Articoli filtrati per data: Novembre 2017

Pescara. Presentato ufficialmente il progetto del nuovo complesso sportivo che includerà il nuovo Stadio di Pescara.

Una scenografia spettacolare, video emozionali e tanti ospiti di prestigio hanno accolto il pubblico accorso in massa al padiglione espositivo della Camera di Commercio. Padrone di casa il presidente della Delfino Pescara 1936, Daniele Sebastiani a fianco del quale sul palco si sono alternati personaggi del calibro di Giovanni Malagò (Presidente CONI), Andrea Abodi, presidente dell’Istituto del Credito Sportivo, oltre al patron della Sampdoria Massimo Ferrero. Una sessione tecnica specifica è stata dedicata al progetto, al quale è stato dato un nome particolarmente evocativo, Pescara Arena.

A illustrare i dettagli dell’intervento è stato l’amministratore delegato della società di ingegneria Proger, Umberto Sgambati. È stato lui a spiegare come un progetto basato sulla passione collettiva e che ha come denominatore comune la “Pescaritudine” (neologismo coniato insieme al ministro dello sport, Luca Lotti) possa portare un indotto positivo per tutto il territorio abruzzese. Non sarà semplicemente un impianto sportivo ma accoglierà al suo interno un centro congressi, un’area commerciale, una food court, sky box e ground box, sale convegni e tanto altro ancora. Un hub trasportistico immerso nel verde che ha la sostenibilità nel suo DNA.

Complessivamente si interverrà su 118 mila mq, saranno 20.700 poltrone, e una piazza coperta da 4 mila metri quadrati con 1.600 parcheggi. Numeri importanti per una struttura che punta ad avere la certificazione ambientale LEED.

Ad entrare invece nei dettagli relativi al finanziamento dell’opera – che non costerà denaro alle casse pubbliche ma sarà interamente sostenuto da privati – sono stati innanzitutto due pescaresi come Marco Cerritelli, della McDermott e Massimo Marcovecchio della Lambert Smith Hampton Limited.

Oltre a loro, a spiegare l’impatto positivo sul territorio è intervenuto il prorettore della Luiss, Andrea Prencipe e il direttore dell’Allianz Stadium di Torino. Francesco Gianello e l’advisor per lo stadio della Roma Silvio Falasca della Kpmg. A condurre l’appuntamento saranno due volti di Sky, Daniele Barone e Grazia Di Dio.

Particolarmente emozionante anche il contributo video di campioni del passato più o meno recente come il brasiliano Leo Junior e i due bomber Ciro Immobile e Gianluca Lapadula.


fonte pescaracalcio.com

Pubblicato in Sport

San Salvo. E’ un calendario di manifestazioni condivise quello che in dicembre e gennaio sarà a disposizione dei cittadini, con molti appuntamenti concentrati in gran parte nel periodo natalizio. Si comincia venerdì 1° dicembre con un’originale iniziativa dei commercianti del centro per concludersi con la rassegna del Sant’Antonio alla fine di gennaio 2018.
“E’ il prezioso lavoro svolto dagli assessorati alla Cultura e alle Attività Produttive e Turismo – commenta il sindaco Tiziana Magnacca – che hanno raccolto e vagliato i suggerimenti delle associazioni cittadine, del mondo della scuola, delle comunità ecclesiali, dell’Azione Cattolica e dei commercianti, allestendo un cartellone molto vario e articolato per coinvolgere tutte le fasce d’età. Un’opportunità per vivere la città in particolare durante le prossime feste natalizie”.
Le manifestazioni organizzate dal Comune di San Salvo, in programma nei mesi di dicembre e gennaio 2018, gran parte delle quali nel periodo natalizio, sono state predisposte grazie al prezioso contributo della Pro Loco, Commercianti del Centro, Azione Cattolica e la Parrocchia San Nicola Vescovo, Associazione Vinum et Cultura, Istituto Comprensivo n. 2, Confcommercio Chieti, Associazione volontariato Gerico e Caritas parrocchiale San Nicola Vescovo, Associazione Arte presepiale, Associazione New Generation, Parrocchia San Giuseppe e Commercianti dei Portici.


Questo è il cartellone:

Venerdì 1
dalle ore 16:30 alle ore 24:00 - “Il Trampolino del Venerdì” - Centro storico in festa! - Organizzazione Valtrigno e Commercianti del Centro Sabato 2
Organizzazione Parrocchia San Nicola Vescovo ore 18:30 Spettacolo Musicale dei ragazzi dell’A.C.: “E saremo Liberi” …. Aspettando il Musical: Presentazione del video ufficiale” La pace sia con te” (Brano inedito di Auro Zelli) Mercoledì 6
Solennità liturgica di San Nicola Vescovo
Organizzazione Parrocchia San Nicola Vescovo Ore 18.45 Piazza San Nicola: Tradizionale distribuzione dei pani in ricordo del miracolo del Santo Vescovo di Mitra e Processione Giovedì 7
Fiaccolata mariana per le vie della nostra città - Organizzazione Parrocchia San Nicola Vescovo - Partenza ore 18.30 dalla Piazza di San Nicola Venerdì 8
dalle ore 09:00 alle ore 23:30 - Presepi di quartiere - Organizzazione Comune di San Salvo da Venerdì 8 a Domenica 10
dalle ore 17:00 alle ore 01:00 - 2^ Edizione “VINUM ET CULTURA - manifestazione enogastronomica - Piazza San Vitale - Organizzazione Comune di San Salvo e Pro Loco Sabato 9
Organizzazione Pro Loco San Salvo e Istituto Comprensivo 2 dalle ore 16:00 alle ore 19:30 - Casa di Babbo Natale (sede Pro Loco)
ore 18:30 concerto Jury Camisasca - Chiesa San Giuseppe Domenica 10 dalle ore 07:00 alle ore 24:00 - FIERA - Ambulanti in Città - Viale Duca degli Abruzzi - Strada Istonia - Organizzazione Confcommercio Chieti Ore 18.30 Tombolata della Carità- Organizzazione associazione Volontariato Gerico e Caritas Parrocchiale - Auditorium Paolo VI - Chiesa San Nicola dalle ore 16:00 alle ore 19:30 - Casa di Babbo Natale (sede Pro Loco) - Letture animate - Organizzazione Pro Loco San Salvo Lunedì 11
ore 18:30 - Presentazione dei libri “Cercandoti” e le “beatitudini al contrario” di Matteo Gattafoni - Porta della terra Giovedì 14
Organizzazione Comune di San Salvo ore 18:00 - Presentazione del libro ”SOLE” di Simona Andreassi - Porta della Terra Venerdì 15
dalle ore16:00 alle ore 19:30 Organizzazione Pro Loco San Salvo Mercatini Natalizi - Piazza Papa Giovanni XXIII “L’Arte del Saper Fare” Casa di Babbo Natale (sede Pro Loco) - Animazione per bambini (Mago Nicola) Venerdì 15
Comune di San Salvo e Associazione “Arte presepiale” San Salvo dalle ore 10:00 alle ore 20:00 - 5^ Mostra concorso arti presepiali - Museo Civico Porta della Terra Sabato 16
Organizzazione Pro Loco San Salvo dalle ore10:00 alle ore 19:30 - Mercatini Natalizi - Piazza Papa Giovanni XXIII “L’Arte del Saper Fare” dalle ore16:00 alle ore 19:30 - Casa di Babbo Natale (sede Pro Loco) - Animazione per bambini (Armando) - Castagne e vin brulè - Dj Set - Amici della tradizione Sabato 16
Auditorium Paolo VI - Parrocchia San Nicola Vescovo Ore 18.30 Convegno “150 anni di Azione Cattolica: passione cattolica e passione educativa”
Relatore Fabio Zavattaro – giornalista RAI Domenica 17
Organizzazione Pro Loco San Salvo dalle ore10:00 alle ore 19:30 - Mercatini Natalizi - Piazza Papa Giovanni XXIII “L’Arte del Saper Fare” dalle ore10:00 alle ore 12:30 - Casa di Babbo Natale (sede Pro Loco) - Spettacolo “Burattini” dalle ore16:00 alle ore 19:30 - Casa di Babbo Natale (sede Pro Loco) Spettacolo “Burattini”
dalle ore 17:00 alle ore 20:00 - Presepe Vivente - Centro Storico - Canti tradizionali (New Generation) -Comune di San Salvo e Istituto Comprensivo 2 Lunedì 18
Organizzazione Pro Loco San Salvo dalle ore 16:00 alle ore 19:00 - Mercatini Natalizi - Piazza Papa Giovanni XXIII “L’Arte del Saper Fare” - Mercatino scuole Martedì 19
Organizzazione Pro Loco San Salvo dalle ore 16:00 alle ore 19:00 - Mercatini Natalizi - Piazza Papa Giovanni XXIII “L’Arte del Saper Fare” - Mercatino scuole
Mercoledì 20
Organizzazione Pro Loco San Salvo dalle ore 16:00 alle ore 19:00 - Mercatini Natalizi - Piazza Papa Giovanni XXIII “L’Arte del Saper Fare” Casa di Babbo Natale (sede Pro Loco) - Torneo di Calcio Balilla ore 18:00 Fuoco di San Tommaso - Piazza San Vitale - Organizzazione Comune di San Salvo - Parrocchia San Giuseppe Giovedì 21
Organizzazione Comune San Salvo - Orchestra scuola media S. D’Acquisto dalle ore 17:30 alle ore 18:30 - Concerto Gruppo Alpini - Parrocchia di San Nicola Venerdì 22
Organizzazione Comune San Salvo ore 19:30 - Concerto di Natale - Banda Città di San Salvo - Parrocchia di San Giuseppe Giovedì 21 - Venerdì 22 - Sabato 23
Organizzazione Commercianti dei portici - Strada Istonia
Giornate dedicate ai bambini - Magie, zucchero filato, teatrino, Nonna Canapa spiega la storia della canapa. Sabato 28
Organizzazione Pro Loco San Salvo dalle ore 17:00 alle ore 19:30 - Gruppo Alpini San Salvo - Castagne e Vin brulè - Animazione per bambini (Mago Cocò)
GENNAIO 2018

Venerdì 5
dalle ore16:30 alle ore 24:00 - “Il Trampolino del Venerdì” - Centro storico in festa! Organizzazione Valtrigno e Commercianti del Centro
Sabato 6
dalle ore 16:00 alle ore 19:00 - Arriva la befana - Animazione per bambini - Gonfiabili - Truccabimbi e caramelle ai bambini - Pro Loco San Salvo dalle ore 18:00 alle ore 20:00 - Premiazione 5^ Mostra Concorso Arti Presepiali - Comune di San Salvo – Associazione “Arte presepiale” - San Salvo ore 18.30 Spettacolo Musicale “ Stella Cometa” ragazzi scuola elementare e Azione Cattolica - Auditorium Paolo VI - Chiesa San Nicola Sabato 28
ore 10:00 - Giornata della memoria Centro Culturale Aldo Moro
Domenica 29
ore 17:00 - 34^ rassegna del Sant’Antonio in collaborazione con l’Associazione “New Generation” - Palestra Via Verdi

Pubblicato in Cultura e eventi

Pescara. Il Sottosegretario Regionale Mario Mazzocca continua il ciclo di appuntamenti su territorio incentrati sul progetto Abruzzo Resiliente, ideato e promosso per informare e sensibilizzare i cittadini alle politiche ambientali che si ispirano al principio della “resilienza” prendendo sempre più consapevolezza dei cambiamenti climatici e dei loro effetti, imparando a reagire ad eventi negativi e trasformarli in opportunità attraverso un consumo più responsabile dell’energia e la messa in opera dell’economia circolare fondata sul riciclo e riutilizzo dei rifiuti.
Il sesto incontro si terrà domani, venerdì 1 dicembre, a Mosciano S. Angelo (Te), dalle ore 18, presso la sala consiliare del Comune in Piazza IV Novembre, con la partecipazione, accanto al Sottosegretario, del Sindaco Giuliano Galiffi e del Vice Sindaco Luca Lattanzi.
Tra i temi che verranno affrontati nel pomeriggio, la recente approvazione del progetto di educazione ambientale da realizzarsi attraverso il coinvolgimento dei CEA - Centri di Educazione Ambientale riconosciuti di interesse regionale che disporranno di 200.000€ per attivare campagne di sensibilizzazione sui temi della mitigazione, adattamento ai cambiamenti climatici e prevenzione degli incendi boschivi.

Pubblicato in Politica

Pescara. Giovedì 30 novembre, presso il Porto Turistico “Marina di Pescara”, è stata consegnata dal Presidente dell’ENDAS Abruzzo Simone D’Angelo, una targa istituzionale al Presidente del CONI Giovanni Malagò, in città in occasione della conferenza stampa di presentazione del progetto del nuovo stadio della Pescara Calcio.“E’ un onore consegnare una targa ricordo al Presidente Malagò, un pilastro per il mondo sportivo e padrone di casa del Comitato Olimpico Nazionale Italiano” – esordisce Simone D’Angelo – “e noi dell’ENDAS non possiamo che essere orgogliosi di poter contare su una figura che si contraddistingue per impegno e dedizione”.
All’evento erano presenti, fra gli altri,l’AD della Juventus Giuseppe Marotta, l’opinionista Gianluca Vialli ed il Presidente del Credito Sportivo Andrea Abodi.
“Il nostro Ente ha sposato recentemente una politica mirata al rilancio del settore sportivo” – conclude il rappresentante regionale dell’ENDAS – “e grazie al riassetto organizzativo che ha portato all’elezione del nuovo Presidente Nazionale Paolo Serapiglia, l’ENDAS si appresta a vivere un quadriennio olimpico da protagonista, in piena sintonia con i programmi del CONI”.

Pubblicato in Sport

Pescara. Il 28 novembre 2017, per me, per i familiari di Jennifer Sterlecchini, e per tutti i familiari delle vittime di crimini violenti, è stata una giornata importante. Invero, con 360 voti favorevoli e 36 contrari, l’assemblea della Camera dei Deputati ha approvato la proposta di legge che modifica le modalità di ricorso al giudizio abbreviato e la conseguente sua applicazione, qualora l’imputato abbia commesso crimini punibili con l’ergastolo, sebbene gruppi parlamentari si siano espressi in maniera contraria, come Sinistra italiana e Articolo 1, ovvero inspiegabilmente astenuti, quale FI.
Di seguito si riporta il testo delle principali innovazioni licenziate dalla Camera dei Deputati:
“ L'Assemblea della Camera dei deputati, il 28 novembre 2017, avviata la discussione della proposta di legge C. 4376-A, che in particolare modifica l'art. 438 del codice di procedura penale per escludere l'applicabilità del rito abbreviato per i delitti puniti con la pena dell'ergastolo.
Il giudizio abbreviato (artt. 438-443 c.p.p.) è un procedimento penale speciale nel quale non si procede al dibattimento: su richiesta dell'imputato, infatti, il procedimento può essere definito nella fase dell'udienza preliminare e, in caso di condanna, la pena è diminuita di un terzo, mentre la pena dell'ergastolo è sostituita da quella della reclusione a 30 anni. Attualmente, non vi sono reati per i quali sia precluso l'accesso al rito abbreviato.
Si ricorda che la Camera ha già approvato, il 29 luglio 2015, un provvedimento dal contenuto analogo, volto a restringere le ipotesi di applicabilità del rito abbreviato (A.S. 2032); tale provvedimento è stato abbinato al Senato al più ampio disegno di riforma penale (A.S. 2067), risultando assorbito, senza che le disposizioni sul rito abbreviato abbiano trovato uno sbocco legislativo (cfr. legge n. 103 del 2017).
Ha approvato la proposta di legge modifica l'art. 438 c.p.p. disponendo che:
• è escluso il giudizio abbreviato quando si procede per delitti per i quali la legge prevede la pena dell'ergastolo;
• se si procede per uno di tali delitti, l'imputato può comunque chiedere l'accesso al rito speciale, subordinando la richiesta a una diversa qualificazione del fatto come reato per il quale la legge non prevede l'ergastolo. In sostanza, l'imputato può chiedere al giudice dell'udienza preliminare di valutare l'imputazione formulata dal PM per, eventualmente, derubricare il reato in un delitto per il quale non sia previsto l'ergastolo e così consentire all'imputato l'accesso al rito abbreviato e al conseguente sconto di pena;
• tanto in caso di rigetto della richiesta di integrazione probatoria, quanto di rigetto della richiesta di diversa qualificazione del fatto, l'imputato può riproporre le richieste fino a che in udienza preliminare non siano formulate le conclusioni.
Inoltre, la proposta di legge all'esame dell'Assemblea inserisce nel codice di procedura penale:
• l'articolo 438-bis, per consentire all'imputato di rinnovare o presentare per la prima volta la richiesta di rito abbreviato al giudice del dibattimento (ciò sarà possibile: quando l'imputato abbia chiesto in udienza preliminare il giudizio abbreviato subordinando il rito speciale ad una integrazione probatoria, che il GUP ha negato; quando l'imputato, per il quale il PM ha formulato l'imputazione per un delitto punito con l'ergastolo, abbia chiesto in udienza preliminare il giudizio abbreviato subordinandolo a una diversa qualificazione del fatto, come reato non punito con l'ergastolo, e il GUP ha negato tale diversa qualificazione; quando l'imputato, per il quale il PM aveva formulato una richiesta di rinvio a giudizio per un reato punito con l'ergastolo, sia stato poi, all'esito dell'udienza preliminare, rinviato a giudizio per un reato diverso, non punito con l'ergastolo);
• l'articolo 438-ter, per disciplinare il rito abbreviato in corte d'assise. La riforma prevede che, quando si procede per un delitto di competenza della corte d'assise per il quale la legge non prevede la pena dell'ergastolo, il giudice dell'udienza preliminare, dopo avere disposto il rito abbreviato, trasmette gli atti alla corte d'assise competente; la disposizione comporta che il giudizio abbreviato per i più gravi reati di competenza della corte di assise si svolga davanti a quest'ultima - e dunque alla presenza dei giudici popolari - e non davanti al giudice dell'udienza preliminare.
Infine, la proposta di legge interviene sul codice penale. Inserendo un ultimo comma all'art. 69 del codice penale, la riforma prevede che nei delitti contro la persona, quando siano applicabili le aggravanti dell'aver agito per motivi abbietti o futili o dell'avere adoperato sevizie o dell'avere agito con crudeltà verso le persone, eventuali circostanze attenuanti che dovessero concorrere non possano essere ritenute equivalenti o prevalenti. La pena dovrà dunque essere calcolata dapprima applicando le suddette aggravanti e solo poi potrà essere diminuita, calcolando la diminuzione sulla pena risultante dall'aumento conseguente alle aggravanti.

"In qualità di portavoce dell’associazione “Noi per la famiglia” - si legge in una nota di Carola Profeta, referente provinciale di Fratelli d'Italia Alleanza nazionale - ho potuto constatare personalmente la legittima soddisfazione da parte di Fabiola Bacci e Jonathan Sterlecchini, familiari di Jennifer, vittima del barbaro omicidio commesso a Pescara il 2 dicembre 2016, i quali hanno con me assistito al dibattito in aula dagli spalti della tribuna dell’aula di Monte Citorio. L’approvazione del testo, che transiterà al Senato per la definitiva approvazione in legge di riforma, rappresenta il primo tangibile risultato dell’iniziativa, tutt’ora in corso, per la raccolta popolare delle firme utile ad inoltrare la petizione ai due rami del parlamento proprio per la modifica del giudizio abbreviato, per i familiari della povera Jennifer, sostenuti dall’associazione che rappresento. Io personalmente, in linea con il partito, ho sempre sostenuto che la certezza della pena sia uno dei pilastri fondamentali in uno Stato di diritto. Ci sono due ordini di motivi per cui ho appoggiato convintamente questa petizione: in primis perché ritengo che sia utile all’assassino scontare la propria pena fino alla fine perché è solo in questo modo che può (forse) comprendere il male che ha provocato con il suo gesto ed in secondo luogo perché non si può condannare ad un vero e proprio ergastolo di dolore e sofferenza la famiglia della vittima (o nel caso di stupro la vittima stessa), che si è vista prima privata della perdita del proprio caro (o della propria identità e dignità) e poi vedere che ingiustizia è fatta. Avremmo auspicato la maggioranza assoluta, è dispiaciuto vedere che alcune forze politiche hanno posto dei veti inspiegabili. C’è chi ha parlato del rito abbreviato come di un procedimento per avere più certezza della pena, perché è più facile condannare un reo confesso in cambio di uno sconto di pena, sembrerebbe quasi una trattativa STATO-CRIMINE, o chi ha incomprensibilmente parlato di eccessiva “scia emotiva” della Lega, dopo aver incontrato una delegazione delle vittime, come se le leggi in parlamento non si facessero per la tutela dei cittadini, ma dei “marziani”. Questa vittoria è dedicata a Jennifer, a Monia, a Ester , a Letizia e a Laura, le vittime che quest’anno l’Abruzzo piange! Tranne l’assassinio di Ester (poiché si è suicidato), tutti gli altri hanno chiesto e ottenuto il rito abbreviato, dopo che non hanno avuto nessuna pietà per i corpi delle donne che avevano davanti. E se quei corpi non fossero stati “femminili” non avrebbero mai potuto infierire così barbaramente su di loro. Questo non lo dobbiamo mai scordare. Questo non lo deve mai scordare chi dovrà decidere la giusta pena per questi assassini".

Pubblicato in Politica

Vasto. Questa mattina il sindaco di Vasto Francesco Menna, l’assessore al commercio Carlo Della Penna, la consigliera Maria Molino e Simone Lembo presidente provinciale di Confesercenti hanno illustrato il regolamento disciplinante l’installazione dei dehors, le aree all’aperto a servizio di attività commerciali e strutture turistico-ricettive. L’obiettivo è quello di migliorare la qualità dei servizi offerti dalle attività commerciali e turistico ricettive attraverso l’adeguamento dimensionale e funzionale degli spazi utilizzati per la somministrazione e l’intrattenimento della clientela, assicurando al contempo, il corretto assetto urbanistico ed edilizio del territorio nel rispetto dei principi di sicurezza e di qualificazione dell’ambiente urbano.
“Importante strumento . - ha detto il sindaco Menna- per la città concertato con la Soprintendenza ai Beni Architettonici. Invito tutti i proprietari di attività commerciali che hanno già idehors a rivolgersi ai nostri uffici per ogni tipo di chiarimento. Questa regolamentazione ci aiuta a mettere tutti sullo stesso pianocon uguali diritti e doveri”.
“La firma del protocollo d’intesa con la Soprintendenza - ha aggiunto Maria Molino- significa snellire le procedure. Sono stati stabiliti determinati criteri a cui bisogna attenersi: l’ampiezza non superiore a 50 metri quadrati, rispettare il fronte dell’esercizio e si può sconfinare solo con il consenso dei confinanti. Nei mesi più freddi è possibile realizzare dei dehors chiusi, che danno la possibilità ai commercianti di avere più opportunità. Nei mesi estivi vanno smontati.
“Un regolamento- ha spiegato l’assessore con delega allo Sviluppo CommercialeCarlo Della Penna, che permetterà di ampliare l’offerta turistica. Guardiamo con favore questa novità”.
Per richiedere l'installazione dei dehorsaperti è sufficiente la richiesta in Municipio, per le struttureparzialmente chiuse e chiuseè necessario presentare la richiesta allo Sportello unico per le attività produttive e sarà necessario ottenere la preventiva autorizzazione di occupazione di suolo pubblico .
L'area occupata daidehors,installati su suolo pubblico,non dovrà interferire con le fermate di mezzi pubblici né con reti tecniche o con elementi di servizio che possano risultare limitati. Dovrà essere sempre garantita una fascia libera minima di m 3,00, lungo tutto il perimetro libero della struttura, fatta eccezione per i lati adiacenti ai marciapiedi e quelli in continuità con altre strutture (per le quali resta il limite di mt. 2,00).Le strutture dovranno essere realizzate in conformità alla normativa sulle barriere architettoniche e dovranno risultare accessibili ai soggetti diversamente abili.
Marco Marra in qualità di presidente della Commissione Assetto del Territorio ha espresso grande soddisfazione per l’approvazione del regolamento che disciplina l’installazione dei dehors a Vasto. “E’ il primo regolamento del genere in Abruzzo, -ha dichiarato il consigliere Marra- concertato con la Soprintendenza ai BeniArchitettonici. Nella fase di redazione è stata mia premura ascoltare anche le associazioni di categoria”.
“Regole chiare e trasparenti - ha detto Simone LemboDirettore provinciale di Confesercenti -che eviteranno la concorrenza sleale”.

Pubblicato in Cronaca

Chieti. L’Assessore alle Politiche Sociali, Emilia De Matteo, rende noto che da domani, venerdì 1 dicembre 2017, è possibile presentare domanda di accesso al Reddito di inclusione 2018, nuova misura di lotta alla povertà introdotta dal decreto legislativo 15 settembre 2017, n. 147, emanato in attuazione della legge-delega 15 marzo 2017 con decorrenza dal 1 gennaio 2018.
Il Re.I. è erogato dall’INPS mediante l’utilizzo di una carta di pagamento elettronica denominata Carta Re.I, previa presentazione della domanda e della dichiarazione sostitutiva unica dalla quale evincere la situazione economica di bisogno.
Il Reddito di Inclusione viene riconosciuto ai nuclei familiari che, al momento della presentazione della richiesta e per tutta la durata dell’erogazione del beneficio, siano in possesso congiuntamente di specifici requisiti afferenti la residenza e il soggiorno, la composizione del nucleo familiare nonché di ulteriori requisiti concernenti la condizione economica del nucleo familiare del richiedente.
REQUISITI FAMILIARI
- presenza di un componente di età minore di 18 anni;
- presenza di persona con disabilità e di almeno un suo tutore;
- presenza di una donna in stato di gravidanza
- presenza di almeno un lavoratore di età pari o superiore a 55 anni in stato di disoccupazione per licenziamento, dimissioni per giusta causa o risoluzione consensuale nell’ambito della procedura di cui all’art. 7 della legge 15 luglio 1966 n. 604 e abbia cessato da almeno tre mesi di beneficiare dell’intera prestazione di disoccupazione.
REQUISITI ECONOMICI
Il nucleo familiare deve essere, per l’intera durata del beneficio e congiuntamente in possesso dei seguenti requisiti:
- valore dell’ISE non superiore a 6.000 euro;
- valore dell’ISRE non superiore a 3.000 euro;
- valore del patrimonio immobiliare, diverso dalla casa di abitazione, non superiore a 20.000 euro.
Il modulo per la presentazione delle domande, scaricabile dal sito dell’INPS, è disponibile anche presso gli sportelli di Segretariato Sociale del Comune di Chieti in viale Amendola – palazzo ex Inps – da lunedì a venerdì dalle 9.30 alle 12.00 (martedì e giovedì anche dalle 15.30 alle 17.00) e presso la delegazione comunale di piazza Carafa il mercoledì dalle 9.30 alle 12.00 e il giovedì anche dalle 15.30 alle 17.00.

Pubblicato in Politica

Pescara. Quinta partita in dieci giorni. Dopo l’intenso ciclo della scorsa settimana in Uefa Futsal Cup e l’appuntamento di Cassano per la Coppa della Divisione, il Pescaratorna subito in campo. Il calendario non concede soste e i biancazzurri di mister Mario Patriarca sono attesi ad una nuova sfida, domani alle ore 20:30, quando di scena in un PalaRigopiano ancora tristemente a porte chiuse ci sarà il big match di giornata in Serie A contro l’AcquaeSapone.
Gianfranco Marangi di Brindisi e Giovanni Zannoladi Ostia Lido sono gli arbitri designati per la contesa che si potrà seguire in diretta streaming sul canale YouTube del nostro club (al crono ci sarà il sig. Lorenzo Di Guilmi di Vasto).
Intanto, Giacomo Azzoni, Sergio Romano e Marco Ercolessi figurano tra i 16 convocati dal c.t. Roberto Menichelli per il doppio testcontro l’Ucraina, in programma a Kharkhiv il 5 e 6 dicembre prossimi. Il gruppo azzurro si radunerà la mattina di domenica 3 dicembre a Roma, da dove partirà alla volta di Kharkhiv via Kiev. Il programma prevede due sessioni di allenamento nella giornata di lunedì e una rifinitura il martedì mattina, giorno del primo incontro in calendario al Palace of Sport Lokomotiv (ore 17 locali-CET +2). Mercoledì 6 alle 18.30 locali, il secondo e ultimo test. La squadra farà rientro in Italia nel pomeriggio di giovedì 7 dicembre.
Infine, La società Asd Pescara saluta Diego Burato e Giuseppe Mentasti, arrivati nel club biancazzurro durante la scorsa sessione estiva di mercato. Ringraziando entrambi per la professionalità dimostrata in questi mesi, la società augura ai due giocatori le migliori fortune per il prosieguo delle rispettive carriere.

Pubblicato in Sport
Giovedì, 30 Novembre 2017 00:00

Il Chieti e Fanelli ai saluti

Chieti. Il Chieti F.C. 1922 comunica di aver interrotto il rapporto con il calciatore Simone Fanelli. La società ringrazia Fanelli per l’impegno profuso con la maglia neroverde in questi pochi mesi di militanza ed augura allo stesso le migliori fortune professionali.

Pubblicato in Sport

Pescara. A partire da domani, venerdì 1° dicembre, sarà possibile richiedere il Reddito di Inclusione. Potranno farlo i cittadini, in possesso dei requisiti di accesso previsti, inoltrando il modulo di domanda al Protocollo Generale del Comune che svolge un ruolo chiave per la recezione e valutazione delle domande. Stamane la presentazione da parte del sindaco Marco Alessandrini, dell’assessore alle Politiche Sociali Antonella Allegrino, con il dirigente e la funzionaria del Settore Politiche Sociali Marco Molisani e Roberta Pellegrino.

“Il Reddito d’inclusione non è una misura assistenzialistica – dice il sindaco Marco Alessandrini – ed è coerente con lo spirito dei tempi. All’aiuto che risorse economiche danno, fa seguito un percorso di reinserimento nel fronte lavorativo, che consente a chi la chiede di non restare nuovamente fuori dai circuiti del mercato. E’ dunque una misura governativa in cui il Comune di Pescara fa da facilitatore, è un passo importante verso la città coesa e solidale che vogliamo mettere in moto e consolidare”.

“Il Rei rappresenta una vera e propria rivoluzione nell’ambito delle azioni di contrasto alla povertà messe in campo dal governo nazionale, che ha stanziato 2 miliardi di euro – dice l’assessore alle Politiche Sociali Antonella Allegrino - E’una misura che consente di erogare un beneficio economico ma anche di attivare un progetto personalizzato e finalizzato al reinserimento sociale e lavorativo. La cabina di regia, chiamata a garantire un raccordo, è costituita dai servizi sociali del Comune che accoglieranno le domande, forniranno le informazioni necessarie e, allo stesso tempo dovranno coordinarsi e fare rete con l'Inps, il Centro per l’impiego, la Asl, la scuola e tutti quegli enti che sono collegati al progetto personalizzato. Saranno fondamentali per usufruire del beneficio alcune condizioni come, ad esempio, la scolarità dei minori e la ricerca del lavoro, che se non saranno rispettate potranno causare la riduzione o la decadenza del Rei. Non si tratta, infatti, di una misura assistenziale ma di un supporto economico legato alla disponibilità e alla volontà ad avviare un percorso di reinserimento. Per seguire meglio questa fase, saranno assunte, all’inizio dell’anno, due assistenti sociali con esperienza nell’ambito della presa in carico di persone che versano in condizioni di bisogno”.

“Le domande si possono fare da domani e il termine resta sempre aperto – così Roberta Pellegrino, funzionaria del Settore Sociale - bisogna avere la residenza in Italia da almeno due anni e rispondere ai requisiti richiesti. Si differenzia da altre misure come il SIA, il sostegno per l’inclusione attiva per diverse cose. Ci saranno molti più accessi rispetto al SIA, perché per il ReI il limite Isee è uguale o inferiore a 6.000 euro. Il Sia era per nuclei familiari, il ReI è anche per singoli. I beneficiari sono persone singole over 55 in stato di disoccupazione che non percepiscono indennità da tre mesi. Diversi sono gli importi: 187,50 euro al mese per singoli, 284 per due, 380 per nuclei di 3, 461 per 4 e per 5 o più 585 euro. Il beneficio viene erogato con carta elettronica prepagata e il beneficiario può prendere anche liquidi pari al 50 per cento di quanto accreditato, dunque c’è anche prelievo del contante da utilizzare per altre vicissitudini. Il Comune deve valutare l’istanza e inoltra le informazioni al casellario dell’assistenza perché potrà essere calcolata l’entità del contributo”.

SCHEDA TECNICA, COS’E’ IL ReI

Il Reddito di Inclusione (REI) è una misura di contrasto alla povertà e all’esclusione sociale introdotta, con decorrenza dal 1° gennaio 2018, dal decreto legislativo 15 settembre 2017, n. 147, emanato in attuazione della legge-delega 15 marzo 2017. Tale misura prevede un beneficio economico erogato attraverso l’attribuzione di una carta prepagata emessa da Poste Italiane SpA ed è subordinata alla valutazione della situazione economica e all’adesione ad un progetto personalizzato di attivazione e di inclusione sociale e lavorativa.

Il beneficio economico sarà erogato per un massimo di 18 mesi, dai quali saranno sottratte le eventuali mensilità di Sostegno per l’Inclusione Attiva (SIA) percepite. Il reddito di inclusione sociale è composto da due parti: un assegno mensile e un progetto personalizzato di reinserimento sociale e lavorativo. L’assegno mensile dipende dalla dimensione del nucleo familiare e dalla distanza del reddito familiare da una soglia di accesso. L’assegno verrà erogato per 18 mesi. E’ rinnovabile per non più di 12 mesi, ma tra la conclusione e l’inizio del Rei successivo dovranno passare almeno 6 mesi. La seconda componente del Rei è il progetto personalizzato per l’integrazione sociale e lavorativa. Il progetto ha lo scopo di portare il/i beneficiario/i a superare la situazione di difficoltà. Il progetto non riguarda solo la situazione lavorativa in senso stretto, ma può anche riguardare la ricerca di una casa, la somministrazione di cure mediche e l’educazione dei figli (ove presenti).

Del progetto si occuperanno i Servizi Sociali del Comune di Pescara, attraverso assistenti sociali dedicati al ReI. Se gli impegni presi non verranno rispettati, sono previste sanzioni che vanno dalla riduzione di un quarto del beneficio mensile fino alla totale decadenza dello stesso. L’ammontare dell’importo è correlato al numero dei componenti del nucleo familiare e tiene conto di eventuali trattamenti assistenziali e redditi in capo al nucleo stesso. In ogni caso, l’importo complessivo annuo non può superare quello dell’assegno sociale. Coloro che, alla data del 1° dicembre 2017, stanno ancora percependo il SIA potranno presentare domanda di ReI o decidere di presentarla al termine della percezione del SIA, senza che dalla scelta derivi alcun pregiudizio di carattere economico.
La domanda di accesso alla prestazione potrà essere presentata dal 1° dicembre 2017, presso il Protocollo Generale del Comune di pescara, utilizzando il modello di domanda. Al momento della presentazione della domanda e per tutta la durata del beneficio, il richiedente deve essere in possesso di un’attestazione ISEE in corso di validità.

Chi può ricevere il Rei?
Tutti i cittadini italiani e comunitari ma anche i cittadini extracomunitari con permesso di soggiorno e i titolari di protezione internazionale (ad esempio asilo politico). In tutti i casi dovranno essere residenti in Italia da almeno due anni al momento della presentazione della domanda. Dovranno essere poi rispettati dei requisiti familiari ed economici.
L’assegnazione del sussidio dipenderà infatti anche dall’ indicatore della situazione economica equivalente (ISEE) e dall’indice della situazione reddituale (cioè il reddito realmente a disposizione delle famiglie per far fronte alle spese di tutti i giorni). L’utilizzo di questo secondo criterio ha lo scopo di non escludere le famiglie che versano in stato di povertà ma che hanno la prima casa di proprietà. Purché non abbiano altri immobili che producano reddito. In particolare, l’indicatore ISEE deve essere pari o inferiore a 6000 euro e l’ISRE deve essere pari o inferiore a 3mila euro. Vi sono poi dei vincoli patrimoniali. Il patrimonio immobiliare, esclusa la casa di proprietà, non deve superare i 20mila euro. E il patrimonio mobiliare (conti correnti bancari o postali; certificati di depositi e credito, buoni fruttiferi e assimilati, azioni e obbligazioni) non deve superare i 10mila euro.

Come funziona il ReI:
A partire dal 01/12/2017, i cittadini, in possesso dei requisiti di accesso previsti, potranno inoltrare il modulo di domanda al Protocollo Generale del Comune .

La modulistica è reperibile:
On-line sul sito Istituzionale INPS (www.inps.it)
Presso gli Uffici delle Politiche Sociali del Comune di Pescara;
presso l’Ufficio Relazione Pubblico del Comune di Pescara;
presso sito Istituzionale del Comune di Pescara (www.comune.pescara.it - link Servizi al Cittadino – Politiche Sociali)

Per un supporto in termini di chiarimenti sarà possibile rivolgersi al Segretariato Sociale dal Lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 12.00 e presso la stanza n.8 degli Uffici delle Politiche Sociali il Lunedì, Mercoledì e Venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.00.
Tempistica:
Entro 15 giorni lavorativi dalla presentazione della domanda, il Servizio Sociale, con la collaborazione di assistenti sociali dedicati ad hoc al ReI, dopo aver verificato i requisiti di competenza del Comune (compresa comunicazione delle prestazioni sociali erogate da inserire nel Casellario dell’Assistenza), trasmetterà la richiesta all’INPS, che si impegnerà entro 5 giorni, a verificare ed accertare i requisiti relativi all’ISEE.

Pubblicato in Politica
Pagina 1 di 101

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione