Pineto. Nella giornata di venerdì 11 gennaio 2019 alle ore 21.00 presso la sede di Dimensione Volontario in Via Oberdan a Scerne di Pineto (TE) saranno presentati i percorsi formativi gratuiti del 2019 che quest'anno saranno suddivisi in 3 macro-corsi: primo soccorso e protezione civile organizzato dalla Pubblica Assistenza PROS Onlus Pineto; tutela e conoscenza del territorio organizzato dalle Guardie Ambientali e assistenza disabili organizzato dall'Associazione Dimensione Volontario.

Le iscrizioni sono aperte a tutti ed è possibile prendere parte ad uno o più corsi senza limitazione alcuna e l'iscrizione al corso è gratuita.

I percorsi formativi sono inseriti all'interno del progetto "In... Forma. Viaggio Sociale" finanziato da Ministero delle Politiche Sociali e Regione Abruzzo.

 

Per informazioni e iscrizioni potete trovare di seguito una breve sintesi dei corsi comprensiva di recapiti telefonici e contatti mail:


Corso di Primo Soccorso e Protezione Civile - PROS Pineto

Organizzato dal PROS Pineto, il corso di Primo Soccorso e Protezione Civile nasce con la volontà di formare gli iscritti riguardo le tecniche di assistenza in casi di emergenza, siano essi di natura individuale o collettiva.

Per info e contatti:
Cell: 3896988517 - Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
website: www.prospineto.it


Corso di Tutela e Conoscenza del Territorio - Guardie Ambientali

Organizzato dalle Guardie Ambientali, il corso di Tutela e Conoscenza del Territorio ha l'obiettivo di formare "guardie zoofile" per la tutela e conoscenza del territorio.
Iscrizioni aperte fino al 18 Gennaio 2019.
L'inizio del corso è previsto per il 19 Gennaio 2019.

Per info e contatti:
Cell: 3462883273


Corso di Assistenza di Base per Persone Disabili - Associazione Dimensione Volontario Onlus

Organizzato dall'Associazione Dimensione Volontario Onlus, il corso di Assistenza di Base per Persone Disabili si prefigge l’obiettivo di fornire conoscenze pratiche e teoriche di base su come intervenire e assistere soggetti diversamente abili.

Per info e contatti:
Cell: 3472565662 - Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
website: www.dimensionevolontario.it

Pescara. L'Associazione di Protezione Civile Mo.d.a.v.i. Spoltore (acronimo di Movimento delle Associazioni di Volontariato Italiano) ha festeggiato il traguardo di 10 anni di attività alla presenza del Sottosegretario d'Abruzzo Mazzocca, dell'amministrazione comunale con il Vice Sindaco Chiara Trulli e l'assessore delegato, del Comandante VVF di Pescara Vincenzo Palano e diverse rappresentanze del Volontariato di Protezione Civile.

Nel corso della serata, è stato ricordato come la Regione Abruzzo e il Comune di Spoltore abbiano dato vita, dal mese di luglio di quest'anno, al progetto “Comunicare l’emergenza”, finanziato nell’ambito della linea d'interventi “Comunicare per proteggere” con il Fondo Sociale Europeo e 81.000 euro per 12 mesi. L'iniziativa si sta sviluppando attraverso un'app dedicata alle allerte meteo, corsi di formazione per gli operatori della protezione civile, un'attività d'integrazione tra comunicazione istituzionale e social media per creare conversazioni “ufficiali” in grado di contrastare il diffondersi di notizie false ed erronee, con il sistema di Protezione Civile e la macchina amministrativa comunale in cooperazione per una gestione integrata della riduzione dei rischi.

"La festa per il decennale della Modavi - ha dichiarato Mazzocca - è stato un bellissimo momento sia di approfondimento che conviviale, per esaminare i risultati raggiunti e ringraziare i nostri volontari per il lavoro costantemente svolto a beneficio delle nostre comunità",

Costituita nel dicembre 2008, la Modavi Spoltore ha operato in questi anni a favore del sostegno, dell'aggregazione, della crescita del ruolo educativo, sociale e politico del volontariato, intervenendo, con iniziative concrete di solidarietà e promozione umana, nelle aree di disagio legate ad eventi pertubativi e calamità naturali.

Il Gruppo di Protezione Civile Mo.d.a.v.i. Spoltore si trova in Via Basilea n.4 a Spoltore (Pe). Pagine Facebook: https://www.facebook.com/Modavi-Spoltore-1613953848825193. Website: http://www.protezionecivilemodavispoltore.it/modavi

L'Aquila. In questo fine settimana, nello specifico tra venerdì e sabato, il Sottosegretario Regionale Mario Mazzocca ha partecipato a diverse iniziative riguardanti l’ambito della Protezione Civile su territorio, annunciando anche la nascita del nuovo Comitato Regionale del Volontariato di PC, atteso da anni, costituito da rappresentanti istituzionali e Presidenti delle organizzazioni di volontariato iscritte nell’Elenco Territoriale, convenzionate con la Regione Abruzzo.

La giornata di venerdì si è svolta a Scerni (Ch), all’interno del programma organizzato per la 24^ edizione della Festa dell'Albero promossa da Legambiente, dedicata quest’anno all'accoglienza e alla solidarietà. In mattinata, presso l'auditorium dell'Istituto Agrario "C. Rifoldi", davanti ad una folta e attenta platea di studenti, l’interessante convegno "Sos Global Warming" su cambiamenti climatici, politiche di adattamento e buone pratiche di Protezione Civile ha visto la partecipazione, oltre al Sottosegretario Mazzocca, del Presidente di Legambiente Abruzzo Giuseppe Di Marco, del Direttore di Arta Abruzzo Francesco Chiavaroli, Piero Di Carlo dell'Università D'Annunzio Ch-Pe, Andrea Minutolo del Comitato Scientifico Nazionale Legambiente, il Colonnello Comandante del Gruppo Carabinieri Forestale di Teramo Gualberto Mancini, Francesca Ottaviani del Dipartimento di Protezione Civile di Legambiente e del Sindaco di Scerni Alfonso Ottaviano. Poco dopo, nel primo pomeriggio, taglio del nastro per l'inaugurazione della nuova sede di Protezione Civile e Vigilanza Ambientale di Scerni nei locali dell'ex Guardia Medica. Si tratta del primo presidio territoriale sulla provincia di Chieti di Legambiente Gev Abruzzo. Il gruppo è parte del Coordinamento di PC del Vastese: un'importante esperienza aggregativa nata due anni ora sono e da allora sviluppatasi in maniera importante. L'evento, inoltre, ha segnato anche l'avvio del corso di formazione per volontari che ha visto la prima lezione nella giornata di sabato.

Sabato mattina, infine, presso la Casa Comunale di Capistrello (Aq), il Sottosegretario Mazzocca ha inaugurato la nuova sede del Gruppo Comunale di Protezione Civile costituitosi di recente. Nell'occasione sono stati consegnati gli attestati ai volontari che hanno partecipato al 1' corso di formazione di PC appena conclusosi.

Montesilvano. Sabato 10 novembre è stato celebrato il decennale del Corpo Volontari di Protezione Civile di Montesilvano (CPV).

Nel corso della mattinata, nella sala consiliare del Palazzo di Città, ha avuto luogo una cerimonia istituzionale alla quale hanno partecipato, tra gli altri, il Sottosegretario Regionale Mario Mazzocca, il Sindaco Francesco Maragno e il Vice Sindaco Ottavio De Martinis. L'evento è stato presentato da Tiziana Di Tonno e ha ripercorso gli ultimi dieci anni di attività dell'associazione sul filo dei ricordi insieme alle autorità e ai volontari presenti.

A conclusione, in Piazza Diaz, sono state inaugurati, per lo svolgimento delle attività di emergenza, una nuova vettura 4x4 e un'idrovora, la più grande in Abruzzo, motopompa carrellata con portata di 7.800 litri al minuto, acquistata con un contributo di 15 mila euro da parte del Comune di Montesilvano.

“Il Corpo Volontari Protezione Civile Montesilvano Onlus è una realtà associativa che si è sempre distinta nell'ambito del sistema di Protezione Civile regionale – così il Sottosegretario Mazzocca sulla sua pagina social - A tutti i volontari va il mio sentito ringraziamento per come giornalmente riescono a donare tempo, capacità e impegno a beneficio della nostra comunità”.

“La prevenzione è fondamentale per gestire gli eventuali rischi meteo – conclude il Sindaco di Montesilvano Maragno - Per questo, il nostro Comune è uno dei pochi in Abruzzo ad aver aggiornato il piano di emergenza comunale. La disponibilità di attrezzature adeguate è basilare per permettere interventi efficienti e risolutivi. Siamo felici di poter collaborare con volontari capaci e preparati ed è con legittimo orgoglio che abbiamo partecipato a questo decennale, per ringraziare pubblicamente chi è al nostro fianco in ogni emergenza”.

“Oggi come allora l'associazione riveste un ruolo importante nel sistema di protezione civile locale, regionale e nazionale - scrive Andrea Gallerati, fondatore e già Presidente - Non posso che essere orgoglioso del suo passato e del suo presente. Orgoglioso di essere stato uno dei fondatori ed il presidente di un gruppo così speciale, che ringrazio pubblicamente per il loro costante impegno. Grazie infinite ragazzi e auguro a questa splendida realtà ancora tantissimi anni di onorata attività al servizio della popolazione”.

Montesilvano. Il 10 novembre 2008 venne costituito a Montesilvano il corpo Volontari della protezione civile (CPV). Sabato prossimo, dunque, sarà celebrato il primo decennale di questo ente che tanto ha aiutato la cittadinanza e la cui importanza, negli ultimi anni, è diventata fondamentale nella gestione delle emergenze.

A partire dalle 8,30 ci saranno degli stand informativi in piazza Diaz e saranno esposte anche le attrezzature e i mezzi in dotazione del Corpo. Tra questi anche una nuova vettura 4x4 e l’idrovora acquistata con un contributo di 15 mila euro da parte del Comune. L’attrezzatura in dotazione del CPV di Montesilvano sarà la più grande presente in tutto l’Abruzzo. La motopompa carrellata ha una portata di 7.800 litri al minuto.

Dalle 10,30, nella sala consiliare, ci sarà la cerimonia istituzionale con l’inaugurazione e la benedizione dei nuovi mezzi e delle attrezzature. All’incontro sarà presente il primo cittadino Francesco Maragno e tutti i sindaci che si sono alternati alla guida della città negli ultimi 10 anni, il presidente del CPV, Valery Valentinov Valev, i volontari della protezione civile, gli assessori, i consiglieri e i cittadini.

«E’ con legittimo orgoglio che partecipiamo a questo decennale», spiega il sindaco Francesco Maragno, «intanto per ringraziare pubblicamente i tanti volontari del CPV che ci sono al fianco in ogni emergenza, quindi per sottolineare l’attività, benemerita, dell’associazione di Montesilvano, e infine perché possiamo presentare la nuova idrovora, acquistata con un sostanzioso contributo da parte del Comune. Ricordo che a fine maggio abbiamo messo in piedi Montex 2018, una maxi esercitazione voluta per testare la macchina dei soccorsi organizzata dal Comune di Montesilvano, dalla Croce rossa e dalla protezione civile. Abbiamo simulato operazioni di soccorso nel sottopasso di via Aldo Moro (con due auto intrappolate nell’acqua); nell’istituto tecnico Alessandrini, a causa del crollo di un controsoffitto con l’immediata evacuazione degli studenti; e in occasione di due frane con il coinvolgimento di due veicoli in cui erano, complessivamente, 11 persone. Il risultato è stato eccellente. La prevenzione è fondamentale per gestire gli eventuali rischi meteo. E proprio per questo, il nostro Comune», conclude il primo cittadino, «è uno dei pochi in Abruzzo ad aver aggiornato il piano di emergenza comunale. La disponibilità di attrezzature adeguate è basilare per permettere interventi efficienti e risolutivi e siamo felici di poter collaborare con volontari capaci e preparati».

Lettomanoppello. Nella giornata di sabato 3 novembre, a Lettomanoppello (Pe), ha avuto luogo l'Open Day organizzato dal locale gruppo di Protezione Civile. L'evento ha visto, in mattinata, la cerimonia d'inaugurazione del nuovo mezzo della Colonna Mobile di Soccorso Comunale, il convegno dal titolo “I Rischi del Territorio e l’importanza della Protezione Civile” e, nel pomeriggio, la presentazione ai cittadini di mezzi e attrezzature della Colonna Mobile con prove pratiche su territorio. Sono intervenute autorità civili e militari tra cui il Delegato del Dipartimento Nazionale Lorenzo Alessandrini, il Sottosegretario d'Abruzzo delegato alla Protezione Civile Mario Mazzocca, il Sindaco di Lettomanoppello Giuseppe Esposito e i Sindaci di Scafa, S.Valentino, Turrivalignani, Caramanico Terme, Abbateggio e Serramonacesca, il neo Presidente della Provincia Antonio Zaffiri, il Capo di Gabinetto del Prefetto di Pescara Daniela Di Baldassarre, il Comandate Provinciale VVF Pescara Vincenzo Palano, il Senatore Luciano D'Alfonso e numerose organizzazioni della Protezione Civile Abruzzo, fra cui il Coordinamento Intercomunale Majella. Particolarmente gradito il messaggio in videochiamata del il Capo Dipartimento Nazionale di Protezione Civile Angelo Borrelli.

“Il nuovo veicolo di Colonna Mobile – ha spiegato il Sottosegretario Mazzocca - è stato acquistato con il contributo al 70% del Dipartimento Nazionale di Protezione Civile e al 30% dal Comune di Lettomanoppello per un costo complessivo di 100mila euro. Si tratta di un mezzo speciale polisoccorso 4x4 marca Durso dotato di modulo antincendio boschivo Divitec, idoneo allo spegnimento di grandi fuochi, lama neve per lo spazzamento, verricello anteriore, idrovora 1000 lt/min, torre faro e altre attrezzature per interventi di P.C. Il convegno è stato un'interessante e utile occasione di analisi ed approfondimento dei rischi ambientali (sismico, idrogeologico, idraulico, incendi boschivi) che interessano l'Abruzzo e, in particolare, il territorio della Majella, spaziando dalla necessità della cultura della prevenzione e della sicurezza, all'importanza della capacità di previsione e risposta tramite le organizzazioni di Protezione Civile, all’importanza delle campagne formative ed informative quali “Io Non Rischio”.

L'Aquila. Si è conclusa l’8^ edizione di Io Non Rischio 2018, la campagna nazionale di buone pratiche di Protezione Civile promossa per informare i cittadini sui rischi naturali che interessano il nostro Paese. Con l’allestimento di punti informativi nelle principali piazze i volontari di Protezione Civile, quest’anno più di 3.400, hanno diffuso la cultura della prevenzione e sensibilizzazione sul rischio terremoto, alluvione e maremoto.

“In Abruzzo - sottolinea il Sottosegretario Regionale Mario Mazzocca - sono stati 31 gli appuntamenti articolati nel weekend del 13 e 14 ottobre su tutto il territorio regionale a cui ho partecipato per attestare la vicinanza delle istituzioni ad una campagna nazionale fondamentale dal momento che la capacità di adattamento e la conoscenza delle azioni di risposta nelle situazioni di rischio possono salvare vite umane. Anche in questa edizione i nostri straordinari volontari si sono interfacciati con la popolazione in un considerevole afflusso di pubblico”.

Sabato mattina la prima tappa del Sottosegretario è stata a Pescara, in piazza della Rinascita, con i volontari della Protezione Civile ValPescara e della Modavi Pescara, il Direttore del DPC Agostino Miozzo, il campione italiano bronzo ai Mondiali 2018 di ciclismo paralimpico Pierpaolo Addesi e una delegazione della cooperativa “Abili a Proteggere” del Dipartimento di Protezione Civile nazionale con Antonio Spica.

Nel pomeriggio Mazzocca ha partecipato agli appuntamenti nel teramano: a Pineto con i volontari della Pros Onlus Pineto e di Anpas Abruzzo, a Giulianova e Mosciano Sant’Angelo con i gruppi locali di Protezione Civile.

Domenica 14 ottobre la prima parte della mattinata ha visto la visita del Sottosegretario delegato alla Protezione Civile in Piazza G.B.Vico a Chieti tra i volontari del Not e della Cives. In tarda mattinata, invece, si è recato in piazza Rossetti a Vasto, insieme ai volontari del Coordinamento Protezione Civile del Vastese con gli assessori comunali Paola Cianci, Luigi Marcello, Gabriele Barisano e il Presidente di Anci Abruzzo Luciano Lapenna.

Ultima tappa di Io Non Rischio 2018, nel pomeriggio, a Sulmona (Aq) con i volontari di Protezione Civile, il Distaccamento dei Vigili del Fuoco e i rappresentanti dell'Associazione Italiana Sordi.

“Mi auguro - conclude Mazzocca - che in futuro si possa migliorare sotto l’aspetto del sostegno sia in termini di risorse economiche che strumentali e credo che l’attuale norma principe del codice della Protezione Civile, entrata in vigore agli inizi del febbraio scorso, indichi strade importanti che dobbiamo perseguire. Un primo passo l’abbiamo fatto con la campagna antincendio 2018 che ha dato risultati decisamente migliori rispetto alle precedenti”.

Il weekend del 13 e 14 ottobre ha visto la concomitanza, nelle località di Lanciano, Chieti e Vasto, dopo l’anteprima nazionale a Pescara il 23 settembre, con la nona edizione di “Nonno Ascoltami! L’ospedale in piazza”, la campagna nazionale di controlli gratuiti per l’udito su tutto il territorio nazionale per promuovere la cultura della prevenzione.

 

Info al sito ufficiale della campagna Io Non Rischio: www.iononrischio.it 

Info al sito ufficiale della campagna Nonno Ascoltami: www.nonnoascoltami.it 

L’Aquila. Nella mattinata odierna, il Sottosegretario Regionale con delega alla Protezione CivileMario Mazzocca ha presentato, nel corso di una Conferenza Stampa appositamente convocata, il bilancio delle attività relative alla Campagna AIB (Antincendio Boschivo) 2018condotte dalla Protezione Civile Regionale unitamente al Corpo dei Vigili del Fuoco, al Comando Regione Carabinieri Forestale Abruzzo e Molise ed alle altre forze dell’ordine, oltre che con il supporto del proprio corpo di volontariato. L’investimento complessivo ammonta a poco meno di 2 milioni di Euro (precisamente €. 1.840.000).
«Il periodo di alta pericolosità incendi boschivi (A.I.B.) 2018 - argomenta il Sottosegretario -, si è concluso il 15 settembre scorso. Inevitabile è il raffronto con il 2017 che ha visto la Regione Abruzzo interessata da una vastità e numero di incendi paragonabili all’anno di “fuoco nazionale” 2007. I dati provvisori raccolti ad oggi indicano una stagione caratterizzata da un ridotto numero di emergenze derivate da incendi grazie, da un lato, ad una stagione estiva “normale” e, dall’altro, ad una sistema regionale antincendio perfettamente strutturato. Fondamentale è stato lo sviluppo di attività sinergiche tra i Vigili del Fuoco, Carabinieri Forestali e Volontari di Protezione Civile, che ha consentito un affinamento delle procedure di intervento per spegnimento/bonifica/sorveglianza, consentendo un efficace intervento dell’apparato di contrasto entro i 20 minuti dalla segnalazione e una conclusione delle attività entro la giornata. Da sottolineare che nessun incendio ha superato le 24 ore di vita».
Particolare attenzione è stata riservata alla zona sulmonese interessata dai ben noti incendi del Morrone 2017, con un monitoraggio giornaliero dalle ore 10 alle ore 20 e con un impiego di 5 Organizzazioni di Volontariato e 4 uomini/giorno dal 26 luglio al 15 settembre a seguito di segnalazioni di ripetuti inneschi seppur di modeste entità. La Regione Abruzzo, deputata per legge (L.335/2000) alle attività di lotta attiva agli incendi boschivi, ha stanziato la somma 1.700.000,00€ (che si aggiungono alla somma di 165.000€ già disponibile) che ha consentito: - il potenziamento del volontariato dedicato (si sono superate le 1.000 unità di personale) ; - un’ottimale convenzione con i Vigili del Fuoco, che ha permesso, tra l’altro, la presenza in S.O.U.P di 3 componenti V.V.F., la disponibilità di DOS H24 su ogni Provincia, oltre a specifici DOS per le aree protette e l’implemento di squadre di soccorso; - l’accordo di programma con i Carabinieri Forestali che hanno operato in termini di prevenzione mediante avvistamenti e verifiche preventive, con il supporto nelle attività di lotta attiva mettendo a disposizione la conoscenza dei luoghi, della tipologia della vegetazione e storicità degli eventi; - il noleggio dell’elicottero regionale dedicato alle attività A.I.B.; L’efficacia degli interventi urgenti di un sistema A.I.B. così strutturato ha determinato per il cittadino l’errata percezione di assenza di incendi sul territorio abruzzese che invece ha subìto diversi inneschi: dal 1 gennaio al 15 settembre sono stati 280 di cui 143 nella provincia di Chieti, 95 nella provincia di L’Aquila, 26 in quella di Pescara e 16 in quella di Teramo; 16 sono stati gli interventi aerei con un totale di 150 lanci di liquido estinguente.

Roma. E’ stato sottoscritto oggi a Roma il protocollo d’intesa tra Terna – Rete Elettrica Nazionale S.p.a. e il Dipartimento della Protezione Civile per favorire un ulteriore sviluppo dei reciproci rapporti istituzionali di collaborazione, al fine di ottenere la massima efficienza ed efficacia operativa nell’ambito delle attività di protezione civile volte alla previsione, prevenzione e mitigazione dei rischi, alla gestione delle emergenze e al loro superamento. Nell’intesa viene rivolta particolare attenzione alla prevenzione e alla gestione dei rischi naturali e antropici che possono risultare pregiudizievoli per la continuità del servizio elettrico sul territorio nazionale e per i quali potrebbe essere necessario l’impiego di risorse aziendali.
Il protocollo prevede, tra gli obiettivi di interesse comune, l’ottimizzazione delle procedure e del flusso delle comunicazioni tra Terna e il Dipartimento, sia in ordinario sia in emergenza, anche attraverso l’eventuale integrazione dei rispettivi sistemi informativi, in base ai diversi scenari di riferimento e tipologie di rischio, e la realizzazione di specifici percorsi formativi ed esercitativi destinati al personale che opera nella gestione delle emergenze, per migliorare la capacità di risposta sinergica e per incrementare la conoscenza dei modelli organizzativi e di intervento. Saranno inoltre agevolati i collegamenti tra l’azienda e le articolazioni del Servizio Nazionale della Protezione Civile (Regioni, Province e Prefetture-UTG).
“L’accordo di collaborazione sottoscritto oggi con Terna - ha detto il Capo Dipartimento della Protezione Civile Angelo Borrelli - migliorerà, in caso di emergenze, la nostra capacità di rispondere alle esigenze delle comunità colpite da calamità, con particolare riguardo alla necessità di garantire la continuità del servizio elettrico sui territori interessati. Grazie a questa intesa strategica si rinnova una importante collaborazione nel campo della previsione e prevenzione dei rischi per una gestione più efficace degli eventi critici”.
“La firma di questo protocollo d’intesa - ha dichiarato Luigi Ferraris, Amministratore Delegato e Direttore Generale di Terna - rappresenta un momento significativo della nostra azienda, generando importanti sinergie con il Dipartimento di Protezione Civile, in particolare nella gestione degli eventi critici che potrebbero impattare sulla continuità del servizio elettrico e sul benessere della collettività. Grazie a questa intesa si rafforza ulteriormente la collaborazione tra Terna e le Istituzioni di Protezione Civile, per assicurare al Paese un’infrastruttura di trasmissione elettrica ancora più sicura e affidabile”.

Pescara. La Giunta Regionale, nella odierna seduta presieduta dal Vice Presidente Giovanni Lolli, ha approvato una specifica Deliberazione finalizzata alla costituzione, anche in Abruzzo, della 'Agenzia Regionale di Protezione Civile'.

La nuova struttura, istituita ai sensi dell'art.10 del D.Lgs. 300/1999 e dell'art.55 dello Statuto della Regione Abruzzo allo scopo di rendere più efficace ed efficiente l'azione del sistema di Protezione Civile, sia in via ordinaria che in emergenza, tende ad offrire un quadro organizzativo di risposta sollecito ed affidabile, procedendo con gli strumenti di riforma dell'organizzazione del governo a norma dell'art.1 della L. n. 59/1997.

«La scelta operata - interviene il Sottosegretario d’Abruzzo Mario Mazzocca -, da tempo in fase di gestazione, tende ad istituire una "Agenzia Regionale di Protezione Civile" dotata di piena autonomia tecnico-funzionale, un soggetto unico ed innovativo, all’altezza dei tempi, della domanda dei cittadini e delle sfide che il territorio impone, in cui la Regione svolge una funzione non solo normativa ma di coordinamento operativo e di sostegno delle autonomie locali e in raccordo con tutte le componenti nazionali del sistema, valorizzando il ruolo dei Sindaci. La Regione Abruzzo, nella sua azione di governo, deve svolgere efficacemente la funzione di “cerniera” tra il sistema delle autonomie locali e le componenti dello Stato operanti sul territorio, implementando gli elementi di cooperazione e sinergia, lavorando molto più sulle professionalità e le competenze tecniche che non sulle attribuzioni burocratiche».

Dopo un approfondito studio del competente settore, l'Esecutivo regionale ha inteso riformare il l’organizzazione del proprio sistema di PC, elevandolo al rango di struttura autonoma con diverse finalità specifiche.

Con la forma prescelta, infatti, dovrà essere in grado di contribuire al miglioramento della capacità di risposta negli interventi relativi alle attività di Protezione Civile, anche riguardo allo snellimento delle procedure amministrative inerenti i provvedimenti da adottare con urgenza in occasione di eventi emergenziali.

L’Agenzia sarà, inoltre, in grado di garantire maggiori spazi di indipendenza operativa e gestionale alle delicate e complesse attribuzioni derivanti dalla specifica materia e renderà più funzionali e fluidi gli adempimenti istituzionali. In parallelo contribuirà, altresì, alla promozione e al coordinamento di azioni formative ed educative per lo più rivolte al personale preposto ed inquadrato nelle organizzazioni di volontariato.

L'Agenzia Regionale di PC sarà articolata principalmente in: Unità Direzionale, Unità Organizzative semplici e complesse, Centro Funzionale d'Abruzzo (che opererà nell'ambito dell'Agenzia per il Governo e nella gestione del sistema di allerta nazionale per il rischio meteo-idrogeologico e idraulico) e Sala Operativa Regionale (SOR) presidiata, h12 tutti i giorni della settimana e h24 in caso di eventi eccezionali, dal personale regionale e delle organizzazioni di volontariato.

Nel periodo di grave pericolosità di incendi boschivi, la SOR assumerà, come negli ultimi anni, la denominazione di Sala Operativa Unificata Permanente (SOUP) e si implementerà di ulteriori professionalità quali Vigili del Fuoco e Comando Regionale dei Carabinieri Forestali.

«L’Agenzia - conclude il Sottosegretario Mazzocca - sarà una struttura dedicata, posta alla diretta dipendenza funzionale del Presidente regionale, una reale ed efficace interfaccia sul territorio del Dipartimento Nazionale, che si occupi, fra l’altro, di: aggiornare le linee guida, per i Comuni e le Province, di pianificazione sui rischi di protezione civile; elaborare ed emanare procedure per la pianificazione, organizzazione e gestione delle crisi; assicurare la piena responsabilizzazione e il sostegno all’attività dei Sindaci e delle strutture comunali; definire protocolli di collaborazione con Prefetture e Province, organizzazioni e associazioni, per realizzare compiutamente le appendici del Dipartimento regionale; implementare la sala operativa regionale con presidi sul territorio (Poli) per la gestione delle emergenze in raccordo con il Dipartimento Nazionale e garantendo la necessaria continuità gestionale; sostenere una solida rete di volontariato organizzata, professionale e radicata territorialmente che assicuri la valorizzazione di specifiche competenze; coinvolgere, anche attraverso la definizione di protocolli di collaborazione, le Forze dell’Ordine e la comunità scientifica nella individuazione dei rischi, delle procedure di allertamento e delle analisi territoriali, sia nelle attività di previsione e prevenzione che in quelle emergenziali; promuovere attività di formazione permanente per gli operatori della sicurezza e della protezione civile, attivare campagne di comunicazione specifiche rivolte alla popolazione, alle associazioni di categoria, agli ordini professionali e agli Studenti; realizzare una reale integrazione tra le politiche di sicurezza e protezione civile con azioni in settori fondamentali come tutela ambientale, sviluppo socio economico, urbanistica, sanità e telecomunicazioni».

Pagina 1 di 6

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione