Articoli filtrati per data: Sabato, 26 Agosto 2017
Sabato, 26 Agosto 2017 00:00

Eccellenza, Andrea La Selva al Sambuceto

Sambuceto. Ennesimo colpo di mercato del Sambuceto Calcio in questa calda estate. La dirigenza viola si è infatti assicurata le prestazioni di Andrea La Selva. Classe 1993, La Selva è un duttile giocatore offensivo, che può ricoprire senza alcun problema sia la posizione di esterno d’attacco che di trequartista.
Si tratta di un vero e proprio “colpo” per il mercato dell’Eccellenza dato che La Selva, a dispetto della giovane età, ha già calcato palcoscenici importanti. Il suo curriculum è infatti un biglietto da visita che non lascia dubbi sulla grande affidabilità e sul potenziale del giocatore. Nella stagione 2010-11 si fa conoscere come il miglior fuoriquota della stagione in quel di Francavilla, trascinando la squadra adriatica ai playoff nazionali. Le sue ottime prestazioni in campo non passano “inosservate” agli occhi del Chievo Verona, squadra che ne acquista le prestazioni, e con la quale il giovanissimo La Selva gioca il campionato primavera nella stagione successiva.
Nel 2012 il “ritorno” in Abruzzo, e più precisamente a Chieti, nel campionato di Serie C2. Con i neroverdi teatini il calciatore gioca due stagioni sempre tra i professionisti, prima del ritorno a Francavilla, ancora una volta da protagonista, nel campionato di Eccellenza (stagione culminata con la finale playoff persa con il Paterno).
L’anno successivo (stagione 2015-16), La Selva veste il nerazzurro della RC Angolana in una campionato terminato a un passo dai playoff. Lo scorso anno, infine, dopo la prima parte di stagione a Paterno, il passaggio nel mercato dicembrino al Pomezia (Eccellenza laziale), con una stagione da 11 gol complessivi. E da oggi Andrea La Selva andrà ad arricchire ulteriormente il reparto offensivo dei viola di Sambuceto, con mister Tatomir che avrà quindi a disposizione un nuovo elemento eclettico sul quale poter contare nel difficile campionato di Eccellenza 2016-17 ormai alle porte.

Pubblicato in Sport

Pescara. “Continua come annunciato l'azione preventiva e repressiva della nostra Polizia Municipale contro il degrado cittadino – riferisce il sindaco Marco Alessandrini - Il comandante Carlo Maggitti ci riferisce i dati relativi all'azione delle pattuglie nei luoghi di pregio (piazza della rinascita/corso Umberto/via Cesare Battisti) nella giornata di ieri che si è chiusa con 9 multe a prostitute, continuando così l'azione di contrasto avviata; 1 per la detenzione di un cane senza guinzaglio a piazza sacro Cuore e 37 verbali per violazioni del codice della strada per sosta su marciapiede, attraversamento pedonale, divieto di fermata, occupazione di stalli di disabili e scivoli nella zona della riviera, su via Muzii, via Regina Elena e dintorni.
Nei giorni scorsi si è agito anche per biciclette in transito sui marciapiedi provenienti sia da lungomare Matteotti che dalla riviera nord, 9 in tutto le multe, a cui si sono aggiunti 8 verbali anche per soste in doppia fila e occupazione della pista ciclabile tra via Regina Margherita , via Fabrizi e via Venezia. Il controllo può molto per la prevenzione, ma continuiamo sempre a contare sulla collaborazione dei cittadini, perché le regole vengano rispettate e perché le sanzioni siano limitate”.

“Vogliamo continuare la strada iniziata sul fronte del monitoraggio del territorio a cui la Polizia Municipale quotidianamente si applica – dice il neo assessore alla Polizia Municipale Gianni Teodoro – Una strada che continuerà con la presenza delle pattuglie sia in centro che in periferia per confermare l'attenzione dell'Amministrazione all'ordine pubblico e continuare la lotta al degrado che giorno e notte impegna i nostri agenti, con i quali mi relazionerò nei prossimi giorni per fare il punto sul lavoro che ci aspetta e stilare una lista delle priorità di azione”.

Pubblicato in Cronaca

Petrella. Patrocinato dal Comune di Petrella Tifernina, dalla Diocesi Campobasso-Bojano, dalla Parrocchia San Giorgio Martire e dalla comunità Nuovi Orizzonti di Chiara Amirante, da un'idea di Don Donato Colacicco viceparroco di Petrella e ampiamente sorretta da don Domenico Di Franco parroco, sulla scia del Festival dei Giovani di Medjugorje, Riccione e Gallipoli, il festival “Gioia Piena” iniziato giovedì scorso (24 agosto), si concluderà domenica 27 agosto. A presiedere le conclusioni l’arcivescovo di Campobasso – Bojano che con una Celebrazione Eucaristica nella piazza principale di Petrella Tifernina, in provincia di Campobasso, darà slancio e nuovi impulsi per il cammino dei giovani verso l’incontro sinodale del 2018 indetto da papa Francesco.
Domenica 27 agosto 2017, alle ore 10:00, in piazza Umberto I, come da programma, canti e testimonianze mentre alle ore 11:30 Celebrazione Eucaristica presieduta dall’arcivescovo Mons. GinaCarlo Bregantini. La giornata si concluderà alle ore 21.00, con lo spettacolo “The Best Way” con la partecipazione di Lorenzo Belluscio e i partecipanti ai workshop.
Singolare è il contest del festival inserito nel cammino sinodale diocesano iniziato lo scorso anno sul tema della Gioia e che terminerà nel 2019. Momenti di preghiera, rosario collettivo, workshop e celebrazioni attraverso linguaggi multiattivi dove l’arte, con la sua bellezza e capacità di trasmettere emozioni e valori, è il fulcro del Festival. Intorno al linguaggio mediale, della musica, della danza, del giornalismo, i giovani possono vivere esperienze di Fede e di cultura per sviluppare la dimensione della solidarietà, dell’ intercultura, integrazione, accoglienza e condivisione. Un festival dove i giovani sono protagonisti di loro stessi, un festival in un borgo –Petrella - dove forte è il respiro dell’arte romanica (Chiesa di san Giorgio Martire e Patrono) , e della cristianità. Un festival a diffusione Nazionale che ha richiamato l’attenzione di giovani provenienti da diverse regioni d’Italia ed esperienze di fede.
Tra gli ospiti l'attrice Sarah Maestri, il giornalista Paolo De Chiara e la cantante che duetta con Andre Bocelli, Ilaria Della Bidia, in collegamento da New York; tra i docenti dei workshop Roberto Milone, giornalista ed ex vicedirettore di Rai2; tra i presentatori Anabella Blanco Costa, modella e conduttrice di programmi Sky e Rai, blogger e stylist molto seguita.
Ogni giorno si alternano sul palco canti, messe rock, balli, interventi culturali, testimonianze di conversione, adorazione eucaristica, collegamenti in diretta con due centri della comunità di Nuovi Orizzonti, quello di Medjugorje e quello del Brasile, da cui farà la sua testimonianza anche Don Roberto Dichiera, giovane prete spesso presente sul piccolo schermo.
Per il festival anche un inno ufficiale dell'evento, "Con me ci sei tu", scritto, musicato e cantato da Roberto Di Monaco con Diletta Camposarcone, due giovani di Petrella Tfernina.
Vista l’impronta social data alla comunicazione del festival, è stata rivolta un’attenzione particolare Attraverso l’allestimento di una postazione di lavoro con collegamento internet, al fine di consentire le condivisioni di contenuti in tempo reale,
sempre alla stampa sono riservati l'accesso ai workshop e le postazioni in prima linea, per servizi, interviste, foto e video.

Pubblicato in Cultura e eventi

Chieti. Il Chieti Calcio Femminile riparte: nuova stagione alle porte, ma soprattutto inizia un nuovo ciclo per le neroverdi che affronteranno il Campionato di Serie B, dopo la sfortunata annata che è culminata con la retrocessione dalla A.
Si parla dunque di ripartenza e ci si lascia alle spalle un lungo periodo ricco di grandi soddisfazioni che ha regalato importanti successi (l’apice con la storica promozione in A ottenute due stagioni fa).
Tanto entusiasmo nell’ambiente che guarda con fiducia al futuro, una squadra in evoluzione, un ritiro che si chiuderà domenica 27 agosto, gli allenamenti alle porte la prossima settimana a Sambuceto … un “work in progress” pieno di lavoro con la consapevolezza di essere sulla buona strada per tornare presto in alto.
Tanti volti nuovi e alcune certezze: questo è il Chieti Calcio Femminile 2017/2018.

Ne abbiamo parlato con Mister Di Camillo che ha fatto il punto della situazione su questo momento di ripartenza che sta vivendo la squadra.

“Parte un nuovo ciclo del Chieti Calcio Femminile - esordisce il Mister - è un nuovo inizio. Abbiamo chiuso un lungo periodo che ci ha dato delle grosse soddisfazioni, l’anno scoro è stato negativo vista la retrocessione dalla Serie A alla B, ma è normale che un campionato nuovo per noi affrontato con un pizzico di inesperienza possa aver portato a delusioni e a dover ripartire da capo. Ora si guarda oltre, il passato è il passato: andiamo verso un nuovo corso sperando che ci porti le soddisfazioni già avute negli scorsi anni”.

Tante le novità sia nella rosa che in società.

“La squadra riparte da zero - sottolinea ancora il mister - e la stiamo allestendo in corsa nel senso che abbiamo voluto dare una certezza per il futuro al Chieti Calcio Femminile e per farlo si è dovuto pensare prima ad altre problematiche che erano di primaria importanza. Ad esempio quest’anno, a differenza dello scorso, abbiamo certezze a livello di campi: ci alleneremo tutti i giorni a Sambuceto, giocheremo allo Stadio Angelini di Chieti.
Abbiamo dato un volto nuovo alla struttura societaria inserendo alcune persone che già collaboravano con noi dall’esterno, ma ora sono venute a darci un’ulteriore mano e fanno parte ancora di più del nostro progetto. Abbiamo agito nei tempi previsti per questi aspetti, con l’allestimento della squadra siamo sicuramente partiti in ritardo, ma soprattutto ci troviamo di fronte ad un rinnovamento totale: oltre a due o tre ragazzine che avevamo già in organico l’anno scorso e abbiamo confermate e a due o tre giocatrici esperte locali che sono rimaste con noi, stiamo ricostruendo la rosa. La nostra preparazione precampionato è iniziata con 14 ragazze e già questo deve indurre a pensare che dobbiamo integrare il parco giocatrici con almeno altre tre ragazze per diventare una squadra non dico altamente competitiva, ma almeno per fare un ottimo campionato”.

I tifosi si chiedono quali siano le ambizioni della squadra neroverde e anche a questo proposito Mister Di Camillo è molto chiaro:

“Non ci poniamo obiettivi per questa nuova stagione al momento: siamo in una fase di allestimento e costruzione. Cercheremo di lavorare in modo sereno e tranquillo come è successo negli anni durante i quali abbiamo raggiunto traguardi prestigiosi. Spero che anche in questa stagione alle porte riusciamo a riprendere il filo del discorso per ripartire al meglio e centrare i primi tre posti in modo da poter partecipare al Campionato di A2 l’anno prossimo per poi tentare la scalata alla Serie A. Ci saranno molte difficoltà e ci vorrà molta pazienza, ma quella a me non manca”.

Mister Di Camillo è chiaro anche sulle scelte che hanno portato ad un quasi totale rinnovamento della rosa:

“Alcune ragazze giovani sono state integrate in Prima Squadra: a loro sarà data la possibilità di mettersi in mostra. Sono stati riconfermati i due portieri dello scorso anno, Falcocchia e Guarracino, che avevano già fatto qualche apparizione in Prima Squadra anche in Serie A. È stata promossa Coscia che ha delle buone qualità ed arriva dalla Primavera. Di esperienza c’è Ferrazza, difensore centrale che arriva dalla Roma, ultimamente è stato perfezionato l’acquisto di Vukcevic che per noi è un ritorno visto che due anni fa ha partecipato alla vittoria del campionato. Ci sono state le conferme di Giada e Giulia Di Camillo e di Benedetti. C’è anche Pica che lo scorso anno ha avuto poco spazio in Prima Squadra, ma ne avrà molto per mettersi in mostra e anche da lei ci aspettiamo molto. Dobbiamo però, come detto, integrare altre tre ragazze per cominciare ad essere una squadra quadrata, il resto lo farà il lavoro e quanto metteremo in campo”.

Questi invece i piani a breve termine della squadra:

“Siamo in ritiro fino a domenica 27 a Caramanico, poi ci trasferiremo a Sambuceto per iniziare da martedì gli allenamenti. Il 3 settembre avremo il Pescara in casa in Coppa Italia, poi la domenica successiva andremo a Castelnuovo. In questo triangolare la prima classificata passerà il turno. Il campionato comincerà invece il primo ottobre. La Coppa Italia deve essere una sorta di preparazione al campionato, in particolare in questo momento nel quale parecchie ragazze nuove devono integrarsi: dobbiamo amalgamarci e, calcolando che, dopo la Coppa Italia, ci saranno due domeniche nelle quali non si giocherà, avremo dunque venti giorni per preparare al meglio la prima di campionato.

Mister Di Camillo non nasconde le difficoltà di una squadra ancora in costruzione, ma allo stesso tempo è contento del rinnovato entusiasmo che si respira nell’ambiente:

“C’è bisogno di tempo: dobbiamo cercare di concludere il prima possibile il mercato per ciò che le nostre risorse ci possono garantire. Non è semplice trovare questi tre innesti che ci servono: a volte ci sono problematiche condizioni esterne che non permettono di farlo. Il mercato è sempre quello di una squadra che è retrocessa: l’anno scorso magari affrontammo l’estate con l’entusiasmo alle stelle e riuscimmo a mettere insieme una buona squadra, adesso ci sono maggiori difficoltà e dunque dovremo essere noi bravi a cercare di mettere altre giocatrici in rosa e dimostrare sul campo che Chieti è ancora una piazza che può ambire a nuovi grandi risultati. C’è tanto entusiasmo in tutti noi e nelle ragazze: abbiamo volti nuovi, come è giusto che sia. Ho lasciato libertà di fare scelte a tutti: chi è rimasto vuol dire che è attaccato ai colori sociali ed ora completeremo l’organico con ragazze che hanno voglia di sposare la causa Chieti Calcio Femminile”.

Pubblicato in Sport

Pescara. "Via Misticoni verrà collaudata nella settimana del 4 settembre. E' un'arteria importante che si aggiunge alle direttrici nord-sud che sono via D’Annunzio e via Marconi, formando tre grandi arterie e questa è quella che più di tutte corre verso un’altra grande infrastruttura che è il Ponte Flaiano, una simbiosi a beneficio della città. Per questo riceviamo tante richieste sulla data della riapertura a cui mi sento di rispondere con la precisione dei tempi".
Così in una nota il vicesindaco di Pescara e assessore ai Lavori Pubblici, Antonio Blasioli, che aggiunge: "Il collaudatore esterno al Comune effettuerà nella prima settimana di settembre la visita di collaudo e poi procederà a redigere il verbale relativo che verrà consegnato per il secondo tratto alla ditta Porta Nuova 2000 con cui, come è noto, è stato firmato un accordo transattivo.
Subito dopo potremo procedere alla riapertura alla città. Nel frattempo ci sono ancora alcune opere da realizzare per evitare un pericoloso incrocio di flussi di auto tra il versante sud di via Misticoni e via San Francesco.
L’opera va infatti definita con il completamento della banchina di mezzeria già presente su via San Francesco in modo che la banchina esistente verso il tribunale si prolunghi fino al punto in cui sfocia la nuova via Misticoni.
E' una strada necessaria per evitare l'incrocio dei flussi di traffico che provengono da nord e percorrono via Misticoni e vogliono recarsi in via Gabriele D'Annunzio. Ciò sarà consentito solo dopo aver preso la rotatoria presente dinanzi al Tribunale, tornando indietro verso via Gabriele D'Annunzio.
Nel prospetto grafico inoltre si trova il prolungamento della pista ciclabile ed un passaggio pedonale in sicurezza proprio su via San Francesco,. Di questi solo il passaggio pedonale verrà eseguito ora e i lavori dovrebbero iniziare la prossima settimana.
Viceversa proprio per consentire un alleggerimento di via Gabriele D'Annunzio, per chi percorre via Misticoni sarà possibile svoltare su via Degli Equi verso via D'Annunzio.
Completato collaudo e questa miglioria che consente la fluidificazione del traffico veicolare e la salvaguardia di pedoni e biciclette, Comune di Pescara che ha realizzato il primo lotto e Porta Nuova 2000 che ha realizzato il secondo procederanno alla inaugurazione della nuova arteria stradale”.

Pubblicato in Cronaca

L'Aquila. “E’ profondo dolore per l’UDC Abruzzo. L’improvvisa e prematura scomparsa di Danilo Cavaliere ci ha sconvolti”. E’ il commento di Enrico Di Giuseppantonio, Segretario regionale dell’UDC e Sindaco di Fossacesia, alla notizia della morte del giovane amministratore comunale di Palombaro e segretario regionale dell'Aiccre( associazione italiana per il Consiglio dei Comuni e delle Regioni d'Europa). “Danilo aveva militato da giovanissimo nel nostro partito. Appassionato di politica, era pieno di idee e ricco di umanità e passione civile. Un ragazzo che interpretava il suo impegno pubblico come "la più alta forma di carità cristiana". Danilo, si è sempre distinto per la sua autenticità, per la sua generosità. Insieme abbiamo vissuto nell'area dei cattolici democratici e liberali, ideali che lo hanno contraddistinto nelle sue azioni di Consigliere Comunale del suo paese, dove ha dimostrato un amore non comune per la sua terra. Una persona così giovane e brillante aveva tanti progetti, obiettivi e sogni da realizzare. L’UDC esprime il suo cordoglio alla famiglia di Danilo e in questo momento di smarrimento è vicina all’intera comunità di Palombaro”.

Pubblicato in Cronaca

Chieti. Se ne stava tranquillamente davanti al bar a chiacchierare con gli amici D.M., il 22enne incensurato chietino arrestato ieri pomeriggio dal Nucleo Operativo e Radiomobile dei Carabinieri di Chieti. Il giovane alle prime armi, probabilmente a causa dell’inesperienza, non si aspettava di essere controllato. Infatti quando ha visto i militari ha sperimentato un maldestro tentativo di nascondersi all’interno del Bar della Trinità mettendosi gli occhiali da sole. Non è riuscito ad ingannare i militari che, invece, l’hanno sottoposto a controllo e trovato in possesso di 5 grammi di marijuana pronta da spacciare.
Dinanzi all’evidenza non ha nemmeno tentato una reazione, ammettendo immediatamente di averne altra in macchina, probabilmente nella speranza che i Carabinieri si ritenessero soddisfatti e si sarebbero fermati lì. Invece, una volta rinvenuti altri 50 grammi all’interno del veicolo, i Carabinieri hanno informato il giovane che avrebbero effettuato anche la perquisizione domiciliare, dove, infatti, hanno rinvenuto il “grosso” della partita, denaro e strumenti per il confezionamento in dosi. Il gioco delle “scatole cinesi” è finito con 1250 grammi di marijuana sequestrata, € 1.600 in contanti, frutto delle vendite sino a quel momento effettuate e un bilancino di precisione.
Il giovane è stato quindi posto agli arresti domiciliari su disposizione del Sost. Proc. della Repubblica presso il Tribunale di Chieti, Dott. Giuseppe Falasca, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Pubblicato in Cronaca

Chieti. “Ho letto le dichiarazioni rilasciata da tale Andrea Iezzi, segretario cittadino di Giustizia Sociale, il quale, nonostante temperature più gradevoli rispetto a qualche settimana or sono, manifesta ancora evidenti segni di insolazione politicamente parlando”. E’ quanto dichiara l’Assessore all’Ambiente e alla Raccolta Differenziata, Alessandro Bevilacqua.

«Come spiegare, altrimenti, la rappresentazione da bolgia infernale che emerge dalla nota di Iezzi per descrivere le condizioni della città – aggiunge l’Assessore Bevilacqua - .Una città dove tutti i quartieri sarebbero sepolti dall’immondizia abbandonata ovunque, con l’erba che ricopre interamente un territorio comunale ormai abitato da colonie di topi. Il tutto sotto una cappa maleodorante!!!

In buona sostanza, tutto questo sforzo dialettico da parte del segretario cittadino di Giustizia Sociale ha il solo scopo di arrivare a chiedere le dimissioni del sottoscritto. Ad ogni buon conto, la verità è che Andrea Iezzi, nel solco della più consolidata tradizione del movimento che rappresenta, pur di intercettare uno scampolo di visibilità estiva, preferisce scrivere, magari sotto dettatura, cose palesemente non rispondenti al vero in mancanza di argomenti seri e concreti con cui attaccare l’Amministrazione Comunale.

Il territorio di Chieti, nonostante sia molto ampio e articolato – prosegue l’Assessore - è costantemente monitorato da ne e dal personale del mio settore come pure dai tecnici della ditta incaricata della raccolta differenziata e ciò al fine di garantire ogni giorno la salute pubblica e il decoro urbano.

Infatti, tutti i giorni incontro tanti nostri concittadini per ascoltare le loro necessità e fornire risposte tempestive nel rispetto delle norme e della programmazione dei lavori per garantire ad ognuno pari diritti e dignità.

Inoltre, come ogni anno, anche questa estate gli interventi di pulizia della città si sono susseguiti in modo sistematico e preciso, specie nelle zone più esterne senza, peraltro, tralasciare le zone centrali. Aggiungo che quotidianamente – conclude l’Assessore - siamo costretti ad intervenire per bonificare nuove discariche abusive che appaiono come funghi in città e questo a causa della inciviltà di taluni soggetti i quali, oltre a danneggiare il decoro di Chieti, costringono le casse comunali a continui esborsi».

Pubblicato in Politica

Lentella. È tutto pronto a Lentella per la finale nazionale del Prodotto Topico a Lentella in programma questa sera a partire dalle 19. Sono sessanta i prodotti tipici (proveniente da cinquanta Comuni italiani) che saranno presentati e degustati. Alla fine della serata, la giuria assegnerà i titoli di: Prodotto topico italiano per la categoria primi piatti, Prodotto topico italiano per la categoria secondi piatti, Prodotto topico italiano per la categoria dolci e Prodotto topico italiano per la categoria prodotti.

"Siamo pronti – afferma il sindaco di Lentella, Carlo Moro, illustrando la manifestazione – I parcheggi sono in località Pianezza, dove abbiamo allestito e transennato una grande area. Gli ospiti troveranno spazio lì per poi scendere in piazza del Mercato dove il percorso avrà il suo inizio con i primi piatti. Sulla circonvallazione Palmiro Togliatti, poi, ci saranno i secondi, per finire in piazza e corso Garibaldi con i dolci. Alle 23 dal palco in piazza saranno proclamati i vincitori".

Un successo crescente nel corso degli anni confermato anche nelle recenti tappe regionali di Casalbordino e Agnone. Anche per stasera è atteso il tutto esaurito: "È una manifestazione che richiamerà tante persone – continua Moro – sono sicuro che i nostri concittadini saranno comprensivi per qualche eventuale piccolo disagio alla circolazione. Un ringraziamento di cuore va a tutti gli amministratori, dai consiglieri ai componenti della giunta, che si stanno impegnando e che stasera saranno operativi così come le associazioni di volontariato. Tutti stanno lavorando in maniera esemplare".

Infine, la soddisfazione per riuscire a ospitare un evento simile nel proprio piccolo comune: "È un appuntamento che ci inorgoglisce perché una manifestazione di questa portata non si ripete così spesso. È una prova anche per noi stessi. Speriamo di fare bella figura e riservare agli ospiti un’accoglienza come da nostra tradizione".

Le venti specialità finaliste:
Molise (la cui finale si è svolta ad Agnone giovedì scorso): polenta con salsiccia di Mafalda, raviolo scapolese di Scapoli e farro di Fossalto (categoria Primi piatti); pezzata di Capracotta, baccalà fritto di Jelsi e spiedoni di ventricina di Tavenna (categoria Secondi piatti); cipp’liate di Trivento, dolci nuziali di Montenero di Bisaccia e treccia di Sant’ Elia a Pianisi (categoria Dolci);formaggi di Agnone dell’azienda “La Montagna” (categoria Prodotti).
Abruzzo (la cui finale si è svolta a Casalbordino il 22 luglio scorso):
raviolo alla ventricina di Scerni, li ndurcilluni di Pollutri e i cavatelli alla pescatrice della Costa dei trabocchi (categoria Primi piatti); stracotto di maiale al peperone dolce di Altino, lumache di Casacanditella e polpette di capra di Atessa (categoria Secondi piatti); amaretto di Corfinio, totare di Casoli e sfogliatelle di Villalfonsina (categoria Dolci); caciocavallo impiccato di Alfedena e formaggio fritto di Teramo (categoria Prodotti).
Calabria: suino nero di Calabria (categoria Prodotti).
Sardegna: pecorino sardo (categoria Prodotti).

Pubblicato in Cultura e eventi

Castelbasso. Castelbasso 2017 propone altre due settimane di esposizione nell’antico borgo teramano. Il fulcro della manifestazione, allestita dalla Fondazione Malvina Menegaz presieduta da Osvaldo Menegaz, è, come sempre, l’arte, con mostre di livello internazionale.
Quest’edizione è stata arricchita da due importanti appuntamenti musicali con Toquinho e Simona Molinari, che il pubblico ha apprezzato oltre ogni più rosea previsione, dagli incontri con i protagonisti della politica della Prima Repubblica (Achille Occhetto e Paolo Cirino Pomicino) curati dal giornalista Simone Gambacorta e con valenti scrittori (Franco Arminio e Vito Teti) ideata e organizzata da Renato Minore. Non è mancata la musica classica, con l’Hermione ensemble, né una eccezionale serata dedicata alla Panarda, l’antica tradizione culinaria abruzzese, una cena pantagruelica con 40 portate. Gran finale, nella sezione Performance, a cura di Pietro Gaglianò, Marco Raparelli e Giuseppe Stampone con Running the fields make some noise, una mostra evento della durata di una serata.
Tutti gli appuntamenti sono stati seguitissimi.
Ma a Castelbasso si realizza la sintesi di una visione e di un’idea di territorio, un format affermato teso al dialogo tra differenti ambiti culturali che coinvolge protagonisti dell’arte contemporanea nazionale e internazionale, e che sono il fulcro di un programma di appuntamenti che comprende letteratura, musica, incontri e laboratori didattici.
Mario Sironi e le arti povere – Assenso e dissenso (a cura di Andrea Bruciati) è il titolo dell’esposizione che sarà aperta fino al 3 settembre a palazzo De Sanctis. L’esposizione vuole raccontare una continuità dialettica fra i due periodi storici diversi, secondo una prospettiva concettuale eterodossa che fa propria anche la similarità di alcuni mezzi espressivi (disegni, collage, fotografie per una riduzione minima del linguaggio). Artisti selezionati: Giovanni Anselmo, Alighiero Boetti, Pier Paolo Calzolari, Mario Ceroli, Luciano Fabro, Jannis Kounellis, Paolo Icaro, Fabio Mauri, Mario Merz, Marisa Merz, Giulio Paolini, Pino Pascali, Gianni Piacentino, Michelangelo Pistoletto, Emilio Prini, Gian Emilio Sansonetti, Gilberto Zorio.
A palazzo Clemente, invece, nello stesso periodo si possono ammirare spazi dedicati ad artisti come Carla Accardi, Franco Angeli, Manfredi Beninati, Bizhan Bassiri, Luigi Boille, Thomas Braida, Mario Ceroli, Claudio Cintoli, Antonio Corpora, Patrizio Di Massimo, Tano Festa, Luca Francesconi, Giulio Frigo, Marco Gastini, Sophie Ko, Renato Mambor, Gian Marco Montesano, Marco Neri, Nunzio, Mimmo Paladino, Paolo Pretolani, Vettor Pisani, Oscar Contreras Rojas, Mimmo Rotella, Arcangelo Sassolino, Ettore Spalletti, Giuseppe Stampone, Giulio Turcato e Vedovamazzei.
Proseguono anche i due laboratori didattici per bambini da 5 a 11 anni: Servizi educativi a cura di Marina De Carolis e Lisa Falone) Stacca, strappa, attacca!, tutti i martedì dal 25 luglio al 29 agosto alle 18 è prevista una visita animata che aiuteranno i più piccoli a scoprire l’arte, nelle sale di Palazzo Clemente; e Interferenze luminose, tutti i mercoledì dal 26 luglio al 30 agosto alle 18.
Con il patrocinio e il contributo di Mibact (Ministero dei Beni e delle attività culturali e del turismo), Regione Abruzzo, Provincia di Teramo, Comune di Castellalto, Consorzio dei Comuni B.i.m., Camera di commercio di Teramo, Fondazione Tercas, Gruppo Falone, Lea & Flò.

ARTE

MARIO SIRONI E LE ARTI POVERE: ASSENSO E DISSENSO
a cura di Andrea Bruciati
Palazzo De Sanctis, orari: martedì - domenica, 19-24
Catalogo Silvana editoriale

FONDAZIONE MALVINA MENEGAZ PER LE ARTI E LE CULTURE
STORIE E OPERE
Palazzo Clemente, orari: martedì - domenica, 19-24
STACCA, STRAPPA, ATTACCA!
Laboratorio didattico per bambini da 5 a 11 anni
Tutti i martedì dal 25 luglio al 29 agosto alle 18 a Palazzo Clemente
INTERFERENZE LUMINOSE
Laboratorio didattico per bambini da 5 a 11 anni
Tutti i mercoledì dal 26 luglio al 30 agosto alle 18 a Palazzo De Sanctis

INFO
Palazzo Clemente e Palazzo De Sanctis, Borgo Medievale di Castelbasso
Orari: martedì - domenica, 19-24 (aperto lunedì 14 agosto)
Ingresso (valido per entrambe le mostre): 8€, ridotto 6€, gratuito per i bambini fino a 6 anni
tel. 0861.508000 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. – www.fondazionemenegaz.it

Pubblicato in Cultura e eventi
Pagina 1 di 2

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione