Articoli filtrati per data: Giovedì, 18 Maggio 2017

Forte dei Marmi. Si comunica che in data 21 maggio 2017 si svolgerà presso il Museo Ugo Guidi - MUG - di Forte dei Marmi, dalle ore 18.00 alle ore 19.15 circa, l’evento culturale “Dialoghi con l’Artista” –“Arte del Sognare. Incontro con Joanna Brzescinska-Riccio”, in prosecuzione della manifestazione artistica “Arte del Sognare” dedicata all’artista grafica polacca-italiana, inaugurata con l’evento espositivo multimediale “Viaggio nel mondo artistico di Joanna Brzescinska-Riccio”.

“Dialoghi con l’Artista Joanna Brzescinska-Riccio vuole essere un momento di confronto informale sull’Arte di Joanna Brzescinska-Riccio, in modo da approfondire ulteriormente gli aspetti della sua Arte, attraverso punti di vista qualificati come quelli che saranno “raccontati” dalla Dr.ssa Milena Franzese, esperta in Scienze del Turismo; dal Prof. Riccardo Roni, Docente di Storia della Filosofia e di Filosofia morale all’Università di Urbino; dalla Dr.ssa Manuela Antonucci, scrittrice e curatore d’Arte; dal Dr. Vittorio Guidi, Direttore del Museo Ugo Guidi. La conversazione è moderata dal Dr. Giuseppe Capozzolo “Joh”, comunicatore d’Arte.

Pubblicato in Cultura e eventi

Montesilvano. Diffondere l'importanza della partecipazione socio – politica dei cittadini alla cosa pubblica per formare la classe dirigente del domani. È questo l'obiettivo dell'incontro "L'impegno dei cittadini per la rinascita d'Abruzzo". Con il patrocinio del Comune di Montesilvano, l'incontro che si terrà venerdì 19 Maggio alle 17 presso il Grand Hotel Adriatico di Montesilvano, sarà incentrato sulla presentazione del libro "Governare bene sarà possibile. Come passare dal populismo al popolarismo" di Giovanni Palladino. A parlarne sarà Paolo Arquilla, dopo i saluti istituzionali dell'Amministrazione Comunale e della responsabile del MEIC (Movimento Ecclesiale di Impegno Culturale), Dora Di Domenico. "In questa fase storica, contrassegnata da mutamenti geopolitici - spiegano gli organizzatori - la priorità assoluta è l'emergenza educativa che impegna tutti gli operatori coinvolti nei sistemi educativi e scuote la coscienza di quanti gestiscono la cosa pubblica. L'incontro con le forze attive della società e con tutte le agenzie educative, ci aiuterà a prospettare la costruzione della "città dell'uomo" con l'attenzione agli ultimi, in dialogo con tutte le istituzioni.  Vogliamo formare una nuova generazione di giovani educati nell'impegno socio- politico per una classe dirigente adeguata all'attuale situazione".

Pubblicato in Politica

Montesilvano. Il Museo del Treno di Montesilvano avrà la sua copertura. E’ quanto deliberato oggi in Consiglio Comunale. L’assise, all’unanimità, ha dato il via libera alla realizzazione del progetto, atteso da anni, che, grazie al finanziamento di 100.000 euro della Fondazione PescarAbruzzo, restituirà al Museo del Treno la tettoia che venne distrutta durante le incursioni alleate del 1943. «Questo progetto - ha dichiarato l’assessore ai Lavori Pubblici Valter Cozzi - valorizzerà ulteriormente il museo, risorsa culturale della nostra città, apprezzato e frequentato da scuole, bambini ed adulti. Giungere al compimento di questo progetto è stato possibile grazie alla sinergia costruita tra il Comune, l’Acaf (Associazione Culturale Amatori Ferrovie) e la Fondazione PescarAbruzzo».
Disco verde all’unanimità dei presenti anche per il regolamento per l'occupazione di spazi ed aree pubbliche comunali per l'installazione di attività dello spettacolo viaggiante. Il documento disciplina le modalità di individuazione e di concessione di aree destinate ad attività dello spettacolo viaggiante, per l'installazione dei Circhi, o ancora per la gestione dei parchi divertimento.
Approvati anche 4 debiti fuori bilancio, per un ammontare complessivo di circa 10.600 euro e la mozione, presentata dal consigliere Gabriele Di Stefano che impegna la Giunta a valutare la possibilità di predisporre gli atti necessari alla creazione di un unico lotto di terreno per la realizzazione della chiesa e del complesso ecclesiale in via Giovi, nel quartiere di Villa Carmine.

Pubblicato in Politica

Lanciano. Insegnare ai malati oncologici buone abitudini alimentari e contrastare la malnutrizione che spesso si manifesta come effetto collaterale della malattia: questa la finalità dell'ambulatorio di consulenza nutrizionale attivato all'ospedale di Lanciano, rivolto ai pazienti e alle loro famiglie al fine di promuovere un programma di educazione alimentare all'interno dell'unità operativa di Oncologia. Il servizio è svolto da Claudia Antonella D'Ambrosio, biologa nutrizionista, con il supporto dell'oncologo Lucio Laudadio, primario facente funzioni del reparto. La prima visita comprende un esame del paziente corredato dalla storia clinica e da un questionario sulle condizioni generali di salute, in base alle quali vengono poi chiesti anche esami di laboratorio utili ai fini di un inquadramento più completo. Nella visita successiva, poi, viene consegnato al paziente un programma alimentare personalizzato, costruito sulla scorta dei risultati delle indagini cliniche e delle condizioni globali del malato.
«Il percorso di consulenza nutrizionale - spiega Laudadio - intende accompagnare, educare e guidare il paziente oncologico e la sua famiglia nelle scelte alimentari nonché promuovere stili di vita salutari. Anche nella fase conclamata della malattia una corretta alimentazione può aiutare a ridurre le recidive ed eliminare in parte gli effetti collaterali della chemioterapia».
Sono numerosi gli studi che dimostrano l'importanza di una sana alimentazione nella prevenzione del cancro. Secondo l'American Institute for Cancer Research le cattive abitudini alimentari sono responsabili di circa tre tumori su dieci. Non si tratta solo di gestire uno dei maggiori fattori di rischio quale l'obesità (che incide per il 30% su alcuni dei tumori più comuni), ma anche di migliorare il tipo di alimentazione che può influire sullo stato di infiammazione e incidere sull'equilibrio ormonale favorendo ogni forma di cancro, dai tumori della prostata nell'uomo a quelli del seno e dell'ovaio nella donna.

Pubblicato in Cronaca

L’Aquila. 100 studenti delle sezioni musicali delle Scuole medie Mazzini e Patini dell’Aquila e del Liceo Musicale “A. Contugno” saranno protagonisti di una performance unica, sabato 20 maggio 2017 alle 14.30 nella Cavea del Conservatorio di musica “A Casella dell’Aquila” (Via Francesco Savini) che coproduce l’evento con l’Istituzione Sinfonica Abruzzese nell’ambito del cartellone del Festival L’Aquila Contemporanea Plurale.

L’evento è realizzato in collaborazione con Kronaq, Associazione cronometristi italiani, promosso in collaborazione con il Comitato Perdonanza Celestiniana per il progetto "La Perdonanza nella scuola" e rientra nell’ambito del programma EDU 2.0 che l’Istituzione Sinfonica Abruzzese porta avanti con l’obiettivo di promuovere presso i giovani la conoscenza e la pratica della musica d’oggi.
Maestro preparatore per l’ISA Tonino Battista, musicista di formazione internazionale, allievo di Peter Eötvös, direttore del PMCE, Parco della Musica Contemporanea Ensemble, e direttore residente per la contemporanea dell’OSA, ha al suo attivo importanti collaborazioni con Stockhausen, Andriessen, Steve Reich. che ha condotto un’attività seminariale per le scuole coinvolte e per il Conservatorio. Maestro del coro Rita Alloggia.

Cento ragazzi sperimenteranno le nuove modalità del suonare insieme e del fare orchestra previste da John Cage, il grande rivoluzionario della musica del Novecento, nel suo brano Seventy-four. La partitura è particolarmente adatta a strumentisti giovani, cui non è richiesto un grado particolarmente avanzato di abilità i quali, senza direttore, con l’unico vincolo di seguire tutti la stessa scansione temporale, regolata da un cronometro, saranno allo stesso tempo orchestra e individui, liberi di scegliere ognuno per sé durate, dinamiche, modi di emissione delle note segnate da Cage. Nessuna esecuzione di questo brano potrà dunque essere uguale ad un’altra, come si potrà riscontrare nelle due esecuzioni previste nel concerto, in cui si alterneranno due diversi gruppi di esecutori per formare l’organico di 74 elementi richiesto dalla partitura.
Completerà il concerto un brano per coro misto di Philip Corner, compositore americano amico di Cage e residente in Italia, anche questo scritto con una notazione non tradizionale, e regolato – nel momento dell’esecuzione – dall’esito contingente di una serie di “provocazioni” reciproche tra i coristi.

Prossimi appuntamenti Il Festival continuerà mercoledì 24 maggio con il concerto cameristico con il Quintetto dei Solisti Aquilani con il pianista Giovanni Cardilli e il clarinettista Roberto Petrocchi. Ultimo concerto dell’orchestra Sinfonica Abruzzese nel cartellone del Festival Giovedì 25 maggio alle 19. L’OSA insieme a Daniele Roccato, diretti da Tonino Battista, eseguiranno il Concerto per contrabbasso e orchestra di Hans Werner Henze nella sua versione originale di cui realizzeranno contestualmente anche l’incisione discografica per la Wergo Schott di Magonza. Si esibirà durante la serata anche il Quartetto di Sassofoni Accademia. Prima del concerto si terrà un incontro con gli autori Nina Di Majo, Christopher Trapani e con il solista Daniele Roccato. Al momento di confronto parteciperà anche il Segretario generale della Fondazione Maxxi di Roma, Pietro Barrera per la prima volta protagonista di un incontro col pubblico aquilano.
Chiusura del Festival Venerdì 26 con il pianista performer Francesco Prode che presenterà il suo progetto “Miroirs”.

INGRESSI Intero euro 5. Ridotto euro 3 per over 65, under 26 e abbonati ISA Barattelli e I Solisti Aquilani.

INFO: www.laquilacontemporanea.it - www.sinfonicaabruzzese.it - 0862.411102

Pubblicato in Cultura e eventi

San Giovanni Teatino. "Once NEET, always NEET? Making sense of NEETs policies and strategies". La mattina di Martedì 30 maggio, a partire dalle 9.30, nella Sala consiliare del Municipio di San Giovanni Teatino, si terrà l'evento finalizzato ad illustrare e approfondire strategie e modelli operativi, e a diffonderne i risultati ad un vasto pubblico di addetti ai lavori, del progetto Erasmus + "ECMYNN".
Il Comune di San Giovanni Teatino è lead partner del progetto Erasmus+ “Enhancing Competences to Meet Young's NEETs Needs” (E.C.M.Y.N.N.)" che ha ideato e testato soluzioni, servizi, interventi innovativi che incontrano i bisogni differenziati dei giovani NEET "Not in Education Eployment or Training" ovvero giovani non impegnati nella studio, nè nel lavoro, nè nella formazione.
Il progetto si trova nella fase conclusiva: per questo è stato organizzato un Multiplier Event denominato “Once NEET, always NEET? Making sense of NEETs policy and strategy”. Sarà l'occasione per riflettere sul fenomeno dei giovani NEET alla luce delle innovazioni sviluppate dal progetto ECMYNN e dell'imminente rilancio della "Youth Garantee Initiative". L'evento di San Giovanni Teatino, introdotto e moderato da Romano Benini, autore dei programmi di comunicazione televisiva sul lavoro della Rai "Okkupati" e "Il posto giusto", sarà strutturato in due momenti, concepiti al fine di amplificare la comunicazione esterna del progetto e moltiplicarne l'impatto potenziale. La giornata sarà aperta dagli interventi del Sindaco Luciano Marinucci e l'assessore alle politiche sociali Ezio Chiacchiaretta.
La prima sessione (ore 9.40) sarà di reporting del progetto. Il Comune capofila (San Giovanni Teatino) ne offrirà la descrizione sintetica di un progetto considerato prioritario nelle politiche europee per il settore giovanile. Sono previsti gli interventi di Luigina Ciarrocchi, Iole Marcozzi e Matteo Paradisi per il comune di San Giovanni Teatino, Gennaro Tornincasa di Lynx Territorio Sociale (responsabile di tutti gli output intellettuali) e dei partner: Ignacio Fernandez Lopez (Municipality od San Sadurnino - Spagna), Dimitrios Theodoropoulos (KDVM Atom Patras - Grecia), Aleksandra Drygas (Caritas Archdiocese of Danzica - Polonia) ed Eleonora Dragomir (ASCETIS Assosation - Romania). Le testimonianze di tre giovani NEET italiani coinvolti nel progetto e la proiezione di un video concluderanno questo primo momento.
La seconda sessione (ore 11.15) costituirà l'occasione per una riflessione sulle nuove politiche, strategie e servizi diretti ai NEET anche in relazione alla seconda fase di Youth Garantie (Garanzia Giovani). Sarà un dialogo sulle prospettive delle politiche e dei servizi diretti ai NEET alla luce delle innovazioni sperimentate dal progetto ECMYNN. Parteciperanno policy maker, gli assessori della Regione Abruzzo Marinella Sclocco e Andrea Gerosolimo, il Direttore Regionale Lavoro-Formazione-Attività Produttive Tommaso Di Rino, il presidente della IV Commissione Europa della Regione Abruzzo Luciano Monticelli, il Sottosegretario Federica Chiavaroli, e stakeholders, Fabrizio Coccetti del Comune di San Giovanni Teatino, Sonia Di Naccio di Confesercenti Abruzzo, Letizia Scastiglia di CNA Chieti, Andrea De Leonibus di Giovanni Industriali di Confindustria Chieti-Pescara, Lucia Todisco della Società Consortile Irene, Stefano Fricano dell'Azienda Speciale CCIAA Chieti ed Elena Tiberio di ABruzzo Sviluppo.
Al termine sarà sottoscritto un accordo di cooperazione tra i partners finalizzato a sviluppare idee/progetti futuri.
Il progetto ECMYNN è partito due anni fa nel febbraio 2017. Dopo una fase di ricerca sul fenomeno NEET in ciascun territorio interessato - di cui si è occupato Territorio Sociale - gli operatori dei servizi per i giovani delle organizzazioni coinvolte sono stati formati per rispondere specificamente, con nuovi servizi, alle esigenze e ai fabbisogni rilevati della particolare categoria di giovani disoccupati. I risultati della ricerca, della formazione e delle nuove modalità di erogazione, hanno dato vita ad una serie di strumenti che saranno di ausilio a chi lavora nel campo dell'occupabilità in tutta Europa.
Il Comune di San Giovanni Teatino è capofila del partenariato strategico che include l’impresa sulmonese Territorio Sociale e le organizzazioni pubbliche e private di Spagna, Grecia, Romania e Polonia. Per il progetto ha ottenuto un finanziamento Erasmus+ di circa 300mila euro, superando la concorrenza di 200 progetti arrivati da tutta la nazione.

Pubblicato in Cronaca

Ortona. “Incentivare le manifestazioni di qualità quali fiere dell'antiquariato, street food, prodotti tipici locali ecc... al posto delle fiere-bazar; incentivare il commercio e ridurre le tasse per chi investe per rinnovare propria attività; redigere un Piano colore per le zone commerciali e predisporre il piano di riqualificazione delle aree centrali; individuare zone del centro storico da valorizzare tramite nuove attività commerciali, gestite da giovani e da incentivare con contributi; istituire buoni sconto per i tifosi delle formazioni ospiti delle squadre locali, in modo da incentivarli a giungere prima in città usufruendo delle attività commerciali; attivarsi con la Capitaneria di porto per favorire l'attracco, almeno una volta all'anno, di navi da crociera; incentivare l'installazione da parte dei commercianti di fioriere ornamentali a parete ed a terra senza il pagamento dell'occupazione di suolo pubblico”. Sono le proposte che Gianni Totaro, presidente ad Ortona di Ascom Abruzzo, gira ai candidati alla carica di sindaco di Ortona e a tutti i candidati al Consiglio comunale. “Proposte – spiega Totaro – volte a rivitalizzare la città e il suo tessuto economico”.

“L’avvicinarsi della data delle elezioni comunali dell' 11 giugno – afferma Totaro - costituisce l'occasione per riflettere sul momento particolare che la nostra comunità sta vivendo, tra la speranza dell'avvio di una fase di rinascita e la quotidiana condizione di difficoltà, soprattutto di giovani, famiglie ed imprese. In questo scenario – evidenzia - Ascom Abruzzo costituisce una casa comune per commercianti, imprenditori, professionisti del comparto turistico e dei servizi. Essa si pone come un’associazione di categoria autonoma, indipendente, apartitica e senza scopo di lucro, che si prefigge come obiettivo esclusivo la valorizzazione e la difesa del sistema economico locale, con particolare riguardo al commercio tradizionale e ai pubblici esercizi. Particolare importanza assume in questo contesto la difesa e la promozione del territorio: Ascom Abruzzo si propone quindi come partner delle scelte in ambito sociale, economico, ambientale e turistico che verranno intraprese dalla prossima amministrazione. Il Comune – prosegue Totaro - rappresenta per il cittadino l’istituzione più vicina, quella a cui rivolgersi ed in cui identificarsi. Esso costituisce la forza propulsiva di un territorio, centro della vita quotidiana, dove ognuno desidera una buona qualità della vita ed il soddisfacimento dei propri bisogni. Per questo le elezioni comunali assumono tanta importanza per la nostra vita democratica, rappresentando un momento di alta partecipazione civica. Per problemi concreti i cittadini si aspettano soluzioni concrete, che individuino l’essenza dei problemi ed i modi per affrontarli, fornendo soluzioni e strategie di sviluppo lungimiranti e perseguibili. Ascom Abruzzo metterà a disposizione tutte le proprie competenze per supportare la prossima amministrazione nel perseguimento di tali obiettivi”.

Pubblicato in Politica

Montesilvano. È stata una seduta focalizzata sull'accoglienza dei migranti quella di questa mattina del Consiglio Comunale di Montesilvano. Nell'ambito della discussione, il sindaco Francesco Maragno ha ribadito, sviscerando punto per punto, tutti i vantaggi della progettualità dello Sprar, il Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati, intrapresa dell'Amministrazione Comunale, che andrà così a sostituire i CAS (i centro di accoglienza straordinaria) attualmente presenti negli hotel Ariminum ed Excelsior. «Il termine "straordinaria" - ha spiegato il sindaco - racchiude in sé tutta la drammaticità che il fenomeno dell'immigrazione ha assunto sul territorio italiano. Con i CAS, il governo, per mezzo delle Prefetture, per cercare di fronteggiare il carattere eccezionale dei flussi migratori, ha inviato migranti, senza alcuna possibilità decisionale dei Comuni e senza alcun tetto massimo numerico. L'unico sistema capace di fronteggiare in maniera misurata questa responsabilità, alla quale tutti i Comuni italiani devono rispondere, è lo SPRAR, la cui competenza diventa comunale a tutti gli effetti. Proprio in virtù della nostra adesione alla progettualità SPRAR, abbiamo ottenuto dalla Prefettura la garanzia del rispetto della clausola di salvaguardia, che consente la riduzione del numero dei migranti sul nostro territorio ad un massimo di 161 persone».

A tal proposito il sindaco ha ricordato come il numero dei migranti presenti a Montesilvano si è già ridotto dalle oltre 350 persone, alle 226 censite al 1 marzo alle 200 di questi giorni. Tale numero verrà assorbito, all'interno degli SPRAR che verranno aperti sul territorio entro il tetto massimo di 161.

Con lo SPRAR, i migranti accolti a Montesilvano non saranno solo uomini adulti, ma anche donne e bambini. Tutti coloro che verranno ospitati nelle strutture dovranno seguire un progetto formativo e lavorativo obbligatorio che, favorendone l’inclusione nel tessuto cittadino, inciderà sulla loro permanenza in città. Il frazionamento dei 161 migranti in vari gruppi permetterà infine di non avere più quelle situazioni ghettizzanti che fino ad oggi si sono verificate visto proprio nelle zone turistiche di Montesilvano, escluse categoricamente dalla progettualità SPRAR.

Pubblicato in Politica

Pescara. “Come muoversi in città con i bersaglieri: le manifestazioni fino a tutta la giornata di venerdì si svolgeranno senza condizionare la mobilità della città. E' una festa, è un’occasione per mostrare la bellezza della nostra città e la capacità di accogliere l’allegria dell’evento e l’arrivo di migliaia di famiglie da tutta Italia: è una grande occasione per il nostro comparto turistico, commerciale ed economico che dobbiamo giocare e sfruttare al meglio. E’ una festa divertente e coinvolgente, da vivere in allegria, all’unisono con i sentimenti di amicizia e unione che ci arrivano dai nostri ospiti". Lo dice in una nota il vicesindaco di Pescara e assessore alla Protezione Civile, Antonio Blasioli.

Sabato 20 maggio
Ci saranno alcune limitazioni alla viabilità ma riguarderanno la zona di Piazza della Rinascita e solo dalle ore 17 per consentire gli eventi del pomeriggio-sera e l’esibizione delle fanfare che si terrà dalle 20,30 in poi.
1) Divieto di sosta e fermata con rimozione su Piazza della Rinascita lato mare tra via Carducci e viale Regina Elena.
2) Divieto di sosta e fermata con rimozione sul tratto di Corso Umberto I tra piazza della Rinascita e piazza primo Maggio.
3) Divieto di sosta e fermata con rimozione nei seguenti tratti viari: in via Carducci, tra via Parini e e piazza della Rinascita; in via Regina Elena tra piazza della Rinascita e via Mazzini; Corso Umberto, tra piazza della Rinascita e piazza Primo Maggio; sull’intera Piazza Primo Maggio; viale Regina Margherita tra via De Amicis e piazza della Rinascita; via Nicola Fabrizi tra piazza della Rinascita e via Parini.
4) Divieto di transito su: via Carducci (dall’incrocio con via Parini e fino a piazza della Rinascita); su viale Regina Elena (da piazza della Rinascita fino a via De Amicis); via Regina Margherita (dall’incrocio con via De Amicis fino a piazza della Rinascita); via Nicola Fabrizi (da piazza della Rinascita fino a via Parini); su Corso Umberto I (tra piazza della Rinascita e piazza Primo Maggio).

Domenica 21 maggio
Le limitazioni riguardano la sola mattinata, si parte dalle ore 6 e fino alle ore 14. Il cosiddetto “sfilamento” è il momento più importante della cinque giorni, perché attraversa la città e per la mole di persone che vi prenderanno parte, circostanza he ha richiesto un attento e meticoloso spiegamento di forze e accorgimenti condivisi con Prefettura e Questura in merito alla sicurezza della manifestazione.

1) Divieto di transito, accesso, sosta e fermata su viale Marconi, Piazza Unione, Ponte Risorgimento, Piazza Duca D’Aosta, Corso Vittorio Emanuele II e Corso Umberto I. Qui si effettua lo sfilamento, raggiungete i posti a piedi o in bici e godetevi la festa con 30.000 bersaglieri che sfilano accompagnati dalle loro fanfare;

2) Divieto di transito, fatta eccezione per i mezzi di Tua e TAXI su Viale Pindaro, rotatoria Piazza Ovidio, Viale Gabriele D’Annunzio, Piazza Garibaldi, Ponte D’Annunzio, Piazza Dalmati Giuliani, via A. De Gasperi, via Bassani Pavone e i due fornici in corrispondenza di via del Circuito e via Rigopiano. La misura è per permettere il transito di navette di TUA, gratuite per tutti che fanno la spola tra la partenza dello sfilamento fino all’area di risulta. Questa misura sarà in vigore dalle ore 7.00 fino alle ore 9.30 e dalle ore 11.30 fino alle ore 14.00. La Polizia Municipale nelle ore del divieto consentirà il passaggio delle autovetture, con valutazione rimessa alla situazione del momento.

3) Divieto di sosta e fermata con rimozione forzata nei seguenti tratti viari: via Carducci, (tratto compreso tra via Parini e Piazza della Rinascita), via Regina Elena (tratto compreso tra Piazza della Rinascita e via Mazzini), Corso Umberto I (tratto compreso tra Piazza della Rinascita e Piazza Primo Maggio); su piazza Primo Maggio per intero, Viale Regina Margherita (tratto compreso tra via De Amicis e Piazza della Rinascita), Via Nicola Fabrizi (tratto compreso tra Piazza della Rinascita e via Parini);

4) Divieto di transito, AREA CENTRO nelle strade ricomprese nell’area delimitata da Viale Muzii, via Silvio Pellico, Corso Vittorio Emanuele, Piazza Duca, via Raffaele Paolucci, Lungomare Matteotti, e viale Riviera. Significa che su queste strade si transita. E’ vietato transitare dentro. Anche qui la Polizia Municipale in situazioni di normalità potrebbe permettere alle macchine di uscire;

5) Divieto di transito AREA PORTANUOVA, cioè tra Piazza Garibaldi, viale Gabriele D’Annunzio, viale Pindaro, Via Marconi. Su Viale D’Annunzio vedi sopra il punto 2;
6) Divieto di transito, sosta e fermata dalle ore 6.00 fino alle ore 17.00 e comunque fino alla fine della manifestazione su via Pepe (tratto compreso tra via D’Avalos e via Marconi) piazzale antistante lo stadio, via D’Avalos (tratto compreso tra via Elettra e via Pepe), via Elettra (tratto compreso tra viale Marconi e l’area a parcheggio avanti l’antistadio). Qui il divieto potrebbe terminare quindi molto prima

7) Chiusura Pineta dalle ore 6.00 alle ore 11.00 per il transito di autobus su ex via Antonelli, come avviene per le partite di calcio;

8) Area di risulta non si parcheggia dalle ore 7.00 alle ore 16.00 per ospitare 250 autobus.

9) Parcheggio Piazza 1° Maggio riservato ad autorità fino a termine manifestazione (circa le ore 13.30);

10) Sosta gratuita su Strada Parco da via Muzii fino a via Cavour per tutti, sotto disciplina di Pescara Parcheggi, fino alle ore 17.00;

11) Chiusura rampa uscita Asse attrezzato di Piazza Unione;

12) Chiusura rampa uscita asse attrezzato di Piazza Italia;

13) Divieto di transito dalle ore 16.00 del 20 maggio e fino alle ore 20.00 del 21 maggio per tutti gli autoveicoli con peso superiore a 35 quintali, eccezion fatta per Attiva, mezzi di soccorso e autobus;

14) Nella notte tra sabato 20 e domenica 21 tutti i cassonetti presenti sui luoghi dello sfilamento verranno rimossi e riposizionati al termine della manifestazione, per motivi di sicurezza. Quindi si consiglia di organizzarsi di conseguenza per il deposito dei rifiuti.

Pubblicato in Cronaca

Roseto degli Abruzzi. Quattordici studenti tedeschi e due docenti accompagnatori saranno accolti in città, lunedì 22 maggio alle 11, nella sala consiliare del Comune.

L’iniziativa rientra negli scambi culturali tra l’Istituto di istruzione superiore Vincenzo Moretti, diretto da Sabrina del Gaone, e il Gymnasium auf der Karthause di Koblenz. Nell’ambito del programma di scambio, oltre ad attività didattiche e visite guidate nei luoghi più significativi della città e della regione, sono previsti anche incontri istituzionali.

Gli studenti tedeschi resteranno in città dal 19 al 23 maggio.

Pubblicato in Cultura e eventi
Pagina 1 di 4

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione