San Salvo. Piazzale Colombo si è confermato venerdì sera lo spazio dei grandi concerti con il tutto esaurito per la quarta edizione de “La notte di Vasco” con l’esibizione dei Senza Resa. In migliaia, per circa tre ore, sono stati rapiti dallo sferragliare delle chitarre e dal suono della batteria della storica band del Blasco con grandi protagonisti Alberto Rocchetti, Diego Spagnoli, Antonio Renzone (detto il Lupo Maremmano), Claudio Golinelli (il Gallo), Daniele Tedeschi (Roccia) e Andrea Innesto (Cucchia). Concerto molto applaudito e il piazzale completamente riempito per un colpo d’occhio davvero suggestivo ed emozionante.

Ennesimo successo di pubblico a dimostrazione che gli appuntamenti dell’estate di San Salvo tutti gratuiti riescono a richiamare l’attenzione di migliaia di persone con il suo cartellone modulato e ben distribuito sia in città che alla marina e con un costo estremamente contenuto.

Centinaia di iscritti di diversi fan club italiani di Zocca, delle regioni Lazio, Molise e Puglia sono giunti a San Salvo per assistere al concerto dei Senza Resa, che hanno proposto una trentina di brani di Vasco Rossi con l’emozionante lancio di centinaia di lanterne che hanno preso il volo con ragazzi, ragazze e bambini con le famiglie con lo sguardo all’insù.

“L’estate di San Salvo continua nei prossimi giorni – fa notare l’assessore alle Attività Produttive e Turismo Tonino Marcello – con il nostro programma estivo che prevede la tre giorni dedicata al tartufo, la quinta edizione di Progetto Sud e lo Street Food d’Amare con i concerti del 24, 25 e 26 agosto i Funky Planet, i Marlene Kuntz e Rocco Hunt e la serata finale con la proclamazione del vincitore del Premio letterario Città di San Salvo - Raffaele Artese”.


Foto Nicola Palma Ucci

San Salvo. Sono proseguiti per tutta la mattinata i controlli dei tecnici comunali agli edifici pubblici e alle strutture presenti in città. “Non sono state evidenziate particolari criticità tali da destare preoccupazione - afferma l’assessore alla Protezione Civile, Giancarlo Lippis – pertanto posso tranquillizzare i cittadini e i turisti che la situazione è tenuta sotto controllo e che non ci sono pericoli per le persone e per le cose”.
“Comprendo – aggiunge ancora Lippis – che il gran numero di scosse che sono seguite a quella molto forte delle 20.19 abbiano creato apprensione nella popolazione, tenuto anche conto della vicinanza dall’epicentro di Montecilfone. Su disposizione del sindaco Magnacca abbiamo aperto ieri sera il Centro operativo comunale (Coc) al fine di assicurare nel territorio comunale il monitoraggio per tutta la fase di allerta nella eventuale situazione di criticità che si sarebbe potuta creare”.
“Il Coc resterà attivo – afferma l’assessore anziano Tonino Marcello – per poter proseguire anche nelle prossime ore nell’attività di monitoraggio, ma voglio ribadire che i villeggianti e i residenti possono tranquillamente restare a San Salvo e godersi questi giorni di vacanza”.
In via precauzionale, a seguito del sopralluogo congiunto di Anas, Comune e Vigili del Fuoco, è stata parzialmente ridotta la sede stradale in via Umbria, all’interno del Consorzio Icea in corrispondenza del viadotto della SS 650 fondo valle Trigno in attesa dei lavori a cura dell’Anas. E’ stata interdetta al passaggio la passerella pedonale sulla Statale 16, che da contrada Stazione collega a piazza Arafat, per eseguire ulteriori verifiche per accertare lo stato e la consistenza della struttura.

San Salvo. Visto lo sciame sismico in atto dopo la prima scossa di terremoto delle 20.19, che sta interessando la zona di Montecilfone (Campobasso) e il vicino basso Molise e avvertito in maniera distinta da tutta la popolazione in diversi comuni del Vastese, il Comune di San Salvo ha aperto ieri sera il Centro operativo comunale (Coc) al fine di assicurare nel territorio comunale il monitoraggio per tutta la fase di allerta nella serie situazione di criticità e per i controlli sugli edifici pubblici e per le infrastrutture presenti in città nonché per eventuali interventi in favore della popolazione.

San Salvo. “Il 13 agosto ho inoltrato l'ennesimo sollecito alla Provincia di Chieti per la messa in sicurezza della strada provinciale che dalla autostrada conduce verso l'interno. L’ultima di una lunga serie di lettere sempre inascoltate. Solo 24 ore dopo la tragedia di Genova. Noi non intendiamo celebrare tragedie”. Lo afferma il sindaco di San Salvo Tiziana Magnacca dopo il crollo del ponte Morandi a Genova con la sua scia di decine di morti nella lettera inviata al ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli.
Il sindaco afferma nella sua missiva: “E’ la strada provinciale che dall'autostrada A14 porta nel centro cittadino, nella importante area industriale della nostra regione ed infine nell’entroterra vastese e molisano. Ebbene, a seguito degli eventi sismici dello scorso anno i due ponti ivi presenti hanno subito delle modifiche strutturali tanto che tra la sede stradale e gli stessi si è creato un dislivello che, con il passare del tempo, va aumentando sempre più. Ho inoltrato all'ente competente, Provincia di Chieti, numerose sollecitazioni per un intervento immediato di messa in sicurezza, ma sino ad oggi nulla è stato intrapreso”.
Pertanto “chiedo ad Ella di intervenire in una situazione di stallo che sta mettendo in serio pericolo i miei cittadini, i tanti lavoratori che si recano a San slavo nelle nostre fabbriche, i turisti ed i residenti dell'entroterra. La strada in questione è naturalmente percorsa da molti mezzi pesanti. Il che la rende ancor più vulnerabile”.
“Noi chiediamo di poter lavorare. Di poter vivere. Di poter accogliere tutti coloro che a vario titolo frequentano il nostro territorio. Mi meraviglio che della zona che produce ricchezza per tutta la regione non interessi a nessuno. Sicuramente – conclude il sindaco Magnacca – sarà argomento della prossima campagna elettorale, ma nel frattempo noi rischiamo tutti i giorni”.

Chieti. Con una cinquina al San Salvo(Promozione), il Chieti F.C. chiude in bellezza la prima fase della preparazione, in vista dell’esordio nell’andata del primo turno di Coppa Italia in programma domenica prossima al “F.lli Ciavatta” di Miglianico.

Nonostante il gran caldo, teatini arrembanti gia’ dai primi minuti con Francis Delgado, autentico mattatore della prima frazione di gioco grazie alla bella tripletta realizzata e un palo colpito.

Il giocatore spagnolo incanta la scena con le sue giocate, risulta sempre piu’ decisivo nel 4-3-3 di Marino e raccoglie consensi tra i tifosi presenti in gran numero.

A centrocampo conferme importanti per Farindolini,Pacella e Marfisi che segna la quinta marcatura.

Nel mezzo rete di Micciche‘, sempre nel vivo dell’azione, insieme a Rodia che ha sfornato l’assist vincente al primo gol di Francis. Bene anche la spinta costante del fuoriquota Ronzino.

Il San Salvo di Castellano non ha mai creato pericoli alla porta difesa da Salvatore,eccezion fatta nell’occasione del gol su punizione di Bolzan.

Nel finale di tempo paura per Terminiello ricaduto male sul sintetico a seguito di uno scontro di gioco. Per il difensore campano nulla di preoccupante,al suo posto dentro Di Ciccio.

Nel secondo tempo, spazio per l’argentino Baca in prova, e per tutti gli altri componenti della rosa che hanno ben figurato e creato le premesse per la sesta marcatura. Petre per gli ospiti, firma il 5 a 2 finale. Aspettando Leccese sulla via del completo recupero ma non disponibile domenica prossima perche’ squalificato e Di Lallo tenuto a riposo; i neroverdi nelle amichevoli giocate hanno confermato quanto di buono fatto nel mercato estivo dalla societa’ del Presidente Di Giovanni.

Oggi giornata di riposo. La squadra riprendera’ ad allenarsi lunedì con una doppia seduta.


IL TABELLINO:

CHIETI F.C. – SAN SALVO 5-2 (5-1)

Reti:22’pt,23’pt,36’pt Delgado,45’pt Micciche’,49’pt Bolzan(San Salvo),60’pt Marfisi,9’st Petre(San Salvo)

CHIETI F.C. 1°TEMPO: Salvatore,Malandra,Ronzino,Ricci,Terminiello(41’Di Ciccio),Pacella,Micciche’,Marfisi,Rodia,Farindolini,Delgado

CHIETI F.C. 2°TEMPO: Alonzi,Marwan,Calvarese,Centofanti,Di Ciccio,Di Nisio,Tato,Baca,Sonko,Di Marco,Cellucci

Allenatore: Umberto Marino

SAN SALVO: Cialdini,Pollutri,Izzi,Triglione,Pifano,Morlino,Petre,Gallie,Molino,Bolzan,Stata

Allenatore: Castellano

San Salvo. "Il Comune di San Salvo é secondo nella graduatoria regionale per le richieste di finanziamento per l'edilizia scolastica. Un altro importante risultato della capacità di programmazione di questa amministrazione comunale in grado di presentare richieste e progetti per migliorare il proprio patrimonio scolastico a beneficio della città e dei nostri studenti”.
Esulta il sindaco Tiziana Magnacca nell’apprendere nell’avvenuta ammissione al finanziamento statale del progetto presentato dal Comune per l'adeguamento sismico e l’efficientamento energetico della scuola materna di via Verdi.
“Si continua, senza fermarsi mai un momento, nel lavoro iniziato nella scorsa legislatura, per la sicurezza e l'ammodernamento degli edifici scolastici nella consapevolezza dell'importanza di questi interventi per elevare la formazione e la crescita dei nostri bambini, che devono frequentare le lezioni in aule adeguate e sicure. Questo è un nostro dovere inderogabile che caratterizza la nostra azione amministrativa".
Per l’assessore ai Lavori Pubblici e alla Scuola, Maria Travaglini, ci sono tutte le ragioni per gioire “nel constatare che anche gli interventi sulla scuola di via Ripalta e Sant'Antonio sono stati ammessi a finanziamento, benché rinviati ad altre annualità per un ulteriore avanzamento dello stato della progettazione”.

 

San Salvo. Il Comune di San Salvo, Assessorato alla Cultura del Comune, organizza per martedì 7 agosto nel centro storico di San Salvo, a partire dalle ore 18.30 in poi, una interessante serata dedicata al mondo dei bambini e a tutti gli adulti che vorranno risvegliare “il fanciullino” che è in loro.
“La Notte delle Favole”, questo è il titolo dell’evento sarà “un viaggio all’insegna della fantasia, con letture animate, laboratori creativi, giocoleria, truccabimbi, presentazioni di libri, cartoni e tanto altro ancora - dice l’assessore alla Cultura Maria Travaglini - per aspettare la luna e le stelle in compagnia dei personaggi delle fiabe”. Poi il gran finale alle ore 21.30 con lo spettacolo proposto dall’attrice-regista Giuliana Antenucci e le narratrici della scuola di recitazione del Teatro Marrucino di Chieti.
Perché raccontare le fiabe? “Perché le fiabe - aggiunge l’assessore alla Cultura - sia classiche che moderne contribuiscono a educare la mente come diceva Gianni Rodari. Inoltre le fiabe aiutano il bambino a conoscere il mondo senza dimenticare che a ogni fiaba è associata una morale”.
L’Amministrazione comunale ringrazia le cartolibrerie di San Salvo, le associazioni, le singole persone che hanno creduto nella validità di questo evento e le attività del centro storico per la collaborazione.
“Voglio ricordare - conclude il sindaco Tiziana Magnacca - che a San Salvo è stato assegnato il “Città che Legge 2018-2019” a dimostrazione dell’impegno profuso nelle politiche attive nella promozione delle lettura. Il Comune, il mondo della scuola, le associazioni e le cartolibrerie cittadine sono tutti in prima linea per promuovere la buona pratica della lettura e che se perseguita con dedizione e impegno è sicuramente una buona abitudine che nel tempo verrà mantenuta dai bambini di oggi, gli adulti del domani”.

San Salvo. "Sarebbe pericolosa o nociva o impattante una caldaia da riscaldamento di una casa familiare per un centro abitato? La domanda è retorica e la risposta è no. Questa sarebbe la nocività e la pericolosità del tempio crematorio che sarà pressoché invisibile per le sue dimensioni e per le sue caratteristiche. Non si tratta affatto di un inceneritore inquinante e la salute dei cittadini è tutelata, come sempre”.
A dichiararlo l’assessore all’Ambiente Giancarlo Lippis che interviene per ribadire come l’Amministrazione comunale abbia fatto una scelta ben ponderata nel dare corso alla realizzazione di un tempio crematorio nelle adiacenze del cimitero comunale.
“Voglio aggiungere ancora una volta – continua l’assessore Lippis – che per legge questa struttura non può che essere dislocata che in area cimiteriale. La scelta è stata ampiamente analizzata, discussa e approfondita anche da un punto di vista scientifico dall’Amministrazione comunale. Quindi rassicuro il Pd e quanti hanno dubbi. I benefici per le nostre comunità sono esponenzialmente superiori ai dubbi”.
Il tempio crematorio non crea danni all’ambiente utilizzando nuove tecnologie in materia di combustione e di immissione dei fumi in atmosfera.
“A beneficio di tutti i cittadini – conclude l’assessore all’Ambiente – il tempio crematorio avrà pieno rispetto delle severe normative ambientali relativamente all’emissione dei fumi, grande silenziosità in esercizio, monitoraggio computerizzato continue delle operazioni di cremazione, ma soprattutto non c’è alcun costo a carico della collettività che trarrà benefici economici e cosa non di poco conta, la libertà di scelta se essere tumulati o cremati”.

San Salvo. “L’ultimo incidente mortale, che ha visto il coinvolgimento di un giovane lavoratore e padre di famiglia, impone alle Amministrazioni comunali, che insistono sulla Statale 650 fondovalle Trignina, di promuovere con decisione iniziative per la sicurezza degli automobilisti e la salvaguardia della vita umana su quel tratto di strada”.
Ad affermarlo il sindaco di San Salvo Tiziana Magnacca dopo la tragica morte di Luca Cormani vittima, sabato scorso, in un sinistro mentre si recava sul luogo di lavoro.
“Come spesso accade, anche in questo incidente, c’è stato il coinvolgimento di un mezzo pesante. Pertanto chiederò al Prefetto di vietare il traffico ai mezzi pesanti nei fine settimana, così come è accade per le autostrade e diverse strade in Italia. E’ solo un piccolo passo, ma che ritengo necessario quanto indispensabile, per ridurre il rischio di incidenti stradali”.
Ma il sindaco di San Salvo alza anche il tiro sulla percorribilità della Statale 650.
“Occorre che si provveda al più presto a migliorare l’attuale tracciato della Trignina perché rispetto alla progettazione iniziale e alle previsioni di traffico questa strada negli anni ha visto crescere il numero dei mezzi in transito oltre al suo ruolo di importante arteria di collegamento tra la costa tirrenica e quella adriatica. Invito, pertanto, le autorità competenti a prendere iniziative conseguenti. La vita umana non ha prezzo e dobbiamo attivarci – conclude il sindaco – affinché siano create tutte le condizioni che elimino i pericoli nella percorrenza della strada caratterizzata, purtroppo, da troppe croci con il loro carico di dolore e vite spezzate”.
Il sindaco ha inviato questa mattina una lettera al Prefetto di Chieti e alla Direzione compartimentale dell’Anas per sollecitare interventi a tutela dei residenti e dei turisti e di quanti utilizzano quella importante arteria stradale.

San Salvo. Centinaia di pezzi tra gonfiabili, giocattoli di plastica, capi di abbigliamenti e costumi da bagno oltre a cinque carretti costruiti in maniera artigianale, sono stati recuperati questa mattina sulla spiaggia di San Salvo dall’intervento congiunto coordinato dalla Polizia Locale con la Guardia di Finanza e i Carabinieri.
E’ l’ennesima risposta del Comune di San Salvo, che ha accolto l’invito del Prefetto di Chieti Antonio Corona ad azioni conseguenti, alla lotta alla contraffazione e all'abusivismo commerciale
“Un no forte e deciso a ogni forma contraffazione che assume un valore ancora più pregnante in una località turistica così importante come San Salvo – afferma il sindaco Tiziana Magnacca – non cede nemmeno di un passo nel perseguire chi pratica il commercio abusivo che penalizza i commercianti svolgono attività regolari e che pagano le tasse oltre a minare la salute dei cittadini con prodotti non sicuri dei quali non se ne conosce la produzione né la provenienza”.
L’assessore alla Polizia Locale Fabio Raspa spiega: “Gli articoli sequestrati sono tutti prodotti senza il marchio CE e voglio anche ricordare che sono previste sanzioni da 100 a 7.000 euro per gli acquirenti. Proseguirà per tutta l’estate per quella che sarà una sorta di action day quotidiana l’attività di controllo della Polizia Locale di San Salvo coordinata dal responsabile Vincenzo Marchioli”.
“Sentiamo il dovere di fare un’ultima riflessione come amministratori locali – concludono il sindaco e l’assessore Raspa – nell’affermare che abbiamo il dovere di far rispettare la legge in questa Città. Non ce l’abbiamo con gli abusivi, ma non possiamo consentire il loro utilizzo da parte di chi trae profitto dall’illegalità e dalla mancanza di rispetto di questi uomini e donne che sono solo sfruttati. Questo non è consentito a nessuno; per questo si dovranno perseguire i veri sfruttatori di questa tratta umana che si alimenta e cresce con il commercio abusivo”.

Pagina 1 di 20

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione