Articoli filtrati per data: Venerdì, 13 Ottobre 2017

Chieti. Il Chieti Fc comunica che la società US San Salvo per il match di campionato in programma Domenica 15 Ottobre al “D.Bucci” con fischio d’inizio alle ore 15, ha messo a disposizione della società neroverde 150 biglietti, che verranno messi in vendita a partire da domani mattina presso la sede del club 89 Mai Domi in via Pescasseroli a Chieti scalo (zona villaggio Celdit) dalle ore 11 alle ore 13 e dalle 15 alle 20:30. Si raccomanda di acquistare il biglietto d’ingresso in prevendita per evitare disservizi al botteghino. La società Chieti F.C. coglie l’occasione per ringraziare la dirigenza del US San Salvo per la disponibilità dimostrata.

Pubblicato in Sport

Avezzano. A pochi mesi dalla scadenza fissata per il 05 gennaio 2018, ancora molte sono le perplessità che stanno affliggendo gli operatori del settore autoriparazione, chiamati ad ottemperare all’obbligo di aggiornarsi alla nuova qualifica professionale sancita dalla legge 11 dicembre 2012 n. 224, che integra il nuovo profilo professionale di Meccatronico.
Per far luce sul delicato argomento è scesa in campo la D.ssa Rosa Pestilli, Presidente del Conapi l’Aquila e Direttore dell’area Formazione accreditata del Gruppo SICURFORM S.r.l, quest’ultimo risultato essere attualmente l’unico Ente di Formazione Professionale della provincia dell’Aquila, autorizzato ed accreditato all’erogazione dei percorsi formativi necessari per adeguarsi alla nuova normativa.
L’intervento dichiara la D.ssa Pestilli, ha lo scopo di far chiarezza il più possibile sulle complesse sfaccettature della Legge 11 dicembre 2012 n. 224,che a detta di qualche associazione del territorio ancora poche chiare e che da alcuni giorni continuano ad alimentare confusione e destabilizzazione tra gli autoriparatori, soprattutto in vista dell’imminente scadenza prevista per il prossimo 05Gennaio 2018, quando in molti se non si adegueranno entro il termine stabilito, si vedranno oltre alla chiusura dell’attività, privati anche dei requisiti acquisiti nei tre anni del quinquennio di transizione di cui all’art.3 della stessa legge e costretti a dover frequentare un corso di 500 ore per riottenere la qualifica di meccatronico per poter riaprire i battenti.
E’ doveroso continua la Pestilli, concentrarci sul dato certo della Regione Abruzzo, che in applicazione dell’Art. 7, comma 2, lettera c, della Legge 122/92 come modificata dalla Legge 224/2012, ha emanato la determinazione dirigenziale n.22/DPG009 del 10 marzo e la successiva determinazione dirigenziale n. 73/DPG009 del 7 giugno 2017, con le quali ha inserito il profilo professionale MECCATRONICA nel repertorio delle qualificazioni professionali della Regione Abruzzo, pertanto a decorrere dallo scorso 1° luglio 2017 non è più possibile procedere da parte delle camere di commercio alla valutazione dei requisiti posseduti dal responsabile tecnico ai sensi della circolare ministeriale del M.I.S.E n. 3659/C del 11 marzo 2013, sulla base della documentazione contabile (fatture) attestante lo svolgimento di lavori a cavallo tra meccanico – motorista ed elettrauto’.
In virtù della posizione intrapresa seppur in ritardo dalla Regione Abruzzo, non vi sono più scorciatoie per gli autoriparatori che alla data del 30 giugno 2017 non hanno provveduto ad inoltrare alla camera di commercio territorialmente competente la dichiarazione sostitutiva di notorietà prevista dalla circolare ministeriale n. 3659/C emanata dal Ministero dello Sviluppo Economico, con la quale veniva concessa la possibilità al responsabile tecnico già abilitato in una delle sezioni, di farsi riconoscere l’esperienza per aver operato su sistemi complessi come ad esempio” impianti di iniezione elettronica, impianti ABS, impianti ESP, cambi automatici ecc.
Pertanto vista l’imminente scadenza, tutti coloro che sono interessati all’argomento e che non hanno ancora provveduto ad adeguarsi, devono al più presto recarsi in uno degli sportelli informativi presenti presso gli Organismi di Formazione Professionale e Continua accreditati ed autorizzati dalla all’erogazione dei percorsi integrativi specifici, previsti dalla Legge n.224/2012 e dalle determinazioni dirigenziali della Regione Abruzzo per accedere ad una valutazione dei requisiti posseduti ed eventualmente iscriversi ad uno dei corsi di formazione occorrente, come di seguito in elenco:
1. Gruppo SICURFORM S.r.l - Via Luigi Vidimari n.2 – Avezzano (AQ).
2. HUB ACADEMY S.C.A.R.L - Via Nazionale per Teramo – Giulianova (TE).
3. CIFAP FORMAZIONE S.r.l - Via Tavo n. 71 – Pescara (PE).
diffidando dal reperire inutili informazioni presso i soggetti che ad oggi oltre a non essere soggetti formatori, non posseggono nessuna autorizzazione rilasciata dalla regione, requisiti consultabili nelle banche dati del portale FIL ABRUZZO all’indirizzo http://www.regione.abruzzo.it/fil/ mentre per tutti i dettagli relativi all’avvio di nuove imprese e per quelle imprese già in attività possono consultare il seguente indirizzo web: http://www.grupposicurform.eu/news246.

Pubblicato in Cronaca

Chieti. Il Sindaco di Chieti, Umberto Di Primio, rende noto che, in occasione della campagna nazionale per le buone pratiche di protezione civile denominata “Io non rischio” domani, sabato 14 ottobre 2017, saranno allestiti in città dei punti informativi sul rischio sismico e su cosa ciascuno di noi può fare per ridurne gli effetti.
Nello specifico, dalle ore 10.00 alle ore 18.00, i volontari delle Associazioni CIVES – Nucleo Provinciale di Chieti, Croce Rossa Italiana - Comitato di Chieti, FIRCB – Radio Club Protezione Civile Città di Chieti, Nucleo Operativo Teate Chieti, Gruppo Comunale di Francavilla al Mare, Gruppo Comunale di Furci, FIRCB – Circolo San Vitale di San Salvo, Valtrigno di San Salvo, daranno vita ad un percorso che si snoderà lungo Corso Marrucino dove saranno allestiti dei gazebo per illustrare ed informare i cittadini sui rischi in caso di terremoto, maremoto e alluvione.
Il mondo del volontariato, in prima linea nella gestione dell’emergenza insieme al Servizio Nazionale della Protezione Civile, si fa, così, portavoce delle buone pratiche di prevenzione.

“Io non rischio”, campagna nata nel 2011, è promossa dal Dipartimento della Protezione Civile con Anpas-Associazione Nazionale Pubbliche Assistenze, Ingv-Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia e Reluis-Rete dei Laboratori Universitari di Ingegneria Sismica.

Pubblicato in Cronaca

Pescara. Pronto a partire un piano da 400.000 euro per rifare la segnaletica orizzontale su tante strade della città. Stamane la presentazione in conferenza stampa con il vice sindaco e assessore alla Manutenzione Antonio Blasioli, il dirigente del Settore Manutenzione Pierpaolo Pescara, Enrico Iacomini, e Luciano Ciaccio del Servizio Manutenzione. Erano presenti anche i consiglieri Stefano Casciano, Maria Ida D’Antonio e Lola Gabriella Berardi.

“Interverremo su 103 strade della città, ma si tratta di un primo intervento – così il vice sindaco e assessore ai Lavori Pubblici Antonio Blasioli – Si tratta di lavori per 400.000 euro, 296.000 euro è costo delle lavorazioni affidate alla Nuova Fise Srl con il 35 per cento di ribasso, così avremo altri 125.000 euro a disposizione che definito questo intervento saranno impiegati per altre 70 vie che si aggiungeranno a quelle già individuate. Va precisato che nell’elenco ci sono strade che non verranno rifatte perché già ricomprese nell'appalto da 70.000 euro compiuto in coincidenza con la riapertura delle scuole, o perché ci sono lavori che stanno partendo e quindi è inutile intervenire ora, o perché si sono appena conclusi interventi .
La ditta è pronta, il progetto partirà il 17 ottobre: inizialmente saranno al lavoro due squadre su quattro quadranti in cui è stata divisa la città, si lavorerà principalmente di giorno, perché l'umidità di questo periodo sconsiglia il lavoro notturno per assicurare una più durevole tenuta delle strisce pedonali. Si comincerà da via Bassani Pavone che avevamo rifatto in occasione del Raduno dei Bersaglieri ma era rimasta senza segnaletica, così riporteremo la segnaletica a ciò che stabiliva l'ordinanza del 2016. Continueremo davanti alla basilica della Madonna dei 7 dolori, poi via Paolini, via del Circuito, via Fonte Romana, via Regina Margherita nord e viale Bovio. La seconda squadra andrà in via Raiale dove le segnalazioni sono tante, via Ilaria Alpi, via Tronto e un’ampia zona del quartiere 3.
Finiti questi lavori agiremo con le somme dei ribassi su altre 70 strade e non ci fermeremo qui, perché c’è comunque un altro appalto di pari importo, quindi altri 400.000 euro, già approvato dalla Giunta per una manutenzione continuativa della città e per restituire sicurezza e decoro alle nostre strade. Il piano prevede 200 giorni di tempo per le lavorazioni, ma chiederemo alla ditta uno snellimento degli interventi”

“Novità anche per quanto riguarda le strade dove si stanno facendo interventi per la fibra ottoca – aggiunge il dirigente del Settore Manutenzione Pierpaolo Pescara - Sul piano sono sono ricompresi anche gli scavi fatti da soggetti terzi, con un programma per consentire metodi di attraversa mento della città per la fibra ottica ma senza tagli, con una nuova tecnologia che agisce non in superficie. E’ indispensabile agire per la sicurezza che la legge impone e perché andava affrontato un intervento su ampia scala. La qualità della segnaletica dipende poi dall'esecutore e dalla capacità del controllore: noi staremo attenti perché il lavoro duri il più a lungo possibile sia per la resa della vernice che per lo spessore, affinché le risorse e il lavoro siano commisurati e durevoli”.

Pubblicato in Cronaca

L’Aquila. Sono 265 i comuni dell’Abruzzo che potranno utilizzare i servizi di nuova generazione dell’Internet of Things. TIM infatti è pronta ad offrire, primo operatore in Italia, il servizio commerciale IoT basato sulla tecnologia LTE, grazie alla diffusione della tecnologia Narrowband che da fine ottobre sarà disponibile a livello nazionale in oltre il 75% della rete 4G di TIM, che verrà completata entro il prossimo gennaio.
Si tratta di un nuovo importante traguardo, dopo quello raggiunto lo scorso aprile, quando TIM - prima in Italia e tra le prime in Europa - ha sperimentato in campo il primo contatore dell’acqua intelligente in grado di inviare automaticamente le misure tramite la rete live NB-IoT, sperimentazione realizzata da Olivetti, polo digitale del Gruppo TIM, con SMAT, Società Metropolitana Acque Torino S.p.A..
La disponibilità del servizio NB-IoT su un elevato numero di comuni abruzzesi, resa possibile dall’accelerazione tecnologica di TIM, abiliterà lo sviluppo commerciale dei servizi a partire dai contatori intelligenti che consentiranno non solo il monitoraggio in tempo reale dei consumi e la telegestione delle reti di trasporto e distribuzione di gas, acqua, energia elettrica, ma anche il tele-riscaldamento e la gestione ambientale.
Anticipando alcune delle capacità consentite dalle future reti 5G, la tecnologia NB-IoT permette - attraverso uno standard specificato per funzionalità d’uso proprie dell’Internet of Things - un significativo risparmio dei consumi con una durata delle batterie degli oggetti connessi di oltre dieci anni e importanti incrementi delle coperture radio fino a sette volte maggiore rispetto al GSM. Grazie a quest’ultima caratteristica, l’aggiornamento NB-IoT su tutta la rete LTE di TIM, che già copre oltre il 97% della popolazione italiana, renderà entro gennaio il servizio disponibile su tutto il territorio nazionale anche in aree dove la copertura non sempre è ottimale come sottoscala, tombini, locali interrati, cantine o box. Inoltre la tecnologia NB-IoT consente di ottimizzare i costi degli oggetti connessi e garantisce sicurezza e affidabilità tipiche delle reti mobili su spettro licenziato.
TIM contribuisce allo sviluppo di un ecosistema completo e maturo, testando chipset e oggetti intelligenti dei principali player, per garantire al mercato la piena interoperabilità con la propria rete e mettendo a disposizione l’Open Lab di Torino a tutti i partner del settore per integrare questi device e rendere intelligenti gli oggetti dell’Internet of Things. Il NB-IoT Open Lab di TIM, inaugurato lo scorso novembre e unico in Italia, ha coinvolto finora 110 aziende con 39 collaborazioni attive, di cui 12 attività di validazione già concluse.
NB-IoT costituisce la prima e fondamentale innovazione tecnologica di rete dedicata all’Internet of Things sulla quale TIM con Olivetti sta sviluppando un ricco portafoglio di offerta; a questo faranno seguito altre soluzioni IoT che potranno sfruttare a pieno la velocità e la bassa latenza delle reti LTE/5G, quali l’automazione industriale o l’interconnessione fra auto e infrastrutture, per rendere possibile l’evoluzione verso scenari di autonomous driving, confermando la leadership del gruppo TIM nell’innovazione digitale.

Pubblicato in Cronaca
Venerdì, 13 Ottobre 2017 00:00

Pescara, Cuzzi sul mercato di via dei Bastioni

Pescara. “E’ stata indetta la gara per i lavori di riqualificazione del mercato di via dei Bastioni, quindi si procederà presto per gli attesi interventi sulla struttura che partiranno prima di Natale. Tutta la documentazione è pronta da mesi, si tratta di interventi per un importo complessivo di 233.000".
Così in una nota l’assessore alle Attività Produttive del Comune di Pescara, Giacomo Cuzzi, che aggiunge: "Mi sorprende l’interessamento del consigliere Guerino Testa sulla struttura, che evidentemente deve avere la memoria corta a dispetto del nome: perché quando è stato classe di governo di questa città, non ha speso alcuna energia, né pensiero per far sì che accanto all’onerosa riqualificazione del mercato di piazza Muzii si potesse investire qualche euro anche per quello di via dei Bastioni, che scopre oggi! Aggiungo che chi era alla guida di Palazzo di Città in quegli anni non è stato nemmeno capace di far rispettare un vecchio accordo di programma che prevedeva dei lavori importanti di manutenzione. Siamo stati noi a recuperarlo e a investire circa 90.000 euro nel primo anno di mandato per il rifacimento delle grate, per l’automatizzazione delle porte e altri interventi di manutenzione. E così faremo con la riqualificazione che sta per partire.
Con questi interventi il mercato recupererà sicurezza e fruibilità piena. Parliamo di una struttura storica del commercio, su cui si concentra la nostra massima attenzione e stiamo rilanciando anche attraverso altre attività. La struttura apre anche di pomeriggio per tre giorni a settimana con orario 16-19, le aperture sono condivise con gli operatori e fissate al martedì, giovedì e venerdì.
Appena definita la gara si procederà con interventi locali di demolizione e ricostruzione del solaio crollato nel piano sotterraneo adibito a magazzino, con il rifacimento di pavimentazioni, rivestimenti e impianti demoliti, risanamento igienico del soffitto e pareti rovinate. Si agirà anche sul solaio del locale pescheria, che verrà demolito e ripristinato, procedendo inoltre al rialzo del pavimento del box e al ripristino di tutti gli impianti elettrici e idrici interessati. A piano terra si agirà anche sul rifacimento degli asfalti nelle aree antistanti alle porte laterali, che saranno anch’esse sistemate con un sistema diverso di chiusura dall’attuale.
L’intervento interesserà anche l’atrio del primo piano, dove verranno ripristinati i soffitti e le pareti ammalorate, si provvederà anche alla impermeabilizzazione della zona sopra l’atrio del primo piano e si procederà anche alla sistemazione della porta del torrino ascensore. Verrà infine realizzato l’impianto elettrico nella zona oggetto d’intervento.
Si tratta di un intervento ampio e approfondito, capace di sanare alcune delle ferite di una manutenzione che negli anni è mancata alla struttura. Noi la faremo”.

Pubblicato in Politica
Venerdì, 13 Ottobre 2017 00:00

Pescara celebra la Giornata Fai d'Autunno

Pescara. Soffermare l’attenzione sulla piazza che attraversiamo per andare al lavoro o conoscere come vivevano i proprietari dell’elegante villa che scorgiamo dal balcone di casa. Sono modi diversi di scoprire la nostra città da punti di vista nuovi e il FAI – Fondo Ambiente Italiano ci invita a rinnovare il nostro sguardo sull’Italia partecipando, domenica 15 ottobre 2017, alla Giornata FAI d’Autunno, realizzata dai Gruppi FAI Giovani a sostegno della campagna di raccolta fondi “Ricordiamoci di salvare l’Italia”, attiva dal 1° al 31 ottobre.Per l’occasione 3.500 volontari accompagneranno gli italiani alla scoperta di 600 luoghi inaccessibili o poco valorizzati, legati da una tematica comune - la musica, le tradizioni artigiane, il panorama urbano dall’alto… – e raccontati dallo spirito entusiasta dei giovani.

“La storia della Pescara Liberty: passeggiata tra i villini e la riserva naturale”

I volontari FAI e gli “ Apprendisti Ciceroni” dell’Istituto Tecnico “T. Acerbo” Sezione Turismo – IV e VA e Sez. 5A CAT guideranno i visitatori nel quartiere Pineta tra i villini in stile Liberty, l’arenile e la Riserva Naturale di Pescara.
L’obiettivo è far riscoprire i numerosi villini Liberty dislocati in questo particolare Rione , piccole case che con la loro leggiadria ne hanno costituito per lungo tempo una delle caratteristiche più interessanti. E’ facile dire che la città ha una storia molto recente ma non è così, il grande problema è la mancanza di relazione tra passato e presente. La tipologia dei villini nel Pescarese, segue i canoni dettati dal movimento artistico nato a Parigi intorno al 1835, il progetto delle 52 insule dell’ingegnere Antonino Liberi, caratteristico della fascia costiera Adriatica, prevedeva la disposizione ad una distanza minima di 40 metri dal mare, con villini ad uno o due piani e il caratteristico torrino, come elemento di prestigio.
Percorso 1: storia dell’ ex Kursaal
Percorso 2: Villino Costanzo, Villino Cipollone, Villino Clerico, Villino Silvestri (ex Di Girolamo), Villa Spatocco, Villino Geniola, Villino Giammaria, Villa Coen, Villino Pace, Villino La Porta, Villa Anna II, Villa De Lucretiis, Villino Scolozzi
Percorso 3: visite guidate nella Riserva Naturale dannunziana alla scoperta della flora e della fauna a cura delle guide ambientaliste della coop. “Il Bosso”. Prenotazioni al nr. 085 27297 Punto FAI PE o al nr. 393 1628348 Elvira

EVENTI COLLATERALI:
Collettiva di arte contemporanea – DIA’ – sala Cascella dal 13.10 al 18.10 – dalle ore 9.30 -13.00 /16.00-19.30
Conferenza ore 11.00 – Sala Tosti - a cura Arch. Anita Boccuccia sul Liberty: Villini, Pineta, arenile,” i gioielli ritrovati”

Esposizione auto d’epoca a cura Old Motors Club D’ Abruzzo



Con il Patrocinio del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo e di Responsabilità Sociale Rai. Con la media partnership di Rainews 24 e Rai TGR. Con il Patrocinio della Provincia di Pescara, del Comune di Pescara e dell’ Assessorato alla Cultura.

Per informazioni: www.giornatefai.it; www.fondoambiente.it; tel. 02 467615399

Pubblicato in Cronaca
Venerdì, 13 Ottobre 2017 00:00

Pescara, omaggio alle vittime di Colle Orlando

Pescara. Come ogni anno stamane sono stati ricordati i tre cittadini pescaresi fucilati dai tedeschi il 13 ottobre del 1943 in zona Fontanelle. Si tratta di Carlo Alberto Di Berardino, 40 anni ragioniere presso le fonderie Camplone, Marco Di Giacomo, 51 anni, contadino e padre di 8 figli, Giuseppe Mancini, operaio di 50 anni, trucidati nelle campagne di Colle Orlando. A Pescara, dopo l’armistizio, i tedeschi occuparono quella parte della città, intimando ai residenti la consegna delle armi: dopo una perquisizione nelle loro case furono rinvenute armi da caccia che seppur non funzionanti furono la condanna di cittadini innocenti, uccisi barbaramente nei territori circostant. Alla cerimonia di oggi, voluta dall’Amministrazione comunale per coltivare il ricordo di quelle vite e proseguire il percorso di condivisione della memoria, erano presenti il vice sindaco Antonio Blasioli, il Presidente del Consiglio Comunale Francesco Pagnanelli, il responsabile dell’ANPI di Pescara Pescara Luca Prosperi, il consigliere Vincenzo D’Incecco, i famigliari delle vittime, che sono parte attiva nella coltivazione della memoria dei tre pescaresi e di quei fatti.

“Questo è un appuntamento che vogliamo onorare perché parla di morti atroci che non possono essere dimenticate – così il vice sindaco Antonio Blasioli – Sono stati anni pesanti per la nostra città, che era appena uscita da bombardamenti che l’avevano piegata, distrutta, annientata. Queste morti si aggiunsero ad un bilancio che non è ancora stato definito, sotto le bombe perirono migliaia di persone e tantissimi furono vittime delle rappresaglie tedesche, atroci come questa in cui ai nostri concittadini fu persino chiesto di scavarsi le fosse. Non dobbiamo dimenticare questi tre uomini le cui vita si sono interrotte in modo inatteso e ingiusto e li ricorderemo sempre perché attraverso le loro vite impariamo a costruire un futuro capace di dire no alla guerra”.

“Dobbiamo condividere un futuro di pace perché veniamo da un passato doloroso – aggiunge il presidente del Consiglio Comunale Francesco Pagnanelli - L’Amministrazione ha una strada aperta alla memoria e continuerà a contribuire alla conoscenza del nostro passato, dobbiamo consegnarlo ai giovani perché appartiene loro e serve al loro futuro. Scoprendo queste storie e ricordandole, è come aggiungere giorni e attenzione che questi tre nostri concittadini purtroppo non hanno avuto”.

“A lungo questi tre nomi non sono stati ricordati – dice Marco Di Giacomo, nipote di uno dei tre uomini fucilati nel ’43 – Noi parenti abbiamo comunque ogni anno fatto di tutto perché questa data non passasse senza ricordo, in pochi sapevano quello che è accaduto qui, i loro nomi non sono negli elenchi ufficiali delle vittime e io ho partecipato alla redazione dell’Atlante delle Stragi perché il loro sacrificio venisse conosciuto, insieme all’atrocità della loro morte. Una morte assurda, non furono fucilati dove c’è il cippo, ma in diverse zone della campagna, dopo essersi scavati la fossa. Non vennero avvisate nemmeno le famiglie che li hanno ritrovati perlustrando le campagne e scavando la terra smossa, un dolore nel dolore. Vanno ricordati e qui a Colle Orlando lo faremo sempre”.

“Il coordinamento provinciale Anpi-Ettore Troilo a 74 anni da quei tragici eventi vuole ricordare le vittime civili dell’occupazione nazifascista a Pescara e nella Provincia – così il presidente Luca Prosperi - come ha rivelato lo studio dell’Atlante delle Stragi promosso dall’Anpi nazionale dal settembre 1943 al giugno 1944 nella provincia ci furono ben 32 episodi di uccisioni di civili, con decine di morti innocenti. Faremo di tutto perché non venga dimenticata quella che fu una vera e propria mattanza che iniziò subito dopo l’8 settembre quando a Torre de’Passeri fu fucilato Luigi Ricci, 32enne di Bolognano, accusato ingiustamente di furto. Il 13 ottobre poi fu la volta di due eccidi distinti: il primo a Cugnoli dove i tedeschi uccisero Vincenzo Chiulli (49 anni, tabaccaio), Domenico Domizio (51, contadino) e Paquale Di Marco (40, contadino), tutti nati e residenti a Cugnoli, insieme a Romolo Maggio (49, autista) e Fortunato Pucci (34, commerciante), ambedue sfollati da Pescara, furono intercettati da militari tedeschi, di stanza in località Vallarno, e passati per le armi. Secondo la ricostruzione a suo tempo operata dalla Prefettura, i cinque uomini si sarebbero recati a Pescara per prelevare del sale; secondo le testimonianze raccolte, il loro “viaggio” nel capoluogo adriatico sarebbe avvenuto per recuperare beni e vivere nelle case dei due sfollati e, probabilmente, furono fermati e fucilati perché contravvennero al coprifuoco. Medesima sorte, in quello stesso 13 ottobre 1943, toccò a Carlo Alberto Di Berardino, quarantenne ragioniere presso le Officine Camplone, Marco Di Giacomo, cinquantunenne contadino padre di 8 figli, e Giuseppe Mancini, operaio di 50 anni, fucilati a Colle Orlando, in località Fontanelle. Benché tutti residenti a Pescara, il solo Di Giacomo era residente a Fontanelle, lembo di territorio a vocazione agricola posizionato sulla Tiburtina Valeria, a poca distanza dall'aeroporto militare: i suoi due compagni di sventura, infatti, avevano trovato ricovero presso amici e conoscenti dopo i bombardamenti alleati che tra la fine di agosto e la metà di settembre devastarono Pescara”.

Pubblicato in Cronaca

Pescara. Si svolgerà nei giorni 16, 17, 18, 19 e 20 ottobre 2017, presso il Circolo Aternino in Piazza Garibaldi a Pescara, a partire dalle ore 18,00, la seconda edizione dell'evento “Abruzzesi di ieri e di oggi tra Arte, Musica e Letteratura”.
La manifestazione, patrocinata dal Comune di Pescara, dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Pescara, dalla Commissione Regionale Pari Opportunità e dalla Fondazione Pescarabruzzo, è organizzata dall'Associazione Culturale Teatranti d'Abruzzo presieduta dalla prof.Vittorina Castellano, in collaborazione con Associazione Eremo Dannunziano, Fidapa Pescara, Associazione Editori Abruzzesi, Associazione Logos Cultura, e con gli sponsor Luigi D’Amico, Falcone, Dolcetto, Chef Nestor.
Saranno tanti gli appuntamenti ai quali parteciperanno illustri ospiti dell’Abruzzo contemporaneo con interventi letterari, musicali e con l’esposizione di dipinti di noti artisti “di ieri e di oggi”, tesi a ricordare ciò che abbiamo ereditato dai personaggi abruzzesi di ieri e che si riverbera nel nostro millennio.
L’iniziativa nasce dalla volontà di mettere in collegamento il patrimonio culturale del passato con quello del presente, un’identità che deve essere tutelata e tramandata di generazione in generazione, e il Circolo Aternino, che ha visto la frequentazione del Vate e di tanti altri famosi personaggi nel cuore del Centro Storico, è una sede ideale per le sue origini antiche proiettate nella modernità.

Programma 16 ottobre
Ore 18.00: Saluti Sottosegretario di Stato Federica Chiavaroli
Vice presidente Fondazione Pescarabruzzo Nicoletta Di Gregorio
“Omaggio a Gabriele D’Annunzio e Modesto Della Porta” a cura di Daniela D’Alimonte e Licio Di Biase
Lettura poesie a cura di Teatranti d’Abruzzo: Enzo Littore, Elio Tilli.
“Il Miracolo della pioggia” di Vittorina Castellano
Teatranti d’Abruzzo: Giorgio Ciampoli, Angela Di Teodoro, Marco D’Angelo, Piero Leporini, Enzo Littore, Rossana Garibaldi, Silvana Roatta, Adelio Tilli
“Quattro passi in un’antica città” di Daniela Quieti
Coro Città di Montesilvano Diretto dal maestro Gianfranco Onesti

Programma 17 ottobre
Ore 18.00: Saluti del Presidente del Consiglio Comunale Francesco Pagnanelli
Teatranti d’Abruzzo in “Artisti d’Abruzzo tra passato e presente”: Costantino Barbella, Michele Cascella, Francesco Paolo Michetti, Vincenzo Napoleone, Gino Berardi, Carla Cerbaso, Rossella Circeo, Patrizia D’Andrea, Mario Di Donato, Massimo Di Febo, Ada Di Lello, Angela Di Teodoro, Marta Liberati, Violetta Mastrodonato, Cinzia Napoleone, Bruno Paglialonga, Leonardo Paglialonga, Franco Secone, Marco Sperandii, Gianfranco Zazzeroni
Angolo dei poeti e scrittori d’Abruzzo: Alexian Santino Spinelli, Daniele Cavicchia, Maria Gabriella Ciaffarini, Rosetta Clissa, Giovanni Di Guglielmo, Nicoletta Di Gregorio, Leonardo Paglialonga
Teatranti d’Abruzzo: Vittorina Castellano, Daniela Quieti, Flora Amelia Suarez Cardenas

Programma 18 ottobre
Ore 18.00: Saluti dell’Assessore alle Tradizioni Cittadine Paola Marchegiani
Teatranti d’Abruzzo in “Ricordando Domenico Ciampoli, Publio Ovidio Nasone, Ignazio Silone”
Scrittori e Teatranti d’Abruzzo: Vittorina Castellano, Giulia Madonna, Daniela Quieti, Flora Amelia Suarez Cardenas, Patrizia Tocci
“Omaggio a Gabriele D’Annunzio e Francesco Paolo Tosti” con romanze di Antonio Cericola e Francesco Paolo Tosti per le voci di Laura Ranieri e Marco Sperandii
Al pianoforte Milena Belousova
Teatranti d’Abruzzo interpreteranno poesie di Gabriele D’Annunzio e dialoghi su Francesco Paolo Tosti

Programma 19 ottobre
Ore 18.00: Saluti Presidente Commissione Regionale Pari Opportunità Gemma Andreini
“Omaggio a Ennio Flaiano” e Teofilo Patini “Le orfanelle” a cura di Teatranti d’Abruzzo”
Intervento di Gelsomina Rasetta
Poeti e scrittori d’Abruzzo: Massimo Carulli, Vittorina Castellano, Roberto Chirico, Lucia Guida, Vito Moretti, Tonia Orlando, Daniela Quieti, Ireneo Gabriele Recchia, Mara Seccia, Tina Troiano
“D’Annunzio e il Parrozzo”: Pierluigi Francini
Fairy Consort in concerto: Luca Dragani flauti dolci e viola da gamba; Luca Matani violino e viola; Antonio Larcinese tiorba
Abruzzo cabaret! Teatranti d’Abruzzo

Programma 20 ottobre
Ore 18.00: Saluti Vicesindaco Antonio Blasioli e Assessore alla Cultura Giovanni Di Iacovo
“L’Onorevole D’Annunzio” di Licio Di Biase
“Vittorio Pepe” a cura di Elisabetta Mancinelli
Poeti e scrittori d’Abruzzo: Debora Cappa, Vittorina Castellano, Gabriele Di Camillo Ferri, Serena Giannico, Dante Marianacci, Franco Pasquale, Daniela Quieti, Flora Amelia Suarez
Cardenas, Sandro Tascione
“La figlia di Iorio”: Franca Minnucci
Coro Harmonia Mundi Diretto dal Maestro Elisabetta Fusco.

Pubblicato in Cultura e eventi

Pescara. Nuove operazioni di sgombero stamane sul lungofiume, nei locali della ex draga, occupati da 7 persone senza fissa dimora. Un’attività voluta dall’Amministrazione e dall’Assessorato alla Polizia Municipale, coordinata dal comandante Carlo Maggitti e condotta dal Gruppo di Intervento Operativo Nucleo Antidegrado della Polizia Municipale, alla guida del maggiore Danilo Palestini. Sul posto anche le forze dell’ordine e gli operatori di Attiva per la bonifica dei luoghi.
L’operazione è scattata alle 7.30 di oggi, a supporto della ditta Magni, proprietaria dell’area, che durante dei precedenti sopralluoghi tecnici sul posto, aveva notato la presenza di persone accampate all’interno. Il Nucleo antidegrado della Polizia Municipale ha accompagnato il responsabile del cantiere per un nuovo sopralluogo sull’area, dove si dovranno svolgere dei lavori di bonifica. All’interno dell’edificio sono state trovate 7 persone, tutte identificate attraverso un’attività fatta con lo SDI della Questura di Pescara: 5 erano comunitari e regola coi permessi di soggiorno, altri due sono stati sottoposti a identificazione e controlli documentali perché sprovvisti di idonea documentazione. Nei confronti di uno costoro si sta provvedendo con la notifica di un provvedimento di espulsione, per documentazione scaduta, nei confronti dell’altro, che non ha mostrato un valido titolo di permesso agli agenti, si sta procedendo ai sensi del Testo Unico per l’immigrazione.

“Annunciando il giro di vite contro il degrado – così l’assessore alla Polizia Municipale Gianni Teodoro - abbiamo anche detto chiaramente che la tolleranza zero sarebbe diventata la regola. Tutte le operazioni di sgombero fin qui portate avanti dimostrano la determinazione che ci muove nell’affrontare il fenomeno dei bivacchi, non soltanto in termini repressivi.
Il Nucleo che abbiamo fortemente voluto perché si occupasse specificamente di questo, alla guida del maggiore Palestini sta operando davvero egregiamente, con una presenza costante sul territorio e un’azione non solo repressiva, esattamente come l’Amministrazione ha disposto.
Infatti fino ad oggi a tutti coloro che abbiamo incontrato durante queste operazioni e si sono lasciati suggerire e seguire, noi abbiamo anche assicurato attraverso i servizi sociali tutti gli strumenti per il loro ricovero. Questo perché non siamo per il pugno di ferro fine a se stesso, ma per un’azione integrata, che è poi quella che promuove le vere soluzioni, il famoso guanto di velluto che si accompagnerà sempre alle azioni contro il degrado urbano. Chi pensa di venire in città e vivere senza rispettare la legalità e il decoro urbano si sbaglia e per quanto ci riguarda, interverremo per evitare che trovi qui un accampamento facile. Continuiamo ad essere una città aperta, ma attraverso il rispetto rigido delle regole di civile convivenza. Si tratta di un traguardo di civiltà che ci interessa e a cui vogliamo arrivare senza negare ascolto e accoglienza a chi vive situazioni di marginalità”.

Pubblicato in Cronaca
Pagina 1 di 4

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione