Chieti, successo per il workshop “Stressandomenolamente” VIDEO

Chieti. Si è svolto in contrada San Martino a Chieti il workshop gratuito teorico-pratico: “Stressandomenolamente”, con le pratiche benefiche dello Yoda della Risata che contribuisce ad armonizzare il corpo con la mente, combinando esercizi respiratori dello Yoga con esercizi di risata, aumentando le riserve d’ossigeno nel corpo e nel cervello facendoci sentire più energici e in salute.
L’evento è stato organizzato dall’associazione di volontariato onlus Erga Omnes, la Protezione Civile Valtrigno e Wellness Life & Business Coach (trainer Carlo Colucci).
“La nostra è un’associazione di volontariato che opera prevalentemente sul territorio tra Chieti e Pescara – ha sottolineato la vicepresidente dell’associazione Onlus Erga Omnes – cuore pulsante dell’associazione sono ovviamente i nostri volontari che sono per la maggior parte studenti universitari, neolaureati o professionisti. Condividiamo quasi tutti la passione per il sociale, per le scienze umane, la maggior parte di noi è studente di Psicologia, Scienze Sociali o Sociologia. Però abbiamo anche tanti studenti di Medicina che hanno la voglia di mettersi in gioco per il prossimo. Numerosi sono i servizi che noi offriamo: dalla formazione informale (workshop, corsi di formazione, corsi di inglese. Un altro servizio importantissimo che di recente abbiamo attivato è l’aiuto compiti per i bambini che riguarda i bambini delle Scuole Elementari e Medie. Offriamo anche servizi per consulenze psicologiche, legali, fiscali, grazie all’aiuto dei nostri partner di Codici che sono degli avvocati che mettono a disposizione in modo volontario il loro tempo e le loro competenze per chi ha dei problemi a livello legale e non riesce o non ha la possibilità di risolverli. Quindi il nostro operato è attento a quelle persone che non hanno la possibilità di usufruire di questi servizi in altro modo. Inoltre la grande voglia e la grande passione dei volontari si attesta nel volersi mettere in gioco, d staccarsi da quel mondo universitario fatto di teoria e mettersi all’opera concretamente avvicinandosi al mondo del lavoro. Siamo un ponte tra il mondo del lavoro ed il mondo dell’Università, il mondo accademico ed il mondo lavorativo. Io personalmente vedo il volontariato come una grossa opportunità per mettersi alla prova e sviluppare quelle competenze che sono necessarie in tutti gli ambiti e soprattutto nel mondo del lavoro. Poi c’è un’altra cosa che vedo necessaria per far fronte ai vari problemi è il benessere psicologico, per questo noi impostiamo i nostri servizi anche su questa necessità: tutti hanno il diritto di stare bene dal punto di vista psicologico, di avere una vita serena. Per questo oggi abbiamo deciso di promuovere questo evento, perché vediamo il benessere psicologico come un elemento importante, necessario e quale strumento migliore della risata per dimostrare il benessere psicologico. Quindi oggi, grazie alla disponibilità e alla grande professionalità di Carlo Colucci, vogliamo vedere tutti partecipi del fantastico mondo dello Yoga della Risata”.
Il Workshop, ideato da Carlo Colucci, nasce dunque per esaminare ed affrontare i noti problemi della società odierna che vedono coinvolti soprattutto i più giovani in episodi di cyberbullismo, violenza psicofisica e intimidazione morale, derivanti da una visione sempre più legata agli aspetti materiali e consumistici della vita, dove anche i rapporti umani diventano sempre più “digitali” e troppo spesso legati all’ “apparenza”.
“Lo stress non è altro che un problema che diventa grosso nel momento in cui abbiamo una certa risposta che è diversa da quella che stiamo aspettando – ha spiegato il consulente aziendale Carlo Colucci – la differenza tra le aspettative e la realtà. Questa differenza è all’origine dello stress perché se non ci fosse differenza, tutto sarebbe comunque pianificato e assecondato dalle nostre necessità e lo stress non ci sarebbe. È necessario non aver oltrepassato un certo limite entro il quale entra la patologia, purtroppo ci sono anche stress più importanti e più specifici. Mentre per noi comuni mortali, persone della strada, lo stress va gestito con la conoscenza e la consapevolezza, quindi cercare di capire quali sono i fenomeni che lo scatenano e cercare di conseguenza di poterli gestire. Quindi una maggiore conoscenza dà l’opportunità di una migliore gestione della problematica. Lo Yoga della Risata nel mio workshop è l’anello finale della catena: dopo aver cercato di capire quello che è il fenomeno dello stress, alla fine, secondo quelle che sono le mie esperienze lavorative, ho cercato di creare un percorso all’interno del quale ho cercato di collocare lo Yoga della Risata e cerco di poterlo spiegare anche in workshop dell’ambiente Asl e anche a livello scolastico. I risultati sono stati eccellenti e cerco di promuoverli come mezzo per poter abbassare lo stress attraverso la dimensione dell’ormone del cortisolo che è indice di stress e di conseguenza cercare di far portare le persone ad una risata incondizionata, quindi non derivante da una barzelletta o da una gag in modo tale che possa essere continua. Ci sono degli esercizi che ci aiutano in questo con una meditazione che chiude la seduta cercando di proporre questo benessere personale prima fisico e poi mentale per quanto riguarda il trattamento dello stress. Lo Yoga della Risata ha prodotto moltissimi risultati in ambito lavorativo anche perché fa parte di un macro discorso della responsabilità sociale d’impresa in quanto tale analizzata a livello europeo. Si è constatato che, soldi alla mano, che con 1 euro investito in quest’ottica, il ritorno varia tra i 2.50 ed i 4.58 euro. Quindi è un concetto molto importante per migliorare il clima aziendale, la vita dell’azienda e renderla più competitiva”.

Valuta questo articolo
(0 voti)

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione