Articoli filtrati per data: Giovedì, 11 Maggio 2017

Pescara. Presentata stamane l’iniziativa “Cultura e Legalità”, da i Grandi figli d’Abruzzo ai valori della legalità, incontro spettacolo che si terrà domani venerdì 12 maggio all’Auditorium Flaiano dalle ore 10,30 in poi, con l’attore Giorgio Pasotti, a cura dell’Assessorato alla Pubblica Istruzione, in collaborazione con Stefano Francioni Produzioni e l’Agiscuola Abruzzo. Alla conferenza parteciperanno il sindaco Marco Alessandrini, l’assessore alla Pubblica Istruzione Giacomo Cuzzi, il produttore Stefano Francioni, Daniela Puglisi di Agiscuola, il compositore Davide Cavuti, regista e autore delle musiche originali e lo stesso Giorgio Pasotti che ha presentato l’iniziativa, raccontandone la genesi.

“Domani ci sarà una splendida occasione per coniugare due aspetti quali cultura e legalità che vedo molto connessi fra di loro – il saluto del sindaco Marco Alessandrini – Accadrà davanti a spettatori d’eccezione, i ragazzi delle scuole pescaresi, da una parte attraverso il ricordo dei grandi figli d’Abruzzo e dall'altra ripercorrendo storie e valore di personaggi simbolo della legalità, come Falcone e Borsellino, ma anche come ben scrisse e chiarì Cesare Beccaria, attraverso la certezza di diritti e pene. Sarà una giornata indimenticabile di cui ringrazio tutti gli interpreti”.

“Mi aggiungo ai grazie innanzitutto a Giorgio Pasotti che con i ragazzi fa davvero un lavoro importante – aggiunge l’assessore alla Pubblica Istruzione Giacomo Cuzzi – Grazie anche a Davide Cavuti che è anche lui l’anima di questo spettacolo e a Stefano Francioni e all’Agi Scuola che da tempo lo hanno costruito perché divenisse un appuntamento così seguito e intenso. Lo è perché perché coniuga l'importanza della memoria al valore della cultura della legalità, ci racconta e offre ai ragazzi una rotta da seguire. La nostra punta dritto verso le scuole perché rappresentano il cuore della società di domani, ci piace dialogare con ragazzi e insegnanti, ma anche assicurare che siano luoghi sicuri, accoglienti e belli dove crescere. Su questo abbiamo investito molto e molto ancora investiremo, attraverso lavori di manutenzione e iniziative come quella che vivremo domani”.

“La collaborazione con Cavuti e Francioni è iniziata nell’aprile del 2016 – racconta Giorgio Pasotti - mi hanno proposto di iniziare un percorso per ripopolare i teatri di giovani, per rieducare il pubblico al teatro e abbiamo cominciato a studiare una formula che restituisse questa dimensione ai giovani. Le ultime generazioni vedono il teatro come une trappola mortale dove si soffre, un luogo che intristisce e annoia: io sono convinto del contrario e partendo dai grandi classici dimostro, in scena, come si può fare intrattenimento e trasformare la riscoperta delle proprie origini, dei figli d'Abruzzo, sotto forma di performance life, restituendo pubblico al teatro che è davvero una forma unica di espressione e promozione della cultura, come esperienza irripetibile rispetto alla sera precedente. Lo spettacolo Da Shakespeare a Pirandello ha avuto 65 repliche in scuole sparse per tutto il territorio nazionale. Un cammino che continuerà ancora dal prossimo anno, partendo dagli autori abruzzesi. Non è un caso che siamo arrivati allo spettacolo di domattina: il successo che stiamo avendo attraverso queste performance sinceramente non me lo aspettavo, ogni volta che il sipario si chiude raccolgo il consenso di platee che sono convinte di aver vissuto qualcosa di nuovo. Rieducare i nostri ragazzi al teatro significa farli andare avanti: il filo rosso che lega gli oltre 10.000 ragazzi incontrati da nord a sud è il sentirsi spersi, spaesati, hanno strumenti che dovrebbero aiutarli ad essere più consci della loro direzione, ma li ho trovati persi in una vastità di notizie che non indica loro la strada da seguire. Oggi c'è bisogno di dare risposte concrete, di meno chiacchiere per i nostri figli, hanno bisogno di chiarezza di intenti e noi abbiamo la responsabilità di trasmettere loro qualcosa che resti e che li aiuti a capire chi sono e come vivere”.

“La giornata è studiata in due parti – spiega il regista Davide Cavuti - Nella prima parte della giornata-spettacolo ci sarà un omaggio ai grandi Figli della Terra d’Abruzzo; scontri ed incomprensioni di una Gente forte, che, in fondo, sa poi comprendere, perdonare e dimenticare L’Abruzzo ha dato loro un angolo di terra, uno spicchio di cielo, una distesa di mare; ha donato il fruscio dei suoi uliveti, l’odore di una salsedine indimenticabile, la trasparenza di un’acqua verde solcata da variopinte “vele latine”, la spontaneità della sua gente semplice, ma devota; tutto questo traspare nelle opere di D’Annunzio, Tosti, Michetti, Flaiano, Silone, Cicognini e altri. Nella seconda parte dell’incontro-spettacolo ci sarà un focus sui valori della legalità, le storie dei migranti, le stragi di mafia, le guerre che continuano a colpire i bambini. Il leit-motiv sarà il messaggio della costruzione della solidarietà tra le istituzioni e i cittadini che non può prescindere dalla consapevolezza e dal coinvolgimento culturale dell’intera comunità Un momento molto toccante sarà l’omaggio ai grandi personaggi che hanno sacrificato la loro vita per la giustizia, da Peppino Impastato a Giovanni Falcone e Paolo Borsellino”.
“Parleremo di legalità attraverso un rapporto esegetico – conclude Marina Puglisi di Agi Scuola Abruzzo - una lettura che cercherà di sensibilizzare i ragazzi che vanno motivati e sensibilizzati e questo è il percorso fatto da Giorgio Pasotti in Abruzzo con i suoi spettacoli: fare una lezione non cattedratica ma capace di coinvolgere, divertire e far riflettere lasciando qualcosa a chi vi assiste”.

Pubblicato in Cultura e eventi

Chieti. “Invito formalmente la Asl di Chieti a non procedere alla richiesta avanzata dal Presidente D’Alfonso e, quindi, a non consegnare nessuna documentazione altrimenti si rischia di dare vita ad una forzatura normativa giuridica, amministrativa e tecnica senza precedenti, anzi invito la stessa Asl a rivolgersi alle Autorità competenti per le azioni di mobbing che continua a riceve da parte dell’Ente Regione. Tutto questo è inqualificabile oltre che inaccettabile”. Questo il commento del Presidente della Commissione vigilanza e consigliere regionale Mauro Febbo. Il Presidente D’Alfonso, con una propria missiva (in allegato) chiede ed avoca a se il procedimento del project financing ( sapendo di NON poterlo fare, così come già indicato dai suoi tecnici e legali oltre da quelli di Regione e ASL) intimando la Asl competente a rilasciare alla Regione immediatamente tutta la relativa documentazione calpestando di fatto sia gli organi competenti sia le civili e basilari regole della Costituzione. Da cosa è dovuta questa accelerazione? Quindi conosce già il parere NEGATIVO dei due tecnici bocconiano di recente nomina??? Conosce già il parere  NEGATIVO della Asl stessa??? Vergognoso e incommentabile - spiega Febbo –  è la situazione venutasi a creare intorno al progetto di Finanza presentato dalla Maltauro che non ha i "requisiti per andare avanti" ma  assistiamo ad un vero e proprio atteggiamento di mobbing oltre che di abuso  nei confronti degli organi della Asl. Ci troviamo di fronte ad un atto di forza da parte del Presidente della Regione Abruzzo accompagnato da uno strano e compiacente silenzio assenso sia della Giunta regionale sia del Partito Democratico  teatino. Oggi, prima ancora che la Asl si pronunci sulla dichiarazione di pubblico interesse dell’opera, assistiamo inesorabilmente all’ennesima missiva dalfonsiana dove la Regione in virtù dei poteri a questa spettante di programmazione, indirizzo e controllo decide di imperio di sollevare la Asl dalla propria competenza. Inoltre – continua Febbo –vorremmo conoscere dal Presidente D’Alfonso, come riportato nella lettera, di quale ‘condotta dilatoria, omissiva ed irrispettosa del dettato normativo’  è colpevole la Asl di Chieti visto che si sono svolti a decine e decine di riunioni con tecnici interni ed esterni, al fine di verificare se esistono gli elementi per definire la dichiarazione di pubblico interesse del Project financing. Procedimento che, come più volte sollevato e rimarcato dal Rup ing. Manci, spetta per Legge solo ed esclusivamente alla Asl competente. Pertanto – conclude  Febbo – invito il destinatario della lettera, il Direttore Generale Flacco, a non trasmettere nessuna copia conforme della relativa documentazione delle attività svolte visto che, ad oggi , è ancora a tutti gli effetti la Asl titolata a pronunciarsi su tutto il procedimento. Quindi invito la Asl a dichiarare nei termini previsti del 15 maggio, visto che abbiamo pagato due consulenti bocconiani, oltre lo studio legale che diede a maggio del 2016 il primo parere NEGATIVO, e chiarire se il project Maltauro corrisponde ai parametri del pubblico interesse o meno”.

Pubblicato in Politica

Bucchianico. Il Doogle colleziona tre sconfitte consecutive in campionato (nei due derby contro i Lions e Wolves e in trasferta con il Casalbordino) dopo la storica conquista della Coppa Abruzzo e complica il cammino verso i playoff.

 La squadra di Mister Zuccarini, già promossa in C2 grazie alla vittoria della coppa, vive un momento di calo fisico e mentale frutto anche di una lunga stagione che l’ha portata a giocare una serie di tante partite consecutive, in particolare negli ultimi mesi.

 A prescindere da come finirà il campionato sicuramente questa annata rimarrà indimenticabile per il Doogle che, nonostante la sua giovane vita (la società è nata appena un anno e mezzo fa), è riuscito a mettere in bacheca il suo primo trofeo e a fare il salto di categoria.

 Il derby con i Lions aveva un sapore tutto particolare, ma la partita è arrivata forse troppo vicina alla conquista della Coppa Abruzzo. Il Doogle ha probabilmente dunque risentito dei freschi festeggiamenti e non ha affrontato l’impegno con il giusto piglio, mentre i Lions hanno l’hanno interpretato con la voglia di vincere a tutti i costi. È stato dunque sbagliato l’atteggiamento mentale più che tecnico della squadra: sono arrivati infatti tanti errori dovuti alla scarsa concentrazione che hanno condizionato non poco il risultato finale. Nonostante tutto è arrivata una sconfitta di misura (4-3) contro un avversario che ha dato il massimo. Per il Doogle tris di De Sanctis.

 Contro i Wolves il Doogle ha mostrato qualche piccolo miglioramento dal punto di vista mentale, giocandosi il match seppur non al massimo livello. La squadra ha comunque pagato alcune assenze importanti dovute a motivi di varia ragione: non al completo dunque è arrivata un’altra sconfitta in un match sofferto. Dopo soli dieci minuti di gara già sotto di due reti, poi in particolare nel secondo tempo c’è stata la reazione, ma il risultato alla fine ha sorriso ai Wolves (3-1).
Per il Doogle in rete Rebecchino.

 A Casalbordino è stata tutta un’altra storia: si voleva fortemente fare risultato, ma purtroppo anche in questa occasione tante assenze importanti. Seppur con i giocatori contati, il Doogle ha fornito un’ottima prova: tutti quelli che finora avevano giocato pochissimo si sono fatti trovare pronti alla chiamata offrendo una prestazione maiuscola. Da segnalare che allo scadere i ragazzi di Mister Zuccarini erano avanti 7-6, poi nei due minuti di recupero hanno subito il sorpasso e perso per 8-7. In rete quattro volte De Sanctis, una a testa Milozzi, Santucci e D’Alessandro.

 Rimangono tre giornate al termine della fase regolare del campionato, ma il Doogle avrà realmente solo tre punti a disposizione da giocarsi sabato prossimo con la Libertas Stanazzo (nella penultima infatti impegno contro i Red Devils che non fa classifica e nell’ultima la squadra riposa). Si rischia dunque di poter rimanere fuori dai playoff, anche se sono in programma degli scontri diretti che potrebbero diventare determinanti per determinare la griglia degli spareggi promozione. Sarebbe un peccato non tagliare il traguardo dei playoff dopo una stagione vissuta al vertice. Questo caduta in classifica ci può comunque stare visto anche il calo della squadra, ma soprattutto il fatto che è venuto a mancare l’apporto di uomini importanti nelle ultime gare e dunque la rosa è stata decimata.

 Mister Zuccarini analizza così lo stato di forma della squadra: “Non sono rammaricato per questo momento negativo dei ragazzi che, per fortuna, è arrivato ora e non prima della finale di coppa. Voglio ricordare che comunque abbiamo raggiunto un traguardo storico vincendo il nostro primo trofeo e assicurandoci così la promozione in C2. Abbiamo detto la nostra anche in campionato a prescindere da come andrà a finire: è stata una stagione al di sopra delle aspettative. Sapevamo di aver costruito una squadra che avrebbe potuto competere per importanti obiettivi, non ci siamo mai nascosti, ma fra il competere e poi realmente vincere ce ne passa. C’è stato tanto lavoro per tenere unito e forte questo gruppo che poi alla fine ci ha ripagato alla grande”.

Pubblicato in Sport

Chieti. Si avvia al traguardo la felice stagione concertistica promossa dal Teatro Marrucino e la ArtEnsemble di Giuliano Mazzoccante. Sei gli appuntamenti ancora in programma, all’insegna, questa volta, della musica classica e dei giovanissimi.

SABATO 13 maggio alle 18 - ingresso 5 euro - si esibirà un quartetto d’archi (con pianoforte), formazione da molti ritenuta la più prestigiosa per la musica da camera. L’età media dei componenti è di 21 anni. A seguire, DOMENICA 14 stesso orario, spazio ad un “enfant prodige”, Giuseppe Gibboni, neanche maggiorenne ma già definito un vero fenomeno, astro nascente del violino italiano.

Il primo dei due concerti è stato adottato dal Lions Club di Chieti HOST. Elegante il programma: Quartetto n. 1 per pianoforte e archi in Sol minore K 478 di Mozart e il Quartetto per pianoforte e archi op. 60 n. 3 in Do minore di Brahms. Sul palco il giovane Quartetto Werther (fondato a Roma lo scorso anno) così chiamato in omaggio a Johannes Brahms, uno dei più grandi compositori tedeschi di opere cameristiche che aveva definito proprio Werther il suo ultimo quartetto con pianoforte. Questi i nomi dei musicisti: Antonino Fiumara (pianoforte), Misia Iannoni Sebastianini (violino), Martina Santarone (viola), Simone Chiominto (cello). Ognuno di loro ha alle spalle importanti esperienze cameristiche, nonché premi e riconoscimenti in concorsi nazionali ed internazionali. Non a caso seguono il Corso di Alto Perfezionamento nel Dipartimento di Musica da Camera, sotto la guida del prestigioso Trio di Parma - Enrico Bronzi, Alberto Miodini e Ivan Rabaglia - presso la storica Scuola di Musica di Fiesole.

DOMENICA invece riflettori puntati su Gibboni, classe 2001, allievo del X° anno al Conservatorio “G. Martucci” di Salerno. Nonostante la giovane età si è già esibito in prestigiosi teatri italiani ed ha partecipato a trasmissioni televisive importanti, da Canale 5 a TV 2000, alle tre reti della RAI. Proprio su Rai 1 è stato ospite di “Prodigi - La Musica è Vita“, realizzato in collaborazione con l’UNICEF, vincendo il Premio “Prodigio Italiano”. Ha inoltre inciso un Cd con la Warner Classics accompagnato dalla Nuova Orchestra da Camera “F. Busoni“ diretta dal M° M. Belli. Suona un violino Carlo Giuseppe Testore 1710 affidatogli della Fondazione Pro Canale di Milano.

Dopo la metà del mese, infine, sono attesi Tania Buccini e Alberto Ortolano, soprano e pianoforte: SABATO 20 alle 18. La serata si intitola Dal salotto al teatro e prevede musiche da Schuman a Mozart a Puccini. DOMENICA 21 sarà invece il turno de L’incontro Romantico con Maria Miele al violoncello e Marco Martuccio al pianoforte. L’ultimo fine settimana è invece dedicato a Cristoforo Pasquale e all’Italian percussion ensemble, SABATO 27, quando è atteso anche l’ospite d’onore, Claudio Santangelo, marimbista, percussionista e compositore, appartiene ad una famiglia di musicisti da ben quattro generazioni. Nel 2011 ha vinto il “Premio per le Arti”, competizione promossa dal Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca. Si chiude la stagione DOMENICA 28 maggio alle 18 con il Festival del pianoforte e la Grande Russia a cura di Maria Tsulimova.

Tutti i concerti nel foyer costano 5 euro, per info: 0871/330470 (biglietteria del teatro). E’ disponibile anche la pagina dell’associazione all’indirizzo: www.facebook.com/AssociazioneAE.

Pubblicato in Cultura e eventi

L’Aquila. Ha fatto tappa oggi a L’Aquila “A Scuola di Digitale con TIM”, l’iniziativa che avvicina gli insegnanti al mondo e agli strumenti digitali per offrire loro una visione d’insieme sulle innovative applicazioni tecnologiche che aggiungono valore e nuove opportunità alla didattica. Protagonisti di questo progetto itinerante gli Istituti di Istruzione Superiore “Leonardo da Vinci” e “Ottavio Colecchi”, dove i docenti sono stati avviati alla conoscenza dei nuovi mezzi per la didattica digitale.
“A Scuola di Digitale con TIM” è realizzato in collaborazione con il MIUR, ha una durata biennale e coinvolgerà progressivamente i docenti italiani di tutte le scuole di ogni ordine e grado.
L’iniziativa si sviluppa attraverso due distinti momenti. Nella prima fase, svolta direttamente in aula, vengono illustrate ai docenti le potenzialità del web, delle reti sociali, degli strumenti di condivisione digitale e il loro possibile utilizzo nella didattica. Inoltre durante l’incontro si introducono le basi del coding con l’obiettivo di avvicinare gli insegnanti al pensiero computazionale e al linguaggio informatico. Nella seconda fase invece, grazie al portale http://scuoladigitale.tim.it/, i docenti possono approfondire i temi trattati in aula, visionare contenuti video, infografiche e tutorial.
A Scuola di Digitale con TIM è parte delle attività di Corporate Shared Value di TIM che progetta e sviluppa interventi basati sulla creazione di valore condiviso con le comunità in cui il Gruppo TIM opera.
Il progetto è stato avviato lo scorso ottobre nel Lazio, regione pilota, dove circa 500 docenti hanno già aderito all’iniziativa, ed è ripartito quest’anno dalla Campania. Oltre a L’Aquila saranno coinvolte, nel corso di questo primo anno scolastico, altre città nelle nove Regioni interessate: Abruzzo, Calabria, Campania, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Piemonte, Puglia.

Pubblicato in Cultura e eventi

Chieti. La Pallacanestro Chieti rende noto comunica i prezzi relativi a gara 1 e gara 2 di playout tra Proger Chieti e Unieuro Forlì in programma al PalaTricalle per domenica 14 maggio alle ore 18.00 e per martedì 16 maggio alle ore 21.00.

PREZZI

Parterre
biglietto unico - € 20,00;

Tribuna
Intero - € 10,00
Ridotto - € 5,00 (11-16 anni e over 70);

Curva
biglietto unico - € 5,00;

Settore ospiti
biglietto unico - € 10,00.

Per acquistare i biglietti in prevendita sono attivi i seguenti punti vendita:
- Pasticceria "La Veronese", via Pescara, 554;
- Gran Caffè Vittoria, corso Marrucino, 89.

Pubblicato in Sport

Roseto degli Abruzzi. Questa mattina, giovedì 11 maggio, si è tenuta nella sala giunta del Comune, la conferenza stampa di presentazione dei progetti Por-Fesr (finanziato con i fondi dell’Unione europea) e il Pan, Piano di assetto naturalistico, relativi alla Riserva del Borsacchio.
Presenti il sindaco Sabatino Di Girolamo, il progettista Fabrizio de Gregoriis, Patrizio Schiazza e Benigno D’Orazio, rispettivamente presidente nazionale e reginale dell’associazione Ambiente e vita, i consiglieri comunali Simone Aloisi e Massimo Felicioni.

Il sindaco ha sottolineato che a distanza di meno di un anno dall’insediamento della propria am-ministrazione il Pan è stato presentato. “Ora si apre un confronto con la città, questa è la base della discussione”, ha detto Di Girolamo, “apriremo un forum con tutti i portatori di interesse, dalle associazioni ambientaliste agli operatori turistici, ai cittadini stessi, per andare a elaborare un piano che sia accettato e accolto da tutti. Ringrazio l’associazione Ambiente e vita, nelle persone di D’Orazio e Schiazza, che ci ha aiutato nell’opera di reperimento dei fondi europei per rientrare nei fondi Por-Fesr 2014-2020. Ringrazio di cuore l’architetto de Gregoriis per la competenza con cui ha realizzato il piano. Ringrazio, mi permette di farlo, la mia amministrazione. In campagna elettorale avevo detto che dare avvio alla Riserva era un obiettivo impellente, dopo anni di inerzia, e oggi, siamo qui”.

“L’amministrazione comunale di Roseto”, ha detto Patrizio Schiazza, “ha scelto di stare insieme alla Riserve di Penne, di Grotte di Luppe di Sante Marie, di Monte Salviano di Avezzano e Pietra secca di Carsoli. E’ un progetto che si chiama la Porta dei parchi, con un sistema reticolare di co-municazione turistica diffusa e Roseto è la porta a nord di questo sistema. E’ un insieme che ar-ricchiremo con una serie di interventi di misure comuni della portata di 92 mila euro che prevede-ranno, anche per il Comune di Roseto, che avrà la prima dotazione strumentale con una carta guida , un documentario, un corso per acquisire il brevetto Enac per pilotare droni, una mostra itinerante, un progetto di accoglienza turistica per le famiglie, l’acquisto di un drone per la Riserva e la preparazione di una persona che lo utilizzerà per studiare e monitorare l’ambiente”.

Il consigliere comunale con delega all’attrazione dei fondi europei, Massimo Felicioni ha sottoli-neato: “l’importanza del reperimento di questi primi finanziamenti per la Riserva del Borsacchio. E’ un inizio di un progetto che avrà grandi sviluppi per l’economia della città”.

“E’ un evento storico per Roseto. E’ la prima volta che la città ottiene fondi dalla Regione per un progetto ambientale e l’ente Comune non dovrà tirar fuori un euro”, ha sottolineato il consigliere Simone Aloisi, “Il progetto, per la città , è di 40 mila euro e diamo così il primo via per l’istituzione della riserva, con la creazione di un ufficio, la realizzazione di segnaletica per capire la reale dimensione della riserva, con la ripulitura della fontana dell’Accolle. Andremo a intervenire in maniera importante a quella zona della città. Rinrgrazio la struttura comunale e in particolare il dirigente Marco Scorrano, il geometra Lavalle, il segretario comunale Fabiola Candelori per l’appoggio costante che ci hanno dato”.

“Ritengo fondamentale ricordare”, ha concluso il progettista, architetto Fabrizio de Gregoriis, “che il Pan, in sostanza, definisce anche ciò che va oltre la riserva e quindi è stato individuato un collegamento ambientale di tutto il territorio di Roseto, dal fiume Tordino al fiume Vomano pas-sando per la riserva e quindi il torrente Borsacchio denominato via Verde. Ed è un messaggio che il Pan vuole lasciare al piano regolatore, nel futuro lo sviluppo sostenibile che oggi perseguono le aree protette ci si dovrà adeguare completamente in tutto il territorio”.

Pubblicato in Politica

Roseto degli Abruzzi. Il comitato nazionale per la conservazione del Fratino promuove, in tutta Italia, la Giornata nazionale del Fratino (Charadrius alexandrinus), specie protetta di migratore in forte decremento e in pericolo di estinzione a causa della difficoltà riproduttiva che incontra lungo le spiagge dove depone le uova.

L’iniziativa si terrà il 15 maggio e in Abruzzo, grazie alla collaborazione tra aree protette e Wwf, vedrà nella tre giorni 13-15 maggio un censimento all’interno della Riserva del Borsacchio e nell’Area marina protetta Torre del Cerrano.

Sabato 13 maggio è prevista una uscita con osservazione ornitologica nella Riserva naturale del Borsacchio con inizio alle 15,30, appuntamento Lido Bora Bora, in via Makarska a Roseto degli Abruzzi. Partecipano all’uscita; Adriano De Ascentiis, direttore Riserva Calanchi di Atri; Davide Ferretti, esperto birdwatcher; Marco Cirillo, esperto birdwatcher; Marco Cervellini, responsabile Area floristica Civitanova Marche; Alberto Zocchi, progetto Sic Borsacchio. Coordina l’uscita al Borsacchio Marco Borgatti, direttore del corso delle guide del Borsacchio.

Domenica 14 maggio in molte altre spiagge d’Abruzzo si svolgerà il censimento con i volontari coordinato dal Wwf a cui ci si può rivolgere per avere specifiche indicazioni, mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Lunedì 15 maggio alle 15,30, infine, è in programma un seminario dal titolo “Il progetto SalvaFratino - Incontro di approfondimento con l’Area marina protetta Torre del Cerrano”, nella saletta riunioni Torre Cerrano, strada statale 16 Adriatica, km431, Pineto.

Pubblicato in Cultura e eventi

Roseto degli Abruzzi. Le antiche vie di Roseto rivivono grazie alla manifestazione “Le fontane miracolose – roseto tra miti e realtà e antichi percorsi”, organizzata dall’associazione Chaikhana, con il patrocinio del Comune di Roseto degli Abruzzi e la collaborazione degli Amici del Sant’Antonio, associazione Vecchio borgo e Roseto cammina.

L’iniziativa si svolgerà in due giornate.
Sabato 13 maggio, alle 21, sul lungomare centrale, all’altezza del lido La lucciola, ci sarà una rievocazione storica e uno spettacolo di teatro dialettale con l’adattamento della novella “La fontana del santo”, della scrittrice Andreina Moretti. Presenterà la serata il giornalista Rai Umberto Braccili.

Domenica 14 maggio, alle 9, incontro in piazza Ponno (rotonda nord) dei vari gruppi di camminatori (Roseto, Pineto, Giulianova, Penne, Chieti, Atri, Cologna) e alle 9,30 partirà una camminata verso la “fonte miracolosa” dell’Accolle, accompagnati dalla musica degli Amici del Sant’Antonio. All’arrivo alla fonte ci sarà un buffet offerto dagli organizzatori e l’incontro con la comunità di Montepagano.
La manifestazione si svolgerà anche in caso di pioggia, con l’eventuale trasferimento del buffet al vicino residence Marechiaro (lungomare Trento).

Pubblicato in Cultura e eventi
Giovedì, 11 Maggio 2017 00:00

L'Agenzia Ice lancia "Alti pontenziali"

Roma. L’Agenzia ICE lancia ALTI POTENZIALI il nuovo strumento che il Ministero dello Sviluppo Economico ha voluto mettere a disposizione delle PMI italiane in possesso di determinati requisiti e finalizzato al potenziamento aziendale e alla crescita della performance sui mercati esteri.

Il programma è rivolto a 30 aziende appartenenti al comparto dei Beni di Consumo nei tre settori Moda, Persona, Casa e la cui selezione sarà completata entro la prima settimana di giugno.

Molte PMI italiane, infatti, pur in presenza di prodotti o di servizi competitivi a livello internazionale e di standard qualitativi elevati, non riescono a consolidare la loro posizione su mercati internazionali; ciò a causa di gap strutturali nell’organizzazione aziendale o di strategie di internazionalizzazione non coerenti rispetto agli obiettivi di business pianificati.

Questa prima edizione di Alti Potenziali sarà gestito dall’Agenzia ICE con un team di supporto e sviluppo aziendale di PricewaterhouseCoopers Advisory SpA, affiancato - in talune fasi - da esperti di Boston Consulting Group per la definizione e l’implementazione di un business plan rivolto ai principali mercati esteri di destinazione del prodotto Made in Italy,

Alle aziende, ammesse al programma in presenza di tutti i requisiti previsti dal bando e validati dalla commissione giudicatrice, è chiesto un contributo a titolo di compartecipazione ai costi del programma e di impegno nella sua realizzazione.

Fra i requisiti richiesti vi sono, a titolo di esempio, aver registrato negli ultimi tre anni un fatturato medio annuo fra i 50 e i 150 milioni di euro; avere una percentuale minima del 30% di fatturato export; esportare in almeno un mercato estero; il possesso di un sito internet in due lingue (italiano e una lingua straniera).

Il programma previsto da Alti potenziali è strutturato in due fasi: nella prima il team di esperti, in stretta collaborazione con L’Agenzia ICE condurrà uno studio dei mercati esteri e della loro recettività rispetto al prodotto aziendale cui farà seguito un affiancamento di singoli team operativi con specializzazione merceologica che opereranno all’interno dell’azienda al fine di costruire un piano export da realizzare nel mercato estero individuato.

Nella seconda fase, con il supporto degli Uffici esteri dell’Agenzia ICE, verrà data esecuzione al piano export aziendale con una partecipazione attiva dell’impresa in un’ottica di promozione e assestamento sul mercato di destinazione. Al termine della seconda fase si procederà ad una rilevazione dei benefici per le imprese partecipanti in termini del loro posizionamento sul mercato estero e della loro acquisizione di skill di promozione commerciale all’estero.

Per maggiori informazioni su requisiti e modalità di partecipazione visita la pagina dedicata al programma.

Pubblicato in Economia
Pagina 1 di 5

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione