della squadra. L’obiettivo è naturalmente quello arrivare alla prima partita contro Spoleto nella migliore condizione possibile».

Questo il calendario degli allenamenti congiunti

1 Settembre: Sieco Service Ortona – InterVolley Foligno (Serie B) Inizio riscaldamento ore 15.30
6 Settembre: Sieco Service Ortona - Videx Grottazzolina (Seire A2 UnipolSai) Inizio riscaldamento ore 17.30
9 settembre - TRASFERTA: Videx Grottazzolina (Serie A2 UnipolSai) - Sieco Service Ortona con orario da definire
13 Settembre: Sieco Service Ortona – Volley Pineto (Serie B) Inizio riscaldamento ore 17.30
16 Settembre: Sieco Service Ortona – Volley Potentino Potenz Picena (Serie A2 UnipolSai) con orario da definire.

Pubblicato in Sport

Pineto. Verrà inaugurata il giorno 26 agosto alle ore 19.00 una mostra d’Arte collettiva, organizzata dall’Associazione Lejo, presso Villa Filiani di Pineto (TE), dal titolo “La pioggia nel…Pineto”. Il titolo, giocando un po’ con le parole, vuole indicare un ideale connubio tra chi, come d’Annunzio, è stato un valore aggiunto per la nostra regione e la Città di Pineto che rappresenta una delle migliori espressioni culturali e turistiche della costa abruzzese. Il “pineto” dannunziano, come sappiamo, non ha alcun nesso con la Città di Pineto e nemmeno con altro luogo d’Abruzzo (probabilmente è riferito al parco che circondava una villa in Versilia dove il poeta ha risieduto). Agli organizzatori dell’evento ed agli artisti, però, forse con un po' di romanticismo, piace pensare che invece sia proprio così e, quindi, si è voluto rappresentare con le opere che andranno in esposizione, questo ideale anche se improbabile, accostamento. La mostra verrà presentata dal Professor Bruno Paglialonga, artista, storico e critico d’Arte. Interverranno La professoressa Palma Crea Cappuccilli che relazionerà sulle “Metamorfosi” da Ovidio a d’Annunzio; l’artista Franca Di Bello che leggerà “La pioggia nel Pineto”; il Presidente dell’Associazione Lejo che illustrerà i progetti artistici dell’associazione e ci sarà l’intervento dei rappresentanti delle Istituzioni locali. Moderatrice sarà l’attrice Sara Iannetti.
Parteciperanno quarantadue artisti, tra le migliori espressioni delle arti visive abruzzesi, di seguito elencati:
Enzo Angiuoni, Luciano Astolfi, Sonia Babini, Rosamaria Brandimarte, Umbertina Cappelletti, Enrico Cappuccilli, Rita Colaiocco, Bruno Colalongo, Leone D'Aguì, Marcella D'Amico, Patrizia D'Andrea, Giuseppe De Matteo (Papi), Franca Di Bello, Roberto Di Giampaolo, Sara Di Giampaolo, Mario Di Profio, Patrizia Franchi, Nicola Guarino, Daniele Guerrieri, Graziano Livorni, Angela Lupi, Tonino Macrì, Francesca Matteis, Aurelio Merlitti, Teresa Michetti, Lucio Monaco, Giuseppina Narducci, Bruno Paglialonga, Michelangelo Paglialonga, Pasquale Pagnottella, Annarita Pantaleone, Luisa Parabella, Daniela Perrone, Terezina Radovani, Romina Rossoli, Lucia Ruggieri, Mirella Spinosa, Maria Stasio, M.Luisa Torlontano, Pina Trabucco, Loriana Valentini, Gianfranco Zazzeroni.

Pubblicato in Cultura e eventi

Pescara. <Non c’è niente di nuovo nello scenario politico cittadino> affermano le consigliere comunali Enrica Sabatini ed Erika Alessandrini del Movimento 5 stelle di Pescara <lo scempio a cui stiamo assistendo è solo l’evidente conseguenza di un sistema di coalizioni con liste e listarelle, spesso create all’occorrenza, che aiutano i partiti a vincere le elezioni e poi iniziano, con pressione crescente soprattutto a fine consiliatura, a “battere cassa” chiedendo nomine, incarichi e poltrone in cambio dei tanto sbandierati “voti portati” e di presunti accordi e compromessi pre-elettorali. Accade oggi nella Giunta di centrosinistra Alessandrini, come avvenne qualche anno fa nella Giunta di centrodestra Mascia o ancora prima in quella di centrosinistra D’Alfonso. Stesso schema, stesse regole, stessi risultati fallimentari>.

<Perché - proseguono le consigliere del M5s - il fallimento risiede nel sistema che considera i voti dei cittadini come crediti da spendere ad una sorta di tavolo da gioco in cui vi sono in palio gli interessi dei partiti, dei segretari di partito, delle liste di appoggio o, nel peggiore dei casi, dei singoli attori politici preoccupati di come rimanere a galla racimolando voti per le prossime elezioni regionali o nazionali. Un balletto da poltrona a poltrona che taglia fuori merito, competenze e professionalità e vede in scena i soliti personaggi politici che, da decenni, vivono “di” e “nella” politica cittadina avvicendandosi con disinvoltura ora da una parte ed ora nella parte opposta. Se alcune liste o singole persone, infatti, possono paralizzare il lavoro del governo cittadino è solo perché hanno sempre trovato spazio e disponibilità politica in tutti questi anni sia nel centrodestra che nel centrosinistra e ciò ha consentito loro, attraverso gli incarichi dati, di rimanere sullo scenario politico a detrimento della città e con le conseguenze a cui tutti stiamo assistendo.

Le consigliere comunali ricordano, infatti, che le dinamiche emerse in questi mesi sui giornali “La crisi in Comune. Non c’è intesa con Teodoro, consiglio di nuovo bloccato”, “Via dalla maggioranza se toccate Diodati”, “Sì ai Teodoro e si sblocca il bilancio” ricalcano quelle che accadevano nel centrodestra quando le stesse testate intitolavano articoli con “Mascia e Teodoro scoppia la lite. Il Sindaco lo sostituisce in Giunta con D’Ercole, l’assessore si infuria.”, “Mascia sotto scacco, Teodoro le tenta tutte per tornare in Giunta”, “Mascia sotto ricatto della Lista Teodoro. Pignoli fa ostruzionismo e blocca il regolamento sul commercio per avere le poltrone” oppure ancora ““Rimpasto, Dogali dà l’altolà a Mascia. L’Udc chiede deleghe pesanti per l’assessore uomo, salta l’accordo con il Sindaco”, “Pescara, l’Udc avverte Mascia: subito un rimpasto o si riapre la crisi”.

<La verità è che il sistema delle coalizioni è il cancro della politica cittadina perché nel momento in cui si decide di vincere con risultati “gonfiati” dall’apporto dei voti di decine di liste> continuano le portavoce del M5s di Pescara <in quello stesso momento si cede la propria libertà di scelta e si diviene ostaggio di possibili ricatti politici di liste che si dichiarano disponibili al sostegno del governo cittadino a patto di mantenere specifiche poltrone o incarichi o ruoli e tutto cioè determina un unico risultato ossia una politica schiava e vittima di correnti interne, di faide o di staffette non meritocratiche nei posti strategici e decisionali che impediscono di portare avanti lo stesso programma per cui si è stati eletti>.

<La città è stremata e da decenni sconta la mancanza di libertà politica che ha impedito la realizzazione di programmi e di progetti e che, invece, se esercitata con serietà avrebbe consentito che persone valide e competenti e scelte non perché appartenenti a clan politici, ma per merito potessero mettersi al servizio della cittadinanza. Il nostro massimo impegno da oggi fino alla fine della consiliatura sarà quello di continuare con maggior forza ad aggregare le migliori risorse di questa città che con umiltà, competenza e dedizione vorranno rappresentare l’alternativa a decenni di politica anacronistica e fallimentare. Non sarà facile> concludono le consigliere comunali del M5s <siamo come Davide contro Golia, cittadini liberi contro “portatori di voti”, ma siamo convinte che questa sistema di coalizioni abbia raggiunto il suo tempo massimo e che sia necessario un “upgrade” fondamentale che spazzi via le dinamiche ormai stantie, gli egoismi politici e le attribuzioni di incarichi esclusivamente per appartenenze politiche e che, grazie a cittadini liberi di votare per il meglio e di mettersi a disposizione, la città possa finalmente prendere in mano il proprio futuro affidandolo a chi avrà la libertà di poterlo realizzare attraverso scelte di merito, di competenza ed orientate al bene comune>.

Pubblicato in Politica
Pagina 1 di 3

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione