Articoli filtrati per data: Lunedì, 08 Maggio 2017

Roma. Il capogruppo di Sinistra Italiana al Senato Loredana de Petris ha depositato un'interrogazione per chiedere spiegazioni al Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare circa l'accordo di programma firmato il 2 maggio scorso in cui le aree 2A e 2B passerebbero da Solvay al Comune di Bussi. “Vogliamo sapere come mai il Ministero abbia cambiato idea su un procedura precedentemente bloccata perché non consentita dalla legge – le parole di Daniele Licheri coordinatore regionale - Siamo molto preoccupati per i cittadini di Bussi e crediamo che questa strada sia un pericoloso precedente anche per altre situazioni similari in giro per l'Italia: si proceda con la bonifica cosi come consente la legge, ovvero con l'occupazione temporanea delle aree, senza perseguire strane alchimie in cui il privato inquina e il pubblico raccoglie i cocci. Sinistra Italiana – conclude Licheri - continuerà a dare battaglia finché non si farà chiarezza su questa gravissima vicenda: chiederemo conto anche alla Regione Abruzzo del perché si stia avallando una situazione del genere”.

INTERROGAZIONE A RISPOSTA ORALE CON CARATTERE DI URGENZA AI SENSI DELL'ARTICOLO 151 DEL REGOLAMENTO

 

Al Ministro dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

 

Premesso che;

 

- in data 2 maggio 2017 è stato sottoscritto un accordo di programma tra il Ministero dell'Ambiente, la Regione Abruzzo, il Comune di Bussi sul Tirino e l'azienda Solvay per la cessione delle aree inquinate di proprietà di quest'ultima al Comune pescarese. Un atto propedeutico, secondo quanto affermato nel documento, all'avvio degli interventi di bonifica e, quindi, alla reindustrializzazione del sito;

- a tal fine le aree esterne al sito di interesse nazionale, ossia le discariche 2A e2B, dovrebbero essere cedute al prezzo simbolico di un euro;

- secondo le vigenti normative non è tuttavia indispensabile che gli enti locali divengano proprietari dei terreni per procedere alla bonifica, tanto che, su oltre 50 siti di interesse nazionale, nessuno risulta essere stato acquisito da un ente pubblico;

- la questione rientra nella complessa vicenda delle discariche di Bussi: aree sottoposte ad un avvelenamento senza precedenti, con centinaia di migliaia di rifiuti tossici e scarti industriali interrati. Le vicende giudiziarie avevano inizialmente dichiarato, a fine del 2014, l'avvenuta prescrizione per i reati contestati alla Montedison, proprietaria della zona negli anni dell'inquinamento selvaggio: sentenza ribaltata, nel febbraio di quest'anno, dalla Corte d'assise d'appello dell'Aquila che, pur prescrivendo l'avvelenamento aggravato, ha ricalcolato la prescrizione sulla base delle aggravanti, e ha condannato per disastro colposo alcuni tra i principali ex manager della Montedison;

- il coinvolgimento e le responsabilità dell'ex Montedison divengono dunque progressivamente più chiare: risulta tuttavia ancora più intricata, oltre che priva della trasparenza necessaria in casi di eccezionale gravità come quello in questione, la vicenda del provvedimento ministeriale che aveva individuato Edison come responsabile dell'inquinamento e della conseguente bonifica e che era stato successivamente respinto dal Consiglio di Stato;

- risulta poco chiaro come sia possibile procedere in assenza dell'identificazione del responsabile della contaminazione, a cui, ai sensi del principio chi inquina paga e della normativa vigente, dovrebbero essere attribuiti i costi della bonifica;

- l'acquisizione dei terreni prevista dall'accordo di programma espone l'amministrazione pubblica, nello specifico quella locale, a sostenere i costi della bonifica senza avere la certezza che il responsabile si accolli il costo dell'immane disastro ambientale provocato. Il Testo unico dell'ambiente prevede infatti in tal senso, all'articolo 253, che il privato non responsabile dell'inquinamento al quale venga bonificato un terreno -in questo caso Solvay- debba rifondere il solo valore acquisito dal terreno, mentre il responsabile della contaminazione -non ancora identificato- finanzi i costi della bonifica;

- le succitate aree, significativamente inquinate, costituiscono un immenso rischio per la collettività. Sembra tuttavia che il fine dell'accordo di programma, volto a realizzare un progetto di bonifica già appaltato per il quale sono necessari 45 milioni di euro di fondi pubblici, sia necessaria l'acquisizione delle aree della Solvay da parte del Comune: una forzatura pericolosa, che creerebbe un pericoloso precedente per altre aree sulle quali insistono i medesimi problemi. Basterebbe in tal senso una occupazione temporanea, che consenta la necessaria e urgente bonifica delle aree succitate;

- non è dunque comprensibile il motivo che abbia spinto il Ministero dell'Ambiente ad avallare tale orientamento, che si discosta notevolmente dalle ordinarie politiche di dismissione del patrimonio pubblico imposte dallo Stato, consentendo l'acquisizione, da parte della collettività, di discariche tra le più inquinate dell'intero Paese, sottratte tra l'altro ad una multinazionale;

 

si chiede di sapere

 

quali siano le motivazioni che hanno condotto il Ministro a valutare come ricevibili tali richieste, in passato respinte in quanto non conformi alla vigente normativa, e se il Ministro non intenda in tal senso rivedere l'atto citato in premessa attraverso il quale viene consentita l'acquisizione delle aree inquinate.

Pubblicato in Politica

Pescara. Nasce il primo spazio aggregativo per giovani, pubblico e autogestito. Presentata stamane la due giorni di inaugurazione de Lo Spaz, che comincerà venerdì 13 alle 17 e andrà avanti anche sabato 14 presso la sede di Via del circuito 238 (la ex scuola di villa Fabio). Alla presentazione oggi tutti i soggetti che hanno reso possibile la nascita del centro e che hanno lavorato perché potesse concretizzarsi un sogno inseguito da decenni da più generazioni: dalla Regione Abruzzo con l'assessore Marinella Sclocco che lo ha finanziato, al Comune con l'assessore alle Politiche Giovanili Giovanni Di Iacovo e la consigliera Daniela Santroni che lo hanno promosso attraverso un bando e la compartecipazione finanziaria dell'Ente, a qui hanno preso parte anche i membri dell'associazione 360gradi, della Soha e del Collettivo Studentesco di Pescara, uniti dal progetto.

“Mi emoziona partecipare a questa presentazione – così l’assessore regionale alle Politiche Giovanili Marinella Sclocco – e sono curiosa di vedere in azione questo Spaz. Ho condiviso il progetto dalla nascita, la Regione lo ha finanziato, insieme ad altri tre progetti che sono arrivati dagli altri capoluoghi, istituendo un fondo che i Comuni hanno impiegato cercando una cordata che realizzasse reti di aggregazioni giovanili. Sono davvero felice che questo si sia concretizzato e ringrazio il Comune per averci creduto e per essersi rimboccato le maniche sin dall’inizio. Mi piace anche il fatto che lo Spaz non nasca in centro, perché sono certa porterà animazione positiva nella zona e lo farà coinvolgendo una fascia di giovani che vivono il momento forse più delicato delle proprie esistenze, responsabilizzandoli alla gestione della cosa pubblica e alla partecipazione attiva che aiuta a fare crescere la comunità tutta”.

“Sono felice di vedere realizzato un sogno che tanti di noi hanno coltivato – così l’assessore Giovanni Di Iacovo – E’ fantastico vedere una cordata di giovani che crea e gestisce il primo spazio cittadino pubblico, dove tutti i giovani potranno incontrarsi, studiare, formarsi alle nuove tecnologie e professioni, leggere, vivere eventi musicali, mostre, installazioni, esprimersi attraverso una creatività che sta alla base del progetto e che vuole essere uno strumento di dialogo fra generazioni. Questo è il primo aspetto inedito, l'altro è il fatto che il progetto sia gestito da giovani delle scuole superiori e studenti universitari, universi che mai prima d'ora erano diventati un'ATI per concretizzare un'attività che dialoga con tutto il mondo giovanile e con la città, che credo abbia curiosità e voglia di confrontarsi con Lo Spaz. Un cammino che abbiamo voluto sin dall’inizio e a cui hanno collaborato fattivamente anche Giuliano Diodati, quando era assessore al Sociale e Veronica Teodoro ai quali va dato atto della volontà e determinazione perché il centro nascesse”.

“Qui si sono date da fare intelligenze nuove che si mettono a disposizione della città – commenta la consigliera Daniela Santroni – Ragazzi e ragazze che si sono formati per arrivare a questo traguardo che è emozionante perché è storico e che questa Amministrazione ha coltivato sin da subito, raccogliendo dalla campagna elettorale la richiesta di tanti giovani perché un centro di aggregazione nascesse. Appena insediati abbiamo istituito un tavolo di dialogo e confronto che ha portato al bando e al progetto e oggi a questa inaugurazione. Siamo doppiamente orgogliosi e motivati a continuare, perché la Regione ci ha finanziato anche un altro progetto, di entità minore, pari a 20.000 euro e che ci consentirà di andare avanti. Questa è una dimostrazione reale e concreta di fiducia nei confronti dei giovani da parte di un’Amministrazione pubblica che non li considera “bamboccioni”, ma capaci di di mettersi in gioco e creare qualcosa di cui loro stessi sentono l’esigenza. Per questo invitiamo tutta la città a venire venerdì e sabato”.

“E’ una nuova realtà che nasce da un coordinamento fra giovani che non ha precedenti – così Andrea Pompa, voce dell’associazione 360° - Qui daremo spazio a studio, eventi, formazione, iniziative culturali, tutti avranno la possibilità di esprimersi, stiamo lavorando a un posto che farà da riferimento a chiunque voglia darsi da fare positivamente per la città e nella città”.

“Si chiama lo Spaz perché è ispirato ad Andrea Pazienza e vuole dare a talenti come lui un posto per esprimersi, senza costringere i giovani a cercarlo altrove – così Paola Ricciardi e Federico Stigliano del Collettivo Studentesco di Pescara – All’interno ci sono diversi locali, la prima a nascere è stata una sala studio già attiva, abbiamo una sala conferenze, un piccolo bar, una stanza artistica dove si potrà suonare, dipingere, una zona esterna con un canestro, un’area verde attrezzata. Ci sono tutti gli ingredienti per rendere Lo Spaz il punto di riferimento che mancava. Lo inaugureremo con due giorni di incontri e musica: il 12 con una mostra e musica indie con i gruppi “Vie delle Indecisioni” e una band nota a livello nazionale qual è quella dei “Pinguini Tattici Nucleari” e dj set; il 13, invece artisti hip hop e due contest di Freestyle e Break Dance, un poetry slam e live painting. Venite a trovarci e seguiteci, avremo presto un calendario di iniziative aperte a tutti”.

Pubblicato in Cronaca

Chieti. L’Associazione di volontariato onlus Erga Omnes di Chieti organizza “Orientamento e supporto per l’esame di abilitazione alla professione di Psicologo”.

 Gruppo prima prova aperte le iscrizioni a questo servizio gratuito, dove l’obiettivo è quello di fornire consigli utili ed orientare al meglio, per poter svolgere, in maniera serena, le prove dell’esame di stato, per conseguire l’abilitazione ed esercitare così la professione di Psicologo dell’Albo A.

I l gruppo, per la prima prova, si riunirà nei seguenti giorni: mercoledì 17 maggio 2017, dalle ore 18 alle 20; mercoledì 24 maggio 2017, dalle ore 18 alle 20; giovedì 1 giugno 2017, dalle ore 18 alle 20; lunedì 5 giugno 2017, dalle ore 18 alle 20. Luogo di svolgimento: Sede Associazione di volontariato onlus Erga Omnes via Monte Grappa n. 176 – Chieti Scalo (Contrada S. Martino). Facilitatori a supporto del gruppo la dottoressa Maria Teresa Stagno e la dottoressa Maddalena Simini. I posti sono limitati.

Pubblicato in Cronaca

Pescara. Dopo la sconfitta interna con il Crotone i supporters del Pescara hanno duramente criticato squadra e società. Contestazione alla quale è seguito un altro spiacevole episodio nella notte: un grosso petardo è stato fatto esplodere nel cortile della casa del patron biancazzurro, Daniele Sebastiani. Solo qualche mese c'era stato un altro brutto accadimento con due auto del numero uno della società adriatca incendiate nella medesima abitazione.

Solidarietà è stata espressa in una nota dal sindaco di Pescara, Marco Alessandrini, e dall'assessore allo Sport, Giuliano Diodati: “L’Amministrazione comunale di Pescara torna a manifestare la piena solidarietà al Presidente della Pescara Calcio Daniele Sebastiani, per il nuovo gesto intimidatorio di cui è stato vittima la scorsa notte. Come abbiamo avuto occasione di affermare non più di tre mesi fa, l’indomani dei danni subiti dal presidente ancora una volta in casa propria, la violenza e l'intimidazione non possono essere considerate strumento di dialogo, né espressione di malcontento per le sorti della nostra squadra. Parliamo di strumenti che non appartengono alla comunità biancazzurra che ha seguito sempre il Pescara sia prima che dopo la serie A e che comunque non servono a raggiungere alcun tipo di traguardo. Noi vogliamo essere la popolazione che segue la squadra sugli spalti dello stadio, in trasferta e in televisione e fa sentire il proprio sostegno sempre, quella che gioisce quando c’è da gioire, che si arrabbia quando c’è da arrabbiarsi e che magari si rammarica per i risultati, ma che mai ricorre a fomentare la paura per manifestare la propria esistenza o la propria opinione. Una comunità che continuerà a seguire così i colori cittadini, con l’auspicio che la nostra stella possa tornare presto a brillare, com’è accaduto in passato e come ci auguriamo possa di nuovo accadere al più presto”.

Pubblicato in Sport

Montesilvano. Anche il Comune di Montesilvano risponde all’appello lanciato dall’Anci e dalla Croce Rossa, nell’ambito della Giornata Internazionale di Croce Rossa, con il quale tutti i Comuni italiani vengono invitati ad esporre la bandiera della Cri fuori dai palazzi comunali. Questa mattina, infatti, il Comitato Locale di Penne della Croce Rossa Italiana, rappresentato per l’occasione da Barbara Minetti ha consegnato, nelle mani dell’assessore alle Politiche Sociali, Ottavio De Martinis, la bandiera, ora esposta sulla facciata del Municipio.

«Abbiamo aderito con piacere - dichiara l’assessore De Martinis - per fare la nostra piccola parte in questa iniziativa che intende valorizzare l’operato di questa realtà che in tutta Italia è al fianco dei cittadini». «E’ un riconoscimento - ha sottolineato il presidente Anci Antonio Decaro in una lettera indirizzata ai Comuni - di un'opera meritoria che, attraverso l'esposizione della bandiera dai municipi, che sono la casa di tutti i cittadini, può avvicinare le nostre comunità alle numerose iniziative condotte dalla Croce rossa italiana a sostegno dei più vulnerabili».

Pubblicato in Cronaca

Montesilvano. Giunge a conclusione “Benessere in Comune”, l’apprezzatissimo ciclo di seminari organizzati dall’Amministrazione in collaborazione con l’associazione Legger – Sì presieduta dalla psicologa Roberta Di Carlo, e tenuti a Palazzo di Città da medici professionisti. «Ogni mese - ricorda l’assessore alle Manifestazioni, Ottavio De Martinis - abbiamo ospitato incontri incentrati su psicologia, disturbi alimentari, patologie cardiologiche, osteopatia. Insomma varie tematiche che hanno coinvolto un’ampia tipologia di utenti. Martedì si terrà l’ultimo appuntamento. Questa volta si parlerà di problematiche vascolari, un argomento che sicuramente potrà essere utile per moltissime persone».

Il seminario, che inizierà alle 18:30, nella Sala C. Di Giacomo di Palazzo Baldoni, dal titolo “Gambe Gonfie: che fare?” sarà tenuto dal dr. Gianni Sigismondi, specialista in Chirurgia generale d’urgenza, Angiologia e Flebologia . «Il problema delle gambe gonfie – spiega Sigismondi – può essere il sintomo di problematiche vascolari, ma non necessariamente. Per questo motivo la prima cosa da fare è sicuramente una chiara diagnosi differenziale, per la quale l’esame migliore è senza dubbio l’ecodopler, semplice, ripetibile e non invasivo». Oltre ad illustrare le cause possibili di questo problema, saranno chiariti i diversi modi in cui è possibile intervenire in seguito alla diagnosi, sia con l’approccio chirurgico che con trattamenti ambulatoriali e verranno suggeriti dei piccoli accorgimenti rispetto allo stile di vita che tutti potranno mettere in atto.

Per partecipare al seminario di martedì 16 maggio è possibile inviare una mail di prenotazione, indicando nome e cognome degli interessati, a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., entro lunedì 15 maggio.

Pubblicato in Politica

Montesilvano. «Invitiamo quanti vogliano sentirsi parte attiva della città e che abbiano il desiderio di prendersi cura di un piccolo gioiello verde del nostro territorio a presentare la propria candidatura, partecipando al bando pubblico». L’appello arriva dall’assessore al verde pubblico Ernesto De Vincentiis, che annuncia l’emanazione dell’avviso per individuare un nuovo gestore per il Parco della Libertà.

«Il destino di questo Parco fino ad oggi è stato sfortunato - dichiara De Vincentiis -. Il precedente gestore individuato anni fa con un bando pubblico infatti ha abbandonato quest’area senza assolvere ai suoi doveri, con il risultato di danneggiare il parco stesso, lasciandolo nell’incuria, e ancor di più i cittadini che non hanno potuto godere della bellezza di questo giardino. Abbiamo quindi rescisso il contratto e ora pubblicato il nuovo bando, che resterà aperto fino al 12 giugno».

Il nuovo gestore dovrà occuparsi di apertura e chiusura cancelli del parco negli orari risultanti dal progetto di gestione; gestione imprenditoriale del chiosco all’interno del parco; ripristino delle strutture e degli arredi del parco, del lago e del chiosco, come risultanti al momento dello stato di consegna al concessionario, compresa la ridefinizione dell’area uso sgambettamento, con idoneo ed autonomo accesso; manutenzione ordinaria e straordinaria, pulizia e sorveglianza del parco e del chiosco, delle attrezzature, delle istallazioni e degli impianti nonché custodia durante gli orari di apertura al pubblico; nelle incombenze di manutenzione ordinaria sono comprese le operazioni di sfalcio dell’erba, di manutenzione delle aiuole, di annaffiatura del prato e delle aiuole, di potatura delle siepi e degli arbusti, il tutto come risultante dal progetto di servizio oggetto di valutazione; manutenzione ordinaria e straordinaria dei locali igienici annessi; verifica del corretto utilizzo delle strutture poste all’interno del parco ed eventuale intervento per impedire utilizzazioni anomale o pericolose; manutenzione della illuminazione pubblica, inerente la sola sostituzione delle lampade illuminanti; garanzia della costante presenza di addetti durante l’apertura del parco; mantenimento del carattere pubblico e della funzione pubblica del sito e degli impianti oggetto di gestione, che avrà una durata di 9 anni dalla stipula del contratto.

Possono partecipare al bando operatori economici singoli, riuniti o consorziati o che intendono farlo, ma anche persone fisiche non ancora organizzate in forma di impresa, alla condizione che la regolarizzazione della posizione avvenga nel termine di 60 giorni dall’avvenuto affidamento.

L’aggiudicazione avverrà alla migliore offerta economicamente più vantaggiosa determinata da una commissione giudicatrice e sulla base del progetto proposto. Gli operatori economici interessati dovranno fare pervenire al protocollo dell’ente, pena l’esclusione dalla gara, entro e non oltre il termine perentorio delle ore 12,00 del giorno 12 giugno 2017, i plichi contenenti al loro interno la documentazione amministrativa (busta A), l’offerta tecnica (busta B) e l’offerta economica (busta C), a mezzo raccomandata del servizio postale, o mediante agenzia di recapito autorizzata o anche mediante la consegna a mano, al seguente indirizzo: Comune di Montesilvano – Settore Ingegneria territoriale e Mobilità, piazza Diaz, 1, 65015 Montesilvano.

La gara pubblica verrà eseguita il 14 giugno. L’avviso integrale, lo schema di convenzione, gli schemi del Parco e del Chiosco e le domande da compilare sono disponibili sul sito istituzionale.

Pubblicato in Cronaca

Chieti. Il Direttore e il Presidente dell’Azienda Speciale Multiservizi “Chieti Solidale”, Angelo Romano e Alfiero Corbo, rendono noto che l’Azienda Multiservizi “Chieti Solidale” ha organizzato anche quest’anno, dal 12 giugno all’8 settembre (con sospensione del servizio dal 7 al 25 agosto), presso la ludoteca comunale di via Amiterno, a Chieti Scalo, il campus estivo “giocandosiimpara” che si arricchisce, per questa edizione, di nuove fasce orarie al fine di soddisfare le numerose esigenze delle famiglie offrendo, nei mesi estivi, l’opportunità di socializzazione ai bambini.

Garantendo qualità dei servizi e professionalità degli operatori, la quota di partecipazione continuerà ad avere tariffe contenute grazie al contributo del Piano di Zona dell’Assessorato alle Politiche Sociali del Comune di Chieti. Tre le fasce orarie previste:

FASCIA 1: € 12,00 dalle ore 8.00 alle ore 12.30 senza pranzo
FASCIA 2: € 18,00 dalle ore 8.00 alle ore 13.30 senza pranzo
FASCIA 3: € 38,00 dalle ore 8.00 alle ore 14.30 con pranzo fornito dal catering

Ogni settimana, durante gli orari del campus verrà scelto un tema sul quale costruire opportunità di gioco e di divertimento grazie a laboratori di movimento, giocoleria, yoga, racconti animati, gare a squadra.

Posti riservati andranno ai minori provenienti da famiglie in difficoltà affidati al Servizio Sociale Professionale mentre particolare attenzione sarà posta all’integrazione dei minori con disabilità, le cui richieste saranno accolte sulla base di un piano concordato con le famiglie ed il Servizio Sociale Professionale al fine di garantire anche un eventuale sostegno individuale che accompagni il minore nei percorsi di socializzazione e di gioco.

Sul sito www.chietisolidale.it è possibile visionare ulteriori informazioni, regolamento e scheda d’iscrizione al campus.

MODALITA’ DI ACCESSO
Il campus “Giocandosimpara” accoglie un massimo di 80 bambini dai 3 agli 11 anni. Le iscrizioni in sovrannumero saranno accettate con riserva. Per l’accesso alle strutture verrà stilata apposita graduatoria sulla base dell’ordine di arrivo delle domande.

Le iscrizioni, aperte dall’8 maggio 2017, potranno essere consegnate:
1) c/o la sede distaccata dell’A.S.M. Chieti Solidale - Centro Ragazzi 2000 - Piazza San Pio X, 59, Chieti Scalo: il lunedì ore 9.00/13.00-15.00/17.00 ed il giovedì dalle ore 15.00 alle ore 18.00;
2) c/o il Settore Servizi Sociali del Comune di Chieti - Servizio Integrazione, in viale Amendola, il martedì, mercoledì e giovedì dalle ore 9.30 alle 12.30.

Pubblicato in Cultura e eventi

San Giovanni Teatino. L'amministrazione comunale di San Giovanni Teatino, con grande orgoglio e nome di ttua al citttadinanza, fa i complimenti ai giovani cestisti della Scuola Secondaria di I grado dell'IC "G.Galilei". Come ha comunicato il professore Bruno Bruno Gigante, la suqadra di "street basket" ha vinto, venerdì 5 maggio a Sulmona, i Campionati Regioanli di basket 3 contro 3 (Giochi sportivi studenteschi Scuole Secondarie di I grado). Nella foto, da sinistra: Marco Del Coco (docente), Francesco Orlandi, Simone Fusilli, Cristiano Curi, Michelangelo Ferrantino, Mirella Di Pietro (docente).

Pubblicato in Sport

Fossacesia. Si è svolta oggi, presso la sede del CNR di Roma, la cerimonia di consegna della Bandiera Blu, il prezioso sigillo conferito dalla Fee ai Comuni che nel corso dell'anno si sono distinti per le acque di balneazione eccellenti, certificate dall'Agenzia Regionale di Tutela Ambientale e per le politiche attive in tema di ambiente. Presenti alla cerimonia il Sindaco di Fossacesia, Enrico Di Giuseppantonio e l'Assessore al turismo Paolo Valentino Sisti. "È una grandissima soddisfazione il poter ricevere per il 16' anno consecutivo la bandiera blu - dichiara Enrico Di Giuseppantonio, Sindaco di Fossacesia-Questo prezioso sigillo rappresenta per noi un importantissimo obiettivo per il quale lavoriamo tutto l'anno al fine di offrire innanzitutto agli amanti del nostro mare acque sicure in cui poter bagnarsi, ma anche una serie di servizi utili ed idonei per il rispetto della tutela ambientale e la promozione del turismo." Per l'anno 2017, 163 sono i comuni in tutta Italia a ottenere da parte della Fee il prestigioso sigillo, due in più rispetto all'anno scorso. Il programma prevede il rispetto di una serie di severi parametri sia in tema di acque di balneazione, sia in tema di attività legate all'ambiente come ad esempio la raccolta differenziata ed i servizi turistici. "Ancora una volta il conferimento della bandiera blu ci testimonia che le nostre scelte ed azioni in tema di ambiente e turismo sono corrette - commenta l'Assessore al turismo del Comune di Fossacesia, Paolo Valentino Sisti- e questo ci spinge a proseguire con in questa direzione con l'obiettivo però di raggiungere standard di qualità sempre maggiori" Domani 9 Maggio alle ore 11.30 nella piazza centrale di Fossacesia l'Amministrazione Comunale ha voluto organizzare la cerimonia " Alzabandierablu", un evento ideato per festeggiare tutti insieme la conquista della bandiera blu. Saranno presenti alla cerimonia le forze dell'ordine, le associazioni cittadine, i balneatori e gli alunni dell' istituto comprensivo. "Vogliamo festeggiare tutti insieme, subito, il conferimento della 16 Bandiera Blu - concludono il Sindaco Enrico Di Giuseppantonio e l'Assessore al turismo Paolo Valentino Sisti- ed ecco perché abbiamo deciso di organizzare questa cerimonia. Il mare pulito è un diritto di tutti e la bandiera blu è un bene di tutti e con tutti vogliamo festeggiarla perché l'averla conquistata è il risultato dell'impegno di tutti noi".

Pubblicato in Politica
Pagina 1 di 3

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione