Articoli filtrati per data: Martedì, 10 Ottobre 2017
Martedì, 10 Ottobre 2017 00:00

Chieti Fc, i risultati del settore giovanile

Chieti. Pareggio in rimonta per la Juniores d’Elite al termine di un match vibrante e ben giocato dai ragazzi allenati da Paolucci. 2 a 2 in trasferta sul campo della Val Di Sangro. Segnali positivi da tutto il collettivo,dopo il doppio vantaggio locale firmato nel primo tempo da Ferrante. In avvio di ripresa, Rossetti M. prova a mettere il sigillo alla contesa realizzando la rete del raddoppio.
I Teatini reagiscono e trovano la rete dell’2 – 1 con Di Roberto. Neroverdi che continuano ad attaccare la porta difesa da Nicolo’ creando diverse occasioni. Il pareggio arriva al 81’, ancora con Di Roberto, che deposita la sfera in fondo al sacco, al termine di una bellissima azione corale. La rimonta è completata. La Val Di Sangro non ha più la forza di gettarsi in avanti mentre ilChieti F.C. prova ad attaccare ancora ma senza fortuna. Termina così, 2 a 2, risultato che lascia ben sperare tutto lo staff tecnico, a partire dal responsabile del settore giovanile Carlo Angelozzi.
A fine gara il tecnico Paolucci è soddisfatto del primo punto conquistato in campionato:
“ stiamo crescendo, grande rimonta, con tanti segnali di crescita. Per la Juniores quest’anno è l’anno zero, se non addirittura – 1, poiché dall’anno prossimo, cominceremoa poter contare su un lavoro di affinamento del progetto di costruzione che sta avvenendo nelle categorie Allievi e Giovanissimi. Nella partita odierna siamo scesi in campo con dueunder, tutto questo, avvalora ancora di più il lavoro che stiamo portando avanti insieme al responsabile Carlo Angelozzi, che ringrazio personalmente per la costruzione degli organici, oltre per aver scelto un settore tecnico di alto profilo sul quale siamo convinti di poter trarre il massimo per la crescita di tutto il movimento giovanile nei prossimi anni”.Prossimo turno, Lunedì 16 Ottobre, al “Marcantonio” di Cepagatti con il San Salvo.
Tabellino
VAL DI SANGRO – CHIETI F.C. 2 – 2 ( 1 – 0)
Marcatori: 41’pt Ferrante (V), 52’st Rossetti M. (V), 61’st e 81’st Di Roberto (C)
CHIETI F.C. : Carità, Ferrante(75’st Valloreia), Trovarello, La Torre(70’st Di Meo), Cirotti, Perinelli, Passaro(53’st Di Nisio), Di Roberto, Di Gregorio(58’st Sciannamea), Morelli(63’st Leva), Cellucci
A disposizione: Scorrano, La Rovere, Valloreia, Di Meo, Di Nisio, Sciannamea, Leva
Allenatore: Paolucci
VAL DI SANGRO: Nicolo’, Scutti, Spinelli, Schieda, Rossetti M., Bontempi, D’Eramo, Giannobile, Ferrante, Di Paolo, Rossetti A.
A disposizione: Nozzi, Squadrone, Zuccarini, Tracchia, Abbonizio, Cericola, Di Maulo
Allenatore: Bomba

ALLIEVI REGIONALI
Tornano al successo gli Allievi che battono per4 a 2 il Francavilla. I baby neroverdi, trovano la terza vittoria in quattro gare disputate, riscattando il ko subito la settimana scorsa in casa della Virtus Vasto.
I ragazzi allenati da Sciannamea partono forte e trovano due gol nel primo quarto d’ora con un gran gol da fuori area di Di Nisio Luca e Bertozzi su calcio di punizione. Risposta degli ospiti che accorciano poco prima del riposo.
Stesso copione nella ripresa che si apre con altri due gol a firma di Pierfelice e nuovamente con Di Nisio Luca, portando a quattro le marcature. Da questo momento è ottima la gestione dei restanti minuti di gara. Il Francavilla accorcia sul 4 a 2 nel finale, rendendo la sconfitta meno pesante. IlChieti F.C.sale a nove punti in classifica, sicuramente, un buon bottino in quest’avvio di campionato. Prossimo impegno sul difficile campo della Caldora calcio Pescara.
Tabellino
CHIETI F.C. – FRANCAVILLA CALCIO 1927 4 – 2 (2 – 1)
Marcatori: 12’pt e 64’st Di Nisio L.,12’pt Bertozzi, 59’st Pierfelice
CHIETI F.C.: Slusarz, Di Nisio M., Cocco, Bertozzi, Fortuna, Centofanti, Pierfelice, Faricelli(Di Vincenzo), Sciarra(Cavallo), Di Nisio L.(Di Virgilio), Alcini(De Felicibus)
A disposizione: Sciorilli, Miccoli, Di Vincenzo, Di Virgilio, Orsini, De Felicibus, Cavallo
Allenatore: Sciannamea
FRANCAVILLA: Onorino, Di Crescenzo, Cellini, Verzella, Giuliani, Scannella, Santoro, Di Peco, Isufi, Mattucci, Fava
A disposizione: Galli, Petrucci, Larizza, Di Ghionno, Stella, Berardinelli, Sprecacenere
Allenatore: Contini

Pubblicato in Sport
Martedì, 10 Ottobre 2017 00:00

Uefa Futsal Cup: tutto sui biancazzurri

Pescara. Il conto alla rovescia per la missione europea del Pescara è partito. Solo poche ore separano i biancazzurri dall’esordio nel “Main Round” della UEFA Futsal Cup 2017/18 a Minsk (Bielorussia).
IL GIRONE E LEGARE - Il Delfino è inserito nel gruppo 1 con i padroni di casa dello Stalitsa, che dunque ospiteranno le gare del raggruppamento, i kazaki del Kairat Almaty e i russi della Dynamo Mosca. Nel “Main Round”, i biancazzurri di mister Fulvio Colini saranno di scena a mercoledì 11, alle ore 18.15 italiane, quando sfideranno nel debutto il Kairat; il giorno successivo alle 19.30 sarà la volta del match contro i padroni di casa del Minsk, mentre chiuderà il programma la gara di sabato 14 ottobre alle ore 10 contro la Dynamo.
Si qualificheranno al turno successivo, l’Elite Round (sorteggio il 19 c.m., gare dal 21 al 26 novembre), le prime tre squadre qualificate (le 12 squadre qualificate dal turno principale sono raggiunte dalle quattro dal ranking migliore: vengono sorteggiati quattro gironi da quattro e le quattro prime classificate dei mini-tornei autunnali accedono alla finale a quattro che si terrà in aprile e che verrà ospitata da una delle partecipanti).
LA SQUADRA – La truppa biancazzurra, arrivata nella giornata di lunedì a Minsk, si è allenata agli ordini di mister Colini. Tra i convocati per la trasferta continentale ci sono Ricardo Caputo, Titi Borruto e Maxi Rescia. Sono rimasti in sede Giuseppe Mentasti, Alvise Tenderini e l’infortunato Diego Burato.
L’elenco dei convocati: Capuozzo, Ercolessi, Romano, Fernandao, Caputo, Salas, Rescia, Borruto, Morgado, Saad, Pietrangelo, Rosa, Cuzzolino, Azzoni. In Europa, Saad Assis indossa il n.12 e non il n.26 come in campionato
IL CAMPIONATO - In virtù dell’impegno nella rassegna continentale, la gara di campionato con la Lazio, originariamente prevista in data 15 ottobre, sarà posticipata a martedì 24 ottobre 2017 al “Pala Gems” di Roma alle ore 20.30.

Pubblicato in Sport

Pescara. “La Regione Abruzzo continua a dispensare consulenze esterne. Questa volta arrivano dal Dipartimento Politiche agricole della Regione Abruzzo su specifici lavori che potevano e dovevano essere svolti sia dai dipendenti della stessa struttura sia dai Centri di ricerca quali il Cotir di Vasto ed il Crivea di Miglianico che vengono entrambe depauperate del loro lavoro confermando quindi la volontà di chiuderle definitivamente”. Questa la denuncia sollevata dal consigliere regionale di Forza Italia Mauro Febbo commentando come sia “imbarazzante la facilità con cui la Regione continui ad elargire consulenze sbeffeggiando e mortificando le tante professionalità inserite proprio nell’organico delle varie strutture regionali. Mi riferisco – spiega Febbo -  sia alla Determina, del Dipartimento Agricoltura, numero 396 del 25 settembre sia alla DGR numero 505 del 15 settembre dove vengono esternalizzate varie e diverse attività”. Nello specifico con la determina numero 396 vengono affidati servizi professionali, per una ammontare di 24.339,00 euro ad una società con sede a Roma per la valutazione ai fini istruttori delle domande presentate per le Misura 4 (sottomisure 4.1.1 e 4.2.1) e Misura 7.4.1 del PSR 2014-2020. Praticamente quattro persone dovrebbero istruire circa 400 domande quando ci sono i dipendenti regionali che da sempre hanno svolto questo specifico compito. Come mai gli uffici preposti della Direzione agricoltura non svolgono attività di valutazione delle domande arrivate? Quali mansioni e compiti svolgono le strutture periferiche sul territorio? Questa società valuterà tutte le istruttorie dei bandi del PSR? Questa Società ha i titoli per determinare le graduatorie??? E le spese degli eventuali contenziosi che dovessero insorgere circa le graduatorie a carico di chi saranno ??? Non si è mai verificato un fatto del genere, questo è semplicemente la riprova della disorganizzazione che oggi vive la struttura dell’assessorato alle Politiche agricole come sottolineato in più riprese dal sottoscritto. Se non bastasse – continua Febbo - con la DGR 505 i Centri di Ricerca della provincia di Chieti, ossia Cotir e Crivea, vengono private di specifiche attività perché sia il Crivea sia il Cotir ‘non sono in condizione di operatività’ . Tali decisioni decretano la morte dei due Centri di ricerca poiché mostrano la non volontà di questo esecutivo di investire negli enti di ricerca. A sottolineare e confermare i ritardi, la confusione e i pasticci creati sempre all’interno della Direzione Politiche agricole arriva la singolare riunione programmata per il 13 ottobre espressamente dal Presidente D’Alfonso che veste per un giorno i panni di delegato all’agricoltura e convoca nei suoi uffici lo stesso assessore Pepe, il direttore Di Paolo e le Organizzazioni Professionali avente per oggetto ‘Programma di Sviluppo Rurale e nuove emergenze’. Questo incontro esprima plasticamente il disagio, il malessere e lo scontento presente nel mondo imprenditoriale agricolo.  Credo – conclude Febbo - che non bisogna aggiungere altro per certificare quello che ho da tempo denunciato, ossia le tante problematiche irrisolte che vive ancora il mondo primario e la stessa struttura dove, dopo tre anni e mezzo, ci sono ancora tante difficoltà da affrontare e risolvere".

Pubblicato in Politica

Vasto. Questa mattina è stata votata all’unanimità la delibera di Consiglio per manifestare vicinanza ai lavoratori  della “Honeywell Italia”, il cui stabilimento, sito nella zona industriale di Val di Sangro, rischia la delocalizzazione all’estero. La giunta comunale, già nella seduta del 4 ottobre scorso, attraverso una propria delibera si era interessata ai lavoratori, molti dei quali vastesi, e 80 dipendenti dell’indotto, che a causa della delocalizzazione rischiano il licenziamento. L’atto assunto dalla giunta è stato trasmesso al Consiglio Comunale che questa mattina si è potuto esprimere in merito. L’assise civica ha dunque confermato la vicinanza della città di Vasto alla vertenza.

Pubblicato in Politica

Vasto. Ratificata dal Consiglio Comunale la variazione al bilancio annuale 2017, con cui la Giunta Comunale ha deciso di finanziare tre importanti opere pubbliche.
“Si tratta –ha detto il sindaco di Vasto Francesco Menna di interventi attesi da tempo che rivestonoimportanza strategica non solo per le zone interessate, ma per l’intera comunità”.
I tre interventi programmati sono: l’installazione di pali di pubblica illuminazione sulla Strada Provinciale 157 di località San Lorenzo, la ristrutturazione del tetto di Palazzo d’Avalos e la realizzazione di un parcheggio a servizio della Riserva Naturale di Punta Aderci. L’ammontare complessivo delle opere è di Euro 229.500,00.
La ratifica è stata approvata con 15 voti favorevoli: ai 14 consiglieri di maggioranza presenti si è aggiunto il voto della Consigliera di minoranza Alessandra Cappa.
Una discussione, quella che si è svolta nell’Aula Giuseppe Vennitti, che ha registrato una eccessivadilatazione dei tempi scaturita dall’ostruzionismo messo in atto da gran parte dell’opposizione.
“Spiace rilevare –ha stigmatizzato il sindaco Menna- che alcuni consiglieri preferiscono anteporre ad opere di interesse primario per i cittadini la stucchevole diatriba politica che nulla ha a che vedere con il bene della collettività”.

Pubblicato in Politica

Chieti. Questa mattina i Consiglieri comunali del MoVimento 5 Stelle Ottavio Argenio e Manuela D'Arcangelo hanno protocollato alla Segreteria del Comune una mozione contenente una proposta di Delibera relativa all'introduzione nel Comune di Chieti della sperimentazione del c.d. “vuoto a rendere”.

“Si tratta – dice Ottavio Argenio – di dare concreta attuazione a quanto contenuto nel D.Lgs. 152/2006 e nel Regolamento di recente approvato con il Decreto 142/2017 che reca le norme relative alla sperimentazione di un sistema di restituzione e riutilizzo di tipologie di imballaggi destinati all'uso alimentare. Un sistema normativo fortemente voluto dal MoVimento 5 Stelle ed in particolare dal nostro portavoce alla Camera Stefano Vignaroli”.

“Con questa mozione – prosegue Manuela D'Arcangelo - vogliamo stimolare l'adesione a questo circuito virtuoso da parte degli esercenti di Chieti visto che, purtroppo, la normativa nazionale non prevede alcuna forma di incentivo economico per coloro che intendono aderire al circuito del riutilizzo degli imballaggi.
In pratica chiediamo che l'Amministrazione comunale voglia prevedere delle agevolazioni sulla componente TARI per i pubblici esercizi (bar, ristoranti pub e simili), fino ad un massimo del 30%, che aderiranno a questa iniziativa e le daranno concreta attuazione.”

“Riteniamo – aggiungono i due portavoce – che questo sistema debba essere incentivato anche sotto il profilo economico poiché, se largamente diffuso, potrebbe concretamente comportare una significativa riduzione della quantità di rifiuti che oggi vengono conferiti proprio dagli esercizi pubblici. Il vetro, in particolare, può essere tranquillamente riutilizzato senza dover necessariamente trasformato e riciclato e riteniamo che la nostra amministrazione debba impegnarsi concretamente per il perseguimento dell'obiettivo “rifiuti zero”.

Il Capogruppo in Consiglio comunale conclude con un invito all'Amministrazione comunale: “Se necessario o anche solo opportuno, siamo disponibili sin da subito ad avviare un confronto tecnico con gli Assessori del Comune di Chieti e con i Dirigenti dei settori interessati auspicando che questa iniziativa sia largamente condivisa dalle altre forze politiche presenti in Consiglio comunale.”

Pubblicato in Politica

Roseto degli Abruzzi. Il sindaco di Roseto, Sabatino Di Girolamo, ha convocato per lunedì 16, alle 11,30, in Comune la Rsu (rappresentanza sindacale unitaria) della Rolli dopo la richiesta dei sindacati di un incontro in merito alle voci sul futuro dell’azienda.

“Dalla lettera con cui la Rsu mi richiede un incontro”, dice il primo cittadino, “emerge il rammarico per non essere stati sentiti precedentemente. Ma la mia dichiarazione è stata data durante un consiglio comunale in cui rispondevo a una interrogazione urgente. Dalle notizie che mi ha dato l’azienda non mi era sembrato che ci fossero i presupposti per un incontro con la Rsu. Comunque, vista la richiesta, mi sono immediatamente messo a disposizione delle Rsu e faremo l’incontro lunedì prossimo, 16 ottobre. In quell’occasione avrò modo di capire”, continua Di Girolamo, “quali sono le ragioni delle parti in questa vicenda della creazione del quarto turno in azienda che, a quanto pare, costituisce il motivo di discussione. Sono dispiaciuto che la Rsu si sia sentita trascurata, ma non avevo nemmeno i tempi tecnici per sentire anche loro, e non credevo che il contrasto fosse già così conclamato. Non li ho chiamati anche perché, semplicemente, confidavo, come confido tuttora, nella risoluzione spontanea della vicenda, nell’ambito di una costruttiva trattativa tra le parti”.

Pubblicato in Politica

Chieti. "Con la riapertura del nuovo anno accademico universitario ed il ritorno di migliaia di studenti fuorisede in città si ritorna a dialogare su come instaurare una migliore sinergia tra la parte bassa della città, quella universitaria per intenderci, e la parte alta, dedita per tradizione agli apparati amministrativi. L’intento, a mio parere necessario, è quello di ridare una giusta vitalità al colle".

Così in una nota Roberto Miscia, portavoce cittadino di FdI-An Chieti, che aggiunge: "E’ di questa mattina la notizia trasmessa in una nota del portavoce provinciale UDC di Chieti, in cui si fa riferimento alla volontà da parte del rettore dell’università d’Annunzio di voler instaurare il corso di laurea DAMS proprio nella ex caserma Bucciante. Senza dubbio un ottima notizia questa che ci lascia ben sperare soprattutto per i lodevoli tentativi della nuova governance di Ateneo di coinvolgere il territorio nelle attività accademiche, ma che allo stesso tempo ci crea qualche perplessità. Nel caso particolare, si tratterebbe di attivare un nuovo corso di laurea dedicato all’arte della musica e dello spettacolo in stretta collaborazione con i siti archeologici ed i musei cittadini. Un iter questo, lungo e dispendioso che rischierebbe di entrare in collisione e sommarsialle innumerevoli disfunzioni già presenti nelle strutture afflitte da carenza di personale, difficoltà nel reperire fondi e da problemi strutturali legati alla mancanza di manutenzione. In generale però occorreconsiderare quello che forse è il danno maggioreche pagherebbero gli studenti e le loro famiglie in primis, valido per qualsiasi trasferimento di facoltà sul colle: la mancanza di un collegamento rapido con alcune strutture che necessariamente rimarrebbero su via dei Vestinicome la mensa e la segreteria di Ateneo cioèservizi necessari e di quotidiano utilizzo, piuttosto che con le eventuali sedi di tirocinio. Si pensi inoltre alla totale assenza di biblioteche che possano ospitare popolazione universitaria. Tutti punti a sfavore questi, che porterebbero probabilmente, un giovane diplomato a pensarci due volte prima di immatricolarsi qui".

"La nostra riflessione - prosegue Miscia - non è di natura ostruzionistica, anzi siamo i primi a credere nei notevoli vantaggi a beneficio della parte alta della città, ma non prima che questa si doti di tutti gli strumenti utili a mantenere un standard qualitativo di servizi equiparabile ad uno studente della parte bassa. Un intervento importante come quello della delocalizzazione di una facoltà necessità di molta cautela per non incorrere in un fallimento irrecuperabile e dannoso. Incominciamo con la richiesta di calendarizzare una serie di attività accademiche in città come ad esempio la lodevole proposta dell’Ateneo di portare nel museo universitario di Chieti la notte dei ricercatori, offriamo un cartello di attività ed eventi sempre più ricco che stimoli gli studenti a far visita all’ottima e coraggiosa offerta ricettiva e ricreativa dei locali notturni,ridiamo alla città spazi di studio e consultazione come la biblioteca di Palazzo dello studente chiusa ormai da mesi, ma soprattutto spendiamoci per instaurare un trasporto notturno degno di una città universitaria che ospita circa 18000 studenti universitari".

"Queste sono le stesse richieste che abbiamo espresso al primo cittadino in più di un’occasione - conclude la nota - e che necessitano della collaborazione non solo di ogni gruppo consiliare che siede nell’assise civica, ma di tutta la società civile e associativa presente in città. Solo con la serietà di un progetto marcato e ben costruito possiamo realmente avvicinare sempre di più l’università al nostro territorio, non di certo ricordandoci improvvisamente della sua esistenza, forse nel disperato intento di mettere il cappello su qualche iniziativa universitaria, piuttosto che della politica locale".

Pubblicato in Politica

Vasto. In riferimento all’odierna riunione dell’Assise Civica, i gruppi consiliari di maggioranza hanno diramato le seguenti dichiarazioni:
“Anche oggi – in linea ad una prassi ormai purtroppo consolidata – abbiamo assistito all’ostruzionismo scomposto ed urlato di alcuni consiglieri comunali che, palesemente, perseguono l’unico obiettivo di impedire i lavori del Consiglio, mettendo in atto azioni provocatorie e producendo “artificiosi” cavilli regolamentari. Nella loro ricerca spasmodica di visibilità, non importa se oggetto della discussione sono provvedimenti importanti per la comunità come, ad esempio, la ratifica di una variazione di bilancio che permetterà il finanziamento di importanti opere pubbliche. Hanno trovato, come sempre, una maggioranza coesa e compatta nel respingere ogni tentativo teso ad impedire la discussione democratica degli argomenti oggetto dei lavori e, quindi, minare l’autorevolezza del Consiglio. Ringraziamo quei consiglieri di minoranza che non si sono lasciati coinvolgere in questo risibile tentativo di impantanare il sereno svolgimento dei lavori.”

Pubblicato in Politica

Chieti. "Con l'episodio del Liceo Artistico di Chieti, che per fortuna non ha avuto conseguenze drammatiche, si evidenzia ancora una volta come la Provincia di Chieti dia poco attenzione ad alcune strutture di sua proprietà, specialmente a quelle teatine".
Così in una nota il consigliere comunale e provinciale di Chieti, Emiliano Vitale, che aggiunge: "Dall'ultima tornata elettorale provinciale il sottoscritto eletto fra le file dell'opposizione, capogruppo della lista Obiettivo Provincia, sta richiedendo una maggiore attenzione ai plessi scolastici sul territorio comunale, con richiami, mozioni, e risoluzioni, da oltre un anno. Attenzione rivolta alle strutture scolastiche fra quelle che necessitano maggiormente attenzione e che, per la maggior parte, si concentrano proprio sul capoluogo teatino. E queste mie evidenziazioni , scaturite da sopralluoghi effettuati personalmente, sicuramente una delle cause di questo deperimento strutturale in quanto sono strutture antiche ed inserite in un centro storico e per molte delle quali sussiste un vincolo architettonico, ma che ospitano un gran numero di studenti . All'usura ed alla vetustà, bisogna aggiungere anche le molteplici sollecitazioni sismiche e "l'erosione" degli eventi metereologici che stanno destrutturando ancor di più gli stabili e tutti gli impianti ad essi collegati. Al G.B. Vico sono state interdette aule al seguito delle numerose nevicate dello scorso inverno, all'Istituto magistrale I. Gonzaga ci sono numerosi piccoli interventi manutentivi da realizzare e necessita di un ampliamento di spazi didattici; all'ITIS "L. Savoia è previsto uno stanziamento di € 2.186.740,00 assegnato con Decreto Ministeriale del 14.03.2013 alla provincia di Chieti per il Piano "Scuole Abruzzo-Il futuro in sicurezza" per l'adeguamento sismico dell'ITIS "L. Savoia" che alla data del 26 novembre 2016, quindi dopo oltre 3 anni, rischia il disimpegno economico da parte del concessionario e quindi la revoca di questo finanziamento, uno dei pochi concessi ad un comune fuori cratere ,dopo il terremoto 2009 de L'Aquila, se il progetto non diventa immediatamente esecutivo, entro fine anno. Ed ora il Liceo Artistico, che ha dato questo importante segnale, una sorta di richiesta d'intervento urgente, che non si può esaurire soltanto con analisi strutturale, seppur dovute, ma che deve essere oggetto di un intervento di adeguamento atto al miglioramento della sicurezza in generale. A tal fine chiederò ufficialmente al Presidente Pupillo , l'istituzione di una commissione speciale provinciale (istituzionale / amministrativa) per avere un quadro chiaro degli interventi ed i costi, di tutti i plessi scolastici partendo proprio da quelli del capoluogo che risultano essere i più danneggiati".

Pubblicato in Politica
Pagina 1 di 3

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione