Articoli filtrati per data: Martedì, 23 Maggio 2017

Chieti. Una passeggiata in mezzo alla natura, fermarsi un momento ad ascoltare rallentando la realtà, spogliarsi del superfluo e comprendere che non occorre poi molto per vivere bene. Un'armonia tra musica e paesaggio, tra conoscere e conoscersi. È questa l'essenza della stagione 2017 di Paesaggi Sonori, il progetto dei due giovani abruzzesi Massimo Stringini e Flavia Massimo, nato con l'intento di valorizzare e promuovere le bellezze naturalistiche e culturali d'Abruzzo unendo la passione per la musica e la montagna, per l'arte e l'ambiente. Una rassegna di concerti in location d’eccezione; teatri naturali che vengono raggiunti in trekking, dove la musica viene proposta in piena sintonia con l’ambiente circostante.

Dopo il successo della prima edizione, Paesaggi Sonori torna con un cartellone estivo ricco di proposte artistiche e luoghi da scoprire. Un cammino verso la bellezza che parte dall'anfiteatro Amiternum a L'Aquila, sale in quota tra i laghetti ai piedi del Gran Sasso, raccoglie la storia e le tradizioni dei borghi di montagna, di eremi e fortificazioni; luoghi in cui gli artisti, senza pedane né palchi, tra il pubblico, regalano performance uniche all’imbrunire o di notte.
Venerdì 26 maggio - Persian Pelican | Coma Berenices Live in Amiternum, L'Aquila

L'evento che inaugura la stagione è gratuito e trova ambientazione nell'anfiteatro dell'antica città sabina di Amiternum, i cui resti archeologici sono bellezza immutata negli occhi di chi guarda e si sente immerso nell'antica città che costituì il riferimento territoriale prima della nascita di un nuovo centro poco più a valle... L'Aquila! Un evento ricco di proposte artistiche che dialogheranno all'interno dell'area archeologica: dalla mostra collettiva a cura dell'Accademia Belle Arti di L'Aquila, fruibile durante tutta la durata dell'evento, all'approfondimento sull'identità storico culturale ed archeologica con visite guidate a cura della Soprintendenza Archeologia Belle Arti Paesaggio dell'Aquila, per culminare con il doppio concerto all'interno del suggestivo anfiteatro all'ora del tramonto, col cantautore Persian Pelican e il duo sperimentale Coma Berenices. Il primo, marchigiano devoto all'alt-folk di tradizione americana, quest'anno è stato selezionato per partecipare agli eventi collaterali del Primavera Sound, festival internazionale di musica che si tiene ogni anno a Barcellona. Le seconde invece, Daniela Capalbo e Antonella Bianco, proporranno il loro morbido post-rock tutto in chiave strumentale.
INGRESSO GRATUITO| evento Facebook

Domenica 18 giugno - Gnu Quartet Live Sunset 1763m - Santa Maria del Monte, Campo Imperatore

Quello con il GnuQuartet sarà il primo appuntamento con trekking e musica in quota, nello scenario del Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga. Si parte dal Lago Racollo in località Campo Imperatore per raggiungere i ruderi di Santa Maria del Monte. Percorrendo il sentiero dei laghetti, in compagnia di guide di media montagna che garantiscono assistenza tecnica e fanno conoscere meglio gli aspetti naturalistici e culturali dell'ambiente circostante, si arriva ai ruderi di Santa Maria del Monte e, al tramonto, libero sfogo alle emozioni con il concerto dei GnuQuartet. Quartetto d'archi e flauto al di là dei confini stereotipati del quartetto classico, con ricche tavolozze sonore costruite su percussioni di beatbox del flauto e vari utilizzi non convenzionali degli archi tra sonorità orchestrali e sperimentali.

Sabato 1 luglio - Sòley Live Sunset 1460m - Rocca Calascio

L'evento più atteso con la musicista e cantante islandese Sòley che presenta il suo ultimo lavoro discografico per la nota etichetta Morr Music. Si parte in trekking dal borgo di Santo Stefano di Sessanio per raggiungere Rocca Calascio, teatro naturale che all’imbrunire ospita la perfomance di Sòley. La sua delicatezza e la sua eleganza si comporranno in suoni cristallini suggerendo un'armonia perfettamente a proprio agio con il sole che si nasconde tra le vette più alte dell'Appennino. Al termine del concerto, si fa rientro in notturna a Santo Stefano di Sessanio e per l'occasione i partecipanti potranno godere di una scontistica presso gli operatori convenzionati presentando il biglietto (tutti i dettagli sono consultabili sull'evento dedicato nella fan page Paesaggi Sonori).
BIGLIETTI DISPONIBILI | evento Facebook

Domenica 6 agosto - Naomi Berril Live in San Martino in Valle - Fara San Martino

Questa volta il trekking sarà in compagnia della cantante e violoncellista Naomi Berrill. Si parte in trekking dal borgo di Fara San Martino e percorrendo il sentiero tra le gole e le sorgenti del fiume Verde si raggiunge l'eremo di San Martino in Valle le cui pareti accolgono l'incontro originale tra le sonorità pop con l’eleganza della musica classica.
Un insieme puro ed incontaminato che riprende la tradizione irlandese, paese d’origine dell’artista, e la fonde con un’attitudine particolare al romanticismo e alla musica barocca.
Tutto rigorosamente in acustico, senza l’ausilio di elettricità. Voce, violoncello ed anima.

Domenica 20 agosto - Gillian Grassie Live Notturno 1460m - Rocca Calascio

L'ultimo appuntamento della stagione estiva sarà un trekking con partenza da Santo Stefano di Sessanio al tramonto e concerto all'imbrunire, mentre il cielo si riempie lentamente di stelle. Ai piedi della Rocca di Calascio la cantante ed arpista statunitense Gillian Grassie, una narratrice naturale, la sua musica è spesso ispirata da opere letterarie. Il suo uso innovativo dell'arpa, la sua lirica profonda e l'abilità di compositrice tra atmosfere pop con influenze folk e blues a venature jazz, hanno attirato l'attenzione dei media internazionali ed il Dipartimento di Stato Americano la ha insignita di importantissimi riconoscimenti. Al termine del concerto si fa ritorno a Santo Stefano di Sessanio lasciandosi guidare da un esperto astrologo nell'osservazione della magia della notte tra i suoni della natura e il cielo stellato.


L'Associazione Paesaggi Sonori formula e organizza interamente le proprie iniziative ma, evento dopo evento, dimostra di avere un'alta propensione a collaborare con le realtà e gli enti locali, attivando sinergie con tutti i soggetti coinvolti sul territorio in cui queste si svolgono. Tutte le iniziative sono garantite, patrocinate e promosse da Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, Parco Nazionale della Majella, Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio dell'Aquila, Comune dell'Aquila, Comune di Santo Stefano di Sessanio, Comune di Fara San Martino e della rivista di cammini ed escursionismo Trekking&Outdoor. Inoltre, si evidenzia il coinvolgimento sia nella fase organizzativa che in quella promozionale di realtà come Acs Abruzzo Circuito Spettacolo, Collegio Guide Alpine d'Abruzzo, Accademia Belle Arti di L'Aquila, Coop La Porta del Sole, i filmakers Hey Doc, Caterina Sebastiani grafica, Fabrizio Giammarco fotografo e alcuni operatori turistici di Santo Stefano di Sessanio, del Rifugio della Rocca di Rocca Calascio e Rifugio Lago Racollo di Campo Imperatore.

Massimo e Flavia vi invitano a riprendere le scarpette estive, a mettervi qualcosa di comodo e preparare cuore, occhi e orecchie per vivere intensamente l'estate insieme a Paesaggi Sonori nel suggestivo scenario che sa regalare l'Abruzzo.

Pubblicato in Cultura e eventi

Bordighera. L'autore abruzzese Peppe Millanta si aggiudica il secondo posto alla Terza edizione del Concorso Nazionale “La Riviera dei monologhi”, bandito dalla Compagnia Teatro Helios di Bordighera, in provincia di Imperia.
L'autore concorreva nella sezione drammaturgia con l'atto unico dal titolo “Fiabango – favola di tango, di piedi, di denti e di cani”, una storia fantastica ambientata in Argentina e che vede come protagonisti il piccolo Alfonsino con il suo fido cane Gardel.
La cerimonia si è svolta nella splendida cornice della Chiesa Anglicana di Bordighera.

Pubblicato in Cultura e eventi

Pescara. “Riceverò nei prossimi giorni i ragazzi che sono stati vittime di questi due vili aggressioni e porterò sul tavolo prefettizio dell'Ordine e sicurezza pubblica la questione, perché l'attenzione delle forze dell'ordine sia alta su argomenti che ci toccano tutti e perché i responsabili vengano trovati e si assumano le proprie responsabilità".
Così in una nota il sindaco di Pescara, Marco Alessandrini, che aggiunge: "Pescara è una città che accoglie e non una città che picchia. Siamo una città antifascista, che ha saputo rialzare la testa ogni volta che ce n'è stato bisogno, incarnando i valori di cui la nostra Carta costituzionale è portatrice. Non siamo neanche una città razzista, per questo lo sdegno per quanto è accaduto si è subito manifestato. Le aggressioni non devono ripetersi, dobbiamo reagire con fermezza, perché è indispensabile che non passi il messaggio di paura che chi usa la violenza per rendersi “visibile” sta cercando di mostrare, rincorrendo un'onda xenofoba, razzista e discriminatoria che di sicuro non rappresenta la nostra comunità. Per questa ragione ci siamo subito mobilitati con l'ANPI, l'ARCI, l'ARCI Gay istituendo una sorta di comitato promotore aperto, perché il 27 maggio, giornata dell'antifascismo, indetta dall'Associazione Nazionale Partigiani d'Italia, diventi anche un momento di riflessione e di coesione sociale per tutti. Invito le altre associazioni che vogliono esserne parte a farsi avanti per costruire insieme un evento che diventerà parte integrante della Festa dei Parchi che sabato 27 si svolgerà nelle nostre aree verdi maggiori. Abbiamo deciso di coniugare questi due avvenimenti perché l'evento sia aperto e parli alla gente”.

Pubblicato in Politica

Pescara. Sì della Giunta alla riqualificazione della fontana di Piazza Le Laudi. Gli impianti tecnologici dovranno essere ripristinati, al fine di renderli funzionanti, l’esecutivo ha deciso di procedere attraverso lo strumento della sponsorizzazione della manutenzione, facendo appello a risorse private anche per la manutenzione.

“Fra le nostre priorità strategiche da perseguire c’è la manutenzione costante della città, in nome della sicurezza prima di tutto – illustra il vice sindaco e assessore alla Manutenzione Antonio Blasioli – ma in considerazione del fatto che la buona cura del patrimonio comunale contribuisce a promuove l’immagine di accoglienza del territorio cittadino anche nei confronti di coloro che lo visitano, sicuramente la valorizzazione e sistemazione di tutte le aree di pregio è un corollario che ha il suo valore in questa opera di cura di ciò che appartiene alla città. Per questo vogliamo vedere tornare funzionante la fontana di Piazza Le Laudi e siccome abbiamo concentrato tutte le risorse disponibili sul rifacimento delle strade e degli edifici pubblici più frequentati, ora ci appelliamo alla città e alle forze economiche del territorio, perché possiamo condividere anche questo tipo di interventi, che sono pur sempre importanti.
Gli impianti tecnologici della fontana di Piazza Le Laudi ad oggi risultano inservibili a causa dei danni provocati dall'avvenuto allagamento dei locali tecnici. Considerato che è intenzione dell'Amministrazione trovare una soluzione durevole alla questione, quindi non effettuare un intervento tampone, ma che consenta all’impianto di non fermarsi nuovamente, abbiamo inteso cercare degli sponsor che sostengano il Comune di Pescara nella realizzazione dei lavori, accollandosi l'onere di provvedere alla manutenzione ordinaria e straordinaria della fontana per tre anni mediante ricorso a ditte specializzate. Ci preme muovere la sensibilità degli imprenditori cittadini, affinché la città recuperi la piena funzionalità di una fontana che deve tornare ad essere un elemento attrattivo della zona, provvedendo anche al futuro dell’impianto, perché non si fermi di nuovo”.

“Il tema è stato oggetto di commissioni consiliari e di dibattito tra le forze politiche – aggiunge il consigliere Pd Emilio Longhi - Per una sua riattivazione occorrerebbero 17mila euro. Per risolvere invece una volta per tutte il problema che ne ha causato il funzionamento intermittente ne occorrono circa 22mila. Questo intervento permetterebbe di spostare i motori dal sottosuolo evitando che gli stessi si rompano dopo ogni pioggia abbondante. Il Comune non ha al momento questi soldi, certamente il tema della sicurezza stradale ha una priorità più alta del funzionamento di una fontana. Tuttavia non sfugge a nessuno che il tema del decoro urbano passa anche da una fontana pienamente attiva, soprattutto se questa si trova sulla riviera e ci si avvicina all'estate.
A beneficiare di una riviera più bella sono anche gli operatori che hanno attività in zona.
Poiché se anche il Comune volesse finanziare i lavori, partirebbero sicuramente dopo l'estate, considerato che prima occorrerà liberare risorse dopo l'approvazione dell'avanzo di amministrazione 2016, ci rivolgiamo agli operatori privati. Speriamo possano contribuire a risolvere l'annoso problema della fontana di Piazza Le Laudi attraverso una sponsorizzazione che permetta di finanziare i lavori necessari alla sua riattivazione e vedere quindi la fontana funzionante in tempo per l'inizio della stagione estiva”.

Pubblicato in Cronaca

Pescara. Quasi 5 milioni di euro saranno impiegati dall’Amministrazione Comunale per la costruzione di nuovi alloggi di Edilizia residenza pubblica (Erp) nella zona di Pescara Porta Nuova. Sono partiti, infatti, i lavori per la realizzazione del complesso abitativo, che sorgerà nell’area comunale compresa tra via dei Peligni e via Socrate. L’intervento, atteso e annunciato dall’Amministrazione che si è adoperata per sbloccare i finanziamenti concessi, ammonta a oltre 4,8 milioni di euro, sarà realizzato dalla ditta S&B Costruzioni Generali srl di Napoli, che si è aggiudicata l’appalto nell’ottobre scorso. Il progetto prevede la costruzione, su una superficie di 2760 mq, di di 16 alloggi Erp da affittare a canone concordato, di altri 14 da concedere a canone sostenibile, di un asilo nido e di tre locali comunali.

“L’intervento risponde allo stesso fabbisogno abitativo dei fabbricati in fase di realizzazione in via Pepe, quello cioè del ceto medio, che viene agevolato attraverso un canone concordato - spiega l’assessore alle Politiche della Casa, Antonella Allegrino, che in mattinata ha eseguito un sopralluogo nel cantiere insieme al direttore dei lavori, l’architetto Enrico Iacomini, e al direttore tecnico Antonio Palma, della ditta S&B Costruzioni Generali - Si inserisce, inoltre, in una nuova strategia, che unisce la quantità degli immobili alla qualità della progettazione, attraverso una una composizione architettonica che dà merito al design quale valore aggiunto del confort abitativo. Sarà, quindi, un'opera che non omologata alle tipologie tipiche dei quartieri di edilizia popolare e che darà un valore aggiunto alla zona in cui si inserisce, già ben servita e con un'urbanizzazione consolidata. Forme, materiali e dimensioni saranno differenziati e armonizzati con il tessuto circostante, l’impatto ambientale sarà basso come i consumi energetici. Ci saranno anche spazi destinati ad ospitare un asilo nido, una risposta che l'Amministrazione comunale ha programmato visto l'incremento nel numero di richieste di iscrizioni da parte delle famiglie”.

I nuovi alloggi Erp, che avranno dimensioni variabili da 47 mq a 94 mq per rispondere al fabbisogno di diversi tipi di nuclei familiari, saranno realizzati in due palazzine di 4 piani, collegate fra di loro da un nucleo di servizi al piano terra, che ospiterà l’asilo nido e i locali comunali. I fabbricati saranno dotati di impianti fotovoltaici e verranno costruiti con materiali naturali, riciclabili, leggeri e una texture in legno chiaro. In ogni abitazione e nell’asilo asilo saranno installati impianti termici di riscaldamento a pannelli radianti, collocati a pavimento, che funzioneranno attraverso un termostato. Il progetto prevede anche che il 5% degli appartamenti (2 su 30) sia idoneo ad ospitare persone con disabilità poiché all’interno sarà possibile muoversi in carrozzina e tutti gli edifici saranno realizzati con soluzioni tecniche finalizzate al superamento delle barriere architettoniche. Il progetto è stato finanziato con fondi ministeriali, regionali e comunali, con un iter avviato nel 2010, ma che ha avuto una svolta decisiva nel 2015, con la concessione del finanziamento sottoscritta nel 2016. Nella mattinata di oggi sono stati avviati i sondaggi per la palificazione delle fondazioni (60 pali fino a 44 metri di profondità). L’opera dovrebbe essere ultimata in 18 mesi.

Pubblicato in Cronaca

Ortona. È slovacco il primo colpo di mercato della Sieco Impavida Ortona. La squadra del Presidente Lanci è riuscita ad assicurarsi le prestazioni del forte opposto Milan Bencz.

Classe 1987 per 206 centimetri di altezza, Milan Bencz può vantare un curriculum di tutto rispetto. Bencz ha giocato infatti sempre ai massimi livelli nei campionati slovacco, austriaco e francese. In Italia sono invece 102 le sue presenze maturate nei campionati di A1 e A2.

La carriera di Bencz esplode nel 2005 nella prima serie del campionato slovacco, tra le fila del VSK Púchov dove rimarrà fino al 2008. Nel 2007 arriva la prima convocazione in nazionale con la quale vincerà un bronzo e due ori nella European League. Bencz si trasferisce quindi in Austria e a partire dalla Stagione 2008/09 militerà tra le file dello Sportklub Posojilnica Aich/Dob con la quale otterrà due secondi posti nella “Bundesliga 1”.

L'esordio in Italia arriva nel 2010, in A1 con la maglia della M.Roma Volley, società alla quale resterà legato fino al 2012. Dopo la breve parentesi di un campionato in Francia, tra le file dell'Arago de Sète nel 2012/2013, Bencz torna in Italia con la Sidigas Avellino (A2) nel 2013. In questa stagione la Sidigas si sfalda e Bencz concluderà la stagione con la Itely Milano sempre in A2. Giocherà con la Power Volley Milano, anche in A1 nella stagione 2014/2015, e con la Emma Villas Siena (A2) nel 2015/2016. Nel 2016/2017 è ancora League A in Francia per Milan, con il Narbonne. Anche questa volta, però, quella d'oltralpe è solo una parentesi per lo slovacco. Per la prossima Stagione Sportiva 2017/2018, Bencz sbarca in riva all'Adriatico e sarà il prossimo opposto della Sieco Service Impavida Ortona.

 

«Ho giocato in varie nazioni europee ma penso che il campionato italiano sia tra i più competitivi, con club, giocatori e tecnici di altissimo livello. Il Milan Bencz giocatore è concentrato e combattivo. La sensazione che provo dopo una vittoria è indescrivibile. Conosco Ortona da avversario per i miei trascorsi in A2 e Peter Michalovic mi ha parlato di una cittadina accogliente. Sono sicuro che sia io che mia moglie ci troveremo molto bene»

 

CARRIERA:

2016-2017 Narbonne (Francia) - League A
2015-2016 Emma Villa Siena - Serie A2 UnipolSai
2014-2015 Rivivre Milano - SuperLega
2013-2014 Itely Milano - Serie A2 (A partire dal 15/11/2013)
2013-2014 Sidigas HS Avellino - Serie A2 (Fino al 14/11/2013)
2012-2013 Aargo de Sete (Francia) - League A
2011-2012 M.Roma Volley - Serie A1
2010-2011 M.Roma Volley - Serie A1
2009-2010 AICH-Dob Salisburgo (Austria) - Bundesliga.1

Pubblicato in Sport

Pescara. Comune, camera di Commercio, Fondazione PescarAbruzzo, Marina di Pescara ed Ente Manifestazioni Pescaresi hanno presentato oggi il Calendariounico delle manifestazioni, concerti, eventi di spettacolo, cultura e sport per l'erstate 2017. Un cartellone unico che riassume tutti gli eventi organizzati dalla cordata istituzionale. Alla conferenza erano presenti il sindaco Marco Alessandrini, gli assessori a Turismo ed Eventi, Cultura e Sport Giacomo Cuzzi, Giovanni Di Iacovo e Giuliano Diodati, il presidente della Camera di Commercio Daniele Becci, Nicola Mattoscio per la Fondazione PescarAbruzzo, Angelo Valori per l'Emp, Luca Di Tecco per il Marina di Pescara. Alla fine della presentazione si è esibito Matteo Di Battista, chitarrista dei Work in Progress, con un assaggio di brani di Battisti e Dalla di cui la formazione rappresenta una tribute band speciale.

“Ci siamo sforzati per garantire un calendario di eventi sistematico e scorrevole – così il sindaco Marco Alessandrini – Questo per dare la migliore offerta al pubblico ed evitare sovrapposizioni. Ne esce un prodotto che riunisce le forze di ognuno, in grado di offrire per mesi un'offerta culturale e turistica ampia e varia rispetto alle esigenze di divertimento che la nostra città attrattiva ogni estate produce. Abbiamo messo a sistema l'intrattenimento perché siamo tutti convinti che rappresenti una non trascurabile voce della nostra economia cutlruale, turistica e dunque economica. Non posso dunque che apprezzare il lavoro svolto da tutti quanti hanno partecipato a questo lavoro”.

“Finalmente siamo riusciti a sederci intorno a un tavolo e condividere un programma comune che eviti sovrapposizioni e disguidi – aggiunge il presidente della Camera di Commercio Daniele Becci - Abbiamo riesumato il marchio Expe che è stato il nostro biglietto da visita in occasione della nostra prima esperienza in sinergia, all'Expo di Milano. Oggi ci presentiamo ad un mercato cresciuto e in crescita che richiede un'offerta che le riunisce gusti e preferenze. In mille modi in questi anni abbiamo cercato di trovare un'intesa come questa, siamo reduci dall'esperienza di Luci d'Artista che è positiva e concreta e abbiamo decisa di ampliarla, offrendo lavoro e appuntamenti di alta qualità. Estatica è il nostro fiore all'occhiello e quest'anno presenteremo un calendario interessante per la città che vedrà interprete il Marina di Pescara. Abbiamo un progetto approvato dal Governo sul turismo che porteremo avanti con le DMC da 1,5 milioni di euro per il rilancio turistico d’Abruzzo, quindi sinergia e qualità sono la strategia da seguire per Pescara e la regione

“Il fare sinergia significa dare continuità alle belle esperienze – aggiunge Nicola Mattoscio per la Fondazione PescarAbruzzo – E’ una filiera non trascurabile quella della promozione degli eventi culturali, di spettacolo e sportivi che denotano una società viva. Ci sono tante iniziative, idee ed eventi che delineano e sottolineano l'identità della nostra città. Fare sinergia è un dato importante e positivo, è la prima volta che si riesce in maniera abbastanza compiuta e con una tracciabilità sentita da tutti, a fare coordinamento sotto il profilo istituzionale. Grazie all'Amministrazione e a tutti quanti hanno compiuto tale sforzo, ora sta a noi capitalizzare questo ruolo per fare sinergie e moltiplicare i benefici a favore del sistema comunitario pescarese”.

“Facciamo sistema per rilanciare le tematiche che partono dal mare e vanno alla programmazione scientifica del turismo che è un’industria seria che crea occupazione e di cui dobbiamo avere consapevolezza per animare il nostro lavoro – sottolinea l’assessore a Turismo e Grandi Eventi Giacomo Cuzzi - Ha funzionato, l'esempio ne è Luci d'Artista, che in termini di formalità, programmazione e velocità decisionale ha dato ottimi risultati sul territorio, è un dato significativo e bello per la città. Questo calendario ne è la prosecuzione, perché esalta tutti i soggetti che si sono occupati della vocazione turistica della città. Ci auguriamo di continuare a lavorare in questa maniera e al di là del tenere presenti le buone pratiche sul turismo e sugli eventi, bisogna investire sempre e di più in modo costante per fare arrivare questo messaggio all'esterno e trovare sostenitori di questa vera e propria impresa economica in attivo”.

“E' una sinergia che si consolida – così l’assessore allo Sport Giuliano Diodati – e che abbiamo voluto di fatto sin dal nostro insediamento. E’ utile perché ci consente di fare e dare intrattenimento alla città, senza sovrapposizioni e intralci, come può capitare ed è capitato in passato in una città animata come la nostra. Così si potrà scegliere fra intrattenimento, sport e gli altri eventi, riuscendo a godere meglio l’offerta della città”.

“L’estate a Pescara è molto intensa e ricca e chiunque ha una sua passione e un percorso con un unico calendario può organizzarsi – dice l’assessore alla Cultura Giovanni Di Iacovo - Sono mesi che ci lavoriamo e sono felice che abbiamo costituito questo robusto dialogo. Per quanto riguarda la parte più prettamente culturale, sono due le linee: innovazione e moltiplicazione dei linguaggi culturali e poi mantenere le storiche iniziative delle istituzioni della cultura, che da sempre hanno accompagnato e caratterizzato l'estate della città. Fra le cose imminenti: Festa dei popoli a giugno, il ritorno del Festival dedicato alla satira con Satyricom e IndieRocket Festival e poi grandi e storici appuntamenti come Flaiano e Pescara Jazz con Funambolika, nuovi linguaggi e irrobustire ciò che la città offre e propone”.

“La sinergia è importante – dice Luca Di Tecco del Marina di Pescara - finalmente tutti hanno compreso che anche il Marina di Pescara che fra i più belli d'Italia non è un'entità a parte, ma un gioiello della nostra città. Estatica è un cartellone importante con serate musicali, dedicate all'enogastronomia abruzzese, incontri ed eventi. Da oggi in poi possiamo migliorare e crescere, perché la nostra è una città turistica che deve procedere in tal senso”.

“E' molto interessante poter far parte di un programma così esteso che coordina tutti gli organismi che si occupano della creazione dei valori simbolici così importanti in una comunità – dice Angelo Valori a capo dell’Ente Manifestazioni Pescaresi - Insieme si cerca di creare sogno ed emozioni. Ai nomi circolati fino ad oggi il prossimo (da Steve Hacket a Ian Anderson, Bollani) il 29 luglio si aggiunge il concerto di Toquinho e ringrazio il Marina di Pescara che ci ha dato disponibilità e spazi, vi aspettiamo”.

Pubblicato in Cultura e eventi

Francavilla al Mare. Una questione che è molto discussa da tempo a Francavilla è quella dei cambi di destinazione d'uso, a questo proposito oubblichiamo un'intervista al sindado Antonio Luciani.

 A Francavilla ci sono decine di strutture turistiche abbandonate da anni, alcune sono dei veri e propri cantieri aperti. Cosa può fare l'Amministrazione?

 "Non ho alcun timore nell'affermare che se fosse possibile abbatterei immediatamente tutte le strutture che deturpano la nostra città. La prima sarebbe sicuramente quella a confine con Pescara che i cittadini conoscono ormai con il nome di “ecomostro”. Sarebbe cosa giusta e opportuna.
Purtroppo la legge non mi conferisce questa possibilità. Non è possibile intervenire in questo modo sulla proprietà privata. Qualcuno mi chiede anche di intervenire sul decoro obbligando i proprietari su questo aspetto ma anche in questo caso sono pochi se non inesistenti gli strumenti in mio possesso. La realtà è che l'unico modo per liberarci di questo problema è quello di far terminare i lavori, rendendo questi immobili vivi e integrandoli con il resto della città. Un'amministrazione come la nostra è abituata a confrontarsi solo con la realtà".

 La vostra amministrazione aveva già previsto la possibilità che queste strutture fossero convertite in residenze con la nota delibera sui “cambi di destinazione d'uso”. Cosa non ha funzionato?

 "Con la delibera sui cambi di destinazione d'uso abbiamo introdotto l'obbligo di pagamento di un importo per ogni metro quadro trasformato da albergo in residenziale. Alcuni provvedimenti dello Stato o della Regione consentono di cambiare la destinazione d'uso degli immobili in modo gratuito ma qui a Francavilla abbiamo ritenuto giusto imporre un versamento per poter ottenere il cambio da albergo a residenza.
Dopo circa 5 anni si deve fare un consuntivo e non posso fare a meno di notare che in realtà quelle strutture sono ancora lì, ferme e nel degrado. Inoltre il settore dell'edilizia è in forte crisi e questo è innegabile. Meno male che all'epoca di quelle delibere mi accusarono di aiutare i costruttori!".

 Quindi, avete deciso un ulteriore intervento sul tema?

 "Abbiamo pensato di dare una scossa, di permettere alle strutture in degrado e solo a quelle di ottenere un forte sconto ma a una precisa condizione. In sostanza permetteremo a queste strutture di pagare solo il 50% dell'importo previsto per il cambio di destinazione d'uso ma a condizione che paghino tutto e subito, nel giro di pochi mesi. Nelle nostre intenzioni questo provvedimento li porterà ad aderire e come conseguenza ci saranno la ripresa e l'ultimazione dei cantieri nonché la ristrutturazione delle strutture degradate".

 Se non dovessero aderire cosa accadrà?

 "Passato il termine tornerà tutto come prima e non è escluso che il Consiglio Comunale possa decidere addirittura di aumentare le somme dovute per i cambi aumentando la percentuale del plusvalore".

 Che ricadute si aspetta?

 "Oltre a quello principale, ossia alla eliminazione del degrado, altro effetto positivo collaterale sarà l'incasso di importi che verranno utilizzati per due scopi: l'avvio di una rivisitazione del PRG e ulteriori interventi di manutenzione straordinaria di marciapiedi, raccolta acque piovane, fogne e strade".

 La minoranza si oppone a questa delibera sostenendo varie tesi. Lei come risponde?

 "Una parte della minoranza parla di standard, di carichi urbanistici e di argomenti che non sono affatto attinenti a questa delibera. Vorrei ricordare che quelle strutture sono già lì da molti anni, alcune in precedenza erano già occupate, il problema l'abbiamo trovato e non creato.
Noi siamo orgogliosi di essere l'Amministrazione che non ha consentito la copertura di un solo centimetro quadrato di verde sin dal 2011. Nell'edilizia si è lavorato solo ed esclusivamente con il recupero dei volumi esistenti, il resto sono illazioni e falsità. Ciò che è successo in passato a Francavilla al Mare è sotto gli occhi di tutti".

 Quindi non teme che il provvedimento possa essere impopolare?

 "Noi abbiamo un solo obiettivo. Non facciamo le cose perché piacciono ai cittadini, per convenienza, per popolarità o per non avere nessun disagio. Noi tentiamo sempre di fare la cosa che riteniamo giusta. Nella vita si sbaglia, questo è certo, ma nessuno potrà mai mettere in dubbio la nostra assoluta buona fede. Francavilla ha bisogno di decisioni forti, non ci faremo mai trascinare nella palude dei rinvii, delle mancate decisioni, delle illazioni della minoranza e dei dubbi creati ad arte, del “non è di nostra competenza”. Francavilla è di nostra competenza e la lasceremo più ricca e più bella di come l'abbiamo trovata e i cittadini ci hanno dato fiducia per questo".

Pubblicato in Politica

L'Aquila. Grippo, Di Biase, D’Amico, D’Aristotele, Cipollone, Savini, Marcantonio, Becchi, Giovani e ora Gerardis e Di Rino. Sono alcuni dei nomi dei dirigenti che si sono dimessi, hanno fatto un passo indietro o hanno chiesto di essere trasferiti, altrove abbandonando la regione a guida D'Alfonso. "Sembra che nessuno riesca a resistere più di qualche mese accanto al Presidente D'Alfonso. È evidente che le scelte in campo dirigenziale del Presidente non hanno mostrato alcun successo" con queste parole di Sara Marcozzi, consigliere regionale del M5S, che commenta l’ennesimo abbandono subìto dal Governo D’Alfonso.
“Sin dall’inizio della legislatura abbiamo assistito a rimpasti di giunta, dimissioni di dirigenti, nuove nomine, nomine sbagliate, un caos istituzionale che si ripercuote sull'efficienza della macchina amministrativa - continua Marcozzi - D'Alfonso aveva promesso agli abruzzesi una rivoluzione dell'amministrazione ma sembra proprio di essere su una nave che affonda. Un via vai di figure dirigenziali che va ben oltre l’assestamento fisiologico di un nuovo Governo Regionale, D'Alfonso governa questa regione da tre anni. Oltre ai dirigenti che abbandonano, non meno gravi sono le mancate nomine di professionalità in ruoli strategici come, ad esempio, molti servizi che si occupano della gestione e programmazione dei fondi europei. Non sono le nomine in sé che preoccupano, ma piuttosto i deludenti risultati economici, sociali ed occupazionali che la Giunta del presidente "facile e veloce" ha realizzato. Una struttura instabile, debole e, forse, anche sfiancata dalle continue invasioni di campo e di competenze del Presidente. La macchina non funziona e i dati lo dimostrano: crescita delle disuguaglianze sociali, consumi al palo, livelli occupazionali preoccupanti".
"Ora che Gerardis abbandona l’Abruzzo per un Ministero, il suo ruolo sarà svolto da Vincenzo Rivera, già collaboratore della Giunta Del Turco. A volte gli anni passano ma tutto sembra rimanere uguale” conclude Sara Marcozzi.

Pubblicato in Politica

Pescara. In risposta all’articolo pubblicato oggi da alcuni quotidiani, che riportano la notizia della denuncia, da parte di alcuni consiglieri comunali di Città S. Angelo, dello stato di abbandono delle strade provinciali da parte della Provincia di Pescara, “colpevole” di aver trascurato la viabilità della zona angolana interna, il presidente Antonio Di Marco e il consigliere provinciale Franco Galli precisano quanto segue:

“Non è una novità che le Province italiane, e tra esse quella di Pescara, versano in condizioni finanziarie ormai disperate. Con il taglio di 3 miliardi dell’ultima finanziaria, deciso dalla legge 190 del 2015 che stabilì che le Province avrebbero contribuito con le proprie entrate al bilancio statale, e non alle funzioni che comunque continuano a gestire, si è stabilito che le Province non possono continuare a fornire servizi di alcun tipo. Se entro questa settimana non avremo buone nuove dal Parlamento, che sta votando gli emendamenti alla manovra finanziaria, possiamo dire che strade come la SP1 Marina Città –Elice o la Bonifica di Cepagatti non solo verranno precluse a biciclette e moto, ma verranno chiuse del tutto al passaggio di qualsiasi mezzo. Forse così si capirà che cosa significa lasciare al secco degli enti territoriali intermedi che devono provvedere alla viabilità e allo stato degli edifici scolastici.
Nello specifico, ricordiamo che nel bilancio triennale dell’Ente era stata inserita una congrua somma per la manutenzione straordinaria della SP1, ma che le risorse necessarie non sono mai arrivate. Nell’impossibilità di intervenire, dunque, ci siamo limitati a precludere il passaggio agli utenti più deboli della strada, ma non è escluso che presto la chiuderemo del tutto. Ci dispiace molto, ma stiamo facendo quello che molte altre province d’Italia hanno già attuato, chiudendo ponti e strade: soluzioni all’apparenza penalizzanti e vessatorie, ma ora necessarie, per la sicurezza degli stessi cittadini”.

Pubblicato in Politica
Pagina 1 di 4

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione