Torna dall’8 all’11 novembre il FLA - Festival di Libri e Altrecose

31 Ott 2018 Redazione
58 volte

Pescara. Saranno le atmosfere scanzonate dell’estate romana dei mondiali di calcio del 1990, impresse nel nuovo film di Paolo Virzì “Notti magiche”, a inaugurare la XVI edizione del FLA - Festival di Libri e Altrecose. La manifestazione, organizzata come ogni anno da Mente Locale di Vincenzo D’Aquino con la direzione artistica di Luca Sofri, torna da giovedì 8 a domenica 11 novembre 2018 a Pescara. Tra letteratura, cinema, musica, arte, teatro, fumetti e fotografia, arriveranno in città alcuni dei principali nomi del panorama culturale contemporaneo: Diego Bianchi e Marco Dambrosio, ovvero Zoro e Makkox di “Propaganda live”, l’astronauta Samantha Cristoforetti, Furio Corsetti e Giorgio Maria Daviddi del Trio Medusa, gli scrittori Maurizio Corona, Antonio Scurati, Paolo Giordano, Maurizio Maggiani e Diego De Silva, i giornalisti Giovanni Floris, Sergio Rizzo, Pierluigi Battista ed Ezio Mauro, i politici Fausto Bertinotti, Marco Minniti e Carlo Calenda, il medico di Lampedusa Pietro Bartolo, il maestro Mogol che ricorderà Lucio Battisti, il cantautore Vasco Brondi e la band Lo Stato Sociale con Luca Genovese.
La quasi totalità degli appuntamenti del FLA è a ingresso gratuito, grazie alla presenza del main sponsor Deco, da cinque anni compagno di avventure del Fla, grazie agli altri motori dell’organizzazione come Casal Thaulero, Marifarma, Metamer e Subaru Barbuscia e grazie anche al contributo dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Pescara. Per il secondo anno consecutivo, inoltre, gli eventi saranno seguiti da Radio Deejay, radio ufficiale del festival, ed è stata rinnovata anche la collaborazione con la Scuola Holden, fondata da Alessandro Baricco, che proporrà tre lezioni frontali dedicate agli appassionati di scrittura sulla voce, l’incipit e lo storytelling. Si rinnova il progetto della libreria di strada “Deco street library” in cui chiunque potrà lasciare i propri libri e prenderne in prestito altri, un modo per diffondere l’importanza della lettura in chiave sostenibile, valorizzando la pratica del riuso e dello scambio gratuito di libri.
Sono diverse le novità della XVI edizione del FLA, a partire dai luoghi in cui si concentreranno gli eventi: non solo nel centro storico (Circolo Aternino, Auditorium Petruzzi, Casa D’Annunzio, Caffè Letterario e Museo delle Genti d’Abruzzo) e negli altri luoghi della città (Spazio Matta, Teatro Massimo e mercato coperto di piazza Muzii), ma da quest’anno anche al conservatorio Luisa D’Annunzio e al campus universitario di Chieti Scalo. Il FLA si conferma, insomma, un festival diffuso e ramificato come dimostrano gli appuntamenti che si svolgeranno in tante altre sedi: alcune chiacchierate letterarie saranno itineranti e si svolgeranno o a piedi o in sella alla bicicletta, altre iniziative si terranno al circolo Babilonia, a Don Gennaro, alla scuola Macondo e al Bizzarre club.
Insomma anche quest’anno il FLA si conferma un contenitore poliedrico che riunisce sotto la sua sigla presentazioni delle novità editoriali e proiezioni di film in anteprima nazionale, ma anche interviste sul mondo della politica e della comunicazione, workshop e incontri sul fumetto, e poi spettacoli, mostre, musica, degustazioni di vini e prodotti tipici abruzzesi e una sezione speciale di narrativa dedicata ai talenti abruzzesi.
Per il secondo anno consecutivo ci sarà la possibilità di acquistare il FullPass per evitare le code negli appuntamenti gratuiti più affollati, con la possibilità di sedersi nei primi posti durante gli eventi principali e di avere sconti per le lezioni della Scuola Holden e per i biglietti a pagamento del festival.


PROGRAMMA
L’opening ufficiale del FLA - Festival di Libri e Altrecose ci sarà giovedì 8 novembre alle ore 20.30. Nel giorno in cui la commedia noir “Notti Magiche” di Paolo Virzì uscirà in tutte le sale italiane, dal palco del Teatro Massimo il regista toscano si divertirà a tracciare un affresco sugli splendori e sulle miserie dell’ultima stagione gloriosa del grande cinema italiano. Con lui, durante l’intervista a cura di Luca Sofri che seguirà la proiezione del film, saranno presenti gli attori Irene Vetere e Giovanni Toscano.
L’incontro con Virzì è soltanto il primo delle centinaia di appuntamenti del festival che, come da tradizione, animeranno in lungo e in largo la città di Pescara, a testimonianza della fortuna di una manifestazione riconosciuta fra le più interessanti testimonianze dell’intrattenimento culturale contemporaneo. Il programma di giovedì prevede all’Auditorium Petruzzi, in via delle Caserme, l’intervento dell’ex presidente della Camera Fausto Bertinotti, degli autori della saga comica delle Formiche Gino e Michele e dello scrittore Paolo Nori. In serata allo Spazio Matta si terrà lo spettacolo “Segre. Come il fiume” dedicato a Liliana Segre, interpretato dall’attrice Serena Di Gregorio per la regia di Antonio Tucci.
Il cartellone prosegue venerdì con il ritorno di alcuni degli amici del FLA come Giovanni Floris e Francesco Costa, alternati dagli incontri con i giornalisti Ezio Mauro e Sergio Rizzo e dalle presentazioni squisitamente letterarie con gli scrittori Paolo Giordano, Luca Bianchini, Eleonora Caruso e Paola Mastrocola. Spazio all’intervista di Luca Sofri all’ex ministro Marco Minniti e alle “Canzoni travisate” di Furio Corsetti e Giorgio Maria Daviddi del Trio Medusa. Il secondo giorno del FLA chiude in bellezza con il concerto “Mogol ricorda Battisti”, nato dalla collaborazione con l’Ente manifestazioni pescaresi.
Sabato, terzo giorno del festival, vede il susseguirsi degli incontri con gli scrittori Maurizio Corona, Diego De Silva, Christian Raimo ed Edoardo Albinati, mentre il giornalista David Parenzo e l’ex ministro Carlo Calenda parleranno di alcuni temi di politica e attualità. In veste di scrittore interverrà anche Adriano Sofri, che al FLA presenta “Una variazione di Kafka”, Pierluigi Battista parlerà del volume “Il senso di colpa del dottor Zivago” e Michele Dalai racconterà al pubblico del FLA “I giorni di Bartali e Togliatti”. Al FLA ci sarà anche la partecipazione speciale del medico Pietro Bartolo, noto per essere fin dal 1992 il responsabile delle prime visite a tutti i migranti che sbarcano a Lampedusa, che riceverà il premio Ikigai in collaborazione con Marifarma. Ci saranno i ragazzi della band Lo Stato Sociale che, insieme a Luca Genovese, dopo un tour di oltre 30 date in giro per l’Italia, si sono lanciati nel mondo delle graphic novel. Infine il sabato sera del FLA è dedicato all’ironia caustica di Diego Bianchi e Marco Dambrosio, ovvero Zoro e Makkox di “Propaganda live”, il programma cult di La7 arrivato dopo la fortunata esperienza di Gazebo su Rai3: dalle quinte del teatro Massimo si discuterà di politica, attualità, televisione e social network con lo stesso sguardo dissacratore che contraddistingue il vignettista satirico e il conduttore tv e youtuber.
Tanti anche i nomi degli ospiti di domenica: da Antonio Scurati, Massimo Mantellini e Maurizio Maggiani a Marisa e Gigi Passera. Un appuntamento speciale con Valeria Solarino e Matteo Caccia si terrà all’abbazia Santa Maria del Lago di Moscufo, mentre a Pescara l’astronauta Samantha Cristoforetti racconterà le sue avventure nello spazio racchiuse nel libro “Diario di un’apprendista astronauta”. Il sipario sul FLA cala alle ore 21 quando, al Teatro Massimo, Vasco Brondi presenta il volume “Le luci della centrale elettrica. Dieci anni di musica tra la via Emilia e la via Lattea”.

LE SEZIONI DEL FLA
Il FLA - Festival di Libri e Altrecose si snoda in diverse sezioni: “Prisma italiano” a cura di Massimiliano Panarari, “Scrivere il presente” a cura di Paolo Di Paolo, “Opera prima” della Scuola Macondo, “A ruote spiegate” a cura di Alessandro Ricci, “Oltre la stanza tutta per sé” a cura di Carolina Capria, “Cosa si legge” a cura di Letizia Di Girolamo, “Playlist” a cura di Fabio Ciminiera, “Olis”, a cura di Michele Meomartino. C’è poi la sezione "Abruzzo L.O.C. - Letteratura di Origine Controllata" dedicata agli autori e alle case editrici abruzzesi, “Parole e musica” in collaborazione con il conservatorio e la sezione sul fumetto organizzata con la Scuola internazionale di Comics e, infine, una sezione kids dedicata ai più piccoli.

LE MOSTRE
Sono tre quest’anno le mostre inserite nella cornice del FLA: la mostra fotografica e multimediale “Dreamers 1968: come eravamo, come saremo” ospitata al Museo delle Genti d’Abruzzo e realizzata da AGI Agenzia Italia in collaborazione con “A futura memoria”; “Mari e muri di Monica Memoli” nella casa natale di Gabriele D’Annunzio e “Futuro Anteriore” al Palazzo Zambra di Chieti.

CENE E APERITIVI LETTERARI
Il FLA è anche una gioia per il palato. Nei giorni del festival, a partire dalle 19, al Caffè Letterario in via delle Caserme sarà possibile sorseggiare i migliori vini della cantina Casal Thaulero accompagnati dalle specialità gastronomiche abruzzesi preparate dallo chef del Diavolo e l’Acquasanta, in compagnia degli autori del festival e con musica dal vivo in sottofondo.


Il programma nei dettagli è consultabile sul sito: https://www.pescarafestival.it/  
Per seguire il Festival sui canali social:
Facebook: https://www.facebook.com/FLAFestival/ 
Twitter: https://twitter.com/FLAFestival 
Instagram: https://www.instagram.com/flafestival/ 


Il FLA - Festival di Libri e Altrecose, in programma a Pescara dall’8 all’11 novembre, è stato presentato stamattina nella conferenza stampa che si è tenuta al Caffè Letterario, in via delle Caserme, a Pescara. All’incontro sono intervenuti Vincenzo D’Aquino, direttore del FLA; Luca Sofri, direttore artistico del FLA; il sindaco del Comune di Pescara Marco Alessandrini; l’assessore alla Cultura del Comune di Pescara Giovanni Di Iacovo; Valentina Di Zio di Deco Spa, main sponsor del festival; Roberto Marzetti, presidente Fondazione Museo delle Genti d’Abruzzo; Raffaella Massacesi della Scuola internazionale di Comics, gli sponsor e i volontari del FLA.

«In un Paese in cui sorgono festival come funghi – ha sottolineato il sindaco di Pescara Marco Alessandrini – dobbiamo essere orgogliosi della rigogliosa crescita del Fla, che con i suoi 16 anni ci propone una quattro giorni intensissima e di altissimo livello. Tantissimi nomi, tutti imperdibili. C’è spazio per tutti i gusti. L’immagine esemplificativa di questa crescita del festival è stata la barriera umana per assistere a Carofiglio, tre anni fa. L’anno dopo siamo andati in un teatro ad accoglierlo. Se si continuano a scrivere poesie è perché di questi tempi abbiamo bisogno di bellezza».

«Per me il FLA è un viaggio lungo 16 anni – ha aggiunto l’assessore alla Cultura del Comune di Pescara Giovanni Di Iacovo – un viaggio che è in pieno itinere con un positivo aumento dell’equipaggio. Siamo nati 16 anni fa da un progetto che è divenuto un evento nuovo e amato, con 25mila persone in media a ogni edizione e con oltre cento appuntamenti in città. Letteratura ma anche cinema, teatro, tv, spettacolo e musica, ogni anno cerchiamo di portare a Pescara il meglio della cultura presente in Italia. Lo facciamo perché Pescara ha fame e sete di moderno, nuovo e cultura, come dimostra anche l’ascesa dal 78° all’8° posto in Italia per l’intrattenimento culturale. Lo facciamo perché il territorio ha dei talenti ed è giusto che emergano nel Fla ed è una chance per accorciare le distanze con i nomi noti e amati dal pubblico. Buon Fla a tutti, con la speranza che ognuno di voi possa trovare qualcosa di bello e interessante che coincida con i gusti e il percorso di ognuno».

«Il FLA è una macchina gigantesca e complessa – ha evidenziato il direttore del festival Vincenzo D’Aquino – quest’anno avremo tre premi Strega, due premi Campiello, i vincitori del Festival di Sanremo, l’astronauta italiana più famosa di sempre e tante altre collaborazioni piccole e grandi distribuite sul territorio. Tra i partner istituzionali mi piace citare la sinergia con l’Ente manifestazioni pescaresi che ci ha permesso di portare al FLA un grande nome come quello di Mogol».

«Quello che stiamo cercando di fare un po’ spericolatamente – ha spiegato il direttore artistico Luca Sofri – è riempire di cose il FLA e aggiungere tante voci notevoli al programma. Siamo cresciuti anno dopo anno e la dimostrazione ci è data dal fatto che, da quest’anno, sono state le case editrici a cercarci già prima dell’estate per proporci gli autori da portare al FLA. Anche la provenienza dei visitatori che arrivano a Pescara ha ormai superato i confini regionali, giungendo a toccare un bacino nazionale. In generale avremo gli scrittori di cui si è parlato di più nelle ultime settimane, come Scurati, Maggiani o Giordano, politologi di fame come Orsina, Rizzo e Ceccarelli. Ci sarà uno spazio riservato al Post con le interviste di Francesco Costa, Emanuele Menietti e Luca Misculin, e le rassegne stampa al mattino, il sabato e la domenica, replicando il fortunato esperimento della scorsa edizione».

«Fino a quando ci sarà il FLA – ha garantito Valentina Di Zio della Deco – la Deco garantirà il proprio sostegno a un’iniziativa che cresce anno dopo anno. Quest’anno abbiamo rinnovato il nostro impegno per una serie di iniziative per il territorio, come il progetto della libreria di strada “Deco street library” che sarà presente lungo le strade e i luoghi del festival. Chiunque potrà lasciare i propri libri e prenderne in prestito altri. È un modo per diffondere l’importanza della lettura in chiave sostenibile, valorizzando la pratica del riuso e dello scambio gratuito di libri. Un progetto che abbiamo portato anche nelle scuole».

Valuta questo articolo
(0 voti)

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Notizie Recenti

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione