Articoli filtrati per data: Venerdì, 13 Ottobre 2017
Venerdì, 13 Ottobre 2017 00:00

Verso Parma – Pescara, parla Zeman VIDEO

Città Sant’Angelo. In vista della trasferta di Parma il tecnico del Pescara, Zdenek Zeman, ha presentato l’incontro.
Queste sono le parole del mister: “Sicuramente noi domenica giochiamo in maniera diversa rispetto a quello che proviamo tutta la settimana, ci dobbiamo abituare a fare le cose che si provano e domenica rimaniamo su un calcio un po’ diverso e spero che si impari andando avanti. Io non sono preoccupato, so che c’è una squadra con poca esperienza che si deve abituare a giocare un campionato di serie B, proprio a Parma c’è l’occasione perché ci sono tanti giocatori che militano nella Nazionale giovanile ed affrontano il Parma che ha diversi giocatori di 35/40 anni e bisogna affrontarli per capire che cos’è il campionato”.
Su un possibile turn over: “Devo avere motivazioni per cambiare, abbiamo giocato con una formazione abbastanza stabile finora per cercare di abituarsi a fare insieme, poi in settimana, a parte che mancavano 4 nazionali, ho visto anche gli altri che secondo me possono partecipare oggi. A livello di infortuni stiamo abbastanza bene, abbiamo fuori Campagnaro, Bovo e Proietti che ha un infortunio più lungo. Palazzi è rientrato, si allena da 4 giorni, per lui non è facile dopo essere stato fuori per molto tempo avere nelle gambe 90’, però è utilizzabile anche se non per tutta la partita e Perrotta è a posto. Palazzi lo abbiamo preso come mezzo destro, anche Coulibaly attualmente è mezz destro, ho sempre cercato di fare squadre con doppioni e poi può valere l’uno o l’altro. Ganz? È a disposizione, poi bisogna se è più utile rispetto a Pettinari o no. Mancuso? Non ha ancora i 90’ ma è un ragazzo generoso e spero che se gioca darà tutto quello che ha, poi dipende quanto dura. Elizalde? Ha delle qualità, magari fino ad ora non ha capito tutto quello che voglio da lui, ma ha delle qualità e spero che le faccia vedere in campo, è di grande qualità, l’ho voluto fortemente e spero che ci dia soddisfazione”.
Sull’atteggiamento della squadra: “Non sono preoccupato e non ho problemi di squadra zamaniana o meno, a parte che tutte lesquadre che alleno sono mie, se poi ci riesce quello che vogliamo sono contento, sennò bisogna lavorare e sono più contento quando lavoro. Ne ho sentite tante in giro, ma io sono qua anche per motivare e devo spingere in alcuni casi per fare in modo che i giocatori diano qualcosa in più, quindi per me è normale essere sempre così”.
Sul campionato: “Sono contento che sia un campionato equilibrato perché ci dà più tempo per migliorarci, tanto i campionati si decidono sempre negli ultimi due mesi, se ci danno tempo sono convinto che negli ultimi due mesi saremo un’altra squadra, non come nomi ma come comportamento”.
Sull’avversario di turno: “Penso che il Parma sia una squadra esperta, la maggior parte dei giocatori ha raggiunto i 30 anni da tempo, quindi è abituata non solo a questa categoria, ma anche a categorie superiori, gioca un calcio adatto ai trentenni, d’esperienza, anche il fatto che hanno realizzato tanti gol su calcio piazzato è un discorso di esperienza. I loro migliori realizzatori sono fino a questo momento i difensori centrali perché le palle inattive sono la loro forza, poi la squadra gioca anche bene anche se penso che non abbia grandi ritmi a causa dell’età, però sa gestire le partite, magari il pareggio di Salerno è stata una partita un po’ strana. Però penso che sia una squadra adatta alla serie B e penso che la sappiano gestire”.
Su quando vedremo un Pescara zemaniano: “Non dipende da me ma dipende dai giocatori, c’è chi capisce prima e chi capisce dopo, il discorso non è individuale ma è il concetto di squadra che bisogna imparare”.
Nel fine settimana c’è Roma – Napoli, nelle compagini delle due squadre ci sono due suoi allievi, Florenzi e Insigne: “Sono due ottime squadre, poi la partita si gioca, sulla carta oggi è favorito il Napoli, però penso che la Roma sia all’altezza. Per me è una partita equilibrata, poi penso che dipenderà dai colpi dei singoli. Insigne l’ho avuto più a lungo e mi ha dato soddisfazioni, Florenzi l’ho fatto riprendere iodal Crotone alla Roma, pensava che non poteva giocare con la Roma, ma ha dimostrato che c’è, spero che dopo l’infortunio continui la sua carriera al meglio”.

Pubblicato in Sport

Francavilla al Mare. F.villa4fun si sta preparando per affrontare la nuova stagione agonistica. Si tratta dell’unica squadra di Pallacanestro Senior di Francavilla al Mare, partecipante al campionato amatoriale Endas.
La squadra è nata dalla passione comune per questo sport, con l’associazione F.villa4fun che si è formata nel 2015 con l’intento di un gruppo di amici, tra cui Silvano La Selva tra i precursori, di tornare a fare ciò che facevano da bambini. Sin dagli inizi è nata non come una squadra ma come una famiglia, questo elemento è fondante sia per le partite che per gli allenamenti. L’avventura è cominciata con grande entusiasmo e con l’interesse che si è diffuso anche nel circondario di Francavilla.
Nel corso del primo anno si è avvicinato a questa realtà l’icona della Pallacanestro italiana Claudio Capone che inizialmente si era momentaneamente “accasato” al gruppo per prepararsi in vista dei Mondiali Over 50 e poi non ha più lasciato F.villa4fun.
Sta crescendo sempre più l’interesse verso questa squadra che può contare su un gruppo di ragazzi che va dai 19 ai 51 anni con i più giovani che possono contare sull’esperienza dei “più grandi” ed i più esperti che in questo gruppo si possono sentire ancora ragazzi.
Così Claudio Capone ci racconta come si è avvicinato a questa realtà: “È un’esperienza che comunque mi appassiona tantissimo, si è creato un gruppo di amici soprattutto, è iniziata per caso perché con Silvano avevo già dei contatti per giocare anche nella mia squadra di Ortona che fa la serie D un paio di anni fa e veramente per gioco sono venuto a vedere la loro squadra che partecipa al campionato Endas e in maniera amichevole c’è stata la proposta di venire a fare due tiri e due anni fa si è creata la situazione per cui ho partecipato anche alle partite della squadra. Si è creato un grandissimo affiatamento, soprattutto un gruppo di amici, ho giocato per un po’, poi da quest’anno a titolo pieno ho preferito allenare la squadra, Silvano è stato contentissimo di questo. Siamo un bel progetto e chissa cosa ci riserva il futuro, abbiamo una visione di sport che va oltre la semplice attività sportiva. È una famiglia vera e propria, il classico ‘scapoli e ammogliati’ che si diceva una volta, la partita tra amici, è divertimento, stare insieme, andare a mangiare e vivere insieme con un gruppo whatsapp che abbiamo creato, questo ci dà modo di tuffarci nelle nostre realtà quotidiane e di scambiarci le nostre esperienze e questo ha fatto sì che si creasse un feeling particolare tra di noi e si può dire che abbiamo creato e stiamo creando una famiglia sempre più allargata. Da una famiglia, da un gruppo di amici si possono coinvolgere anche tanti aspetti della nostra vita che vanno al di là della Pallacanestro. Vediamo un po’ cosa viene fuori, Silvano è sempre molto innovativo su internet con situazioni che possono venire fuori, io ho preso questo invito ben volentieri, con il cuore e comunque c’è sempre da imparare”.
Sulla sua attuale esperienza nella Nazionale Over: “Io gioco ormai con la Nazionale Over da circa 8 anni, ho già vinto 7 titoli tra cui 4 Europei e 3 Mondiali e sono esperienze che ti portano a conoscere oltre a posti nuovi anche altre realtà e a volte ti porta a confrontarti anche con realtà disagiate perché si incontrano Paesi dove non è che si vive granché. Questo scambio è culturale oltre che sportivo, è diventato un appuntamento fisso per l’estate dove ci ritroviamo con ex giocatori di serie A, a giungo-luglio a Montecatini c’è stato il boom per i Mondiali con il record fino ad ora di partecipanti. Si prende spunto, si allena una squadra Endas, poi anche una squadra di serie D, poi il Basket ti fa aprire veramente le porte a tante situazioni molto belle”.

Pubblicato in Sport

Pescara. In occasione dell’incontro di calcio “Parma / Delfino Pescara Calcio 1936 S. p. a.”, previsto nel pomeriggio di domani, sabato 14 ottobre 2017 alle ore 15.00 presso lo Stadio “Tardini” di Parma, la Questura di Parma ha segnalato, per gli eventuali autobus e mezzi privati dei sostenitori biancazzurri, le seguenti indicazioni: le autovetture private dovranno essere lasciate in sosta presso il Parcheggio Scambiatore Nord, uscita casello autostradale A1 Parma ove sarà attivo un servizio di bus-navetta. Eventuali autobus saranno scortati in corrispondenza della Curva Sud dello Stadio.

Pubblicato in Sport

Cupello. Si terrà lunedì 23 ottobre, alle ore 18.30, presso la Pizzeria Lo Scarabeo a Cupello, il convegno dal titolo Alimentazione "Corpo e Spirito" organizzato dall'ASD Cupello Calcio in collaborazione con il Foggia Calcio e la PGS Vigor Don Bosco.

Si parlerà dell'importanza dell'alimentazione sia per gli atleti che scendono in campo a livello professionistico sia per una sana e migliore crescita dei bambini e bambine di ogni età. Il rapporto che c'è tra una sana alimentazione e uno stile di vita più buono.

Interverranno: il Professor Atanasio De Meo, nutrizionista del Lecce; Don Nicola Florio responsabile pastorale giovanile diocesana; mister Elio Di Toro, direttore tecnico Foggia Calcio; la dottoressa Anna Boleto, direttrice del Conad Superstore Vasto.

Pubblicato in Sport
Venerdì, 13 Ottobre 2017 00:00

Primo test in trasferta per la Tombesi

Ortona. Nelle due gare ufficiali giocate in casa, la Tombesi ha fatto il pieno di punti a disposizione. Ora però arriva la prima sfida fuori casa, in terra pugliese, contro un avversario di tutto rispetto. Nella prima giornata, il Futsal Capurso è stata in grado infatti di strappare un punto (5-5) sul campo del Giovinazzo, una delle favorite del torneo, e certamente vorrà dare seguito al buon inizio davanti al proprio pubblico. Ma i gialloverdi d’Abruzzo hanno l’obiettivo di continuare sulla scia dei buoni segnali visti contro Dem e Cus Molise, testando le proprie ambizioni nella prima di una lunga serie di insidiose trasferte. Con l’intero organico a disposizione di mister Morena, la Tombesi è pronta a giocarsi le sue carte anche a Capurso, parola di Andrea Dell’Oso:

“Sappiamo che a Capurso ci attende un ambiente caldo e una squadra forte e ben organizzata, ma noi arriviamo preparati all’impegno. Durante la settimana ci siamo allenati sapendo di dover giocare sabato in un campo più grande del nostro, e comunque eravamo consapevoli sin dall’inizio che sarebbero arrivate queste gare in trasferta insidiose. Conosciamo il nostro valore e siamo fiduciosi di potercela giocare. Nelle prime due partite direi che si è già vista quella grinta e quella determinazione che erano il nostro marchio di fabbrica l’anno scorso, e ciò è stato possibile perché i nuovi, inclusi gli stranieri, si sono calati molto bene nello spogliatoio e sono subito entrati nel gruppo. Certamente, dobbiamo ancora lavorare sull’amalgama, sul gioco di squadra, ma è un aspetto che potrà migliorare solo con gli allenamenti e le partite. Io personalmente mi sento bene e sono molto contento di essere qui a Ortona. Lavoro per farmi trovare pronto quando il mister mi chiama in causa e per scendere in campo dando sempre il mio contributo. Sono orgoglioso di far parte di questa squadra e spero di poter aiutare i miei compagni ad ottenere i risultati che tutti ci auguriamo”.

Pubblicato in Sport
Venerdì, 13 Ottobre 2017 00:00

Coged, ora si fa sul serio

Chieti. Dopo quasi due mesi di preparazione e qualche buona amichevole disputata, arriva finalmente il campionato. La CO.GE.D. Pallavolo Teatina è attesa a Benevento, sul campo dell’Accademia, per testare le proprie ambizioni e misurarsi finalmente in una gara in cui sono in ballo i tre punti. Ideale garante dell’unione tra “vecchie” e “nuove” nello spogliatoio e in campo, il capitano della Teatina, Corinne Perna, analizza il momento della squadra e le prospettive della prima giornata e in generale di tutto il campionato:
“Sono sincera: viste le esperienze passate, non amo parlare prima del tempo. Posso solo dire, per quello che si vede in allenamento e che si è visto in tornei e amichevoli, che sicuramente ci sono le basi per fare bene. Il campionato però è un’altra cosa e bisogna dimostrare in campo tutto quello che si è visto di buono finora. La società ha sicuramente fatto un ottimo lavoro quest’estate, sono arrivate giocatrici forti che, oltretutto, sono entrate subito in sintonia con il resto del gruppo. Non si sente il distacco tra vecchie e nuove, siamo un gruppo affiatato e questo ci permette di stare serene, fattore a mio avviso molto importante. Da un punto di vista personale, e a parte qualche acciacco di routine, mi sento pronta per iniziare. L'anno passato non è stato assolutamente facile, ma d’altro canto credo sia servito a farmi crescere a livello mentale e a farmi acquisire sicurezza. Del nostro avversario di domani devo ammettere che so molto poco: abbiamo visto qualcosina in video e pare una squadra ben attrezzata. Nel girone, mi sembra che ci siano due-tre squadre, come ad esempio Napoli e Sant’Elia, che hanno allestito squadre importanti per puntare alla promozione. Per quanto riguarda le altre, siamo piu o meno tutte sullo stesso livello, comprese le altre due abruzzesi, Orsogna e Antoniana Pescara, che hanno organici di livello con giocatrici che già conoscono la categoria. Sarà sicuramente un girone difficile, ma siamo pronte. Di certo, iniziare bene a Benevento ci permetterebbe di partire con il piglio giusto e acquisire ancor più sicurezza: andremo lì per cercare di vincere”.

Pubblicato in Sport

San Salvo. Da qualche settimana è ripartita a pieno ritmo l’avventura dell’Us San Salvo, nell’anno del suo cinquantesimo anniversario di fondazione. Questa mattina nella sede sociale si è svolta una conferenza stampa di presentazione del nuovo main sponsor, la SBT srl (Small Business Trends Agency) e dei programmi futuri della società presieduta da Luigi Vicoli, che ha evidenziato come “da oggi parte un progetto a lungo termine per ridare vigore e prospettive future a una società che diventi punto di aggregazione anche per altre realtà sportive della città”.
Il sindaco di San Salvo Tiziana Magnacca ha ringraziato il presidente Vicoli per il suo impegno personale nell’aver preso con coraggio e determinazione le redini della Us San Salvo “per una squadra che auspichiamo sappia raccogliere importanti successi nel solco del passato di una società dai colori gloriosi”. Il sindaco ha augurato buon lavoro al tecnico Angelo Suero, al direttore sportivo Meuccio Di Santo e al responsabile del settore giovanile Davide Panfilo. “Una società – ha aggiunto – contornata di sansalvesi che crede nello sport come occasione di crescita sportiva e sociale, in particolare nell’anno del cinquantenario in una città, che in questi anni è cresciuta offrendo grandi opportunità di vita. Portate con orgoglio in alto il nome di San Salvo sapendo che, oltre a essere campioni dello sport, dovete essere esempio di vita per i giovani”.
L’assessore allo sport Tonino Marcello ha augurato alla società e alla squadra le migliori fortune e in particolare l’amministratore delegato della Sbt srl, Andrea Mullner, per aver investito per il rilancio dei colori biancoazzurri.
Il presidente del Consiglio comunale Eugenio Spadano ha portato i saluti dell’intera assise ribadendo che la comunità cresce in maniera armonica se lo sport viene adeguatamente privilegiato come accade in questa Città.

Pubblicato in Sport

Chieti. Il Chieti Fc comunica che la società US San Salvo per il match di campionato in programma Domenica 15 Ottobre al “D.Bucci” con fischio d’inizio alle ore 15, ha messo a disposizione della società neroverde 150 biglietti, che verranno messi in vendita a partire da domani mattina presso la sede del club 89 Mai Domi in via Pescasseroli a Chieti scalo (zona villaggio Celdit) dalle ore 11 alle ore 13 e dalle 15 alle 20:30. Si raccomanda di acquistare il biglietto d’ingresso in prevendita per evitare disservizi al botteghino. La società Chieti F.C. coglie l’occasione per ringraziare la dirigenza del US San Salvo per la disponibilità dimostrata.

Pubblicato in Sport

L'Aquila. E’ un trend in costante ascesa, quello della Regione Abruzzo sugli adempimenti previsti dal Ministero della Salute per garantire i Livelli Essenziali di Assistenza (L.E.A.), cioè quelli che devono essere assicurati a tutti i cittadini italiani e che devono rispettare determinati criteri di appropriatezza e di qualità.
In pubblicazione da ieri, sul sito del Ministero della Salute, il documento che illustra i risultati del monitoraggio dei LEA per l’anno 2015 e che restituisce un’immagine dell’Abruzzo in netto miglioramento rispetto agli anni precedenti.
La nostra Regione, pur essendo a quell’epoca ancora in “piano di rientro”, mostra, infatti, un’ottima performance relativamente ai punteggi della griglia dei35 indicatori che il Ministero utilizza per valutare i Servizi Sanitari delle Regioni italiane, raggiungendo un punteggio totale pari a 182 (il minimo previsto è 160).
Ma cosa misurano gli indicatori della griglia? Sostanzialmente, attraverso 35 items, valutano l’appropriatezza e la qualità dei Servizi di Prevenzione della salute, di quelli relativi all’assistenza territoriale erogata nei Distretti e di quelli ospedalieri.

In Abruzzo, per quanto riguarda i Servizi di Prevenzione, la maggior parte degli indicatori previsti risulta totalmente raggiunta, mentre qualche criticità si rileva ancora nell’adesione dei cittadini agli screening oncologici e degli anziani alla vaccinazione anti influenzale;
Riguardo all’assistenza ospedaliera, si conferma il trend in diminuzione dei ricoveri e, soprattutto un miglioramento dell’appropriatezza delle prestazioni sanitarie ospedaliere;
In merito all’assistenza territoriale, pur confermando un miglioramento anche a questo livello, l’Abruzzo mostra ancora difficoltà relativamente alla presa in carico degli anziani nelle strutture residenziali.
Nel complesso, come rilevato chiaramente nel documento del Ministero della Salute, “La valutazione finale per il 2015, si attesta per la Regione Abruzzo su un punteggio pari a 182 che […] risulta ampiamente positivo e in costante incremento nel trend considerato.”

“Si tratta di un risultato straordinario che mi rende particolarmente orgoglioso – commenta Silvio Paolucci, Assessore Regionale alla Sanità – vedere certificati, proprio dal Ministero della Salute, i risultati positivi di un impegno gravoso e troppo spesso incompreso dai cittadini, mi dà la forza di andare avanti con coraggio sulla strada già intrapresa. Per quanto criticata, la Sanità italiana – secondo la classifica internazionale stilata da Bloomberg nel 2015 – è al terzo posto al mondo (prima tra i paesi europei) per efficienza, per le aspettative di vita (quasi 83 anni in media) e per il costo pro capite del sistema sanitario. Si tratta di un risultato che giunge sempre a sorpresa per l’opinione pubblica del nostro paese, più abituata a sentir parlare di episodi di malasanità piuttosto che di buona sanità.
Ovviamente, non mi siedo sugli allori per questo bel risultato, ma anzi, prendo spunto dalle criticità emerse nella Monografia del Ministero per mettere in atto interventi di programmazione sanitaria che possano almeno ridurle, se non eliminarle completamente”.

Pubblicato in Politica

Bruxelles. Mario Mazzocca, Sottosegretario d’Abruzzo e Vice Presidente Fedarene con delega al cambiamento climatico ed energia, ha partecipato alla conferenza-dibattito che ha avuto luogo a Bruxelles durante la 15^ Settimana europea delle Regioni e Città.

Nel corso dell’ incontro i rappresentanti istituzionali intervenuti hanno presentato i risultati delle azioni locali condotte rispettivamente nella regione scandinava dei 'Mille Laghi' (autosufficienza energetica da fonte rinnovabile), in quella cretese (adattamento climatico insulare), in quella della Slavonia (risorse per efficientamento energetico edilizia pubblica), nella regione turca di Ekrem (economia circolare) e nel nord-est Romania con la Rda - Regional Development Agency, quest'ultima volta a mitigare il rischio alluvione generato dalle intense precipitazioni ciclicamente verificantisi sul confinante territorio ucraino.

"Mi sento di raccogliere - ha dichiarato il Sottosegretario d'Abruzzo Mario Mazzocca nel suo intervento - e rilanciare l'invito rivoltoci da Magnus Bernsston, Presidente di Aer (Assemblea delle Regioni Europee e dell’iniziativa 'R20 Climate Action'), a voler 'andare oltre', a fare un deciso passo in avanti sulla questione dell'ineluttibilitá di un tema strategico come quello dell'adattamento al cambiamento climatico in atto. Gli interventi che si sono susseguiti nel corso dell’incontro, dall'esempio cretese alle iniziative scandinave, hanno dimostrato come la sana competitività sviluppatasi fra i livelli politici delle diverse realtà regionali europee possa rivelarsi tanto efficace quanto foriera di risultati concreti”.

“È ormai evidente – incalza Mazzocca - come bisogna operare sempre più velocemente un radicale ripensamento del modello di sviluppo e di approccio al territorio, abbandonando drasticamente modi comportamentali propri del XX secolo.

A tal riguardo riteniamo fondamentale approfondire dettagliatamente almeno le seguenti tre tematiche strategiche:

1) affrontare compiutamente la questione dell'adattamento al mutamento climatico è attività che non può assolutamente prescindere da un diffuso e coinvolgente processo partecipativo, dalla evidenziazione dei dati di partenza all’individuazione delle scelte da operare;

2) le suddette scelte, in termini di politiche specifiche e dedicate, devono tradursi in azioni di natura preventiva (volte a mitigare i rischi naturali ed antropici) da attuare in stretta correlazione con quelle tese a calibrare le risposte agli ormai ciclici stati emergenziali (attuazione dei piani di emergenza);

3) la 'resilienza' di una comunità e del territorio che la ospita, intesa come capacità di reazione ad eventi negativi e di trasformazione degli stessi in positività, dipende intimamente dal livello di consapevolezza, detenuto dalla stessa comunità, circa il valore assoluto rivestito dalla "biodiversità": tanto saremo in grado di alimentarla, tanto sarà capace di restituirci a difesa del nostro habitat".

L'evento, poi, si è anche occupato del quadro conoscitivo delle risorse economiche, sia quelle già disponibili che quelle - molto più corpose - in procinto di essere stanziate dall'Unione Europea. Tale specifico aspetto sarà approfondito proprio dal Sottosegretario Mazzocca in occasione dell'evento in programma all'Aurum di Pescara per il prossimo 20 ottobre.

Alla conferenza-dibattito hanno partecipato anche l’ambasciatore Giovanni Pugliese, rappresentante permanente aggiunto dell’Italia presso la UE; Giuseppe Di Pangrazio, Coordinatore del gruppo di lavoro sui disastri naturali per la Conferenza delle Assemblee legislative regionali europee, nonché Presidente del Consiglio regionale Regione Abruzzo e membro del Comitato europeo delle Regioni; Iris Flacco, Dirigente del Settore Energia e Cambiamento climatico Regione Abruzzo; rappresentanti della Commissione europea Dg Clima; Ekrim Eskinat, Sindaco della Città di Suleymanpasa (TR); Eva Hallstrom, Consigliere della Contea Landstinget Varmland Region (SE), anche in rappresentanza dell’Assemblea delle Regioni europee; Eleni Hatziyanni, Direttore per la pianificazione del territorio e l’ambiente della Regione di Creta (GR); Gabriela Macoveiu, Direttore per l’Innovazione e la cooperazione della Regione Romania Nord-Orientale; Mario Duragic, rappresentante della Repubblica Srpska (BiH) a Bruxelles e Dragan Kovacevic, in rappresentanza del Dipartimento per la protezione della natura e l’efficienza energetica della Contea di Slavonia e Baranja (HR). Ha moderato l’evento Maria Laura Franciosi, fondatrice del Press Club Brussels Europe.

Pubblicato in Politica
Pagina 1 di 4

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione