Articoli filtrati per data: Domenica, 21 Maggio 2017

Pescara. “Con estremo sconcerto mi ritrovo in soli pochi giorni a dover condannare nuove aggressioni vili e immotivate che vedono come vittime dei nostri giovani concittadini. Una a sfondo omofobo qualche giorno fa, l'altra di matrice razzista-fascista di cui sono stati vittime invece altri due ragazzi e di cui ci riferisce il presidente dell'Arci di Pescara Valerio Antonio Tiberio, accadute lo stesso giorno in cui a Milano le istituzioni conducevano una marcia di civiltà e vicinanza nei confronti di chi arriva in Italia come migrante".
Così in una nota il sindaco Marco Alessandrini, che aggiunge: "Come Amministrazione siamo vicini ai ragazzi aggrediti l'altra notte nei pressi di un circolo Arci cittadino e ribadiamo con forza la nostra distanza da ogni tipo di ideologia e comportamento discriminatorio nei confronti di chiunque. Ad ogni pubblica occasione questa Amministrazione comunale ha manifestato adesione ai valori antifascisti contenuti nella nostra Costituzione e alle leggi che promuovono e favoriscono integrazione, estensione dei diritti, ripudiando echi che arrivano da un passato che la nostra Repubblica si è messa alle spalle e che ha superato con altri valori, per cui molti sono morti e hanno combattuto: valori che sono completamente diversi e guardano al futuro.
In Comune abbiamo lavorato da subito perché venissero riconosciuti i diritti di tutti e fosse evidente la natura della città: inclusiva, democratica, aperta, antifascista. Lo abbiamo fatto perché non consideriamo la violenza un mezzo di espressione, né chi la pratica un interlocutore in grado di portare avanti dialoghi ed azioni civili e degni di rispetto.
A tale proposito saremo sicuramente fra le tante istituzioni, cittadini, associazioni che il prossimo 27 maggio grideranno forte la propria distanza dall'ondata razzista, xenofoba e intollerante che attraversa anche il nostro Paese, aderendo alla giornata antifascista proposta dall'Associazione Nazionale Partigiani d'Italia. Lo faremo anche oltre il 27 maggio, organizzando una riflessione collettiva sui tempi che corrono e sui comportamenti che non occorrono a creare il mondo di cui tutti abbiamo bisogno”.

Pubblicato in Politica

Pescara. Oltre 40.000 sono stati I bersaglieri che hanno sfilato stamane dallo Syadio Adriatico Cornacchia, fino a Piazza della Rinascita, ma sono stati circa 90.000 quelli arrivati da tutta Italia a Pescara per il 65esimo Raduno Nazionale che si è svolto nel migliore dei modi, fra eventi, incontri, scanditi dalla musica delle 64 fanfare nazionali.

“Pescara ha letteralmente aperto le sue braccia per accogliere un fiume umano colorato, allegro e amico – così il sindaco Marco Alessandrini a fine manifestazione – E' stato un grande onore, oltre che una grande emozione, vivere questa cinque giorni in città, respirando a pieni polmoni i valori cremisi, che animano e contraddistinguono il Corpo. Valori che richiamano alla nostra Costituzione e che ognuno di noi deve sentire nelle proprie vite. Grazie all'Associazione Nazionale Bersaglieri che ci ha scelto e al presidente e amico Daniele Carozzi, grazie al comitato organizzatore del Raduno, a cominciare dal generale Giuseppe Perrotta, passando per il maggiore Sandro Di Cristofaro che sono stati preziosi compagni di viaggio in questi mesi di preparazione e che hanno fatto di tutto perché I Bersaglieri tornassero in Abruzzo per la terza volta. Grazie anche alla città e a tutti coloro che si sono prodigati perché tutto andasse per il meglio. Pescara ha retto bene le decine di migliaia di persone che si sono ritrovate oggi e nei giorni scorsi in città per assistere al corteo, questo grazie alla mobilitazione di tutte le forze dell'ordine e della nostra Polizia Municipale in primis, nonché ai tanti volontari che negli eventi fanno sempre sentire la propria forza, insieme a tutti gli altri soggetti che ci hanno accompagnato in questa bella e intensa avventura. Fra le emozioni che il Raduno lascia c'è stata anche la corsa finale, è stata una sensazione unica accompagnare l'Abruzzo alla fine del corteo e consegnare al Comune di San Donà di Piave un testimone che abbiamo davvero vissuto con grande serietà e responsabilità. Siamo certi che il Veneto l'anno prossimo saprà dare un abbraccio altrettanto caloroso ai fanti piumati. L'Abruzzo e la città hanno vissuto un momento davvero indimenticabile e hanno ricambiato come tradizione vuole, come fa una terra forte e gentile”.

“A conti fatti la più grande manifestazione di sempre per numero e imponenza, quella che si è svolta oggi senza criticità alcuna – aggiunge il vicesindaco e assessore alla Protezione Civile Antonio Blasioli – Pescara ha accolto circa 90.000 persone e ha offerto ad ognuno la possibilità di muoversi in sicurezza in città, grazie ad un cordone di volontari, Protezione Civile, personale tecnico comunale e associazioni che ha reso agevole questo straordinario evento. Il primo grazie va ai pescaresi, capaci di accogliere i bersaglieri con la maturità di una città moderna. Il secondo va ai bersaglieri dei quali abbiamo ammirato i valori, ma dai quali abbiamo preso anche i complimenti per l'ottima organizzazione. Poi, permettetemi di ringraziare il Servizio Mobilità e Manutenzione del Comune di Pescara e i dirigenti Tommaso Vespasiano, Giuliano Rossi e Pierpaolo Pescara. Grazie al Comandante Maggitti e all'ottima organizzazione della nostra Polizia Municipale, veramente bravi. Grazie ad Attiva, al Servizio Verde, ai 130 volontari della Protezione Civile. Grazie a Tua ed ai suoi autisti, anche per aver addobbato le navette della società in onore dei bersaglieri. Grazie ai volontari del 118 e delle altre forze dell'ordine. Bene anche il lavoro svolto da Pescara Parcheggi che ha controllato che tutto andasse bene nelle aree di sosta dedicate agli autobus e alla cittadinanza, dove il viavai è stato tranquillo e scorrevole per tutta la mattinata. Una manifestazione riuscitissima che ha permesso a Pescara di mettersi in mostra e di accogliere com'è nella sua natura”.

Pubblicato in Cultura e eventi

Lanciano. Promuovere e raccontare attraverso esperienze uniche le meraviglie paesaggistiche della Costa dei Trabocchi e, allo stesso tempo, valorizzare le specie ittiche dell’Adriatico con particolare attenzione al pesce azzurro e alla piccola pesca, quale esempio di sviluppo sostenibile e rispettoso dell’ambiente.

È questa la sfida della nona edizione di “Cala Lenta”, il grande evento itinerante, organizzato da Slow Food Lanciano con la compartecipazione della Camera di Commercio di Chieti, il contributo della DMC Sangro Aventino, nell’ambito di Open Day Summer progetto della Regione Abruzzo e il sostegno in qualità di sponsor Pastificio Cocco e Banca Popolare dell’Emilia Romagna, che tornerà ad animare la costa teatina da venerdì 2 a domenica 4 giugno 2017.

Anche quest'anno, il progetto, avviato nel 2004, dai dirigenti abruzzesi dell’associazione fondata da Carlo Petrini, si pone l’obiettivo di portare all’attenzione del grande pubblico le problematiche legate alla salvaguardia del mare e dello straordinario patrimonio natural-gastronomico della costa teatina, attraverso un programma ricco ed articolato.

Incontri, convegni, laboratori, itinerari e mercato del gusto e ancora “la casa delle parole”, spazio dedicato alla lettura con la presentazioni di pubblicazioni a tema (dagli itinerari ambientali sulla costa dei trabocchi, alle ricette del territorio a saggi sull’alimentazione, fino a racconti e romanzi). Tutto per raccontare il territorio abruzzese, scoprendone la ricchezza culturale e le bellezze paesaggistiche.

Le attività sono pianificate sui principali centri del litorale teatino, da Ortona fino a Vasto. Tanti anche i ristoranti di mare che hanno voluto aderire alla manifestazione proponendo nei tre giorni un menu a tema. Proprio alcuni di questi ristoratori nelle settimane che precedono Cala Lenta proporranno interessanti ed originali show cooking all’interno di alcuni ipermercati e super store del Gruppo Conad Adriatico per promuovere la manifestazione e l’enogastronomia della Costa dei Trabocchi.

Protagonisti di Cala Lenta saranno ancora una volta i trabocchi, “la grande macchina pescatoria, simile allo scheletro colossale di un anfibio antidiluviano…” come li definì Gabriele D’Annunzio nel “Trionfo della morte”, straordinarie costruzioni da pesca che sfruttano elementari tecniche di incastri e contrappesi, da sempre capaci di resistere al mare. Ed è proprio dal caratteristico gesto del “traboccante” quando, in attesa dell’alba, scende lentamente le reti rilasciando le cime ripetendo un antico rituale della cultura marinara abruzzese, che prende il nome la manifestazione. Cala Lenta, appunto.

“Da un'intuizione del 2004, torna Cala Lenta, oggi alla nona edizione, un viaggio non solo attraverso la cultura gastronomica abruzzese ma uno strumento per raccontare storie, talenti e territorio di una Regione, l'Abruzzo che ha ancora tutto da scoprire – ha dichiarato il Segretario regionale di Slow Food Abruzzo, Raffaele Cavallo - Siamo partiti dai Trabocchi proverbiale, storica e letteraria macchina da pesca, fonte di sostentamento per la micro economia di questi luoghi, fino agli anni '60, oggi strumenti ideali per ripensare e rileggere in chiave moderna lo sviluppo sostenibile di questo tratto di costa Adriatica. L'invito - ha aggiunto Raffaele Cavallo – è a prendere parte a questa manifestazione dal programma articolato e davvero per tutti, che ad ogni edizione registra un numero di presenze in crescita, soprattutto di turisti che arrivano fuori Regione”.

Da nord a sud, ecco alcune delle proposte in programma.

A Ortona, nella suggestiva sede dell’Enoteca Regionale, il Consorzio di Tutela Vini d’Abruzzo proporrà tre serate di degustazione alla scoperta delle produzioni vitivinicole regionali in abbinamento con preparazione street food a base di pesce proposti dai ristoratori del territorio (2-3-4 giugno dalle ore 19).

A San Vito Chietino (c.da Quercia dei Corvi) presso scuola di cucina ReD, in programma 6 corsi di cucina con i ristoranti della costa per riconoscere e preparare il pesce (2-3-4 giugno, ore 10.30 e ore 17.00, due al giorno, 20 euro cadauno. Pacchetto completo 100 euro. Info 0872 633424).

A Fossacesia sarà possibile visitare aziende agroalimentari, mentre a Vasto torna l’iniziativa Brodetto e Contorni.

Ma come nelle edizioni precedenti, sarà l’antico borgo di San Vito Chietino cuore della manifestazione che ospiterà, come di consueto, il Mercato del Gusto dove, ogni sera, dalle ore 19,00 alle ore 24,00, saranno presenti gli artigiani che rappresentano l’eccellenza agroalimentare del litorale teatino e del territorio collinare retrostante e che si contraddistinguono per la ricerca della qualità: dai vini all’olio, dai formaggi della tradizione agropastorale agli agrumi, dai salumi della Maiella alla tradizione pastaia di Fara San Martino, dagli ortaggi sott’olio agli oli agrumati della Frentania, fino alle specialità dolciarie come il bocconotto frentano e i celli pieni di San Vito. Sarà anche l'occasione per scoprire i cibi di strada abruzzesi e gustare sapori che riportano alle gioiose feste di piazza.

Sempre all'interno del borgo teatino, si terranno i Laboratori del Gusto, le degustazioni guidate su tematiche relative ai prodotti ittici del medio Adriatico curati da Ermanno Di Paolo, docente dell’Istituto Alberghiero “G. Marchitelli” di Villa Santa Maria e gli Itinerari del Gusto dedicati alle migliori produzioni agroalimentari della provincia di Chieti, come salumi, olio e formaggi, a cura della Scuola del Gusto Abruzzo. Ancora a San Vito incontri, presentazione di volumi e tavole rotonde nella Casa delle Parole.

“L’Abruzzo, oggi più di ieri, è una Regione che vanta splendidi paesaggi montani, rurali e, soprattutto costieri con chilometri di litorale ricchi di scenari diversi. Nella provincia di Chieti – ha spiegato il presidente della Camera di Commercio di Chieti Roberto Di Vincenzo - per quasi 65 km da Ortona a Vasto, possiamo ammirare la bellezza unica ed inimitabile della Costa dei Trabocchi. La manifestazione Cala Lenta, edizione dopo edizione rappresenta un volano per lo sviluppo di pesca, agricoltura e turismo, ma anche un modo per raccontare un territorio straordinario e ancora poco conosciuto attraverso le migliori produzioni agroalimentari che l’Abruzzo è in grado di esprimere”.

Pubblicato in Cultura e eventi

Ortona. Grande successo per il convegno “Ortona Città di Mare – Passato, presente e futuro”, che si è tenuto ieri pomeriggio al Teatro Tosti, in una sala gremita in ogni ordine di posto, da un pubblico attento e appassionato. Il dibattito, incentrato sul futuro della città, ineludibilmente legato alla via del mare e al sistema portuale, ha visto il candidato a sindaco del centrodestra, Angelo Di Nardo, interloquire con ospiti competenti e qualificati, tra i quali il senatore Altero Matteoli (Forza Italia), presidente dell’ottava commissione permanente Lavori pubblici del Senato, e il senatore Paolo Arrigoni (Lega-Noi con Salvini), membro della tredicesima commissione permanente Territorio, Ambiente e Beni ambientali del Senato.

"Ortona può e deve rinascere sfruttando tutte le sue potenzialità naturali a cominciare dal porto che si trova in una posizione strategica nell'Adriatico - ha detto Matteoli - Quando sono stato ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti mi ero impegnato in questa direzione con l'accordo di programma per il porto e credo che il nuovo sindaco e la nuova amministrazione comunale debbano riprendere quel percorso. Bisogna puntare sul turismo oltre che sullo sviluppo degli scambi commerciali per risollevare l'economia di questa città e credo che Angelo Di Nardo possa realizzare al meglio questo programma, aprendo una bella prospettiva per Ortona e i suoi cittadini. Di Nardo è giovane e con un passato da sportivo crede nelle sfide e sono certo che saprà mettere a frutto la sua passione e il suo impegno anche in politica".⁠⁠⁠⁠

Di Nardo ha osservato: "Il mare e il porto di Ortona rappresentano una risorsa fondamentale per lo sviluppo della città, che intendiamo rilanciare aprendo maggiori spazi per gli operatori locali, dando finalmente vita ad un nuovo Piano Portuale e seppellendo una volta per tutte l'inquietante progetto relativo al deposito costiero di Gpl. Al contempo - ha aggiunto l'aspirante sindaco - puntiamo con forza sul turismo e sullo sviluppo costiero, in particolare impegnandoci per dare piena attuazione al Piano della Costa Teatina".

Arrigoni ha espresso pieno appoggio al candidato del centrodestra ad Ortona. "Ortona ha bisogno di svoltare e ha bisogno di rinascere - ha detto il senatore di Noi con Salvini -. C'è una sinistra frantumata e Di Nardo è la persona giusta per ripartire. Il rilancio della città passa per una serie di azioni e il mare, che vuol dire anche turismo, rappresenta un aspetto fondamentale - ha sottolineato Arrigoni -. Noi ribadiamo la nostra netta contrarietà al deposito di Gpl, perché pur essendo favorevoli allo sviluppo economico dei territori, riteniamo che questo impianto desti molta preoccupazione, tanto che su questa materia ho presentato un'interrogazione parlamentare".

Il dibattito è stato animato anche dagli spunti e dalle osservazioni di Andrea Del Mastro, responsabile nazionale Cultura e Formazione di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale, Michele Perrozzi, ingegnere esperto nel settore Trasporti aerei e marittimi, Antonio Di Cosimo, vice presidente del polo Inoltra Innovazione logistica & trasporti, e Mario Miccoli, presidente Aspo-Azienda speciale della Camera di commercio di Chieti per i Porti di Ortona e Vasto.

Pubblicato in Politica

Bellante. Martedì 23 maggio 2017 a Ripattoni di Bellante (Te) dalle ore 21 presso il Palazzo Saliceti si terrà la prima delle quattro assemblee pubbliche regionali organizzate da Sinistra Italiana in collaborazione con il Coordinamento per la Democrazia Costituzionale e l’Associazione Demos per illustrare il progetto di legge sulla promozione della partecipazione popolare alla programmazione e alle politiche regionali e locali. Ennio Chiavetta (Sinistra Italiana, capogruppo Bellante Bene Comune) introdurrà i lavori, Carlo Di Marco (professore di Diritto Pubblico all’UniTe) e Leandro Bracco (consigliere regionale Sinistra Italiana) illustreranno le linee guida della proposta di legge che sarà al centro del dibattito pubblico riservato al protagonismo dei cittadini. Le conclusioni saranno affidate ad Elisabetta Piccolotti della segreteria nazionale di Sinistra Italiana. Nel corso dell’assemblea si raccoglieranno le firme di sostegno alla proposta di legge, rafforzative del processo di mobilitazione dal basso.

Pubblicato in Politica
Domenica, 21 Maggio 2017 00:00

Addio a Francesco de' Virgiliis

Teramo. E' morto la scorsa notte, nell'ospedale di Teramo, per complicazioni cardiache, Francesco de' Virgiliis Di Sabato. Aveva 70 anni, era sposato con Silvia dalla quale ha avuto due figli, Francesca e Matteo. Francesco era nato a Taranto, ma viveva da sempre a Teramo. Stimato dirigente in pensione della banca dell'Adriatico, da 15 anni gestiva, senza risparmiarsi, da volontario, il Banco di solidarietà di Teramo. Sono migliaia i teramani- e gli abruzzesi -che lo hanno conosciuto per l'intelligenza e la generosità del suo cuore libero e buono. alb pic

I funerali si svolgeranno lunedì 22 maggio, alle ore 10, nel santuario della Madonna delle grazie a Teramo.

Pubblicato in Cronaca

Montesilvano. Seconda settimana di lavoro per le ditte impegnate nelle operazioni di manutenzione del verde sul territorio di Montesilvano.

Nell’ambito del lotto 1, riguardante l’area del lungomare, la ditta Il Verde ha eseguito gli interventi nel parco Le Vele, della Libertà, Antonilli e Dean Martin, oltre che sulla viabilità dell’area compresa tra il centro di intrattenimento Porto Allegro e via Strasburgo.

Per quanto riguarda il lotto 2, gestito dalla ditta VerdeVestina, sono stati completati il parco Orione e la zona delle vie limitrofe, il parco Guy Moll, la scuola di via San Gottardo, via Costa e Saline, l’area di Via Salieri e il parco Pertini. Eseguito il verde di via Danubio, via Foresta Nera, via Sava, via Volga, via Garonna, via Mologa, via Magellano e via Sciesa, oltre al campo sportivo via Senna e le aree pertinenziali.

Nel lotto 3, la ditta Roberto Cilli ha effettuato le opere a Montesilvano Colle e nelle scuole di via Campo Imperatore e Vitello d’Oro.

Completato anche il trattamento fitoterapico su tutti i platani del territorio.

Pubblicato in Cronaca

Montesilvano. Sostenibilità ambientale, innovazione tecnologica ed economica. Sono questi gli obiettivi del percorso di efficientamento energetico intrapreso dall’Amministrazione Comunale di Montesilvano che sta interessando le scuole del territorio. La Giunta Maragno ha infatti deliberato l’approvazione del progetto preliminare per la ristrutturazione e l’efficienza energetica della scuola primaria Villa Canonico di viale Abruzzo. Il Comune ha presentato il progetto alla Regione Abruzzo partecipando all’avviso pubblico POR FESR Abruzzo 2014-2020 - Asse IV - Promozione di un’economia a basse emissioni di carbonio, volto alla promozione dell’eco-efficienza e alla riduzione dei consumi di energia primaria negli edifici e nelle strutture pubbliche, mediante interventi di ristrutturazione di singoli edifici o complessi, di ottimizzazione dei consumi energetici e delle emissioni inquinanti.

«Partecipare a questo avviso pubblico - dichiara l’assessore alle Politiche Energetiche, Ernesto De Vincentiis – significa cogliere un’opportunità per porre un nuovo tassello nel progetto di efficientamento energetico che stiamo conducendo. Dal nostro insediamento, infatti, abbiamo avviato un’azione che ha riguardato tutte le scuole del territorio con cui abbiamo eseguito interventi, mediante finanziamenti regionali e nell’ambito dell’annuale appalto con l’azienda che gestisce il servizio calore. Sono stati sostituiti gli infissi di tutti i plessi scolastici, proprio per porre fine ad inutili dispersioni di calore. Abbiamo sostituito le vecchie plafoniere con lampade a led nelle scuole dell’infanzia di via Vestina (ex Fea), di via De Gasperi (Collemare) e Fanny Di Blasio dell’Istituto Comprensivo Troiano Delfico. Ora abbiamo presentato alla Regione questo progetto dell’importo di 98.000 euro, con l’auspicio di ottenere questo importante finanziamento». Il progetto prevede la realizzazione di un sistema di isolamento termico a cappotto per coibentare le murature e l’installazione di pannelli fotovoltaici. «Queste progettualità - aggiunge De Vincentiis – ci consentono non solo di andare avanti nella direzione stabilita con Europa 2020, fondata sul principio di sostenibilità, ma anche di ottenere risultati finanziari per le casse comunali e ancora di porci come esempio per una cittadinanza che sia più sensibile rispetto ai temi ambientali ed energetici».

Pubblicato in Politica

Teramo. Si è conclusa la prima fase del progetto “L’Italia dei Visionari” ideato da Kilowatt Festival con la partecipazione di ACS Abruzzo Circuito Spettacolo, che vede coinvolte le classi III e IV A del Liceo Coreutico Delfico di Teramo con la supervisione della Prof.ssa Ilaria Carla Silverii, che ha portato alla selezione di 3 spettacoli teatrali che saranno programmati al Teatro Comunale di Teramo nella prossima stagione 2017/18: Polvere di Marzia Gallo e Michele Segreto; Underwood di Cecilia d'Amico; 30 Spettacoli in 60 minuti di Greg Allen.

Dalla pluriennale esperienza di Kilowatt Festival e dei suoi Visionari (semplici spettatori che ogni anno selezionano i 9 spettacoli protagonisti del Festival) nasce l’esperienza de “L’Italia dei Visionari” quest’anno alla seconda edizione. Si tratta di un network composto da cinque Enti, Teatri e Festival italiani che, attraverso i propri visionari selezionano gli spettacoli per le rispettive programmazioni: CapoTrave / Kilowatt (Sansepolcro AR), Artificio (Como), Festival Le Città Visibili (Rimini), E.A.R. Teatro di Messina (Messina), ACS Abruzzo Circuito Spettacolo (Teramo).
L’Italia dei Visionari ha visto coinvolti quest’anno 28 ragazzi del Liceo Coreutico Delfico di Teramo che si sono riuniti in 13 gruppi di 2 o 3 e hanno visionato ben 257 video di spettacoli teatrali, di danza e performing art di singoli artisti e compagnie professionali emergenti. Dalla visione e valutazione è scaturita una short list di 25/30 finalisti, e successivamente si è arrivati alla scelta di 3 spettacoli che faranno parte della programmazione del Teatro Comunale di Teramo 2017/18: Polvere; Underwood; 30 spettacoli in 60 minuti. Oltre che in questa fase di selezione i ragazzi saranno impegnati in tutte le attività di organizzazione e gestione degli eventi, dalla gestione della comunicazione sui social, alla fase dell’accoglienza in teatro, vivendo così tutte le fasi della programmazione teatrale.

Gli studenti prima del’inizio del progetto hanno incontrato lo scorso 8 marzo Luca Ricci, Direttore Artistico e ideatore del Kilowatt Festival e dell’Italia dei Visionari, che ha spiegato loro il progetto, da cosa nasce e quale è il meccanismo che lo sostiene: “L’Italia dei Visionari è l’estensione del progetto dei Visionari che da 11 anni realizziamo a Sansepolcro: un gruppo eterogeneo di persone, non addetti ai lavori, ha il compito di visionare e selezionare alcuni degli spettacoli teatrali che portiamo in scena al Festival, perché lo spettacolo dal vivo deve essere un’assemblea democratica aperta, visto che riguarda la nostra essenza di cittadini.” Aggiunge Ricci “Per i ragazzi è una vera palestra di vita: l’obiettivo del progetto sta nel processo di valutazione, la durissima selezione implica che i visionari discutano, litighino, poi si mettano d’accordo e giungano ad una scelta condivisa. Succede così che si faccia educazione civica attraverso l’arte”.

Pubblicato in Cultura e eventi

Chieti. Si sono svolte giovedì 18 maggio, le elezioni per il rinnovo del Consiglio Provinciale Ordine Consulenti del Lavoro di Chieti.
“A nome di tutti ringrazio i numerosi colleghi che hanno partecipato al voto e che ci hanno dato fiducia”, dichiara Nicola De Laurentis in rappresentanza della lista "Rinnovamento nella Continuità", lista vincente della consultazione, che si è aggiudicata cinque consiglieri e due revisori dei conti.
Il nuovo consiglio sarà così composto: De Laurentis Nicola (voti 73), D'Adamo Annamaria (64), Maimone Mariateresa (59) Falcone Luciano (56), Mattioli Massimo (50), Mammarella Paola (43), Falcocchio Manuela (39).
Mentre al Collegio Revisori dei Conti: Giacomucci Davide (voti 62), Sabatini Pierluigi (54), Di Iorio Veronica (35).
“Il Consulente del Lavoro – spiega una nota dell’Ordine professionale - è un libero professionista, esperto di rapporti di lavoro, al servizio dello Stato, delle aziende e dei lavoratori per la piena osservanza della normativa che riguarda gli aspetti retributivi, contributivi, fiscali, tributari, assicurativi e previdenziali, l'igiene, la salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro nonché il rispetto della tutela della privacy. I Consulenti del Lavoro si pongono quindi al centro del triangolo virtuale che connette imprese, lavoratori ed istituzioni pubbliche e svolgono un ruolo di fulcro nella cultura della legalità e nella garanzia della fede pubblica”.

Pubblicato in Cronaca
Pagina 1 di 2

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione