Articoli filtrati per data: Venerdì, 25 Agosto 2017
Venerdì, 25 Agosto 2017 00:00

Di Nardo su Family Day a Ortona

Ortona. "Ritengo inaccettabili le polemiche sollevate da personaggi appartenenti a forze e associazioni di sinistra, che in queste ore si sono scagliati con violenza contro gli organizzatori del Family Day in programma domani di Ortona". Così Angelo Di Nardo, capogruppo al Comune di Ortona dello schieramento formato da Fratelli d'Italia-An, Noi con Salvini e lista civica Libertà e Comune per Ortona, scende in campo in difesa della manifestazione organizzata dal Popolo della famiglia.

"E' una manifestazione assolutamente legittima e alla quale va il nostro pieno supporto, finalizzata a sostenere e riaffermare i valori della famiglia tradizionale - prosegue Di Nardo -. Ognuno ha il diritto di pensare ciò che crede e di amare chi preferisce, ma nessuno può contestare il diritto a manifestare in difesa di un modello di famiglia basato sull'unione tra un padre e una madre. Nonostante queste famiglie siano rappresentative della stragrande maggioranza dei cittadini - continua il consigliere comunale del centrodestra - questo modello è costantemente denigrato e sotto attacco, da parte di chi pretende di farlo apparire come superato e antiquato, penalizzandolo nelle scelte politiche sia a livello locale che a livello nazionale".

Di Nardo, in conclusione, considera "meritevole e necessario riaffermare i valori alla base del concetto di famiglia tradizionale, lontani anni luce dalle idee di odio, intolleranza e discriminazione".

Pubblicato in Politica

Pescara. Con la riapertura del campionato, tornano le disposizioni di messa in sicurezza di tutta l'area intorno allo Stadio Adriatico Cornacchia che scatteranno dalle 14 di domenica, in vista della partita Pescara-Foggia che si disputerà dalle 17,30.

“Non ci sono grandi cambiamenti rispetto a quando disposto di concerto con il Gos e le forze dell'ordine per il precedente campionato – illustra il vice sindaco Antonio Blasioli – salvo il fatto che viene ricompresa nell'area per quel che concerne il solo divieto della sosta anche via della Bonifica e via Silone, come ci ha chiesto la Questura e ai fini del migliore accesso e deflusso delle tifoserie avversarie. Anche qui ci sono distinguo fra partite più o meno a rischio, quello del 27 è un match che richiede la massima attenzione ed è particolare perché cade nell'ultima domenica di agosto e ci preme comunicare i divieti perché alcune aree che vengono utilizzate dai frequentatori della spiaggia per la sosta dovranno essere sgomberate per le 13,30, in quanto alle 14 si chiude e le auto verranno rimosse.
Dunque nessun problema per chi parcheggia all'antistadio fino alle 13, dalle 13,30 in poi però le auto dovranno essere spostate. Sarà come al solito presente la Polizia Municipale per agevolare informazione e deflusso e a supporto delle forze dell'ordine che poi si occuperanno del servizio di sicurezza durante la partita. Tali misure si replicano ad ogni incontro, ma per quelli che hanno un minore potenziale di rischio si sta vedendo di mantenere aperta via Marconi, al fine di alleggerire disagi e rallentamenti che pur ci sono in queste occasioni e con cui la città convive quando sa che c'è la partita. Si giocherà solitamente di sabato e abbiamo già comunicato al GOS di voler tutelare le attività commerciali di Portanuova se non si riscontrano particolari esigenze di ordine pubblico. La stessa richiesta porteremo avanti per la nostra Riserva che ormai da alcuni anni chiude in concomitanza delle partite. Per le partite non a rischio torneremo a chiedere di poterla lasciare alla libera fruizione dell'utenza.
L'invito a tutti è quindi di aiutarci a diffondere l'avviso alla cittadinanza che per la giornata di domenica occorrerà non sostare con le auto nel piazzale antistadio oltre le ore 13”.

Pubblicato in Sport

Chieti. "Sotto il solleone di luglio, il Presidente D’Alfonso promise un finanziamento extra, da lì a breve, per il completamento della Biblioteca “De Meis” di Chieti, fissando cifra (300.000 euro) e data (22 agosto 2017), ma a due giorni dalla scadenza promessa, nulla si è mosso, se non altri 2 incontri con il comitato richiedente e l’ultimo proprio oggi, in ordine di temporale. Forse è la nuova strategia per fare melina ed arrivare al 90° minuto, per la fine mandato e vantarsi di buoni propositi, dei quali, come il Presidente D’Alfonso dovrebbe sapere, è lastricata la strada che porta all’inferno, in questo caso, politico". Questo il commento del consigliere regionale di Forza Italia Mauro Febbo.

"Unico atto concluso, in parte, è il Teatro Marrucino - continua Febbo - dopo innumerevoli e ripetute richieste formali e consigli a mezzo stampa da parte del sottoscritto. Di quella passeggiata estiva del Presidente, ci rimane solo un’altra voce da aggiungere alle numerose “manchevolezze” finanziarie che la Regione Abruzzo deve a Chieti, che non rappresentano economie aggiuntive ma normali finanziamenti dovuti. Tornando a Chieti, lo stesso D’Alfonso promette interventi con un senso di autorità precostituita e non di riscontrata autorevolezza, quindi supportato da documenti legali e finanziari, giuridicamente comprovanti gli impegni presi. Troppi gli impegni presi e non mantenuti, tra i quali voglio ricordare il finanziamento per il dissesto idrogeologico, come quello per Santa Maria Calvona del 2015, le risorse urgenti da stanziare per la ristrutturazione e il recupero della Casa dello Studente di Villa Frigerj e in ultimo, un altro fondamentale stanziamento, quello per il Teatro Marrucino per l’annualità 2017 e i fondi per il bicentenario del 2018, che dovrebbero essere programmati per tempo, visto che, quanto meno, è ancora l’unico Teatro Lirico d'Abruzzo."

Pubblicato in Politica
Venerdì, 25 Agosto 2017 00:00

Varata "La barca del vino"

Ortona. Giovedì 24 agosto, a bordo dell'imbarcazione Flying Fish, è stata sancita la partnership tra Donne del Vino, delegazione Abruzzo, e Flying Fish Scarl, che diventa temporaneamente "La barca del vino". L'intesa è stata concepita con l'obiettivo di valorizzare due settori complementari e rappresentativi dell'economia locale: la filiera vitivinicola, che dall'entroterra collinare abbraccia la costa, ed i comparti dell'ittiturismo e pesca turismo. Oggi l'età media dei pescatori è di circa 65 anni e il settore della piccola pesca rischia di scomparire. Nel fitto calendario di iniziative estive, a prevalenza ricreativa, "La barca del vino" si presenta con la doppia veste di evento improntato sia allo svago sia all'approfondimento delle tematiche legate alla piccola pesca come risorsa della comunità.

"La barca del vino" salperà il sabato 26 agosto dal porto di Ortona e solcherà le onde lungo la Costa dei Trabocchi. I partecipanti potranno degustare finger food a base di pescato locale e pietanze della tradizione marinara, in abbinamento ai vini autoctoni delle produttrici dell'Associazione Le Donne del Vino Abruzzo, per l'occasione delle cantine: Valle Martello, Chiusa Grande, Codice Citra, Cantine Mucci, Stefania Pepe e Di Biase. Dalle 10.00 fino al tramonto, 50 eno-appassionati avranno la possibilità di salire a bordo e scoprire la costa in tre fasce orarie diverse 10.00, 14.00 e 18.00. I posti sono andati subito esauriti.

Per la delegata regionale Jenny Viant Gómez questa iniziativa, destinata a crescere, e ideata in seno alla delegazione Abruzzo dell'Associazione nazionale Le Donne del Vino, rappresenta un punto di inizio per concepire la fruizione del vino e del territorio in un modo diverso. Franco Ricci presidente di Flying Fish Scarl ha fatto notare: "il pescato locale rappresenta solo il 20% dei prodotti ittici in vendita, così rischia di scomparire il settore della piccola pesca". Presenti alla riunione tenutasi a bordo dell'imbarcazione e al largo della Costa dei Trabocchi: Giuseppe Marzano comandante della Capitaneria di Porto di Ortona; in rappresentanza del Comune di Ortona Umberto Di Deo e Valentina Ciampichetti assessore al Turismo e Paola D'Angelo rappresentante legale di Flying Fish. Per Le Donne del Vino: Simona D'Alicarnasso di Codice Citra; Chiara Costantini di Cantine Mucci e l'avvocato Arianna Di Pietro, membro dell'Associazione Giuristi della Vite e del Vino.

Chi sono Le Donne del Vino?

L'associazione nazionale Le Donne del Vino è stata fondata nel 1988 e riunisce 700 socie rappresentative di tutta la filiera vitivinicola: produttrici di vino, ristoratrici, enotecarie, sommelier, giornaliste ed esperte del settore appartenenti a vari ambiti professionali. Ha lo scopo di promuovere la cultura del vino e il ruolo delle donne nel mondo enoico e nella società tutta. In Abruzzo la delegazione è così composta: Jenny Viant Gomez responsabile regionale e giornalista enogastronomica; produttrici Katia Masci-Valle Martello, Valentina Di Camillo-Tenuta I Fauri, Stefania Bosco-Bosco Nestore, Marina Cvetic-Masciarelli, Martina Danelli Mastrangelo-Vini Mastrangelo, Aurelia Elisa Mucci-Cantine Mucci, Emilia Monti-Vini Monti, Marina Contucci Ponno-Orlandi Contucci Ponno, Ersilia Di Biase-Cantina Di Biase, Stefania Pepe-Az.Agricola Stefania Pepe, Caterina Cornacchia-Barone Cornacchia e Isabella Iezzi-Rabottini. Le esponenti di azienda Simona D'Alicarnasso-Citra e Ilaria D'Eusanio-Chiusa Grande. Le ristoratrici Vilma e Nadia Moscardi-Elodia. Le giornaliste Cristina Mosca e Lisa De Leonardis. Le sommelier Graziella Di Berardino, Lucia Cruccolini, Valentina Bianconi e Serena Trolla. L'addetta al marketing estero Anna Glotova e l'avvocato, Giurista della Vite e del Vino, Arianna Di Pietro.

Pubblicato in Economia

Chieti. Lavorando sotto traccia la Magic Chieti completa il suo roster, mettendo a segno un grandissimo colpo di mercato. Dalla Lituania arriva il miglior giocatore della lega RKL, equivalente alla nostro campionato di serie B, l’ala grande Audrius Povilaitis, il quale sarà a Chieti il 1 settembre per mettersi subito a disposizione di coach Memo Patricelli. Il giocatore lituano nelle ultime 4 stagioni ha militato nell’Acmenès, dove si è sempre distinto per l’apporto fornito sia sotto canestro che per le sue buone capacità realizzative.

Enzo Milillo, presidente della Magic Chieti, che ha condotto e portato a termine questa operazione di mercato, non nasconde a riguardo la sua piena soddisfazione: “Volevamo chiudere il roster con un giocatore importante e soprattutto utile a completare al meglio la nostra campagna di rafforzamento. Povilaitis è un giocatore di grande talento e capace di giocare in tutte le posizioni del campo. Un giocatore esperto e che sicuramente saprà essere un punto di riferimento importante per i tanti giovani di belle speranze che intendiamo far crescere. Con questo innesto e con qualche piccolo ritocco finale saremo pronti ad affrontare ad armi pari le nostre avversarie e cosa importantissima a produrre un basket divertente. È nostra intenzione giocare al PalaTricalle e stiamo verificando la fattibilità della cosa. Vogliamo dare continuità alla pallacanestro teatina e permettere agli sportivi chietini di non interrompere la buona abitudine dell’appuntamento domenicale con il basket. Giocheremo appunto di domenica alle ore 18.00 e contiamo di aumentare le presenze di pubblico grazie ad una squadra competitiva e divertente. Vogliamo tanti giovani alle partite e lavoreremo per far crescere ancora di più il nostro movimento. Il talento di Povilaitis, la freschezza e l’entusiasmo dei nostri giovani, ci aiuteranno per coltivare questa ambizione. È falso sostenere che il basket chietino riparta da zero. Negli anni passati abbiamo lavorato duramente e bene, coltivando un settore giovanile che ha raggiunto risultati eccellenti anche livello nazionale. Quest’anno intendiamo far emergere con maggiore chiarezza il nostro stile di lavoro e le nostre ambizioni. Chiedo ai tifosi e agli appassionati del basket di starci vicino e di sostenerci con l’entusiasmo e la passione che hanno sempre manifestato nei confronti di questo sport”.

Audrius Povilaitis:
Data di nascita: 19 novembre 1987
Luogo di nascita: Lituania
Altezza: 197 centimetri
Peso: 96 kg
Posizione:ala grande

Minuti giocati a partita: 35
Media da 2pt: 62.4%
Media da 3 pt: 42.7%
Punti: 17,3
Rimbalzi: 7,5

Pubblicato in Sport
Venerdì, 25 Agosto 2017 00:00

Pescara, sul fiume il primo Palio della Voga

Pescara. Si svolgerà domenica 27 agosto dalle ore 20 il primo Palio della Voga a cura della Società Italiana Salvamento di Pescara e con il patrocinio del Comune di Pescara, dalla Regione Abruzzo e Camera di Commercio. Il Palio si svolgerà sulla parte terminale dei moli, con accesso dal lungofiume sud e area banchina portuale per gli eventi che accompagneranno la competizioni dei bagnini d'Abruzzo.

“E' un modo per chiudere in festa la stagione dei nostri bagnini – dice l'assessore a Turismo e Grandi Eventi Giacomo Cuzzi - Il Primo Trofeo Città di Pescara si svolge nell'ultima domenica d'agosto, ma non chiude gli eventi che riguarderanno il fiume, dove il 2 e 3 settembre si svolgerà la Regata dei Gonfaloni a cui tutti sono invitati ad assistere. Attraverso le attività del Flag della costa di Pescara stiamo riportando alla luce e all'attenzione della città il fiume e il porto, non solo come elemento naturale e infrastruttura, ma come luoghi depositari di tradizioni e memorie. Siamo lieti di ospitare questo palio che si svolgerà in concomitanza con Cervia, città a cui siamo legati da un vincolo di amicizia e fratellanza fra marinerie e di salutare la stagione con le sentinelle della sicurezza dei bagnanti in mare che sono i bagnini. Uno speciale grazie anche alla Società Italiana di Salvamento e anche alla Capitaneria di Porto di Pescara che come al solito ci assicura la consueta collaborazione e sinergia”.

“I nostri 130 bagnini, conclusa la giornata in mare si sfideranno lungo il fiume a suon di remate – così Christian Di Santo, presidente della Società Italiana Salvamento di Pescara - La gara prenderà vita sul fiume dal Ponte del Mare verso la foce, accoglieremo i bagnini di tutto l'Abruzzo, coinvolgendo anche quelli delle Isole Tremiti, Termoli e Campomarino: sarà una gara a cronometro, con fasi eliminatorie che partiranno dalle 19, poi le gare e intorno alle 22,30 le premiazioni. Dopo il bel successo di Papà ti salvo io, questo è un altro modo per far sentire l'energia e l'entusiasmo dei nostri iscritti e dei ragazzi che hanno vegliato sulla sicurezza dei bagnanti delle nostre spiagge, in un'estate che è stata davvero intensa e impegnativa”.

“Non solo gare, ma anche colore, come sempre quando la gente di mare diventa interprete di eventi – conclude il consigliere delegato a Mare e Porto Riccardo Padovano, presidente della Commissione Turismo – Prima e dopo le gare si esibirà anche la banda di Celano che allieterà la serata con una bella esibizione. La competizione è in notturna, il molo sarà illuminato a giorno perché la competizione si svolga in sicurezza e si potrà assistere dalla banchina sud, postazione per cronometristi, giudici e pubblico dalle 20 in poi. Ringraziamo l'Amministrazione per aver dato spazio a questa ulteriore iniziativa che fa da anteprima alla Regata dei Gonfaloni e la Capitaneria di Porto che come sempre ci assiste per la sicurezza e gli accessi ai moli. In bocca al lupo ai nostri bagnini!”.

Pubblicato in Sport

Pescara. “Leggo non senza sconcerto le dichiarazioni delle consigliere del Movimento 5 Stelle in merito ad un mio boicottaggio della loro delibera sull'abolizione del pagamento del canone di occupazione di spazi ed aree pubbliche quali scivoli, rampe e strutture simili necessarie a consentire il superamento delle barriere architettoniche. Mi sconcerta il fatto che si tornino a ventilare ipotesi complottistiche in merito a una situazione su cui nessuno si sognerebbe mai di pensare e tantomeno attuare complotti, considerato l'impegno sia mio personale che dell'Amministrazione su materie che riguardano il sociale, la lotta alle barriere architettoniche di ogni tipo e l'attenzione che tutti abbiamo sempre dimostrato per quanti vivono condizioni di disabilità".
Così in una nota il presidente del Consiglio Comunale di Pescara, Francesco Pagnanelli, che aggiunge: "Vero è, invece, che il parere atteso sulla delibera di cui si tratta, come peraltro ben sanno le agguerrite consigliere, è arrivato il 4 agosto scorso, data in cui con i capigruppo consiliari, Movimento 5 Stelle non escluso, si era stabilito di fermare le sedute del Consiglio fino al 28 agosto: nessuno in quella sede fece rimostranze ed io, così come dissi allora, ribadisco oggi la mia disponibilità piena, infatti la delibera è calendarizzata come richiesto per la prima data utile che è quella del 29 agosto alle ore 16. Da qui non ravvedo dunque, anche sforzandomi molto, le violazioni di neutralità, né le ipotesi di complotti o boicottaggi ventilate ai danni di una delibera il cui contenuto è del tutto condivisibile e della funzionalità di organi essenziali per la vita amministrativa della città.
Evidentemente o il gran caldo ha colpito ancora o la pausa dei lavori dell'Assise deve aver generato nelle consigliere il timore di un debito di visibilità delle cause del Movimento agli occhi dell'opinione pubblica, cause che peraltro hanno sempre trovato spazio sugli scranni e così ha risvegliato in loro la voglia di una polemica che stavolta è davvero gratuita e improponibile e con molta tranquillità la rinvio al mittente, in attesa di riprendere i lavori del Consiglio nelle date stabilite”.

Pubblicato in Politica

Pineto. Anche quest'anno la città di Pineto ha ospitato la finale regionale di Miss Mediterraneo, il concorso abruzzese giunto al suo sedicesimo anno di attività.

Sono state quattrordici le aspiranti miss a scendere in passerella, ieri sera, nella tappa del Gran Caffè de Paris tra un pubblico di oltre mille persone e la strada chiusa per l'occasione. Notevole l'afflusso di turisti, tra i quali molti stranieri.

Una giuria composta da professionisti dello spettacolo e del wellness è stata chiamata per giudicare ogni singola miss con due distinti voti: il primo per l'uscita in abito elegante e il secondo per la passerella in costume bikini. Fuori concorso, invece, la terza uscita in body olimpionico.

La coroncina di reginetta, quindi, è andata a Matilde Sullo, riconosciuta con la fascia di Miss Saquella e premiata da Silvano Grossi.
Matilde è una studentessa in ragioneria, ha 18 anni ed è di Pisa. E' alta un metro e ottanta centimetri, ha gli occhi e i capelli castani e indossa la taglia 42.
Tra i suoi sogni ci sono quello di diventare una fotomodella e realizzarsi presto come hostess di volo.

Sul podio, accando a lei, sono salite Julia Buixuan, 18 anni di origini polacche e residente a Chieti, con la fascia di Miss Futura, e Eleonora Gozzi, 19 anni di Roma, con la fascia di Miss Radio Parsifal.


Classifica e punti di merito anche per Chiara Di Cintio, 14 anni di San Giovanni Teatino eletta Miss Mas, Valentina Nardone, 16 anni di Miglianico Miss Dap Store, e Claudia Urilli, 14 anni di Pescara Miss Willy.

Tutte le partecipanti sono state premiate con una targa ricordo per aver raggiunto la finale regionale 2017.

Pubblicato in Cultura e eventi

Orsogna. Grazie alle donazioni dei cittadini emigrati negli Stati Uniti d'America è stato restaurato l'organo a canne del Convento Francescano "Santissima Annunziata" di Orsogna (Chieti). Realizzato nel 1966 dalla ditta "Vincenzo Mascioni" di Cuvio (Varese) e classificato come "Opera n. 880", è uno strumento a trasmissione elettrica con due tastiere e pedaliera concavo-radiale di 32 pedali, a sistema multiplo e completamente racchiuso in cassa espressiva.
L'organo restaurato sarà inaugurato domani, sabato 26 agosto, alle ore 21, con un concerto del musicista Lorenzo Fragassi su musiche di Bach, Mozart, Mendelssohn, Boëllmann e Widor.
A finanziare il restauro, eseguito dalla ditta Parco Soluzioni di Pescara, sono stati cittadini orsognesi residenti ad Astoria (New York) ed Everett (Massachusetts) in collaborazione con le associazioni "Orsogna Mutual Aid Society" e "New Orsogna" di New York e "Sons of Orsogna" di Everett.
"I lavori di restauro - spiega il rettore del Convento di Orsogna, fra Daniele Di Sipio - hanno compreso lo smontaggio di tutte le canne, la loro pulizia e ripristino delle geometrie e dell'intonazione, la pulizia di tutto lo strumento internamente ed esternamente. E' stato verificato tutto l'impianto elettrico di trasmissione eliminando i difetti e le problematiche che affliggevano lo strumento da tempo. Le canne successivamente sono state rimontate e lo strumento è stato completamente accordato".
Il Convento, che si trova a due chilometri dal paese in località Ritiro, verso contrada Feuduccio, fu fondato nel 1448 su un terreno scelto da San Giovanni da Capestrano. Bombardato durante la Seconda guerra mondiale, fu restaurato nel 1948.
Attualmente è casa di preghiera della Provincia religiosa "San Bonaventura" Abruzzo Lazio dei Frati minori, che ha sostenuto l'intervento di restauro della Chiesa del Convento con nuovi impianti elettrici, termici, punti luce e audio.

Pubblicato in Cronaca

Francavill al Mare. "Il settore lavori pubblici del Comune di Francavilla fornisce dati sulle spese nette sostenute per la demolizione del Palazzo Sirena diversi da quelli pubblicati sul Centro di oggi e a cui io ho fatto riferimento. Il Comune comunica un ribasso d'asta del 69% che preferisco non commentare".
Così in una nota Gianni Melilla Deputato Art.1 Mdp, che aggiunge: "Ne prendo atto. In ogni caso si tratta di una spesa notevole sostenuta dalla finanza pubblica, cioè dai cittadini, per demolire un edificio pubblico regolare e stabile del valore di milioni di euro e anche di grande valore storico e culturale".

Pubblicato in Politica
Pagina 1 di 5

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione