Articoli filtrati per data: Sabato, 07 Ottobre 2017
Sabato, 07 Ottobre 2017 00:00

Verso Pescara – Cittadella, parla Zeman

Città Sant’Angelo. Alla vigilia di Pescara – Cittadella, gara che si giocherà domani alle 12.30 allo Stadio Adriatico, il tecnico dei biancazzurri, Zdenek Zeman, ha presentato l’incontro.
Sul Cittadella: “Intanto è una squadra che gioca poco, gioca di rimessa molto bene e quindi è un avversario molto pericoloso, specialmente per come vorremmo giocare noi. Bisogna stare attenti, concentrati e non lasciargli molta iniziativa”.
Su Benali: “Tutti i convocati hanno la possibilità di entrare. Abbiamo un giocatore come Benali che è rapido, veloce, ma il problema è quello di inserirsi nel contesto della squadra, in difesa ci sta aiutando di più, invece davanti dovrebbe cercare di essere più concreto”.
Sul Pescara che vorrebbe domani: “Io spero che riuscirem ad attaccare ed in fase difensiva con i giocatori vicini alla palla, quindi se la palla è nella nostra metà campo siamo chiusi e dobbiamo cercare di salire un po’. Contro queste squadre se ci allunghiamo finisce male per noi. Dobbiamo cercare di stare stretti e di proporre il nostro gioco, se non ci riusciamo dobbiamo subire, anche se negli ultimi tempi Pigliacelli è stato poco impegnato. Dipende dalla crescita nostra, io dico che questa squadra ha tante possibilità di migliorare e bisogna cercare di sfruttarle”.
Su Ganz: “Negli spezzoni in cui è stato impiegato ultimamente ha fatto bene, il primo perché ha giocato con la squadra ed il secondo perché si proponeva, anche se noi, visto che tenevamo il risultato, non siamo ripartiti molto spesso”.

Pubblicato in Sport

Città Sant'Angelo. L’Associazione “Noi per la famiglia” a supporto di Fabiola Bacci e Jonathan Sterlecchini, madre e fratello di Jennifer Sterlecchini, la ragazza di 26 anni uccisa a Pescara lo scorso 2 dicembre, in collaborazione con la “Delfino Pescara 1936”, con il patrocinio della “Protezione Civile Val Pescara” e alla “Commissione Pari Opportunità Regione Abruzzo”, domenica 8 ottobre allo Stadio Adriatico “Giovanni Cornacchia, in occasione della partita di Serie B Pescara – Cittadella, propone l’iniziativa di raccolta firme con postazioni in tutti i settori per la modifica della norma relativa al giudizio abbreviato.

Pubblicato in Sport

Pescara. Si celebra la terza giornata della regular season e le biancazzurre attendono la visita dello Stone Five Fasano. Viste in allenamento, le ragazze di Mister Segundo volano, destando ancora più ammirazione di quanto abbiano potuto far vedere in queste due prime giornate, dove hanno messo a segno la bellezza di 21 reti senza doverne subire alcuna. Due confronti improponibili alla luce di un enorme differenziale sia tecnico che atletico a favore del Pescara. Domenica, finalmente, sarà partita vera, quella che si giocherà, alle ore 17.00 al PalaRigopiano, tra le pescaresi e le brindisine. Lo Ston Five Fasano, infatti, ha costruito, grazie ad una ricca campagna acquisti, un organico di gran caratura che, seppur penalizzato in queste prime due gare da assenze importanti, ha saputo mostrare le sue ottime potenzialità. Mister Massimo Monopoli e il DS Marcello Martino sono partiti, innanzitutto, dalla riconferma del tandem paulista, ex Marilia, formato da Jeh Dos Santos, regista e vera anima della squadra, e da Marina Belam, laterale offensiva capace nella scorsa stagione di mettere a segno 26 reti. A queste hanno aggiunto in entrata la consistenza tecnica della mancina Carol Cenedese, universale brasiliana, classe 1989, proveniente dall’Associação Sabesp, e il grande patrimonio d’esperienza della pivot argentina Pia Gomez, vecchia conoscenza del nostro campionato, classe ’84. ex Italcave Statte dotata di un piede destro e ducato e molto prolifico. Altri arrivi importanti in casa Fasano sono stati poi quelli della navigatissima Tonia Di Turi, ex Acquedotto, Montesilvano, Lazio e Ternana e della talentuosa e giovane Iaia Gariuolo, una classe ’95 proveniente dal Bisceglie e di cui si dice un gran bene. Chiusa a doppia mandata anche la porta, con i freschi arrivi della giovane e aitante Gabi Pasinato, brasiliana ventunenne ex Chapecò, dotata di un destro pesante che le permette anche di trasformarsi in cannoniera, e dell’esperta fasanese Anna Mango, mostratasi in bello spolvero sia nella gara di Terni che in quella casalinga con lo Statte. Una squadra completa in ogni reparto, quindi, quella dello Stone Five se poi si aggiungono le riconferme di giocatrici esperte della categoria come la centrale mancina, Teresa Sangiovanni, la capitana di sempre, Valeria Lacirignola, e la sfortunata Laura Gelsomino, ormai prossima al rientro, dopo essere stata ferma ai box per molti mesi a causa della rottura di un crociato.
Per il Pescara, pertanto, la gara con il Fasano rappresenterà un buon banco di prova per le sue ambizioni ma anche l’occasione per dare spettacolo ancora una volta e far crescere ulteriormente la passione dei tifosi pescaresi. Arbitreranno l'incontro Intoppa di Roma e Valeriano di Albano Laziale, al cronometro Terzini di Pescara. È tutto!

Pubblicato in Sport

San Giovanni Rotondo. Si è svolto ieri pomeriggio il I Raduno di calcio Città di San Giovanni Rotondo riservato alle categorie 2006-2007 e 2008. All'evento sportivo hanno partecipato anche 75 bambini appartenenti alla Asd Cupello Calcio Settore Giovanile e Pgs Vigor Don Bosco. Le squadre sfidanti sono state il Manfredonia Calcio e l'A.S.D. Sant'Onofrio San Giovanni Rotondo. I ragazzi accompagnati da alcuni genitori e allenatori/educatori sono arrivati a San Giovanni Rotondo nel primo pomeriggio con due pullman e sono stati subito accolti al meglio nella struttura, che conta tre campi di cui uno coperto, dal presidente del Sant'Onofrio San Giovanni Rotondo, Cappucci, e dall'agente Fifa Aldo Placentino organizzatori dell'evento insieme al direttore generale del Cupello Calcio Giuseppe Di Francesco.

Prima di iniziare a giocare e divertirsi c'è stata la benedizione di inizio stagione. Il padre religioso ha spiegato l'importanza dell'amicizia, della fratellanza e dello sport. Ha poi fatto un plauso alle iniziative come quella organizzata e benedetto tutti i presenti.

La parola è poi passata ad un rappresentante (presidenti o allenatori) delle 4 squadre. Mazzarella, Cappucci, La Verghetta e Ionata hanno salutato i ragazzi presenti e con poche parole augurato a tutti che potessero trascorrere una giornata si piena di adrenalina e sfide ma anche corretta dal punto di vista comportamentale. Visita anche del responsabile del settore giovanile del FOGGIA Calcio, Elio Di Toro, presente anche durante le varie sfide in campo.

Non è mancato il tifo di chi rimaneva a bordocampo a testimonianza della voglia di far bene e battere l'avversario in ogni partita.

Sul campo i ragazzi si sono sfidati fino alle 18. Ad ogni squadra è stato poi consegnato un gadget (portachiavi con la statua di Padre Pio), in ricordo dell'evento e una coppa.

Al termine della parte sportiva è seguita una parte culturale religiosa in cui i giovani della Pgs Vigor Don Bosco e dell'ASD Cupello Calcio sono stati accompagnati al Santuario di San Pio. Lì un frate ha accolto i ragazzi e li ha introdotti nel santuario spiegando loro in breve cosa avrebbero visto, il perchè delle decorazioni prettamente color oro, dei mosaici e dei disegni raffigurati la vita San Pio e San Francesco d'Assisi in parallelo nel tunnel che porta alla Cripta di San Pio e pregato con loro benedicendoli.

Una visita interessante a cui i bambini hanno partecipato attivamente rispondendo alle domande del frate.

Questo è solo uno dei tanti momenti ed eventi a cui parteciperanno i ragazzi delle Pgs e Cupello Calcio. A breve verranno presentate altre iniziative già per il mese di ottobre.

Pubblicato in Sport
Sabato, 07 Ottobre 2017 00:00

Eccellenza, verso Chieti - Capistrello

Chieti. L’obiettivo è sempre lo stesso: vincere. IlChieti F.C. torna all’Angelini per affrontare il Capistrello (ore 15) nel settimo turno del campionato di Eccellenza. I ragazzi del Presidente Trevisan sono attesi da tre gare in sette giorni: Capistrello, Virtus Cupello in Coppa Italia di Eccellenza, e la prima di due trasferte consecutive domenica prossima sul terreno del San Salvo.
Tre match ancora una volta decisivi per vedere se ilChieti F.C. è pronto per mettere il turbo in campionato e dare un segnale di forza alle pretendenti alla vittoria finale. I progressi evidenziati nelle uscite precedenti lasciano ben sperare tutto l’ambiente a continuare di questo passo. Anche domenica scorsa a Miglianico i neroverdi hanno dimostrato grande personalità e disputato una buona partita, soprattutto nei primi quarantacinque minuti di gioco, creando diverse palle goal neutralizzate dall’ottimo De Deo.
Domani all’Angelini arriverà un altro avversario ostico, i marsicani del Capistrello allenati da Iodice, squadra costruita per puntare ai play off. Sono nove punti conquistati in sei giornate di campionato: frutto di tre vittorie e tre sconfitte. I punti di forza dell’organico sono il trequartista Bolzan e le punte Leccese e Mercogliano, giocatori di categoria superiore. Negli ospiti non sarà della partita Menna.
Il Chieti F.C., dopo un’intensa settimana di lavoro, è pronto per tornare a vincere davanti al pubblico amico.
Non sarà della partita lo squalificato Costantini che dovrà scontare due turni lontano dal campo. Out Fruci, Calderaro. Improbabile un recupero in extremis di Fanelli.
In panchina potrebbe tornare il centrocampista Andrea Iommetti che pian piano sta recuperando dall’infortunio subito lo scorso anno al crociato.
Intanto, abbiamo avvicinato l’esterno di centrocampo Daniele Capitoli, classe 1999, ragazzo giovanissimo che sta dimostrando tutto il suo valore con la maglia neroverde:
“mi trovo molto bene a Chieti: ringrazio il mister, i compagni di squadra che mi hanno accolto benissimo fin dal mio arrivo. Spero di continuare a giocare con continuità per aiutare la squadra a raggiungere gli obiettivi che ci siamo prefissati. Domenica a Miglianico c’è l’abbiamo messa tutta per portare i tre punti a casa, purtroppo per una serie di fattori non ci siamo riusciti. Ci tengo in maniera particolare a ringraziare i nostri tifosi che anche a Miglianico sono stati splendidi nel sostenerci, sono di un’altra categoria. Ci aspettano tre partite importanti in sette giorni: domenica affrontiamo il Capistrello, una partita da vincere, poi in Coppa affrontiamo la mia ex squadra il Cupello e poi il San Salvo. Daremo come sempre il massimo per raggiungere la vittoria. E’ un campionato difficile, lo sapevamo dall’inizio, ogni partita va giocata con giusta dose di cattiveria agonistica. Le squadre che possono darci fastidio sono il Sambuceto e il Paterno, ma noi guardiamo solo a noi stessi, a fare bene con questa maglia e riportare il Chieti dove merita”.
Intanto, negli anticipi disputati questo pomeriggio, vittorie in extremis per Paterno e Giulianova con lo stesso risultato di 3 a 2 sul San Salvo e Penne.
Chieti F.C. – Capistrello sarà arbitrata dal sig. Carlo Palumbo di Bari, assistenti Bruni di Pescara e Carullo di Lanciano.
Ricordiamo a tutti gli sportivi che i botteghini dello stadio “Angelini” saranno attivi dalle ore 14.

Pubblicato in Sport

Ortona. Una partita dura, intensa, con tanti falli e molte ammonizioni, ma alla fine portata a casa con merito dalla Tombesi, che inizia così con una vittoria il suo campionato. Vittoria certamente sofferta, contro un avversario che ha confermato di essere una squadra rognosa, ben disposta in campo, attenta a non concedere spazi e battagliera sino alla fine, che torna a casa con zero punti ma di certo con buoni segnali. Per i gialloverdi di casa, è stato un primo tempo complicato, sempre con il pallino del gioco in mano ma contro un avversario coperto e pronto a colpire nelle ripartenze. Come nella gara di coppa di sabato scorso, Dario Dell’Oso è stato abilissimo a respingere un tiro libero, battuto da Diaz Molina dopo il sesto fallo compiuto da Piovesan (minuto 15.34). A poco più di due minuti dall’intervallo (17.47) Silveira ha trovato il vantaggio con un gran gol, mentre il raddoppio di Piovesan, a 28 secondi dall’inizio della ripresa, sembrava aver definitivamente incanalato il match a favore della Tombesi. E invece il Cus Molise è rimasto in partita, complice anche qualche decisione arbitrale contestata dalla panchina gialloverde e un tiro libero sbagliato da Silveira (14.31 2°t). Il rigore fischiato per il fallo di Dario Dell’Oso e trasformato da Cioccia (15.54) ha reso vibranti gli ultimi quattro minuti di gioco, con la squadra ortonese che è stata comunque abile a difendersi anche contro il portiere di movimento.

“Sapevamo che sarebbe stata una partita difficile – ha commentato a fine incontro mister Massimo Morena – ma ce l’aspettavamo. Non esistono partite facili in questo girone, dobbiamo abituarci all’idea che molti avversari quest’anno verranno qui a Ortona lasciandoci il pallino del gioco e badando soprattutto a difendersi. Il Cus Molise ha fatto un’ottima partita, noi siamo stati bravi a sbloccarla con un gran gol di Silveira e poi a trovare il raddoppio appena iniziata la ripresa. Potevamo chiuderla prima, abbiamo avuto un leggero e comprensibile calo nel finale e loro con il gol su rigore hanno messo a rischio una partita che avevamo sempre condotto. Però negli ultimi minuti ci siamo difesi bene, anche contro il portiere di movimento, e in generale nel secondo tempo Dario Dell’Oso non è stato quasi mai chiamato in causa. Era importante iniziare con una vittoria anche in campionato, ci siamo riusciti e questo ci da maggior fiducia in vista del prossimo doppio impegno in trasferta”.

Pubblicato in Sport

Spoltore. Ufficializzato anche il calendario del campionato Regionale Juniores. Gli uomini di Piero Zuccarini faranno il loro esordio in trasferta contro la Pro Tirino Pescara il prossimo 21 ottobre. Alla seconda giornata invece arriverà all’Adriano Caprarese l’Atletico Montesilvano (28/10). Turno di riposo invece nella terza giornata. A seguire: trasferta contro il Torre (11/11); poi gara casalinga contro la Virtus Pratola (18/11); 25 novembre a Raiano; in casa con il Verlengia (02/12); trasferta a Castiglione contro il Valfino (09/12); 16 dicembre in casa contro Futura Cepagatti. Poi pausa natalizia. Si tornerà in campo il 13 gennaio 2018 con la trasferta di Manoppello e poi si chiuderà il girone di andata il 20 gennaio in casa contro il Popoli. Trasferta di Popoli che chiuderà il campionato dei giovani azulgrana il 28 aprile 2018. “Cercheremo di fare il meglio possibile – afferma il tecnico spoltorese- Abbiamo un mix di ragazzi interessanti, molti sono spoltoresi, altri arrivano dal circondario. L’importante sarà affrontare tutti gli avversari con lo spirito giusto. Le nostre concorrenti sono agguerrite e ci daranno filo da torcere” Nello staff del tecnico, che ricordiamo è anche il secondo di Donato Ronci, si affianca una figura importante: Moreno Carchesio, tecnico con una lunga esperienza con la Juniores della Torre Alex, e prima ancora nel Villanova. Prenderà il posto di Francesco Forcella, che per problemi di lavoro non può garantire quella continuità richiesta quotidianamente. Forcella rimane comunque nello staff, compatibilmente con i suoi impegni lavorativi. Responsabile, come già anticipato nei mesi scorsi è Elio Di Matteo, ex della Pescara Calcio e talent scout molto apprezzato. Dirigente accompagnatore il confermatissimo Massimo Appignani.

Ma scopriamo nel dettaglio la rosa completa:

Portieri: Alessandro Di Giampietro, Pietro Bucci; Danilo D’Onofrio.

Difensori: Andrea Chiavaroli, Federico D’Amico, Matteo De Leonardis, Danilo Cangiano, Lorenzo Pellegrini, Antonio Verrocchio;

Centrocampisti: Piero Di Biase, Alex Orlando, Antonio Coladonato, Samuel Di Giovanni.

Attaccanti: Alessio Caldo; Lorenzo Costantini, Francesco Di Flaviano, Matteo Esposito, Loris Monaco, Nicolas Verrocchio, Niccolò Scordella, Gerry Musa.

Pubblicato in Sport

Pescara. Domenico Pettinari e Massimiliiano Di Pillo, consiglieri rispettivamente in Regione e Comune del Movimento 5 Stelle, chiedono all’amministrazione comunale di Pescara di attivarsi per reperire fondi per gli alloggi di edilizia pubblica in via Tirino che versano in pessime condizioni.
“Noi ci siamo sempre occupati di edilizia residenziale pubblica e continueremo ad occuparcene – ha affermato il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle, Domenico Pettinari – ovviamente stando all’opposizione siamo qui per fare da megafono, da cassa di risonanza ai tanti disagi della popolazione. Sono casa di proprietà del Comune di Pescara che deve stanziare fondi, risorse per mettere in sicurezza queste case che sono fortemente ammalorate, gravemente fatiscenti, in alcuni appartamenti ci sono infiltrazioni diffuse. Ci sono anche persone con patologie, malate, che non riescono e non possono vivere in queste case perché non sono salubri. Il Comune di Pescara deve trovare immediatamente fondi, perché quando vogliono fare le cose che interessano a loro i soldi escono, per mettere in sicurezza questi appartamenti. Con il nostro consigliere comunale Massimiliano Di Pillo abbiamo fatto anche un accesso agli atti, abbiamo verificato e abbiamo fatto tutte le sollecitazioni e le pressioni affinchè il problema si possa risolvere. Non è più possibile che ci siano cittadini di serie A e cittadini di serie B, queste sono periferie completamente abbandonate, hanno tolto anche tutta una serie di servizi ed i palazzi rischiano anche a seguito di terremoti di essere instabili, quindi è un pericolo di pubblica incolumità e di stabilità per le strutture”.
“I problemi maggiori sono dei lavori che dovevano essere completati e che non sono stati completati rispetto a queste tre palazzine – ha dichiarato il consigliere comunale del Movimento 5 Stelle, Massimiliano Di Pillo – la manutenzione sopra a queste palazzine è stata fatta, ma il problema è che sono stati staccati degli intonaci delle palazzine e non sono stati ripristinati e questo fa sì che si produca della muffa all’interno degli appartamenti ed è una situazione milto difficile. Al Comune chiediamo semplicemente di completare i lavori, di trovare dei fondi perché comunque gli abitanti di queste periferie non sono cittadini di serie B. L’amministrazione Alessandrini aveva detto che avrebbe cambiato verso e che le periferie sarebbero state il centro, non mi sembra che sia così perché anche nelle altre periferie la situazione è su questi livelli”.

Pubblicato in Politica

Pescara. “Altro che contratto verbale. Anche il Presidente D’Alfonso, suo malgrado, ha dovuto adeguarsi ahimè alle norme del codice civile sottoscrivendo finalmente dopo tre mesi e mezzo un contratto di comodato d’uso gratuito per la sua ‘auto blu’ concessagli da una nota concessionaria”. Questo il commento del Presidente della Commissione vigilanza e consigliere regionale Mauro Febbo che sottolinea quanto segue: “Solo dopo una mia esplicita richiesta, del 25 settembre, per avere informazioni in merito al tipo di convenzione stipulata e quali spese sono a carico dell’Amministrazione regionale spunta fuori dal cilindro degli uffici della segreteria della presidenza regionale un contratto firmato e sottoscritto dalle parti solo il 5 ottobre scorso, ossia due gironi fa. Peraltro il contratto ricevuto non è neanche sottoscritto, pare lo sia digitalmente, mah !!!! Perche non si è fatto al momento della consegna ovvero il 22 giugno scorso? Praticamente per tre mesi il Presidente ha viaggiato senza averne il diritto e la copertura idonea. Cosa sarebbe successo in caso d’incidente più o meno grave?? Ridicola e assurda, infatti, è stata la versione fornita in un primo momento dalla responsabile del dipartimento Risorse e organizzazione della Regione Abruzzo Eliana Marcantonio la quale affermava come il contratto scritto non esisteva, ma era in essere un contratto verbale. In tutti i Paesi normali e civili, anche in caso di concessione dell’auto in comodato d’uso gratuito, c’è l’esigenza di formalizzare il suo utilizzo attraverso una specifica convenzione, tanto più se viene utilizzata da enti pubblici e figure politiche e istituzionali. Imbarazzante constatare come, per l'ennesima volta, solo dopo una mia puntuale richiesta scritta di ricevere informazione ecco che viene regolarizzato e spunta la convenzione tra le Regione e il concessionario. Questo a dimostrazione che nei tre mesi si è fatto con leggerezza se non un vero e proprio abuso quantomeno una irregolarità . Adesso – continua Febbo – vorremmo capire chi ha pagato il carburante  fino alla regolarizzazione del contratto e tutte le altre spese successive visto che sul contratto ci sono molte incertezze dall'assicurazione  ai trasportati al cambio dei pneumatici, e ancora meno chiara e' la clausola del pagamento del canone di € 500,00  in caso di prolungamento del comodato (prezzo fuori da ogni logica di mercato). Alle mie richieste ad oggi non ho avuto ancora risposte - conclude Febbo - mi attendo che  gli uffici regionali forniscano tutte le informazioni utili affinché si chiarisca l'ennesima "furbata" del nostro Presidente che ancora comprende le regole democratiche dell'amministrare."

Pubblicato in Politica

L'Aquila. Ci opporremo con tutte le nostre forze contro il taglio dei tribunali di Avezzano, Lanciano, Sulmona, Vasto e della Corte d’Appello de L’Aquila in favore di quella di Ancona. E‘ inaccettabile far venir meno dei presidi di democrazia e di legalità sventolando la necessità di risparmi. In questo modo si arriverà ad una definitiva paralisi del sistema giustizia. Lo dice a chiare lettere l'UDC Abruzzo in una nota a firma del Segretario Regionale , Enrico Di Giuseppantonio, e del segretario provinciale de L'Aquila Lino Cipolloni, all’indomani della notizia che il Ministro della Giustizia, Andrea Orlando, vuol portare a compimento il disegno sulla nuova geografia giudiziaria in Italia. “Una riforma che penalizza pesantemente la nostra regione, facendo venir meno la ‘giustizia’ in territori che proprio grazie alla presenza dei Tribunali di primo grado, garantiscono la legalità in Abruzzo, sempre più appetitosa per gli affari illeciti della criminalità organizzata, come ha ammesso pochi giorni fa, proprio qui in Abruzzo, il procuratore nazionale antimafia e antiterrorismo, Franco Roberti. Contro il disegno del Ministro Orlando abbiamo interessato il Consiglio Nazionale dell’UDC, che si ė riunito oggi a Roma. Torneremo ad insistere nelle sedi parlamentari per impedire che il progetto trovi spazio: non si può procede sempre con i tagli lineari - continuano Di Giuseppantonio e Cipolloni -. E’ una linea politica che non porta alla riduzione dei costi ma a quella dei servizi. Il tutto a fronte dell’esigenza, non più prorogabile, di una vera riforma della giustizia che sia in grado di dare risposte ai cittadini oggi alle prese con una burocrazia contorta e lungaggini legate all’eccessivo carico di lavoro a cui corrisponde un sottodimensionamento del personale impiegato”.

Pubblicato in Politica
Pagina 1 di 3

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione