Articoli filtrati per data: Martedì, 13 Febbraio 2018

Francavilla al Mare. Si è conclusa con la sfilata di questo pomeriggio, la terza della serie, la 63° edizione del Carnevale d’Abruzzo che, come ogni anno, ha animato le strade del centro di Francavilla snodandosi in tre giornate.
Rispetto alle prime due sfilate (4 e 11 febbraio) c’è stato un calo di presenze dovuto probabilmente al giorno feriale e alla situazione metereologica incerta (freddo e nubi). Non è mancato comunque il divertimento con i carri allegorici che hanno percorso il solito itinerario tra lo spiazzale della Stazione e piazza Sirena davanti ad un pubblico composto prevalentemente da bambini e famiglie.
Questo è il bilancio tracciato dal presidente dell’associazione Carnevale, Nicola De Francesco: “Abbiamo avuto le prime due giornate bellissime con temperature alte ed abbiamo avuto un buon afflusso di spettatori. Oggi purtroppo abbiamo avuto una giornata fredda e nuvolosa e non c’è stato un grande pubblico. Comunque ci possiamo dire soddisfatti perché nell’arco delle tre giornate abbiamo avuto modo di far ammirare i nostri prodotti, i nostri carri, le nostre scuole i danza che si sono esibite lungo viale Nettuno e piazza Sirena, quindi direi che è andata abbastanza bene. Speriamo che questa manifestazione si possa portare avanti anche quest’estate sperando che i tempi siano più caldi. I carri sono molto belli, ben realizzati, molto raffinati anche nella costruzione: tre carri erano dedicati ai carri vincitori, sono stati vincitori ‘Il Carrozzone’, secondo è arrivato ‘Amore e solo amore’ e terzo ‘Italiani sulla luna’. Fuori concorso l’ultimo carro, quello della satira locale dedicata al nostro amatissimo sindaco Luciani e al suo alter ego Vittorio Sgarbi, che ha suscitato molti consensi, è stato molto applaudito ed è stato molto bello anche nella sua organizzazione. Anche i gruppi di danza non sono stati da meno, quest’anno abbiamo avuto due scuole di Chieti, una di Pescara ed una di Francavilla ed una scuola di percussionisti di Pescara. si sono distinti in maniera impeccabile, sono andati bene, hanno animato e coreografato i vari carri, quindi siamo contenti anche di questa fattiva collaborazione con queste scuole e mi auguro che siano ancora più fattive negli anni a venire”.

Pubblicato in Cultura e eventi

Ortona. Lo scorso 6 febbraio il Dipartimento opere pubbliche, governo del territorio e politiche ambientali della Regione Abruzzo ha firmato la determinazione con cui si autorizza i lavori di escavazione e approfondimento dei fondali del bacino portuale di Ortona. L’atto amministrativo chiude con esito positivo un lungo percorso di verifiche e di autorizzazioni avviato dal Comune di Ortona sul progetto definitivo relativo alle operazioni di dragaggio del bacino portuale e sullo smaltimento dei relativi sedimenti marini. In particolare gli uffici regionali, dopo le ultime due conferenze di servizi del 22 dicembre 2017 e del 10 gennaio scorso, hanno preso atto della validità sia sotto il profilo tecnico che sotto quello ambientale dell’intervento che interesserà in gran parte sabbie di classe A1 e A2, utili per il ripascimento del tratto costiero a nord del comune di Ortona mentre una parte di sabbie sempre di classe A2 con pelite maggiore del 30%, sarà smaltito con immersione in mare nel sito denominato ABR01D, individuato dal Ministero nel 2011 per il dragaggio del posto di Pescara, ubicato al largo della costa teramana e comunque a distanza di sicurezza dal sito Sic Torre del Cerrano. In particolare poi, sulla questione amministrativa gli uffici regionali hanno chiarito gli aspetti procedurali del progetto in seno al CCR-VIA e, più in particolare, quelli connessi alla procedura di V.InC.A, ribadendo che il CCR-VIA non ha ritenuto necessario che il Comune di Ortona avviasse ai sensi del D.P.R. n357/97 la procedura V.InC.A per il progetto, ribadendo che secondo la normativa «l’autorità competente regionale conclude la procedura di V.InC.A. contestualmente a quella di VA o VIA».

L’autorizzazione infine, contiene una serie di prescrizioni tra le quali quella proposta dal Comune di Ortona di costituire un gruppo di lavoro per una verifica più dettagliata del piano di monitoraggio dei lavori di dragaggio e smaltimento dei sedimenti marini. Del gruppo faranno parte rappresentanti del Comune di Ortona, dell’area marina protetta Torre del Cerrano, dell’Arta, del Servizio Opere Marittime, Valutazioni Ambientali e Gestione Rifiuti regionali e sarà garantita la massima pubblicità alle informazioni ambientali.

«Con questa autorizzazione – dichiara il sindaco Leo Castiglione – possiamo finalmente firmare il contratto e avviare i lavori. Abbiamo garantito nel corso del procedimento tutte le tutele ambientali e abbiamo prodotto studi e approfondimenti di qualificati enti esterni al procedimento che sono stati sottoposti al vaglio degli uffici competenti. Inoltre abbiamo proposto il gruppo di monitoraggio che seguirà tutte le fasi del dragaggio che ribadisco è un’opera fondamentale per lo sviluppo del territorio e dell’intera regione, di cui noi siamo l’ente appaltante. Non consentiremo che su quest’opera attesa ormai da troppi anni, finanziata con fondi europei, e sul futuro della città di Ortona si possano scatenare rivalse politiche da qualsiasi schieramento, accese dalla campagna elettorale per le imminenti.

Pubblicato in Cronaca
Martedì, 13 Febbraio 2018 00:00

Pescara, potature: continuano i lavori

Pescara. “Procedono le potature degli alberi cittadini affidate ad una ditta esterna. Dopo aver terminato i lavori in via Parco Nazionale, viale Pindaro e via Coppa Zuccari e, stamane, anche in via Aterno, si passa ora a piazza dello Spirito Santo dove verranno potati i 31 tigli.  A seguire si poteranno anche i 10 tigli di via Paolini e le 56 tamerici che si trovano sul Lungomare Matteotti, come i 21 pini di via Gioberti per concludere questa ulteriore sessione di lavori in via Trilussa sui 18 tigli che richiedono l’intervento”. Lo dice in una nota il vicesindaco e assessore al Verde Antonio Blasioli.

Pubblicato in Cronaca

Ortona. “Ho avanzato, tramite lettera ufficiale, richiesta formale al Dirigente del Servizio Opere Marittime e Acque Marine della Regione, dott. Franco Gerardini, al Ministero dell’ Ambiente e all’Autorità Portuale di Ancona per far luce e chiarezza sui lavori per l’approfondimento dei fondali del Porto di Ortona, ovvero su quella che sembra una misteriosa odissea fatta di norme e procedure non rispettate”. Questo è l’annuncio di Mauro Febbo, Presidente della Commissione di Vigilanza del Consiglio Regionale.

“Alle mie iniziali perplessità circa il rilascio dell’autorizzazione dei lavori di dragaggio, mi è stato risposto dal Dirigente competente, tramite mail del 2 febbraio u.s. (in allegato) che la VINCA, Valutazione di Incidenza Ambientale, era stata rilasciata dalla Regione tramite il giudizio n° 2843 del 9 novembre 2017. Peccato, però, che, come dimostrano i documenti in allegato, nello stesso giudizio sia affermato l’esatto contrario. Ovvero la stessa Commissione, nel giudizio richiamato, sostiene che non è stato redatto lo SINCA, Studio di Incidenza Ambientale e di non essere competente per la VINCA, Valutazione di Incidenza Ambientale, al contrario di quanto sostenuto nella citata e-mail. Pertanto risulta del tutto elusa l’applicazione della Direttiva Europea sugli “Habitat” e la relativa norma, ovvero l’ art. 5 del Decreto del Presidente della Repubblica n. 357 dell’ 8 settembre 1997. A dir poco sconcertante e sconfortante”.

“Allo stato, non esiste uno Studio di incidenza dell’intervento necessario per valutare i principali effetti che lo sversamento a mare dei fanghi di dragaggio del Porto di Ortona ha sugli Habitat presenti nel vicino Sito di Importanza Comunitaria IT 7120215 “Torre del Cerrano”. Inoltre – prosegue Febbo - l’Autorità competente ad esprimersi sulla procedura e a rilasciare la Valutazione d’incidenza Ambientale dell’intervento, che non è la Commissione VIA Regionale per sua stessa ammissione, deve essere ancora individuata. Al pari, risulta ancora necessario stabilire le modalità di consultazione del pubblico interessato (in particolare gli operatori economici nel settore turismo e pesca di Pineto, Silvi, Montesilvano e Città Sant’Angelo) allo sversamento del fanghi di dragaggio del Porto di Ortona (comma 8 dell’art. 5 del DRP richiamato)”.

“Altro problema riguarda il “deposito nel tratto del piazzale retrostante la Nuova Banchina Nord, tra il nuovo Molo Nord e la radice della Diga Foranea” dei sedimenti marini di classe B1 e B2. E’ necessario ricordare che l’area individuata dalla Ditta Nuova COEDMAR di Chioggia è la stessa:

1. interessata dal progetto, in procedimento di autorizzazione L. 35/2012 da parte del Ministero per lo Sviluppo Economico - Divisione Mercato e logistica prodotti petroliferi e dei carburanti, per la realizzazione di un deposito costiero di GPL da 25.000 mc nel porto di Ortona da parte della società Seastock srl;

2. interessata dalla richiesta formulata al Consiglio Superiore del LL.PP. dalla ditta Walter Tosto SPA per la “realizzazione di una vasca di colmata tra il Molo Nord ed il Molo Giardino del Porto di Ortona” per lo stoccaggio dei fanghi di dragaggio e relativa banchina portuale, che ha ricevuto il riconoscimento di pubblico interesse tramite la Delibera della Giunta Regionale n° 161 del 14 marzo 2016”.

“Infine - prosegue Febbo - bisogna segnalare altre due anomalie: a pagina 2 della relazione istruttoria, allegata al giudizio n° 2843 del 9 novembre 2017, il Comitato VIA rileva che l’area è sottoposta a vincolo paesaggistico ai sensi del D.Lgs 42/2004 e che è necessario il Nulla Osta della Sovrintendenza ai Beni Architettonici e Ambientali. Infatti il comma 3 dell’art. 19 del Codice Ambiente dispone che l’Autorità competente, ovvero il Servizio VIA della Regione Abruzzo, comunichi per via telematica a tutte le Amministrazioni e a tutti gli enti territoriali potenzialmente interessati l’avvenuta pubblicazione della documentazione nel proprio sito web. Agli atti non c’è traccia dell’avvenuta comunicazione alla competente Sovrintendenza Regionale nè del parere espresso dalla stessa; nel progetto esaminato dalla CCR VIA della Regione Abruzzo è prevista la realizzazione di un’area per deposito sedimenti tra il nuovo molo nord e la radice della diga foranea: ciò non appare compatibile con il vigente Piano Regolatore del Porto di Ortona. Inoltre, quello richiamato è un intervento su una infrastruttura portuale e la verifica di compatibilità è di competenza della Commissione VIA del Ministero Ambiente”.

“Alla luce di quanto espresso – conclude Febbo - che nessuno si permetta di strumentalizzare la mia iniziativa come ha già scioccamente fatto in passato, ma che si attivi per dare risposte certe e celeri. Sono il primo a desiderare il dragaggio del Porto di Ortona che ritengo fondamentale per lo sviluppo dell’intera economia regionale, ma pretendo che venga fatto nel più totale rispetto delle leggi, in piena trasparenza, senza danneggiare l’ambiente. Questa mia azione è tesa a evitare ulteriori ritardi innescati da palesi e criticabili “fughe in avanti” derivate dal mancato rispetto delle regole che si traducono in ricorsi e rallentamenti, ostacolando, di fatto, la realizzazione dei lavori”.

Pubblicato in Politica

Montesilvano. Dare mandato ad un legale affinché tuteli gli interessi dei Comuni e della Torre di Cerrano di fronte alla decisione di sversare i sedimenti derivanti dal dragaggio del porto di Ortona nella zona antistante i Comuni di Montesilvano, Città Sant’Angelo, Pineto e Silvi e dell’Area Marina Protetta. E’ questa la decisione presa stamani, a conclusione di un incontro, a Palazzo di Città tra i sindaci Francesco Maragno (Montesilvano), Robert Verrocchio (Pineto), Alice Fabbiani (vicesindaco di Città Sant’Angelo), il presidente dell’Area Marina Protetta Torre del Cerrano Leone Cantarini e il direttore Fabio Vallarola.

«Intendiamo predisporre - spiegano gli Amministratori - tutti gli atti necessari per far fronte a questa inaccettabile decisione. L’obiettivo della nostra azione legale è quello di tutelare gli interessi degli Enti coinvolti e dell’Area Marina Protetta Torre del Cerrano. Vogliamo impugnare un provvedimento che riteniamo essere stato preso senza una idonea documentazione e attraverso un iter nel quale sono stati tralasciati troppi aspetti importanti a tutela dell’intero territorio».

L’intervento prevede l’immissione di circa 342.000 metri cubi di sedimenti derivanti dal dragaggio dal porto di Ortona nell’area denominata Abr01D, comprendente anche i 3 comuni. Tale area venne individuata nel 2011 come sito idoneo per l’immissione del materiale derivante dalle operazioni di dragaggio del porto di Pescara, per una quantità pari a circa 72 mila metri cubi. La definizione di SIC, sito di interesse Comunitario, che l’Area Marina Protetta ha ottenuto nel 2013 impone l’obbligatorietà di sottoporre a procedura V.Inc.A, ossia di valutazione di incidenza ambientale, l’autorizzazione del sito per l’immissione a mare. Aspetto che non è stato rispettato.

«Crediamo che questa operazione di sversamento potrebbe incidere negativamente - dicono ancora i sindaci - sul patrimonio ambientale, floristico e faunistico dell’Area Marina Protetta, nonché sul comparto turistico e sul suo potenziale sviluppo dei Comuni coinvolti e conseguentemente di tutto l’Abruzzo. Per tutte queste ragioni riteniamo che questa decisione debba essere presa sviscerando accuratamente ogni singolo aspetto e non rilasciando autorizzazioni attraverso procedure affrettate. Per tali motivi percorreremo ogni possibile strada, a cominciare da quella legale, per evitare lo sversamento a mare dei sedimenti, con l’auspicio che la Regione Abruzzo, nei prossimi giorni revochi in autotutela l’autorizzazione rilasciata al deposito in mare dei materiali di escavo del porto di Ortona».

Pubblicato in Politica

Pescara. Parte sabato 24 febbraio la quarta edizione del Festival “La cultura del Legami”, ideato e diretto da Edoardo Oliva del Teatro Immediato. In collaborazione con il Museo delle Genti d’Abruzzo e il Comune di Pescara, dopo il grande successo di pubblico e di critica dello scorso anno.

Tema di questa quarta edizione, è “Smarriti”. “Questo è il filo rosso, la poetica che lega i protagonisti delle opere rappresentate, smarriti e alienati tra perdite d’identità a causa della perdita di lavoro, e lo smarrimento della fede di un prete dopo che la malattia ha cancellato la sua mente; tra la vita di due uomini semplici ossessionati e sovrastati dagli interrogativi esistenziali della vita, e “l’uomo” abbandonato dalle “divinità” a se stesso, alla sua incertezza e solitudine – spiega il direttore artistico della rassegna, il regista e attore teatrale Edoardo Oliva -. Ancora una volta sarà la contaminazione dei linguaggi il mezzo attraverso cui esploreremo le suddette tematiche”.

Cinque gli spettacoli teatrali in cartellone (tutti ospitati all’Auditorium Petruzzi di Pescara), che avranno come protagonisti alcuni tra i più grandi interpreti del palcoscenico contemporaneo, compresi vincitori di premi UBU (l'Oscar italiano del settore) e In-Box: da Dario De Luca a Serena Balivo, passando per Chiara Colizzi e Franco Mannella. E a marzo tornerà l’appuntamento col cineforum, con la proiezione del film "La terrazza" di Ettore Scola,

Sarà inoltre proposta, proprio in apertura della rassegna, sabato 24 febbraio, l’attesa nuova produzione originale del Teatro Immediato, “Sutor”, scritta dalla premiata coppia Edoardo Oliva-Vincenzo Mambella dopo lo straordinario successo di Caprò, che continua a battere in lungo e in largo l’Italia tra teatri e festival. Sempre il 24 febbraio, il giorno dell’inaugurazione, si terrà un incontro pubblico sul rapporto tra critica, pubblico e artisti che vedrà la partecipazione di due noti critici teatrali.

Seguirà una compagnia dal curriculum ricco di riconoscimenti e allori, la Piccola Compagnia Dammacco che metterà in scena Esilio: ultimamente, si è aggiudicata pure il prestigioso Premio UBU 2017 “per la migliore attrice under 35”, assegnato alla protagonista Serena Balivo.

E poi avremo modo di applaudire, finalmente, a Pescara, Franco Mannella e Chiara Colizzi (con Ovidio), ela Compagnia Scena verticale, tra le più importanti nella scena teatrale italiana, ideatrice del festival “Primavera dei teatri”. Scena Verticale proporrà lo spettacolo di Dario De Luca “Il vangelo secondo Antonio” (primo premio per la miglior regia 2017 “teatro e drammaturgia Tragos”, nonché “Premio Fersen” alla drammaturgia).

Tra gli altri appuntamenti firmati dal Teatro Immediato, ci sarà l’omaggio alla poetessa Diana Conti con il concerto per voci e musica “Nostalgia senza oggetto”.

 

Tutti gli spettacoli e le proiezioni si terranno all’auditorium Petruzzi di Pescara (a parte l’incontro pomeridiano del 24 febbraio, che avrà luogo al Museo delle Genti d’Abruzzo).

I biglietti d’ingresso costeranno tutti 12 euro (il ridotto 10 euro): eccezion fatta per la proiezione del film “La terrazza”, il dibattito sul teatro del 24 febbraio pomeriggio e lo spettacolo dell’8 aprile “Nostalgia senza oggetto”, il cui ingresso sarà invece gratuito.

 

ECCO IL CALENDARIO COMPLETO DELLA QUARTA EDIZIONE DEL FESTIVAL “LA CULTURA DEI LEGAMI”

 

1) Sabato 24 febbraio ore 21-Domenica 25 febbraio ore 18: SUTOR di Vincenzo Mambella, con Vincenzo Mambella ed Edoardo Oliva. Regia di Edoardo Oliva.

2) Sabato 24 febbraio alle 18: incontro- riflessione con Simone Nebbia di Teatro e Critica e Paolo Verlengia di Teatrionline sulle attuali tendenze del teatro contemporaneo e sul rapporto tra critica, pubblico e artisti. Seguirà aperitivo.

3) Domenica 4 marzo ore 18: OVIDIO, con Franco Mannella e Chiara Colizzi.

4) Domenica 18 marzo ore 18: ESILIO,di Mariano Dammacco, con Serena Balivo e Mariano Dammacco. Regia di Mariano Dammacco.

5) Domenica 25 marzo ore 18: proiezione del film “La terrazza”, di Ettore Scola (a seguire dibattito).

6) Domenica 8 aprile ore 21: Nostalgia senza oggetto, di Diana Conti. Concerto per voci e musica con Vincenzo Mambella, Edoardo Oliva, Valeria Ferri, Globster, Marco Di Battista e Carmine Ianieri.

7) Domenica 15 aprile ore 18: Il vangelo secondo Antonio, scritto e diretto da Dario De Luca e con Matilde Piana e Davide Fasano, oltre che con lo stesso De Luca.

Per informazioni e prenotazioni: www.teatro.immediato.it. Telefono: 338.8726382 -333.6530249
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Pubblicato in Cultura e eventi

Napoli. È finalmente online Sangue Ruvido il quarto singolo con relativo videoclip estratto da “Sospeso” l’ultimo EP dei genovesi NOX, uscito lo scorso 6 ottobre attraverso la label indipendente Native DivisionRecords.
I meravigliosi paesaggi costieri immortalati nel videoclip di Sangue Ruvido fanno da cornice a testi di grande impatto emotivo, scorrendo sulle melodie distese di un soft rock placido che conduce lo spettatore/ascoltatore in un viaggio fortemente introspettivo.

 

Per ulteriori aggiornamenti
https://www.facebook.com/NoxUfficiale/ 
https://www.facebook.com/NativeDivisionRecords/ 

Pubblicato in Cultura e eventi

Milano. Appuntamento confermato anche quest’anno in BIT per MSC Crociere che presenta la sua programmazione Summer 2018 e Winter 2018/2019 e non solo. La Compagnia testimonia la sua straordinaria espansione offrendo agli ospiti le destinazioni più ambite dai viaggiatori. La grande novità annunciata oggi in conferenza stampa è lo sbarco in Giappone. L’apertura del nuovo mercato si inserisce all’interno di una più ampia strategia che consiste in una forte espansione della Compagnia a Oriente.
Giappone al centro degli itinerari di MSC Splendida da aprile 2018.

MSC Crociere sbarca in Giappone, paese dinamico e dalle grandi metropoli, templi shintoisti e ciliegi fioriti. Un viaggio fra colori, culture e folklore per un assaggio di misticismo orientale. Ma non solo Giappone, perché il ventaglio si amplia con destinazioni come India, Cina e Corea. Si tratta della naturale evoluzione di un percorso di crescita iniziato sette anni fa negli Emirati Arabi Uniti, con crociere settimanali alla scoperta di mete affascinanti come Dubai ed Abu Dhabi - oltre a Paesi come Qatar, Oman e Bahrain -.
A partire dal prossimo maggio, MSC Splendida porterà gli ospiti alla scoperta di alcune delle destinazioni più suggestive dell’estremo oriente e del Sol Levante, iniziando con una crociera di tre giorni per ammirare la regione in uno dei momenti più affascinanti dell’anno: la fioritura dei ciliegi. A luglio, agosto e anche a novembre MSC Splendida navigherà tra Giappone, Cina e Russia, offrendo un’esperienza magica di contrasti tra cultura e innovazione, tradizione e modernità. Oltre alle località più popolari come Yokohama (seconda città più popolosa del Giappone), impreziosita dal parco “Harbor View” che apre lo sguardo sul porto e sulla città, o Osaka (grande città portuale e polo commerciale dell'isola di Honshu), verranno esplorate destinazioni sconosciute al grande pubblico: particolare l’esperienza di Sasebo, nota per i meravigliosi panorami verso le oltre 200 isole Kujukushima. Ma anche Maizuru, punto di partenza per scoprire la splendida città di Kyoto.

India ed Emirati

Le novità in Oriente proseguono con MSC Lirica che proporrà agli ospiti di MSC Crociere nuovi itinerari da 11 e 14 notti, e farà il suo debutto negli Emirati Arabi Uniti a novembre 2018. La proposta si compone di tour più lunghi, due overnight a Dubai e, per la prima volta, crociere in India. L’arrivo di MSC Lirica arricchisce l’offerta della Compagnia per la stagione invernale 2018/2019 con la possibilità di scegliere vacanze più lunghe e scoprire nuove destinazioni.
Il Varo di MSC Seaview a Giugno e le altre novità

A presentare al pubblico della BIT le novità e la crescita di MSC Crociere è stato Leonardo Massa, Country Manager Italia.
“L’appuntamento in BIT rappresenta un momento molto importante per consolidare il rapporto con i player del settore e le agenzie di viaggio che restano il nostro principale canale distributivo. Le esigenze dei nostri clienti crescono costantemente e la vacanza in crociera è una formula sempre più apprezzata poiché si adatta alle esigenze di ognuno con un rapporto qualità/prezzo senza eguali”, ha dichiarato Leonardo Massa. “Il 2017 è stato un anno molto positivo; il 2018 confermerà il trend, con l’aggiunta di grandi novità! Prima fra tutte il battesimo di MSC Seaview, che a partire da giugno andrà ad impreziosire il Mediterraneo, mentre la gemella MSC Seaside partirà ogni settimana da Miami, e MSC Meraviglia farà il suo debutto in nord Europa”, ha concluso Massa.

L’arrivo di MSC Seaview: la nave gemella di MSC Seaside che entrerà in flotta a partire dal prossimo 2 giugno, giorno in cui sarà protagonista di una straordinaria cerimonia nel porto di Civitavecchia. In costruzione presso Fincantieri, MSC Seaview è stata concepita per vivere al massimo gli spazi esterni, offrendo ai turisti l'opportunità di godersi in un modo completamente nuovo le meraviglie del Mare Nostrum.

Caraibi tutto l’anno: la strategia di espansione di MSC Crociere nel mercato americano parte dal posizionamento ai Caraibi. L’offerta per i crocieristi si arricchisce infatti di nuovi itinerari, per dare loro la possibilità di godere del sole e delle spiagge caraibiche in qualsiasi periodo dell’anno grazie alla presenza dell’ultima nave di nuova generazione MSC Seaside che ha come homeport la città di Miami.

Nord Europa: a fare il suo debutto quest’anno in nord Europa sarà MSC Meraviglia, nave ultramoderna che ospita gli spettacoli "Cirque du Soleil at Sea” e che andrà ad aggiungersi a MSC Preziosa, MSC Magnifica e MSC Orchestra. Per godere degli incantevoli scenari naturali dei mari del Nord, MSC Crociere offre più itinerari: crociere da 7 notti e long cruise da 10, 11, 12 e 14 notti.

Pubblicato in Economia

Montesilvano. «Una seconda edizione divertente e festosa. Un’affluenza di circa 1700 persone che segna il successo anche quest’anno della manifestazione». È più che positivo il bilancio tracciato dall’assessore agli Eventi, Ottavio De Martinis, della seconda edizione del “Carnevale in Maschera 2018”, organizzato dal Comune di Montesilvano. Ieri il Pala Dean Martin ha aperto le sue porte alle famiglie montesilvanesi per un pomeriggio pieno di coriandoli, colori e tanto divertimento. La manifestazione, presentata dalla giornalista di Rete 8 e Sky Sport e conduttrice tv Grazia Di Dio, è stata animata da laboratori, giochi gonfiabili, zucchero filato e popcorn. Nel corso del pomeriggio sono state incoronate anche “Le Mascherine più Belle”. Due le categorie di concorso: la prima, per i bambini fino ai 5 anni ha visto trionfare “Il contadino e le sue Gallinelle”, secondo posto per uno speciale “Barattolo di Nutella” e poi al terzo posto un dolcissimo “Popcorn”. Nella categoria dai 6 ai 12 anni la medaglia di bronzo è andata al “Vichingo”, d’argento per “La Differenziata” e al primo posto “Pippi Calzelunghe”.

I costumi più belli sono stati decretati da una giuria composta dall’imprenditore Giovanni Cacciamano, da Marzia Falcone editore della rivista “La Dolce Vita”, Paola Ballarini dell’associazione “Europa 2.0” e Mara Di Nucci dell’associazione “Montesilvano nel Cuore”.

«Tutti i bambini che hanno partecipato alla sfilata – specifica De Martinis - avevano vestiti bellissimi. Quelli premiati sono stati particolarmente originali e divertenti. Anche quest’anno il Carnevale in Maschera ci ha regalato belle soddisfazioni, confermando il Pala Dean Martin come un nuovo polo aggregativo per la città. Anche la partecipazione dei genitori con i loro costumi ci stimola ad organizzare iniziative ancora più ampie che coinvolgeranno anche un pubblico più adulto».

Pubblicato in Cultura e eventi

Pescara. Sono stati presentati ieri, lunedì 12 febbraio, i candidati abruzzesi della lista + Europa con Emma Bonino alle prossime elezioni politiche del 4 marzo. All’incontro, organizzato in via Italica n° 7 (sede del comitato elettorale PD), sono intervenuti Nico Di Florio, capolista alla Camera dei deputati nel collegio proporzionale Chieti – Pescara; Carlo Troilo, capolista al Senato nella circoscrizione Abruzzo; Maurizio Di Nicola, consigliere regionale di maggioranza in Abruzzo e candidato alla Camera dei deputati nel collegio proporzionale L’Aquila – Teramo; e tutti gli altri candidati della lista + Europa con Emma Bonino.

Durante la conferenza stampa sono stati esposti anche i principali punti del programma elettorale della lista + Europa, apparentata con il Partito Democratico.

«Il dibattito politico italiano – sottolinea il candidato di + Europa alla Camera dei deputati Nico Di Florio – è dominato da una campagna elettorale incentrata sull’odio e sulla rabbia, cifre comuni sia al centrodestra e sia ai populisti del Movimento 5 stelle. I candidati di questi schieramenti non fanno altro che distribuire paure, prendendo di mira il disegno europeista, proprio mentre la Francia e la Germania hanno annunciato l’avvio del percorso di creazione degli Stati Uniti d’Europa». «Noi di + Europa – aggiunge Nico Di Florio – in vista delle prossime elezioni politiche difendiamo strenuamente il progetto europeo e, difendendo l’Europa, difenderemo l’Italia e il futuro dei nostri figli perché siamo convinti che non possa esserci alcuna prospettiva di benessere per l’Italia fuori dal contesto europeo».

«Oggi in Italia ci sono due pericoli: il fascismo e il razzismo – aggiunge Carlo Troilo, capolista al Senato nella circoscrizione Abruzzo e figlio del fondatore e comandante della Brigata Maiella, Ettore Troilo – noi abruzzesi non possiamo essere razzisti verso gli immigrati, perché per primi lo siamo stati noi. Ricordo che abbiamo avuto il più alto numero di immigrati in relazione al numero della popolazione. Esiste inoltre un altro pericolo, quello economico, a cui ci sta portando la politica di Berlusconi. Basti pensare che la flat tax al 23% da sola costa 40 miliardi all’anno, mentre l’abolizione della legge Fornero costa 25 miliardi annui e il reddito di cittadinanza 15 miliardi annui. La somma di queste cifre, 80 miliardi all’anno, equivale al default per l’Italia».

«La Regione Abruzzo – rimarca Maurizio Di Nicola, consigliere regionale di maggioranza in Abruzzo e candidato alla Camera dei deputati (collegio proporzionale L’Aquila – Teramo) – ha un bilancio compromesso, frutto di oltre vent’anni di politiche disastrose che finora ci hanno impedito di gestire i fondi ordinari. L’Italia, come l’Abruzzo, ha il problema del debito e dello sperpero di risorse pubbliche. Su questo dobbiamo intervenire con il massimo della responsabilità, puntando serenamente all’obiettivo del 3%».

Pubblicato in Politica
Pagina 1 di 2

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Notizie Recenti

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione