Chieti. Il 20 ottobre i Dust N' Roses tornano in concerto allo Stammtisch Tavern di Chieti Scalo: (inizio ore 22.00).

I Dust N' Roses così presentano l’attesissima serata:
“È il nostro grande ritorno live per la prima data del tour invernale”.

Una buona band è la somma dei talenti che la compongono ed una buona musica è l’unione di energia e passione, quelle capaci di accendere gli animi, di sorprenderli e di trascinarli.
Proprio questo mix di elementi, conditi da una buona dose di stravaganza e voglia di divertirsi, costituisce ciò che i Dust N' Roses propongono al loro pubblico.
Ancor prima di sentir la loro musica l’impatto visivo è forte e l'inconfondibile look dei componenti all’istante le loro intenzioni: rendere omaggio ai Guns N' Roses e diventare espressione della loro musica.
A dare il via al progetto, nel 2009, sono chitarrista e batterista, uniti nel lavoro e nelle passioni musicali: Ermando Colangeli e Danilo Rossi, da anni insieme in vari e disparati progetti, si fermano a riflettere mentre un’idea affascinante si fa largo nelle loro menti, ancora non perfettamente precisata, eppure viva: mettere insieme un gruppo cover dei Guns N' Roses.
Fissati i loro ruoli (rispettivamente Matt e Slash) si inizia così la ricerca degli altri componenti che arrivano prestissimo: alla voce Stefano Frentano, cantante di grande qualità, che fa fare alla band quel salto di qualità ricercato per l’incredibile somiglianza per voce e movenze con il mitico Axl e l’indubbia presenza scenica; al basso Claudio Giannascoli, musicista poliedrico che per l'occasione imbraccia il suo basso elettrico per ricreare il sound ed il ritmo di Duff, fino ad arrivare, a partire dal 2015, Fabio Raggi e ad Emanuele Di Marco (che nell'ultimo periodo subentrano a Raffaele Poppi e Massimo Smarrelli), impegnati dietro chitarra e tastiera, e ad Alessio Coletti, ultimo entrato nella band dietro pelli e tamburi.
Esperienze differenti e percorsi musicali che spaziano dal rock al pop, dalla musica blues al metal, per poi incontrarsi e fondersi in questo progetto comune che li vede persino capaci di curare ogni minimo dettaglio per assomigliare agli originali.
Il progetto Dust N' Roses è il risultato di un sodalizio artistico divertente, stimolante e d'impatto, che nasce da una grande passione per la band americana, e che si traduce in uno spettacolo musicale ricco di adrenalina, carattere e presenza scenica, attraverso un repertorio che spazia tra i grandi classici della band di Axl, Slash e compagni.
I Dust N' Roses festeggeranno nel 2019 i dieci anni di attività, un traguardo decisamente importante.

La line up dei Dust N' Roses comprende: Stefano “Axl” Frentano (voce), Danilo “Slash” Rossi (chitarra e cori), Claudio “Crazy Horse” Giannascoli (basso e cori), Emanuele “Dizzy” Di Marco (piano, synth, percussioni e cori), Fabio “Rax” Raggi (chitarra), Alessio “Pop Corn” Coletti (batteria).

“Dust N' Roses in concerto allo Stammtisch Tavern (Viale Unità d’Italia, 645 Chieti Scalo)
20 ottobre 2018
Info e prenotazioni: 0871. 577171 – 342.0704408 (anche whatsapp)

Chieti. Oggi, 19 ottobre, appuntamento con il grande rock allo Stammtisch Tavern di Chieti Scalo: torna in concerto la più scatenata Tribute Band dei Pearl Jam, i Momma Son. Sarà una serata imperdibile dedicata alla musica del gruppo di Eddie Vedder (inizio ore 22.00).

“È sempre bello tornare a suonare a casa!”: così i Momma Son presentano una serata che non mancherà di appassionare gli amanti del buon sano rock.

Il progetto Momma Son nasce, come sempre accade in questi casi, dall’entusiasmo di cinque ragazzi abruzzesi nell’onorare la mitica band di Seattle: i Pearl Jam.
Per chi non conoscesse il retroscena, il nome della Tribute Band è un omaggio alla demotape (MommaSon) che Jeff Ament e Stone Gossard (bassista e chitarrista futuri dei Pearl Jam) inviarono ad un allora sconosciuto benzinaio di Chicago con la passione della musica, Eddie Vedder (da questa demo presero vita capolavori come Footsteps, Alive e Once).
Oltre che essere fan, i cinque ragazzi oltretutto hanno avuto un passato in altri gruppi tributo della band di Seattle: è così che Iacopo Dell’Osa (basso) e Pierguido Lo Priore (chitarra), già insieme come amici d’infanzia e componenti della precedente Tribute Band, decisero di rifondare il gruppo. Così, nell’autunno 2013, al progetto si sono uniti Riccardo Renzetti (chitarra), Francesco Di Giovanni (batteria) e Piergustavo De Francesco (voce e chitarra).
Dopo un primo periodo di studio e fondamentali prove in sala, il gruppo è pronto per esibirsi dal vivo…giusto slancio per proporre il repertorio Pearl Jam sia in chiave elettrica che acustica nei vari locali d’Abruzzo e zone limitrofe.
Se c’è una cosa imparata finora, è che i Pearl Jam non vanno solo “suonati”…i Pearl Jam bisogna soprattutto viverli.
Questo si può capire (e i veri fan lo sanno) dalla varietà delle setlist che portano in ogni tour (repertorio ventennale permettendo) cambiando così in ogni concerto la loro esibizione.
Questa è la “benzina” dei Momma Son ogni volta che provano e si esibiscono: la consapevolezza di avere un repertorio da omaggiare così ampio da poter spaziare di serata in serata, proponendo sempre qualche novità a chi ama come loro il gruppo statunitense.


I Momma Son sono:

Piergustavo De Francesco (voce e chitarra), Sergio Di Cintio (basso), Francesco Di Giovanni (batteria), Pierguido Lo Priore (chitarra), Riccardo Renzetti (chitarra).

Momma Son Pearl Jam Tribute Band live allo Stammtisch Tavern (Viale Unità d’Italia, 645 Chieti Scalo)
19 ottobre 2018
Info e prenotazioni: 0871. 577171 – 342.0704408 (anche whatsapp)

Chieti. Il 13 ottobre tornano in concerto allo Stammtisch Tavern di Chieti Scalo i DeMode Live Tribute Depeche Mode che ripercorreranno la carriera della leggendaria band inglese (inizio ore 22.30).

Per i DeMode la parola comune denominatore è “Devozione”.
La passione per i Depeche Mode unisce Marco Giraldi, Alex Moscone, Christian Disma e Fabio Colantoni in un progetto accurato e fedele al mood della pioneristica band britannica.
Il pathos dei loro live show è il denominatore costante nella band che, in dieci anni di background sul territorio italiano, ha affinato ancora di più le proprie qualità per essere il più fedele possibile e non tradire nessuna aspettativa dei fan più esigenti dei Depeche Mode.
I DeMode sono una delle rare Tribute Band nella quale è possibile ascoltare le due voci dei Depeche Mode, Dave Gahan e Martin Gore rispettivamente interpretate da Marco Giraldi e Alex Moscone.
Accuratezza e autenticità e perfezione sono un segno distintivo del progetto con la band che impiega quanti più autentici sintetizzatori e sampler vintage per ricreare i suoni classici e ampiamente vari della discografia dei Depeche Mode, dagli esordi di “Speak and Spell” fino all’ultimo album “Spirit”, sviscerando la parte più intima , più cupa e dark del quartetto di Basildon: in un live dei DeMode si potrà rivivere un imperdibile spettacolo fatto di “Fede e Devozione”.

Così la band presenta il concerto:

“I DeMode faranno immergere il pubblico dello Stammtisch nel puro sound dei
Depeche Mode dagli anni '80 ad oggi con tutta la carica e l'energia di una vera e propria
Depeche Mode Night”

I DeMode sono:

Marco Giraldi: lead vocal
Alex Moscone: guitar - synths - backing vocals - studio engineer
Christian Disma: synths – workstation – bass station
Fabio Colantoni: drums


“DeMode Live Tribute Depeche Mode in concerto allo Stammtisch Tavern (Viale Unità d’Italia, 645 Chieti Scalo)
13 ottobre 2018
Info e prenotazioni: 0871. 577171 – 342.0704408 (anche whatsapp)

Chieti. Il 12 ottobre appuntamento da non perdere allo Stammtisch Tavern di Chieti Scalo: tornano in concerto gli Star Collision Muse Tribute Band (inizio ore 22.30).

I Muse sono una delle più popolari del rock mondiale. Capitanati dal carismatico Matthew Bellamy, torneranno a novembre sul mercato discografico con il nuovo album “Simulation Theory” già anticipato da due singoli, “Though contagion” e “Something human”.
Per i fan è dunque iniziato il conto alla rovescia e il concerto degli Star Collision sarà l’occasione giusta per ingannare l’attesa.

Gli Star Collision nascono nel Settembre del 2010 con l'intento di riproporre ai fan le splendide, magiche ed inimitabili sonorità del genio Matthew Bellamy.
Punto di forza della band è l'unione di cinque musicisti che, grazie alla loro esperienza e al loro studio decennale dello strumento, cercano di regalare agli appassionati una tribute il più fedele possibile alla geniale band inglese.

Così la band presenta il concerto dello Stammtisch Tavern:

“Sarà un concerto ricco di adrenalina ed energia! La setlist di venerdì sera sarà ricca di brani conosciutissimi che hanno reso famosa la celebre band britannica, ma anche di qualche piccola chicca per i più sfegatati!”

La line-up degli Star Collision comprende: Andrea Marcucci (Voce), Marino Di Nino (Chitarra e Voce), Francesco Cetrullo (Basso), Emanuele Giorgetti (Batterie), Matteo Piastrelloni (Tastiera e Voce)

 

“Star Collision Muse Tribute Band live allo Stammtisch Tavern (Viale Unità d’Italia, 645 Chieti Scalo)
12 ottobre 2018
Info e prenotazioni: 0871. 577171 – 342.0704408 (anche whatsapp)

Pescara. Esce oggi “2008-2018: TRA LA VIA EMILIA E LA VIA LATTEA”, un doppio album che racconta il viaggio delle Luci della centrale elettrica seguendo un percorso squisitamente musicale e diviso in due parti: sul primo cd trova posto una raccolta di quindici canzoni scelte tra quelle contenute nei dischi e arricchita da un inedito, intitolato “Mistica”, e dalla rilettura, anch’essa inedita, di “Libera”, canzone scritta da Vasco Brondi e data in prestito agli amici dei Tre Allegri Ragazzi Morti.

Sul secondo cd c’è invece spazio per una rilettura molto particolare ed attuale di quindici canzoni del repertorio delle Luci impreziosite dalla presenza di due cover, una di Francesco De Gregori e una dei CCCP. Un “live in studio” che nasce dal lavoro fatto negli ultimi sei mesi con la band formata da Rodrigo D’Erasmo (violino), Andrea Faccioli (chitarre), Daniel Plentz e Anselmo Luisi (percussioni), Daniela Savoldi (violoncello), Gabriele Lazzarotti (basso) e Angelo Trabace (pianoforte).

La stessa formazione accompagnerà Vasco nel primo tour teatrale della sua carriera, in programma tra novembre e dicembre con l’appuntamento al Teatro Massimo di Pescara per domenica 2 dicembre alle 21, concerto organizzato dalla Best Eventi. Un tour in cui si mescoleranno le canzoni scritte in questi dieci anni a letture e racconti.

Biglietti disponibili sui circuiti TicketOne www.ticketone.it e CiaoTickets www.ciaotickets.com: primo settore numerato 36,80 – secondo settore numerato 29,90 – palchetto numerato 26,45 – galleria numerata 24,15 (diritti di prevendita inclusi). Info: 085.9047726 www.besteventi.it

Dopo dieci anni e centinaia di concerti, dai piccoli bar dei primi tempi ai grandi “spazi rock” degli ultimi tour, la scelta di spostarsi negli spazi teatrali è sembrata la più logica e coerente, assecondando proprio quell’evoluzione che riguarda anche la poetica delle canzoni e l’attenzione per l’aspetto musicale.

Dieci anni, cinque album, due libri, una graphic novel, una serie di incontri importanti da cui sono scaturite collaborazioni preziose per un’evoluzione artistica che non ha mai tradito quell’idea di libertà e di indipendenza, lontana dalla mode o dalle tendenze, che continua a contraddistinguere la produzione di Vasco Brondi.

Il tour è organizzato da IMARTS – International Music & Arts in collaborazione con Gibilterra Management.

Chieti. Il 6 ottobre i Kom, la più titolata cover band italiana di Vasco Rossi, apriranno il loro “Grazie Vasco Tour” invernale allo Stammtisch Tavern di Chieti Scalo (inizio ore 22.30).

Il tour toccherà i principali club di tutta Italia dopo il boom dei concerti estivi che hanno registrato presenze record di pubblico nelle più belle piazze della nostra penisola.
Due ore e mezzo di grande spettacolo per il “Grazie Vasco Tour” della band che è già pieno di appuntamenti fissati per i prossimi mesi.

Il concerto allo Stammtisch Tavern sarà una serata “Open Arena” (posti in piedi per il concerto) e con soli 100 posti per la cena.

I Kom annunceranno a breve la data di pubblicazione del loro primo cd che seguirà lo strepitoso successo di critica e pubblico ottenuto con il singolo “Grazie Vasco”, brano inedito prodotto da Music Force, che è un atto d’amore verso il più grande artista italiano che ha rivoluzionato la storia del rock: questo l’obiettivo del brano che vede la straordinaria collaborazione di Claudio Golinelli “il Gallo”, uno che di Vasco se ne intende.
Il bassista più famoso d’Italia, il braccio destro artistico di Blasco da oltre trent’anni e il basso storico dei suoi più grandi successi scende in campo per sostenere un’operazione musicale senza precedenti. Con “Grazie Vasco”, in un panorama artistico in cui le cover band attingono unicamente dai cantautori, ecco l’omaggio dei Kom al loro idolo.
Dopo tanti anni di concerti durante i quali il gruppo ha cantato le intramontabili canzoni di Vasco, è stato il momento di ridare qualcosa indietro all’artista che ha permesso alla band abruzzese, capitanata da Mirco Salerni, di incassare successi, di calcare palchi importanti, primo tra tutti l’esibizione al Beach Arena di Rimini in occasione del Modena Park e di crearsi uno straordinario seguito di fan.

Il singolo ha avuto oltre 38000 visualizzazioni su YouTube diventando a tutti gli effetti un inno al rocker di Zocca per tutti coloro che amano le sue canzoni e che hanno vissuto e sono cresciuti con le sue inconfondibili note. Insomma una dedica universale che racchiude in un solo testo tutta l’esperienza dei numerosi fan che hanno vissuto canzone per canzone, che si sono emozionati più volte con “Siamo solo noi”, “Ogni Volta”, “Vivere”, “Sally” e “Toffee”, solo per citarne alcuni.
Il fatto davvero singolare è che a vivere tutto questo è stata più di una generazione, non c’è persona in Italia che non sappia intonare un ritornello di una delle più celebri canzoni di Vasco.
Un artista che ha completamente cambiato il linguaggio musicale italiano degli anni Ottanta, creando un modo di esprimersi audace per l’epoca ma che si è subito espanso a macchia d’olio toccando le corde più profonde di tutti gli amanti della musica rock.
Quello dei Kom è stato un atto di coraggio in un momento storico in cui si osa davvero poco, è dunque una voce fuori dal coro nella quale tutti si possono riconoscere: “Grazie Vasco” è sì una canzone dei Kom, ma è anche e soprattutto una canzone che è già diventata di tutti.
“Grazie Vasco” è stato un vero tormentone durante la scorsa estate.
Grande apprezzamento è stato mostrato dai fan del Blasco di tutta Italia e in particolar modo dai seguaci dei Kom, la famosa “loKOMotiva” che segue da anni la band in tutte le performance dal vivo.

Questo il link dove è possibile visualizzare il video:

(https://www.youtube.com/watch?v=loxSLM1Ri4M&feature=youtu.be)

“Kom Vasco Rossi Tribute Band in concerto allo Stammtisch Tavern (Viale Unità d’Italia, 645 Chieti Scalo)
6 ottobre 2018
Info e prenotazioni cena: 0871. 577171 – 342.0704408 (anche whatsapp)

Pescara. Il Pin Up di Mosciano Sant’Angelo ospiterà venerdì 26 ottobre, ore 21, la Data Zero Club del Domino Tour di Malika Ayane. Organizzazione Best Eventi. Biglietti disponibili sui circuiti TicketOne www.ticketone.it e Ciaotickets www.ciaotickets.com: posto unico 28,75 (diritti di prevendita inclusi).

Per informazioni: 085.9047726 www.besteventi.it

Il Domino Tour di Malika Ayane, prodotto da Massimo Levantini per 1 Day, sarà ambientato tra teatri e club. Media partner ufficiale del tour RTL 102.5. Così come l’album DOMINO è nato come un proseguo di NAIF, anche il Domino Tour riparte da un esperimento già iniziato nel Naif Tour e nel Naif Club Tour: Malika Ayane presenterà gli stessi brani in modi completamente diversi, mescolando elementi di arrangiamento e andando verso strade apparentemente diversissime eppure fatte della stessa anima.

I concerti nei teatri saranno caratterizzati da suoni morbidi e pieni, con una ricerca di sonorità finalizzata ad avvicinare i brani di repertorio a quelli inediti; sul palcoscenico Malika sarà accompagnata da: Daniele Di Gregorio alla marimba, Carlo Gaudiello al piano, Marco Mariniello al basso, Nico Lippolis alla batteria e Jacopo Bertacco alla chitarra.

I live nei club saranno caratterizzati dagli stessi brani ma riportati allo scheletro, con una concezione più ruvida ed essenziale; sul palco, in questa versione, la cantautrice milanese al synth, Jacopo Bertacco alla chitarra, Nico Lippolis alla batteria.

Chieti. Gli Hells Bells AC ϟ DC Tribute Band festeggiano i 15 anni di attività live e scelgono lo Stammtisch Tavern di Chieti Scalo per onorare a suon di rock e con tanti amici questo importante traguardo. Il gruppo sarà in concerto nel noto locale di Chieti Scalo il prossimo 5 ottobre (inizio ore 22.30).

Era il 4 ottobre 2003 e il fenomeno delle "Tribute Band" ancora non esisteva quando un gruppo di amici decise quasi per scherzo di fare un concerto interamente dedicato agli AC ϟ DC.
Di lì a poco arrivò il nome Hells Bells e cambiarono pian piano i componenti attorno al singer Simone Flammini, fino ad arrivare all'attuale line-up che festeggia, come detto, il quindicesimo anno di attività, attestandosi come il tributo al gruppo australiano più longevo del centro Italia.

Così gli Hells Bells presentano il concerto allo Stammtisch Tavern:
“Abbiamo cominciato quest'avventura chiamata Hells Bells quasi per scherzo e mai avremmo pensato di essere ancora qui dopo quindici anni con la stessa passione e voglia di divertirci del primo giorno!
Eppure è successo, e allora non possiamo che festeggiare questo "traguardo" a modo nostro con e per tutti i nostri amici di sempre, sopra e sotto il palco! E la location perfetta per questa festa non poteva che essere lo Stammtisch Tavern che per noi è una vera e propria seconda casa avendo ospitato sin dall'inizio alcuni dei nostri concerti più belli di sempre!”

La line-up degli Hells Bells comprende: Simone Flammini (voce), Nicola Santeusanio (chitarra), Federico Febo (chitarra), Mariano Pavone (basso), Luca "Bonzo" Belisario (batteria).

Hells Bells AC ϟ DC Tribute Band live allo Stammtisch Tavern (Viale Unità d’Italia, 645 Chieti Scalo)
5 ottobre 2018
Info e prenotazioni: 0871. 577171 – 342.0704408 (anche whatsapp)

Pescara. Si svolgerà domenica 30 settembre alle ore 21 nella Sala Consiliare di Palazzo di Città il Concerto “Il Gospel canta il Genocidio dimenticato di Rom e Sinti”, patrocinato e organizzato dal Comune di Pescara e a cura dell’associazione culturale Arti_in Lab, Laboratorio di Arti e Media Digitali, fondata da docenti e diplomati del Master in Teatro e Musica dell’Università “G. d’Annunzio” e presieduta dalla Elisabetta Fazzini. L’evento unisce il coro gospel “Gospel Sound Machine” diretto dal Maestro Paolo Zenni, con repertorio contemporaneo di cultura musicale afro-americana ed europea tipicamente “tonale” e l’Alexian Group del Maestro Santino Spinelli, famoso in tutto il mondo per aver suonato al cospetto del Papa e di capi di Stato, le cui melodie si fondano invece su scale “modali” con sonorità tipicamente orientali. Lead vocalist del concerto sarà Giuliana Bottegoni; condurrà Ilaria Cappelluti, speaker della radio R101.

 

“Il concerto si propone, attraverso una integrazione artistico/musicale unica nel suo genere, di ricordare lo sterminio di oltre un milione di Rom e Sinti perpetrato da parte dei nazisti durante la seconda guerra mondiale – così l’assessore alla Cultura Giovanni Di Iacovo- e al contempo nasce con l’intento di ispirare consapevolezza e condanna verso ogni forma di discriminazione su base etnica. L’ispirazione è quella di coniugare la musica di qualsiasi origine e vocazione per condividere orizzonti di senso, di socializzazione, di solidarietà e di speranza in un futuro di fratellanza e di pace e per vivere una esperienza davvero incomparabile di crescita culturale e umana”.

 

“Musica, memoria e solidarietà – aggiunge Nicola Di Nardo, musicista e motore organizzativo dell’evento - In quest’ottica il concerto ha la finalità solidale di raccogliere fondi per la costruzione del primo grande monumento in Italia commemorativo dell’olocausto dei Rom e Sinti, realizzato in pietra della Maiella dallo scultore abruzzese Antonio Santeusanio, che verrà inaugurato - alle ore 11.30 del 5 ottobre 2018 in Lanciano (CH), presso il “Parco delle Memorie”, nell’ambito delle celebrazioni in onore dei Martiri Ottobrini. L’evento si colloca altresì nell’ambito di un progetto ideato e coordinato dal Prof. Stefano Trinchese, Prorettore alla Cultura dell’Università “G. d’Annunzio” di Chieti e Pescara che porterà ad un Convegno internazionale, “Samudaripen. Il genocidio dimenticato di Rom e Sinti”, che si svolgerà presso l’Auditorium del Campus di Chieti dell’Università “G. d’Annunzio, in via dei Vestini, giovedì 4 ottobre 2018 dalle ore 10 alle 14, a cui interverranno docenti universitari di varie nazioni e che verrà aperto e concluso da un concerto del Maestro Santino Spinelli con il suo Alexian Group, pietra miliare e portavoce del mondo romanò: egli rappresenta la più efficace e vicina capacità di rivalsa di quanti sono stati e sono ancora discriminati a causa delle proprie origini ed ha restituito dignità e spessore alla comunità Rom che si onora di rappresentare. La tre giorni vuole essere appunto la rilettura del genocidio dimenticato di Rom e Sinti, dopo i silenzi sull’argomento al processo di Norimberga, nell’80° anniversario delle famigerate leggi razziali firmate da tanti professori universitari. È prevista la redazione di un documento ufficiale che smentisca esplicitamente ogni fondamento scientifico del manifesto della razza e condanni ogni forma di discriminazione su base etnica”.

 

Il filo conduttore delle tre giornate:

30 settembre: “Il Gospel canta il genocidio dimenticato di Rom e Sinti”, concerto gospel (“Gospel Sound Machine”) e romanì (“Alexian Group” del M° Santino Spinelli) con conclusione assieme;
4 ottobre: “Samudaripen”, Convegno Internazionale sul genocidio dimenticato di Rom e Sinti;
5 ottobre: inaugurazione del primo monumento in Italia al Samudaripen;

Brevi Note sul coro “Gospel Sound Machine”

 

Gospel Sound Machine”, costituitosi nel 2005, è un’associazione formata da musicisti e cantanti che operano sotto la direzione artistica di Paolo Zenni, socio fondatore, con la mission di trasmettere il messaggio gospel, rifacendosi alla cultura e alla tradizione della musica religiosa afro-americana, con particolare riferimento a spiritual, gospel e gospel contemporaneo, e con l’obiettivo di uno stile personale, attraverso l’integrazione con altre espressioni della cultura musicale americana ed europea: rhythm ‘n ‘blues, pop, soul, rap, fusion.

Il gruppo, formato da oltre 50 elementi divisi in due sezioni essenziali - quella corale e quella strumentale della band - ha all’attivo una ricca esperienza di partecipazione ad eventi, rassegne musicali, manifestazioni di solidarietà, seminari, e di presenze a vario titolo nel panorama culturale e musicale sia nazionale che internazionale.

Chieti. Il 29 settembre Sheerio torna ad esibirsi dal vivo con il suo Cover One Man Band del grande cantautore britannico Ed Sheeran allo Stammtisch Tavern di Chieti Scalo, locale che lo aveva visto debuttare proprio con questo progetto lo scorso aprile.
Dalle più delicate ballad acustiche come Lego House e Perfect alle melodie irlandesi di Nancy Mulligan e Galway Girl fino ai ritmi R’n’B di Shape of You: tutto in una serata speciale al suono di una chitarra acustica, una voce e loop station …. proprio come nei concerti di Ed Sheeran.

Sheerio nasce da una grande passione per la musica di Ed Sheeran e dalla voglia di portarla in giro per l'Italia per far emozionare, ballare e cantare a squarciagola chiunque la ascolti.
È il progetto cover ideato da Emilio Spinozzi.
Tutto è nato tre anni fa quando ha conosciuto la musica del cantautore britannico.
Se ne innamorò subito: per lui non aveva quella patina di falsità e omologazione che avevano gli altri artisti pop. Sentiva che la sua musica era vera e parlava direttamente al cuore delle persone.
Senza contare che Emilio Spinozzi non aveva mai ascoltato un artista riuscire a sintetizzare così coerentemente sonorità Pop, folk e R’n’B. Mentre lo ascoltava cominciava a suonare le sue canzoni, ad impararne i testi ed emozionarsi con le melodie. Provò anche ad andare ad un suo concerto, ma come molti altri non trovò i biglietti. La frustrazione per non esserci riuscito lo spinse a studiare con ancor più dedizione la sua musica così da poterla portare in giro per l’Italia nel modo più accurato possibile. Nel gennaio 2016 Emilio Spinozzi realizzò un video della canzone I see fire con la quale vinse un concorso e volò a Los Angeles per una settimane, per esibirsi nel noto evento annuale “Namm Show”.
L’obiettivo che il progetto cover di Emilio Spinozzi si prefigge è di far rivivere dal vivo l’emozione di un concerto di Ed Sheeran, solo con la sua voce, la sua chitarra e la sua loop station, senza basi o sequenze preregistrate, proprio come l’artista originale.
Il nome Sheerio è il nome che Ed Sheeran attribuisce ai suoi fans. Emilio Spinozzi lo ha scelto perché è quello che lui è, un ragazzo con la passione per le canzoni del cantautore britannico.

Così Emilio Spinozzi presenta il live di Sheerio:
“Un vero e proprio viaggio nella musica del cantautore di Suffolk, dai più grandi successi alle piccole perle per i fan più appassionati vi faranno sentire proprio come ad un concerto di Ed”.

Emilio Spinozzi: Voce,chitarra acustica e loop station.

“Sheerio Ed Sheeran Cover - One Man Band live allo Stammtisch Tavern (Viale Unità d’Italia, 645 Chieti Scalo)
29 settembre 2018
Info e prenotazioni: 0871. 577171 – 342.0704408 (anche whatsapp)

Pagina 1 di 28

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione