"L'essenziale" di Francesco Leineri per Teatro d'Autore al Florian Espace

Pescara. FLORIAN METATEATRO Centro di Produzione Teatrale Teatro D'Autore e altri linguaggi direzione artistica Giulia Basel sabato 19 maggio 2018 ore 21.00 al FLORIAN ESPACE Pescara per Scenari Musicali Francesco Leineri in L'ESSENZIALE con Irida Gjergji (viola) Flavia Massimo (violoncello) Francesco Leineri (voce, strumenti giocattolo).

L’Essenziale è un progetto che si è prefissato di riesumare i classici della canzone italiana in uscita dal 1957 al 1975 catapultandoli nel contesto metodico e rigoroso della musica esatta. Oggetto della ricerca sono state – per citarne alcune - le canzoni di Bruno Lauzi e Luigi Tenco, di Celentano e Domenico Modugno, di Gino Paoli, Nico Fidenco e quelle di tante altre diverse meteore svanite nel nulla che cinquant’anni fa scalavano le classifiche, imperterrite e invidiate da tutto il mondo. L'attitudine dell’insolito trio - lontano da nazionalismi o patriottismi di ogni sorta - è caratterizzata da una feroce tenerezza che esegue e manipola la spiccata malinconia insita nella grande canzone italiana di una volta, senza tralasciare un po’ di necessaria autoironia e un più che dovuto cinismo. Cosa sarebbe stato se il vecchio festival di Sanremo fosse sopravvissuto ad oggi all'interno delle grandi sperimentazioni accademiche, da un lato, e all'interno delle nuove tendenze del panorama pop e cantautorale italiano attuale dall'altro? Gli strumenti ad arco - emblema della ricerca del mondo classico e al tempo stesso delle sviolinate della vecchia e triste canzone italiana - sono senz'altro capaci di liberarsi consapevolmente dalle tradizioni e di giocare con sperimentazioni ardite fino a giungere al confine con l'extramusicale. Di qui l'Essenziale: raccogliere l'essenzialità della contagiosa melodia appartenente alla canzone italiana di un tempo e decontestualizzarla, in un ambiente straniante come quello avanguardistico, in un vero e proprio nostalgico concerto "da camera" per cuori infranti, affrontato grazie alla leggerezza del gioco.
Francesco Leineri - compositore, polistrumentista e performer - ha scritto l’intero concerto. Dopo la lunga formazione decennale si è diplomato in Composizione al Conservatorio Santa Cecilia di Roma sotto la guida del M° Matteo D’Amico. Negli anni ha arricchito la propria formazione grazie a masterclass di vario genere (Maggio Musicale Fiorentino, Nuova Consonanza, Accademia Filarmonica Romana, etc.) e approfondendo parallelamente lo studio della direzione d’orchestra. Oltre ai suoi consolidati lavori nell’ambito di musica per teatro, danza e performance, la sua produzione squisitamente musicale solista, da camera e sinfonica ha fatto sì che si consolidassero rapporti con diversi interpreti e realtà produttive con le quali continua a collaborare. Sue opere sono andate in scena in Italia, Francia, Germania, Repubblica Ceca, Svizzera, California, Messico, India ed Ecuador.
Irida Gjergji Mero – violista – si avvicina allo studio della musica con il violino all'età di sei anni e prosegue il percorso di formazione fra Italia e Albania, diplomandosi in viola al Conservatorio L. D'Annunzio di Pescara. Ha collaborato in diverse orchestre sinfoniche, liriche e da camera con numerosi concerti in Italia e all'estero e ha all'attivo concerti in duo col pianoforte. Attraverso la frequentazione pluriennale con il teatro approfondisce una ricerca nell’ambito di musiche di scena, dedicandosi anche al teatro ragazzi. È autrice e musicista di Sarabanda Postcomunista, un concerto spettacolo di musiche dal folklore albanese in chiave contemporanea con tournée in teatri nazionali e jazz club affermati.

Flavia Massimo - violoncellista diplomata presso il Conservatorio de L’Aquila – è specializzata in repertorio classico e moderno e (date le sue recenti sperimentazioni in ambito elettronico ed elettroacustico) da oggi anche regista del suono. Nell’ambito classico, oltre a collaborazioni in varie orchestre ed ensemble ha ricoperto il ruolo di violoncellista solista in rassegne musicali e festival di vario genere. Nell’ambito contemporaneo lavora al progetto solista “Celloop” per violoncello solo, voce ed elettronica dal vivo ed è anche interprete di brani contemporanei e composizioni per violoncello, violoncello aumentato ed elettronica. In qualità di regista del suono è assistente musicale e sound designer per enti e realtà produttive di vario genere. Ha collaborato e collabora con diversi cantautori italiani dedicandosi anche al repertorio leggero in studio e dal vivo. Dal 2016 è direttrice artistica del festival “Paesaggi Sonori”.

Biglietti: intero € 10 ; ridotto € 8 ; professionale € 7 (per gli allievi delle scuole di teatro, musica e danza convenzionate). E' consigliata la prenotazione. Info e prenotazioni: FLORIAN METATEATRO Via Valle Roveto 39 - 65124 Pescara, tel. 085 4224087 - 085 2406628 - 393/9350933, www florianteatro.com - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Valuta questo articolo
(0 voti)

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione