Vasto. Nic Cester, una delle voci più potenti del rock, arriva al SIREN FESTIVAL con il suo primo album solista dopo il successo mondiale con i Jet, band australiana che nei primi anni 2000 ha scalato le classifiche di tutto il mondo vendendo più di 6 milioni di dischi.

Sugar Rush, questo il titolo dell'album, è un disco che nessuno si aspettava: un mix di soul, blues, colonne sonore italiane vintage e puro talento musicale. Questo nuovo progetto ha un suono completamente diverso da quello che Cester ha prodotto in passato, ma conferma il suo grande talento per arrangiamenti e le melodie.

È un disco che riesce a evocare l' equivoca opulenza delle colonne sonore di James Bond di John Barry; il crunch e lo swing di Phrenology dei The Roots; la straordinaria aria di Air's PremiersSymptômes; gli anni di gloria dell'Albert Productions; lo sconvolgente ritmo del lavoro sulla colonna sonora dei Goblin; chilometri di spiaggia musicati dalla bianca luce del sole della Tropicalia; chilometri di costa interna catturati all'ombra delle Alpi Retiche; ritmi voodoo haitiani, Southern Soul e la disco cocainomane dei meatpacking district (tutto in una canzone); l'intimità di un tavolo da cucina e la frenetica tarda notte di un bar pieno di fumo nella periferia di Milano.

Prodotto da Jim Abbiss (Adele, Arctic Monkeys, Queens of the Stone Age) è in realtà un album “made in Italy”: infatti è stato registrato da Tommaso Colliva tra le Officine Meccaniche di Milano e gli Air Studios di George Martin a Londra con la super band Calibro 35, mentre dal vivo Nic Cester è accompagnato dalla The Milano Elettrica, band tutta italiana di nove elementi con due batterie e una sezione di fiati di cui fanno parte anche Sergio Carnevale (Bluvertigo), Daniel Plentz (Selton), Adriano Viterbini (Bud Spencer Blues Explosion), Roberto Dragonetti e Raffaele Scogna.


Al SIren Festival Nic Cester porterà uno show acustico e sarà accompagnato dalla The Milano Elettrica, band tutta italiana composta in questa occasione da Sergio Carnevale (Bluvertigo), Daniel Plentz (Selton), Adriano Viterbini (Bud Spencer Blues Explosion), Roberto Dragonetti e Raffaele Scogna e Domenico Mamone.


Informazioni al Pubblico:

www.sirenfest.com
www.facebook.com/sirenfestival
www.instagram.com/sirenfestival
www.dnaconcerti.com
http://www.facebook.com/dnaconcertieproduzioni
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
https://twitter.com/dnaconcerti


29 LUGLIO 2018 - SIREN FESTIVAL - VASTO (Ch)
INIZIO LIVE: 12,30
Chiesa di San Giuseppe
Ingresso riservato ai possessori di abbonamento

SIREN FESTIVAL

VENERDI 27 LUGLIO
COSMO•SLOWDIVE • 2MANYDJS•LALI PUNA•MOUSE ON MARS
RYLEY WALKER • NEIL HALSTEAD• MYSS KETA
THE RAINBAND • ANNABEL ALLUM•GERMANO’
BIANCO• DADAMATTO • DORSO • MARGHERITA VICARIO • THE RAINBAND

SABATO 28 LUGLIO
PUBLIC IMAGE LtD (Pil)•dEUS
COLAPESCE • BUD SPENCER BLUES EXPLOSION
TOY• RODRIGO AMARANTE • IVREATRONIC Djs•AMARI•MESA
VANARIN•SPIELBERGS
FRANCESCO DE LEO • LAAGO! • LORENZO BITW • BLACK SNAKE MOAN • SACRAMENTO • VERANO

DOMENICA 29 LUGLIO
NIC CESTER
FITNESS FOREVER • LUCIA MANCA • THE ZEPHYR BONES • BUENA ONDA


BIGLIETTI E ABBONAMENTI
40 euro + d.p. venerdì
40 euro + d.p. sabato
60 euro+d.p abbonamento venerdì e sabato
90 euro+d.p abbonamento ven/sab + Siren Beach 27/28/29 luglio

ORARI BIGLIETTERIA A VASTO:
Sarà possibile acquistare i biglietti per il festival anche a Vasto.
Corso de Parma, 1
Gio. / Thu. 19:00 - 22:00
Ven. / Fri. 13:00 - 23:00
Sab. / Sat. 15:00 - 23:00

PREVENDITE:
www.sirenfest.com
www.ticketone.it call center 892 101
www.vivaticket.it call center 892.234
www.ciaotickets.com infoline 085 972 0014
info: www.sirenfest.com e
www.facebook.com/sirenfestival 

Pacchetti Hotel + Abbonamento disponibili su https://www.festicket.com/it/festivals/siren-festival/2018/ 

Vasto. E' stata presentata stamane la sesta tappa del tour 2018 di CinemadaMare, il più grande raduno al mondo di giovani cineasti. Nella Sala consiliare "Giuseppe Vennitti", del Comune di Vasto, sono intervenuti l'assessore comunale al Turismo, Carlo Della Penna, il direttore della kermesse, il giornalista de La7, Franco Rina, e il regista polacco di fama mondiale, Krzysztof Zanussi, ospite speciale di questa tappa del Festival.

"Sono rimasto da subito impressionato dal progetto CinemadaMare" - ha dichiarato Della Penna sottolineando il suo entusiasmo nel dare ogni contributo utile "a dare risalto ai giovani filmmakers italiani e stranieri presenti in questa settimana nella nostra città".

"Il nostro obiettivo - ha affermato invece Franco Rina - è portare in Italia la leva più giovane del cinema mondiale, per farli lavorare con i loro coetanei italiani".

Della Penna ha poi sottolineato l'interesse dell'amministrazione comunale a voler rafforzare le attività formative di carattere cinematografico e dell'audiovisivo con l'obiettivo di valorizzare al meglio il territorio cittadino e l'area circostante, avvalendosi anche della collaborazione ed esperienza di un festival come CinemadaMare, e delle professionalità che può esprimere.

Zanussi invece rivolgendosi ai giovani cineasti (circa 80, provenienti da una quarantina di Paesi diversi) li ha invitati a perseverare nelle loro attività.

"Serve impegno costante - ha detto - dedizione e sacrificio. Sebbene le nuove tecnologie possono essere d'aiuto nel girare un film, il cinema resta ancora un mestiere difficile dove poter emergere. In tanti vogliono e provano a fare cinema, ma pochi sono coloro che ci riescono. Ciò non deve demoralizzare nessuno - ha aggiunto -, ma deve spingere ciascuno a dare il massimo in quello che nasce come una passione e che può trasformarsi in futuro in un lavoro".

CinemadaMare farà tappa nella città di Vasto fino a venerdì, quando il pubblico della località abruzzese potrà assistere alla proiezione dei cortometraggi (Palazzo d'Avalos, ore 21.30) che intanto i filmmakers del festival stanno realizzando a Vasto.

Ogni sera, poi, sempre nel cortile di Palazzo d'Avalos il festival propone la visione (gratuita e aperta a tutti) dei cortometraggi (tre ogni sera) iscritti al concorso principale, con lavori provenienti di circa 72 Paesi, e di alcuni lungometraggi, tra cui il film «Manuel», vincitore del premio David di Donatello, del regista romano Dario Albertini (in programma martedì 17, a partire dalle 21.50); «Tutto può accadere a Broadway», di Peter Bogdanovich (mercoledì 18), e«Brutti e Cattivi», di Cosimo Gomez (giovedì 19).

Vasto. Si apre, oggi domenica 15 luglio, la tappa abruzzese di CinemadaMare, il più grande raduno al mondo di giovani cineasti, che fino al 20 luglio fa tappa, per la prima volta, nella città di Vasto. Anche durante la VI settimana del tour 2018 di CinemadaMare, i partecipanti al raduno cinematografico internazionale, (circa cento filmmakers provenienti da 50 Paesi diversi), gireranno dei cortometraggi che saranno proposti alla visione del pubblico durante la serata finale della tappa (il 20 luglio), nell'ambito della WeeklyCompetition.
Ricco il programma di CinemadaMare a Vasto. Ogni sera, presso Palazzo D'Avalos, (piazza Pudente) ci sarà la proiezione dei cortometraggi iscritti alla MainCompetition, la competizione principale del Festival, riservato ai cortometraggi provenienti da tutto il mondo, dove in questo caso è il pubblico a votare il corto che accederà alle fasi finali del concorso, il cui vincitore sarà scelto nella tappa finale, con l'assegnazione del premio «Epeo d'Oro». Special Guest della settimana di CinemadaMare a Vasto, uno dei più importanti cineasti internazionali, Krzysztof Zanussi: regista, sceneggiatore e produttore cinematografico polacco, vincitore, tra l'altro, del Leone d'oro al miglior film a Venezia, nel 1984, per la pellicola «L'anno del sole quieto». Zanussi incontrerà il pubblico della località abruzzese domenica 15 luglio, a Palazzo D'Avalos, a partire dalle 21.50. Il giorno successivo, nell'ambito delle attività di formazione che il Festival propone ai suoi partecipanti, terrà un workshop sulle tecniche del cinema, e, in serata, introdurrà la proiezione di «Corpo estraeo», il film drammatico realizzato nel 2014. Martedì, invece, il regista polacco incontrerà i giovani filmmakers di CinemadaMare per analizzare i loro film. Nel corso della serata inaugurale è in programma anche la proiezione del breve filmato «La prima spiaggia»: immagini raccontate di Roberto Mazzagatti, fotografo naturalista dell'associazione AFNI, e il documentario «Obiettivo Natura». Il pubblico di Vasto potrà inoltre assistere durante le attività serali del Festival, alla visione di tre lungometraggi: «Manuel», vincitore del premio David di Donatello, del regista romano Dario Albertini (in programma martedì 17, in piazza Pudente, a partire dalle 21.50); «Tutto può accadere a Broadway», di Peter Bogdanovich (mercoledì 18), e«Brutti e Cattivi», di Cosimo Gomez (giovedì 19).
“Tutte le iniziative del Festival - ha dichiarato l’assessore al Turismo Carlo Della Penna- sono gratuite e aperte a tutti. Domani mattina alle 10.00 in Municipio è in programma una conferenza stampa per presentare tutti i dettagli del programma di “CinemadaMare”. All’incontro con i giornalisti prenderà parte il regista Krzysztof Zanussi.La 16esima edizione della kermesse si svolgein partnership con la Festa del Cinema di Roma, e sotto il segno di un importante riconoscimento da parte del Ministero per i Beni culturali e il Turismo: il Marchio dell’Anno europeo del Patrimonio culturale 2018”.

Vasto. Ieri mattina durante una conferenza stampa in Municipio è stata tracciata un’analisi puntuale degli interventi tecnici disposti a sostegno delle criticità idriche del territorio.

All’incontro fortemente voluto dall’Amministrazione Comunale hanno preso parte il Vicesindaco Giuseppe Forte, gli assessori Lina Marchesani e Luigi Marcello, il presidente della S.A.S.I., Gianfranco Basterebbe, la Vicepresidente Paola Tosti e diversi tecnici della società che gestisce il servizio idrico.

“La S.A.S.I. - ha detto il Vicesindaco Giuseppe Forte aprendo l’incontro - ci sta seguendo con grande interesse e sta investendo molto su questo territorio, dove le criticità sono tante e note”.

“Sin dal suo insediamento questo CdA - ha dichiarato il presidente Basterebbe - si è visto costretto ad affrontare e risolvere problematiche che da decenni venivano tralasciate. In questi due anni si è voluto porre un’attenzione particolare al territorio del vastese sia attraverso investimenti realizzati con fondi propri, sia mediante una una programmazione inserita nei finanziamenti regionali ed europei captati mediante un’intensa attività di mediazione politica e di accurata programmazione”.

Basterebbe ha ricordato che sono oltre 400 gli interventi tra ordinari e straordinari su rete idrica e fognante. Risultati conseguiti anche grazie alla determinazione e alla collaborazione del consiglio di amministrazione che proviene da questo territorio. Non a caso, nel CdA della Sasi viene investito del ruolo di Vicepresidente un esponente di Vasto, carica ricoperta per la prima volta da una donna, la dottoressa Paola Tosti che si è spesa senza risparmiarsi, com’è connaturato al suo ruolo istituzionale e senza distinzione, per tutti i Comuni gestiti dalla Sasi.

La Vicepresidente Paola Tosti ha illustrato gli interventi più rilevanti che la Sasi ha messo in campo e che hanno portato alla risoluzione di problematiche che si trascinavano ormai da tempo. Tra questi, in particolare, i lavori di pulizia della condotta fognaria lungo via Tagliamento, la sistemazione del tratto fognario adiacente il Muro delle Lame e l’installazione di valvole automatizzate per il controllo dell’erogazione idrica.

“E’ stato effettuato lo spurgo dell’intera condotta di via Tagliamento - ha spiegato la Vicepresidente Tosti - fino al Muro delle Lame per una lunghezza totale di circa 150 mt. La criticità riscontrata è insita nella collocazione stessa del sistema fognario le cui tubazioni situate in misura pianeggiante fanno sì che le caditoie si intasino di materiale sabbioso e terroso determinado così la fuoriuscita di liquami. Il tratto relativo al Muro delle Lame, invece, riguarda un vecchio cunicolo fognario in mattoni. Durante l’ispezione è stata rilevata una crepa da cui tracimavano acque di scolo che si riversavano su via Fonte Ioanna”.

Paola Tosti ha inoltre presentato il sistema di automazione della rete idrica di distribuzione che attraverso un meccanismo consente di avere orari certi nel controllo del flusso idrico. Sono state installate elettrovalvole e contatori idrici che permettono di monitorare da remoto il quantitativo di acqua distribuita in 15 zone della città ed i livelli dei relativi serbatoi di accumulo. L’iniziativa darà la possibilità da un lato di verificare i consumi ed evidenziare la zone con maggiore assorbimento e dall’altro di gestire in modo corretto i serbatoi che sono stati dotati di sonde di livello per evitare eventuali picchi di sfioro, rendendo così costante ed efficiente la gestione dell’intero sistema idrico. Attraverso questo meccanismo di automazione sono stati abbattuti i costi per le operazioni manuali di apertura e chiusura che fino a dicembre dello scorso venivano eseguite ricorrendo ad una ditta esterna, con una spesa annua di circa 36.000 euro. Tra gli interventi messi in campo è opportuno ricordare il lavoro di monitoraggio delle perdite. Ne sono state ritrovate 18 perdite di difficile individuazione, 15 delle quali sono state prontamente riparate e altre tre, per la complessa localizzazione del punto di inframmettenza, sono in fase di completamento. Questa risoluzione ha prodotto un recupero di circa 10 litri di acqua al secondo. Nel primo semestre del 2018 sono già 115 gli interventi ordinari sulla rete idrica e tre quelli relativi alla rete fognante. Tra questi meritano di essere evidenziati l’interveneto in compartecipazione di rifacimento rete idrica su via San Rocco e tre PL su rete fognaria a completamento dei lavori su San Lorenzo, zona Incoronata e Fonte Ioanna, nonchè il rifacimento della rete fognante su via Adua.

Riguardo alle azioni intrapprese per ridurre le problematiche inerenti alla crisi idrica, sono stati menzionati i lavori che riguardano sia il potenzimento della reta adduttrice, per permettere un maggior afflusso idrico verso la città di Vasto, nonchè gli interventi puntuali e quotidiani che servono per ridurre la perdite idriche e sostituire tratti di rete o apparecchiature vetuste. In particolare, i progetti appaltati e in corso di esecuzione riguardano il potenziamento dell’Adduttrice Casoli-Vasto mediante il potenziamento dell’impianto di sollevamento nel territorio del Comune di Monteodorisio. La manovra aumenterà la disponibilità idrica che sarà desinata sul versante Vastese. L’importo complessivo dei lavori ammontano ad euro 852.178,33. E’ in fase di avvio anche il progetto di collegamento per la realizzazione di una condotta che porterà al completamento di due tratti della rete idrica lungo il tracciato che dal serbatoio di “Borrello” porta a quello di “Villa Nasci”. L’80% della condotta è già stata realizzata ed è in fase di ultimazione la procedura di indennizzo per servitù di una piccola porzione di terreno e conseguenziale avvio dei lavori di completamento per arrivare al serbatoio. L’importo di progetto previsto ammonta a 2.300.000,00 euro. Sempre tra i progetti finanziati con fondi Master Plan rientrano gli interventi di rifacimento delle reti idriche e riduzione delle perdite nel comprensorio di Vasto. L’opera prevede la mappatura delle reti, la distrettualizzazione idrica, il monitoraggio delle portate e pressioni per l’intero territorio, con la conseguente sostituzione dei tratti di rete idrica che presentano perdite o che risultano insufficienti per la corretta distribuzione dell’acqua. L’importo del programma è pari ad euro 2.100.000,00.

Vasto. Presentato giovedì il prestigioso volume Filippo Palizzi, la Natura e le Arti a cura di Lucia Arbace, di 324 pagine interamente a colori, edito da Rocco Carabba nella collana Documenti, testimonianze, immagini diretto dal Prof. Gianni Oliva.

In prima fila, tra il folto pubblico accorso per l’evento, la maggior parte dei contributori tra cui Maria Antonietta Picone Petrusa e Andrea Zanella.

Il volume, che affianca la più grande mostra retrospettiva mai dedicata a Filippo Palizzi (aperta fino al 30 settembre in Palazzo d’Avalos) organizzata dal Comune di Vasto in occasione del bicentenario dalla nascita, presenta i testi di Lucia Arbace, Franco Maria Battistella, Silvia Bosco, Maria Grazia Gargiulo, Alessandra Giancola, Stefano Menna, Rossella Napoli, Giorgio Napolitano, Maria Antonietta Picone Petrusa, Patrizia Piscitello, Sara Pizzi, Chiara Stefani, Maria Tamajo Contarini, Andrea Zanella. Le foto sono di Gino Di Paolo, Marco Casciello, Luciano Romano e archivi vari.

All’inaugurazione hanno partecipato Francesco Menna, Sindaco della Città del Vasto, Giuseppe Forte, Assessore ai Beni e alle Attività Culturali della Città del Vasto, Gianni Oliva, Curatore della collana Documenti, testimonianze, immagini, edita da Rocco Carabba e Lucia Arbace, direttore del Polo Museale e curatrice della mostra.

Hanno inoltre mandato i loro saluti, poiché impossibilitati a partecipare all’evento, Sylvain Bellenger, Direttore del Parco e Museo Nazionale di Capodimonte, Napoli e Gaetano Daniele, Assessore alla Cultura del Comune di Napoli.

“Oggi Vasto – ha dichiarato il sindaco Francesco Menna – ricorda un’autorevole figura quella di un suo concittadino che ha reso Vasto famosa nel mondo con il suo incredibile lavoro”.

“Un grazie a tutti in questa giornata importante per la città di Vasto. Un grazie particolare alla caparbietà della dott.ssa Arbace che ci ha permesso di essere qui a celebrare Filippo Palizzi, un grazie anche alle istituzioni, senza la loro disponibilità non sarebbe stato possibile portare a Vasto 180 quadri”. Giuseppe Forte, Assessore ai Beni e la Attività Culturali del Comune di Vasto.

Gianni Oliva, curatore della collana Documenti, testimonianze, immagini, edita da Rocco Carabba ha sottolineato che “alcune città nascono con una vocazione particolare. Vasto è certamente una città dedita alla cultura. Basti pensare ai personaggi illustri e ai cognomi nobili di chi l’ha abitata. Questo volume, abbinato alla mostra, ripercorre in modo dettagliato cronologicamente l’intera vicenda artistica di Filippo Palizzi, dei suoi viaggi, dei contatti con la cultura Europea. Sono presenti dettagliate analisi della sua pittura, anche uno studio dedicato interamente ai cavalli. Grande uso è stato fatto dei carteggi di Palizzi che abbiamo a Vasto, delle collezioni esposte in mostra che rappresenta un evento per l’Italia intera”.

Infine la Dott.ssa Arbace dopo aver presentato il volume ed i contributi dei vari studiosi coinvolti in tutta Italia ha sottolineato che “l’obiettivo era quello di tratteggiare la figura di Filippo Palizzi mettendo in luce una nuova dimensione di questo artista, moderna, non scontata e non esclusivamente legata alla sua attività di pittore dell‘800, che è stato capace di aprirsi al ‘900 sperimentando i progressi anche in ambito tecnologico”.


Si è inteso così celebrare le grandi doti creative di un artista italiano, schivo e solitario, che ha interpretato magistralmente la sua giovane nazione conquistando non solo l’attenzione dei sovrani Borbone e Savoia, ma anche il consenso di una clientela internazionale, dal Nord Europa al Sud America.

Si sta già lavorando ad un nuovo evento, legato ad un altro importante aspetto di questa mostra: il restauro.

Gli organizzatori sono molto soddisfatti del positivo riscontro di pubblico, circa un migliaio di persone hanno già visitato la mostra che resterà aperta fino al 30 settembre.

Vasto. Ennesima brillante lavoro per gli uomini Polizia stradale di Vasto Sud, che nell’ambito della intensificazione dei servizi predisposti dal Comandante della Polstrada di Chieti, Fabio POLICHETTI, al fine di prevenire e contrastare i fenomeni di micro criminalità nelle aree di servizio autostradali, specie nella stagione estiva, caratterizzata da un aumento del traffico, hanno arrestato, nel corso della mattinata un uomo di 45 anni residente nella provincia di Napoli, mentre era intento a rubare alcuni oggetti, all’interno di un’autovettura parcheggiata nell’area di servizio.

In particolar modo, intorno alle ore 10.00, una pattuglia di vigilanza nell’area di servizio lungo l’A14, nel comune di Chieuti, si avvedeva di un signore che, approfittando della distrazione e allontanamento del proprietario di una BMW, si intrufolava all’interno dell’autovettura con il tentativo di sottrarre alcuni oggetti e valigie presenti all’interno.
Colto in flagranza, il 45 enne napoletano si è dato alla fuga nei campi adiacenti l’area di servizio autostradale, scavalcando la recinzione. Subito inseguito dagli agenti, è stato catturato poco dopo. Per il 45 enne sono subito scattate le manette ed arrestato con l’accusa di furto aggravato.

La polizia Stradale, come spiega il Comandante Polichetti, intensificherà Ancora di più, nei prossimi giorni i servizi di controllo e prevenzione nelle aree di servizio e in tutta la rete autostradale, anche tramite l’impiego di pattuglie in borghese, al fine di garantire maggiore sicurezza ai migliaia di utenti e turisti che tutti i giorni viaggiano sulle nostre strade.

Vasto. Il “Barracuda Summer Tour 2018” deiBoomdabash toccherà anche Vasto (Ch). La nota band reggae di origine salentina, protagonista del tormentone “Non ti dico no” che vede la partecipazione di Loredana Bertè in rotazione da maggio scorso su tutte le radio, saràin concerto nell’area eventi del Baja Village il 9 agosto.
Insomma una straordinaria occasione per poter ascoltare dal vivo e cantare il famoso ritornello “questa sera non ti dico no… arriviamo in Cina in autostop, puoi chiedermi la luna, tanto la conosco, questa sera non ti dico no.. domani non lo so” e tanti altri successi del gruppoche ha da sempre manifestato la dote di saper mixare sapientemente in un tutt’uno davvero inedito e sorprendente elementi raggae, soul, drum and bass e hip hop.
L’evento, organizzato da Baja Villagein collaborazione conProgetto Sud Festival, prevederà in apertura un dj set e un gruppo spalla; sarà allestita un’area food all’interno dello spazio dedicato al concerto; mentre l’apertura dei cancelli è prevista per le ore 19.00. I biglietti sono acquistabili on line suwww.ciaotickets.com e in tutti i punti vendita autorizzati e i primi duecento biglietti avranno un prezzo promozionale di 13 euro.
I Boomdabash sono peraltro freschissimi dell’uscita del loro nuovo lavoro discografico “Barracuda”, dal quale prende il nome la tournée, uscito lo scorso 15 giugno. Il disco contiene 12 brani inediti tra i quali “Barracuda”realizzato in feat con Fabri Fibra e Jake La Furia.
“Siamo molto legati a questo nuovo album – dichiara la band – è un lavoro che riflette le nostre mille sfaccettature. Barracuda è stato un disco voluto, sudato e lungo da preparare ma che al primo ascolto regala forti emozioni per il vissuto che traspare, per la produzione musicale curata al dettaglio e mai scontata e per la freschezza dei brani. Al primo ascolto la sensazione che assale l’ascoltatore è che la tracklist sia composta da brani che ad uno ad uno potrebbero diventare potenziali singoli, al tempo stesso peró non risultano banali o appiattiti dall’esigenza di ricercare a tutti i costi una hit. Il concept del disco è la strada fatta da quattro ragazzi salentini che in questi quindici anni di carriera, tra mille sacrifici e difficoltà, in un mare pericoloso pieno di squali dove aver paura non è concesso, hanno saputo difendersi e conquistare la propria fetta nel panorama musicale senza arrendersi mai e mai rinnegando la propria identità”.
L’appuntamento è per il 9 agosto a Vasto ed è una delle iniziative musicali che anticipa il festival “Progetto Sud” che si terrà a fine agosto a San Salvo Marina (Ch).

Vasto. Le aree individuate dall’Amministrazione Comunale per l’accesso con animali da affezione (cani e gatti) sono tre: nella porzione di spiaggia libera a Mottagrossa in corrispondenza dello spazio adibito a parcheggio direzione Nord; nella porzione di spiaggia libera a Sud della foce del Torrente Lebba; nella porzione di spiaggia libera vicino “La Bagnante” (parte finale Lungomare Ernesto Cordella.

L’accesso e la permanenza nelle spiagge autorizzate è consentito agli animali muniti di certificazione sanitaria o del libretto di vaccinazioni e ai cani guida dei non vedenti. E’ vietato l’accesso ai cani di sesso femminile durante il periodo estrale. I proprietari o i detentori di animali non identificabili tramite microchip, tatuaggio di riconoscimento o altro documento idoneo sono soggetti a sanzioni amministrative. Nel rispetto della sicurezza e della incolumità dei bagnanti, i cani possono sostare entro il perimetro dell’ombrellone del proprietario o nelle immediate vicinanze dello stesso.

Il proprietario deve rimuovere immediatamente le deiezioni solide e provvedere a dilavare quelle liquide con acqua, anche marina.
E’ vietata la balneazione degli animali su tutto il tratto di costa competente il Comune di Vasto ad esclusione dei tre tratti prospicenti le porzioni delle spiagge autorizzate.

Gli animali non possono accedere a piscine, docce, aree attrezzate per scopi ludici, zone delimitate e segnalate da appositi cartelli.
Il proprietario o detentore dell’animale ne garantisce lo stato di salute e ne risponde direttamente. L’inosservanza dell’ordinanza comporta una sanzione amministrativa pecuniaria da 25,00 a 500,00 euro.

“Sono sempre più numerose le famiglie di residenti e turisti - ha spiegato l’assessore con delega all’Ecologia e al Demanio, Paola Cianci - che tra i loro affetti più cari includono i fedeli amici a quattro zampe e per questo, in continuità con le passate stagioni estive, abbiamo garantito tre aree dedicate anche a loro. E’ importante seguire le regole indicate nell’ordinanza in modo da soddisfare le esigenze di tutti i fruitori della spiaggia”.

Vasto. Il Centro Europeo di Studi Rossettiani, insieme all’Università d’Annunzio nell’ambito del Dottorato di ricerca Storia, patrimonio culturale e lingue dell’area euro-mediterranea, ha avviato una proficua collaborazione con la Biblioteca universitaria di Vancouver per approfondire lo studio del fondo Angeli-Dennis, dedicato ai Rossetti e alla Confraternita dei Preraffaelliti di straordinario interesse documentario. “Un fondo enorme ancora non del tutto esplorato - ha spiegato Gianni Oliva, direttore CESR, durante la conferenza stampa di presentazione - che abbiamo acquisito per avere una nuova prospettiva d’indagine non solo sulla figura dell’esule vastese, ma anche sugli altri componenti della famiglia”.
Le ricerche dirette dal Centro Studi negli ultimi due anni si erano concentrate sullo studio dei taccuini inediti di Gabriele Rossetti: da questi poi si sono allargate a coloro che per ragioni di interesse artistico o famigliare gravitarono attorno ai Rossetti. Uno studio condotto parallelamente su più fascicoli, molti di questi ancora non pubblicati, che ci ha permesso di scoprire le diverse potenzialità inespresse del Fondo. Gli studiosi che fino ad oggi lo hanno consultato, si sono soffermati per lo più sul materiale catalogato e noto attraverso i primi regesti. Questo, tuttavia, rappresenta solo il primo passo di avvicinamento alla Collezione canadese. “In particolare, ci siamo concentrati su quanto William, nel suo lavoro di paziente archivista di famiglia, nei suoi lunghi anni di vita, ha raccolto in lingua italiana, soprattutto le carte del padre e del nonno”.
La parte in italiano della “Sezione Inediti e Rari” raccoglie manoscritti, carteggi, opere a stampa, bozze di opere rimaste ancora oggi “unsorted” (senza catalogazione). Proprio su questa è stato avviato un lavoro di catalogazione nel primo semestre del 2018 culminato nello scorso mese di giugno in una ricerca in loco da parte della dott.ssa Mariella Di Brigida, dottoranda dell’Università d’Annunzio e partner del progetto di ricerca. Tra i documenti inediti, ad esempio, quelli presenti nel faldone “Vasto Correspondance”, che testimoniano l’attaccamento di William alla città paterna intrattenuto mediante fitta corrispondenza epistolare con i politici e notabili dell’epoca. William ha conservato non solo le lettere ma anche i documenti ufficiali, opere di vastesi illustri in un certosino lavoro di conservazione grazie al quale oggi possiamo ricostruire tappe importanti della storia della nostra città e non solo. Tra gli altri documenti, infatti, emergono gli interessi per la letteratura europea da parte di Gabriele Rossetti, elemento questo che permette oggi di ridisegnare il profilo di un autore tacciato in passato di provincialismo. Un patrimonio immenso lasciato in eredità alla figlia Helen e alla nipote Imogene che solo la lungimiranza di uno studioso come William Fredeman negli anni ’60 ha permesso che fosse spostato dalla casa di Woodstock alla British Columbia University di Vancouver.
“Uno lavoro a stretto contatto con il personale della Rare Book and Special Collections dell’Irving K. Barber Learning Centre finalizzato al riordino dei fascicoli. E grazie alla disponibilità della direttrice della Biblioteca KatherineKalsbeek e dell’Archivista KristzinaLazlo siamo certi riusciremo già per il prossimo anno a pubblicare i documenti più interessanti e magari ad accogliere, e noi ce lo auguriamo vivamente, qui a Vasto in una mostra che ha il sapore di un ritorno a casa”.
Ha dichiarato l'Assessore alla Cultura Giuseppe Forte: "E' una giornata felice per la cultura vastese. Vasto non può che essere orgogliosa di questo lavoro e della sua storia, delle passate generazioni che hanno aperto un orizzonte diverso ai loro contemporanei e a noi posteri, a cui spetta un onere importante conservare la memoria e divulgarla alle nuove generazioni. Un augurio da parte di tutta l'Amministrazione di buon lavoro al Centro Europeo di Studi Rossettiani per i futuri progetti".

Vasto. Sono iniziati ieri i lavori sulla facciata del Municipio di Vasto. A fine giugno a causa di alcuni rigonfiamenti all’intonaco, che hanno richiesto l’intervento dei Vigili del Fuoco, con ordinanza sindacale, è stata interdetta a pedoni e vetture l’area di Corso Garibaldi sottostante il cornicione dello stabile.

“L’intervento - ha spiegato l’assessore ai Servizi Manutentivi Gabriele Barisano - prevede la rimozione e lo spicconamento dell’intonaco ammalorato, il trattamento dei ferri di armatura, il rifacimento dell’intonaco e la verniciatura. Non appena i lavori saranno ultimati si procederà alla riapertura dell’ingresso al Piazzale Histonium”

Si procederà subito dopo sulla facciata posteriore del Municipio, quella di Via Marchesani, alla demolizione ed al rifacimento di una parte della muratura del terrazzo.

Pagina 1 di 38

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione