Articoli filtrati per data: Mercoledì, 11 Luglio 2018
Mercoledì, 11 Luglio 2018 00:00

Il Pescara Jazz si prepara ad entrare nel vivo

Pescara. Dopo l’anteprima di sabato scorso al D’Annunzio, il Pescara Jazz si prepara ad entrare nel vivo e per i suoi 11 giorni di concerti tutte le sere - dal 16 al 26 luglio - lancia un abbonamento unico: 80 o 100 euro per i tre palchi coinvolti: teatro monumento D’Annunzio, porto turistico, Aurum. Previsti anche dei concerti gratuiti in piazza Muzii in collaborazione con i locali del nuovo perno della movida pescarese.


Il nostro festival internazionale del jazz è un'avventura che ha fatto storia - dichiara il presidente dell’Ente manifestazioni pescaresi e direttore artistico del festival, Angelo Valori -. Organizzato per la prima volta a Pescara nel luglio 1969, nei giorni intensi in cui il mondo assisteva con il fiato sospeso allo sbarco sulla luna dell'Apollo 11, il Pescara Jazz compie cinquant'anni (anche se questa è la 46esima edizione). È il più longevo festival italiano, tra quelli in attività. Mi preme ricordare il grande lavoro di Lucio Fumo, instancabile promotore di questo sogno.


Quattro le sezioni in cui si articola quest’anno il festival:


1) I concerti dei big americani al D’Annunzio: 20/21/22 e 24 luglio
Abbonamento 20/21/22: 50€ secondo settore, 80€ primo.
Si parte con venerdì 20 luglio ci sarà Brad Mehldau in trio, uno dei pianisti più lirici e profondi del jazz contemporaneo. Ha forgiato un percorso artistico unico che abbraccia l'essenza del jazz, dall’esplorazione, al romanticismo, alle atmosfere pop. Sul palco anche una signora ritmica, Larry Grenadier al contrabbasso e Jeff Ballard alla batteria.
Biglietti 20 euro secondo settore numerato, 35 euro primo

Sabato 21, Bill Frisell, chitarrista, nato a Baltimora nel 1951, è uno degli heroes del jazz dagli anni ‘80. Campione della svolta postmoderna della musica improvvisata, da sempre artista ECM, sia come leader sia come chitarrista ‘della casa’ (in particolare per Paul Motian e Jan Garbarek). Si esibirà con Petra Haden alla voce (figlia d’arte del noto contrabbassista Charlie Haden, scomparso nel 2014), Thomas Morgan al contrabbasso, Rudy Royston alla batteria. La serata è intitolata When you wish upon a star.
Biglietti 20€ secondo settore numerato, 35€ primo

Domenica 22 è invece la prima assoluta al PescaraJazz dell’americano Benny Golson, una leggenda del jazz, classe 1929. La sua importanza come sassofonista è superata solo dalla sua figura come compositore e arrangiatore: da quando Miles Davis ha registrato il tema Golson stablemates con John Coltrane, Red Garland, Paul Chambers e Philly Joe Jones, la fama da compositore di Golson non ha smesso di crescere. Sono rari i musicisti o i cantanti jazz che non includano alcuni suoi brani nelle proprie scalette. Con lui sul palco del D’Annunzio: Joan Monné al pianoforte, Ignasi Gonzalez al contrabbasso, Jo Krause alla batteria.
Biglietti 20€ secondo settore numerato, 35€ primo

Martedì 24 spazio al concerto intitolato An evening with Pat Metheny (in collaborazione con la agenzia Alhena). Lo stranoto chitarrista suonerà accompagnato dal batterista messicano Antonio Sanchez, fedele compagno professionale dal 2000. Dalla bassista malese/australiana Linda May Han Oh e dal pianista britannico Gwilym Simcock, uno dei migliori pianisti del Regno Unito.
Biglietti 30, 46, 55€ fuori abbonamento

2) I concerti gratuiti in piazza Muzii: 16/17/18 luglio
La 46esima edizione del Pescara Jazz lancia l’idea del Pescara Jazz Club, un progetto sperimentale, all’aperto, in piazza Muzii, che punta a ricreare l’atmosfera di un vero club e a coinvolgere tutte le fasce di pubblico con 3 concerti ad ingresso libero. Previste sedie e tavolini come in un vero club.

Lunedì 16, Rising Up Jazz Quartet. Pierpaolo Pecoriello: sax, Carlo Morena: pianoforte, Emanuele Di Teodoro: contrabbasso, Alessandro Svampa: batteria

Martedì 17, Gianni Savelli Media Res. Gianni Savelli: sassofono, Aldo Bassi: flicorno, Enrico Zanisi: pianoforte, Luca Pirozzi: contrabbasso, Alessandro Marzi: batteria

Mercoledì 18, The Stamps Jazz Quintet. David Sneider: tromba, Jered Byford: trombone, Tim Watson: chitarra, Max Schwartz: basso, Marcello Carelli: batteria. Dirige Chuck Bergeron.


3) I doppi appuntamenti al porto turistico, in collaborazione con Estatica: 18/19 luglio e 23/25 luglio
Mercoledì 18 (posto unico 20 euro)
EMX - Eclectic Music Extravaganza - coinvolto Mark Kostabi che ha realizzato un quadro dedicato al PescaraJazz e alla città.
A seguire:
il trombettista Fabrizio Bosso suonerà in quartetto in Not a What, con Giovanni Guidi al pianoforte

Giovedì 19 (posto unico 15 euro)
Koinaim, con Miriana Faieta: voce, Christian Mascetta: chitarra, Pietro Pancella: basso, Michele Santoleri: batteria
A seguire:
Orchestra nazionale jazz giovani talenti diretta da Paolo Damiani
Undici giovani talenti Under35 guidati dall’esperienza di Paolo Damiani in un repertorio raccolto attorno all’idea etimologica di ‘osceno’, cioè “ob skené”, “fuori dalla scena” intesa come istituzione, accademia, routine del palcoscenico...

Venerdì 23 (posto unico 15 euro)
Il pescarese Claudio Filippini col suo trio: Claudio Filippini: pianoforte, Luca Bulgarelli: contrabbasso, Marcello Di Leonardo: batteria
A seguire:
Pierpaolo Bisogno Quartet, con Pierpaolo Bisogno: percussioni e vibrafono, Pietro Lussu: pianoforte, Dario Deidda: basso, Marcello Di Leonardo: batteria

Mercoledì 25 (posto unico 15 euro)
Michele Di Toro (pianoforte) in quartetto con Tim Garland: sax, Yuri Golubev: contrabbasso, Marco Zanoli: batteria
A seguire:
Glutenfree, ovvero Davide Di Camillo: basso elettrico, Christian Mascetta: chitarra elettrica, Andrea Giovannoli: batteria.

4) Il progetto Pescara Jazz Messengers
Nato già lo scorso anno, seleziona dei musicisti-ambasciatori del festival. Quest’anno il duo pescarese Di Benedetto-Gentile ha vinto una borsa di studio per l’Università di Miami (dove è stato in primavera) e la Pescara Jazz International Orchestra andrà a Chicago in autunno come ospite del Festival Midwest Clinic.

Si chiude questa 46esima edizione giovedì 26 luglio con un concerto all’Aurum. Previsto il tributo a Misha Mengelberg con la Amsterdam Conservatorium band featuring Jasper Blom. Sul palco: Ian Cleaver alla tromba, Jasper Blom al sax, Tijs Klaassen al contrabbasso, Wouter Kühne alla batteria.


INFO BIGLIETTERIA
Viale Cristoforo Colombo 122, dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 19.30. La sera dei concerti aprirà anche il botteghino, alle 20.30 (stesso indirizzo o quello della sede dei concerti). Abbonamenti e biglietti sono altresì disponibili online su CiaoTickets e TicketOne.

 

ORARI URBAN BOX PIAZZA SALOTTO
Lunedì 18-21
Martedì e Mercoledì: 11-13 e 18.30-21
da Giovedì a Domenica: 11-13 e 17.30-21

ORARI INFO-POINT PIAZZA MUZII
Venerdì e sabato 11-13 e 18-21. Domenica 19-21

ABBONAMENTO PESCARA JAZZ (dal 7 al 26 luglio)
Teatro D’Annunzio 50€ secondo settore, 80€ primo settore.
Porto Turistico 40€ (posto unico)

OPPURE ABBONAMENTO UNICO
(D’Annunzio + porto turistico + Aurum) 80€ o 100€

NOTA BENE
Pat Metheny è fuori abbonamento: 30€, 46€, 55€ (24 luglio)

CONTATTI BIGLIETTERIA
085/4540969

Pubblicato in Cultura e eventi

Fossacesia. L’Amministrazione Comunale di Fossacesia, con delibera di Giunta del 6 giugno scorso, ha ratificato i termini dell’accordo verbale con il Comune di Lanciano per definire l’annosa problematica relativa alla manutenzione di via Canaparo, in località Bardascilli, a Villa Stanazzo. La strada fa da confine tra i due Comuni. Si tratta di un percorso di notevole importanza perché consente il collegamento diretto della Frazione Villa Scorciosa con Lanciano. Inoltre, è transitata quotidianamente da molti mezzi, anche di servizio, diretti alla Casa Circondariale di Villa Stanazzo. L’accordo prevede la suddivisione delle competenze manutentive su due tratti di via Canaparo, di pari lunghezza e di proprietà dei due Comuni. “L’intesa raggiunta è frutto di un lungo lavoro che si è protratto nel tempo – spiegano il Sindaco di Fossacesia, Enrico Di Giuseppantonio ed il delegato alla Viabilità Danilo Petragnani-. Abbiamo ora un risultato grazie alla disponibilità mostrata dall’Amministrazione comunale di Lanciano e in particolare dal Vice Sindaco e Assessore ai Lavori Pubblici, Giacinto Verna. Definite le competenze, potremo ora dare esecuzione ai lavori di asfaltatura della via, che avevamo già programmato”. L’Amministrazione comunale di Fossacesia, infatti, ha programmato per il prossimo mese di settembre l’asfaltatura e attende ora che da Lanciano giunga la disponibilità a intervenire nella parte di sua competenza.

Pubblicato in Politica

Chieti. “Il gioco delle Tre carte. Dopo aver reinserito i quattro euro dell’indennità di rischio vengono tolti, per mancanza di risorse, i quattro euro per le prestazioni ambulatoriali ai dottori della Guardie mediche. È questa la paradossale e ridicola verità di una Asl, quella di Lanciano Vasto Chieti, fallimentare e di un governo regionale inetto e inadeguato”. Lo rende noto il consigliere regionale di Forza Italia, Mauro Febbo che sottolinea quanto segue: “Mentre la stessa Asl decide di farsi carico e indebitarsi per i prossimi 25,5 anni di una rata annuale di 15 milioni di euro per il “capriccio dalfonsiano” del Project Financing che non ha ragioni di esistere, arriva un provvedimento a firma del Direttore Generale, Pasquale Flacco (prot. n. 32174U18CH del 9 luglio 2018)  di una gravità inaudita che conferma e certifica tutte le mie preoccupazioni e di come la Asl di Chieti sia da tempo nel caos più totale con bilanci in forte perdita. Con il prevedimento del 9 luglio (in allegato) arriva l’ennesima doccia fredda da parte del Governo regionale targato D’Alfonso e Paolucci tutto a danno dei cittadini, soprattutto delle aree interne e più svantaggiate. La Asl di Lanciano-Vasto-Chieti, contrariamente alle altre ASL abruzzesi, ha comunicato a tutte le sigle sindacali e ai medici di Continuità Assistenziale la mancata copertura economica per pagare i quattro euro all’ora (sic!!!) quale compenso aggiuntivo per le prestazioni ambulatoriali. Praticamente da una parte vengono  reinseriti i famosi quattro euro per l’Indennità di rischio e dall’altra parte contemporaneamente vengono tolte in un’altra voce”. Quindi, se ieri i pazienti potevano ricevere le prime cure ambulatoriali (medicazione, endovenose, intramuscolo, fleboclisi ecc..) presso gli ambulatori attrezzati,  da oggi invece dovranno recarsi obbligatoriamente presso il Pronto Soccorso aumentando disagio, file, lungaggini e disservizi. “Praticamente – conclude Mauro Febbo - con questa assurda, inspiegabile e inaccettabile decisione i pazienti andranno ad ingolfare ed affollare i Pronto Soccorsi dove abbiamo già una situazione intollerabile con operatori sanitari al collasso per la gran mole di lavoro da svolgere e per mancanza di personale, strutture ed attrezzature idonee nonché la mancanza cronica di medicinali”.​

Pubblicato in Politica

Chieti. Venerdì 13 luglio al Gran Caffè Vittoria di Chieti (Corso Marrucino, 89) si svolgerà “Colours in Jazz. La pittura incontra la musica” (inizio ore 20.30). La serata si svolgerà in concomitanza della Settimana Mozartiana.

Una doppia emozione sensoriale: visiva con le opere della pittrice teatina Paola Santilli e musicale con l’Assunta Menna Stardust Jazz Quartet (Assunta Menna alla voce, Claudio D’Amato al pianoforte, Paolo Trivellone al contrabbasso, Paolo Pandolfi alla batteria).

Il quartetto eseguirà i brani di bossanova e soprattutto quelli tratti dal disco fresco di uscita “Laura” (uscito per la Spray Records e prodotto da Belfino De Leonardis) che sono standard dagli anni ’20 ai ’40 riarrangiati in maniera raffinata ed elegante da Paolo Trivellone.

Come detto, la pittura incontrerà la musica: la musica dell’Assunta Menna Stardust Jazz Quartet farà da colonna sonora alla pittrice Paola Santilli, nonché pediatra conosciutissima e di grande esperienza, che nelle sue opere porta il proprio stile ad un livello di ricerca del colore della forma in cui la forza espressiva non è più solo nella rappresentazione della figura umana, ma nella interazione energetica tra forma e colore raggiungendo valori compositivi assolutamente convincenti.

Cena + Concerto 20€.Per info e prenotazioni: 0871.330844.

Pubblicato in Cultura e eventi
Mercoledì, 11 Luglio 2018 00:00

Scuola Calcio Pescara numeri da capogiro!

Pescara. Si chiude la stagione sportiva della Scuola Calcio Pescara con cena conviviale presso il giardino interno della Terrazza Verde a Pescara Colli.

625 ragazzi iscritti con 45 delfinette, uno staff tecnico di 65 istruttori e 8 centri di allenamento a disposizione di cui: Delfino Pescara Training Center, Cittadella dello Sport, Antistadio, Donati / Rancitelli, D’Agostino / Zanni, Calcetto Marina, Oasi Ravasco e Sport Village. Da registrare anche le diverse iniziative extra programma come la One To One o camp estivi, le scuole Accademia del Portiere e Femminile, oltre ai numerosi tornei disputati anche in chiave internazionale. Numeri importantissimi di un movimento energico in continua espansione e che riscuote notevole successo tra giovani e scuole calcio affiliate.

Se uniamo il settore giovanile parliamo di oltre 1000 persone che lavorano intorno al Delfino.

 

Pubblicato in Sport
Mercoledì, 11 Luglio 2018 00:00

Posticipato l'evento Expecto Patronum

Chieti. L’organizzazione dell’Expecto Patronum, inizialmente previsto il 14 e 15 luglio, annuncia il posticipo dell’evento, per motivi tecnico-logistici, ai prossimi 8 e 9 settembre.

Si comunica che, per coloro che avessero già prenotato, resterà valido il biglietto per le nuove date e a loro sarà assegnato un premio aggiuntivo che sarà annunciato a breve sul sito www.wiks.it. Per coloro che invece volessero avere il rimborso si potranno rivolgere all’indirizzo mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. a partire dal 20 luglio.

Si rende noto inoltre che dal 15 luglio i biglietti per l’evento Expecto Patronum per le nuove date dell’8 e 9 settembre saranno disponibili anche nei punti vendita e sulla piattaforma Ciaotickets.

L’organizzazione si scusa per il rinvio e dà appuntamento all’8 e 9 settembre per una due giorni nel segno di Harry Potter, il maghetto più famoso del mondo. Il programma resterà invariato e rispetterà fedelmente quello previsto inizialmente.

Pubblicato in Cultura e eventi

Chieti. Finalmente ci siamo! Con questo motto, la Teate Basket Chieti si è presentata, ieri pomeriggio alle ore 18, presso la Sala consiliare della Provincia davanti ad una platea gremita. Tanti i tifosi accorsi ai nastri di partenza di questa nuova Società sportiva, richiamati dalla curiosità di scoprire tutte le novità in vista del ritorno in Serie B per la stagione ventura. Importante anche la presenza degli organi stampa dell’intera regione, a dimostrazione dell’interesse che questa nuova realtà sportiva sta suscitando.
Con l’ineccepibile regia del giornalista Enrico Giancarli, la presentazione è stata aperta dall’intervento del sindaco Umberto Di Primio il quale “in virtù dell’amicizia longeva con Massimiliano Del Conte e Gabriele Marchesani” ha dichiarato di “essere assolutamente interessato ad un progetto oculato e ponderato, motivo per il quale la Teate Basket avrà il sostegno delle istituzioni”. Entusiasta del ritorno di Chieti ad alti livelli, anche il Presidente della FIP Abruzzo Francesco Di Girolamo ha espresso parole al miele per la nuova realtà sportiva: “Questa Società è il frutto di un anno di lavoro e di programmazione, per cui sono estremamente contento per la riuscita del progetto. In merito all’acquisizione di un titolo sportivo, ci sono sempre pareri discordanti ma io ritengo che sia più che positivo perchè realtà storiche che hanno dato tanto alla pallacanestro come Chieti non possono finire nei campionati minori. A livello federale, inoltre, siamo soddisfatti perchè per la prossima stagione avremo di nuovo quattro derby!”
Tra le tante novità, ieri pomeriggio è stato ufficializzato Gabriele Marchesani in qualità di Presidente della Teate Basket Chieti, mostrandosi subito determinato nel raggiungimento degli obiettivi societari: “Lo scorso anno, insieme a Del Conte, era stato elaborato un piano per salvaguardare la Serie B a Chieti, purtroppo fallito esclusivamente per la mancanza dei tempi tecnici. La lunga corte di Massimiliano, alla fine, mi ha spinto, nonostante i numerosi impegni, a tornare in campo per costruire qualcosa d’importante. In questa sede voglio rivolgermi agli imprenditori perchè lo sport è diventato il principale volano per investire ad oggi. La Teate Basket è un’eccellenza della città di Chieti, per cui chiedo ai teatini di starci vicini”.
Sulla stessa linea ha viaggiato anche l’amministratore unico Massimiliano Del Conte: “Dopo la sconfitta del 22 maggio (ndr sconfitta in Gara 4 Playout di Serie A2 contro l’Unieuro Forlì), abbiamo provato lo scorso anno a mantenere la Serie B. Nonostante il fallimento momentaneo del progetto per motivi di tempo, non mi sono scoraggiato e ho fatto, con la Società di Cesidio Di Masso, una Serie D vinta con merito. Ma questo non è bastato per placare la voglia di grande basket per cui eccoci qua! Promettere è facile, mantenere è difficile. Con Michele Paoletti abbiamo lavorato sull’acquisizione del titolo sportivo di Recanati, non appena è uscita la possibilità”. Di fronte ad una sala che a fatica è riuscita a contenere tutto il pubblico, il dirigente teatino ha dichiarato che “la cosa principale è vedere tante persone qui. Posso promettere a tutti voi un campionato avvincente”.
Co-artefice della rinascita teatina e dell’assemblamento della squadra è il GM Michele Paoletti, pronto a tornare a Chieti: “Prima di tutto mi preme ringraziare il presidente di Recanati Giuseppe Pierini, uomo d’altri tempi con cui bastava solo una stretta di mano per siglare un accordo. Personalmente avevo ricevuto due offerte da parte di Società quotate, ma la proposta di Max mi ha aperto un mondo. Dopo una notte di riflessione, ho capito che dovevo tornare a Chieti perchè qui ho lasciato un pezzo del mio cuore, per cui eccomi di nuovo qui”.
Non poteva mancare l’ovazione per un gradito ritorno, quello di coach Domenico Sorgentone sulla panchina teatina. “Torno dopo una Gara 3 persa amaramente contro Trieste – annuncia l’allenatore biancorosso – motivo per il quale sono qui, per chiudere un ciclo. A Chieti ho vissuto tre anni fantastici e sono sicuro che anche il futuro immediato si rivelerà entusiasmante. Firmo per ottenere il massimo possibile e questo lo si raggiunge con il lavoro quotidiano e non con le promesse. La Società mi ha chiesto di riportare Chieti in A2 e io m’impegnerò in questa direzione a media scadenza, non lasciando nulla d’intentato già da quest’anno...”.
In chiusura di scaletta, la dirigenza ha presentato la campagna abbonamenti 2018-19 “Ritorno al Pianeta B” per sensibilizzare il territorio a sostenere la squadra nella prossima stagione, elaborando delle cifre che possano andare incontro alle esigenze delle famiglie. L’idea è quella di rimarcare l’importanza del progetto, con l’obiettivo di riportare entusiasmo in una città, intrisa di tradizione e passione per la pallacanestro. Di seguito vi presentiamo la campagna abbonamenti ed i punti vendita per ritirare le tessere:
TRIBUNA: intero (80 euro) – ridotto (50 euro*)
CURVA: abbonamento unico (50 euro)
PARTERRE GOLD: 250 euro (abbonamento settore riservato; partecipazione ad una cena con la squadra durante la stagione sportiva; accesso all’area Hospitality del PalaLeombroni; due biglietti omaggi a richiesta per una partita casalinga durante la stagione)**
Esenzioni: disabili e ragazzi minori di 10 anni.
BIGLIETTO UNICO:
- TRIBUNA: intero (8 euro) – ridotto (5 euro *) - CURVA: unco (5 euro) - PARTERRE: 20 euro
I punti vendita saranno:
- Caffè Vittoria – Corso Marruccino, 89 (Chieti);
- Libreria Mondadori – Via B. Croce, 9 (Chieti Scalo).
*per i ragazzi compresi nella fascia d’età 10-18 anni e per gli over 70
**per l’acquisto dell’abbonamento “Parterre Gold” si può contattare la Società presso l’email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
PS: nel corso della stagione sportiva verranno varate delle iniziative rivolte ai settori giovanili e alle scuole del territorio.

Pubblicato in Sport
Mercoledì, 11 Luglio 2018 00:00

Ripresa dei lavori in casa Pescara

Pescara. Torna in campo il Pescara Calcio sotto la guida tecnica di Giuseppe Pillon, che fresco di prolungamento di contratto insieme al suo staff, si è messo subito a lavoro sui campi in erba del centro sportivo Vestina pronto a forgiare la nuova squadra #BiancAzzurra.

Squadra arricchita in serata con il ritorno in BiancAzzurro di Ledian Memushaj e che si lega agli adriatici per i prossimi 3 anni. Intanto è partita anche la campagna abbonamenti con la fase “prelazione” riservata a vecchi abbonati e di cui registriamo 71 rinnovi.

Intanto la Delfino Pescara 1936 nella persona del suo presidente Daniele Sebastiani, ringrazia il Dott. Remo Firmani per il lavoro sin qui svolto nel settore marketing della società e augura allo stesso le migliori fortune lavorative. Presentate e accettate le dimissioni nel tardo pomeriggio di ieri presso la sede del presidente Sebastiani. Il responsabile Marketing unico della società BiancAzzurra è attualemte rappresentato dal signor Vincenzo De Prisco.

Pubblicato in Sport

Teramo. Lunedì 9 luglio, nell'aula Tesi della Facoltà di Scienze della Comunicazione, per il sesto anno consecutivo, è stato presentato il Corso di Laurea in Comunicazione per l'azienda e il commercio. A raccontare cinque anni di questo peculiare progetto sono stati il Professor Stefano Traini, Preside di Scienze della Comunicazione, il Professor Christian Corsi, Delegato del Magnifico Rettore e il Professor Andrea Sangiovanni, Presidente del Corso di Laurea. A seguire, i docenti del Corso hanno presentato alcuni tra i principali insegnamenti: Comunicazione d'impresa, Sociologia delle organizzazioni, Storia e società del mondo contemporaneo, Idee e linguaggi della politica, Semiotica.

Il progetto pilota - questo voleva esssere al suo esordio - nato dalla collaborazione tra ATSC Agenti Teramo Senza Confini e Università di Teramo, in questi anni si è trasformato in una realltà concreta, tanto da divenire un Corso di laurea che ha portato oltre 592 iscritti, di cui 101 già laureati e 60 prossimi al conseguimento del titolo di Dottore nella sessione di laurea autunnale 2018. Un’esperienza senza confini, che coinvolge professionisti provenienti da tutta Italia, i quali possono avvalersi anche di una piattaforma e-learning e di lezioni full immersion organizzate a Teramo, Roma e Milano, al fine di agevolare i numerosi fuori sede.

Il Corso di laurea in Comunicazione per l'azienda e il commercio è articolato in tre anni, con un primo anno di insegnamenti di base, su cui costruire gli approfondimenti degli anni successivi. Il secondo anno si compone di insegnamenti di base e insegnamenti specifici, più mirati alla professione, come Sociologia delle organizzazioni e Tecniche di vendita. Il terzo anno è prevista una ulteriore specializzazione con insegnamenti quali, ad esempio: Strategia aziendale, Statistica economica, Marketing e Diritto comparato dell'economia.

«Se è stato possibile realizzare questo sogno lo dobbiamo in larga parte ai professori che, anche nel mese di luglio, sono qui con noi a condividere questo progetto. Un sogno che è poi la mission della nostra Associazione, ovvero la qualificazione e la protezione dell'agente di commercio e del consulente finanziario. L'impegno di tutte le parti sociali coinvolte, ATSC, Enasarco e Università di Teramo è costruire una figura altamente qualificata e allo stesso tempo favorire e rilanciare l'occupazione giovanile – ha concluso il Dottor Franco Damiani, Presidente di ATSC Agenti Teramo Senza Confine».

Pubblicato in Economia

L'Aquila. “Un gravissimo errore il declassamento della struttura di missione “Casa Italia” e la soppressione di “Italia Sicura” decise dal Governo con un decreto legge del 2 luglio. Scriverò a stretto giro al premier Conte”. Così Mario Mazzocca, Sottosegretario alla Presidenza della Giunta Regionale, neo Sovrintendente dell’Ufficio Speciale per la Ricostruzione, che si è espresso con nettezza contro l’inatteso blitz del Governo che, “senza consultazione alcuna, ha decretato la fine di una delle poche esperienze positive che hanno caratterizzato la scorsa legislatura”.

“In effetti – spiega Mazzocca - con Casa Italia veniva creato un fondo investimenti pluriennale destinato a finanziare lo sviluppo infrastrutturale del Paese in determinati settori di spesa tra cui trasporti, difesa del suolo, edilizia pubblica e riqualificazione urbana.

Con la Manovrina 2017 al Dipartimento vennero assegnate tre competenze, con relativi fondi, per l’accelerazione delle attività di ricostruzione a seguito degli eventi sismici: la verifica di vulnerabilità degli edifici scolastici, intervento nei Comuni delle zone a rischio sismico 1 e l’attivazione di 25 cantieri sperimentali, tra cui quello di Sulmona.

Inoltre, fatto ancor più grave, con la chiusura di “Italia Sicura”, che finora ha avuto un forte impatto sulla messa in sicurezza del territorio, fornendo soldi e consulenza ai Comuni, anche consentendo loro il superamento del Patto di Stabilità, si rischia di disperdere l’importante mole di lavoro che ha consentito in breve tempo di impiegare 5 dei 10 miliardi a disposizione.

“Il rischio vero è che, con questo decreto, il Governo intenda togliere agli interventi di ricostruzione post sisma, ovvero a quelli di mitigazione del rischio idrogeologico, il carattere di priorità. Sopprimere strutture o renderle più “leggere” e con meno autonomia vuol dire andare in direzione contraria rispetto a ciò di cui si ha bisogno adesso: snellimento burocratico e celerità nell’opera di ricostruzione per impedire un secondo inverno fuori dalle proprie case anche a chi potrebbe tornarci prima in sicurezza, ovvero per scongiurare l’interruzione di un processo virtuoso, innescato dopo anni d’inerzia, sul piano della risposta concreta al tema sempre più diffuso del dissesto idrogeologico sul territorio”.

“Occorre mobilitarsi perché, in fase di conversione in legge del decreto - conclude Mazzocca - si riesca ad impedire che venga cancellata con un tratto di penna un’esperienza positiva della quale hanno beneficiato in primo luogo le popolazioni colpite da eventi calamitosi”.

Pubblicato in Politica
Pagina 1 di 3

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione