Articoli filtrati per data: Sabato, 13 Maggio 2017

Chieti. Chieti, unitamente a Forlì, Mantova, Trento, Linz, Pilsen, Berlino e altre dieci città, sarà tappa di un singolare giro con biciclette elettriche che unirà Matera, capitale europea della cultura 2019 con Aarhus (Danimarca) insignita per il 2017 di questo prestigioso titolo.

Per… singolare coincidenza, Chieti verrà toccata domani, domenica 14, vale a dire nello stesso giorno in cui la nostra città sarà attraversata dal Giro d’Italia.
Due soli gli atleti, o meglio giovani ambasciatori, Rocco Perrone e Emanuele Sileo, che chiederanno alle associazioni, ai giovani, agli operatori culturali e ai rappresentanti delle istituzioni che incontreranno lungo il percorso cos’è la sostenibilità in cultura.

Tutto verrà poi raccontato con un diario di bordo su Facebook@matera 2019.
La scelta di Chieti è stata fatta da Rossella Tarantino, manager sviluppo e relazioni Matera-Basilicata 2019, che su invito del Comitato cittadino per la salvaguardia e il rilancio di Chieti il 19 marzo scorso ha partecipato al convegno: “Quale Chieti, la città tra passato e futuro”.
Rimasta felicemente colpita dagli incontri avuti in quella occasione, la dott.ssa Tarantino ha inserito anche Chieti nel percorso di un giro che creerà un filo ideale di unione tra i giovani che verranno incontrati.

L’appuntamento è quindi per domani, domenica 14 maggio, alle ore 18.30 alla Villa Comunale di Chieti per accogliere nella nostra città i due giovani ambasciatori di un nuovo progetto per la sostenibilità nella cultura!

Pubblicato in Cultura e eventi

Montesilvano. Giunge alla sua XV edizione il Premio Letterario nazionale Micol Cavicchia, intitolato alla ragazza di Montesilvano, scomparsa a soli 17 anni, nel 2002. Anche quest’anno, il Premio che si è svolto questa mattina nell’Aula Magna del Liceo Scientifico D’Ascanio, alla presenza della preside Natalina Ciacio, di Pietro Gabriele in rappresentanza del presidente della Provincia di Pescara, dell'assessore alle Politiche Giovanili, Deborah Comardi e dei genitori dei ragazzi prematuramente scomparsi, è stato affiancato dal concorso fotografico intitolato alla memoria di Raniero Landi, prematuramente scomparso sette anni fa. «Il premio Cavicchia – Landi - ha affermato l’assessore Comardi - è sempre un momento toccante, non solo per il ricordo di due splendidi ragazzi ma soprattutto per la bellezza che tanti giovani ogni anno sanno raccontare attraverso le immagini fotografiche e il linguaggio della poesia. La bellezza è speranza per il futuro, e questi ragazzi ci fanno ben sognare, grazie alla loro creatività».
Vincitore del premio letterario, Zoe Cieplinski (IE) con la poesia “E vaga il pensiero libero”, “per il tentativo riuscito di ricerca stilistica, per l’universalità del messaggio, per la dolcezza e la suggestione delle scelte formali”; al secondo posto “Fotografare la felicità” di Claudia Turella (1^D) “per il carattere positivo del messaggio espresso, che si pone, nella sua semplicità, come un monito alla gioia e alla ricerca della felicità”; terzo posto per “Senza Riparo” di Chiara Di Giandomenico (4^B) per aver proposto “uno dei temi più trattati della poesia, la solitudine, attraverso una costruzione simbolica di un certo effetto, fondata tutta sull’analogia con la pioggia”. Tre le menzioni speciali assegnate: la prima a Silvia D’Alonzo (3^I) con “La mano tremante”, una poesia dotata di “un carico espressivo di un certo rilievo, potenziato anche dal contrasto tra le prime tre immagini”, la seconda a Kristof Dispaldro (5^F) con “Ricordi d’Amore”, una poesia “romantica e malinconica, coinvolge per la capacità dell’autore di dare vita ad un ricordo, di farlo rinascere attraverso riferimenti sensoriali vivi e complessi, che consentono al lettore di rivivere insieme all’autore i momenti di un’esperienza intensa”; infine terza menzione speciale a Stefano Pastorino (1^F) con “Il mio luogo del cuore” la cui “disarmante semplicità e bellezza denotano un animo delicato e una grande attenzione per le forme umili ma pure dell’esistenza”. Il Premio Speciale della Giuria è stato assegnato alla poesia “Una vermiglia venatura” di Flavio Lenoci (3^E) per la sua enigmaticità e forza simbolica, per l’originalità e maestria con cui il suo autore ha voluto proporre un’immagine analogica che si fa emblema stesso del mistero”.
Per la sezione di fotografia intitolata a Raniero Landi, il primo premio è stato assegnato a Benedetta Dragone (1^ H). Secondo posto ex aequo a Chiara Facciolini e Caterina Domenicone (Classe 2^B) e Elenora Castelli e Alice Palestini (1^B).

Pubblicato in Cultura e eventi

Montesilvano. Prosegue senza sosta l’attività di contrasto alla prostituzione messa in atto dall’Amministrazione Maragno. Nei primi 4 mesi dell’anno, da gennaio ad aprile, la Polizia Locale ha elevato circa 12.700 euro di sanzioni nei confronti di clienti e prostitute.
La sanzione per chi infrange il divieto assoluto, su tutto il territorio di Montesilvano, per i conducenti e gli occupanti di mezzi di trasporto che percorrono strade in prossimità di abitazioni, luoghi pubblici o demaniali o aperti al pubblico, di contrattare, concordare prestazioni sessuali o trattenersi, anche solo per chiedere informazioni con soggetti che esercitano attività di meretricio su strada o che per l’atteggiamento, l’abbigliamento, o le modalità comportamentali, ne manifestino l’intenzione, ammonta a 450 euro. 309 invece la sanzione per le prostitute.
«Grazie al progetto “Antidegrado sicurezza urbana” - afferma il sindaco Francesco Maragno - con cui abbiamo introdotto il terzo turno per gli operatori della Polizia Locale non soltanto nei mesi estivi, ma per tutto l’anno, proprio dal mese di aprile, abbiamo intensificato significativamente i controlli, proprio in materia di antiprostituzione. Questo ci ha permesso di incrementare le sanzioni, potenziando quindi l’azione deterrente nei confronti di chi, purtroppo, incentiva il fenomeno della prostituzione». Nel solo mese di aprile infatti sono ben 31 le multe tra clienti e prostitute.
«Quest’attività - dice ancora il sindaco – è affiancata dal prezioso apporto delle altre forze dell’Ordine, oltre che dall’azione della Comunità Giovanni XXIII, con la quale collaboriamo da ben 3 anni. Anche per il 2017 infatti abbiamo sottoscritto la convenzione con l’associazione che si occupa di aiutare le ragazze sfruttate dalla prostituzione a fuggire da questa terribile schiavitù. I volontari escono settimanalmente, fornendo un momento di conforto alle ragazze, aiutandole a trovare il coraggio per allontanarsi da quel mondo».

Pubblicato in Cronaca

Roseto degli Abruzzi. Presentato questa mattina, nella sala giunta del Comune di Roseto, il Cerrano family festival summer, sotto il cui nome si raccolgono tutte le iniziative delle amministrazioni di Roseto, Atri e Pineto, in occasione dell’Open day della Regione Abruzzo, in programma dal 27 maggio al 4 giugno con la collaborazione della Dmc Riviera dei Borghi Acquaviva.
Cultura, sport e gioco per richiamare il pubblico nelle tre località vicine con manifestazioni che spaziano dal teatro al pattinaggio artistico, dalla cucina tipica alla presentazione dell’ultimo lavoro multimediale di Roberto Vecchioni – intervistato dal regista Pino Strabioli, dallo spinning all’aperto alla Giornata nell’area marina protetta Torre del Cerrano.

“L’Open day è una iniziativa di grande richiamo”, ha detto il sindaco di Roseto, Sabatino Di Girolamo, “ma per noi ha una valenza particolare soprattutto perché va nella direzione della destagionalizzazione. Io insisto molto su questa brutta parola che però è bellissima nel suo significato: portare turismo in città anche fuori dallo stretto periodo balneare. E’ ciò di cui abbiamo bisogno. Ne ha bisogno la città, ne hanno bisogno, soprattutto, gli operatori turistici tutti. Sono particolarmente soddisfatto del lavoro svolto dal consigliere Marco Angelini, delegato allo Sport, che ha coordinato tutte le manifestazioni e sono molto contento di questa collaborazione stretta, e ripetuta, con le città vicine: Atri e Pineto e i loro sindaci, Gabriele Astolfi e Robert Verrocchio. Ringrazio l’Ara (Associazione Roseto albergatori) e Jakimayo”.

“Cerrano family festival summer è alla seconda edizione”, spiega il consigliere comunale Marco Angelini, delegato allo Sport del Comune di Roseto, “dopo la versione invernale con la quale abbiamo rianimato il centro cittadino, questa volta andiamo a impegnarci nel campo sportivo. La nostra città ospiterà una gara nazionale di pattinaggio artistico, proprio nel week end iniziale del 27 e 28 maggio. Inoltre, sul lungomare centrale, avremo degli stand della Cia, la Confederazione italiana degli agricoltori, con prodotti tipici del territorio. Ci è sembrato giusto dare una vetrina ai nostri produttori, fortemente provati dal maltempo del gennaio scorso. E poi ancora scuola di mountan bike, spinning all’aperto, e un raduno nazionale di camminata sportiva”.

"L'Open Day sarà una bellissima iniziativa che caratterizzerà ulteriormente l'offerta turistica della nostra città". Queste le parole del sindaco di Pineto Robert Verrocchio, intervenuto alla conferenza stampa. “Voglio ringraziare la Regione Abruzzo e la Dmc Borghi degli Acquaviva per aver creduto in questo progetto, che sta facendo emergere le grandi capacità attrattive delle Terre del Cerrano. Progetto ancora più importante perché arriva dopo un inverno che ha messo in seria difficoltà l'immagine turistica dell'Abruzzo”.
Numerose le iniziative che si svolgeranno a Pineto. Su tutte, la fiera del Cicloturismo, che il 2 giugno richiamerà da tutta Italia operatore e appassionato delle due ruote. Sempre in tema di bicicletta, si svolgerà anche la consegna delle bandiere gialle di Comuni Ciclabili. Inoltre, il 2, 3 e 4 giugno si terrà Pineto e il brodetto alla pinetese, con la presentazione del piatto tipico cittadino in tutti i ristoranti della città. Dal 2 giugno apertura quotidiana del Park Adventure del Cerrano. “Pensiamo che la nostra offerta sia ritagliata a misura di famiglia, inoltre stiamo continuando ad investire con forza nel cicloturismo, perché riteniamo che sia strategico per Pineto”, ha concluso il sindaco Verrocchio.

“L’Abruzzo Open Day Summer 2017 rappresenta una grande occasione di promozione culturale per il nostro territorio”, commenta l’assessore alla Cultura del Comune di Atri, Domenico Felicione, “tanti gli appuntamenti in programma nella città ducale realizzati grazie alla collaborazione con l’associazione Abruzzo Ontario. Tra le iniziative – che prevedono numerosi tornei di calcio, minibasket, minivolley e altre discipline nell’ambito dell’Atri Cup – il 2 giugno lo spettacolo, Sogno di una notte di mezza estate, messo in scena dagli allievi dell’Iis A. Zoli di Atri che hanno frequentato i laboratori di recitazione. Tanto spazio sarà riservato allo sport con la gara di basket in carrozzina tra la Nazionale italiana e l’Italia under 22 in programma il 2 giugno, la gara podistica nazionale La corsa di Miguel fissata per il 3 giugno alle 17 e, nella stessa giornata, ma alle 19, l’incontro con il campione mondiale di atletica Gianmarco Tamberi. Il 4 giugno alle 14, infine, gara nazionale di danza sportiva e alle 21 il talk show condotto dal regista e attore Pino Strabioli in piazza Duomo con Roberto Vecchioni. Come accaduto per l’Open Day Winter si tratta di una esperienza importante per collaborare e progettare in maniera condivisa iniziative significative per la valorizzazione economica, turistica e culturale dei Comuni interessati. Ringrazio sentitamente la Dmc La Rivera dei Borghi d’Aquaviva e quanti hanno collaborato all’organizzazione di questo progetto”.

“Siamo lieti che i Comuni di Roseto, Atri e Pineto abbiano voluto replicare la straordinaria esperienza del Cerrano Family Festival”, conclude il presidente della Dmc Riviera dei Borghi Acquaviva, Gino Aretusi, presente con Mario Narcisi, “un esempio di grande collaborazione e visione strategica volta a definire il carattere distintivo della nostra destinazione turistica. Siamo certi che questo rappresenta un punto di partenza importante per la creazione di un’attrattivitá family dei nostri Comuni”.

Pubblicato in Cultura e eventi

Roseto degli Abruzzi. Grande partecipazione questa mattina, nella sala consiliare del Comune di Roseto, per il convegno “Siamo quel che mangiamo – Prevenire le malattie con una corretta alimentazione”. Erano presenti il sindaco della città, Sabatino Di Girolamo; Teresa Ginoble, presidente del Consiglio comunale; l’assessore alle Politiche sociali, Luciana Di Bartolomeo; il vicesindaco Simone Tacchetti, l’assessore al Bilancio, Antonio Frattari, la consigliera comunale Emanuela Ferretti, con i colle-ghi Simone Aloisi, Marco Angelini, Salvatore Celestino, Massimo Felicioni, la vicepresidente della Commissione pari opportunità, Giorgiana Camplese.

“La Asl di Teramo si raccorda con il territorio e con semplicità avvicina le donne e chiede loro di fare prevenzione”, ha detto il sindaco Sabatino Di Girolamo, “E’ chiaro che non sfugge l’importanza di una iniziativa del genere ed è fondamentale che la prevenzione si diffonda sempre più. Sono quindi molto felice di questa iniziativa per la quale ringrazio in particolar modo il dottor Capone e in generale la Asl di Teramo, rappresentata dal direttore sanitario, Maria Mattucci, l’Airc e la sua presidente Maria Franca De Cecco, l’assessore Di Bartolomeo, Assorose e tutti quelli che hanno collaborato alla perfetta riuscita di questa giornata”.
“Sono particolarmente soddisfatta di vedere una rappresentanza di giovani”, ha detto la presidente del Consiglio comunale Teresa Ginoble, “grazie alle presidi dei nostri istituti superiori, Sabrina del Gaone ed Elisabetta Di Gregorio, e alla Commissione pari opportunità del nostro Comune. Questo progetto dovrà andare avanti. Siamo in tanti a lavorare e dipende da noi riuscire a mantenere alta l’attenzione su questi problemi”.

In occasione del convegno, per la prima volta in una città che non fosse il capoluogo provinciale, il camper mobile per lo screening della mammella ha stazionato in piazza della Repubblica. Sono state sottoposte a esami mammografici 45 donne. Inoltre, in coincidenza con la giornata delle A-zalee della ricerca dell’Airc anche a Roseto, oggi e domani, è programmata la vendita delle azalee; con un contributo di 15 euro si può un regalo speciale per la Festa della mamma e un gesto concreto a sostegno dei progetti di ricerca sui tumori femminili.

Al convegno hanno partecipato: Vincenzo De Laurenzi, del Dipartimento di Scienze mediche, orali e biotecnologiche dell'università D'Annunzio di Chieti Pescara, ricercatore Airc; Giovanni Cianci del reparto di Oncologia dell’ospedale di Teramo; Fabrizio Capone, responsabile Radiologia dell'ospedale di Atri e dello screening alla mammella Asl Teramo; Maria Mattucci, direttore sanitario Asl Teramo.

Vincenzo De Laurenzi ha sottolineato l’importanza dell’alimentazione e soprattutto degli stili di vita, sottolineando come “la dieta deve cambiare nel corso della vita, una serie di alimenti, come per esempio le carni rosse, sono fondamentali nella crescita ma per gli adulti, e in particolare per gli anziani, devono essere assunte con moderazione. Su tutto, però, è bene capire la qualità dei cibi che ingeriamo, di cosa sono fatti”.

Giovanni Cianci ha rimarcato i problemi della dieta dei malati oncologici: “Non dobbiamo pensare che chi ha avuto un tumore non debba mangiare quasi nulla, smettere di assumere proteine ali-mentari e mangiare solo verdure riducendo drasticamente il cibo. Diverso il discorso di un paziente in chemioterapia. Fondamentalmente, la nostra dieta mediterranea va bene se fatta con intelli-genza”.

Fabrizio Capone, organizzatore del convegno, rivolgendosi ai numerosi giovani presenti ha sotto-lineato, tra l’altro, che non ci sono cibi vietati e che anche l’alcol può essere assunto, con modera-zione, alle età consentite. “Guardate l’etichetta, guardate in quali quantità ci sono certi elementi, come l’olio di palma. Fondamentalmente, però, i prodotti delle piccole aziende sono più sicuri. Chi si aspettava che qui ci fosse il proibizionismo”, ha detto ancora Capone, “ha sbagliato sala. Uscite la sera, divertitevi, bevete ma con moderazione, mangiate sano, per fortuna qui in Abruzzo, e a Roseto in particolare, lo potete fare con facilità”.

Pubblicato in Cronaca

Francavilla al Mare. Buona la prima! La prima giornata della quarta edizionevdi Francavilla Fiori e Fragole ha già fatto registrare un boom di presenze. Si replica domani, 14 maggio, dalle 9 alle 22 su via Tosti, lungomare sud.
Protagonisti indiscussi, i fiori e le fragole locali, celebrati insieme con un ricco programma di appuntamenti ideati per “Francavilla fiori e fragole”.

Ci sarà spazio, come di consueto, per la grande mostra mercato dedicata non solo al florovivaismo, ai macchinari agricoli e alle fragole, ma anche all'artigianato e ai prodotti tipici della buona tavola. Non mancheranno momenti di degustazione con un'area riservata allo street food e attività di animazione per i più piccoli con il baby bike park e spettacoli dal vivo. E ancora, concerti, trekking urbano, tour in bibicletta, percorsi culturali volti alla scoperta del patrimonio artistico della città e un'originale picnic sulla spiaggia con le specialità gastronomiche del territorio.

Pubblicato in Cultura e eventi

Ortona. Anche quest'anno, il 28 maggio, si terrà ad Ortona il raduno dei pescatori in apnea provenienti non soltanto dall'Abruzzo ma anche dalle altre regioni d'Italia, raduno giunto alla sua seconda edizione, organizzato dal gruppo "Pesca subacquea Abruzzo" e "Aspromare ASD".
L'evento sarà come sempre dedicato ad una giornata dai fini solidali in memoria di Matteo Santucci, il giovane spoltorese, pescatore subacqueo, scomparso nel corso di un incidente motociclistico, e fondatore del gruppo facebook “Pesca Subacquea Abruzzo”.
Ed anche quest'anno, l'intero pescato dei partecipanti sportivi sarà devoluto in beneficenza, unitamente al ricavato proveniente dalla raccolta fondi, destinando il tutto ai bambini che non hanno la fortuna di avere una famiglia propria. E sarà presente la FIPSAS per dare l'opportunità di pescare dal molo ai bambini presenti affinchè possano avvicinarsi sempre più alle attività di pesca grazie alla conoscenza.
La giornata avrà inizio, ancora una volta, da Ortona, dove converranno tutti gli equipaggi ed i pescatori, con scivolo di alaggio a disposizione, per raggiungere liberamente i loro spot di pesca. La Lega Navale ospiterà il raduno, il pranzo e la raccolta fondi oltre a tutte le restanti attività previste.
Ci auguriamo che anche quest'anno l'evento, benefico e sportivo al tempo stesso, possa avere un grande riscontro in termini di partecipazione, in modo da raggiungere gli obiettivi solidali prefissati.

La quota di iscrizione per soci e tesserati è di € 20,00 (anche per coloro che parteciperanno con la famiglia alla raccolta fondi si prevede un contributo minimo che sarà rendicontato ai sensi di Legge) e comprenderà il pranzo e l'assegnazione dei premi a sorteggio.

Il memorial, oltre che rappresentare un'occasione importante per fare del bene a chi ne ha bisogno, rappresenta anche un bel momento di aggregazione sociale e di convivialità offrendo, appunto, ai suoi partecipanti la possibilità di stare insieme, regalandosi un momento di attività sportiva ma soprattutto di fratellanza e di condivisione, in una fase storica, socialmente ed economicamente, difficile per tutti.

Un ulteriore incentivo sarà offerto dagli sponsor che stanno già aderendo alla manifestazione i quali consentiranno la distribuzione di ricchi premi e gadget, ad estrazione, fino ad esaurimento.

Ricordiamo che questa importante evento sportivo e solidale è organizzato in collaborazione con il circolo A.S.P.R.O. MARE, una associazione sportiva e culturale che ha la sua sede operativa a Silvi (TE), nata dall'iniziativa di un gruppo di appassionati di attività marine nel 2007.
L'associazione non ha connotazioni politiche e non opera a fini di lucro: la sua finalità è, appunto, quella, innanzitutto, di promuovere lo sviluppo e la diffusione delle attività, agonistiche e ricreative, strettamente legate al mare e alla pesca sportiva.
Le adesioni all'Associazione sono aperte a tutti i simpatizzanti della pesca subacquea in apnea, della pesca sportiva e degli sport nautici in generale.

Per ulteriori dettagli di questa attività, come delle altre, vi rimandiamo al sito ufficiale di Aspromare: www.aspromare.it.

Pubblicato in Sport

Fossacesia. "La situazione della strada Provinciale Lanciano/Fossacesia è ormai insostenibile – dichiara il Sindaco di Fossacesia Enrico Di Giuseppantonio – ed è per questo che, insieme ai Sindaci di Mozzagrogna, Tommaso Schips, Santa Maria Imbaro, Maria Giulia Di Nunzio ed al presidente della Provincia di Chieti, Mario Pupillo, che parteciperà anche in veste di Sindaco di Lanciano, abbiamo deciso di sederci intorno ad un tavolo, per cercare di trovare insieme una soluzione”. E’ stata convocata dal Sindaco di Fossacesia, Enrico Di Giuseppantonio, una riunione per il prossimo mercoledì 17 Maggio alle ore 12.00 presso la Sala Consigliare del Comune di Fossacesia durante la quale si cercherà di trovare una soluzione idonea e la più immediata possibile alle condizioni disastrose in cui versa la Provinciale Lanciano/Fossacesia, ormai ridotta ad un colabrodo. La strada, che quotidianamente viene attraversata da un numero ingente di automobilisti e che a breve aumenteranno considerata l’imminente stagione estiva, si presenta con un numero spropositato di buche, creatasi anche a seguito del maltempo dello scorso inverno. Questa ovviamente la rende particolarmente pericolosa, oltre che impresentabile agli occhi dei turisti che presto visiteranno il territorio. “Conosco la situazione economica in cui versa la Provincia di Chieti – dichiara Enrico Di Giuseppantonio – ma una soluzione va trovata e va trovata al più presto perché quella strada, molto importante, è diventata ormai pericolosa e non è concepibile mettere quotidianamente a repentaglio la vita delle persone. E’ dovere della Provincia trovare una soluzione utile ed insieme, forse, riusciremo a farcela”.

Pubblicato in Politica

Pescara. “La settimana sociale di Cagliari: denunce, buone pratiche e proposte”. Questo il titolo del secondo incontro del progetto di formazione “Il lavoro che vogliamo: libero creativo, partecipativo e solidale” sostenuto dall’arcidiocesi di Pescara-Penne in preparazione alla Settimana sociale di Cagliari 2017. Al salone della parrocchia Spirito Santo, in Pescara, lunedì 15 maggio, alle 20.45, interverrà monsignor Filippo Santoro, arcivescovo di Taranto e Presindente del Comitato Scientifico delle Settimane Sociali.
«Il nostro contributo e la nostra esperienza – afferma Padre Aldo D’Ottavio, responsabile della pastorale sociale e del lavoro dell’arcidiocesi di Pescara-Penne - sono importanti per il tavolo di discussione nazionale». Ci ritroveremo a Cagliari dal 26 al 29 ottobre e la novità di quest’anno è che il momento a cui aderiranno i rappresentanti di ogni diocesi d’Italia, sia il più partecipativo possibile».
L’appuntamento pescarese, aperto a tutti, allora, sarà un’occasione per entrare nel vivo della 48° Settimana Sociale e per e «far emergere – conclude padre D’Ottavio – le situazioni di crisi del territorio, insieme alle eventuali buone pratiche, perché l’analisi identifichi i problemi, ma racconti anche la trasformazione di cooperazione».

Pubblicato in Cultura e eventi

Campobasso. Il centenario delle Apparizioni della Madonna di Fatima è un evento religioso e interreligioso di richiamo internazionale. Migliaia sono i pellegrini che, da tutto il mondo, hanno raggiunto il Portogallo per celebrare, unitamente, la ricorrenza del centesimo anniversario delle Apparizioni. Numerose, tra l’altro, le iniziative in tutto il mondo che, con devozione e preghiera, si uniscono alla preghiera universale del Papa a Fatima. A Campobasso, la Parrocchia di San Pietro Apostolo, ha organizzato una rassegna di cori per pregare col canto e con la musica, un inno di lode alla Vergine Maria.  Sabato 13 maggio 2017, alle ore 19:00 “Rassegna di Cori” con i numerosi cori di parrocchie e associazioni che canteranno Maria con brani musicali della letteratura antica, tradizionale e moderna. «Sarà l’occasione per ritrovarsi e per condividere un avvenimento che, grazie alla Madonna di Fatima, ha avvicinato il cielo alla terra e la terra al cielo» ha dichiarato il parroco padre Ioachim Blaj. Un’ attenzione speciale, dunque, per l’avvenimento mariano che ha segnato per sempre il secolo scorso: l’apparizione della Vergine a tre bambini nel villaggio di Fatima in Portogallo. Il 13 maggio la Madonna apparve e, come una mamma premurosa, indicò ai piccoli, la via per venire fuori dai drammi che si andavano concretizzando nel mondo. I sorprendenti eventi avvenuti a Fatima nel maggio 1917 hanno avuto luogo quasi all’inizio del XX secolo, un secolo che avrebbe visto due guerre mondiali, genocidi su vasta scala, l’invenzione e l’uso della bomba atomica e la rapida affermazione di tecnologie che avrebbero trasformato il mondo e la razza umana. Le apparizioni della Vergine avvennero fra il 13 maggio e il 13 ottobre del 1917 a tre piccoli pastori, i fratelli Francisco e Giacinta Marto (9 e 7 anni) e la loro cuginetta Lucia dos Santos (10 anni). Già nel 1930 la Chiesa cattolica proclamò il carattere soprannaturale delle apparizioni e ne autorizzò il culto.  Ricorrendo ai versi del salmo 90, 4 “ Mille anni, ai tuoi occhi, sono come il giorno di ieri che è passato, come un turno di veglia nella notte”  si può affermare che cento anni sembrano pochi e che l’emozione per i fatti di Fatima è sempre viva nel cuore di credenti e non credenti.  La povertà e la semplicità dei veggenti, i segni ben documentati, le profezie realizzate hanno inciso nelle coscienze di molti nel corso di questo secolo. Celebrare il centenario delle apparizioni insieme con Papa Francesco che, come pellegrino di speranza e di pace, si trova in Portogallo per chiedere alla Vergine la pace, per affidarle la Chiesa e per beatificare i due fratelli Giacinta e Francesco che vanno ad aggiungersi alla schiera dei santi bambini. «Abbatteremo tutti i muri, supereremo ogni frontiera» così il Papa esorta i cristiani ad «uscire verso tutte le periferie, manifestando la giustizia e la pace di Dio».

Pubblicato in Cultura e eventi
Pagina 1 di 3

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione