Articoli filtrati per data: Lunedì, 02 Ottobre 2017

Termoli. Il derby del Gas se lo aggiudica la Magic che grazie ad una prestazione sontuosa batte a domicilio una delle più serie candidate al primato del girone. Il primo quarto si gioca sul filo dell’equilibrio chiudendosi sul 21-21 ma già nella seconda frazione gli uomini di coach Patricelli, grazie ad una fase difensiva più attenta e un gioco ben distribuito nelle soluzioni di tiro, riescono a prendere meritatamente il largo. Giocano bene tutti ma in modo particolare si segnalano le prestazioni di Italiano, Di Falco e “super” Pelliccione che in questa categoria fa la parte dell’americano. Molto buona è anche la prova di Povilaitis che con grande intelligenza si muove sempre con tempi di gioco eccellenti e soprattutto funzionali alla squadra. Quando si torna dal riposo i neroverdi non mollano di un centimetro nonostante Termoli cerchi di metterla in bagarre. La Magic continua a condurre sempre con un buon margine di vantaggio e cresce così di minuto in minuto il nervosismo dei padroni di casa. Il pubblico rumoreggia ma gli arbitri non fanno sconti, non risparmiamando falli tecnici e decisioni impopolari a carico dei padroni di casa. Patricelli governa i suoi senza troppi affanni e anche nel quarto periodo la Magic mostra di avere più chiarezza e sicurezza di gioco rispetto a Termoli, portando a compimento una prima impresa di stagione che dà ulteriore coraggio e certezze ai magici, estremamente determinati a giocare un campionato di vertice e a vivere una stagione alla grande. Domenica prossima sarà già tempo di prova del nove per i teatini che ospiteranno un’altra pretendente alla vittoria del torneo, il Silvi. Sarà una buona occasione per accendere d’entusiasmo il PalaDayco ed offrire ai tifosi un buon basket di livello.


ITALIANGAS AIRINO TERMOLI vs COGAS PIÙ MAGIC CHIETI (21-21 16-29 21-19 16-20) 74-89

Airino Termoli
Panetta AG 21, Guarnaccia 13, De Gregorio 21, Oriente 5, Marinelli, Celenza, Pesce, Cau, Suriano 10, Martino, Ponzanesi, Colasurdo 7
Coach Del Vecchio Ass coach Di Lembo

Magic Chieti
Berardi 2, Alba 6, Di Falco 21, Palozzo, Mennilli 11, Italiano 15, Povilaitis 10, Fusella, Gallo, Pelliccione 19, Masciulli 5, Sassano.
Coach Patricelli
Ass coach Pizzirani S.

Pubblicato in Sport

Chieti. Inizia con una sconfitta il cammino nel Campionato di Serie B per il Chieti Calcio Femminile: l’ASD US Femminile Latina Calcio è corsara all’Angelini e coglie un prezioso successo per 1-0 maturato grazie alla rete di Maiorca quasi allo scadere del primo tempo.
Alla rinnovata compagine di Mister Di Camillo rimane l’amaro in bocca per non essere riuscita ad esordire al meglio nella prima giornata di fronte al suo pubblico. Il Latina si presentava all’Angelini forte di una rosa ben attrezzata e rinforzata rispetto alla scorsa stagione durante la quale aveva comunque colto un prestigioso terzo posto finale.
La cronaca si apre con un dubbio episodio al 2' nell’area nerazzurra: proteste delle ragazze di casa per un presunto tocco di mano, ma l’arbitro lascia proseguire. Al 17' clamorosa occasione per il Latina: lancio filtrante di Silvi per Pisa, gran tiro di quest’ultima che colpisce in pieno la traversa. Tre minuti dopo Giulia Di Camillo su punizione pesca la testa di Ferrazza che manda alto da ottima posizione. Al 28' Vukcevic lanciata a rete viene anticipata di un soffio da un difensore ospite che sbroglia una situazione che si era fatta decisamente pericolosa. Alla mezzora Balbi esce a valanga sui piedi di Ietto e evita il peggio.
Al 32' su una punizione di Ietto Silvi colpisce il palo esterno. Il Latina preme e su un’altra azione offensiva al 34' la palla a centro area finisce sul braccio di La Mattina, l’arbitro assegna la massima punizione: sul dischetto va Ietto che si lascia ipnotizzare da Balbi. Al 38' Pisa lancia bene Ietto, ma è brava ancora Balbi ad uscire e chiuderle lo specchio. Al 44' Latina va in vantaggio: lancio in avanti di Ietto per Maiorca che fredda Balbi con preciso diagonale. Finisce il primo tempo con le nerazzurre in vantaggio per 1-0.
La ripresa si apre con il Chieti in attacco. Al 6' Vukcevic per Pica che da ottima posizione spara alle stelle. Al 16' Balbi è provvidenziale in uscita coraggiosa su Pisa. Clamorosa occasione per le padrone di casa quando su un cross dalla fascia, Giulia Di Camillo colpisce di testa a due passi dalla porta, ma mette fuori di testa al 19'. Due minuti dopo Pisa lanciata in contropiede inciampa sul pallone appena entrata in area e non riesce a concretizzare. Al 22' un tiro-cross di Ietto finisce a lato di poco. Al 25' tiro da fuori di Bellato che si spegna fra le braccia di Balbi. Alla mezzora Maiorca prova la soluzione da lontano ma senza successo. Porta stregata per le neroverdi: al 34' Giada Di Camillo pesca bene Vukcevic, ma il suo colpo di testa ravvicinato di Vukcevic viene vanificato da un intervento miracoloso di Casteltrione. Girata di Ferrazza un minuto dopo, palla a lato. Al 35' dubbio atterramento di Giulia Di Camillo, l’arbitro lascia ancora una volta proseguire. Non è proprio giornata per le ragazze di casa e lo si capisce quando ancora Vukcevic colpisce una clamorosa traversa con un gran tiro da fuori al 36'. Al 46' un tiro a giro di Ietto colpisce in pieno l’incrocio dei pali. Finisce 1-0 per il Latina che conquista i primi tre punti della stagione, al Chieti vanno comunque gli applausi del suo pubblico.


TABELLINO DELLA GARA:
CHIETI CALCIO FEMMINILE – ASD US FEMMINILE LATINA CALCIO 0-1
Chieti: Balbi, Di Camillo Giada, Ferrazza, Benedetti, Vukcevic, Di Camillo Giulia, Gangemi, Carmosino, La Mattina (15' st Coscia), Perna, Pica (15' st Falcocchia). A disp.: Giuliani, Guarracino, Di Domizio. All.: Lello Di Camillo
Latina: Casteltrione, Spagnoli, Testa, Bellato, Silvi, Maiorca, Ietto, Filippi, Gambarotta, Pisa, Di Fazio. A disp.: Marescalchi, Grassucci, Cusella, Di Federico, Campanelli, Presutto, Messore.
All.: Colantuoni
Arbitro: Mallardi di Bari
Assistenti: Di Giorgio di Lanciano e Giancristofaro di Lanciano
Marcatrice: 44' pt Maiorca (L)
Ammonite: Carmosino e Vukcevic (Ch)
Note: Recupero 0' pt, 3' st

 

Le dichiarazioni post partita di Mister Di Camillo: “Nel primo tempo siamo stati bene in campo arginando al meglio il pericolo delle loro ripartenze. Viviamo un momento nel quale abbiamo un po’ di handicap rispetto alle avversarie, il gol subito nei minuti finali della prima frazione di gioco può aver cambiato le sorti della partita. Subendo la rete con una nostra ingenuità (un passaggio ravvicinato a centrocampo e palla persa), ci ha condizionato. Nel secondo tempo la reazione della squadra è stata fioca, ma la partita è stata troppo spezzettata, siamo stati precipitosi, errori di troppo da parte nostra per la troppa voglia di riequilibrare il risultato. Loro avevano due giocatrici molto veloci, noi più passava il tempo e più mostravamo il fianco alle avversarie, in particolare nell’ultima mezzora si è rischiato più volte di prendere un’altra rete. Abbiamo tante lacune, ma speravo sinceramente di portare a casa un risultato positivo visto che giocavamo all’Angelini, ma avevamo di fronte una squadra ben attrezzata che secondo me disputerà un buon campionato. Sapevamo che dovevamo lavorare anche prima di questo incontro che ci ha dato la certezza di dover lavorare ancora di più. Ci sono dei limiti tecnici e tattici da colmare, tante ragazze sono esordienti in B, tante sono giovanissime, non dobbiamo però fasciarci la testa, ma rialzarci subito: sarebbe pericoloso buttarsi giù dopo questa sconfitta. Loro hanno avuto un paio di occasioni nel secondo tempo, ma anche noi con Vukcevic abbiamo sfiorato il gol due volte, si poteva riequilibrare il match con un po’ più di fortuna. Dobbiamo essere più concreti e forti in mezzo al campo, saper essere anche indifferenti alle situazioni arbitrali non a nostro favore. Assegno alla squadra la sufficienza nel primo tempo, non nel secondo: siamo tutti consapevoli che ci sarò molto da lavorare ancora”.

Pubblicato in Sport

Bucchianico. Vittoria in trasferta per il Doogle nella prima di Coppa Italia di C2 sul campo dello Sportmania Calcio & Co ASD: un 6-3 netto e convincente nella prestazione per la squadra di mister Gabriele Zuccarini che comincia con il piede giusto la stagione 2017/2018.
Buono dunque l’esordio assoluto nella nuova ed impegnativa categoria. Ancora una volta la forza è stata il gruppo: sia la “vecchia guardia” che i nuovi arrivi hanno saputo superare l’impatto con la C2 e portare a casa un successo prezioso in vista del prossimo impegno in campionato con il Paul Merson e la seconda di coppa con l’Atri, altri due duri match che potranno ancora meglio far capire quale ruolo potrà recitare quest’anno il Doogle. Ottima la lettura della partita da parte di mister Zuccarini che ha saputo operare i cambi con gli uomini giusti nel momento giusto e cambiare tattica quando è stato necessario.Tutto o quasi è filato liscio contro lo Sportmania: risultato mai in discussione, un solo momento di blackout ad inizio secondo tempo superato subito brillantemente e un 6-3 finale per il Doogle che fa morale, ma ora ovviamente bisogna tenere i piedi ben saldati a terra per continuare a volare.

Mister Zuccarini schiera un inedito quintetto iniziale con Ricci, Colalongo, Di Nardo Angelo, De Sanctis e il capitano Andrea D’Onofrio.Dopo un minuto e mezzo di gara Doogle in vantaggio: grande palla di De Sanctis per Colalongo che si gira benissimo e deposita in rete a fil di palo. Andrea D’Onofrio salva al 4' su una pericolosa conclusione di Scarpone. Un minuto dopo un indiavolato Colalongo non arriva per un soffio sul bel servizio di De Sanctis. Andrea D’Onofrio si fa trovare di nuovo prontissimo sulla gran botta di D’Amario, ma deve capitolare in maniera incredibile all’8': su un retropassaggio di Colalongo il portierone del Doogle non controlla al meglio la sfera che finisce incredibilmente in rete per il pareggio dello Sportmania. Passa solo un minuto e gli ospiti vanno di nuovo in vantaggio con una rapida azione fra Ricci e Colalongo, quest’ultimo si gira ancora una volta benissimo e coglie la doppietta personale. Al 10' Andrea D’Onofrio si fa perdonare l’errore precedente con un grande intervento sulla botta di D’Agostino. Al 12' è Rebecchino ad impegnare su punizione Poliziani che si oppone di piede. Toto, entrato in campo da poco, sferra un forte diagonale al 17', ma angola troppo la mira. Al 23' lo Sportmania perviene al pareggio: il Doogle subisce una veloce ripartenza dopo un calcio d’angolo con Di Gregorio che si invola e fa secco D’Onofrio.
La squadra di mister Zuccarini reagisce ancora una volta al meglio e un minuto dopo segna la terza rete con un gran tiro di De Sanctis che si infila nell’angolo lontano. Al 26' espulsione del capitano dello Sportmania D’Agostino per un brutto fallo su Toto, ma il Doogle non riesce ad approfittare della momentanea superiorità numerica ed il primo tempo si conclude dunque con gli ospiti in vantaggio per 3-2. La ripresa si apre con l’unico momento di blackout del Doogle che soffre l’arrembaggio iniziale dello Sportmania. Fra i pali fa il suo esordio Carabella che si fa trovare pronto alla chiamata e sarà protagonista di buoni interventi durante il secondo tempo. Dopo appena 30'' della ripresa il portiere si oppone bene sul tentativo quasi a botta sicura da centro area di Scarpone. Al 3' dubbio atterramento in area di Di Giovannantonio, ma l’arbitro lascia proseguire fra le proteste dei giocatori di casa. Il Doogle soffre, ma prova a reagire con Ricci che mette a lato di un soffio su un bel servizio di De Sanctis. All’11' De Rosa impegna severamente Poliziani che riesce a deviare in angolo. Due minuti dopo è ancora De Rosa a chiamare al miracolo Poliziani che riesce a salvare i suoi. Il Doogle è tornato però padrone del gioco e al quarto d’ora coglie i frutti dei suoi tanti sforzi segnando la quarta marcatura con l’azione più bella del match: De Rosa recupera palla a centrocampo, serve benissimo Colalongo che mette al centro per D’Orazio che deve solo spingere il pallone in rete. Al 17' D’Orazio protegge bene la sfera e serve De Rosa che tira in corsa, ma è ancora una volta bravo Poliziani a sventare la pericolosa occasione. Due minuti più tardi lo Sportmania accorcia le distanze: punizione di Scorranese, Carabella riesce a salvarsi, ma è pronto D’Angelo al tap-in vincente. Al 21' il Doogle va di nuovo in gol con D’Orazio che segna da posizione defilata il 5-3 per i suoi.
Non è finita qui perché c’è ancora spazio per una conclusione di Toto al 24' ed un altro intervento provvidenziale di Carabella su Visciotti, ma soprattutto per la rete che chiude il match: rapida azione fra De Rosa e Colalongo, la palla arriva a Ricci che mette dentro per il definitivo 6-3. Sul finale palo esterno di D’Amario. Il Doogle festeggia per aver colto un prezioso successo su un campo difficile e contro una squadra molto ostica.

Queste le parole del presidente e mister Gabriele Zuccarini a fine gara: “La nota più positiva di oggi è aver visto un bel gioco, lo spirito giusto, una buona amalgama fra i giocatori. Abbiamo avuto un piccolo momento di calo ad inizio secondo tempo, ho richiamato la squadra ad una maggiore concentrazione proprio in quei minuti iniziali della ripresa nella quale era ovvio che lo Sportmania premesse per arrivare al pareggio. Abbiamo comunque contenuto bene gli avversari non rischiando troppo. Sono felice di una prestazione veramente di squadra: il gruppo è unito, sta crescendo giorno per giorno, non siamo ancora al top e mi auguro che la squadra migliorerà ancora sia nel gioco individuale che nella tattica. Avevamo assenze importanti come Wladimiro Di Nardo e D’Alessandro, ma quelli che hanno giocato si sono fatti trovare pronti. Abbiamo preso due gol che potevamo evitare, ma pur avendo sofferto un po’, la partita non è mai stata realmente in discussione. Mi aspettavo una bella prestazione perché le individualità sono forti: sono tutti ragazzi molto legati anche fuori dal campo e dunque anche quest’anno cercheremo di fare la differenza con il gruppo. Questo campo ci ha messo un po’ in difficoltà, ho però visto buone trame di gioco e sono soddisfatto. Godiamoci questa vittoria poi alla ripresa degli allenamenti penseremo al match di Paglieta che ci vedrà esordire in campionato”.

Pubblicato in Sport

Francavilla al Mare. Contrasto alla povertà e all’ esclusione sociale attraverso progetti di inclusione socio-lavorativa e tirocini extracurriculari in favore di persone in condizione di svantaggio e povertà. Gli Enti Capofila di Ambito Distrettuale n.9 “Val di Foro”, n. 8 “Chieti” e n.13 “Marrucino” hanno ottenuto un importante finanziamento da parte della Regione Abruzzo e propongono l’avviso “Abruzzo Include”. L’importo totale del progetto è di 450mila euro.
“Le finalità sono quelle di aiutare i soggetti svantaggiati attraverso il lavoro di avere una vita dignitosa – ha spiegato l’assessore regionale alle Politiche Sociali, Marinella Sclocco – questo progetto è stato già fatto nella scorsa annualità e abbiamo deciso di ripeterlo benché in effetti ha avuto buoni risultati. Questa volta però è stato migliorato perché ci sarà la possibilità di far sì che queste persone possano fare un tirocinio più lungo rispetto a quello dell’annualità precedente perché potranno fare un tirocinio di sei mesi rinnovabile per altri sei. Alcuni di questi soggetti, cittadini che hanno potuto avere questa opportunità poi hanno trovato successivamente grazie a questo progetto un lavoro stabile. Quindi è una risposta seria, concreta a chi per diversi motivi oggi purtroppo si trova completamente escluso. È stata una sfida quella di voler fare questo progetto perché poteva anche non funzionare, in realtà il mondo imprenditoriale, che ha aperto le porte a questi soggetti, si è dimostrato quindi anche sensibile e ha colto l’opportunità e devo dire che anche i cittadini che si sono messi in gioco hanno saputo giocare la loro partita, tanto che un terzo di loro è stato poi assunto”.
Il progetto si articola in due Linee di intervento: Linea 1: Sportello di contrasto alla Povertà e all’Esclusione Sociale, finalizzato all’individuazione, presa in carico e redazione di un progetto individuale di inclusione socio-lavorativa dei soggetti in condizione di svantaggio o povertà. Linea 2: Azioni di inclusione attiva, finalizzata alla attivazione di tirocini extracurricolari in favore degli utenti dei servizi di cui alla Linea 1 e, per quelli gravati da carichi di cura, all’erogazione di voucher di servizio.
I destinatari degli interventi saranno persone residenti nei Comuni afferenti gli Ambiti Distrettuali Sociali n.8, n.9 e n.13, utenti dei Servizi Sociali Professionali degli stessi Ambiti Distrettuali Sociali ovvero nuovi richiedenti, disoccupati o inoccupati, gravati da una delle seguenti situazioni di svantaggio: persone con disabilità; over 45 anni; donne vittime di violenza; persone uscite dalla dipendenza; ex detenuti; immigrati; senza fissa dimora; persone in situazione di povertà certificata da ISEE inferiore a € 6.000,00.
“Abbiamo partecipato a questo progetto grazie ad un finanziamento regionale ottenuto per la seconda volta, il primo nel 2015 – ha sottolineato il vicesindaco e assessore alle Politiche Sociali del Comune di Francavilla, Francesca Buttari – nel 2016 è stato ripetuto questo bando che si chiama ‘Abruzzo include’, abbiamo presentato un progetto in partenariato con l’Ecad,un ambito sociale distrettuale di Chieti e l’ambito distrettuale sociale Marrucino, Francavilla con l’ambito sociale Val di Foro è capofila, è un progetto grande dal punto di vista finanziario perché abbiamo 450 mila euro interamente finanziati dalla Regione Abruzzo che ci consentiranno di finanziare 80 tirocini per soggetti svantaggiati. È un progetto importante per prove sperimentali di partenariato pubblico-privato perché dentro il nostro grande partenariato abbiamo agenzie per il lavoro, enti di formazione, cooperative sociali di tipo B, associazioni e via dicendo e inoltre ci permette di sperimentare il cosiddetto marchio solidale, cioè iniziare a creare quel ciclo virtuoso per cui le aziende che ospitano tirocini, ma comunque esperienze di lavoro di soggetti svantaggiati possono comunque nel tempo avere benefici che si possono trasformare in sconti fiscali e quant’altro. Credo molto in questo tipo di intervento perché veramente consente di includere una parte ormai quasi trasparente del nostro tessuto sociale: nella nostra prima esperienza abbiamo avuto otto inserimenti nel mondo del lavoro di cui addirittura quattro a livello indeterminato, sembra un piccolo numero ma non lo è perché in assenza di questo intervento probabilmente queste persone non avrebbero avuto questa occasione. Francavilla a livello sociale e lavorativo è in linea con il dato nazionale, regionale e provinciale, ha delle criticità come ormai in tutti i luoghi, Francavilla è un luogo dove si vive ancora bene, quindi non viviamo quella situazione cruenta che si può vivere nei grandi centri urbani o comunque nelle situazioni di periferia, quindi anche le criticità si possono affrontare con la calma, l’interesse e la forza che richiedono. Quindi c’è tanto lavoro da fare, ma lo possiamo svolgere in modo sereno”.
In particolare si terrà conto delle situazioni di “doppio svantaggio” nelle quali le condizioni di fragilità dell’individuo sono accompagnate da situazioni di povertà certificata. Una particolare attenzione, inoltre, sarà rivolta agli over 45 che molto più spesso senza lavoro, hanno grande difficoltà di ricollocazione professionale e per i quali i tirocini possono invece costituire un’opportunità concreta. I posti disponibili sono 80. Qualora le richieste pervenute superassero il numero di posti previsto verrà effettuata una selezione. Gli ammessi percepiranno una indennità mensile pari a € 600,00 per 6 mesi di tirocinio. E’ prevista l’erogazione di voucher di servizio, agli utenti impegnati nell’attuazione del tirocinio extracurriculare, gravati da un carico di cura di familiari conviventi (minori, anziani non auto-sufficienti, disabili).
I modelli di iscrizione sono disponibili presso gli uffici degli Ambiti distrettuali Sociali o scaricabili dai seguenti siti web: EAS 9: www.comune.francavilla.ch.it e www.ats29.abruzzo.atsit.it; EAS 8: www.comune.chieti.it; EAS 13: www.guardiagrele.gov.it. I modelli di iscrizione dovranno pervenire presso l’Ente Capofila di Ambito Distrettuale n.9 “Val di Foro” - Comune di Francavilla al Mare, Corso Roma 7 - entro e non oltre il 31.10.2017 con le seguenti modalità: a mano (c/o l’Ufficio Protocollo dell’Ente); posta elettronica certificata: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.; raccomandata A/R (farà fede il timbro di arrivo al Protocollo)
“Nel nostro ambito abbiamo accomunato anche Casalincontrada, quindi non siamo più monocomunale – ha detto l’assessore alle Politiche Sociali del Comune di Chieti, Emilia De Matteo – oggi più che mai, poter arrivare ad un obiettivo di tipo reale e concreto si deve gestire la capacità programmatoria in sinergia, in condivisione, ormai credo che sia un dato assoluto a tutti i livelli. La cosa importante è che questo rapporto sinergico tra l’utente e gli operatori che andranno anche a selezionare le persone che saranno oggetto e soggetto di questo programma. La presa in carico, lo abbiamo visto anche nel Piano Sociale, è diventato un elemento fondamentale per cui l’utente diventa partecipe anche delle proprie scelte, quindi il gioco si ribalta perché gli viene tirata fuori l acosa positiva che può dare alla società e che lo può far crescere culturalmente. Naturalmente bisogna ringraziare anche gli enti di formazione, gli enti datoriali che contribuiscono ad offrire questa opportunità sul territorio. La scelta del partenariato è stata facile e semplice perché si comprende che oggi, soltanto mettendosi insieme, si raggiungono determinati obiettivi e gli obiettivi più importanti, soprattutto nel settore dell’inclusione sociale, economica ed occupazionale può garantire un’accessibilità anche futura, anche uno solo che trova una sistemazione stabile è sicuramente un obiettivo raggiunto”.
La realizzazione dell’intero progetto è stata resa possibile grazie alla partecipazione di alcuni partner: Ambito Sociale Distrettuale n.9 Val di Foro; Ambito Sociale Distrettuale n.8; Ambito Sociale Distrettuale n.13 Marrucino; Agenzia per il lavoro Manpower; Agenzia per il lavoro Quanta SpA; Ente scuola Edile Chieti; ForMe S.r.l.; Confartigianato Imprese Chieti; Cooperativa Sociale Recoopera; associazione “Capanna di Betlemme- Maria Stella del Mattino”; associazione “Orizzonte”. Per tutte le informazioni relative all’avviso si rinvia al bando integrale, che verrà pubblicato domani 3 ottobre sul sito del Comune di Francavilla all’indirizzo www.comune.francavilla.ch.it.
“Il nostro ente d’ambito crede molto in questo progetto – ha rimarcato l’assessore alle Politiche Sociale del Comune di Guardiagrele, Inka Zulli – quindi ringrazio gli assessori Buttari e Sclocco che hanno creduto molto nella partecipazione del nostro ambito territoriale. Soprattutto dall’analisi del profilo sociale regionale sono emersi due dati molto importanti che mi hanno veramente colpito che riguardano sia la violenza sulle donne sia la mancanza di lavoro che sono per noi assessori al Sociale di grande importanza e con cui ci confrontiamo tutti i giorni anche nei nostri Comuni. Il progetto ‘Abruzzo include’ va perfettamente in questa direzione: nella direzione del partenariato pubblico-privato nella quale dobbiamo per forza andare e vanno a tutela di queste persone che hanno particolare rilievo sull’analisi del profilo sociale regionale. Quindi noi ci crediamo e speriamo di poter andare avanti anche nel futuro con i partenariati e che questo progetto abbia un bel riscontro”.

Pubblicato in Politica

Roseto degli Abruzzi. Al Comune di Roseto è operativa da oggi, 2 ottobre, la nuova procedura Oil (Ordinativo informatico locale) utilizzata per i rapporti telematici relativi al servizio di tesoreria e cassa tra le amministrazioni pubbliche e i loro clienti.

“Si tratta di un passo notevole verso la completa dematerializzazione dei documenti del Comune”, dice il sindaco Sabatino Di Girolamo, “E’ un enorme risparmio di tempo e di denaro, una notevole velocizzazione dei pagamenti (da e verso l’amministrazione) e un concreto aiuto all’ambiente per la drastica riduzione della carta, dell’elettricità, dell’uso delle fotocopiatrici e delle stampanti e di materiali da smaltire (a cominciare dalle cartucce di toner). Tutti i pagamenti dell’amministrazione e a favore di questa, quindi, sono da oggi gestiti elettronicamente, senza il passaggio di mano di quintali di carta sotto forma di documenti, magari in numerose copie. Sono molto soddisfatto di questo risultato e del lavoro che gli uffici di Ragioneria hanno svolto per arrivare all’applicazione dell’Oil. Andiamo avanti su questa strada per risparmiare tempo, denaro e, soprattutto, per preservare la natura che dobbiamo consegnare ai nostri figli. Ringrazio il consigliere Massimo Felicioni che proseguirà certamente nella attuazione di un obiettivo programmatico (quello della più completa dematerializzazione delle istanze dell’ente), che rappresenta un obiettivo importante del mio programma”.

L’adozione dell’Oil, oltre a eliminare la stampa e l’archiviazione dei mandati, ha importanti ricadute in termini di organizzazione interna e di semplificazione dei processi. Il nuovo Siope (Sistema informativo delle operazioni degli enti pubblici), infatti, raccoglie gli incassi e i pagamenti giornalieri delle amministrazioni pubbliche e le obbliga a fornire le informazioni di ogni titolo di incasso (reversale) e di pagamento (mandato) e i relativi codici gestionali, consentendo una classificazione uniforme su tutto il territorio nazionale.

Pubblicato in Politica

L'Aquila. “Leggo con non poco sgomento e sorpresa le dichiarazioni del Presidente della Provincia, Antonio Di Marco” commenta la Consigliera M5S, Sara Marcozzi “che dichiara la tempestività degli interventi sulle aree. Non il M5S, ma i documenti ufficiali testimoniano che, a distanza di 10 anni dall’Istituzione del S.I.N., in particolare sul sito di Piano d’Orta, non si è nemmeno proceduti alle opere di Messa in Sicurezza d’Emergenza. Forse il Presidente Di Marco vive in una realtà parallela”.


DI SEGUITO RIPORTIAMO UNO STRALCIO DELLE PRINCIPALI CONTESTAZIONI OGGETTO DELL’ESPOSTO RELATIVO AL SITO IN LOCALITA’ PIANO D’ORTA

I ritardi sulla caratterizzazione e Messa In Sicurezza di Emergenza (MISE)
A distanza di 10 anni e dopo numerose riunioni tecniche e Conferenze dei Servizi tenutesi fra l’Abruzzo e Roma, non si è stati in grado di mettere in sicurezza l’area. Eloquente l’estratto del verbale di una conferenza dei Servizi nella quale il Ministero chiede al “Soggetto Attuatore”, il Comune di Bolognano, di avviare una copertura, anche provvisoria, del corpo dei rifiuti.
“I documenti, dunque, ci dicono che in dieci anni pare che nessuno sia stato in grado di apporre sull’area neanche un telo resistente per evitare il dilavamento dei rifiuti da acque piovane” commenta Marcozzi.

La tardiva diffida al responsabile dell'inquinamento
Come accaduto per Bussi, gli Enti preposti al controllo arrivano tardi. Infatti solo in data 22 Maggio 2015, a distanza di 8 anni dalla scoperta, come si evince dai documenti, arriva la diffida alla bonifica della Provincia al soggetto responsabile dell’inquinamento, Edison S.p.A. Appaiono quindi ritardi - e non interventi tempestivi - che pesano come un macigno rispetto all’eventuale contenzioso sull'individuazione del responsabile che si è già aperto col ricorso di Edison al TAR (ricorso poi non coltivato). La Edison, che sembrerebbe aver accettato la proposta di Piano di Caratterizzazione elaborata dal Comune di Bolognano, dovrà procedere alla realizzazione dello stesso. Resta il dubbio rispetto a chi pagherà le spese sostenute dal Comune di Bolognano per la redazione del Piano, avvenuta in sostituzione e in danno, con il probabile rischio che le ingenti somme anticipate dalle Pubbliche Amministrazioni non possano essere richieste al privato.

La tardiva diffida al proprietario delle aree
Anche in questo caso la Conferenza dei Servizi impiega anni per mettere in atto la diffida alla Messa In Sicurezza d’Emergenza nei confronti del proprietario delle aree. Messa in sicurezza, chiariscono i documenti, a tutt’oggi inattuata.

Il buio e il vuoto sulle aree extra SIN
Nel resoconto della Conferenza dei Servizi del Febbraio 2015, il Comune di Bolognano deposita a integrazione del Piano di Caratterizzazione, su richiesta del MATTM, un “rapporto dei risultati di analisi di rischio relativi alle aree esterne e limitrofe del SIN”. “Di tale rapporto, a tutt’oggi, non conosciamo il contenuto ne' nella conferenza dei servizi vi si fa alcun accenno. La aree extra SIN potrebbero essere immacolate oppure potrebbero avervi riscontrato inquinamento e contaminazione. A distanza di 10 anni non è ancora dato sapere. Nulla di tempestivo” puntualizza Marcozzi.

“A nostro avviso, da cittadini prima di tutto, sono inaccettabili la superficialità e il lassismo di questi 10 anni. Siamo stati costretti a presentare tre diversi esposti per attivare la procura e stabilire se questi ritardi siano "normali" o contro la legge. Pensare che la Provincia possa sentirsi soddisfatta del lavoro fatto sul S.I.N. Bussi sarebbe comico se non rappresentasse un'offesa per la popolazione dell'intera Val Pescara che da 10 anni attende il ripristino ambientale” precisa Sara Marcozzi “Se la Provincia ritiene "intervento tempestivo" impiegare otto anni per l'invio di una diffida, non oso immaginare quanto tempo riterrà congruo per la bonifica. Un paio di secoli, forse! Nessun allarmismo, l'inquinamento è ancora tutto lì - purtroppo lo dicono i documenti - lì e continua a penetrare nelle falde”. Conclude Marcozzi “faccio presente, oltretutto, che non compete alla Provincia il merito della scelta relative alle modalità di realizzazione della bonifica”.

Pubblicato in Politica

Ortona. La seduta del Consiglio comunale di Ortona del 30 settembre ha riguardato quattro punti all’ordine del giorno di natura economica finanziaria. In particolare dopo l’approvazione in giunta, il DUP (Documento Unico di Programmazione) 2018/2020 è passato all’analisi dell’aula consiliare. Il documento, come ha ricordato l’assessore al Bilancio Francesco Falcone, disegna le linee strategiche dell’attività amministrativa. «Chi sostiene che la nuova amministrazione vuole finanziare i suoi progetti mettendo le mani in tasca ai cittadini, non ha compreso la mia relazione in aula – sostiene l’assessore Falcone – non è previsto nessun aumento di tariffe o tasse, ribadisco che il piano di investimenti di 20 milioni di euro in tre anni, è finanziato attraverso risorse estranee all’ente come trasferimenti o bandi. Nei prossimi tre anni l’amministrazione vuole ridurre il ricorso all’accensione di mutui anche per diminuire il peso della quota interessi sul bilancio comunale». Un modo di amministrare totalmente diverso da quello seguito negli anni passati come è dimostrato anche dalla sensibile diminuzione della voce relativa all’anticipazione di cassa. Da un picco massimo registrato ad aprile/marzo 2015 di 5 milioni di euro, oggi la voce di anticipazione verso la tesoreria comunale si attesta ad una cifra di poco superiore al milione di euro. «Come più volte ho spiegato – precisa l’Assessore – ai consiglieri comunali che hanno partecipato alle commissioni consiliari in cui si discutevano questi argomenti finanziari, l’obiettivo dell’ente è quello di migliorare la riscossione di alcuni crediti per avere più disponibilità di cassa e quindi non ricorrere all’anticipazione. Sul versante dei debiti invece è stato chiesto ai dirigenti comunali di effettuare il riscontro di eventuali debiti fuori bilancio».

È stata poi approvata la revisione straordinaria delle partecipazioni del Comune in aziende strumentali secondo le previsioni dell’articolo 24 del decreto legislativo 19 agosto 2016 n.175. In particolare è stata messa in liquidazione la società Ortona Ambiente vista la corrispondenza della condizione attuale della società pubblico-privata con l’articolo 20 comma 2 (paragrafi A, B e C). «Si precisa – continua l’Assessore – che i provvedimenti attuati sono adempimenti previsti per legge, il pastrocchio che qualche consigliere comunale adombra, forse può essere riferito alla situazione che fino ad oggi si è mantenuta non rispettando la normativa».

Gli altri provvedimenti hanno riguardato una variazione in alcuni capitoli del bilancio preventivo 2017 e la risposta alle osservazioni prodotte dalla Corte dei Conti regionale sul rendiconto 2014.

Pubblicato in Politica

Lanciano. “Mi vedo citato da più testate online in merito al concorso indetto dalla Sasi, con un avviso del 30 Settembre, per il reclutamento di 67 nuovi dipendenti.
In particolare, con un focus alle mie dichiarazioni del 2015, viene citata la mia posizione critica nei confronti della cattiva abitudine che aveva la Sasi, soprattutto negli ultimi anni, di ricorrere all’assunzione di dipendenti interinali senza alcuna selezione e, molto spesso, di lavoratori riconducibili, per legami familiari o per ruoli ricoperti, al Partito Democratico” lo ha dichiarato in una nota l’On. Fabrizio Di Stefano, citato dalla stampa a margine della notizia relativa alla pubblicazione, da parte della Sasi, di un bando di concorso per l’assunzione di 67 dipendenti.
“Pertanto” ha continuato l’On. Di Stefano “Ritengo corretta la scelta fatta dalla Sasi di prevedere la selezione del personale di cui necessita, attraverso concorsi pubblici.
Ritengo altresi' che per gli attuali interinali si possa prevedere una procedura che contempli misure di inserimento preferenziali non vincolanti, ma parametrate principalmente sul merito, affinchè non vadano disperse le esperienze maturate in questi anni dagli stessi lavoratori, il tutto pero' non penalizzando coloro che vogliano avanzare la loro ipotesi di assunzione pur non avendo mai lavorato in Sasi: per questo credo che tutto debba essere fatto con la massima trasparenza.
Credo quindi sia opportuna una pubblicizzazione il più possibile ampia del bando stesso, una tempistica congruamente lunga, per dare modo, a chi volesse, di poter fare domanda.
Inoltre credo sia opportuno espletare tale concorso attraverso il reperimento, con un avviso pubblico, di una società specializzata per questo tipo di selezioni; infatti non ritengo che una commissione interna possa avere esperienza e competenza sufficiente per una selezione che immagino sarà molto partecipata.
Avendo appreso dalla stampa che il Presidente della Sasi terrà una conferenza stampa sull’argomento dopodomani , auspico che il mio pensiero incroci quello che il Presidente illustrerà nei prossimo giorni” ha concluso l’onorevole Fabrizio Di Stefano.

Pubblicato in Politica

Pescara. La Polizia di Stato ha condotto un’altra operazione antidroga che questa volta ha interessato il quartiere di Porta Nuova e che ha portato all’arresto di due persone, padre e figlio, con sequestro di una rilevante quantità di stupefacente.
Il blitz è scattato a cura della Squadra Mobile della Questura di Pescara, Sabato scorso in Via Thaon De Revel, a casa di un pregiudicato del posto, Davide BERGHELLA di 53 anni, che è stato trovato in possesso di 635 grammi di marijuana, di un panetto di hashish da 53 grammi, di un bilancino elettronico e di materiale vario per il confezionamento delle dosi di stupefacente.
In casa era presente anche il figlio 22enne, Fabrizio BERGHELLA, che ha inutilmente tentato di disfarsi di un sacchetto di cellophane contenente marijuana, lanciandolo dalla finestra dell’appartamento, che è stato prontamente recuperato dagli agenti appostati all’esterno che hanno notato i movimenti del giovane.
I due sono stati arrestati e, su disposizione del P.M. di turno (dr.ssa Rosaria VECCHI), condotti in carcere in attesa dell’udienza di convalida.

Pubblicato in Cronaca

Pescasseroli. Oggi a Pescasseroli, alla presenza del Direttore dell’Ente d’Ambito Peligno Alto Sangro - Ersi, dell’Amministratore Unico di Saca spa, dott. Luigi Di Loreto, (gestore del Servizio Idrico Integrato), del Responsabile Unico del Procedimento, del Direttore dei Lavori, del Sindaco della città, Luigi La Cesa e dell’Impresa esecutrice, “Ricci Costruzioni”, è stata formalizzata la consegna dei lavori per la realizzazione del depuratore di interesse sovracomunale Pescasseroli-Opi.
Ciò anche grazie all’intesa di recente firmata con il Commissario di Governo prof. Enrico Rolle e con la Regione Abruzzo.
Dopo anni, superate innumerevoli difficoltà egrazie alla sinergia e all’impegno degli enti coinvolti, l’area di straordinario pregio naturalistico, ricadente nel Parco Nazionale d’Abruzzo, avrà un impianto di circa 12000 ab/eq in grado di rispondere alle sempre crescenti esigenze del territorio.
La conclusione dell'intero intervento è prevista, al massimo, entro un anno.

Pubblicato in Cronaca
Pagina 1 di 3

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione