Francavilla al Mare. Possibilità di rimborso per le società sportive che affittano strutture comunali. È il contenuto dell'avviso pubblicato sul sito del Comune di Francavilla al Mare, che prevede contributi a sostegno dell’attività sportiva continuativa svolta sul territorio, fino all’esaurimento di un fondo pari a € 20.000,00. "L'avviso", spiega l'Assessore allo Sport Rocco Alibertini, "è rivolto alle Associazioni Sportive iscritte all’Albo Comunale delle Associazioni, affiliate alle Federazioni Sportive del Coni o agli Enti di promozione sportiva da esso riconosciuti, che pratichino regolare attività sportiva durante l’anno attraverso la partecipazione a campionati, a manifestazioni ufficiali organizzate dalle Federazioni o dagli Enti di promozione sportiva e che utilizzino gli impianti sportivi di proprietà comunale. In questo modo l'amministrazione comunale vuole essere vicina ai gruppi sportivi cittadini per valorizzare l'importanza dell'attività sportiva continuativa come missione sociale. Avvicinare i giovani allo sport vuol dire investire nel loro futuro e nei loro valori, avviarli ad una pratica sana che li tiene impegnati nel tempo libero".
La richiesta di partecipazione all'avviso può essere effettuata solo ed esclusivamente utilizzando lo specifico modulo (allegato “A”) scaricabile dal sito del Comune di Francavilla al Mare, al seguente link http://www.comune.francavilla.ch.it/archivio10_notizie-e-comunicati_0_15897_0_1.html, ove è consultabile l'avviso integrale con tutte le informazioni. La domanda dovrà pervenire entro e non oltre il 22/12/2017. Oltre tale data, la richiesta NON sarà ammessa a valutazione. L’Amministrazione procederà ad effettuare specifici controlli sulle dichiarazioni rese, anche presso la sede del soggetto beneficiario. Qualora i dati rilevati non dovessero corrispondere a quanto auto dichiarato al momento della presentazione della domanda di contributo, lo stesso sarà revocato, sulla base delle risultanze dei controlli effettuati. Ulteriori informazioni sono disponibili oltre che su internet anche presso l'ufficio Sport del Comune, ai seguenti recapiti: 085/4920200 – 085/4920300.

Chieti. L’Old Motors Abruzzo, in collaborazione con la concessionaria Fiat locale Giansante e il patrocinio della Confcommercio Chieti, Comune di Chieti e Comune di Francavilla organizzerà domenica 10 dicembre l’evento che celebrerà i 60 anni della Fiat 500.
Si partirà da piazza Sirena a Francavilla in presenza del sindaco Antonio Luciani e del parroco Don Stefano che benedirà le vetture che prenderanno parte all’evento. Successivamente ci sarà una sosta presso la Cantinavinicola Sincarpa con visita e degustazione. I partecipanti infine raggiungeranno Chieti (Corso Marrucino) capitanati da Babbo Natale a bordo della sua 500 che donerà a tutti i bambini presenti dolciumi. La giornata terminerà con un pranzo presso il Caffè Vittoria.
“Noi quest’anno vogliamo festeggiare i 60 anni della Berlinetta – ha sottolineato il presidente dell’Old Motors Abruzzo, Fabio Di Pasquale - che ha reso grande il rilancio economico soprattutto del nostro Paese oltre a quello della Fiat. Oggi fa 60 anni questa vettura ed era d’obbligo ricordarla nella città di Chieti dove ha visto i natali dell’amministratore delegato Marchionne. Partiremo da piazza Sirena a Francavilla dove ci sarà l’inaugurazione da parte del sindaco e la benedizione del parroco per poi arrivare dopo diversi giri alla città di Chieti verso mezzogiorno dove Babbo Natale a bordo di una 500 regalerà dei doni ai bambini. Oggi la 500 è diventata uno status symbol, un’icona della nostra nazione e per questo ci sono le modifiche l’azienda madre l’adatta con auto moderne”.
Vedere oggi sulle strade che percorriamo ogni giorno, una vecchia 500 non è affatto un evento raro. Perché come lei non c’è nessun altra vettura. La 500 piace trasversalmente, sia a chi l’ha posseduta e guidata in passato, sia a chi la sceglie oggi come vettura da collezione. Per scoprire la sua nascita bisogna tornare al 1957, quando l’Italia era un paese che si era lasciato alle spalle la distruzione della seconda guerra mondiale ed era pronto a vivere il suo primo boom economico. Sul fronte della mobilità le strade iniziavamo ad essere sempre più trafficate, e tra i modelli di maggiore successo spiccava la Fiat 600. Essa però non era alla portata di tutti e Vittorio Valletta, amministratore delegato della Fiat, chiese a Giacosa di realizzare un’auto in grado di essere acquistata anche dalle famiglie operaie e dalla classe media. Battezzata “nuova cinquecento” perché la sigla era già stata utilizzata per il modello del 1936, conosciuta come Topolino e divenuta successivamente l’auto più amata dalla storia della FIAT, l’icona che ha “motorizzato” gli italiani é l’ambasciatrice del Bel Paese nel mondo.
“Sicuramente questa manifestazione ha delle ricadute molto interessanti sulla città di Chieti – ha rimarcato l’assessore alle Manifestazioni del Comune di Chieti, Antonio Viola – perché riporterà questa manifestazione nella nostra città, tanta gente che viene da fuori da tutta l’Italia sostanzialmente. Quindi è un momento per far conoscere la nostra città, la bellezza dei nostri monumenti, dei nostri siti archeologici, dei nostri musei e delle nostre chiese. Quindi un grosso ringraziamento al presidente Di Pasquale per aver voluto portare questa eccellente manifestazione nella nostra città”.
Oggi a 60 anni dalla sua nascita è entrata a far parte della galleria permanente del Museo di Arte Moderna DI New York, il MoMa. L’esemplare acquistato è una 500 serie F, la più popolare di sempre, prodotta dal 1965 al 1972. La Fiat 500 è qualcosa di più che una semplice utilitaria, è un’icona della storia dell’automobile che ha cambiato per sempre il modo di disegnare e di produrre auto. Divenuta nel tempo un’ icona di stile e di design inconfondibile, dal musetto, ai baffi, ai fari, ha respirato la fantasia di artisti che l’hanno interpretata in termini di eleganza, esclusività e sportività. E’ un vero e proprio simbolo della creatività italiana che, da sempre ispira artisti e designer in tutto il mondo. Non a caso la ritroviamo anche su accessori femminili di ultima tendenza come borse e portafogli.
“Mi sono fatta coinvolgere da Fabio Di Pasquale perché è sempre una garanzia in quello che fa – ha detto la presidente di Confcommercio Chieti, nonché vicepresidente della Camera di Commercio teatina, Marisa Tiberio – poi quest’anno ho vissuto anche come imprenditrice questo 60° della 500 perché alcune aziende con cui lavoro hanno fatto delle vere e proprie promozioni per celebrare questo 60°. Un’azienda ha disegnato delle borse sulla 500, questo per dire che la Fiat ha ispirato il design, la realizazione di oggetti di gadget, di arredamento, di abbigliamento, di accessori, oltre che del suo camp, quello dell’automobile. Quindi è giusto che la 500 sia tra le icone del nostro Paese che rientrano in questo nuovo modello economico che è l’economia della bellezza a cui il nostro Paese si deve aggrappare per il bilancio e per far sì che ridiventi la potenza economica che era un tempo. Certo tra tutti gli elementi non c’è solo la Fiat, c’è tutto il made in Italy, apprezzatissimo dall’estero come il design, le eccellenze enogastronomiche, la moda, la cultura e l’arte. È questo che ci dobbiamo tenere stretto per rilanciare il nostro Paese. Per parlare direttamente della 500 oggi bisognerebbe essere almeno ottantenni visto che è nasta nel ’57, però tutti, a prescindere dall’età, abbiamo la tendenza a parlare della 500 perché è rimasta sempre viva e costante in 60 anni della nostra storia, questa è la vera forza della Fiat 500. Per celebrare la 500 come Confcommercio abbiamo fatto una promozione con una convenzione molto favorevole che abbiamo fatto a livello nazionale e che abbiamo riportato sul nostro territorio”.

Francavilla al Mare. L'associazione di volontariato Il Sorriso di Marinella, in collaborazione con l'associazione di promozione sociale Sophia e la biblioteca comunale di Francavilla al Mare Antonio Russo, invitano alla presentazione del libro “Abraxas: il mistero del sigillo” di Valerio Ivo Montanaro. L'incasso derivante dalla vendita del libro sarà devoluto in beneficenza a Il Sorriso di Marinella.

Appuntamento giovedì 7 dicembre alle 18 nella biblioteca comunale di Francavilla al Mare in piazza San Domenico, 1.

«Il volume presenta lo studio di un simbolo templare - spiega Valerio Ivo Montanaro -. Intriso di significati in alcuni casi stupefacenti. Per i più curiosi sarà un viaggio davvero appassionante».

Valerio Ivo Montanaro è counselor relazionale ad indirizzo mediacomunicativo ed esperto di esoterismo. Profondo conoscitore delle discipline esoteriche e della tradizione iniziatica occidentale.
Appassionato entronauta, fa della crescita interiore il suo primo valore e la rende un'esperienza quotidiana. Si è diplomato counselor relazionale ad indirizzo madiacomunicativo presso la scuola di Avalon e da anni svolge attività di counseling e formazione, in particolare prediligendo gli approcci di matrice junghiana. Ha già pubblicato “Viaggiare nel Sogno. Una bussola per Onironauti - Come recuperare le ricchezze nascoste nei nostri sogni” (Il Cerchio della Luna).

L’Associazione di volontariato Il Sorriso di Marinella è senza fini di lucro e opera nel settore del volontariato e della beneficenza, della tutela dei diritti civili e per il perseguimento di scopi di solidarietà sociale e promozione umana. Sostiene persone, animali e ambiente, sensibilizza la collettività sulle tematiche relative.

Aiuta e conforta chi versa in situazioni di estrema povertà. Favorisce quindi il miglioramento delle condizioni di vita, sociali, economiche, sanitarie, scolastiche e culturali delle persone, promuovendo e realizzando progetti di solidarietà sociale ed internazionale. Tutela, sostiene e promuove i diritti degli animali in un'ottica di salvaguardia e prevenzione dei loro disagi.

Francavilla al Mare. Al via il programma delle manifestazioni natalizie di Francavilla. Trentacinque manifestazioni, più di un mese di eventi per salutare le feste. Il programma vede tra le prime date quella di questa domenica, quando partirà da piazza Sirena, alle 9.15, la Corsa del Panettone, mentre da mattina a sera in piazza Sant'Alfonso l'associazione di commercianti Nuova Asterope e l'Associazione Onlus Orizzonte presenteranno "Natale in piazza", giornata di animazione e degustazioni. Nella settimana successiva si  entrerà nel vivo del clima natalizio con i tradizionali focaracci del 7 dicembre ed  i mercatini 8,9 e 10 dicembre (il programma completo degli eventi è in allegato). Da segnalare, inoltre, la presentazione della mostra "Fantasmi di luce- Estetiche visionarie da Michetti al presente" in programma al Museo Michetti dal  16 dicembre, a cura di Silvia Pegoraro e della Fondazione Michetti, presieduta dal Professor Carlo Tatasciore. Il ringraziamento da parte dell'Amministrazione comunale va alle associazioni culturali e di volontariato del territorio, che ad ogni stagione con il loro contributo arricchiscono il calendario delle manifestazioni di Francavilla con eventi di grande richiamo.

Francavilla al Mare. Con delibera n. 322 del 22 novembre 2017 la Giunta Municipale di Francavilla al Mare ha dato mandato all'Ufficio Tecnico di indire unconcorso di idee per la progettazione del nuovo portale del Palazzo Sirena.

Per quanto riguarda i criteri da contemplare nel bando, che a breve sarà pubblicato, essi saranno:
1) qualità tecnico formale della struttura architettonica progettata e la sua fattibilità;
2) requisiti di capacità tecnico-professionale;
3) economicità della realizzazione;
4) utilizzo di materiali ecosostenibili.

Al vincitore verrà riconosciuto un premio di 7.500,00 euro. A breve la pubblicazione del bando. Nel frattempo la struttura verrà messa in sicurezza con apposizione di pannelli in acciaio, con le indicazioni della Soprintendenza.

Francavilla al Mare. Una serie di iniziative per dire no alla violenza contro le donne. L'Amministrazione comunale di Francavilla come sempre in prima linea per discutere del tema, con una serie di iniziative pensate per gli studenti degli istituti comprensivi cittadini. "Nemmeno con un fiore", questo il nome della seconda edizione del concorso bandito per le scuole di Francavilla, per il quale sono state premiate ieri le cinque classi che hanno presentato l'elaborato, sotto forma di logo e slogan, più originale. Si tratta, per il comprensivo Michetti, delle classi quinta del Foro e dell'elementare D'Annunzio, e della 2 B della secondaria Michetti; mentre per il comprensivo Masci la 5B della primaria San Franco e la 3E della secondaria Masci. "Gli studenti hanno presentato tutti lavori bellissimi frutto di un grande lavoro fatto in classe", commenta l'assessore all'Istruzione del Comune di Francavilla e vicesindaco, Francesca Buttari, "la nostra amministrazione è particolarmente attenta a questo tema, e ritengo che il giusto approccio sia parlarne alla loro età, da bambini e adolescenti ed all'interno delle scuole". Gli studenti questa mattina al Mumi, dove si è svolta la cerimonia di premiazione, hanno ascoltato alcune testimonianze, tra le quali quella quella di Carola Profeta, in rappresentanza dei familiari di Jennifer Sterlecchini e di Irene Sborlini, responsabile di Croce Rossa e psicologa responsabile dello sportello antiviolenza dell'ambito sociale. Presente anche Chiara Zappalorto, consigliere provinciale con delega alle Pari Opportunità, l'iniziativa gode infatti anche del patrocinio della Provincia di Chieti.
Le iniziative dedicate alla giornata contro la violenza sule donne, che cade proprio il 25 novembre, proseguono nella giornata di domani, sabato. L'associazione Kairos, presieduta da Pina Rosato, sarà presente alle 10 in piazza Sant'Alfonso che donerà al Comune una targa sul tema e proporrà alcune testimonianze. Interverranno, oltre alla Rosato ed al vicesindaco Buttari, Johnatan Sterlecchini, fratello di Jennifer, la ragazza pescarese uccisa barbaramente dal fidanzato un anno fa, la dottoressa Maddalena Chiorazzo, psicologa e psicoterapeuta, Gemma Andreini, presidente della Commissione Pari Opportunità Regionale, Rosaria Nelli, Presidente Hub Stati Generali delle Donne. Saranno presenti anche i familiari di Monia Di Domenico, la psicologa uccisa a Francavilla lo scorso gennaio dall'inquilino del suo appartamento affittato a Francavilla. "Domani", dice la presidente di Kairos Rosato, "si uniranno a noi le famiglie di due vittime di violenza per condividere il loro dolore e la loro richiesta di aiuto. Kairos donerà al comune di Francavilla, dopo la panchina rossa donata ed installata nella piazzetta del Professore lo scorso anno, che testimonierà la vicinanza alle famiglie delle vittime di violenza e l'impegno costante per educare giovani ed adulti al rispetto di tutti in particolare delle Donne. Invitiamo tutti a partecipare in particolar modo gli uomini che amano le loro donne e le loro figlie . La violenza di genere non è un problema di solo Donne".

Francavilla al Mare. Dopo il sopralluogo di ieri, questa mattina il sindado ci Francavilla, Antonio Luciani, è tornato in visita alla Scuola Elementare San Franco.

Così il primo cittadino sul proprio profilo Facebook, rispondendo anche alle polemiche sollevate da Articolo 1 - Mdp:"Ció al fine di constatare di persona che tutto sia in regola. Il topolino avvistato è stato catturato ed eliminato. Abbiamo pulito la zona adiacente l'ingresso della mensa e le scalinate di emergenza dei locali mensa; chiuso idoneamente alcune fessurazioni riscontrate in prossimità del passaggio di alcune tubazioni e delle porte di alcune classi; verificato e pulito la rete fognaria; effettuato la pulizia straordinaria e la bonifica di tutti i bagni, dei corridoi e delle aule oggetto di avvistamento bonificato gli armadietti interessati; installato piccole reti metalliche in corrispondena delle griglie presenti nei bagni. Domani controllerò di persona se c’è altro da fare".

Francavilla al Mare. Il capogruppo di Articolo 1 MDP in Consiglio Comunale a Francavilla al Mare, Stefano Di Renzo, ha ricevuto sollecitazioni di diversi cittadini preoccupati per la presenza di ratti nel plesso scolastico San Franco.

"Dopo l'interrogazione di qualche settimana fa e le rassicurazioni dell'assessore Marinelli - sottolinea Di Renzo - nessuna azione efficace risulta però posta in essere dall'amministrazione . I topi sono ancora lì e le famiglie sono preoccupate anche per la presenza della mensa al piano interrato. Abbiamo nuovamente presentato una interrogazione per chiedere cosa in concreto si stia facendo per eliminare il problema. Riteniamo che sia necessario predisporre un piano di sanificazione ambientale di carattere generale per tutto il territorio comunale, infatti sono arrivate notizie di presenza di ratti anche nel nido comunale di via dei Piceni. Da parte nostra ci rendiamo disponibili a collaborare con l'amministrazione per la risoluzione del problema chiedendo la convocazione di un tavolo tecnico per affrontare il problema".

Francavilla al Mare. In occasione della Giornata mondiale dell’infanzia e dell’adolescenza a Francavilla è stato presentato il progetto di affido etero familiare “Famiglia al Quadrato”.
L’affidamento etero familiare consiste nell’affidamento a famiglia “altra” da quella di origine e/o parentale. Queste famiglie, coppie o persone singole si chiamano “affidatari”.
“Oggi parte una campagna informativa sull’affido famigliare – ha spiegato il vicesindaco e assessore alle Politiche Sociali del Comune di Francavilla, Francesca Buttari – il progetto in realtà è già partito nei mesi precedenti in cui abbiamo costruito una proposta. Oggi inizia la campagna di comunicazione esterna con la quale lanceremo un piccolo spot sulla rete proprio per informare tutti gli interessati su questa grande iniziativa sociale. Sfidiamo tutta la collettività ad occuparsi insieme a noi dell’infanzia, quindi vogliamo superare quell’approccio volontaristico che per fortuna ha interessato tantissimi nuclei famigliari in questi anni, vogliamo allargare il numero di persone che insieme a noi si occupano dei minori che in maniera volontaria o perché frutto di un percorso giudiziario vengono allontanati dai loro nuclei famigliari. Faremo tre campagne informative chiedendo la disponibilità ai supermercati di dare il pane con delle buste che avranno un tema pubblicitario o comunque di proposta dell’affido famigliare e faremo 4 convegni rivolti alle 4 fasce d’età dell’infanzia e dell’adolescenza che va dai 3 anni, all’età precolare, alla preadolescenza e all’adolescenza. Così chiuderemo questa proposta cercando di raccogliere attorno a noi tanti nuclei famigliari, ma anche single, sposati o conviventi che possano accettare nella propria vita di tutti i giorni dei bambini, dei ragazzi. Credo fortemente che questa sia un’esperienza arricchente soprattutto per chi riceve sapendo che dà una grande opportunità d’amore e di crescita a chi invece viene accolto. Le esigenz sono tantissime, Francavilla solo ha una grossa spesa annua legata a minori che vengono messi in strutture, che sono 12-15 tra bambin e ragazzi allontanati dai nuclei famigliari a seguito di un provvedimento giudiziario, quindi il bisogno di famiglie o persone affidatarie è grandissimo prima di tutto per dare a loro un’opportunità di vita diversa da quella della struttura, pur essendoci ottime strutture sul territorio, ma ovviamente per crescere in un nucleo famigliare è cosa ben diversa. Obiettivo importante e sicuramente non secondario è quello di alleggerire le responsabilità degli Enti che oggi sono tanti, quindi una responsabilità della collettività in tutti i casi”.
Sono previsti 4 seminari sui 4 importanti temi dell’età evolutiva: la prima infanzia, la seconda infanzia, la preadolescenza e l’adolescenza corrispondenti alla scuola materna, scuola primaria, scuola media e le prime due classi della scuola superiore. Il ciclo di incontri è da intendersi come un percorso formativo rivolto agli Adulti, utile a rappresentare come il bambino, se non viene adeguatamente sostenuto, amato e contenuto, rischia di strutturare l’impulsività passando progressivamente da una fase puramente verbale a quello che gli addetti ai lavori definiscono “passaggio all’atto” ossia ad una condotta deviante.
Sono state scelte le espressioni comunemente ascoltate dai bambini e dai ragazzi al fine di catturare l’attenzione dei genitori e degli educatori sulle più scottanti gestioni educative alle quali vengono quotidianamente sottoposti: “Io lo voglio!”. Il bambino dell’età 3-6 anni si afferma nel diritto, punta i piedi e persegue tenacemente il proprio volere. Il principio del piacere sopra ogni cosa. “io mi annoio”. Il bambino dell’età scolare si scontra, suo malgrado, con il principio di realtà e si annoia ogniqualvolta gli viene chiesto di eseguire doveri e impegni connessi alla crescita. “non mi si crea”. Il ragazzino inizia il processo di contestazione alle richieste del mondo esterno. “…e io lo faccio!”. L’adolescente si autorizza a trasgredire.

Programmazione. I seminari itineranti si svolgeranno nei mesi di gennaio e febbraio 2018 presso le Sale Consiliari di Francavilla al Mare, San Giovanni Teatino, Ripa-Torrevecchia, Miglianico, in collaborazione con le scuole, le Associazioni di volontariato e le realtà sportivo-ricreative del territorio interessato.

Può diventare affidatario: le famiglie con figli, le coppie, le persone singole. Le famiglie dei minori affidati sono quelle che hanno bisogno di essere aiutate e sostenute temporaneamente nelle proprie funzioni genitoriali a causa di problematiche economiche, materiali, di salute, giudiziarie, socio-culturali. I bambini-ragazzi affidati sono quelli dalla nascita fino a 18 anni. Le tipologie di affido sono: consensuale, giudiziale, residenziale (tempo pieno), diurno (part-time). L’affidamento è proposto dal Servizio Sociale.
L’affidamento etero familiare è temporaneo in quanto legato alle esigenze del bambino e della sua famiglia. La sua durata è diversa per ogni bambino e di norma non dovrebbe superare i 2 anni ma può anche prolungarsi a seconda delle problematiche presenti nella famiglia del minore.
I principali compiti degli affidatari sono: accogliere il minore nella propria casa; provvedere alla sua cura, al suo mantenimento, alla sua educazione e istruzione assumendo le necessarie attenzioni affettive e materiali; garantire la massima riservatezza sulla storia del minore e della sua famiglia; curare e mantenere i rapporti con la famiglia d’origine agevolando la continuità degli affetti e il rientro nel proprio nucleo d’origine; partecipare agli incontri formazione e di verifica con gli operatori del Servizio Sociale

I benefici di Legge per affidatari sono: rimborso spese agli affidatari: la legge nazionale prevede che lo Stato, regioni ed Enti locali, dispongano (nell’ambito delle proprie competenze e nei limiti delle proprie disponibilità di bilancio) misure di sostegno anche economiche, in favore della famiglia affidataria. Assegni familiari: in base alla normativa vigente (L.149/01 art 38, comma 1) il Giudice, anche in relazione alla durata dell’affidamento, può disporre che gli assegni familiari e le prestazioni previdenziali relative al minore siano erogati temporaneamente in favore dell’affidatario. Detrazione d’imposta: la legge sancisce che sono applicabili agli affidatari le detrazioni d’imposta per carichi di famiglia, purché l’affido risulti a carico (art. 12 DPR n. 917/86) e ciò sia comprovato da un Provvedimento dell’Autorità Giudiziaria. Tutela delle lavoratrici e dei lavoratori affidatari: La legislazione per il sostegno alla maternità e alla paternità (D. Lgs n.151/2001 T.U. delle disposizioni legislative a tutela e sostegno della maternità/paternità, modificata dalla Legge n. 244/07 e la Legge 149/01) stabiliscono i diritti, le tutele e le opportunità di cui possono fruire i genitori affidatari, nelle forme di affidamento residenziale, in materia di congedo di maternità o di paternità, congedi parentali, per la malattia del figlio/a, per riposi giornalieri. Congedo di maternità e paternità (T.U. art. 26) il diritto di astenersi dal lavoro nei primi 3 mesi dall’ingresso del bambino è previsto fino al sesto anno di vita del bambino. Congedo parentale ( T.U. art 36) cioè la facoltà di astenersi dal lavoro per un periodo continuativo o frazionato di 10 mesi (elevabile ad 11 se il padre affidatario esercita tale diritto per un periodo continuativo o frazionato non inferiore ai 3 mesi) è previsto: fino agli 8 anni di vita, alle medesime condizioni e con le stesse modalità previste per i genitori naturali; tra i 6 e i 12 anni, nei primi 3 anni d’ingresso del minore nel nucleo familiare, la circolare INPS n. 109/2000 riconosce che se all’atto dell’affido il bambino ha 12 anni, il diritto al congedo può essere esercitato dai genitori fino al 15° anno di età del ragazzo; fino a 6 anni, per lavoratrici autonome (art.67) e libere professioniste (art.72), nei primi 3 anni dall’ingresso del minore nel nucleo familiare e per la durata massima di 3 mesi. Riposi giornalieri (art.45) alle lavoratrici affidatarie devono essere consentiti, durante il primo anno di vita del minore, due periodi di riposo giornalieri della durata di di un’ora ciascuno, ridotto ad uno se l’orario lavorativo è inferiore o pari alle 6 ore. Congedo per malattia del figlio (art.50) hanno diritto di astenersi dal lavoro presentando certificato di malattia: tra 0-6 anni, per tutta la durata di malattia del minore; tra 6-8 anni, nei limiti di 5 giorni lavorativi annui; tra 6-12 anni. Al momento dell’ingresso nel nucleo, il diritto si può esercitare nei primi 3 anni, sempre nel limite dei 5 giorni lavorativi annui. Handicap grave (art.45), prolungamento dell’astensione facoltativa; 3 giorni permessi mensili retribuiti anche continuativi fino al terzo anno di età del bambino. Iscrizione anagrafica del minore: negli affidamenti di breve durata non viene effettuata alcuna variazione anagrafica. Negli affidamenti a lungo termine è necessario tenere presente che l’iscrizione potrebbe avvenire previo accordo con i Servizi e con i genitori del minore, non decaduti dalla responsabilità genitoriale. Assistenza sanitaria: secondo la normativa vigente l’affidatario esercita i poteri connessi con la potestà parentale; mentre spettano ai genitori naturali o al tutore le scelte straordinarie che richiedono una autorizzazione scritta, ad esempio interventi chirurgici programmati, vaccinazioni …).
Se un minore viene affidato ad una famiglia residente nella stessa Asl rimane valido il tesserino sanitario; qualora l’affidamento avvenga in una famiglia residente in altra Asl, al minore verrà rilasciato (sulla base della presentazione da parte dell’ affidatario/a alla propria Asl della documentazione attestante l’affidamento) un tesserino sanitario rinnovabile ogni sei mesi.
Assicurazione. L’Ente che predispone il progetto di affido dovrebbe garantire la copertura assicurativa responsabilità civile verso terzi alla famiglia affidataria che accoglie il minore in affido.
Scuola. Nell’affido, specie in quello residenziale a tempo pieno, è importante che gli affidatari mantengano periodici contatti con gli insegnanti circa l’andamento scolastico del minore e partecipino il più possibile alle attività che la scuola propone. Mentre spettano ai genitori o al tutore le scelte straordinarie quali ad esempio l’iscrizione, la firma della scheda di valutazione, l’autorizzazione a gite scolastiche.
Espatrio. La richiesta per ottenere il documento (carta d’identità o passaporto) per potersi recare all’estero con un minore in affidamento deve essere firmata dai genitori naturali o dal tutore (L.1185/67 art.3) nel caso di decadenza della responsabilità genitoriale.
In assenza di consenso dei genitori, il Giudice Tutelare può autorizzare l’espatrio.
In considerazione di quanto emerso nel corso degli incontri tecnici, la Campagna promozionale si svilupperà su più filoni di seguito elencati: evento di apertura in data 20 novembre 2017. Conferenza stampa di Ambito, in occasione della Giornata Mondiale dell’Infanzia; promozione e divulgazione dell’Istituto dell’Affido Familiare attraverso materiale pubblicitario specifico (buste del pane con il logo affido familiare e i riferimenti telefonici per contatti informativi come da allegato), sito web, rete social; incontri formativi rivolti alla popolazione Adulta a vario titolo impegnata sul piano educativo nelle varie fasce dell’età evolutiva; sperimentazione nel Comune di San Giovanni Teatino (Sambuceto-CH) di attività di quartiere/condominio sulla modalità di accoglienza:” una famiglia…per una famiglia”; approvazione Regolamento per Affido e Famiglie Tutor.
L’esperienza insegna che la promozione dell’Affido Familiare, istituto che nell’immaginario collettivo viene percepito come poco attraente e perseguito quasi esclusivamente da una tipologia di popolazione “votata” alla solidarietà e alla “gratuità”, se viene presentata “frontalmente” non va incontro al successo sperato e alle aspettative che l’investimento di energie mette in campo.
A tal proposito, Il tema dell’Affido Familiare, nel presente progetto verrà “sfidato” in modo trasversale in un discorso sull’infanzia affrontato ad ampio raggio al fine di coinvolgere single, coppie con e senza figli, nonni, insegnanti e chiunque nutra una sensibilità nei confronti dei minori vicini e lontani, propri e degli altri.
“Mi complimento con l’assessore Francesca Buttari che è la promotrice di questo splendido progetto – ha affermato il sindaco di Francavilla, Antonio Luciani – è un modo per evitare la solitudine delle categorie più deboli e poi parliamo soprattutto e spesso dei bambini. Ci sono persone volenterose che, avendone anche benefici di Legge, sono disposte appunto a prestare la propria attività e io direi anche il propri amore perché di questo si tratta, è un atto di assoluta solidarietà e che ci deve contraddistinguere. Ci sono già due coppie che sono affidatarie, noi auspichiamo che con questa iniziativa possa crescere il numero delle persone disposte, si deve entrare nel meccanismo, ci si può rivolgere ai Servizi Sociali per informazioni, si deve capire di che cosa si parla, non è un’adozione, ma si tratta di donare amore a persone che in questo momento sono bisognose, bisogna essere preparati a poterlo fare, bisogna essere adatti, con i Servizi Sociali si potrà valutare questa cosa. Di bisogno ce n’è sempre in tutti i settori, noi siamo sempre attivi ed operativi per svegliare le coscienze e devo dire che troviamo un buon tessuto, io sono molto contento del nostro tessuto sociale”.

Francavilla al Mare. Venerdì 24 Novembre prossimo, alle ore 18.00, nella Sala Consiliare del Comune di Francavilla al Mare si terrà l'iniziativa pubblica organizzata dal Coordinamento Locale di Art.1 MDP: "Ambiente, Etica ed Economia: Le autonomie locali e le prospettive di rilancio dei territori".
Interverranno, oltre al Capogruppo in Consiglio Comunale, Consigliere Stefano Di Renzo, il Sottosegretario alla Presidenza della Giunta Regionale Mario Mazzocca, l'Assessore Regionale alle Politiche Sociali Marinella Sclocco e i Deputati Art.1 MDP Gianni Melilla e Alfredo D'Attorre.

Pagina 1 di 29

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Notizie Recenti

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione